ragazzo gay aggredito a reggio

Notizie dal mondo e dalla città: curiosità, fatti, cronaca...

Moderatori: NinoMed, Bud, Lilleuro

Avatar utente
cozzina1
Non c'è nenti!
Non c'è nenti!
Messaggi: 4430
Iscritto il: 11/05/2011, 14:08
Località: santropè

kurohata ha scritto:
cozzina1 ha scritto:andrò contro corrente...questo ragazzo adesso mi pare stia esagerando..si stà facendo troppa pubblicità...gay o non gay per quanto mi riguarda è solo un ragazzo che è stato malmenato da tre o quattro balordi..dico anche altro....non tutti i gay sono effemminati..e questo mi pare lo fosse in maniera esagerata quasi volesse sfidare il mondo..allo stesso modo mi danno fastidio gli uomini che ostentano la loro mascolinità..
http://www.strill.it/index.php?option=c ... &id=127214" onclick="window.open(this.href);return false;
:salut

cozzina se uno è effemminato o mascolino ti deve date conto a te? :scratch
ho espresso ESCLUSIVAMENTE LA MIA OPINIONE....sulla tua domanda...nel momento in cui il caso diventa di opinione pubblica...la mia risposta è SI...
L'ignoranza è meno dannosa del confuso sapere.
Cesare Beccaria
un giorno senza un sorriso è un giorno perso(C.Chaplin)
Avatar utente
cozzina1
Non c'è nenti!
Non c'è nenti!
Messaggi: 4430
Iscritto il: 11/05/2011, 14:08
Località: santropè

come mai la foto mette in evidenza il suo essere bello e con lo sguardo ammiccante e non invece un ragazzo pestato e tumefatto?in questo senso a mio giudizio il ragazzo in questione vuole farsi pubblicità..(io questo intendevo e non il discorso contorto sulla città omofoba )...rimarco ovviamente che tutto l'accaduto dal pestaggio (assodato) al resto avvenuto in ospedale (di cui abbiamo solo la versione fornita dal ragazzo) è deplorevole e da condannare.. :salut
L'ignoranza è meno dannosa del confuso sapere.
Cesare Beccaria
un giorno senza un sorriso è un giorno perso(C.Chaplin)
Avatar utente
cozzina1
Non c'è nenti!
Non c'è nenti!
Messaggi: 4430
Iscritto il: 11/05/2011, 14:08
Località: santropè

Reggio, Falcomatà (Pd): "La battaglia sui diritti degli omosessuali è una battaglia sociale oltre che politica"
Mercoledì 18 Aprile 2012 10:20

Di seguito la nota diffusa da Giuseppe Falcomatà, Capogruppo PD - L’aggressione subita da Claudio non stupisce, non sorprende, non arriva come un fulmine a ciel sereno per tutti coloro, giovani e non, che conoscono quella sub cultura tipicamente reggina dell’essere “maschio” e, come tale, essere persona capace di farsi rispettare. A contrario, chi non ha in sé le caratteristiche “animali” della mascolinità, il seme primordiale della virilità, non può farsi rispettare e, quindi, non è degno di rispetto.
Mi aggiungo personalmente a tutti coloro, tanti per fortuna, che in queste ore hanno dimostrato vicinanza a Claudio. Tuttavia, in questo contesto, la semplice solidarietà appare superflua, scontata e oltremodo vuota. Serve una riflessione seria che porti ad adottare misure concrete perché il vero rischio è quello di abituarsi. Abituarsi agli sguardi beffardi per strada, abituarsi alle aggressioni verbali, abituarsi tristemente finanche a quelle “materiali”.
Sono convinto che a tal proposito la politica debba necessariamente recitare un ruolo da protagonista. D’altra parte l’aggressione subita da Claudio è un’aggressione alla città e chi se ne è reso responsabile è un nemico della città stessa. In questo senso l’Amministrazione Comunale, anche alla luce dell’ordine del giorno approvato in Consiglio Comunale contro i nemici della città, ha il dovere adottare opportune contromisure.
È da salutare positivamente, senza dubbio, la costituzione di parte civile del Comune nell’eventuale evolversi giudiziario della vicenda, ma potrebbe non bastare. Occorre fare di più.
Occorre cioè affrontare l’argomento “omofobia” non soltanto nel momento in cui esso si palesa ai nostri occhi, ma nella sua quotidianità. Sentire ancora oggi qualcuno definire l’omosessualità come una malattia, fa pensare che sia imprescindibile un percorso formativo a tutti i livelli che, evidentemente, ancora non esiste.
Se la “diversità” di orientamento sessuale è direttamente proporzionale ad una diversità di riconoscimento dei diritti, il rischio è quello di continuare ad assistere ad episodi analoghi a quelli accaduti a Claudio.
La battaglia sui diritti degli omosessuali è una battaglia sociale oltre che politica. Una battaglia da combattere ogni giorno, insieme, evitando di “aspettare la pioggia per non piangere da soli”.
Questa è l’unica strada, a mio avviso, per annullare quella perversa equazione che rende meno grave un’aggressione a qualcuno che non abbia i tuoi stessi diritti.

