Reggio: ''Azzerare l'Imu e uscire da Equitalia''.

Notizie dal mondo e dalla città: curiosità, fatti, cronaca...

Moderatori: Bud, NinoMed, Lilleuro

doddi
Non c'è nenti!
Non c'è nenti!
Messaggi: 4823
Iscritto il: 11/05/2011, 12:55
Località: 38°6′41″N 15°39′43″E

http://www.strill.it/index.php?option=c ... &Itemid=86" onclick="window.open(this.href);return false;


Reggio: ''Azzerare l'Imu e uscire da Equitalia''. Le proposte anticrisi della Camera di Commercio
Martedì 08 Maggio 2012 13:53


di Stefano Perri - ''I Comuni riducano l'IMU ed si svincolino da Equitalia". Sono queste le proposte anticrisi illustrate stamane dal Presidente della Camera di Commercio di Reggio Calabria Lucio Dattola. Proposte, rivolte in primo luogo ai Comuni che potrebbero rappresentare un sostegno non solo al tessuto imprenditoriale reggino ma anche per le famiglie che in questo modo godrebbero di un respiro finalizzato ad alleviare gli effetti della recessione economica. Il Presidente Dattola lancia un messaggio chiaro. "Le proposte sono state discusse all'interno di Unioncamere ed hanno trovato già l'approvazione da parte delle Associazioni di categoria" dichiara Dattola.


La prima proposta riguarda l'Imu, la nuova Imposta Municipale Unica, introdotta con la riforma del federalismo fiscale, che sostituisce la vecchia Ici.

"Insieme alle Associazioni di categoria - dichiara il Presidente Dattola - abbiamo sottoscritto un appello chiedendo ai Sindaci di tenere le aliquote al minimo per non incidere ulteriormente sulle povere casse delle aziende e delle famiglie reggine. Un appello quasi angosciato che sentitamente facciamo perché ci arriva la richiesta da parte delle 60mila aziende della provincia. Non si tratta di una richiesta assurda considerando che già alcuni comuni della provincia reggina hanno deciso di mantenere l'aliquota al minimo o addirittura a zero".

La seconda proposta si rifà invece al dibattito già sollevato in ambito nazionale dai Sindaci di importanti capoluoghi come Roma e Torino. "I Comuni devono svincolarsi da Equitalia - propone Dattola citando un fondo di Sergio Rizzo sul Corriere della Sera che illustra le condizioni contrattuali della società incaricata della riscossione dei tributi - non è possibile che si applichino sanzioni e interessi così onerosi".

Due iniziative concrete che secondo quanto proposto dalla Camera di Commercio andrebbero a risollevare un tessuto economico provinciale duramente provato dagli ultimi anni di crisi oltre che dalle storiche carenze strutturali.

D'altronde il rapporto sulle economia reggina durante l'anno 2011 parla chiaro. Le dinamiche riscontrate ed individuabili nella relazione annuale della Camera di Commercio evidenziano "alcune caratteristiche strutturali che rendono il ciclo economico della provincia assolutamente peculiare".

Sono molteplici i fattori che frenano la crescita economica del territorio. A cominciare dalla "presenza di comportamenti illegali che altera la struttura del circuito economico, generando, nel migliore dei casi, posizioni dominanti e mercati imperfetti".

La produzione della ricchezza, inoltre, "risulta particolarmente sbilanciata a favore dei servizi". La percentuale reggina è dell'82%, di gran lunga superiore alla media italiana del 73,2%.

E se questo non bastasse, la relazione della Camera di Commercio rileva nel periodo 2007-2011 un decremento del tasso di attività (da 49,8% al 46,5%), già ampiamente al di sotto della media nazionale (62,2% nel 2011), nonché del tasso di occupazione (da 42,9% a 40,3%, oltre 16 punti percentuali in meno della media italiana). A questo corrisponde una diminuzione del tasso di ricchezza disponibile per abitante che rispetto al 2007 scende dell' 1,2% collocando la provincia reggina al 98esimo posto nella classifica dei territori italiani. D'altro canto le famiglie reggine "spendono, in proporzione, molto più di quanto producono, vivendo al di sopra dei propri mezzi ed alimentando in tal modo la domanda interna". Altro dato degno di nota è quello sull'imprenditoria giovanile. La provincia di Reggio risulta quarta in tutta Italia per incidenza delle imprese giovanili. Il dato che potrebbe superficialmente apparire come un segno positivo nasconde in realtà il disperato tentativo da parte dei giovani reggini di mascherare il proprio stato di disoccupazione provando ad aprire piccole e piccolissime imprese che di solito non superano i primissimi anni di attività. La fotografia della Camera di Commercio evidenzia inoltre un dato che appare come una beffa. La provincia reggina risulta quanto a dotazione infrastrutturale una situazione superiore sia al resto della Calabria che alla media nazionale. Ciò è dovuto in gran parte al fatto che il dato reggino risulta "drogato" dall'abbondante presenza di infrastrutture portuali, in particolare del porto di Gioia Tauro, che risultano abbondantemente sovradimensionate rispetto alle attività che effettivamente producono.

