Sarra interedetto dai pubblici uffici

Notizie dal mondo e dalla città: curiosità, fatti, cronaca...

Moderatori: Bud, NinoMed, Lilleuro

Rispondi
army
Forumino Scelto
Forumino Scelto
Messaggi: 745
Iscritto il: 17/05/2011, 0:08

da strill
Il sottosegretario alle Riforme della Regione Calabria, Alberto Sarra è stato interdetto dai pubblici uffici. Oltre che per Sarra, il pm ha chiesto il rinvio per tentata concussione anche per l'ex presidente della Regione Calabria, Giuseppe Chiaravalloti, gli ex assessore regionali Saverio Zavettieri e Gianfranco Luzzo ed un medico dell'ospedale di Reggio Calabria, Saverio Cipri. Secondo l'accusa, Alberto Sarra, nel febbraio del 2005, avrebbe minacciato Renato Carullo, l'ex direttore generale dell'Azienda ospedaliera Bianchi Melacrino per costringerlo a nominare Cipri quale primario del reparto di neurochirurgia. Chiaravalloti, Zavettieri e Luzzo, inoltre, sono accusati di tentata concussione perché avrebbero minacciato Carullo di revocargli l'incarico di direttore generale perché si era opposto alla nomina di Cipri attraverso la sospensione di un concorso vinto da un altro medico. Sarra, sentito dal giudice il 17 aprile scorso, si era dichiarato estraneo alla vicenda. Alla Regione Calabria è stata già trasmessa la decisione del gip di interdizione dai pubblici uffici. Il gup di Catanzaro, Maria Rosaria Di Girolamo, ha fissato per il 24 maggio prossimo la data in cui comincera' l'udienza per valutare la richiesta di rinvio a giudizio avanzata dal pm della Procura di Catanzaro, Gerardo Dominijanni.


è una persecuzione per colpire peppeshow!!! :fifi:
reggino
Non c'è nenti!
Non c'è nenti!
Messaggi: 4512
Iscritto il: 12/05/2011, 19:30
Località: l'isola che non c'è

ci vorrebbe un azzeramente totale della classe dirigente Calabrese,affinchè le cose cambino...
https://www.youtube.com/watch?v=-JQINuybHL4" onclick="window.open(this.href);return false;
army
Forumino Scelto
Forumino Scelto
Messaggi: 745
Iscritto il: 17/05/2011, 0:08

dal corriere della calabria



Una notizia vecchia di tre giorni e il silenzio della destra

Ieri, presente Alfano, il solito attacco ai "complottisti" e nessun cenno ad una vicenda spinosa e imbarazzante



Peppe Scopelliti e Angelino Alfano


Il provvedimento di interdizione dai pubblici uffici è stato notificato ad Alberto Sarra venerdì scorso. Da tre giorni, in buona sostanza, il sottosegretario alla presidenza della Regione sa che non potrà più sedersi sulla poltrona del suo ufficio di via Massara a Catanzaro. Eppure l'ex aennino, al termine dell'ultimo interrogatorio datato 17 aprile, si era mostrato sereno: «La richiesta di applicazione della misura della sospensione dalle funzioni di sottosegretario alle Riforme della Regione Calabria è del tutto destituita di qualsivoglia motivazione perché già precedentemente ho avuto modo di dimostrare la mia estraneità alle accuse». Non deve averla pensata così, evidentemente, il gip del tribunale di Catanzaro, Maria Rosaria Di Girolamo, che ha accolto la richiesta di interdizione avanzata dal sostituto procuratore Gerardo Dominijanni nell'ambito dell'inchiesta sulla nomina del primario del reparto di neurochirurgia di Reggio Calabria.
Ora, tralasciando per un attimo gli aspetti tecnici giudiziari della vicenda, proviamo a concentrarci sui risvolti politici del caso. Possibile che il segretario nazionale del Pdl, Angelino Alfano, non fosse al corrente del provvedimento adottato nei confronti di un rappresentante istituzionale del suo partito? E ancora: è credibile che anche il governatore Peppe Scopelliti fosse all'oscuro di tutto?
Domande legittime se si guarda all'adunata pidiellina di ieri nel Palazzo che ospita il consiglio regionale. Siamo andati a ripescare alcuni passaggi del discorso di Alfano: «Ripetere le bugie per farle diventare realtà è un modello culturale della sinistra. Si tratta della stessa battaglia che Scopelliti si trova a vivere qui». Prima dell’intervento del segretario, Scopelliti aveva comunque dato una sua interpretazione sulla situazione in cui oggi si trova la Calabria, vittima della «strategia degli straccioni», un piano cioè che «delegittima Reggio per dimostrare che il modello Scopelliti è perdente». Accanto agli animatori di questo complotto, oltre alla classica «informazione deviata», il governatore individua il ruolo di altri soggetti, altri uomini «che rischiano di delegittimare le stesse istituzioni». Non un nome, mai un riferimento a una circostanza specifica. Nemmeno un passaggio dedicato al provvedimento adottato nei confronti di uno dei suoi fedelissimi. Meglio far finta di nulla e ripetere per l'ennesima volta che il “vento del cambiamento” «sta producendo risultati concreti per la Calabria». Le notizie “scomode”? Vanno ignorate.