Giuseppe Falcomatà
Capogruppo PD

http://www.strill.it/index.php?option=c ... &Itemid=84" onclick="window.open(this.href);return false;
L'ignoranza è meno dannosa del confuso sapere.
Cesare Beccaria
un giorno senza un sorriso è un giorno perso(C.Chaplin)
Avatar utente
cozzina1
Non c'è nenti!
Non c'è nenti!
Messaggi: 4430
Iscritto il: 11/05/2011, 14:08
Località: santropè

Di seguito la nota: I giovani UGL Calabresi esprimono solidarietà a Claudio, ragazzo prima aggredito e malmenato , la scorsa sera a Reggio Calabria, poi umiliato nel nosocomio mentre stava per ricevere le prime cure. In attesa che si faccia chiarezza sulla dinamica dell'accaduto e sull’intera vicenda,
i giovani sindacalisti calabresi, intendono condannare, a gran voce, ogni azione finalizzata a discriminare, con violenza morale o fisica, qualsiasi individuo per motivi di razza, sesso o credo religioso.

“ Alla base di simili atti violenti crediamo ci sia una limitata ed inadeguata informazione - lo dichiara in una nota Giulia Meliti Coordinatrice Regionale UGL Giovani Calabria - che induce alcuni giovani ad essere prevenuti contro chi la pensa o vive in maniera diversa da noi. Vivere in Calabria dovrebbe provocare sentimenti di odio, nei confronti di chi ha contribuito all’impoverimento del nostro territorio, di chi ha tolto la speranza di poterci realizzare come individui e di poter lavorare per capacità e merito. Non e’ l’omosessuale, la donna, l’uomo o il bambino il nostro male!!!” “ Speriamo si individuino presto gli aggressori- concludono i Giovani UGL- anche con l’aiuto e la collaborazione di chi ha visto, solo cosi’ la città potrà dare un segnale importante come prima reazione di condanna nei confronti di simili vili atti ”.

http://www.strill.it/index.php?option=c ... Itemid=119" onclick="window.open(this.href);return false;
L'ignoranza è meno dannosa del confuso sapere.
Cesare Beccaria
un giorno senza un sorriso è un giorno perso(C.Chaplin)
Avatar utente
cozzina1
Non c'è nenti!
Non c'è nenti!
Messaggi: 4430
Iscritto il: 11/05/2011, 14:08
Località: santropè

STAMPAINVIA PER MAIL
CONTINUANO LE ATTESTAZIONI DI SOLIDARIETÀ
Aggressione Toscano, altre reazioni
REGGIO CALABRIA - "La squallida aggressione, prima verbale e poi fisica, subita da parte di un branco di imbecilli e la indegna umiliazione omofoba ricevuta da un sedicente ‘infermiere’ in servizio nel pronto soccorso degli Ospedali riuniti di Reggio Calabria, sono le due profondissime ferite che ha drammaticamente patito Claudio, un giovane gay reggino, al termine di una tranquilla serata che aveva trascorso in compagnia dei suoi amici". Lo afferma, in una nota, il segretario del Pdci di Reggio Calabria, Ivan Tripodi. "Gli sfregi subiti da Claudio - aggiunge - li consideriamo sfregi contro ognuno di noi perché offendono la società civile e la coscienza democratica della nostra città. Condanniamo il vile gesto e siamo affettuosamente vicini a Claudio e all’Arcigay reggina ‘I Due Mari’ che hanno immediatamente denunciato la duplice inaudita violenza. In tal senso, auspichiamo che vengano rapidamente identificati e, soprattutto, puniti sia gli autori della vile aggressione fisica che l’infermiere ospedaliero. La parte sana di Reggio, quella civile e accogliente che opera contro ogni forma di discriminazione e crede fermamente negli alti valori e principi espressi nella Costituzione repubblicana, si sente, ancora una volta, offesa, per un episodio ignobile e indegno che mortifica un’intera comunità". "Dal nostro punto di vista - dice ancora Tripodi - diciamo ad alta voce che Claudio non è solo. Accanto a lui ci siamo noi e vi è la stragrande maggioranza dei reggini, che sono lontani da una concezione violenta ed omofoba della vita. Purtroppo, la città sta vivendo un forte regresso civico e culturale, prima l’antisemitismo istituzionale e adesso l’omofobia. Segnali che suonano come una piena condanna per la fallimentare classe dirigente, totalmente inetta e arretrata. Vi è il concreto rischio che a Reggio Calabria rimanga l’odiosa macchia, alla stregua di un’indelebile onta, di città omofoba. Dobbiamo, pertanto, evitare con gesti concreti che ciò non accada. E’, quindi, necessario condurre, rapidamente, una forte azione culturale finalizzata al banale e semplice rispetto del prossimo contro ogni forma, inaudita e ripugnante, di discriminazione".

http://www.reggiotv.it/notizie/cronaca/ ... e-reazioni" onclick="window.open(this.href);return false;
L'ignoranza è meno dannosa del confuso sapere.
Cesare Beccaria
un giorno senza un sorriso è un giorno perso(C.Chaplin)
trentaprile

doddi ha scritto:
_naka ha scritto:
trentaprile ha scritto:riuscite a stupirmi ogni giorno di più, anche nei topic più impensabili come questo riuscite a fare propaganda, FENOMENI!
verissimo stanno rendendo il nuovo forum quasi come quello vecchio : Illeggibile...

