Scopelliti: "Firmavo atti che non leggevo"

Notizie dal mondo e dalla città: curiosità, fatti, cronaca...

Moderatori: NinoMed, Bud, Lilleuro

sognatore82
Forumino Scelto
Forumino Scelto
Messaggi: 456
Iscritto il: 08/08/2011, 11:20
Località: gerace

Quando uno non studia e non legge anzi non ascolta ciò che legge l'errore è inevitabile


premetto che io ho la terza media e non scrivo sempre in italiano e quando m innervosisco parlo il diversamente italiano ma porca miseria io non lavoro per lo stato italiano

io non faccio proposte in italiondo o italcalabrese... qui non solo si suddiano mi leggunu ma pure sparte con i soldi delle tasse li danno a chi cazzo vogliono


qui la cultura della n'drangheta è effimera alla marea di ignoranza e di mal costume che abbiamo noi...


qui non solo leggono solo le carte delle 500 euro o i peli di nicchio che rende coglioni i maschi ma vbanno oltre... firmano tanto per firmare documenti con proventi delle TASSE


in danimarca si pagano 200 per cento di tasse ma i danesi hanno fatto prima i servizi non che prima paghiamo le tasse e poi devo vedere un coglione che vede 2 mignotte promette e poi fa il bigotto
a reggio calabria del comunismo è rimasto solo il pcl

la speranza vera ma misera rimane il 5 stelle !
reggino
Non c'è nenti!
Non c'è nenti!
Messaggi: 4512
Iscritto il: 12/05/2011, 19:30
Località: l'isola che non c'è

la cosa incredibile è la spontaneità con cui uno che ricopre incarichi importati,rilascia certe affermazioni.Io rimango allibito...
https://www.youtube.com/watch?v=-JQINuybHL4" onclick="window.open(this.href);return false;
sognatore82
Forumino Scelto
Forumino Scelto
Messaggi: 456
Iscritto il: 08/08/2011, 11:20
Località: gerace

reggino se ti dico che ci sono cose più gravi ma molto di più mi credi?


io spero di si e la cosa più disgustosa che uno che si sposa con la cugina o fa matrimoni combinati poi su telemia mi parla in campagna elettorale che non si possono fare discoteche nella locride perchè rovinano l'ambiente


CHI M AVI FOCU
a reggio calabria del comunismo è rimasto solo il pcl

la speranza vera ma misera rimane il 5 stelle !
Mariotta
Forumino Malato
Forumino Malato
Messaggi: 1400
Iscritto il: 12/05/2011, 19:24

Il_Molestatore ha scritto:Mi pare di avere inteso che Zoccali avesse detto - in precedente interrogatorio - che la Fallara andasse direttamente da Scopelliti per far firmare gli atti ma lo stesso (Scopelliti) ha negato tale circostanza.Tale ultima circostanza senbra essere stata avvalorata anche da altra persona ma Scopelliti ha continuato a negare.
Pare anche che la dott.ssa Fedora Squillaci abbia inoltrato una nota attraverso la quale evidenziava delle criticità circa la retribuzione assegnata alla Fallara ma Scopelliti ha affermato che la stessa nota si riferisse ad altro.
Lo stesso Labate è stato nominato sempre su proposta della Fallara.
E' ovvio che la controparte non può eccepire nulla (in quanto defunta) ma ci sono delle cose che non quadrano.

una delle cose che non quadra è l'osservazione di scopelliti sui problemi causati dal carattere della sig. Fallara, proprio lui che la conosceva da sempre e che avrebbe dovuto conoscerla bene. Osservazione relativa che, parlando di una defunta ,si poteva risparmiare perchè ininfluente alla propria difesa e alle indagini.
Il dolore ci rimette in mezzo alle cose in modo nuovo.
peas!
Forumino Scelto
Forumino Scelto
Messaggi: 525
Iscritto il: 12/05/2011, 21:05

doddi ha scritto:Quello scambio di sms tra Scopelliti e la Fallara sintetizza tutta la storia.
Lo scambio di sms è successivo alla conferenza di Naccari e Romeo: mi sembra affrettata, come sintesi.
peas!
Forumino Scelto
Forumino Scelto
Messaggi: 525
Iscritto il: 12/05/2011, 21:05

