VOGLIAMO PARAGONARE?

Notizie dal mondo e dalla città: curiosità, fatti, cronaca...

Moderatori: Bud, NinoMed, Lilleuro

Rispondi
dbj
Apprendista Forumino
Apprendista Forumino
Messaggi: 43
Iscritto il: 17/10/2011, 19:05

lungi da me da dare giudizi o pregiudizi vorrei solo portare a vostra conoscenza due episodi della cronaca molto vicini tra loro che sinceramente mi hanno molto turbato sia per gli episodi in se, ma soprattutto per le decisioni prese dalla magistratura.
Mi riferisco al caso in questione http://www.sportmediaset.mediaset.it/ne ... 5170.shtml" onclick="window.open(this.href);return false; , il quale il pm chiese una condanna di 10 anni e gliene hanno dati 8( 1 anno per ogni persona ammazzata) e al caso dell'ex calciatore Padovano, http://www.sportmediaset.mediaset.it/ca ... vano.shtml" onclick="window.open(this.href);return false; ,nel quale il pm ha chiesto la condanna a 24 anni a lui e 44 ad un suo presunto complice...
Ora la prima considerazione è: ma l'omicidio non è il reato più grave che possa commettere l'uomo?
In base a quale criteri ad un pluriomicida si chiede 8 anni per 8 omicidi e per un presunto, ancora da giudicare per questo dico presunto, spacciatore 24?
forse per lo stato è più importante il controllo e la guerra contro gli stupefacenti che il valore di una singola vita? mi viene da pensare che veramente al giorno d'oggi non contano più i valori ma il VALORE. Se tra le vittime però ci fosse stato qualche parente di un qualsiasi personaggio famoso(sportivo politico o televisivo non conta) vuoi vedere che per il ritorno mediatico ci sarebbero state altre conclusioni da parte del pm e giudici?
Vi rendete conto?
o sono io ad essere troppo disgustato da tutto ciò?
se fossi un parente delle vittime mi sentirei tanto tanto male...
dbj
Apprendista Forumino
Apprendista Forumino
Messaggi: 43
Iscritto il: 17/10/2011, 19:05

Qui veramente ci sarebbe da portare all' attenzione una constatazione tragica ma alla luce di quanto è successo purtroppo veritiera.
meglio ammazzare che spacciare?
praticamente se ammazzi dopo un anno torni libero, se spacci la giustizia ti da minimo vent'anni...
CHE SCHIFO...
considerando che l'omicida non si è fatto carcere preventivo, anche se già si sapeva colpevole, l'ex calciatore e il complice a detta dell'articolo citato prima si sono fatti un anno di carcere più non specificati di domiciliari...
e non ci sono attenuanti generiche che tengano perchè non si è trattato di uno sfortunato incidente ma l'omicida guidava a folle velocità sotto effetto di sostanze stupefacenti.
La cosa non mi riguarda da vicino personalmente: da totale estraneo alla vicenda mi viene un disgusto e una rabbia, mettendomi nei panni dei familiari delle vittime non so come avrei reagito...
rorschach
Forumino Scelto
Forumino Scelto
Messaggi: 494
Iscritto il: 22/06/2011, 23:54

Sul caso specifico, in effetti dovrebbero fare una nuova legge per aumentare gli anni di carcere per chi ammazza guidando senza patente e sotto effetto di sostanze stupefacenti. Avevano fatto una proposta in tal senso, ma purtroppo il Parlamento attualmente è bloccato a far nulla.