Avete ragione entrambe, andrebbero vietate le citazioni delle note stampa propagandistiche dell'opposizione: ossia chi l'ha buttata in caciara.

:salut :thumright
Avatar utente
ILY
Forumino Malato
Forumino Malato
Messaggi: 957
Iscritto il: 11/05/2011, 22:46
Località: BOIA CHI MOLLA...!!!

army ha scritto:fonte ildispaccio.it

Reggio: Aggressione omofoba nella notte. Arcigay "Ma Claudio è stato colpito due volte"

arcigayRcUna macchina che passa, le urla, gli insulti, una frenata, il branco scende, ancora provocazioni poi un pugno: è una vera e propria aggressione omofoba quella di cui è stato vittima, Claudio Toscano, un ventottenne socio dell'Arcigay 'I due Mari' di Reggio Calabria. L'episodio - ha raccontato Toscano - e' avvenuto nel corso della notte nei pressi del teatro comunale di Reggio Calabria. Il ventottenne era compagnia di un gruppo di amici all'esterno di un locale dove settimanalmente si svolgono spettacoli organizzati dall'Arcigay... Improvvisamente e' arrivata una automobile dalla quale sono iniziati ad arrivare gli insulti, ma i tre passeggeri non si sono limitati a questo: sono scesi, si sono avvicinati a Toscano ed ai suoi amici e dopo una serie di provocazioni verbali, uno dei tre ha sferrato un pugno in faccia al ragazzo. "Un pugno senza motivo, giusto perché probabilmente non c'era nulla da fare. Un pugno diretto a provocare dolore, non solo fisico – scrive Toscano in una nota - Un gesto per far comprendere alla "comunità dei Ricchioni" che di loro si può fare ciò che si vuole, perché qui non gli è riconosciuta dignità di persone". Immediatamente soccorso dagli amici, il ventottenne ha prima denunciato il fatto alla polizia, quindi è stato accompagnato in ospedale dove i sanitari gli hanno diagnosticato fratture multiple al naso e lo spostamento del setto nasale. Ma anche in ospedale – denunciano dall'associazione –le violenze non sono finite: "Mentre eravamo in sala d'aspetto, nel tempo trascorso tra la visita, la tac ed il risultato, Claudio ci raccontava cosa gli era stato detto ed i "consigli" che gli sono stati dati – fa sapere l'associazione in una nota - L'infermiere presente durante la visita, appena ha saputo dell'omosessualità di Claudio, ha iniziato a dispensare le sue perle di saggezza, dicendo "te la presento io una bella ragazza e poi vedi" ed anche "ti porto da un bravo psicologo che ti guarisce". La persona in questione forse ha dimenticato, o mai saputo – sottolineano dall'Arcigay - che da tempo (precisamente dal 1973) l'Organizzazione Mondiale dell Sanità ha cancellato l'omosessualità dall'elenco delle malattie mentali: "non è una malattia, non è nulla da cui dover guarire".
È amara la conclusione dell'associazione degli omosessuali cittadini: Ci domandiamo, al di là della forza di Claudio, quanto ancora dobbiamo subire, non solo da parte di persone ignoranti, grette e vigliacche, ma anche e soprattutto da chi è preposto e pagato per dare soccorso, che non sa nemmeno accogliere, e quindi gestire, casi di questo tipo. Claudio ieri sera è stato aggredito due volte"

Episodi come questi ce ne succedono a bizzeffe purtroppo...da condannare
ovviamente questi vigliacchi patentati... :x

Gay o non gay cmq è la stessa cosa. Non devono succedere a nessuno!

Leggo che non era solo...dove sono andati a finire gli altri dell'associazione e tutti quelli
che erano sul posto e hanno visto?


:evil: :evil: :evil: :evil: :evil: :evil: :evil: :evil: :evil: :evil: :evil: :evil: :evil: :evil: :evil: :evil:
Amaranto Alé
non tifo per gli squadroni ma tifo te
Amaranto è una passione non è un color
la maglia che porti addosso è un'ossession...

Ciao Filippo...

