**THE FINALS**: Moncada Agrigento - Liomatic Viola RC 2-1

Tutto sul basket e sul mito Viola.

Moderatori: Bud, NinoMed, Lilleuro

army
Forumino Scelto
Forumino Scelto
Messaggi: 745
Iscritto il: 17/05/2011, 0:08

la partita è stata deprimente...errori da serie d...ultimi 13 secondi del secondo quarto palla in mano nostra con schema preparato nel timeout coronini perde palle e ci infilano da 3 all'ultimo secondo...oppure giocatori di agrigento che entravano senza che i nostri giocatori si rendessero conto di quello che stava succedendo...
salvo solo paparella e marengo...gli unici che hanno difeso mentre gli altri dormivano
Avatar utente
Mave
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 8418
Iscritto il: 11/05/2011, 15:28

non ho visto la partita, non l'ho potuta seguire nemmeno al netcasting...ma non capisco come si possa in una finale playoff andare scarichi mentalmente, questo è il momento in cui bisogna tirare fuori tutto quello che hanno!
Avatar utente
possanzini78
Forumino Scelto
Forumino Scelto
Messaggi: 658
Iscritto il: 12/05/2011, 14:26

Mave ha scritto:non ho visto la partita, non l'ho potuta seguire nemmeno al netcasting...ma non capisco come si possa in una finale playoff andare scarichi mentalmente, questo è il momento in cui bisogna tirare fuori tutto quello che hanno!
Secondo me, la Viola NON è andata scarica mentalmente ad Agrigento. Ho visto la partita in streaming: semplicemente, Agrigento ha difeso in modo pazzesco, con un'intensità pari a quella che avevamo noi l'anno scorso (vi ricordate che contro di noi le squadre non riuscivano quasi mai a superare i 60 punti?). A questa difesa pazzesca (che ha prodotto ben 22 palle perse della Viola) ha fatto da contraltare un attacco di categoria superiore (65% da due...), 6 rimbalzi offensivi, ecc.

Non capisco che male ci sia a dire che ci sono nettamente superiori sia a livello tecnico che a livello tattico. Non lo scopriamo certo oggi che Bolignano è un onesto allenatore di seconda fascia, mentre Ciani è un fuoriclasse di queste categorie. Ho visto la Viola dal vivo 5 volte quest'anno, sempre in trasferta (Roma, Roseto, Palestrina, Scauri, Agrigento). In 3 occasioni abbiamo perso, in 2 abbiamo vinto. Ma anche quando abbiamo vinto l'abbiamo fatto per meriti individuali più che per organizzazione di gioco. Ho ancora chiaro il ricordo di Roseto: loro hanno sbagliato una miriade di tiri piedi a terra, mentre noi abbiamo segnato spesso canestri impossibili (soprattutto con Agosta, fantascientifico, e Caprari), riuscendo in tal modo a vincere la partita
Avatar utente
Hurricane82
Non c'è nenti!
Non c'è nenti!
Messaggi: 3053
Iscritto il: 11/05/2011, 13:40
Località: Dalla città del MITO

Signori e Signore ieri abbiamo avuto la prova che la macchina del tempo esiste!! siamo tornati indietro di 1 anno esatto....non c'è molto da dire dal punto di vista tecnico dato che praticamente non ci abbiamo capito un ciufolo!! ci hanno sovrastato sotto tutti i punti di vista....specifico solo alcune cose dato che ho letto delle inesattezze: Caprari sappiamo tutti che non è giocatore da 0 punti, ieri ha praticamente smesso subito di giocare perchè si è infortunato alla schiena, la smorfia di dolore era abbastanza preoccupante e non so se è recuperabile per gara2...bisogna sperare nella sua voglia e in un miracolo del Dott. Calafiore. Grasso non si è rifiutato di entrare, ha subìto una ginocchiata nel polpaccio che praticamente non gli consentiva di correre con naturalezza perchè si sentiva tirare con notevole dolore, c'è stato solo incomprensione quindi non creiamo un caso laddove non c'è, non ne abbiamo bisogno. E' innegabile che qualcuno deve darsi una sonora svegliata (vero Agosta?)....è stata dura per chi era presente assistere al ritorno della CdO2....un brutto ritorno al passato che nessuno si aspettava...non riusciamo a sfatare il "tabù Sicilia"....adesso dobbiamo VINCERE ASSOLUTAMENTE giovedì e poi vedremo...