doddi ha scritto: Perchè persona di fiducia, estrema fiducia, con rapporti diretti e personali risalenti quasi a sin dalla nascita. Ma lo sanno tutti.
Guarda che gli atti "incriminati" non risalgono al secondo giorno di lavoro, al secondo mese o al secondo anno.
Ma se non c'è responsabilità amministrativa degli atti firmati "a propria insaputa" (viene da chiedersi perché, se non ne era responsabile, fosse tenuto a firmarli), non c'è neanche responsabilità politica sull'operato dei dirigenti nominati, che peraltro divenivano destinatari di "conferimento totale, perentorio, senza alcun tipo di limite, controllo e verifica"?
Avatar utente
Lixia
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 1734
Iscritto il: 11/05/2011, 13:25
Località: Boh!!! Attualmente zingarìo in Trentino!!!

aquamoon ha scritto:
suonatore Jones ha scritto:credo che sia una cosa grave e diffusissima.
Lo è,
è per questo che esiste la responsabilità politica.
Anche se amministrativi, per la natura stessa della loro origine, sono fatti politici.
I funzionari rispondono al sindaco e non hanno nessuna delega a firmare.
E' chi firma che se ne assume la responsabilità... sicuramente quella politica.
Tutto il resto è noia.
:salut

Scusa Aquamoon ma che intendi per responsabilità politica? te lo chiedo senza alcun intento polemico , anzi direi che leggo e rileggo quell' articolo di giornale , perchè su questo caso , depurata la mia mente da tutti i pregiudizi che posso avere sul governatore e su sul suo operato, cerco di farmi un idea puramente connessa alla liceità o meno e alla buona fede che lo stesso sostiene di aver avuto dei fatti , ovvero riferendomi all' art 21 dlgs 165/2001 rubricato "Responsabilita' dirigenziale" cerco di capire aldilà del pregiudizio se in effetti produrre un atto sottoposto a visto del Sindaco comporti una responsabilità in capo al Sindaco o in capo a chi ha prodotto l'atto .

Riassumendo se ho ben capito in tutti questi mesi che ho letto vari articoli, la Fallara era un consulente esterno dirigente del settore Finanze e Tributi che ha rappresentato il Comune di fronte alla Commissione tributaria, lo ha potuto fare perchè non era propriamente un dipendente comunale giusto?
e insomma per ste prestazioni il suo ufficio, quindi la responsabile del procedimento è lei, ha emesso la liquidazione di compensi per questa rappresentanza consistenti in cifre esorbitanti , circa 700 mila euro giusto?
Il Sindaco ha vistato il tutto , ecco, alla luce dell' art. del Decreto che ho sopra postato in teoria mi pare che da un punto di vista puramente giuridico la responsabilità dell' illecito è in capo alla dirigente. Però non saprei dire, ammetto la mia ignoranza,se si configura una corresponsabilità nell' illecito magari una corresponsabilità di natura colposa vista la buona fede , una sorta di negligenza nel firmare sulla fiducia , c'è qualche esperto di diritto amministrativo sul forum?
"Gli amici miei, ed in cui posso fidare, non vivon qui: si trovan lontano, al mio paese, come ogni altra cosa, signori, che mi può recar conforto".

Putrusinu ogni mineshra!

Immagine
Avatar utente
aquamoon
Forumino Malatissimo
Forumino Malatissimo
Messaggi: 2322
Iscritto il: 11/05/2011, 13:59

Lixia ha scritto:
Scusa Aquamoon ma che intendi per responsabilità politica? te lo chiedo senza alcun intento polemico , anzi direi che leggo e rileggo quell' articolo di giornale , perchè su questo caso , depurata la mia mente da tutti i pregiudizi che posso avere sul governatore e su sul suo operato, cerco di farmi un idea puramente connessa alla liceità o meno e alla buona fede che lo stesso sostiene di aver avuto dei fatti , ovvero riferendomi all' art 21 dlgs 165/2001 rubricato "Responsabilita' dirigenziale" cerco di capire aldilà del pregiudizio se in effetti produrre un atto sottoposto a visto del Sindaco comporti una responsabilità in capo al Sindaco o in capo a chi ha prodotto l'atto .