an. ri.
Avatar utente
goldenboy
Forumino Malatissimo
Forumino Malatissimo
Messaggi: 2789
Iscritto il: 11/05/2011, 12:43
Località: na vota 'nto bizzolu

http://www.corrieredellacalabria.it/sto ... rto_sarra/" onclick="window.open(this.href);return false;


cmq..non è un PB
Avatar utente
RoLaf
Apprendista Forumino
Apprendista Forumino
Messaggi: 79
Iscritto il: 16/05/2011, 13:47

:fifi:
Ad maiora semper
Avatar utente
spiny79
Forumino Malato
Forumino Malato
Messaggi: 906
Iscritto il: 11/05/2011, 13:56

si è liberato un posto di lavoro, e di sti tempi è un modo come un altro per combattere la crisi...
Avatar utente
cozzina1
Non c'è nenti!
Non c'è nenti!
Messaggi: 4430
Iscritto il: 11/05/2011, 14:08
Località: santropè

spiny79 ha scritto:si è liberato un posto di lavoro, e di sti tempi è un modo come un altro per combattere la crisi...
mi pare avere capito che l'interdizione dura due mesi (almeno dall'articolo di Reggio TV)...se altri hanno notizie diverse possono correggermi..


COSÌ IL DIFENSORE DEL SOTTOSEGRETARIO GIANCARLO PITTELLI
Caso Sarra, per il legale “interdizione inaccettabile. E incongrua, dopo 7 anni”

Catanzaro. Per il parlamentare pidiellino Giancarlo Pittelli (vedi foto), avvocato difensore del sottosegretario regionale alle Riforme Alberto Sarra, la misura interdittiva adottata nei confronti del suo assistito risulta <inaccettabile dal punto di vista giuridico e quanto alla ricostruzione del fatto. Riteniamo che l’ipotesi di concussione sia assolutamente indimostrata, a fronte dell’assoluta correttezza e buona fede dei comportamenti di Alberto Sarra. Incongruo anche il provvedimento interdittivo a distanza di ben 7 anni>.

E d’altro canto, <il dottor Cipri – si rileva dal fronte difensivo - è persona che Alberto Sarra non ha mai conosciuto. Ci sono migliaia d’intercettazioni telefoniche svolte prima, durante e dopo il concorso per la nomina; Sarra parla con migliaia di persone, incluso lo stesso top manager del tempo Renato Carullo, e mai viene fatto il nome di Cipri>.

<Ora il problema è solo il tempo>, aggiunge Pittelli. Il legale del sottosegretario della giunta Scopelliti auspica infatti <che l’appello venga fissato con grande tempestività, a pena di pregiudicare l’effetto stesso dell’impugnazione rispetto a una misura, l’interdizione dai pubblici uffici, che per legge dura due mesi>, afferma l’avvocato.

