FORNERO: MINISTRO DEL LAVORO O DEI LICENZIAMENTI ?

Notizie dal mondo e dalla città: curiosità, fatti, cronaca...

Moderatori: NinoMed, Bud, Lilleuro

Avatar utente
CALABRESE
Forumino Malato
Forumino Malato
Messaggi: 1144
Iscritto il: 13/05/2011, 14:12

spiny79 ha scritto:
CALABRESE ha scritto:La tua seconda opzione.
allora non è giusto, non puoi far pagare ai lavoratori gli eventuali sprechi e le cattive gestioni provocate negli anni passati da politici ed alti dirigenti e manager oscenamente pagati per portarci alla situazione in cui siamo oggi...

Io vorrei ricordare quanto,ad esempio,si è sprecato per salvare l'Alitalia e tutti i manager quanti sono stati pagati negli anni,cosi' come in altri campi.Io dico che prima di guardare se uno che prende 1000 euro al mese lavori o meno,si dovrebbe tagliare chi ne prende 20000 al mese,magari non facendo un cazzo dalla mattina alla sera.Ma si sa,il popolo che guarda specialmente ad una parte politica,cioè a destra,gode nel vedere licenziamenti,come se questi una volta licenziati,magari a 50 anni,stanno casa in poltrona e campano d'aria.Contrario da sempre a queste politiche,sia di Sacconi e ora di "una lacrima sul viso".
"Preferisco che ci si abbracci quando si fa gol, evitando certe cose."
Avatar utente
goldenboy
Forumino Malatissimo
Forumino Malatissimo
Messaggi: 2789
Iscritto il: 11/05/2011, 12:43
Località: na vota 'nto bizzolu

Lixia ha scritto: [



si goldenuccio , ma tu sai meglio di me che per esempio per scarso rendimento non si può licenziare nessuno nel pubblico , che l'unica causa di licenziamento con giusta causa è la commissione di un reato proprio..... dai dai che è una botte di ferro il pubblico, vedo colleghi non fare nulla dalla mattina alla sera e io mi smazzo, tanto il 27 mio è uguale al loro. Io sono sempre contraria ai licenziamenti ma comincerei a usare la mano pesante , metterei lo stipendio del pubblico dipendente in parte a cottimo e virivi chi lavuravunu tutti

lixia,la brunetta prevde il licenziamento per insufficiente rendimento per due anni consecutivi...applicandola sai quanti ne mandi a casa???le leggi ci sono...basta applicarle...
per quanto riguarda il lavoro a " cottimo",in molte amministrazioni(tra cui la mia) esiste un contratto integrativo che prevde l'erogazione dell'incentivo al raggiungimento di obiettivi assegnati...ed esiste da anni!!!il problema si pone in amministrazioni come regioni province e comuni,e nelle varie asl,che sfuggono ad ogni controllo :salut
rca
Forumino Malatissimo
Forumino Malatissimo
Messaggi: 1950
Iscritto il: 03/05/2011, 10:12
Località: You can checkout any time you like, But you can never leave!

CALABRESE ha scritto:
spiny79 ha scritto:
CALABRESE ha scritto:La tua seconda opzione.
allora non è giusto, non puoi far pagare ai lavoratori gli eventuali sprechi e le cattive gestioni provocate negli anni passati da politici ed alti dirigenti e manager oscenamente pagati per portarci alla situazione in cui siamo oggi...

Io vorrei ricordare quanto,ad esempio,si è sprecato per salvare l'Alitalia e tutti i manager quanti sono stati pagati negli anni,cosi' come in altri campi.Io dico che prima di guardare se uno che prende 1000 euro al mese lavori o meno,si dovrebbe tagliare chi ne prende 20000 al mese,magari non facendo un cazzo dalla mattina alla sera.Ma si sa,il popolo che guarda specialmente ad una parte politica,cioè a destra,gode nel vedere licenziamenti,come se questi una volta licenziati,magari a 50 anni,stanno casa in poltrona e campano d'aria.Contrario da sempre a queste politiche,sia di Sacconi e ora di "una lacrima sul viso".
ma scusa, lasciando per una volta da parte destra e sinistra perchè a mio avviso è solo questione di buonsenso, se uno non produce deve essere "salvato" con il pretesto di tagliare prima l' altro???
Cazzi!!! A casa, se ci sono le motivazioni giuste, ENTRAMBI!!!!!
Io li ho visti gli uffici dove si fanno i controlli, penso/spero anche tu: non stanno mai fermi, chi più chi meno velocemente, tutti trovano un attimo per fare tutto il lavoro assegnato.