Riassumendo se ho ben capito in tutti questi mesi che ho letto vari articoli, la Fallara era un consulente esterno dirigente del settore Finanze e Tributi che ha rappresentato il Comune di fronte alla Commissione tributaria, lo ha potuto fare perchè non era propriamente un dipendente comunale giusto?
e insomma per ste prestazioni il suo ufficio, quindi la responsabile del procedimento è lei, ha emesso la liquidazione di compensi per questa rappresentanza consistenti in cifre esorbitanti , circa 700 mila euro giusto?
Il Sindaco ha vistato il tutto , ecco, alla luce dell' art. del Decreto che ho sopra postato in teoria mi pare che da un punto di vista puramente giuridico la responsabilità dell' illecito è in capo alla dirigente. Però non saprei dire, ammetto la mia ignoranza,se si configura una corresponsabilità nell' illecito magari una corresponsabilità di natura colposa vista la buona fede , una sorta di negligenza nel firmare sulla fiducia , c'è qualche esperto di diritto amministrativo sul forum?
Nessuno, che io sappia, ha chiesto a scopelliti di restituire, per esempio, le somme illecitamente percepite dalla fallara.
Nessuno, che io sappia, ha chiesto l'incriminazione dell'ex sindaco ora governatore, per aver taroccato i numeri dei bilanci attenzionati dalla Commissione d'accesso e dalla Procura.
Ciò che si chiede a scopelliti è semplicemente ciò che si chiederebbe a chiunque che, in buona o cattiva fede, nell'ambito delle proprie funzioni, avesse conferito a funzionari o elementi esterni, incarichi amministrativi i cui risultati danneggiano l'intera Amministrazione Comunale.
La fallara non è arrivata a dirigere la complessa macchina finanziaria del Comune... per caso.
E' arrivata perchè ce l'ha messa lui.
A me non interessa perchè, nè m'interessa se scopelliti sapesse o no dei magheggi della SUA dirigente.
Se sapeva, se ne occuperanno gli organi inquirenti.
A noi spetta formulare un giudizio politico attribuendo ai soggetti interessati le responsabilità inerenti alla funzione rappresentata.
Mandati, elargizioni, concessioni o dinieghi, venivano si, approntati dalla fallara ma sostanzialmente se privi della firma di scopelliti... valevano quanto una banconota da due euro.
La responsabilità di questi atti, certamente quella politica, non può che essere attribuita al sindaco in quanto unico organismo abilitato ad assumere decisioni... finali.
Il dirigente propone e sottopone, il sindaco valuta e approva o respinge...
assumendo su di sè onori ed oneri per quanto approvato o respinto.
Qualche giorno addietro il prof. Monti (attuale pres. del consiglio) ha respinto la proposta di ospitare le olimpiadi a Roma nel 2020.
Lo studio presentato dal Coni, evidentemente non l'ha convinto e non l'ha approvato.
Ricevuta la proposta, l'ha esaminata e l'ha respinta.
Questa è una classica decisione politica e chi la compie lo fa nel pieno esercizio delle sue funzioni che sono appunto quelle di amministrare politicamente
(Politica: scienza dell'amministrazione dello Stato o se si preferisce, sistema che si occupa di spendere i soldi pubblici nell'esclusivo interesse degli amministrati),
quanto introitato in termini di risorse finanziarie.
Credo sia superfluo aggiungere che gli indirizzi politici altro non sono che la cornice entro la quale muovere i flussi finanziari e che la cornice è competenza esclusiva del sindaco e dei SUOI assessori.
Scopelliti o sapeva o non sapeva.
Se sapeva è correo dei reati sin quì accertati.
Se non sapeva è un politico inaffidabile in quanto non vigile.
Quando (spero non avvenga mai) con la tua automobile investi un pedone e lo ammazzi,
non ha alcun senso dire che ti dispiace, che non l'hai fatto apposta e che non sapevi che quello voleva attraversare la strada.
La Legge ti giudicherà per omicidio, stabilendo se esso è premeditato, preterintenzionale o colposo.
Tre rappresentazioni, un unico reato: omicidio.
Chi guida è responsabile, chi è trasportato se palesemente conscio del, per esempio, stato d'ubriachezza del pilota... pure... se non strettamente da un punto di vista giuridico,
certamente da un punto di vista morale e la morale cos'è?
E' la cornice che delimita lo spazio della Politica, è quell'insieme di regole filosoficamente condivise che costituiscono le travi portanti di quell'impalcatura comunemente definita Stato.
Ai politici si chiede di amministrare in nome e per conto nostro,
affideresti i tuoi soldi ad un direttore di banca che non legge i mandati di pagamento?
Come reagiresti se scoprissi che i tuoi soldi sono spariti dal tuo conto perchè il direttore, distratto e pure ignorante (non sapeva cosa firmava), ha firmato un trasferimento di fondi dal tuo conto al... mio,
presentatogli da un cassiere?
Il cassiere (se ancora vivo) lo manderesti, credo, in galera...
e con il direttore che fai?
O lo cacciano o cambi banca...
credo.
:salut
Sventurata la terra che ha bisogno di eroi
Avatar utente
Lixia
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 1734
Iscritto il: 11/05/2011, 13:25
Località: Boh!!! Attualmente zingarìo in Trentino!!!