In generale però il principio è giusto, perché da una parte c'è qualcuno che commette un reato in maniera colposa, dall'altra parte c'è qualcuno che volontariamente organizza un traffico di tonnellate di droga e quindi, socialmente, è molto più pericoloso. :salut
doddi
Non c'è nenti!
Non c'è nenti!
Messaggi: 4823
Iscritto il: 11/05/2011, 12:55
Località: 38°6′41″N 15°39′43″E

Montagne di controsensi e fenomeni inspiegabili. Andrebbe fatta una demolizione e ricostruzione dell'impalcatura della giustizia, a partire dagli uomini.
Se coloro che vincono le gare hanno certificati antimafia ma sono in strette relazioni con altre imprese sottoposte all'attenzione della mafia,tutte munite di certificazioni delle prefetture,allora è un problema diverso che non compete a me valutare. I.F.
Avatar utente
aquamoon
Forumino Malatissimo
Forumino Malatissimo
Messaggi: 2322
Iscritto il: 11/05/2011, 13:59

rorschach ha scritto:Sul caso specifico, in effetti dovrebbero fare una nuova legge per aumentare gli anni di carcere per chi ammazza guidando senza patente e sotto effetto di sostanze stupefacenti. Avevano fatto una proposta in tal senso, ma purtroppo il Parlamento attualmente è bloccato a far nulla.


In generale però il principio è giusto, perché da una parte c'è qualcuno che commette un reato in maniera colposa, dall'altra parte c'è qualcuno che volontariamente organizza un traffico di tonnellate di droga e quindi, socialmente, è molto più pericoloso. :salut
:thumright
Sventurata la terra che ha bisogno di eroi
rca
Forumino Malatissimo
Forumino Malatissimo
Messaggi: 1950
Iscritto il: 03/05/2011, 10:12
Località: You can checkout any time you like, But you can never leave!

rorschach ha scritto:Sul caso specifico, in effetti dovrebbero fare una nuova legge per aumentare gli anni di carcere per chi ammazza guidando senza patente e sotto effetto di sostanze stupefacenti. Avevano fatto una proposta in tal senso, ma purtroppo il Parlamento attualmente è bloccato a far nulla.


In generale però il principio è giusto, perché da una parte c'è qualcuno che commette un reato in maniera colposa, dall'altra parte c'è qualcuno che volontariamente organizza un traffico di tonnellate di droga e quindi, socialmente, è molto più pericoloso. :salut
Secondo me no, per niente.
Mi spiego: se qualcuno sobrio causa un incidente per motivi non da lui dipendenti, credo che già il senso di colpa sia più pesante di una condanna. Se (in)coscientemente tira a palla e perde il controllo, o si mette alla guida non avendone (più) facoltà, quasi fatico ad accettare l' omicidio colposo. Se qualcuno sale in macchina ubriaco e/o drogato, per me non può cavarsela con un omicidio colposo. Mai.
MI pare che unn giudice ebbe il coraggio per accusare e condannare un pirata di omicidio volontario, ma poi in appello fu derubricato. Come nella migliore tradizione italiana (o banana).
E quindi? Ma poi, fondamentalmente...tu, chi cazzo sei? (cit.)
Avatar utente
ndria
Apprendista Forumino
Apprendista Forumino
Messaggi: 84
Iscritto il: 11/05/2011, 22:22

rca ha scritto:
rorschach ha scritto:Sul caso specifico, in effetti dovrebbero fare una nuova legge per aumentare gli anni di carcere per chi ammazza guidando senza patente e sotto effetto di sostanze stupefacenti. Avevano fatto una proposta in tal senso, ma purtroppo il Parlamento attualmente è bloccato a far nulla.


In generale però il principio è giusto, perché da una parte c'è qualcuno che commette un reato in maniera colposa, dall'altra parte c'è qualcuno che volontariamente organizza un traffico di tonnellate di droga e quindi, socialmente, è molto più pericoloso. :salut
Secondo me no, per niente.
Mi spiego: se qualcuno sobrio causa un incidente per motivi non da lui dipendenti, credo che già il senso di colpa sia più pesante di una condanna. Se (in)coscientemente tira a palla e perde il controllo, o si mette alla guida non avendone (più) facoltà, quasi fatico ad accettare l' omicidio colposo. Se qualcuno sale in macchina ubriaco e/o drogato, per me non può cavarsela con un omicidio colposo. Mai.
MI pare che unn giudice ebbe il coraggio per accusare e condannare un pirata di omicidio volontario, ma poi in appello fu derubricato. Come nella migliore tradizione italiana (o banana).
:salut :salut :salut
doddi
Non c'è nenti!
Non c'è nenti!
Messaggi: 4823
Iscritto il: 11/05/2011, 12:55
Località: 38°6′41″N 15°39′43″E