@golden: il discorso era un pò diverso, e cioè legare non solo un incentivo, quindi ulteriore retribuzione, ma anche una quota parte (es. 20-25%) al rendimento. Se sei poco produttivo lo sconti prendendo minore stipendio. Figghioli da sempre toccare il portafogli è il sistema universalmente recepito da tutti, purtroppo non ne esistono altri altrettanto universali. E sono sempre di meno -anche se in maggioranza- le persone oneste e degne, per cui...
E quindi? Ma poi, fondamentalmente...tu, chi cazzo sei? (cit.)
doddi
Non c'è nenti!
Non c'è nenti!
Messaggi: 4823
Iscritto il: 11/05/2011, 12:55
Località: 38°6′41″N 15°39′43″E

rca ha scritto:
CALABRESE ha scritto:

Io vorrei ricordare quanto,ad esempio,si è sprecato per salvare l'Alitalia e tutti i manager quanti sono stati pagati negli anni,cosi' come in altri campi.Io dico che prima di guardare se uno che prende 1000 euro al mese lavori o meno,si dovrebbe tagliare chi ne prende 20000 al mese,magari non facendo un cazzo dalla mattina alla sera.Ma si sa,il popolo che guarda specialmente ad una parte politica,cioè a destra,gode nel vedere licenziamenti,come se questi una volta licenziati,magari a 50 anni,stanno casa in poltrona e campano d'aria.Contrario da sempre a queste politiche,sia di Sacconi e ora di "una lacrima sul viso".
ma scusa, lasciando per una volta da parte destra e sinistra perchè a mio avviso è solo questione di buonsenso, se uno non produce deve essere "salvato" con il pretesto di tagliare prima l' altro???
Cazzi!!! A casa, se ci sono le motivazioni giuste, ENTRAMBI!!!!!
Io li ho visti gli uffici dove si fanno i controlli, penso/spero anche tu: non stanno mai fermi, chi più chi meno velocemente, tutti trovano un attimo per fare tutto il lavoro assegnato.

@golden: il discorso era un pò diverso, e cioè legare non solo un incentivo, quindi ulteriore retribuzione, ma anche una quota parte (es. 20-25%) al rendimento. Se sei poco produttivo lo sconti prendendo minore stipendio. Figghioli da sempre toccare il portafogli è il sistema universalmente recepito da tutti, purtroppo non ne esistono altri altrettanto universali. E sono sempre di meno -anche se in maggioranza- le persone oneste e degne, per cui...
La colpa è sempre degli altri, il solito corporativismo a salvaguardia della propria poltrona o sgabellino che dir si voglia...

Su oltre 4 milioni vorrei sapere quanti veramente si guadagnano lo stipendio sensa rubare una sola ora delle 36 settimanali.
Se coloro che vincono le gare hanno certificati antimafia ma sono in strette relazioni con altre imprese sottoposte all'attenzione della mafia,tutte munite di certificazioni delle prefetture,allora è un problema diverso che non compete a me valutare. I.F.
Avatar utente
goldenboy
Forumino Malatissimo
Forumino Malatissimo
Messaggi: 2789
Iscritto il: 11/05/2011, 12:43
Località: na vota 'nto bizzolu

rca ha scritto:
@golden: il discorso era un pò diverso, e cioè legare non solo un incentivo, quindi ulteriore retribuzione, ma anche una quota parte (es. 20-25%) al rendimento. Se sei poco produttivo lo sconti prendendo minore stipendio. Figghioli da sempre toccare il portafogli è il sistema universalmente recepito da tutti, purtroppo non ne esistono altri altrettanto universali. E sono sempre di meno -anche se in maggioranza- le persone oneste e degne, per cui...
da noi è stato introdotto quest'anno ...in misura minore e sperimentale :salut
Avatar utente
kimba
Forumino Malato
Forumino Malato
Messaggi: 1027
Iscritto il: 11/05/2011, 13:56

kimba ha scritto:
kimba ha scritto:sarebbe la prima cosa buona di questo governo.