L'indagine congiunturale relativa al 2011 rileva infine un andamento dei principali indicatori economici ancora in flessione.

Una prospettiva non certo edificante che fa prevedere, nella relazione della Camera di Commercio, un 2012 all'insegna di un ritorno alla fase recessiva. In particolare per quest'anno ci si attende un'ulteriore riduzione del tasso di occupazione del -1% e del valore aggiunto del 1,5%.

Dati impietosi che non ammettono particolare repliche se non l'esigenza, urgentissima, di invertire la tendenza attraverso un piano di sviluppo che passa attraverso interventi organici e riforme coraggiose.



Tutto condivisibile direi.
Se coloro che vincono le gare hanno certificati antimafia ma sono in strette relazioni con altre imprese sottoposte all'attenzione della mafia,tutte munite di certificazioni delle prefetture,allora è un problema diverso che non compete a me valutare. I.F.
Avatar utente
Regmi
Non c'è nenti!
Non c'è nenti!
Messaggi: 4234
Iscritto il: 11/05/2011, 16:55

Della serie un passo avanti e due indietro, comu e cordari. :mrgreen:
Per puro caso c'è qualcuno che ricorda chi ha dato, e col proprio voto permesso che ciò avvenisse, ad equitalia l'attuale connotazione?

...Non è difficile dai
La speranza appartiene ai figli.
Noi adulti abbiamo già sperato e quasi sempre perso.
Malaca
Forumino Scelto
Forumino Scelto
Messaggi: 612
Iscritto il: 14/05/2011, 9:57

Si Sono dimenticati anche di dire di uscire dall'euro e poi a nzalata e' pronta,

Cmq dal 2013 i comuni decideranno se e quanto prelevare dalla tassa dell'imu, vediamo Lucio Dattola insieme a suo compare demy arena cosa faranno...
doddi
Non c'è nenti!
Non c'è nenti!
Messaggi: 4823
Iscritto il: 11/05/2011, 12:55
Località: 38°6′41″N 15°39′43″E

Regmi ha scritto:Della serie un passo avanti e due indietro, comu e cordari. :mrgreen:
Per puro caso c'è qualcuno che ricorda chi ha dato, e col proprio voto permesso che ciò avvenisse, ad equitalia l'attuale connotazione?

...Non è difficile dai

Più che altro i tempi cambiano... e si dovrebbero cambiare le norme se diventano eccessivamente afflittive anche per chi semplicemente non può ma non ha truffato nessuno.
Se coloro che vincono le gare hanno certificati antimafia ma sono in strette relazioni con altre imprese sottoposte all'attenzione della mafia,tutte munite di certificazioni delle prefetture,allora è un problema diverso che non compete a me valutare. I.F.
army
Forumino Scelto
Forumino Scelto
Messaggi: 745
Iscritto il: 17/05/2011, 0:08

con i debiti che ci ha regalato l'era scopellitiana preparatevi a pagare addizionali e tasse piu alte del resto d'italia...per molto tempo
Avatar utente
Regmi
Non c'è nenti!
Non c'è nenti!
Messaggi: 4234
Iscritto il: 11/05/2011, 16:55

doddi ha scritto:
Regmi ha scritto:Della serie un passo avanti e due indietro, comu e cordari. :mrgreen:
Per puro caso c'è qualcuno che ricorda chi ha dato, e col proprio voto permesso che ciò avvenisse, ad equitalia l'attuale connotazione?

...Non è difficile dai

Più che altro i tempi cambiano... e si dovrebbero cambiare le norme se diventano eccessivamente afflittive anche per chi semplicemente non può ma non ha truffato nessuno.
No, l’unica cosa cambiata, per imposizione e non per scelta, è il maestro di musica.
Quello precedente non era in grado di guardare oltre il proprio naso o, se vuoi, le tette della Nicole.
Conseguentemente, grazie al tuo convinto appoggio e di tutti quelli che non rientravano nella definizione di coglioni (cit), legiferava con quella prospettiva.
Ah! Tecnicamente lungimiranza si chiama.

