la Palestina nell'UNESCO!

Notizie dal mondo e dalla città: curiosità, fatti, cronaca...

Moderatori: NinoMed, Bud, Lilleuro

Rispondi
Avatar utente
Guitin
Forumino Praticante
Forumino Praticante
Messaggi: 254
Iscritto il: 11/05/2011, 15:10
Località: nuvola

E meno male che il Corriere è un quotidiano "equilibrato"
Di seguito ci sono due inesattezze: chiare e nette,la prima si riferisce a due diritti, quando in realtà è uno solo(quello dei Palestinesi) l'altro è sopruso, la seconda quando parla di prudente saggezza :oo: ..anzichè ammettere che trattasi di VILTA'!!!

Dal"Corriere della sera"La Palestina all' Unesco ma la Pace si Allontana
Il cuore spinge ad esultare, la mente no. È straordinario che la Palestina sia stata accolta nell' Unesco, l' agenzia delle Nazioni Unite per l' educazione, la cultura e la scienza. Non è straordinario pensare che il passo intralci quel disegno che ha individuato nel negoziato tra le parti l' unico binario possibile, quindi realistico, per arrivare alla pace. Per risolvere davvero quello che tutti sappiamo essere un conflitto tra due diritti. [*]Dove ciascuno dei due ha ragione[/color][/b]. I Paesi che hanno votato sì sono 107, i no 14 e 52 sono gli astenuti. Tra chi ha votato no ci sono gli Stati Uniti di Barack Obama, alleato numero uno dello Stato ebraico ma anche roccioso sostenitore del progetto di due Stati - Israele e Palestina - che vivano l' uno accanto all' altro in pace e in sicurezza. Tra gli astenuti troviamo l' Italia, [*]che ha deciso con prudente saggezza [/color]in quanto era impossibile esprimere, per l' ennesima volta, un atteggiamento comune europeo. Tra i sì troviamo non solo gli arabi e le potenze emergenti - Cina, India, Russia, Brasile, Sudafrica a Turchia - ma la Francia che non soltanto ospita l' Unesco ma è il Paese dell' Ue attraversato da una frenesia presenzialista. Per ragioni ideali, sostengono gli entusiasti; per ragioni di abile calcolo, sostengono i critici. Parigi sta cercando, spesso sgomitando, di ritagliarsi un ruolo importante: si è imposta come leader dei volonterosi nella guerra di Libia, approfittando della debolezza dei partner europei. Il presidente Nicolas Sarkozy, che non è amato in Turchia, è corso a Erevan per sostenere ad alta voce la necessità che si riconosca il genocidio degli armeni, però tutti sanno che la potente lobby armena gli è necessaria per le elezioni. E ora cerca altri spazi nel Medio Oriente. Sappiamo bene che l' ingresso della Palestina nell' Unesco non significa ingresso alle Nazioni Unite. Per questo dovrà decidere il Consiglio di sicurezza, all' interno del quale almeno un membro permanente, gli Stati Uniti, opporrà il veto. E già sappiamo che, dopo il primo ostacolo, il problema verrà sottoposto all' Assemblea, dove al massimo la Palestina otterrà lo status di osservatore, come il Vaticano. E allora perché tanta fretta? Sostanzialmente per tre ragioni: irritare gli Usa, che parlano di passo «prematuro e controproducente»; colpire Israele, che parla di «tragedia»; e segnalare il ruolo decisivo dei Paesi emergenti, insomma dei nuovi mega-soggetti della politica planetaria. È quest' ultimo passaggio, a ben vedere, il più delicato. Vuol ricordare a tutti - Israele compreso - che il mondo è profondamente cambiato. Non sappiamo poi quanto la Palestina e l' Unesco possano trarre vantaggi da questo successo che rischia d' essere soltanto di immagine. L' Unesco finirà nell' elenco delle organizzazioni che, per una vecchia legge americana, non possono ottenere fondi da Washington se includono la Palestina: e si tratta del 20% del budget. La Palestina, a sua volta, dovrà affrontare nuovi sacrifici. Valeva la pena, allora? Nel mondo segnato dal culto dell' immagine forse; nel tribolato cammino verso la pace la risposta più sensata è no.

Ferrari Antonio[/i]
Sogno, qualcosa di buono
che mi illumini il mondo
buono come te…
Che ho bisogno, di qualcosa di vero
che illumini il cielo
proprio come te!!!
Avatar utente
kurohata
Forumino Malato
Forumino Malato
Messaggi: 1465
Iscritto il: 11/05/2011, 21:04
Contatta:

io non ho capito perchè Israele definisce "una tragedia" l'annessione della Palestina nell'Unesco... voi lo avete capito?

:scratch
guarda un filo d'erba al vento e sentiti come lui. Ti passerà anche la rabbia
http://matteovalenti.weebly.com/meshare" onclick="window.open(this.href);return false;
Rispondi