Ok ora vi saluto che devo andare al comune di pellaro
perchè sono venuti i vigili a notificare la residenza
e mia figlia non risulta più nel mio stato di famiglia
risposte:
la mia collega non c'è
ha eseguito lei la pratica.
è passato solo un mese, provi ad aspettare ancora
e poi vedremo nello stato di famiglia
Finalmente dopo 3 mesi ho il mio stato di famiglia con tutti i componenti
sono nuovamente padre di due bimbe.
La cosa non finisce qui comunque
perchè hanno sbagliato il mio nome e devo andare addirittura a rompermi i coglioni al comune di reggio
Ma non posso andare stamattina perchè sono in riunione
per organizzare lo sciopero contro il taglio di 17000€ di non so che cosa.

Quindi ricapitolando:
20 aprile cambio residenza
25 maggio notifica dei vigili e bambina sparita dal mio stato di famiglia
24 luglio ritrovo mia figlia nello stato di famiglia ma il mio nome è sbagliato

vi terrò aggiornati
lacky007
Apprendista Forumino
Apprendista Forumino
Messaggi: 90
Iscritto il: 04/06/2011, 10:33

Paolo_Padano ha scritto:paradossale quanto accaduto oggi: la fornero a torino si rivolge agli studenti e se la prende con i dipendenti pubblici che devono essere licenziato, in contemporanea il presidnete diconfindustria Squinzi la smentisce dicendo che la riforma del lavoro da lei proposta non va bene. La stessa solofa oggi licenizamo quelo oggi questo. Questa ha la parola licenziamenti incorporata nella bocca che rimepirei con qualcosaltro. Ci è o ci fa, vattene casa professoressa Edit Lixia , autolicenziati :salut
Il problema è sempre lo stesso, quando devono risparmiare sulla spesa pubblica devono toccare Pensioni, o Statali. Il problema di oggi è stato commesso negli anni 80 dalla Dc e dal Psi, che in cambio di voti ha donato dei posti di lavoro che non esistavano, adesso che quella gente è arrivata alla soglia della pensione, dovrà restituire in parte quei facili guadagni da posti di lavoro inventati dalla politica. Quindi un 4 o 5 anni da Esodati, il Tfr trattenuto, ed una pensione al 40%. Dopotutto se pagano anche loro non è mica un male assoluto .. la nostra generazione under 40, non ha avuto tutti questi privilegi, anzi per la prima volta sarà piu povera dei nostri padri come non succedeva dal 1850. Meditate gente ..
Avatar utente
CALABRESE
Forumino Malato
Forumino Malato
Messaggi: 1144
Iscritto il: 13/05/2011, 14:12

lacky007 ha scritto:
Paolo_Padano ha scritto:paradossale quanto accaduto oggi: la fornero a torino si rivolge agli studenti e se la prende con i dipendenti pubblici che devono essere licenziato, in contemporanea il presidnete diconfindustria Squinzi la smentisce dicendo che la riforma del lavoro da lei proposta non va bene. La stessa solofa oggi licenizamo quelo oggi questo. Questa ha la parola licenziamenti incorporata nella bocca che rimepirei con qualcosaltro. Ci è o ci fa, vattene casa professoressa Edit Lixia , autolicenziati :salut
Il problema è sempre lo stesso, quando devono risparmiare sulla spesa pubblica devono toccare Pensioni, o Statali. Il problema di oggi è stato commesso negli anni 80 dalla Dc e dal Psi, che in cambio di voti ha donato dei posti di lavoro che non esistavano, adesso che quella gente è arrivata alla soglia della pensione, dovrà restituire in parte quei facili guadagni da posti di lavoro inventati dalla politica. Quindi un 4 o 5 anni da Esodati, il Tfr trattenuto, ed una pensione al 40%. Dopotutto se pagano anche loro non è mica un male assoluto .. la nostra generazione under 40, non ha avuto tutti questi privilegi, anzi per la prima volta sarà piu povera dei nostri padri come non succedeva dal 1850. Meditate gente ..

