ASP RC

Notizie dal mondo e dalla città: curiosità, fatti, cronaca...

Moderatori: Bud, NinoMed, Lilleuro

Rispondi
Avatar utente
citrosodina
Forumino Malato
Forumino Malato
Messaggi: 828
Iscritto il: 11/05/2011, 14:38

Di seguito nota dell'ANPI - Comitato Provinciale di Reggio Calabria: Grazie alle segnalazioni di cittadini che hanno deciso di aderire all'appello lanciato dal Comitato Provinciale dell'A.N.P.I. di Reggio Calabria con la campagna "Le istituzioni non funzionano? Tu segnala, l'A.N.P.I. interviene", il primo caso che sottopongo all'attenzione pubblica rappresenta una perfetta esemplificazione di quel che spesso, purtroppo, avviene quando all'esercizio del potere, derivante da posizioni di "comando" all'interno di pubbliche istituzioni, si somma un uso "disinvolto" di risorse, che potrebbe configurarsi come uno dei tanti casi di sperpero, che è mia intenzione inoltrare all'indirizzo del Governo nell'ambito dell'iniziativa "spending review".
Il Direttore dell'ASP (Azienda Sanitaria Provinciale) di Reggio Calabria è la dottoressa Rosanna Squillacioti, scelta e nominata dall'attuale Presidente della Giunta Regionale calabrese, Giuseppe Scopelliti, ex-sindaco del Comune di Reggio Calabria. Non è questa la sede per riflettere sulla mala-sanità, sulla mala-politica, sui buchi e sul dissesto dei conti della Sanità calabrese, che rappresenta la voce più pesante dell'enorme deficit dei conti pubblici, che finisce per ricadere sulle spalle dei cittadini e soprattutto dei giovani. Non è neppure il caso di riflettere sull'incredibile ed intollerabile potere consegnato al vertice dei partiti e delle istituzioni di "nominare" commissari e dirigenti, che finiscono per rispondere non alla collettività ma alle oligarchie e/o agli oligarchi che li hanno nominati. Si tratta solo di avviare una pubblica riflessione (e valutazione) sul caso che ci è stato segnalato.
Per esercitare la sua importante e delicata funzione (garantire un buon livello di assistenza sanitaria e contribuire al superamento del dissesto ed al pareggio di bilancio), la direttrice Squillacioti, la cui competenza ed affidabilità dovrebbero essere desunte dal curriculum che a suo tempo avrà certamente presentato, riceve una retribuzione annua che si aggira intorno ai 200 mila euro, pari alla somma della retribuzione di 3/4 dirigenti medici. La direttrice, pur ben retribuita (ma, purtroppo, l'Italia in cui oggi viviamo è il paese delle iperboliche differenze tra i normali cittadini che non sanno come arrivare alla fine del mese e i pochi privilegiati che quasi non sanno cosa sia la crisi economica), deve però affrontare le fatiche di un viaggio quotidiano da Catanzaro Lido, dove risiede, a Reggio Calabria, dove ha sede l'ASP che dirige. Fatica e disagi che sono comuni a quelli che vivono migliaia e migliaia di lavoratori pendolari. Solo che la dott.ssa Squillacioti dirige e quindi c'è una bella differenza con i normali lavoratori pendolari. La Direttrice, infatti, ogni mattina viene prelevata da un autista (e da un'automobile) presso la sua privata residenza a circa 170 chilometri dalla sede di lavoro; ed ogni sera viene riaccompagnata a casa, dopo aver prestato la sua "preziosa opera" presso l'ASP di Reggio Calabria, da un autista e da un’automobile. E' appena il caso di precisare che autista ed automobile partono da Reggio Calabria e quindi i chilometri complessivi "quotidianamente" percorsi pro-Squillacioti sono circa 700.
Al di là delle questioni di legittimità che la vicenda non può non suscitare, quel che mi pare indispensabile sottolineare, all'opinione pubblica ed alle Istituzioni competenti, è il profilo etico-politico del dispendio di risorse pubbliche per garantire un "privilegio" a chi, incaricato di risanare i conti in profondo rosso, taglia servizi essenziali per i cittadini calabresi, costretti a "pagare di più per avere di meno".