Per il resto dico solo che ieri c'erano più massafresi che agrigentini e senza la "banda del paese" (cosa vietata dal regolamento) avremmo giocato in casa noi...il che è tutto dire.

P.S. unica nota positiva di ieri è stato il piacere di fare la conoscenza con l'utente Pacino :thumright
trentaprile

possanzini78 ha scritto:
Mave ha scritto:non ho visto la partita, non l'ho potuta seguire nemmeno al netcasting...ma non capisco come si possa in una finale playoff andare scarichi mentalmente, questo è il momento in cui bisogna tirare fuori tutto quello che hanno!
Secondo me, la Viola NON è andata scarica mentalmente ad Agrigento. Ho visto la partita in streaming: semplicemente, Agrigento ha difeso in modo pazzesco, con un'intensità pari a quella che avevamo noi l'anno scorso (vi ricordate che contro di noi le squadre non riuscivano quasi mai a superare i 60 punti?). A questa difesa pazzesca (che ha prodotto ben 22 palle perse della Viola) ha fatto da contraltare un attacco di categoria superiore (65% da due...), 6 rimbalzi offensivi, ecc.

Non capisco che male ci sia a dire che ci sono nettamente superiori sia a livello tecnico che a livello tattico. Non lo scopriamo certo oggi che Bolignano è un onesto allenatore di seconda fascia, mentre Ciani è un fuoriclasse di queste categorie. Ho visto la Viola dal vivo 5 volte quest'anno, sempre in trasferta (Roma, Roseto, Palestrina, Scauri, Agrigento). In 3 occasioni abbiamo perso, in 2 abbiamo vinto. Ma anche quando abbiamo vinto l'abbiamo fatto per meriti individuali più che per organizzazione di gioco. Ho ancora chiaro il ricordo di Roseto: loro hanno sbagliato una miriade di tiri piedi a terra, mentre noi abbiamo segnato spesso canestri impossibili (soprattutto con Agosta, fantascientifico, e Caprari), riuscendo in tal modo a vincere la partita
io è da inizio anno che dico che Agrigento è la super squadra del girone non per tecnica ma per il fuoriclasse che hanno in panchina (a differenza di qualche incompetente che li dava per sicuri scoppiati ai playoff.), però 22 punti fra le 2 squadre non ci stanno assolutamente.

Ci sono tanti fattori che hanno influito ieri, il principale secondo me è stato l'infortunio di Caprari che l'ha condizionato sia in attacco (0 punti e una serie indefinita di minchiate) e soprattutto i 24 presi in faccia da Mossi, che a Reggio era stato limitato bene e ieri invece ha fatto letteralmente quello che ha voluto da dentro, fuori ecc.

Secondo fattore, la non partita dei lunghi. A Reggio Agosta Gambolati e Grasso erano riusciti a limitare bene Chiarastella e dominare Pennisi, ieri non solo sono stati completamente nulli sui lunghi avversari (pure Giovannatto ha fatto quello che ha voluto) ma hanno dormito piu volte sulle penetrazioni dei piccoli, (Paparella Senior in primis), basti vedere l'enorme quantità di canestri che abbiamo subito nel pitturato.

Detto ciò per me la Viola è inferiore ad Agrigento (hanno anche il fattore campo non dimentichiamolo) ma giovedì se recuperiamo Caprari e se russigghiamo Gambolati e Agosta possiamo farcela a portarli alla terza partita, e sarebbe fondamentale per "ricreare" compattezza nel gruppo ed affrontare con maggior fiducia il triangolare.
Avatar utente
_naka
Ehi cosa bella!
Ehi cosa bella!
Messaggi: 5084
Iscritto il: 11/05/2011, 15:01

ma quelle trombette odiose non sono proibite ?
PIU' VIVO PIU' TI AMO ! Tu sempre tu ,canterò sempre di più !! Ho visto la reggina mi sono innamorato e non la lascerò mai più !
Avatar utente
Mary
Forumino Malato
Forumino Malato
Messaggi: 1276
Iscritto il: 23/05/2011, 13:55

_naka ha scritto:ma quelle trombette odiose non sono proibite ?
sì fossero solo le trombette ,avevano cmq in dotazione le "raganelle" e in + 8 tamburi tipo quelli usati dagli sbandieratori , 5 adulti e 3 bambini suonando in continuazione dietro il canestro per me quello non è tifo ancora mi rimbombano in testa :S
Avatar utente
Mave
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 8418
Iscritto il: 11/05/2011, 15:28