Ancora che racconti barzellette sei,ma fatti una passegiata,vai e prenditi un gelato che ti rinfreschi le idee.
"Preferisco che ci si abbracci quando si fa gol, evitando certe cose."
Avatar utente
Motociclista
Forumino Malatissimo
Forumino Malatissimo
Messaggi: 1795
Iscritto il: 11/05/2011, 19:51

lacky007 ha scritto:Il problema di oggi è stato commesso negli anni 80 dalla Dc e dal Psi, che in cambio di voti ha donato dei posti di lavoro che non esistavano, adesso che quella gente è arrivata alla soglia della pensione, dovrà restituire in parte quei facili guadagni da posti di lavoro inventati dalla politica. Quindi un 4 o 5 anni da Esodati, il Tfr trattenuto, ed una pensione al 40%. Dopotutto se pagano anche loro non è mica un male assoluto .. la nostra generazione under 40, non ha avuto tutti questi privilegi, anzi per la prima volta sarà piu povera dei nostri padri come non succedeva dal 1850. Meditate gente ..
:salut
ethan
Forumino Malatissimo
Forumino Malatissimo
Messaggi: 1604
Iscritto il: 11/05/2011, 13:44

kimba ha scritto:
kimba ha scritto:
kimba ha scritto:sarebbe la prima cosa buona di questo governo.

Ok ora vi saluto che devo andare al comune di pellaro
perchè sono venuti i vigili a notificare la residenza
e mia figlia non risulta più nel mio stato di famiglia
risposte:
la mia collega non c'è
ha eseguito lei la pratica.
è passato solo un mese, provi ad aspettare ancora
e poi vedremo nello stato di famiglia
Finalmente dopo 3 mesi ho il mio stato di famiglia con tutti i componenti
sono nuovamente padre di due bimbe.
La cosa non finisce qui comunque
perchè hanno sbagliato il mio nome e devo andare addirittura a rompermi i coglioni al comune di reggio
Ma non posso andare stamattina perchè sono in riunione
per organizzare lo sciopero contro il taglio di 17000€ di non so che cosa.

Quindi ricapitolando:
20 aprile cambio residenza
25 maggio notifica dei vigili e bambina sparita dal mio stato di famiglia
24 luglio ritrovo mia figlia nello stato di famiglia ma il mio nome è sbagliato

vi terrò aggiornati
Menomale che almeno ritrovasti a figghiola :salut :lol:
Paolo_Padano
Forumino Malatissimo
Forumino Malatissimo
Messaggi: 1986
Iscritto il: 11/05/2011, 13:02

il governo berlusmonti ha fallito in pieno il resto sono chacchiere da bar, la fornero un brunetta che piscia all'impiedi, grilli un incompetente già segnalato nei papabili al posto di tremonti nel governo dell'innominabile, passera una gica smunta, un govenro impalpabile è come toccar eil kulo ad una racchia :sad:
Lillu Fotti: "aundi ioca Spread cu cattu si mu rununu a paremetru zeru"
Lillu Foti: "non bogghiu 'nchinari poi mi rinnu chi vonnnu a squatra mi 'ndi sarbamu"
lacky007
Apprendista Forumino
Apprendista Forumino
Messaggi: 90
Iscritto il: 04/06/2011, 10:33