Il Presidente dell' A.N.P.I. di Reggio Calabria.
Sandro Vitale

la "signora" ha un maggiordomo che la serve ogni giorno.. gli affitti in città sono troppo onerosi del resto.
Un buon esempio di contenimento dei costi e di lungimiranza.
Avatar utente
goldenboy
Forumino Malatissimo
Forumino Malatissimo
Messaggi: 2789
Iscritto il: 11/05/2011, 12:43
Località: na vota 'nto bizzolu

citrosodina ha scritto:Di seguito nota dell'ANPI - Comitato Provinciale di Reggio Calabria: Grazie alle segnalazioni di cittadini che hanno deciso di aderire all'appello lanciato dal Comitato Provinciale dell'A.N.P.I. di Reggio Calabria con la campagna "Le istituzioni non funzionano? Tu segnala, l'A.N.P.I. interviene", il primo caso che sottopongo all'attenzione pubblica rappresenta una perfetta esemplificazione di quel che spesso, purtroppo, avviene quando all'esercizio del potere, derivante da posizioni di "comando" all'interno di pubbliche istituzioni, si somma un uso "disinvolto" di risorse, che potrebbe configurarsi come uno dei tanti casi di sperpero, che è mia intenzione inoltrare all'indirizzo del Governo nell'ambito dell'iniziativa "spending review".
Il Direttore dell'ASP (Azienda Sanitaria Provinciale) di Reggio Calabria è la dottoressa Rosanna Squillacioti, scelta e nominata dall'attuale Presidente della Giunta Regionale calabrese, Giuseppe Scopelliti, ex-sindaco del Comune di Reggio Calabria. Non è questa la sede per riflettere sulla mala-sanità, sulla mala-politica, sui buchi e sul dissesto dei conti della Sanità calabrese, che rappresenta la voce più pesante dell'enorme deficit dei conti pubblici, che finisce per ricadere sulle spalle dei cittadini e soprattutto dei giovani. Non è neppure il caso di riflettere sull'incredibile ed intollerabile potere consegnato al vertice dei partiti e delle istituzioni di "nominare" commissari e dirigenti, che finiscono per rispondere non alla collettività ma alle oligarchie e/o agli oligarchi che li hanno nominati. Si tratta solo di avviare una pubblica riflessione (e valutazione) sul caso che ci è stato segnalato.
Per esercitare la sua importante e delicata funzione (garantire un buon livello di assistenza sanitaria e contribuire al superamento del dissesto ed al pareggio di bilancio), la direttrice Squillacioti, la cui competenza ed affidabilità dovrebbero essere desunte dal curriculum che a suo tempo avrà certamente presentato, riceve una retribuzione annua che si aggira intorno ai 200 mila euro, pari alla somma della retribuzione di 3/4 dirigenti medici. La direttrice, pur ben retribuita (ma, purtroppo, l'Italia in cui oggi viviamo è il paese delle iperboliche differenze tra i normali cittadini che non sanno come arrivare alla fine del mese e i pochi privilegiati che quasi non sanno cosa sia la crisi economica), deve però affrontare le fatiche di un viaggio quotidiano da Catanzaro Lido, dove risiede, a Reggio Calabria, dove ha sede l'ASP che dirige. Fatica e disagi che sono comuni a quelli che vivono migliaia e migliaia di lavoratori pendolari. Solo che la dott.ssa Squillacioti dirige e quindi c'è una bella differenza con i normali lavoratori pendolari. La Direttrice, infatti, ogni mattina viene prelevata da un autista (e da un'automobile) presso la sua privata residenza a circa 170 chilometri dalla sede di lavoro; ed ogni sera viene riaccompagnata a casa, dopo aver prestato la sua "preziosa opera" presso l'ASP di Reggio Calabria, da un autista e da un’automobile. E' appena il caso di precisare che autista ed automobile partono da Reggio Calabria e quindi i chilometri complessivi "quotidianamente" percorsi pro-Squillacioti sono circa 700.
Al di là delle questioni di legittimità che la vicenda non può non suscitare, quel che mi pare indispensabile sottolineare, all'opinione pubblica ed alle Istituzioni competenti, è il profilo etico-politico del dispendio di risorse pubbliche per garantire un "privilegio" a chi, incaricato di risanare i conti in profondo rosso, taglia servizi essenziali per i cittadini calabresi, costretti a "pagare di più per avere di meno".

Il Presidente dell' A.N.P.I. di Reggio Calabria.
Sandro Vitale

la "signora" ha un maggiordomo che la serve ogni giorno.. gli affitti in città sono troppo onerosi del resto.
Un buon esempio di contenimento dei costi e di lungimiranza.

spero che le autorità competenti accertino i fatti (è semplice..)e prendano i provvedimenti del caso...certa gente a casa a calci nel sedere!!!
Avatar utente
spiny79
Forumino Malato
Forumino Malato
Messaggi: 906
Iscritto il: 11/05/2011, 13:56

un appartamentino in affitto qui a RC era troppo complicato, vero?

la politica del fare...

ecco, appunto, andate a fare in c...