U Catania na teni...!!!
Mariotta
Forumino Malato
Forumino Malato
Messaggi: 1400
Iscritto il: 12/05/2011, 19:24

cozzina1 ha scritto:STAMPAINVIA PER MAIL
CONTINUANO LE ATTESTAZIONI DI SOLIDARIETÀ
Aggressione Toscano, altre reazioni
REGGIO CALABRIA - "La squallida aggressione, prima verbale e poi fisica, subita da parte di un branco di imbecilli e la indegna umiliazione omofoba ricevuta da un sedicente ‘infermiere’ in servizio nel pronto soccorso degli Ospedali riuniti di Reggio Calabria, sono le due profondissime ferite che ha drammaticamente patito Claudio, un giovane gay reggino, al termine di una tranquilla serata che aveva trascorso in compagnia dei suoi amici". Lo afferma, in una nota, il segretario del Pdci di Reggio Calabria, Ivan Tripodi. "Gli sfregi subiti da Claudio - aggiunge - li consideriamo sfregi contro ognuno di noi perché offendono la società civile e la coscienza democratica della nostra città. Condanniamo il vile gesto e siamo affettuosamente vicini a Claudio e all’Arcigay reggina ‘I Due Mari’ che hanno immediatamente denunciato la duplice inaudita violenza. In tal senso, auspichiamo che vengano rapidamente identificati e, soprattutto, puniti sia gli autori della vile aggressione fisica che l’infermiere ospedaliero. La parte sana di Reggio, quella civile e accogliente che opera contro ogni forma di discriminazione e crede fermamente negli alti valori e principi espressi nella Costituzione repubblicana, si sente, ancora una volta, offesa, per un episodio ignobile e indegno che mortifica un’intera comunità". "Dal nostro punto di vista - dice ancora Tripodi - diciamo ad alta voce che Claudio non è solo. Accanto a lui ci siamo noi e vi è la stragrande maggioranza dei reggini, che sono lontani da una concezione violenta ed omofoba della vita. Purtroppo, la città sta vivendo un forte regresso civico e culturale, prima l’antisemitismo istituzionale e adesso l’omofobia. Segnali che suonano come una piena condanna per la fallimentare classe dirigente, totalmente inetta e arretrata. Vi è il concreto rischio che a Reggio Calabria rimanga l’odiosa macchia, alla stregua di un’indelebile onta, di città omofoba. Dobbiamo, pertanto, evitare con gesti concreti che ciò non accada. E’, quindi, necessario condurre, rapidamente, una forte azione culturale finalizzata al banale e semplice rispetto del prossimo contro ogni forma, inaudita e ripugnante, di discriminazione".

http://www.reggiotv.it/notizie/cronaca/ ... e-reazioni" onclick="window.open(this.href);return false;


l'intervento di Giuseppe Falcomatà mi sembra equilibrato, questo è raccapricciante in alcuni passaggi.
I "stortazzi " masculuni e bestie di turno ora son responsabilità della classe dirigente fallimentare? Che la classe dirigente possa essere fallita è un conto , ma che tri stortazzi, pseudo masculuni e bestie e le loro azioni siano conseguenza della classe dirigente è uan bestialità.
Che poi ci sia una parte della popolazione che prevarica, si sente dalla parte giusta, cafona e ignorante...e che vuole il due anche quando è palesemente in torto ....è una realtà che va combattuta ed estirpata. Non così però.
Il dolore ci rimette in mezzo alle cose in modo nuovo.
doddi
Non c'è nenti!
Non c'è nenti!
Messaggi: 4823
Iscritto il: 11/05/2011, 12:55
Località: 38°6′41″N 15°39′43″E

Mariotta ha scritto:
cozzina1 ha scritto:STAMPAINVIA PER MAIL
CONTINUANO LE ATTESTAZIONI DI SOLIDARIETÀ
Aggressione Toscano, altre reazioni
REGGIO CALABRIA - "La squallida aggressione, prima verbale e poi fisica, subita da parte di un branco di imbecilli e la indegna umiliazione omofoba ricevuta da un sedicente ‘infermiere’ in servizio nel pronto soccorso degli Ospedali riuniti di Reggio Calabria, sono le due profondissime ferite che ha drammaticamente patito Claudio, un giovane gay reggino, al termine di una tranquilla serata che aveva trascorso in compagnia dei suoi amici". Lo afferma, in una nota, il segretario del Pdci di Reggio Calabria, Ivan Tripodi. "Gli sfregi subiti da Claudio - aggiunge - li consideriamo sfregi contro ognuno di noi perché offendono la società civile e la coscienza democratica della nostra città. Condanniamo il vile gesto e siamo affettuosamente vicini a Claudio e all’Arcigay reggina ‘I Due Mari’ che hanno immediatamente denunciato la duplice inaudita violenza. In tal senso, auspichiamo che vengano rapidamente identificati e, soprattutto, puniti sia gli autori della vile aggressione fisica che l’infermiere ospedaliero. La parte sana di Reggio, quella civile e accogliente che opera contro ogni forma di discriminazione e crede fermamente negli alti valori e principi espressi nella Costituzione repubblicana, si sente, ancora una volta, offesa, per un episodio ignobile e indegno che mortifica un’intera comunità". "Dal nostro punto di vista - dice ancora Tripodi - diciamo ad alta voce che Claudio non è solo. Accanto a lui ci siamo noi e vi è la stragrande maggioranza dei reggini, che sono lontani da una concezione violenta ed omofoba della vita. Purtroppo, la città sta vivendo un forte regresso civico e culturale, prima l’antisemitismo istituzionale e adesso l’omofobia. Segnali che suonano come una piena condanna per la fallimentare classe dirigente, totalmente inetta e arretrata. Vi è il concreto rischio che a Reggio Calabria rimanga l’odiosa macchia, alla stregua di un’indelebile onta, di città omofoba. Dobbiamo, pertanto, evitare con gesti concreti che ciò non accada. E’, quindi, necessario condurre, rapidamente, una forte azione culturale finalizzata al banale e semplice rispetto del prossimo contro ogni forma, inaudita e ripugnante, di discriminazione".

