La LFA Reggio Calabria si ferma a Sant’Agata e perde terreno

Un passo falso che può costare caro alla LFA Reggio Calabria, che perde per 1-0 sul campo del Città di Sant’Agata e vede sfumare l’occasione di consolidare il suo posto nella zona play off. La squadra di Trocini, che aveva iniziato bene la partita, ha subito il predominio dei padroni di casa, che hanno trovato il gol decisivo al 15’ della ripresa con un tiro di Capogna deviato da Adejo. Gli amaranto non sono riusciti a reagire e hanno offerto una prestazione opaca e sottotono.

La partita, valida per la 28ª giornata di Serie D Girone I, si è disputata allo stadio “Biagio Fresina” di Sant’Agata, su un terreno in sintetico bagnato dalla pioggia. Il tecnico Trocini ha optato per un 3-5-2 con Velcea in porta, Girasole, Adejo e Zanchi in difesa, Martiner, Mungo, Zucco, Perri e Porcino a centrocampo, Renelus e Bolzicco in attacco. Il Città di Sant’Agata, guidato da Facciolo, ha risposto con un 4-3-3 con Iovino tra i pali, D’Amore, Yakubiv, Nagy e Squillace in difesa, Saverino, Esposito e Nunzi a centrocampo, Capogna, Alagna e Mincica in avanti.

Il match si è aperto con il minuto di silenzio in ricordo del calciatore del San Luca Marco Pezzuti, tragicamente deceduto causa incidente stradale. La LFA Reggio Calabria ha avuto un buon approccio e ha sfiorato il vantaggio al primo minuto con un tiro di Mungo dal limite che è finito alto. Dopo un quarto d’ora, però, il Città di Sant’Agata ha preso in mano le redini del gioco e ha creato diverse occasioni da gol. Al 7’ un cross di Nunzi ha trovato la testa di Mincica, che ha mandato incredibilmente fuori a porta vuota. Al 10’ Capogna ha provato il destro da fuori e ha colpito il palo. Al 20’ Alagna si è involato verso la porta, ma ha sparato a lato davanti a Velcea. La LFA Reggio Calabria si è fatta vedere solo al 30’ con un colpo di esterno di Bolzicco che ha sfiorato il palo e al 31’ con una conclusione di Zanchi respinta da un difensore. Il primo tempo si è chiuso sullo 0-0, con il Città di Sant’Agata più pericoloso e aggressivo.

Nella ripresa la LFA Reggio Calabria ha cercato di ripartire con maggiore determinazione e al 46’ ha sfiorato il gol con un cross-tiro di Renelus che ha attraversato tutta l’area senza che nessuno ci arrivasse. Il Città di Sant’Agata, però, non si è fatto intimorire e ha continuato a pressare gli avversari. Al 15’ è arrivato il gol che ha deciso la partita: su un calcio d’angolo, Capogna ha calciato da lontano e Adejo ha deviato involontariamente la palla in rete, beffando Velcea. Il Città di Sant’Agata ha festeggiato il vantaggio, mentre la LFA Reggio Calabria ha accusato il colpo. Trocini ha provato a cambiare qualcosa, inserendo Barillà, Cham, Rosseti e Lika, ma senza ottenere risultati. L’unica occasione degna di nota per gli amaranto è stata al 35’ con Aquino, che ha saltato due uomini ma ha tirato debolmente fuori. Il Città di Sant’Agata ha gestito il risultato con ordine e ha sfiorato il raddoppio al 40’ con un tiro di Lo Grande parato da Velcea. Al 48’ Rosseti è stato espulso per proteste, chiudendo in malo modo una giornata nera per la LFA Reggio Calabria.

La partita si è conclusa con il meritato successo del Città di Sant’Agata, che sale a 43 punti e aggancia la LFA Reggio Calabria al quinto posto. Gli amaranto, invece, perdono una ghiotta occasione per avvicinarsi al terzo posto. La squadra di Trocini dovrà ritrovare fiducia e continuità per non compromettere il sogno dei play off.




Lascia un commento





Send this to a friend