:evil:
strike
Apprendista Forumino
Apprendista Forumino
Messaggi: 74
Iscritto il: 10/07/2011, 23:05

Perchè criticate sempre, immaginate se fosse stata residente a Milano o a Torino.......
doddi
Non c'è nenti!
Non c'è nenti!
Messaggi: 4823
Iscritto il: 11/05/2011, 12:55
Località: 38°6′41″N 15°39′43″E

Questa tizia non ho idea chi sia...ma la sua replica e' interessante.
Ne consiglio la lettura
Se coloro che vincono le gare hanno certificati antimafia ma sono in strette relazioni con altre imprese sottoposte all'attenzione della mafia,tutte munite di certificazioni delle prefetture,allora è un problema diverso che non compete a me valutare. I.F.
Avatar utente
spiny79
Forumino Malato
Forumino Malato
Messaggi: 906
Iscritto il: 11/05/2011, 13:56

strike ha scritto:Perchè criticate sempre, immaginate se fosse stata residente a Milano o a Torino.......
ma forse se noleggiavamo un F-16 ci costava meno...

:lol:
Avatar utente
goldenboy
Forumino Malatissimo
Forumino Malatissimo
Messaggi: 2789
Iscritto il: 11/05/2011, 12:43
Località: na vota 'nto bizzolu

doddi ha scritto:Questa tizia non ho idea chi sia...ma la sua replica e' interessante.
Ne consiglio la lettura

fatto..mi sembra una normale difesa d'ufficio,un atto dovuto :salut
doddi
Non c'è nenti!
Non c'è nenti!
Messaggi: 4823
Iscritto il: 11/05/2011, 12:55
Località: 38°6′41″N 15°39′43″E

goldenboy ha scritto:
doddi ha scritto:Questa tizia non ho idea chi sia...ma la sua replica e' interessante.
Ne consiglio la lettura

fatto..mi sembra una normale difesa d'ufficio,un atto dovuto :salut
C'è qualche dato sparato a casaccio ... esempio compenso, ma almeno risponde al contrario del Pres. a Km 0 , tu ricordi ? :scrolleye:
Se coloro che vincono le gare hanno certificati antimafia ma sono in strette relazioni con altre imprese sottoposte all'attenzione della mafia,tutte munite di certificazioni delle prefetture,allora è un problema diverso che non compete a me valutare. I.F.
Avatar utente
goldenboy
Forumino Malatissimo
Forumino Malatissimo
Messaggi: 2789
Iscritto il: 11/05/2011, 12:43
Località: na vota 'nto bizzolu

doddi ha scritto:
goldenboy ha scritto:
doddi ha scritto:Questa tizia non ho idea chi sia...ma la sua replica e' interessante.
Ne consiglio la lettura

fatto..mi sembra una normale difesa d'ufficio,un atto dovuto :salut
C'è qualche dato sparato a casaccio ... esempio compenso, ma almeno risponde al contrario del Pres. a Km 0 , tu ricordi ? :scrolleye:

certo che ricordo...ma ripeto,mi sembra una difesa d'ufficio :salut
Avatar utente
Lixia
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 1734
Iscritto il: 11/05/2011, 13:25
Località: Boh!!! Attualmente zingarìo in Trentino!!!

dov'è la replica?


ma dargli un mini affitto agevolato a RC non era meno dispendioso ? Tanto piglia un botto stando a quelle cifre non andava di certo in fallimento, io lavoro a circa 30 km da casa mia e pendolo, alcuni miei colleghi lavorano a 80 km da casa loro e pendolano, qualcuno anche a 110 km, quando chiesero un appartamento anche da condividere specie per quando si fanno i notturni l'amministrazione rispose picche , addirittura ci facciamo l'abbonamento da pendolare per parcheggiare l'auto fuori da lavoro, perchè il parco auto è solo per le auto di servizio . Son sfigata io no?
"Gli amici miei, ed in cui posso fidare, non vivon qui: si trovan lontano, al mio paese, come ogni altra cosa, signori, che mi può recar conforto".

Putrusinu ogni mineshra!

Immagine
Avatar utente
spiny79
Forumino Malato
Forumino Malato
Messaggi: 906
Iscritto il: 11/05/2011, 13:56

e questa è una semplice dirigente regionale...

immaginate cosa fanno i politici ed i grossi dirigenti e manager della P.A.
Rispondi