http://www.reggiotv.it/notizie/cronaca/ ... e-reazioni" onclick="window.open(this.href);return false;


l'intervento di Giuseppe Falcomatà mi sembra equilibrato, questo è raccapricciante in alcuni passaggi.
I "stortazzi " masculuni e bestie di turno ora son responsabilità della classe dirigente fallimentare? Che la classe dirigente possa essere fallita è un conto , ma che tri stortazzi, pseudo masculuni e bestie e le loro azioni siano conseguenza della classe dirigente è uan bestialità.
Che poi ci sia una parte della popolazione che prevarica, si sente dalla parte giusta, cafona e ignorante...e che vuole il due anche quando è palesemente in torto ....è una realtà che va combattuta ed estirpata. Non così però.

Non capiscono che o si cresce tutti insieme o con queste stupide e becere strumentalizzazioni si favoriscono questi trogloditi.

Non so se è stato scritto ma Arena ha dichiarato che il comune si costituirà parte civile, altro che inettitudine ed arretratezza.
Queste cose mi mandano in bestia, sono degli irrepsonsabili.
Se coloro che vincono le gare hanno certificati antimafia ma sono in strette relazioni con altre imprese sottoposte all'attenzione della mafia,tutte munite di certificazioni delle prefetture,allora è un problema diverso che non compete a me valutare. I.F.
Mariotta
Forumino Malato
Forumino Malato
Messaggi: 1400
Iscritto il: 12/05/2011, 19:24

doddi ha scritto:
Mariotta ha scritto:
cozzina1 ha scritto:STAMPAINVIA PER MAIL
CONTINUANO LE ATTESTAZIONI DI SOLIDARIETÀ
Aggressione Toscano, altre reazioni
REGGIO CALABRIA - "La squallida aggressione, prima verbale e poi fisica, subita da parte di un branco di imbecilli e la indegna umiliazione omofoba ricevuta da un sedicente ‘infermiere’ in servizio nel pronto soccorso degli Ospedali riuniti di Reggio Calabria, sono le due profondissime ferite che ha drammaticamente patito Claudio, un giovane gay reggino, al termine di una tranquilla serata che aveva trascorso in compagnia dei suoi amici". Lo afferma, in una nota, il segretario del Pdci di Reggio Calabria, Ivan Tripodi. "Gli sfregi subiti da Claudio - aggiunge - li consideriamo sfregi contro ognuno di noi perché offendono la società civile e la coscienza democratica della nostra città. Condanniamo il vile gesto e siamo affettuosamente vicini a Claudio e all’Arcigay reggina ‘I Due Mari’ che hanno immediatamente denunciato la duplice inaudita violenza. In tal senso, auspichiamo che vengano rapidamente identificati e, soprattutto, puniti sia gli autori della vile aggressione fisica che l’infermiere ospedaliero. La parte sana di Reggio, quella civile e accogliente che opera contro ogni forma di discriminazione e crede fermamente negli alti valori e principi espressi nella Costituzione repubblicana, si sente, ancora una volta, offesa, per un episodio ignobile e indegno che mortifica un’intera comunità". "Dal nostro punto di vista - dice ancora Tripodi - diciamo ad alta voce che Claudio non è solo. Accanto a lui ci siamo noi e vi è la stragrande maggioranza dei reggini, che sono lontani da una concezione violenta ed omofoba della vita. Purtroppo, la città sta vivendo un forte regresso civico e culturale, prima l’antisemitismo istituzionale e adesso l’omofobia. Segnali che suonano come una piena condanna per la fallimentare classe dirigente, totalmente inetta e arretrata. Vi è il concreto rischio che a Reggio Calabria rimanga l’odiosa macchia, alla stregua di un’indelebile onta, di città omofoba. Dobbiamo, pertanto, evitare con gesti concreti che ciò non accada. E’, quindi, necessario condurre, rapidamente, una forte azione culturale finalizzata al banale e semplice rispetto del prossimo contro ogni forma, inaudita e ripugnante, di discriminazione".

http://www.reggiotv.it/notizie/cronaca/ ... e-reazioni" onclick="window.open(this.href);return false;


l'intervento di Giuseppe Falcomatà mi sembra equilibrato, questo è raccapricciante in alcuni passaggi.
I "stortazzi " masculuni e bestie di turno ora son responsabilità della classe dirigente fallimentare? Che la classe dirigente possa essere fallita è un conto , ma che tri stortazzi, pseudo masculuni e bestie e le loro azioni siano conseguenza della classe dirigente è uan bestialità.
Che poi ci sia una parte della popolazione che prevarica, si sente dalla parte giusta, cafona e ignorante...e che vuole il due anche quando è palesemente in torto ....è una realtà che va combattuta ed estirpata. Non così però.

Non capiscono che o si cresce tutti insieme o con queste stupide e becere strumentalizzazioni si favoriscono questi trogloditi.