Quanto me ne voglio andare da sta categoria schifosa!
Avatar utente
Mary
Forumino Malato
Forumino Malato
Messaggi: 1276
Iscritto il: 23/05/2011, 13:55

stavo pensando ai tifosi di Massafra , io mi sento uno straccio e loro si sono sparati un viaggio allucinante , un pullman pieno di famiglie tanti bambini, mah la gente è strana comunque
Avatar utente
Bud
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 2493
Iscritto il: 02/05/2011, 17:23

possanzini78 ha scritto:
Mave ha scritto:non ho visto la partita, non l'ho potuta seguire nemmeno al netcasting...ma non capisco come si possa in una finale playoff andare scarichi mentalmente, questo è il momento in cui bisogna tirare fuori tutto quello che hanno!
Secondo me, la Viola NON è andata scarica mentalmente ad Agrigento. Ho visto la partita in streaming: semplicemente, Agrigento ha difeso in modo pazzesco, con un'intensità pari a quella che avevamo noi l'anno scorso (vi ricordate che contro di noi le squadre non riuscivano quasi mai a superare i 60 punti?). A questa difesa pazzesca (che ha prodotto ben 22 palle perse della Viola) ha fatto da contraltare un attacco di categoria superiore (65% da due...), 6 rimbalzi offensivi, ecc.

Non capisco che male ci sia a dire che ci sono nettamente superiori sia a livello tecnico che a livello tattico. Non lo scopriamo certo oggi che Bolignano è un onesto allenatore di seconda fascia, mentre Ciani è un fuoriclasse di queste categorie. Ho visto la Viola dal vivo 5 volte quest'anno, sempre in trasferta (Roma, Roseto, Palestrina, Scauri, Agrigento). In 3 occasioni abbiamo perso, in 2 abbiamo vinto. Ma anche quando abbiamo vinto l'abbiamo fatto per meriti individuali più che per organizzazione di gioco. Ho ancora chiaro il ricordo di Roseto: loro hanno sbagliato una miriade di tiri piedi a terra, mentre noi abbiamo segnato spesso canestri impossibili (soprattutto con Agosta, fantascientifico, e Caprari), riuscendo in tal modo a vincere la partita
condivido l'analisi (specie quella sui due tecnici)

aggiungo anche che sarebbe ora che si sfruttassero di più i panchinari come Marengo che quando è entrato ha solo fatto bene, sarebbe ora che si chiamassero i time out al momento giusto e sarebbe anche ora che si sostituissero i giocatori che in quel frangente di partita sono in evidente difficoltà

insomma sarebbe ora che le rotazioni si iniziassero a fare seriamente e per fare questo andrebbe bene anche un discreto allenatore di seconda fascia
Avatar utente
pacino
Forumino Praticante
Forumino Praticante
Messaggi: 250
Iscritto il: 03/06/2011, 16:43

Hurricane82 ha scritto:
P.S. unica nota positiva di ieri è stato il piacere di fare la conoscenza con l'utente Pacino :thumright
grazie, anche per me è stato un piacere :beer:


sulla partita non aggiungo altro a quanto già detto penso che l'abbiamo capito tutto che abbiamo giocato male...... anzi non abbiamo giocato
metà del mondo non capisce i desideri dell'altra metà

prima viene la mia famiglia, poi la mia squadra....... tutto il resto non conta
elrocco66
Apprendista Forumino
Apprendista Forumino
Messaggi: 135
Iscritto il: 16/10/2011, 20:00
Località: Palermo

Mary ha scritto:stavo pensando ai tifosi di Massafra , io mi sento uno straccio e loro si sono sparati un viaggio allucinante , un pullman pieno di famiglie tanti bambini, mah la gente è strana comunque

ma Massafra non è un comune del tarantino :?:

che ci sono andati a fare ad Agrigento :?:
pablyto91
Forumino Malato
Forumino Malato
Messaggi: 1056
Iscritto il: 06/12/2011, 22:39