Paolo_Padano ha scritto:il governo berlusmonti ha fallito in pieno il resto sono chacchiere da bar, la fornero un brunetta che piscia all'impiedi, grilli un incompetente già segnalato nei papabili al posto di tremonti nel governo dell'innominabile, passera una gica smunta, un govenro impalpabile è come toccar eil kulo ad una racchia :sad:
Piu che berlus MONTI; é IL Governo di Bersani, Belusconi, e sopratutto Casini e Fini quindi almeno diciamo le cose come stanno. non lo sostiene solo il Pdl ma tutta la stragrande classe politica, esclusi per motivi di accaparramento voti della Lega, e di Di Pietro.
Avatar utente
kimba
Forumino Malato
Forumino Malato
Messaggi: 1027
Iscritto il: 11/05/2011, 13:56

ethan ha scritto:
Menomale che almeno ritrovasti a figghiola :salut :lol:
si ma ora ho perso moglie e 2 figlie perchè non sono io quello sullo stato di famiglia.
Comunque stamattina all'anagrafe ho risolto in 2 minuti
Hanno guardato l'estratto di nascita, verificato ed aggiornato il database.
Non potevano farlo direttamente da pellaro? mah!
Comunque ai signori dell'ufficio ho fatto i complimenti perchè hanno risolto tutto e subito
e ho detto loro che sarei andato a casa a scriverlo sul forum che sono efficientissimi.


Quindi ricapitolando:
20 aprile cambio residenza comune di pellaro
25 maggio notifica dei vigili e bambina sparita dal mio stato di famiglia
24 luglio ritrovo mia figlia nello stato di famiglia ma il mio nome è sbagliato
25 luglio l'anagrafe del comune di reggio risolve alla grande

volete che vi racconto pure quelle dell'asl per la scelta del medico di base?
rassamu perdiri
reggino
Non c'è nenti!
Non c'è nenti!
Messaggi: 4512
Iscritto il: 12/05/2011, 19:30
Località: l'isola che non c'è

Paolo_Padano[size=200] ha scritto:il governo berlusmonti ha fallito in [/size]pieno il resto sono chacchiere da bar, la fornero un brunetta che piscia all'impiedi, grilli un incompetente già segnalato nei papabili al posto di tremonti nel governo dell'innominabile, passera una gica smunta, un govenro impalpabile è come toccar eil kulo ad una racchia :sad:

ha fallito il liberlismo,che le politiche di monti e berlusconi in questi anni hanno rappresentato pienamente,e tra patto di stabilità,fiscal compact,pareggio in bilancio,misure liberiste,tra qualche anno ne vedremo delle belle,anzi delle brutte.Ne usciremo con le ossa spappolate.
https://www.youtube.com/watch?v=-JQINuybHL4" onclick="window.open(this.href);return false;
Avatar utente
kimba
Forumino Malato
Forumino Malato
Messaggi: 1027
Iscritto il: 11/05/2011, 13:56

kimba ha scritto:
Quindi ricapitolando:
20 aprile cambio residenza
25 maggio notifica dei vigili e bambina sparita dal mio stato di famiglia
24 luglio ritrovo mia figlia nello stato di famiglia ma il mio nome è sbagliato

vi terrò aggiornati

Aggiornamento al 4 settembre

sono più di 4 mesi che aspetto i bollini per la patente
oggi ho chiamato al n. verde della motorizzazione, non quella di reggio il n. sul portale è inesistente,
La mia pratica e quella di mia moglie sono bloccate perchè a pellaro
hanno trascritto invertendo i numeri delle patenti.


Quindi ricapitolando:
20 aprile cambio residenza
25 maggio notifica dei vigili e bambina sparita dal mio stato di famiglia
24 luglio ritrovo mia figlia nello stato di famiglia ma il mio nome è sbagliato
4 settembre pratica patente bloccata causa trascrizione errata dei dati
reggino
Non c'è nenti!
Non c'è nenti!
Messaggi: 4512
Iscritto il: 12/05/2011, 19:30
Località: l'isola che non c'è

