IL PRINCIPE E I BRONZI...

Notizie dal mondo e dalla città: curiosità, fatti, cronaca...

Moderatori: NinoMed, Bud, Lilleuro

Rispondi
Avatar utente
OronzoPugliese
Forumino Malatissimo
Forumino Malatissimo
Messaggi: 2432
Iscritto il: 11/05/2011, 12:57

IERI

http://www.patrimoniosos.it/rsol.php?op ... e&id=39476" onclick="window.open(this.href);return false;

Reggio Calabria - Seppelliti sfida il ministro Rutelli. Sit-in davanti al Museo, il sindaco: «Che venga lui a prendere le opere a Reggio»Luca Assumma
Calabria Ora, 16 marzo 2008

"Difendiamo Reggio, continua la spoliazione del museo". Con questo slogan, il sindaco Scopelliti, esponenti provinciali, comunali e circoscrizionali di centrodestra, rappresentanti del mondo economico, accademico, culturale ed associazionistico e qualche centinaio di cittadini si sono raccolti, ieri pomeriggio, davanti Palazzo Piacentini per un sit-in. L'assessore ai Beni Culturali Antonella Freno ha spiegato i motivi dell'iniziativa: «Dire no ad una politica di stampo colonialista e ribadire la ferma determinazione della città a difendere con passione i tesori del suo museo e la sua identità». Il sindaco Giuseppe Scopelliti ha puntato il dito contro Francesco Rutelli, Ministro per i Beni e le Attività culturali, affermando «abbiamo chiesto con garbo al ministro un confronto su trasferimenti di opere di cui avevamo sentore, un confronto con una città e le sue istituzioni che meritano rispetto e rifiutano la logica della sudditanza, ma non abbiamo ricevuto alcun comunicato. Con arroganza e prepotenza Rutelli presume di poter portare via opere di non poco conto». Poi ha proseguito il primo cittadino «non abbiamo alcuna volontà di fare polemiche strumentali, ma soltanto di ribadire che noi siamo i difensori della città e che non svendiamo un patrimonio che appartiene ai reggini, noi siamo stati i primi a scendere in piazza quando era stato detto "doniamo i Bronzi e portiamoli ad Atene": ieri contro la nostra coalizione, oggi contro il governo di centrosinistra, sempre con la grande bandiera amaranto». Scopelliti non si è detto contrario alla «mobilità dei beni culturali» a patto che «a Reggio rimangano opere di valore, non si può spogliare museo in pieno periodo estivo». Il sindaco ha posto un interrogativo «dopo la chiusura della mostra di Mantova dove andranno?». Quesito al quale il sindaco ha retoricamente risposto: «non lo sappiamo». Scopelliti ha caricato i partecipanti alla protesta: «andremo avanti, saremo ancora qui come Consiglio comunale, in attesa di capire cosa succederà, perché è importante continuare in questa battaglia. Viviamo da uomini liberi perché rivendichiamo la sacrosanta dignità di una città che non si piega». Dopo aver ringraziato «coloro che hanno sentito l'esigenza di questa battaglia», il primo cittadino ha concluso con un invito-sfida a Rutelli: «al ministro dico: "non ci mortifichi perché ignoriamo la tua arroganza, vieni personalmente a prenderli invece di mandare la sicurezza e confrontati con la città"». Davanti al banchetto per la raccolta firme a difesa delle tre opere destinate alla mostra mantovana di Palazzo Te, sono intervenuti anche il presidente della Camera di Commercio Lucio Dattola («ci sono momenti in cui bisogna stringerci intorno agli: noi difendiamo la “regginità” con un impegno assoluto e totale», il direttore della Confcommercio reggina Attilio Funaro («si può leggere solo disprezzo in questo atteggiamento nei confronti della città: commercianti ed operatori del terziario ribadiscono il diritto a far parte di scelte e non a subirle») e il presidente di Federalberghi Calabria Vittorio Caminiti («in Calabria si puo' fare turismo, a Reggio c'è un progetto di questa amministrazione comunale che non è gradito ad altri che non vogliono farci lavorare per attrarre turismo»). Il sit-in è stato concluso dal senatore di Pdl Giuseppe Valentino: «il ministro avrebbe dovuto chiedersi perché la città scende in piazza e avrebbe dovuto creare un clima di concertazione invece di avere un atteggiamento di arroganza non ammissibile: mi auguro vivamente che Rutelli voglia prendere contatto con i reggini».


