Sampdoria-Reggina 1-0 le pagelle

La Reggina termina subito la sua avventura in Coppa Italia. Al termine di un’intensissima partita durata 99 minuti gli amaranto ne escono sconfitti contro la Sampdoria, alla quale basta un rigore al minuto 66 di Sabiri per staccare il pass per i 16esimi di finale.

Partita che inizia bene per gli amaranto che tirano per primi grazie ad una bella botta da fuori di Liotti respinta, però, da Audero. Col passare dei minuti le due squadre cercano di imbastire qualche azione, nonostante il terreno di gioco non lo permettesse viste le condizioni pessime, con la Samp che si rende pericolosa con Caputo che gira di testa, ma trova Ravaglia che alza in angolo. Al tramonto del primo tempo è ancora impegnato Ravaglia che compie un miracolo sulla super punizione di Sabiri.

Nel secondo tempo è un’altra partita, ma, soprattutto, un’altra Reggina che comincia a macinare metri e si rende pericolosa grazie alla corsa e alle idee di Rivas e anche grazie ad un tiro da fuori di Gagliolo che per poco non sfiora l’eurogoal, dopo un ottimo recupero palla. Al minuto 66, però, Pierozzi commette un’ingenuità e regala un rigore alla Sampdoria franando su De Luca, sul dischetto si presenta Sabiri che insacca con Ravaglia che intuisce ma non para per un pelo. Da qui in poi è assedio Reggina che cambia assetto e passa al 4-2-3-1 super offensivo e intorno al minuto 81 segna il goal del momentaneo pareggio con Crisetig, poi annullato dal VAR per un fuorigioco. Amaranto che non si abbattono, anzi, sfruttano il momento e pochissimi minuti dopo il goal annullato guadagnano un rigore grazie a Pierozzi. Sul dischetto si presenta il neo-acquisto Cicerelli che però si fa ipnotizzare da Emil Audero (qualche dubbio sul piede di Audero non correttamente appoggiato sulla linea e quindi potenzialmente si sarebbe dovuto ribattere) e il risultato rimane sull’1-0. Al termine della partita Inzaghi fa i complimenti ai suoi che si prendono l’abbraccio della Curva Sud consapevoli di aver lottato da Leoni contro una squadra, sulla carta, superiore. Adesso tra meno di 10 giorni l’inizio del campionato con la speranza che questa squadra ci faccia divertire.

RAVAGLIA 6.5: 

PIEROZZI 6-: Non doveva nemmeno partire da titolare, alla fine si fa trovare attivo in campo chiudendo bene (soprattutto nei palloni alti). Causa, però, il rigore del vantaggio Samp con un fallo ingenuo su De Luca.

CIONEK 7: Voto di coppia con Gagliolo. E’ attentissimo e sempre presente in qualsiasi occasione. Contiene De Luca, Quagliarella e Caputo.

GAGLIOLO 7: Come sopra. Da aggiungere una super chiusura su Caputo e un eurogoal sfiorato da fuori area. Si presenta così agli amaranto.

GIRAUDO 6+: Nella sua prima da terzino ha un cliente tostissimo davanti come Antonio Candreva. Lo contiene e limita i danni. Non si spinge moltissimo come il collega Pierozzi ma difensivamente è molto attento.

CRISETIG 7: Perfetto il capitano, non ha paura di ricevere palla e la gestisce molto bene abbinando qualità e quantità. Troverà anche il goal del pareggio successivamente annullato dal VAR.

FABBIAN 6: La prima partita con i grandi è sufficiente. Grande personalità considerando la giovanissima età(2003), non tira mai dietro la gamba e recupera qualche pallone interessante. 

LIOTTI 6.5: Gioca ancora una volta, come nel triangolare di Salerno, da interno di centrocampo ed ancora una volta lo fa bene. Mette in difficoltà Audero con una botta da fuori e si inserisce sempre con i tempi giusti. Dev’essere confermato.

RICCI 5.5: Troppo opaco, non riesce mai ad incidere ed è sempre fuori dal gioco.

MENEZ 6+: Tiene tantissimi palloni in avanti e riesce a smistarne alcuni di questi. Prende tanti falli da Colley e Ferrari che lo braccano stretto, anche conoscendo le sue qualità, non facendolo arrivare mai in zona goal.

RIVAS 7: Gioca molto bene l’Honduregno. Molto pimpante sulla fascia, fa ballare Bereszynski che non lo contiene praticamente mai. Deve migliorare nell’ultimo passaggio ma la partita è positiva. Che sia un segnale per la società e per Inzaghi?

DAL 63’ MAJER 6: Prova a gestire qualche pallone. Si limita al gioco semplice senza strafare.

DAL 63’ CANOTTO 6: Meglio del compagno Ricci, crea scompiglio con la sua velocità e aiuta Pierozzi a guadagnarsi il rigore poi fallito da Cicerelli.

DAL 75’ GORI 6: Entra e prova a difendere qualche pallone.

DAL 75’ CICERELLI 6: Entra bene e pennella anche il pallone sulla testa di Crisetig per il goal dell 1-1, poi annullato. La sua partita si “macchia” con il rigore sbagliato al minuto 88 ipnotizzato da Audero.

INZAGHI 6.5: Mette una squadra che ha sorpreso un po’ tutti e riesce a farla giocare bene nonostante il ritardo fisico e la caratura degli avversari. Nel secondo tempo negli ultimi 25 minuti passa al 4-2-3-1 con Cicerelli-Rivas-Canotto dietro Gori e domina una Sampdoria spaventata e rinchiusa nella sua metà campo. Da questa partita ne esce a testa altissima consapevole che anche il pareggio, probabilmente, gli sarebbe andato stretto. Se il buongiorno si vede dal mattino quest’anno ci divertiremo.




Lascia un commento






Send this to a friend