Figghioli portatevi anche i cani, i gatti e i canarini giovedì sera...questi sono convinti di venire a umiliarci in casa facendoci assistere al taglio della retina..asfaltati, una squadra di vecchi, fatta di ex giocatori..voglio vedere giovedì come va a finire!!!
pablyto91
Forumino Malato
Forumino Malato
Messaggi: 1056
Iscritto il: 06/12/2011, 22:39

elrocco66 ha scritto:
Mary ha scritto:stavo pensando ai tifosi di Massafra , io mi sento uno straccio e loro si sono sparati un viaggio allucinante , un pullman pieno di famiglie tanti bambini, mah la gente è strana comunque

ma Massafra non è un comune del tarantino :?:

che ci sono andati a fare ad Agrigento :?:
3/4 del team attuale di Agrigento giocava da loro, e questi giocatori facendo un lodo al Basket Massafra hanno causato il fallimento della società. Nonostante questo sembra che i tifosi gli siano grati per questo dato i KM che si sono fatti per sostenere i suddetti.
Avatar utente
Mary
Forumino Malato
Forumino Malato
Messaggi: 1276
Iscritto il: 23/05/2011, 13:55

elrocco66 ha scritto:
Mary ha scritto:stavo pensando ai tifosi di Massafra , io mi sento uno straccio e loro si sono sparati un viaggio allucinante , un pullman pieno di famiglie tanti bambini, mah la gente è strana comunque

ma Massafra non è un comune del tarantino :?:

che ci sono andati a fare ad Agrigento :?:
a tifare Agrigento , perchè coach Ciani e alcuni giocatori di Agrigento ( Birindelli, Paparella, Di Viccaro, Chiarastella) hanno conquistato la promozione con Massafra in DNB nel campionato 2009/2010
colpoinfernaleomicid
Forumino Scelto
Forumino Scelto
Messaggi: 796
Iscritto il: 29/05/2011, 20:01

possanzini78 ha scritto:
Mave ha scritto:non ho visto la partita, non l'ho potuta seguire nemmeno al netcasting...ma non capisco come si possa in una finale playoff andare scarichi mentalmente, questo è il momento in cui bisogna tirare fuori tutto quello che hanno!
Secondo me, la Viola NON è andata scarica mentalmente ad Agrigento. Ho visto la partita in streaming: semplicemente, Agrigento ha difeso in modo pazzesco, con un'intensità pari a quella che avevamo noi l'anno scorso (vi ricordate che contro di noi le squadre non riuscivano quasi mai a superare i 60 punti?). A questa difesa pazzesca (che ha prodotto ben 22 palle perse della Viola) ha fatto da contraltare un attacco di categoria superiore (65% da due...), 6 rimbalzi offensivi, ecc.

Non capisco che male ci sia a dire che ci sono nettamente superiori sia a livello tecnico che a livello tattico. Non lo scopriamo certo oggi che Bolignano è un onesto allenatore di seconda fascia, mentre Ciani è un fuoriclasse di queste categorie. Ho visto la Viola dal vivo 5 volte quest'anno, sempre in trasferta (Roma, Roseto, Palestrina, Scauri, Agrigento). In 3 occasioni abbiamo perso, in 2 abbiamo vinto. Ma anche quando abbiamo vinto l'abbiamo fatto per meriti individuali più che per organizzazione di gioco. Ho ancora chiaro il ricordo di Roseto: loro hanno sbagliato una miriade di tiri piedi a terra, mentre noi abbiamo segnato spesso canestri impossibili (soprattutto con Agosta, fantascientifico, e Caprari), riuscendo in tal modo a vincere la partita
Il male c'é perché quel 'nettamente superiori' é troppo esagerato visto che noi non abbiamo brocchi. Caprari, Agosta, Gambolati, Paparella, Zampogna li vedi nettamente inferiori a Chiarastella, Pennisi, Mossi, Di Viccaro e Paparella Santiago ? Io tutta questa enorme differenza non la vedo, neache stessimo parlando dei Lakers... LA differenza vera é nella testa, non nella tecnica...cosa vuoi che sia superiore tecnicamente quel palamito di Pennisi rispetto ad un Agosta? Semmai é più frte fisicamente così come Chiarastella vince il confronto con Gambolati( e ti pare? Gambolati se soffi se ne vola...). La vera differenza che sbilancia a loro favore l'incontro é in primis nella testa e dopo anche nel fisico; fisicamente ci sono nettamente superiori e ciò comporta una tenuta agonistica molto maggiore della nostra.
Avatar utente
OronzoPugliese
Forumino Malatissimo
Forumino Malatissimo
Messaggi: 2432
Iscritto il: 11/05/2011, 12:57

colpoinfernaleomicid ha scritto:Caprari, Agosta, Gambolati, Paparella, Zampogna li vedi nettamente inferiori a Chiarastella, Pennisi, Mossi, Di Viccaro e Paparella Santiago ? Io tutta questa enorme differenza non la vedo, neache stessimo parlando dei Lakers... LA differenza vera é nella testa, non nella tecnica...