aquamoon ha scritto:
Lixia ha scritto:
Scusa Aquamoon ma che intendi per responsabilità politica? te lo chiedo senza alcun intento polemico , anzi direi che leggo e rileggo quell' articolo di giornale , perchè su questo caso , depurata la mia mente da tutti i pregiudizi che posso avere sul governatore e su sul suo operato, cerco di farmi un idea puramente connessa alla liceità o meno e alla buona fede che lo stesso sostiene di aver avuto dei fatti , ovvero riferendomi all' art 21 dlgs 165/2001 rubricato "Responsabilita' dirigenziale" cerco di capire aldilà del pregiudizio se in effetti produrre un atto sottoposto a visto del Sindaco comporti una responsabilità in capo al Sindaco o in capo a chi ha prodotto l'atto .

Riassumendo se ho ben capito in tutti questi mesi che ho letto vari articoli, la Fallara era un consulente esterno dirigente del settore Finanze e Tributi che ha rappresentato il Comune di fronte alla Commissione tributaria, lo ha potuto fare perchè non era propriamente un dipendente comunale giusto?
e insomma per ste prestazioni il suo ufficio, quindi la responsabile del procedimento è lei, ha emesso la liquidazione di compensi per questa rappresentanza consistenti in cifre esorbitanti , circa 700 mila euro giusto?
Il Sindaco ha vistato il tutto , ecco, alla luce dell' art. del Decreto che ho sopra postato in teoria mi pare che da un punto di vista puramente giuridico la responsabilità dell' illecito è in capo alla dirigente. Però non saprei dire, ammetto la mia ignoranza,se si configura una corresponsabilità nell' illecito magari una corresponsabilità di natura colposa vista la buona fede , una sorta di negligenza nel firmare sulla fiducia , c'è qualche esperto di diritto amministrativo sul forum?
Nessuno, che io sappia, ha chiesto a scopelliti di restituire, per esempio, le somme illecitamente percepite dalla fallara.
Nessuno, che io sappia, ha chiesto l'incriminazione dell'ex sindaco ora governatore, per aver taroccato i numeri dei bilanci attenzionati dalla Commissione d'accesso e dalla Procura.
Ciò che si chiede a scopelliti è semplicemente ciò che si chiederebbe a chiunque che, in buona o cattiva fede, nell'ambito delle proprie funzioni, avesse conferito a funzionari o elementi esterni, incarichi amministrativi i cui risultati danneggiano l'intera Amministrazione Comunale.
La fallara non è arrivata a dirigere la complessa macchina finanziaria del Comune... per caso.
E' arrivata perchè ce l'ha messa lui.
A me non interessa perchè, nè m'interessa se scopelliti sapesse o no dei magheggi della SUA dirigente.
Se sapeva, se ne occuperanno gli organi inquirenti.
A noi spetta formulare un giudizio politico attribuendo ai soggetti interessati le responsabilità inerenti alla funzione rappresentata.
Mandati, elargizioni, concessioni o dinieghi, venivano si, approntati dalla fallara ma sostanzialmente se privi della firma di scopelliti... valevano quanto una banconota da due euro.
La responsabilità di questi atti, certamente quella politica, non può che essere attribuita al sindaco in quanto unico organismo abilitato ad assumere decisioni... finali.
Il dirigente propone e sottopone, il sindaco valuta e approva o respinge...
assumendo su di sè onori ed oneri per quanto approvato o respinto.
Qualche giorno addietro il prof. Monti (attuale pres. del consiglio) ha respinto la proposta di ospitare le olimpiadi a Roma nel 2020.
Lo studio presentato dal Coni, evidentemente non l'ha convinto e non l'ha approvato.
Ricevuta la proposta, l'ha esaminata e l'ha respinta.
Questa è una classica decisione politica e chi la compie lo fa nel pieno esercizio delle sue funzioni che sono appunto quelle di amministrare politicamente
(Politica: scienza dell'amministrazione dello Stato o se si preferisce, sistema che si occupa di spendere i soldi pubblici nell'esclusivo interesse degli amministrati),
quanto introitato in termini di risorse finanziarie.
Credo sia superfluo aggiungere che gli indirizzi politici altro non sono che la cornice entro la quale muovere i flussi finanziari e che la cornice è competenza esclusiva del sindaco e dei SUOI assessori.
Scopelliti o sapeva o non sapeva.
Se sapeva è correo dei reati sin quì accertati.
Se non sapeva è un politico inaffidabile in quanto non vigile.
Quando (spero non avvenga mai) con la tua automobile investi un pedone e lo ammazzi,
non ha alcun senso dire che ti dispiace, che non l'hai fatto apposta e che non sapevi che quello voleva attraversare la strada.
La Legge ti giudicherà per omicidio, stabilendo se esso è premeditato, preterintenzionale o colposo.
Tre rappresentazioni, un unico reato: omicidio.
Chi guida è responsabile, chi è trasportato se palesemente conscio del, per esempio, stato d'ubriachezza del pilota... pure... se non strettamente da un punto di vista giuridico,
certamente da un punto di vista morale e la morale cos'è?
E' la cornice che delimita lo spazio della Politica, è quell'insieme di regole filosoficamente condivise che costituiscono le travi portanti di quell'impalcatura comunemente definita Stato.
Ai politici si chiede di amministrare in nome e per conto nostro,
affideresti i tuoi soldi ad un direttore di banca che non legge i mandati di pagamento?
Come reagiresti se scoprissi che i tuoi soldi sono spariti dal tuo conto perchè il direttore, distratto e pure ignorante (non sapeva cosa firmava), ha firmato un trasferimento di fondi dal tuo conto al... mio,
presentatogli da un cassiere?
Il cassiere (se ancora vivo) lo manderesti, credo, in galera...
e con il direttore che fai?
O lo cacciano o cambi banca...
credo.