Mario Meliadò
Martedì 24 aprile 2012

http://www.reggiotv.it/notizie/cronaca/ ... opo-7-anni" onclick="window.open(this.href);return false;

se alla fine del processo dovesse risultare colpevole..altro che interdizione dai pubblici uffici spererei per lui... :na:
L'ignoranza è meno dannosa del confuso sapere.
Cesare Beccaria
un giorno senza un sorriso è un giorno perso(C.Chaplin)
Avatar utente
cozzina1
Non c'è nenti!
Non c'è nenti!
Messaggi: 4430
Iscritto il: 11/05/2011, 14:08
Località: santropè

L’avvocato Alberto Sarra - informa una nota dell’Ufficio stampa della Giunta regionale – rientra nelle funzioni di sottosegretario alle riforme della Regione. La seconda sezione penale del Tribunale di Catanzaro ha infatti accolto il ricorso presentato da Sarra e revocato la misura dell'interdizione. “Ho atteso con serenità il giudizio del Tribunale della libertà, convinto di non aver commesso alcun reato - ha dichiarato Alberto Sarra -. Nel periodo di sospensione ho avuto fiducia nella giustizia consapevole di aver agito sempre con grande correttezza. Così come ho fatto sino a quando ho avuto la possibilità, continuerò a dare il mio contributo alla Calabria, battendomi quotidianamente per risolvere gli atavici problemi che attanagliano il nostro territorio. Sono pertanto particolarmente soddisfatto per la decisione dei giudici”. Nell’ordinanza che accoglie il ricorso presentato dal sottosegretario si legge, tra l’altro, “che poi il Sarra non avesse alcun interesse personale all’esito del concorso ed anzi che subisse con un certo fastidio la pressione dei colleghi della giunta nei confronti di un Direttore Generale che chiaramente rientrava nella sua area di influenza politica.” Ed ancora “tutto ciò detto, ritiene tuttavia il Tribunale, per come si è anticipato, che non sussistano esigenze cautelari che giustifichino il mantenimento della misura interdittiva applicata. Se è vero che: “l’attualità e concretezza delle esigenze cautelari non deve essere concettualmente confusa con l’attualità e concretezza delle condotte criminose”, allo stesso tempo non può obliterarsi che ad una maggiore distanza temporale dei fatti corrisponde un affievolimento delle esigenze cautelari, come autorevolmente ricordano le Sezioni Unite della Suprema Corte nella nota Sentenza n. 40538 del 24/09/2009 – dep. 20/10/2009. Ed allora in considerazione del fatto che Sarra Alberto è soggetto incensurato e scevro da carichi pendenti e che l’illecito in contestazione risulta essersi perfezionato ben sette anni e due mesi addietro (il 17.03.2005) senza che sia stato offerto dalla pubblica accusa alcun elemento concreto dal quale si possa desumere che l’istante abbia perseverato nel compimento di analoghe fattispecie delittuose anche in epoca successiva, il Collegio ritiene, conclusivamente, che non si ravvisi, in termini concreti ed attuali, alcuno dei pericula libertatis tipizzati dall’art.274 c.p.p., di modo che l’ordinanza impugnata deve essere annullata per difetto dalle paventate finalità specialpreventive, con la conseguente revoca della misura in atto applicata”.
http://www.strill.it/index.php?option=c ... &Itemid=87" onclick="window.open(this.href);return false;
L'ignoranza è meno dannosa del confuso sapere.
Cesare Beccaria
un giorno senza un sorriso è un giorno perso(C.Chaplin)
Avatar utente
Falko
Forumino Scelto
Forumino Scelto
Messaggi: 685
Iscritto il: 11/05/2011, 14:57

cane non mangia cane
Se il destino mi è avverso, peggio per lui!!!

http://www.youtube.com/watch?v=06hr11IO" onclick="window.open(this.href);return false; ... dded#at=13

"La mia rielezione sarebbe al limite del ridicolo" Giorgio Napolitano 14/4/2013
Avatar utente
goldenboy
Forumino Malatissimo
Forumino Malatissimo
Messaggi: 2789
Iscritto il: 11/05/2011, 12:43
Località: na vota 'nto bizzolu

Fortuna che è rientrato..senza di lui le riforme erano ferme ...

:fifi: :fifi: :fifi:
Rispondi