Non so se è stato scritto ma Arena ha dichiarato che il comune si costituirà parte civile, altro che inettitudine ed arretratezza.
Queste cose mi mandano in bestia, sono degli irrepsonsabili.


lo specifica Falcomatà nel suo comunicato.
Il dolore ci rimette in mezzo alle cose in modo nuovo.
Avatar utente
kurohata
Forumino Malato
Forumino Malato
Messaggi: 1465
Iscritto il: 11/05/2011, 21:04
Contatta:

"Arena ha dichiarato che il comune si costituirà parte civile"
dopo che succedono i fatti tutti si fanno una bella passerella, ma dove siete ogni giorno?
guarda un filo d'erba al vento e sentiti come lui. Ti passerà anche la rabbia
http://matteovalenti.weebly.com/meshare" onclick="window.open(this.href);return false;
Avatar utente
Regmi
Non c'è nenti!
Non c'è nenti!
Messaggi: 4234
Iscritto il: 11/05/2011, 16:55

Mariotta ha scritto:

l'intervento di Giuseppe Falcomatà mi sembra equilibrato, questo è raccapricciante in alcuni passaggi.
I "stortazzi " masculuni e bestie di turno ora son responsabilità della classe dirigente fallimentare? Che la classe dirigente possa essere fallita è un conto , ma che tri stortazzi, pseudo masculuni e bestie e le loro azioni siano conseguenza della classe dirigente è uan bestialità.
Che poi ci sia una parte della popolazione che prevarica, si sente dalla parte giusta, cafona e ignorante...e che vuole il due anche quando è palesemente in torto ....è una realtà che va combattuta ed estirpata. Non così però.
Io la interpreto in maniera diversa Mariotta.
Partendo dall’assunto che in politica la classe dirigente la scelgono i cittadini,
l’associazione antisemitismo/omofobia io la leggo come un “ i stortazzi masculazzi”* (cit.)sono talmente tanti da essere in grado di eleggere una maggioranza con % bulgare.
Sintetizzando, ben rappresentati e responsabili in primis del denunciato “regresso civico e culturale” (cit.)
:salut


* In quali luoghi/aree politiche si nutrono può sembrare un'altro discorso quando invece è l'altra faccia della stessa medaglia.
La speranza appartiene ai figli.
Noi adulti abbiamo già sperato e quasi sempre perso.
rca
Forumino Malatissimo
Forumino Malatissimo
Messaggi: 1950
Iscritto il: 03/05/2011, 10:12
Località: You can checkout any time you like, But you can never leave!

Regmi ha scritto:
Mariotta ha scritto:

l'intervento di Giuseppe Falcomatà mi sembra equilibrato, questo è raccapricciante in alcuni passaggi.
I "stortazzi " masculuni e bestie di turno ora son responsabilità della classe dirigente fallimentare? Che la classe dirigente possa essere fallita è un conto , ma che tri stortazzi, pseudo masculuni e bestie e le loro azioni siano conseguenza della classe dirigente è uan bestialità.
Che poi ci sia una parte della popolazione che prevarica, si sente dalla parte giusta, cafona e ignorante...e che vuole il due anche quando è palesemente in torto ....è una realtà che va combattuta ed estirpata. Non così però.
Io la interpreto in maniera diversa Mariotta.
Partendo dall’assunto che in politica la classe dirigente la scelgono i cittadini,
l’associazione antisemitismo/omofobia io la leggo come un “ i stortazzi masculazzi”* (cit.)sono talmente tanti da essere in grado di eleggere una maggioranza con % bulgare.
Sintetizzando, ben rappresentati e responsabili in primis del denunciato “regresso civico e culturale” (cit.)
:salut


* In quali luoghi/aree politiche si nutrono può sembrare un'altro discorso quando invece è l'altra faccia della stessa medaglia.
da te, proprio da te, la caddhara non me l' aspettavo...

si vede che non ho ancora impararato niente dalla vita.
E quindi? Ma poi, fondamentalmente...tu, chi cazzo sei? (cit.)
Avatar utente
Regmi
Non c'è nenti!
Non c'è nenti!
Messaggi: 4234
Iscritto il: 11/05/2011, 16:55

rca ha scritto:
Regmi ha scritto:
Mariotta ha scritto:

l'intervento di Giuseppe Falcomatà mi sembra equilibrato, questo è raccapricciante in alcuni passaggi.
I "stortazzi " masculuni e bestie di turno ora son responsabilità della classe dirigente fallimentare? Che la classe dirigente possa essere fallita è un conto , ma che tri stortazzi, pseudo masculuni e bestie e le loro azioni siano conseguenza della classe dirigente è uan bestialità.
Che poi ci sia una parte della popolazione che prevarica, si sente dalla parte giusta, cafona e ignorante...e che vuole il due anche quando è palesemente in torto ....è una realtà che va combattuta ed estirpata. Non così però.
Io la interpreto in maniera diversa Mariotta.
Partendo dall’assunto che in politica la classe dirigente la scelgono i cittadini,
l’associazione antisemitismo/omofobia io la leggo come un “ i stortazzi masculazzi”* (cit.)sono talmente tanti da essere in grado di eleggere una maggioranza con % bulgare.
Sintetizzando, ben rappresentati e responsabili in primis del denunciato “regresso civico e culturale” (cit.)
:salut


* In quali luoghi/aree politiche si nutrono può sembrare un'altro discorso quando invece è l'altra faccia della stessa medaglia.
da te, proprio da te, la caddhara non me l' aspettavo...

si vede che non ho ancora impararato niente dalla vita.
:scratch
Telegraficamente.