rca ha scritto:
rorschach ha scritto:Sul caso specifico, in effetti dovrebbero fare una nuova legge per aumentare gli anni di carcere per chi ammazza guidando senza patente e sotto effetto di sostanze stupefacenti. Avevano fatto una proposta in tal senso, ma purtroppo il Parlamento attualmente è bloccato a far nulla.


In generale però il principio è giusto, perché da una parte c'è qualcuno che commette un reato in maniera colposa, dall'altra parte c'è qualcuno che volontariamente organizza un traffico di tonnellate di droga e quindi, socialmente, è molto più pericoloso. :salut
Secondo me no, per niente.
Mi spiego: se qualcuno sobrio causa un incidente per motivi non da lui dipendenti, credo che già il senso di colpa sia più pesante di una condanna. Se (in)coscientemente tira a palla e perde il controllo, o si mette alla guida non avendone (più) facoltà, quasi fatico ad accettare l' omicidio colposo. Se qualcuno sale in macchina ubriaco e/o drogato, per me non può cavarsela con un omicidio colposo. Mai.
MI pare che unn giudice ebbe il coraggio per accusare e condannare un pirata di omicidio volontario, ma poi in appello fu derubricato. Come nella migliore tradizione italiana (o banana).
Banana :salut
Se coloro che vincono le gare hanno certificati antimafia ma sono in strette relazioni con altre imprese sottoposte all'attenzione della mafia,tutte munite di certificazioni delle prefetture,allora è un problema diverso che non compete a me valutare. I.F.
rorschach
Forumino Scelto
Forumino Scelto
Messaggi: 494
Iscritto il: 22/06/2011, 23:54

rca ha scritto:
rorschach ha scritto:Sul caso specifico, in effetti dovrebbero fare una nuova legge per aumentare gli anni di carcere per chi ammazza guidando senza patente e sotto effetto di sostanze stupefacenti. Avevano fatto una proposta in tal senso, ma purtroppo il Parlamento attualmente è bloccato a far nulla.


In generale però il principio è giusto, perché da una parte c'è qualcuno che commette un reato in maniera colposa, dall'altra parte c'è qualcuno che volontariamente organizza un traffico di tonnellate di droga e quindi, socialmente, è molto più pericoloso. :salut
Secondo me no, per niente.
Mi spiego: se qualcuno sobrio causa un incidente per motivi non da lui dipendenti, credo che già il senso di colpa sia più pesante di una condanna. Se (in)coscientemente tira a palla e perde il controllo, o si mette alla guida non avendone (più) facoltà, quasi fatico ad accettare l' omicidio colposo. Se qualcuno sale in macchina ubriaco e/o drogato, per me non può cavarsela con un omicidio colposo. Mai.
MI pare che unn giudice ebbe il coraggio per accusare e condannare un pirata di omicidio volontario, ma poi in appello fu derubricato. Come nella migliore tradizione italiana (o banana).
Infatti ho precisato, nel particolare, che dovrebbero prevedere un reato specifico in questi casi per aumentare gli anni di galera. A mio modesto avviso la pena giusta sarebbe sui 15 anni - un po' più alto dell'omicidio preterintenzionale e più basso del volontario.

I giudici e i pm fanno quello che possono con le leggi che ci sono: fino a prova contraria siamo ancora uno stato di diritto e tocca al Parlamento legiferare. Per quanto estremamente odioso, è difficile configurare come volontario quel tipo di reato, e comunque con una legge apposita non avremmo bisogno di giudici "coraggiosi".
Rispondi