:salut

grazie della risposta acqua , mi dai parecchi spunti di riflessione :thumleft
"Gli amici miei, ed in cui posso fidare, non vivon qui: si trovan lontano, al mio paese, come ogni altra cosa, signori, che mi può recar conforto".

Putrusinu ogni mineshra!

Immagine
Avatar utente
kurohata
Forumino Malato
Forumino Malato
Messaggi: 1465
Iscritto il: 11/05/2011, 21:04
Contatta:

"firmavo atti che non leggevo"...

poi? che altro?

:oo:
guarda un filo d'erba al vento e sentiti come lui. Ti passerà anche la rabbia
http://matteovalenti.weebly.com/meshare" onclick="window.open(this.href);return false;
Malaca
Forumino Scelto
Forumino Scelto
Messaggi: 612
Iscritto il: 14/05/2011, 9:57

Massimo CANALE: "TACEVA E DAVA LA COLPA A NOI"


http://www.recasi.it/Upload/29022012_quot05.pdf


SCOPELLITI DOVEVA DENUNCIARE


http://www.recasi.it/Upload/29022012_quot03.pdf



:salut
Avatar utente
Motociclista
Forumino Malatissimo
Forumino Malatissimo
Messaggi: 1795
Iscritto il: 11/05/2011, 19:51