PS – Stavolta non era difficile vero?
La speranza appartiene ai figli.
Noi adulti abbiamo già sperato e quasi sempre perso.
doddi
Non c'è nenti!
Non c'è nenti!
Messaggi: 4823
Iscritto il: 11/05/2011, 12:55
Località: 38°6′41″N 15°39′43″E

Regmi ha scritto:
doddi ha scritto:
Regmi ha scritto:Della serie un passo avanti e due indietro, comu e cordari. :mrgreen:
Per puro caso c'è qualcuno che ricorda chi ha dato, e col proprio voto permesso che ciò avvenisse, ad equitalia l'attuale connotazione?

...Non è difficile dai

Più che altro i tempi cambiano... e si dovrebbero cambiare le norme se diventano eccessivamente afflittive anche per chi semplicemente non può ma non ha truffato nessuno.
No, l’unica cosa cambiata, per imposizione e non per scelta, è il maestro di musica.
Quello precedente non era in grado di guardare oltre il proprio naso o, se vuoi, le tette della Nicole.
Conseguentemente, grazie al tuo convinto appoggio e di tutti quelli che non rientravano nella definizione di coglioni (cit), legiferava con quella prospettiva.
Ah! Tecnicamente lungimiranza si chiama.

PS – Stavolta non era difficile vero?
Vivi fuori dal mondo ... capisco :thumright
Se coloro che vincono le gare hanno certificati antimafia ma sono in strette relazioni con altre imprese sottoposte all'attenzione della mafia,tutte munite di certificazioni delle prefetture,allora è un problema diverso che non compete a me valutare. I.F.
Avatar utente
Regmi
Non c'è nenti!
Non c'è nenti!
Messaggi: 4234
Iscritto il: 11/05/2011, 16:55

doddi ha scritto:
Regmi ha scritto:
doddi ha scritto:

Più che altro i tempi cambiano... e si dovrebbero cambiare le norme se diventano eccessivamente afflittive anche per chi semplicemente non può ma non ha truffato nessuno.
No, l’unica cosa cambiata, per imposizione e non per scelta, è il maestro di musica.
Quello precedente non era in grado di guardare oltre il proprio naso o, se vuoi, le tette della Nicole.
Conseguentemente, grazie al tuo convinto appoggio e di tutti quelli che non rientravano nella definizione di coglioni (cit), legiferava con quella prospettiva.
Ah! Tecnicamente lungimiranza si chiama.

PS – Stavolta non era difficile vero?
Vivi fuori dal mondo ... capisco :thumright

L'importante è che ci sia uno a farlo, posso ritenermi un fortunato :fifi:
La speranza appartiene ai figli.
Noi adulti abbiamo già sperato e quasi sempre perso.
doddi
Non c'è nenti!
Non c'è nenti!
Messaggi: 4823
Iscritto il: 11/05/2011, 12:55
Località: 38°6′41″N 15°39′43″E

http://www.strill.it/index.php?option=c ... &Itemid=87" onclick="window.open(this.href);return false;


Catanzaro: Equitalia pignora anche pensioni. Cittadini con conti congelati
Giovedì 10 Maggio 2012 10:56


Equitalia pignora somme giacenti nei conti correnti bancari, anche a titolo di pensione o di stipendio: e' successo a Catanzaro nei confronti di alcuni cittadini ritrovatisi improvvisamente con i loro depositi congelati. A denunciarlo e' l'associazione Codici che ha aperto uno sportello per tutelare i diritti delle persone che si sono viste recapitare i provvedimenti parlando di applicazione di norme ''di dubbia costituzionalita'''. (ANSA).



Tanto per capire, utile lettura agli alieni che vivono in altri mondi ... stipendiati e pensionati "grandi evasori" da colpire con queste modalità.
Se coloro che vincono le gare hanno certificati antimafia ma sono in strette relazioni con altre imprese sottoposte all'attenzione della mafia,tutte munite di certificazioni delle prefetture,allora è un problema diverso che non compete a me valutare. I.F.
mohammed
Forumino Malatissimo
Forumino Malatissimo
Messaggi: 2127
Iscritto il: 11/05/2011, 15:05

doddi ha scritto:http://www.strill.it/index.php?option=c ... &Itemid=87


Catanzaro: Equitalia pignora anche pensioni. Cittadini con conti congelati
Giovedì 10 Maggio 2012 10:56


Equitalia pignora somme giacenti nei conti correnti bancari, anche a titolo di pensione o di stipendio: e' successo a Catanzaro nei confronti di alcuni cittadini ritrovatisi improvvisamente con i loro depositi congelati. A denunciarlo e' l'associazione Codici che ha aperto uno sportello per tutelare i diritti delle persone che si sono viste recapitare i provvedimenti parlando di applicazione di norme ''di dubbia costituzionalita'''. (ANSA).