Oltretutto ho ancora bene in mente la serie dell'anno scorso con l'Orlandina che, non dimentichiamolo, schierava 2/5 del nostro attuale quintetto, e ricordo bene Caprari che nei momenti decisivi delle tre gare ci sassuliava con precisione chirurgica (o quante ci ndi rissi), finendo sempre in doppia cifra.

La differenza sarà nella testa ma probabilmente sarà anche nel manico
Immagine
"Mister te sarà ti, muso de mona. Mi son el signor Nereo Rocco"
trentaprile

A me preoccupa seriamente Agosta.

Caprari è un lottatore e Giovedi farà infiltrazioni pur di giocare, Gambolati u sapimu chi pisci è... ma quello che è successo ad Agosta è inspiegabile.

Chi viene al palazzo e ha l'occhio lungo si sarà certamente accorto che fino alla serie di Scauri oltre alla prestazione in campo, Alessandro cazziava i compagni, li incitava, si incazzava con se stesso, insomma dava nettamente l'idea di giocare per vincere e di essere uno dei trascinatori del gruppo assieme al Papa, Zampogna etc.

Da Martina in poi però,oltre alle brutte partite, ho notato uno sminchiamento totale a partire dal riscaldamento, ad Agrigento poi è stato il massimo, totalmente avulso dal contesto sembrava il fratello di Gambolati
Avatar utente
Hurricane82
Non c'è nenti!
Non c'è nenti!
Messaggi: 3053
Iscritto il: 11/05/2011, 13:40
Località: Dalla città del MITO

La Viola deve cambiare pagina
Giovedì alle 20,30 al "Botteghelle" la possibilità del grande riscatto


Valerio Chiné
Reggio Calabria
Perdere dispiace, vincere fa sempre gioire. Non scopriamo l'acqua calda, né il senso della vita. Cadere malamente in una finale promozione, quella che solitamente nell'immaginario collettivo incarna la sfida tra le migliori espressioni di un circuito, amplifica gli effetti sgradevoli. I tifosi si sa, vivono di emozioni, si cibano d'istanti di giubilo e anche di depressioni; talora amplificano pregi e difetti. È nella loro facoltà, sta nel gioco dei ruoli. Comprendiamo quindi la rievocazione della waterloo orlandina delle scorse finali, ancorchè maturato sempre nello stesso modo, più affine alla mattanza che alla sfida tra pari.
Nello sport i corsi e ricorsi storici sono correnti, più per foraggiare le statistiche o le perifrasi di chi vuole attribuire scientificità a qualcosa che non si può sempre prevedere, che per ingerenza vera nelle dinamiche di un risultato. Analizzando i fatti - col senno del poi - era pure prevedibile che gara uno potesse essere appannaggio di Agrigento. Da un lato c'era la prima della classe: forte pimpante (più riposata) e vincente. Dall'altro una squadra che ha preso la finale di slancio come il treno in corsa che sei convinto di perdere perché hai fatto tutto in ritardo: prenotazione , valigia, taxi, biglietto.
La Viola era il passeggero che correva, non che attendeva fresco e riposato in carrozza l'avvio dei motori. Preoccupata di perdersi l'appuntamento importante sebbene sapesse di meritarlo. L'intensità di Martina era altra cosa, anche per via di una condizione non ottimale (il polpaccio di Grasso e la schiena di Caprari sono le incognite che accompagnano anche in gara-due, ndc), ma non solo. Agrigento è stata più brava della Viola, più pronta e reattiva, ha meritato di vincere dominando in lungo e in largo il court, giocando senza freni e inibizioni. I reggini hanno lottato, non si sono arresi, ma hanno faticato, tanto, troppo per reggerne l'urto.
Col 35% al tiro e 22 palle perse non si va lontano, figurarsi in una finale. Questa la spiegazione senza fronzoli, ma che individua nel diverso atteggiamento in campo le ragioni della sconfitta. Uno a zero per Agrigento, ma giovedì (Botteghelle, palla a due alle 20.30) sarà un'altra storia, magari con lo stesso epilogo, ma un'altra storia.
«Sicuramente va dato un grande merito ad Agrigento – dice coach Bolignano - frutto della continuità che porta avanti dal 10 agosto, non siamo riusciti ad aver fiducia nel gruppo e nell'andare avanti nelle nostre cose, non siamo riusciti ad effettuare un tiro pulito mentre loro sono stati sempre aggressivi e con un forte atteggiamento difensivo. Durante l'intervallo ho detto di continuare a lavorare insieme e non considerare la partita già finita».
I risultati non sono stati in linea con io desideri dei quasi centocinquanta tifosi che hanno dato una lezione di tifo, colore e sostegno continuo. «Sappiamo benissimo di avere davanti una squadra molto preparata, giocare bene non basta, dobbiamo fare una partita super per mettere in difficoltà gli avversari. Caprari ha problemi fisici che si porta dietro da alcuni mesi, nonostante abbia stretto i denti in questa serie dei playoff; Marengo s'è messo a disposizione della squadra, si è fatto trovare pronto come sempre».
http://www.gazzettadelsud.it/NotiziaArc ... A=20120605" onclick="window.open(this.href);return false;
Avatar utente
possanzini78
Forumino Scelto
Forumino Scelto
Messaggi: 658
Iscritto il: 12/05/2011, 14:26