oggi questa qua(la frignero) se ne è uscita con la trovata di ridurre gli stipendi agli over 50,ma dove ha studiato questa qui??ha fatto una riforma delle pensioni massacrante che ha inciso negativamente sulle spalle degli anziani,e non solo su di loro,ma anche sui giovani,io la pensione grazie a questa porcata non la vedrò mai,la riforma del lavoro è stata pessima,anzichè pensare a creare posti di lavoro,si è pensato a licenziare facilmente(a proposito ma come mai nessuno investe,ora che è stato manomesso l'art 18??forse i problemi erano e sono altri:corruzione,criminalità organizzata,burocrazia,tasse,difficicoltà ad accedere al credito,per citare alcuni),ora si vogliono ridurre salari,e magari anche elimanare le ferie come vuole quell'altro idiota??ma si stanno rendendo conto di quello dicono e soprattutto di quello fanno??questo è un governo di serial killer.
https://www.youtube.com/watch?v=-JQINuybHL4" onclick="window.open(this.href);return false;
reggina D-I
Forumino Malatissimo
Forumino Malatissimo
Messaggi: 1566
Iscritto il: 11/05/2011, 14:58

reggino ha scritto:oggi questa qua(la frignero) se ne è uscita con la trovata di ridurre gli stipendi agli over 50,ma dove ha studiato questa qui??ha fatto una riforma delle pensioni massacrante che ha inciso negativamente sulle spalle degli anziani,e non solo su di loro,ma anche sui giovani,io la pensione grazie a questa porcata non la vedrò mai,la riforma del lavoro è stata pessima,anzichè pensare a creare posti di lavoro,si è pensato a licenziare facilmente(a proposito ma come mai nessuno investe,ora che è stato manomesso l'art 18??forse i problemi erano e sono altri:corruzione,criminalità organizzata,burocrazia,tasse,difficicoltà ad accedere al credito,per citare alcuni),ora si vogliono ridurre salari,e magari anche elimanare le ferie come vuole quell'altro idiota??ma si stanno rendendo conto di quello dicono e soprattutto di quello fanno??questo è un governo di serial killer.
Ho provato a vedere ma non sono riuscito a trovare nulla anche se ho pochi dubbi che possa aver avuto una pensata da laureata alla Bocconi (magari con qualche spizzico)
sicuro sia vera?
Uno solo ho visto in vita mia che MAI, non quasi mai ma proprio MAI, capisce ciò che legge! Il vero guaio per lui, spettacolo per gli altri, è che poi scrive e a tutti si mostra nella tragica evidenza!!! :PPP
reggino
Non c'è nenti!
Non c'è nenti!
Messaggi: 4512
Iscritto il: 12/05/2011, 19:30
Località: l'isola che non c'è

reggina D-I ha scritto:[quote


Ho provato a vedere ma non sono riuscito a trovare nulla anche se ho pochi dubbi che possa aver avuto una pensata da laureata alla Bocconi (magari con qualche spizzico)
sicuro sia vera?


Fornero: “Dai 50 anni in poi lo stipendio deve scendere”. La curva retributiva
TAG: elsa fornero, germania, lavoro, riforma delle pensioni, stipendi


Elsa Fornero e il modello tedesco: stipendi più alti tra 35 e 40 anni, poi dai 50 devono scendere
ROMA – Dai 50 anni in poi il salario di un lavoratore dovrebbe scendere. Non è la sola a pensarlo, però se a dirlo è il ministro del Lavoro, se è la stessa Elsa Fornero che in pensione ti ci manda sempre più tardi, l’interessante discussione accademica diventa un altro segnale di allarme. Ma come, si è indotti a pensare, da una certa età in poi con più preoccupazione, invece di alzarci gli stipendi vogliono alleggerirci ancora la busta paga? Per ora il progetto cui pensa Fornero, è relegato appunto alle analisi teoriche, ma ogni tanto ne riparla anche in pubblico. A Rimini, al meeting di CL, a Roma in un’intervista, l’obiettivo ribadito da Fornero è modificare la curva retributiva: Franco Bechis di Libero ha sottolineato la circostanza per criticarne l’approccio velleitario al più volte decantato “modello tedesco”, un provvedimento che avrebbe solo un effetto boomerang.

Sostiene Fornero: “Ci sono rigidità per cui la retribuzione cresce sempre ma non la produttività. Una crescita per la quale i lavoratori anziani finiscono con il costare troppo a fronte di una produttività discendente e dunque con l’essere spinti fuori”. Il governo si pone quindi l’obiettivo di “correggere questo meccanismo e prevedere la possibilità di impiegare i lavoratori anziani senza espellerli dal ciclo produttivo”.