Tanto per capire, utile lettura agli alieni che vivono in altri mondi ... stipendiati e pensionati "grandi evasori" da colpire con queste modalità.
equitalia prende commissioni altissime e non discrimina fra il grande evasore e quello che ha scordato di pagare una multa, ma perché tremonti malgrado centinaia di sollecitazioni da parte delle associazioni di consumatori non ha fatto nulla? Com'è che vi siete svegliati tutti ora?
Allah è grande, Gheddafi è il suo profeta!
UnVeroTifoso
Forumino Malatissimo
Forumino Malatissimo
Messaggi: 1761
Iscritto il: 11/05/2011, 13:54

mohammed ha scritto:
equitalia prende commissioni altissime e non discrimina fra il grande evasore e quello che ha scordato di pagare una multa, ma perché tremonti malgrado centinaia di sollecitazioni da parte delle associazioni di consumatori non ha fatto nulla? Com'è che vi siete svegliati tutti ora?
Trovi la risposta nel topic sulle nazionalizzazioni in Spagna. :salut :salut
"Nani su iddi e vvonnu a tutti nani;
Nci vannu terra terra, peri e mmani;
E pa malignità brutta e superba,
Ccà non crisci chi erba, erba, erba"
(Nicola Giunta)
Avatar utente
Regmi
Non c'è nenti!
Non c'è nenti!
Messaggi: 4234
Iscritto il: 11/05/2011, 16:55

mohammed ha scritto:
doddi ha scritto:http://www.strill.it/index.php?option=c ... &Itemid=87


Catanzaro: Equitalia pignora anche pensioni. Cittadini con conti congelati
Giovedì 10 Maggio 2012 10:56


Equitalia pignora somme giacenti nei conti correnti bancari, anche a titolo di pensione o di stipendio: e' successo a Catanzaro nei confronti di alcuni cittadini ritrovatisi improvvisamente con i loro depositi congelati. A denunciarlo e' l'associazione Codici che ha aperto uno sportello per tutelare i diritti delle persone che si sono viste recapitare i provvedimenti parlando di applicazione di norme ''di dubbia costituzionalita'''. (ANSA).



Tanto per capire, utile lettura agli alieni che vivono in altri mondi ... stipendiati e pensionati "grandi evasori" da colpire con queste modalità.
equitalia prende commissioni altissime e non discrimina fra il grande evasore e quello che ha scordato di pagare una multa, ma perché tremonti malgrado centinaia di sollecitazioni da parte delle associazioni di consumatori non ha fatto nulla? Com'è che vi siete svegliati tutti ora?
Perchè che la differenza tra l'essere o il non essere alieni sembra stia tutta li
e non, come un credulone ci ero pure cascato, nel colore della pelle fin qui cinematograficamente rappresentata. 8-)
La speranza appartiene ai figli.
Noi adulti abbiamo già sperato e quasi sempre perso.
Paolo_Padano
Forumino Malatissimo
Forumino Malatissimo
Messaggi: 1986
Iscritto il: 11/05/2011, 13:02

e quelli che organizzavano attentati contro equitali chi erano :?: :scratch
Lillu Fotti: "aundi ioca Spread cu cattu si mu rununu a paremetru zeru"
Lillu Foti: "non bogghiu 'nchinari poi mi rinnu chi vonnnu a squatra mi 'ndi sarbamu"
mohammed
Forumino Malatissimo
Forumino Malatissimo
Messaggi: 2127
Iscritto il: 11/05/2011, 15:05

va detto pure che molta gente aspetta soldi dalla pubblica amministrazione che non paga o paga a 180 giorni, vedi reggio, però equitalia i sordi i voli u stessu...
Allah è grande, Gheddafi è il suo profeta!
army
Forumino Scelto
Forumino Scelto
Messaggi: 745
Iscritto il: 17/05/2011, 0:08

sul quotidiano di oggi:.. Il comune vuole alzare di già l'imu :cheers
Avatar utente
spiny79
Forumino Malato
Forumino Malato
Messaggi: 906
Iscritto il: 11/05/2011, 13:56

pacco bomba recapitato a sede centrale equitalia a roma...