colpoinfernaleomicid ha scritto:
possanzini78 ha scritto:
Mave ha scritto:non ho visto la partita, non l'ho potuta seguire nemmeno al netcasting...ma non capisco come si possa in una finale playoff andare scarichi mentalmente, questo è il momento in cui bisogna tirare fuori tutto quello che hanno!
Secondo me, la Viola NON è andata scarica mentalmente ad Agrigento. Ho visto la partita in streaming: semplicemente, Agrigento ha difeso in modo pazzesco, con un'intensità pari a quella che avevamo noi l'anno scorso (vi ricordate che contro di noi le squadre non riuscivano quasi mai a superare i 60 punti?). A questa difesa pazzesca (che ha prodotto ben 22 palle perse della Viola) ha fatto da contraltare un attacco di categoria superiore (65% da due...), 6 rimbalzi offensivi, ecc.

Non capisco che male ci sia a dire che ci sono nettamente superiori sia a livello tecnico che a livello tattico. Non lo scopriamo certo oggi che Bolignano è un onesto allenatore di seconda fascia, mentre Ciani è un fuoriclasse di queste categorie. Ho visto la Viola dal vivo 5 volte quest'anno, sempre in trasferta (Roma, Roseto, Palestrina, Scauri, Agrigento). In 3 occasioni abbiamo perso, in 2 abbiamo vinto. Ma anche quando abbiamo vinto l'abbiamo fatto per meriti individuali più che per organizzazione di gioco. Ho ancora chiaro il ricordo di Roseto: loro hanno sbagliato una miriade di tiri piedi a terra, mentre noi abbiamo segnato spesso canestri impossibili (soprattutto con Agosta, fantascientifico, e Caprari), riuscendo in tal modo a vincere la partita
Il male c'é perché quel 'nettamente superiori' é troppo esagerato visto che noi non abbiamo brocchi. Caprari, Agosta, Gambolati, Paparella, Zampogna li vedi nettamente inferiori a Chiarastella, Pennisi, Mossi, Di Viccaro e Paparella Santiago ? Io tutta questa enorme differenza non la vedo, neache stessimo parlando dei Lakers... LA differenza vera é nella testa, non nella tecnica...cosa vuoi che sia superiore tecnicamente quel palamito di Pennisi rispetto ad un Agosta? Semmai é più frte fisicamente così come Chiarastella vince il confronto con Gambolati( e ti pare? Gambolati se soffi se ne vola...). La vera differenza che sbilancia a loro favore l'incontro é in primis nella testa e dopo anche nel fisico; fisicamente ci sono nettamente superiori e ciò comporta una tenuta agonistica molto maggiore della nostra.
Perché? per essere più forti di noi bisogna essere come i Lakers? :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen:

Prima di fare obiezioni di principio, ti pregherei di verificare i numeri della stagione. Le statistiche (soprattutto dopo così tante partite) non mentono mai.

Poi, a proposito di testa, un piccolo appuntino: secondo te, chi aveva le pressioni maggiori domenica? Noi, che dopo tutto abbiamo anche il triangolare a disposizione e che andavamo ad Agrigento da (chiari) sfavoriti con tutto da guadagnare e nulla da perdere, oppure Agrigento che in tutta la stagione ha perso solo 3 partite e rischiava di vanificare tutto in una partita? Mi dispiace, ma la tua giustificazione non regge... Avremmo dovuto essere molto più tranquilli e con la mente sgombra di loro. Quindi....
Rispondi