In Germania e soprattutto in Gran Bretagna la curva retributiva in una carriera lavorativa ha la forma di una U rovesciata: si inizia con basse retribuzioni, si raggiunge un picco tra i 35 e i 40 anni quando si è massimamente produttivi, si prosegue con una decurtazione in corrispondenza dell’avanzare degli anni e del calare della produttività. In Italia non abbiamo curve: una linea retta inclinata verso l’alto: si inizia con redditi bassi, i quali crescono in maniera progressiva all’avanzare dell’età. Un criterio meramente anagrafico, sganciato dall’effettivo peso del lavoratore, sempre in termini di produttività, all’interno dell’azienda.

Per Fornero va cambiato sistema, per due motivi, strettamente intrecciati e proprio perché connessi con la necessità che un lavoratore resti attivo fino a 66 anni e domani a 70 anni. Primo, incentiva licenziamenti, anche perché i prepensionamenti dei più anziani lo Stato non vuole più accollarseli. La spesa sostenuta per retribuire lavoratori over/qualcosa viene considerata dal datore di lavoro troppo onerosa costringendolo a fare una scelta: disfarsi del più vecchio, costoso e meno produttivo a vantaggio del più giovane, che deve pagare meno e rende di più. Secondo, con la riforma delle pensioni le cose sono destinate a cambiare. Se vogliamo che si resti di più al lavoro, il lavoratore deve rassegnarsi a guadagnare di meno per mantenere il posto: deve per questo, essere avviato alla formazione del personale o altri ambiti meno coinvolgenti, magari, perché no, part time. Deve accettare una certa flessibilità, di salario e tempo di lavoro, per evitare la precarizzazione totale.

Va detto, però, che i motivi della maggiore produttività tedesca non sono imputabili esclusivamente alla curva retributiva di versa dal modello lineare italiano. Giocano altri fattori, come una diversa logica contrattuale, investimenti in tecnologia e qualità che garantiscono la competitività. Senza contare un dettaglio non da poco: in Italia le retribuzioni mensili nette sono in media inferiori del 20 per cento a quelle tedesche, del 20 a quelle britanniche e del 25 a quelle francesi. Guardando la curva, un lavoratore tedesco a fine carriera guadagna circa come un italiano all’apice.

4 settembre 2012 10:03 | Economia
Letto 3283 volte
https://www.youtube.com/watch?v=-JQINuybHL4" onclick="window.open(this.href);return false;
reggina D-I
Forumino Malatissimo
Forumino Malatissimo
Messaggi: 1566
Iscritto il: 11/05/2011, 14:58

ma alla Fornero non fanno mai un test alcolemico prima che parli?

Con la stagione della vendemmia, e in Piemonte poi dove il vino è una delle produzioni maggiori, magari bastano solo gli effluvi per permettere alla signora che tutti notammo con tenerezza piangere per l'incapacità di pronunciare la parola sacrificio (un po' come i bambini con farlaffa al posto di farfalla o efelante al posto di elefante), di sparare immani cazzate da quella sua boccuccia a forma di Boccone...
Uno solo ho visto in vita mia che MAI, non quasi mai ma proprio MAI, capisce ciò che legge! Il vero guaio per lui, spettacolo per gli altri, è che poi scrive e a tutti si mostra nella tragica evidenza!!! :PPP
Avatar utente
Lixia
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 1734
Iscritto il: 11/05/2011, 13:25
Località: Boh!!! Attualmente zingarìo in Trentino!!!

reggino ha scritto:
reggina D-I ha scritto:[quote


Ho provato a vedere ma non sono riuscito a trovare nulla anche se ho pochi dubbi che possa aver avuto una pensata da laureata alla Bocconi (magari con qualche spizzico)
sicuro sia vera?