OGGI

http://www.ildispaccio.it/reggio-calabr ... sferimento" onclick="window.open(this.href);return false;

Reggio, Scopelliti annuncia per dicembre la riapertura del museo. "Ma se arriveranno proposte interessanti per i Bronzi, ne valuteremo il trasferimento"

Sembra essere quasi concluso il percorso travagliato che ha visto il Museo Nazionale della Magna Grecia in ristrutturazione – più volte sospesa per mancanza di fondi – per oltre tre anni. Il preventivo iniziale per la ristrutturazione si aggirava intorno ai 17 milioni di euro, ma poi i costi sono lievitati e la cifra è quasi raddoppiata, arrivando a 32 milioni. Da qua le prime interruzioni dei lavori, non c'erano soldi e non si sapeva come andare avanti. Fino a due mesi fa mancavano ancora 11 milioni di euro, che sembrano essere stati trovati. Infatti cinque sono arrivati grazie ad un finanziamento della Regione Calabria, e gli ultimi sei sono stati recentemente stanziati dal Cipe.
La casa dei Bronzi di Riace dovrebbe dunque riaprire al pubblico entro la fine dell'anno. "Riapriremo a novembre, al più tardi a dicembre – ha dichiarato il presidente della Regione Calabria, Giuseppe Scopelliti – per l'occasione – ha aggiunto – stiamo ipotizzando un grande evento con i ministri Ornaghi e Barca". Scopelliti giustifica la lunga durata dei lavori a causa degli elevati costi economici, ma assicura "Sarà un museo bellissimo, avveniristico, che darà un segno di grande novità nel Mezzogiorno. Un'opportunità per la città e la regione". In merito ai Bronzi di Riace, che giacciono ormai da tre anni in una teca di Palazzo Campanella, sede del Consiglio regionale della Calabria, in attesa che venga riaperto il museo, Scopelliti ha detto: "Sono per noi come il petrolio ma se arriveranno proposte interessanti per un loro trasferimento le valuteremo attentamente".



...DOMANI?
Immagine
"Mister te sarà ti, muso de mona. Mi son el signor Nereo Rocco"
Avatar utente
goldenboy
Forumino Malatissimo
Forumino Malatissimo
Messaggi: 2789
Iscritto il: 11/05/2011, 12:43
Località: na vota 'nto bizzolu

si ripropone il modello Reggio...invece di portare spagnoli,inglesi e francesi a Reggio si portarono i reggini in queste nazioni a prezzi stracciati...e adesso si riprone la cosa con i bronzi,visto il successo della prima operazione!!chiamasi sviluppo turistico inverso
Avatar utente
CALABRESE
Forumino Malato
Forumino Malato
Messaggi: 1144
Iscritto il: 13/05/2011, 14:12

Sono senza parole,anzi,le parole ci sono ma è meglio stare zitti.Cosi' si promuove il turismo in Calabria,ccmplimenti. :salut
"Preferisco che ci si abbracci quando si fa gol, evitando certe cose."
Avatar utente
pellarorc
Forumino Malatissimo
Forumino Malatissimo
Messaggi: 2223
Iscritto il: 11/05/2011, 14:22

Come dire: che palle, al gente poi vieni qui e crea traffico...ma che palle sti turisti! Portiamo le ns opere in giro per il mondo!

cose da pazzi!
Avatar utente
spiny79
Forumino Malato
Forumino Malato
Messaggi: 906
Iscritto il: 11/05/2011, 13:56

ma per "proposte interessanti" cosa si intende?

cioè, se si parla di scambi con altre opere d'arte di pari livello ed importanza se ne può discutere, metti che ci mandano per un paio di mesi la nike di samotracia, tanto per fare un esempio...
doddi
Non c'è nenti!
Non c'è nenti!
Messaggi: 4823
Iscritto il: 11/05/2011, 12:55
Località: 38°6′41″N 15°39′43″E

Mi pare strana quest'uscita a piacere...nonchè troppo vaga.
Se coloro che vincono le gare hanno certificati antimafia ma sono in strette relazioni con altre imprese sottoposte all'attenzione della mafia,tutte munite di certificazioni delle prefetture,allora è un problema diverso che non compete a me valutare. I.F.
Avatar utente
Regmi
Non c'è nenti!
Non c'è nenti!
Messaggi: 4234
Iscritto il: 11/05/2011, 16:55

Sicuramente
anche qui
....saranno cambiati i tempi.

D'altronde, altra spiegazione al momento è difficile trovarla.
La speranza appartiene ai figli.
Noi adulti abbiamo già sperato e quasi sempre perso.
Rispondi