- Che tutto dipenda dalle nostre scelte elettorali lo scrivo da sempre, nessuna novità.
- Affermare che la classe politica sia lo specchio della società in cui si vive mi sembra di una tale ovvietà sulla quale, salvo il voler offendere la propria intellingenza, non è il caso di soffermarsi
- Come, dopo avermi letto, ai tuoi occhi possa essere apparsa la mitica "caddara" mi sfugge e ti sarei grato se mi offrissi una vocale.
- Per finire,tu come leggi le affermazioni oggetto dello disquisizione?


:salut[/quote]

PS -Chi ritiene di poter smettere di imparare può ritenersi intellettualmente (e non solo) finito. ...E' una costrizione, non si deve smettere mai.
La speranza appartiene ai figli.
Noi adulti abbiamo già sperato e quasi sempre perso.
rca
Forumino Malatissimo
Forumino Malatissimo
Messaggi: 1950
Iscritto il: 03/05/2011, 10:12
Località: You can checkout any time you like, But you can never leave!

Regmi ha scritto:
:scratch
Telegraficamente.

- Che tutto dipenda dalle nostre scelte elettorali lo scrivo da sempre, nessuna novità.
- Affermare che la classe politica sia lo specchio della società in cui si vive mi sembra di una tale ovvietà sulla quale, salvo il voler offendere la propria intellingenza, non è il caso di soffermarsi
- Come, dopo avermi letto, ai tuoi occhi possa essere apparsa la mitica "caddara" mi sfugge e ti sarei grato se mi offrissi una vocale.
- Per finire,tu come leggi le affermazioni oggetto dello disquisizione?

:salut
Altrettanto telegraficamente:

- Concordo ma fino ad un certo punto. Se io vedo che le mie scelte sono state disattese, vado e "mino pugno sul tavolo" ancora più forte se chi mi governa non è chi avevo scelto.
- A patto che non si facciano distinguo, altrimenti altro che intelligenza si offende.
- Anche più di una vocale, ma, correggendo il tiro, parlerei più di "trascinamento nella dialettica politica" che tutto fa tranne che bene
- Le leggo, parlando delle note stampa e simili, come strumentalizzazione della quale non sentivo la mancanza di un gesto inqualificabile. Semplificandole -con la giusta dose di provocazione, of course- sembra quasi che chiunque non appartenga all' area della sinistra sia necessariamente omofobo/ariano/suprematista/razzista.
E quindi? Ma poi, fondamentalmente...tu, chi cazzo sei? (cit.)
Avatar utente
Regmi
Non c'è nenti!
Non c'è nenti!
Messaggi: 4234
Iscritto il: 11/05/2011, 16:55

rca ha scritto:
Regmi ha scritto:
:scratch
Telegraficamente.

- Che tutto dipenda dalle nostre scelte elettorali lo scrivo da sempre, nessuna novità.
- Affermare che la classe politica sia lo specchio della società in cui si vive mi sembra di una tale ovvietà sulla quale, salvo il voler offendere la propria intellingenza, non è il caso di soffermarsi
- Come, dopo avermi letto, ai tuoi occhi possa essere apparsa la mitica "caddara" mi sfugge e ti sarei grato se mi offrissi una vocale.
- Per finire,tu come leggi le affermazioni oggetto dello disquisizione?

:salut
Altrettanto telegraficamente:

- Concordo ma fino ad un certo punto. Se io vedo che le mie scelte sono state disattese, vado e "mino pugno sul tavolo" ancora più forte se chi mi governa non è chi avevo scelto.
- A patto che non si facciano distinguo, altrimenti altro che intelligenza si offende.
- Anche più di una vocale, ma, correggendo il tiro, parlerei più di "trascinamento nella dialettica politica" che tutto fa tranne che bene
- Le leggo, parlando delle note stampa e simili, come strumentalizzazione della quale non sentivo la mancanza di un gesto inqualificabile. Semplificandole -con la giusta dose di provocazione, of course- sembra quasi che chiunque non appartenga all' area della sinistra sia necessariamente omofobo/ariano/suprematista/razzista.
Continuando ad usare il codice Morse.

- Più che protestare nelle sede dovute (compresa la piazza) e usare il più ancora efficace strumento del voto non si può.
Vale per chi non li ha mai votati e, ancor di più, per chi ingenuamente (mi è pure capitato di farlo) li ha appoggiati e a posteriori ha realizzato di aver posto la propria fiducia in mani sbagliate.

- I miei distinguo non li ho letti. Il tuoi tentativo di farlo (il tuo volerlo evidenziare lo considero tale) si.