aquamoon ha scritto: Nessuno, che io sappia, ha chiesto a scopelliti di restituire, per esempio, le somme illecitamente percepite dalla fallara.
Nessuno, che io sappia, ha chiesto l'incriminazione dell'ex sindaco ora governatore, per aver taroccato i numeri dei bilanci attenzionati dalla Commissione d'accesso e dalla Procura.
Ciò che si chiede a scopelliti è semplicemente ciò che si chiederebbe a chiunque che, in buona o cattiva fede, nell'ambito delle proprie funzioni, avesse conferito a funzionari o elementi esterni, incarichi amministrativi i cui risultati danneggiano l'intera Amministrazione Comunale.
La fallara non è arrivata a dirigere la complessa macchina finanziaria del Comune... per caso.
E' arrivata perchè ce l'ha messa lui.
A me non interessa perchè, nè m'interessa se scopelliti sapesse o no dei magheggi della SUA dirigente.
Se sapeva, se ne occuperanno gli organi inquirenti.
A noi spetta formulare un giudizio politico attribuendo ai soggetti interessati le responsabilità inerenti alla funzione rappresentata.
Mandati, elargizioni, concessioni o dinieghi, venivano si, approntati dalla fallara ma sostanzialmente se privi della firma di scopelliti... valevano quanto una banconota da due euro.
La responsabilità di questi atti, certamente quella politica, non può che essere attribuita al sindaco in quanto unico organismo abilitato ad assumere decisioni... finali.
Il dirigente propone e sottopone, il sindaco valuta e approva o respinge...
assumendo su di sè onori ed oneri per quanto approvato o respinto.
Qualche giorno addietro il prof. Monti (attuale pres. del consiglio) ha respinto la proposta di ospitare le olimpiadi a Roma nel 2020.
Lo studio presentato dal Coni, evidentemente non l'ha convinto e non l'ha approvato.
Ricevuta la proposta, l'ha esaminata e l'ha respinta.
Questa è una classica decisione politica e chi la compie lo fa nel pieno esercizio delle sue funzioni che sono appunto quelle di amministrare politicamente
(Politica: scienza dell'amministrazione dello Stato o se si preferisce, sistema che si occupa di spendere i soldi pubblici nell'esclusivo interesse degli amministrati),
quanto introitato in termini di risorse finanziarie.
Credo sia superfluo aggiungere che gli indirizzi politici altro non sono che la cornice entro la quale muovere i flussi finanziari e che la cornice è competenza esclusiva del sindaco e dei SUOI assessori.
Scopelliti o sapeva o non sapeva.
Se sapeva è correo dei reati sin quì accertati.
Se non sapeva è un politico inaffidabile in quanto non vigile.
Quando (spero non avvenga mai) con la tua automobile investi un pedone e lo ammazzi,
non ha alcun senso dire che ti dispiace, che non l'hai fatto apposta e che non sapevi che quello voleva attraversare la strada.
La Legge ti giudicherà per omicidio, stabilendo se esso è premeditato, preterintenzionale o colposo.
Tre rappresentazioni, un unico reato: omicidio.
Chi guida è responsabile, chi è trasportato se palesemente conscio del, per esempio, stato d'ubriachezza del pilota... pure... se non strettamente da un punto di vista giuridico,
certamente da un punto di vista morale e la morale cos'è?
E' la cornice che delimita lo spazio della Politica, è quell'insieme di regole filosoficamente condivise che costituiscono le travi portanti di quell'impalcatura comunemente definita Stato.
Ai politici si chiede di amministrare in nome e per conto nostro,
affideresti i tuoi soldi ad un direttore di banca che non legge i mandati di pagamento?
Come reagiresti se scoprissi che i tuoi soldi sono spariti dal tuo conto perchè il direttore, distratto e pure ignorante (non sapeva cosa firmava), ha firmato un trasferimento di fondi dal tuo conto al... mio,
presentatogli da un cassiere?
Il cassiere (se ancora vivo) lo manderesti, credo, in galera...
e con il direttore che fai?
O lo cacciano o cambi banca...
credo.
:salut
No comment.... :thumleft :salut
doddi
Non c'è nenti!
Non c'è nenti!
Messaggi: 4823
Iscritto il: 11/05/2011, 12:55
Località: 38°6′41″N 15°39′43″E