Fornero: “Dai 50 anni in poi lo stipendio deve scendere”. La curva retributiva
TAG: elsa fornero, germania, lavoro, riforma delle pensioni, stipendi


Elsa Fornero e il modello tedesco: stipendi più alti tra 35 e 40 anni, poi dai 50 devono scendere
ROMA – Dai 50 anni in poi il salario di un lavoratore dovrebbe scendere. Non è la sola a pensarlo, però se a dirlo è il ministro del Lavoro, se è la stessa Elsa Fornero che in pensione ti ci manda sempre più tardi, l’interessante discussione accademica diventa un altro segnale di allarme. Ma come, si è indotti a pensare, da una certa età in poi con più preoccupazione, invece di alzarci gli stipendi vogliono alleggerirci ancora la busta paga? Per ora il progetto cui pensa Fornero, è relegato appunto alle analisi teoriche, ma ogni tanto ne riparla anche in pubblico. A Rimini, al meeting di CL, a Roma in un’intervista, l’obiettivo ribadito da Fornero è modificare la curva retributiva: Franco Bechis di Libero ha sottolineato la circostanza per criticarne l’approccio velleitario al più volte decantato “modello tedesco”, un provvedimento che avrebbe solo un effetto boomerang.

Sostiene Fornero: “Ci sono rigidità per cui la retribuzione cresce sempre ma non la produttività. Una crescita per la quale i lavoratori anziani finiscono con il costare troppo a fronte di una produttività discendente e dunque con l’essere spinti fuori”. Il governo si pone quindi l’obiettivo di “correggere questo meccanismo e prevedere la possibilità di impiegare i lavoratori anziani senza espellerli dal ciclo produttivo”.

In Germania e soprattutto in Gran Bretagna la curva retributiva in una carriera lavorativa ha la forma di una U rovesciata: si inizia con basse retribuzioni, si raggiunge un picco tra i 35 e i 40 anni quando si è massimamente produttivi, si prosegue con una decurtazione in corrispondenza dell’avanzare degli anni e del calare della produttività. In Italia non abbiamo curve: una linea retta inclinata verso l’alto: si inizia con redditi bassi, i quali crescono in maniera progressiva all’avanzare dell’età. Un criterio meramente anagrafico, sganciato dall’effettivo peso del lavoratore, sempre in termini di produttività, all’interno dell’azienda.

Per Fornero va cambiato sistema, per due motivi, strettamente intrecciati e proprio perché connessi con la necessità che un lavoratore resti attivo fino a 66 anni e domani a 70 anni. Primo, incentiva licenziamenti, anche perché i prepensionamenti dei più anziani lo Stato non vuole più accollarseli. La spesa sostenuta per retribuire lavoratori over/qualcosa viene considerata dal datore di lavoro troppo onerosa costringendolo a fare una scelta: disfarsi del più vecchio, costoso e meno produttivo a vantaggio del più giovane, che deve pagare meno e rende di più. Secondo, con la riforma delle pensioni le cose sono destinate a cambiare. Se vogliamo che si resti di più al lavoro, il lavoratore deve rassegnarsi a guadagnare di meno per mantenere il posto: deve per questo, essere avviato alla formazione del personale o altri ambiti meno coinvolgenti, magari, perché no, part time. Deve accettare una certa flessibilità, di salario e tempo di lavoro, per evitare la precarizzazione totale.

Va detto, però, che i motivi della maggiore produttività tedesca non sono imputabili esclusivamente alla curva retributiva di versa dal modello lineare italiano. Giocano altri fattori, come una diversa logica contrattuale, investimenti in tecnologia e qualità che garantiscono la competitività. Senza contare un dettaglio non da poco: in Italia le retribuzioni mensili nette sono in media inferiori del 20 per cento a quelle tedesche, del 20 a quelle britanniche e del 25 a quelle francesi. Guardando la curva, un lavoratore tedesco a fine carriera guadagna circa come un italiano all’apice.

4 settembre 2012 10:03 | Economia
Letto 3283 volte
son sicura che co sta botta a mio padre gli parte n'embolo :lol:
"Gli amici miei, ed in cui posso fidare, non vivon qui: si trovan lontano, al mio paese, come ogni altra cosa, signori, che mi può recar conforto".

Putrusinu ogni mineshra!

Immagine
Rispondi