assalto a sede equitalia a napoli e scontri con la polizia...
Avatar utente
kimba
Forumino Malato
Forumino Malato
Messaggi: 1027
Iscritto il: 11/05/2011, 13:56

http://www.youtube.com/watch?v=W8d_nTzeuhU" onclick="window.open(this.href);return false;
Avatar utente
cozzina1
Non c'è nenti!
Non c'è nenti!
Messaggi: 4430
Iscritto il: 11/05/2011, 14:08
Località: santropè

army ha scritto:sul quotidiano di oggi:.. Il comune vuole alzare di già l'imu :cheers

Il PdCI di Reggio Calabria su IMU ed Equitalia.


Reggio Calabria 11 Maggio 2012 – Il presidente della Camera di Commercio, Lucio Dattola, durante la recentissima celebrazione delle Giornate dell’Economia, ha correttamente posto in evidenza l’assoluta necessità di intervenire, da parte delle amministrazioni locali, su due questioni, anche a nostro avviso, dirimenti e fondamentali per tentare di salvare il già labile tessuto sociale ed economico della nostra realtà. Infatti, applicare al minimo le aliquote dell’IMU, l’odiosa e indecente tassa decisa dal governo Monti, e uscire dalla vergognosa usura statale che prende il nome di Equitalia, rappresentano misure necessarie ed indispensabili per dare respiro e risposte concrete alla collettività esausta e massacrata dal governo Berlusconi prima e da quello Monti oggi, governi caratterizzati da un profondo e becero anti-meridionalismo.


Il PdCI di Reggio Calabria su IMU ed Equitalia.
Però, nonostante le sollecitazioni, che giungono da ogni parte, l’amministrazione comunale di Reggio del sindaco Arena fa, spudoratamente, orecchie da mercante.

Una vera e propria farsa giocata cinicamente sulla pelle dei cittadini.

Infatti, dopo la riunione della competente commissione comunale è ormai palese che la giunta Arena vuole contribuire a creare una nuova macelleria sociale.

Infatti, Arena e il PDL non vogliono abbassare l’aliquota dell’IMU sulla prima casa, vale a dire portarla allo 0,2%. Contestualmente la giunta Arena non ha predisposto nessun atto finalizzato alla indispensabile sostituzione di Equitalia, a partire dal 1 gennaio 2013 (come previsto dallo specifico decreto), quale agenzia di riscossione.

Insomma, emerge, anche su questa emblematica vicenda, che tocca fortemente e profondamente tutti i cittadini e le aziende reggine, la totale mancanza di bussola amministrativa da parte della fallimentare giunta Arena.

Del resto, è noto che, nonostante ci troviamo nel mese di maggio 2012, ad oggi, non vi è alcuna traccia riguardo l’approvazione del Bilancio Consuntivo del Comune di Reggio dell’anno, udite udite, 2010. Una follia amministrativa che non trova pari o riscontro da nessuna parte d’Italia e che non può essere ulteriormente tollerata dal Ministero dell’Interno, sul quale ci riserviamo uno specifico formale intervento.

La nostra città sta vivendo una situazione caratterizzata da un totale, profondo e tangibile declino amministrativo provocato dalla bancarotta etica, morale e finanziaria causati dal “modello Reggio”.

Dal nostro punto di vista ricordiamo, con grande orgoglio, la decisione assunta dal Comune di Polistena, guidato da un giovane sindaco del PdCI, che ha fissato l’aliquota dell’IMU allo 0,2% sulla prima casa. Una scelta che comporterà la totale esenzione del pagamento dell’IMU per la quasi totalità della popolazione. Un provvedimento a favore della collettività che ha avuto un enorme e favorevole riscontro e consenso mediatico calabrese e nazionale.

Quindi, chiediamo alla giunta Arena di essere, almeno per una volta, dalla parte dei cittadini e, quindi, fissare l’aliquota dell’IMU allo 0,2% e, allo stesso modo, mandare al diavolo quella vergogna italiana che prende il nome di Equitalia, causa di numerose immani tragedie. Purtroppo non ci possiamo fare molte illusioni poiché le premesse, come detto, sono assolutamente disastrose.

Vi è, infatti, il concreto rischio che, dopo avere distrutto e raso al suolo la città, Arena e il PDL proseguano nelle scelte amministrative indecenti e impopolari, vale a dire: fare pagare ai reggini sempre più tasse a fronte di servizi deficitari o, spesso, del tutto inesistenti.