peas! ha scritto:
doddi ha scritto: Perchè persona di fiducia, estrema fiducia, con rapporti diretti e personali risalenti quasi a sin dalla nascita. Ma lo sanno tutti.
Guarda che gli atti "incriminati" non risalgono al secondo giorno di lavoro, al secondo mese o al secondo anno.
Ma se non c'è responsabilità amministrativa degli atti firmati "a propria insaputa" (viene da chiedersi perché, se non ne era responsabile, fosse tenuto a firmarli), non c'è neanche responsabilità politica sull'operato dei dirigenti nominati, che peraltro divenivano destinatari di "conferimento totale, perentorio, senza alcun tipo di limite, controllo e verifica"?
Se ci sia o meno responsabilità amministrativa non ne ho idea, davvero, l'unica cosa che colgo, in quanto riportato e letto, è la sua buona fede, per cui escludo quella "politica".
Se basta o non basta, per tutti, non ne ho idea.
Sono valutazioni personali.
I danni arrecati dalla Fallara devono essere quantificati, così come tutto il resto su cui dovrà relazionare la commissione d'accesso.
Già in passato avevamo avuto modo di vedere cosa accadeva presso gli uffici di Urbanistica.
Un sindaco ha un ruolo e responsabilità ben precise ma diventa difficile, per non dire impossibile, poter controllare e monitorare le migliaia dei singoli dipendenti e consulenti che lavorano per l'ente.

Nota a margine trovo singolare come adesso si invochi un rispetto ridotto al silenzio per la signora suicida, come accertato dalla magistratura, che non può non essere menzionata in quanto protagonista di queste vicende.
Se coloro che vincono le gare hanno certificati antimafia ma sono in strette relazioni con altre imprese sottoposte all'attenzione della mafia,tutte munite di certificazioni delle prefetture,allora è un problema diverso che non compete a me valutare. I.F.
army
Forumino Scelto
Forumino Scelto
Messaggi: 745
Iscritto il: 17/05/2011, 0:08

"i danni arrecati dalla fallara"....troppo comodo addossare tutto a una persona morta
io parlerei di danni da "modello reggio" o forse vogliamo far passare scopelliti e i suoi collaboratori come una massa di inetti che si facevano prendere in giro dalla fallara? :lol:
doddi
Non c'è nenti!
Non c'è nenti!
Messaggi: 4823
Iscritto il: 11/05/2011, 12:55
Località: 38°6′41″N 15°39′43″E

army ha scritto:"i danni arrecati dalla fallara"....troppo comodo addossare tutto a una persona morta
io parlerei di danni da "modello reggio" o forse vogliamo far passare scopelliti e i suoi collaboratori come una massa di inetti che si facevano prendere in giro dalla fallara? :lol:
I danni sono fatti da un soggetto specifico, non si autoproducono e di solito non sono collegiali a meno che non c'è associazione nel reato, perchè di reato si tratta.
Chiunque sia, vivo o morto, e ne risponde.
Oltre la Fallara, la vicenda "Urbanistica", presumo ce ne siano altri, ma a breve li certificheranno a quanto pare, non c'è che da attendere per avere cifre e nomi dei relativi autori.
Se coloro che vincono le gare hanno certificati antimafia ma sono in strette relazioni con altre imprese sottoposte all'attenzione della mafia,tutte munite di certificazioni delle prefetture,allora è un problema diverso che non compete a me valutare. I.F.
sognatore82
Forumino Scelto
Forumino Scelto
Messaggi: 456
Iscritto il: 08/08/2011, 11:20
Località: gerace

la responsabilità va sempre suddivisa e state certi che non è solo scopelliti il responsabile del sistema reggio...

scopelliti è un ignorante in un mare di ignoranti

IGNORANTE è COLUI CHE IGNORA

se poi parliamo di malvagità beh è un altro discorso, ma io se fossi stato lui una volta che mi fossi candidato a sindaco di reggio dovevo capire sia chi mi affiancava e sia chi faceva pubblicità ai miei affiancatori, lo so è un casino, ma lo dovrei pensare se mi candidassi un giorno
a reggio calabria del comunismo è rimasto solo il pcl

la speranza vera ma misera rimane il 5 stelle !
Avatar utente
L'innominato
Apprendista Forumino
Apprendista Forumino
Messaggi: 132
Iscritto il: 04/06/2011, 16:02

scopelliti troppe volte ha detto di non sapere nulla (caso fallara, al matrimonio dove si trovava un boss, consiglieri votati dalla ndragheta, ecc) :scratch
se sei così "turduni" perchè non ti stai a casa invece di governare?
CUNONMBOLIMISCIORBA!!!!
Rispondi