- Nessuna dialettica ma un’attenta lettura delle ideologie (qualche pagina addietro qualcosina è stato postato) che, conseguentemente e troppo spesso, si traducono in fatti.

- La stragrande maggioranza dalla quale gli ingenui sono esclusi. Mi sono soffermato su una parte della nota priva di strumentalizzazioni... generalmente non mi interessano.

Per quanto riguarda la caddara apparsati, e dopo questo nostro ulteriore scambio, annoto la sua derubricazione in un miraggio.


:salut
La speranza appartiene ai figli.
Noi adulti abbiamo già sperato e quasi sempre perso.
Avatar utente
aquamoon
Forumino Malatissimo
Forumino Malatissimo
Messaggi: 2322
Iscritto il: 11/05/2011, 13:59

rca ha scritto: ... sembra quasi che chiunque non appartenga all' area della sinistra sia necessariamente omofobo/ariano/suprematista/razzista.
Quel "quasi", per quanto mi riguarda, lo si dovrebbe levare.
Non mi è parso che mezzarena si sia o abbia lontanamente fatto pensare ad una reprimenda per, tanto per mettere un po' di carbonella nella caddara, l'allora assessore tuccio.
D'altra parte basta rileggere gli innumerevoli topic su episodi di questo genere per rendersi conto che ogni volta, stavolta compresa, chi condanna è sempre di sinistra e chi fa dietrologia, spargendo coriandoli di cultura lombrosiana o, ancora peggio, avventurandosi in patetiche riproposizioni di antichi stilemi omnicomprensivi come se picchiare un gay potesse essere in qualche misura sovrapponibile ad una "sciarra" tra ragazzotti e non, come invece è, ad una aggressione a fondo omofobo...
è sempre di destra.
Non capisco la perplessità, essere fascisti non è, come qualcuno vorrebbe far credere, essere anticomunisti.
Lo si può essere da liberali, democristiani, repubblicani, persino socialisti. Non è l'anticomunismo che caratterizza l'essere fascisti è la riproposizione di un modello politico e comportamentale che per più di vent'anni è stato in "auge" in Europa e che, a scanso di equivoci, si è espresso in maniera chiara ed univoca su:
omosessuali,
razza ariana,
altre razze.
Non sembra così, è così.
Conosco diecine di fierissimi anticomunisti che però non esiterebbero un attimo a mettere la propria faccia per difendere un extra comunitario o un omosessuale.
Non mi aspetto nulla dai fascisti.
Se lo facessero, sarebbero costretti a "rivedersi" ed il revisionismo... come tante altre cose non appartiene alla cultura fascista.
Bada bene, non sto esprimendo un giudizio morale, sto semplicemente ricordando che destra e sinistra hanno nella loro cultura tratti culturali completamente diversi.
C'è una destra che ha sepolto definitivamente, sotto un generoso strato di naftalina, doppiopetto e fez (penso agli ex AN del terzo polo) e chi invece (penso al figlio del giudice tuccio) no.
C'è Bocchino e c'é Storace.
Da noi c'è una destra che ancora si gingilla con boiachimolla e piazza almirante.
Si! Quel "quasi" lo leverei del tutto.
:salut
Sventurata la terra che ha bisogno di eroi
Avatar utente
Demy182rc
Forumino Praticante
Forumino Praticante
Messaggi: 196
Iscritto il: 11/05/2011, 14:03

mi auto cito:
il piedistallo culturale autocostruito
Un Mito Non Muore Mai!

Foti su Tedesco: “Nessuna umiliazione, pensi di meno al ritorno economico”

dove c***o sta la vostra fantomatica rivoluzione liberale? la verità è che da 17 anni siete stati solo ed esclusivamente tanti M'BUCCALAPUNI
rca
Forumino Malatissimo
Forumino Malatissimo
Messaggi: 1950
Iscritto il: 03/05/2011, 10:12
Località: You can checkout any time you like, But you can never leave!

aquamoon ha scritto:
rca ha scritto: ... sembra quasi che chiunque non appartenga all' area della sinistra sia necessariamente omofobo/ariano/suprematista/razzista.
Quel "quasi", per quanto mi riguarda, lo si dovrebbe levare.

Si! Quel "quasi" lo leverei del tutto.
:salut
Prendo atto e, sempre se è concesso a chi non è di sinistra, dissento.
E quindi? Ma poi, fondamentalmente...tu, chi cazzo sei? (cit.)
Avatar utente
aquamoon
Forumino Malatissimo
Forumino Malatissimo
Messaggi: 2322
Iscritto il: 11/05/2011, 13:59

rca ha scritto:
aquamoon ha scritto:
rca ha scritto: ... sembra quasi che chiunque non appartenga all' area della sinistra sia necessariamente omofobo/ariano/suprematista/razzista.
Quel "quasi", per quanto mi riguarda, lo si dovrebbe levare.

Si! Quel "quasi" lo leverei del tutto.
:salut
Prendo atto e, sempre se è concesso a chi non è di sinistra, dissento.
:salut
Sventurata la terra che ha bisogno di eroi
Rispondi