IL SEGRETARIO CITTADINO DEL PdCI DI REGGIO CALABRIA

Ivan Tripodi.

Il PdCI di Reggio Calabria su IMU ed Equitalia.

http://www.mnews.it/2012/05/11/il-pdci- ... equitalia/" onclick="window.open(this.href);return false;

da quello che leggo...il sindaco arena non sarebbe disposto ad abbassarla...non si parla di alzarla... :scratch


Il sindaco di Reggio Calabria, Demetrio Arena, sollecita al governo “modifiche su Patto di stabilità ed Imu”.



12

MOBILITAZIONE SINDACI – ARENA: “DOPPIA VELOCITÀ TRA STATO E COMUNI, GOVERNO MODIFICHI PATTO STABILITÀ E IMU”

Il sindaco di Reggio Calabria: “Gli effetti dei vincoli sull’economia sono grotteschi. Sull’imposta municipale regna una grande confusione che genera forti incertezza sulle risorse disponibili”.


Il sindaco di Reggio Calabria, Demetrio Arena: “Gli effetti dei vincoli sull’economia sono grotteschi.
“C’è una doppia velocità tra uno Stato che da decenni pensa di dover fare delle riforme cui si prepara senza conseguirle, ed una dinamica quotidiana che vede gli amministratori locali doversi confrontare ogni giorno con la realtà amministrativa e con i cittadini”.

Lo denuncia al sito Anci il sindaco di Reggio Calabria, Demetrio Arena, che sollecita al governo “modifiche su Patto di stabilità ed Imu”, ‘temi caldi’ della manifestazione dei sindaci in programma a Venezia il 24 maggio prossimo.

“Il patto di stabilità è uno dei tanti meccanismi paradossali messo in campo nel nostro Paese per non governare i problemi”, attacca Arena. Per il sindaco reggino “migliorare la spesa corrente è un obiettivo reale cui devono tendere sia lo Stato che gli enti locali.

Ma creare una struttura come il patto, che oggi soffoca l’economia e che da solo non consente di mettere in campo quelle risorse economiche di cui ha bisogno il nostro tessuto imprenditoriale, porta a risultati grotteschi”. Per questo motivo “bisogna rompere i suoi vincoli e liberare tutte le risorse per dare impulso alla ripartenza dell’economia, partendo dalle grandi aree urbane del Paese”.

Critiche da Arena anche sull’Imu: “Regna una grande confusione che genera una forte incertezza sulle risorse che i Comuni possono realmente iscrivere a bilancio ed utilizzare. Noi domani abbiamo il problema di garantire ai cittadini i servizi essenziali, che senza regole chiare e risorse certe, rischiano di essere messi a repentaglio nelle nostre città pregiudicando l’esistenza in vita delle stesse amministrazioni”.

Infine, da Arena anche un accenno al tema della riscossione. “Il meccanismo di Equitalia è uno tanti meccanismi paradossali posti in essere per un nobile obiettivo: far pagare le tasse a tutti per risanare il bilanci”, afferma Arena. “Ma in questo momento può rivelarsi una tagliola perché genera un circolo micidiale per le imprese che le soffoca e le fa saltare e fallire”. Per questo motivo la strada da seguire è quella “dell’autonomia ai Comuni che sono gli enti più vicini ai cittadini. Una strada che – conclude il sindaco reggino – la nostra amministrazione ha deciso di perseguire ormai da tempo”.

Roma, 11 maggio 2012.

http://www.mnews.it/2012/05/11/il-sinda ... ta-ed-imu/" onclick="window.open(this.href);return false;
L'ignoranza è meno dannosa del confuso sapere.
Cesare Beccaria
un giorno senza un sorriso è un giorno perso(C.Chaplin)
army
Forumino Scelto
Forumino Scelto
Messaggi: 745
Iscritto il: 17/05/2011, 0:08

sul quotidiano della calabria di ieri c'era scritto che il comune alzera' l'aliquota da 0,7 a 0,9....
Avatar utente
Regmi
Non c'è nenti!
Non c'è nenti!
Messaggi: 4234
Iscritto il: 11/05/2011, 16:55

cozzina1 ha scritto:
da quello che leggo...il sindaco arena non sarebbe disposto ad abbassarla...non si parla di alzarla... :scratch

Prova a rileggere mettendoci un pochetto di attenzione in più.
La speranza appartiene ai figli.
Noi adulti abbiamo già sperato e quasi sempre perso.
Rispondi