colonnello Giardina traccia lo schema della lobby mafiosa...

Notizie dal mondo e dalla città: curiosità, fatti, cronaca...

Moderatori: NinoMed, Bud, Lilleuro

Avatar utente
Regmi
Non c'è nenti!
Non c'è nenti!
Messaggi: 4234
Iscritto il: 11/05/2011, 16:55

fred2010 ha scritto: .........
Siamo talmente combinati male a Reggio che:
1.se parla un pentito (quando lo fa..) non gli crediamo perchè pensiamo vomiti verbali per salvarsi da sicure condanne;
2.se parla un ufficiale dei Ros non gli crediamo neanche perchè pensiamo che dica cose non supportate da fatti (?!?!?!? cchiu fatti chi si mangiaru Riggiu e gli appalti sono sempre in mano agli stessi soggetti).

PS indovinate quanti appalti avevano in corso Labate e i fratelli Barbieri? E se loro sapevano del meccanismo messo in piedi da Tino e avevano gli appalti, per proprietà transitiva.......
Nel quotare l'unica osservazione che mi sento di fare è la tempistica dell'esposizione.

Io, prima di metterla sul tavolo nella sua brutalità dirompente, avrei cercato una soluzione che potesse permettere agli innamorati di arrivarci da soli. 8-)
La speranza appartiene ai figli.
Noi adulti abbiamo già sperato e quasi sempre perso.
Avatar utente
Regmi
Non c'è nenti!
Non c'è nenti!
Messaggi: 4234
Iscritto il: 11/05/2011, 16:55

spiny79 ha scritto:se il dott. Gratteri verrà nominato ( come io spero vivamente ) procuratore capo di RC, allora finalmente scoperchierà il calderone e vedremo quanti politicanti, professinisti, colletti bianchi e reggini bene erano e sono tutt'ora a braccetto con le cosche di questa città...
Non voglio certo esprimere contrarietà ma solo ricordare che la grande stagione della procura Palermitana incominciò con l'avvento di un procuratore (Antonino Caponnetto :salut per chi lo avesse dimenticato) che veniva da lontano.
La speranza appartiene ai figli.
Noi adulti abbiamo già sperato e quasi sempre perso.
Mariotta
Forumino Malato
Forumino Malato
Messaggi: 1400
Iscritto il: 12/05/2011, 19:24

A Regmi:
Chissà chi è che manovra Giardina, che bravo burattinaio. Mi chiedo perchè sulle dichiarazioni di Giardina si tenti velatamente più o meno di instillare il tarlo del complotto e invece Pignatone è senza ombra di dubbio uno dei migliori d'Italia. All'ottusaggine non c'è rimedio purtroppo. Stesso vale per l'ignoranza. Ballano a braccetto un ballo ancora di moda.
Il dolore ci rimette in mezzo alle cose in modo nuovo.
Avatar utente
OronzoPugliese
Forumino Malatissimo
Forumino Malatissimo
Messaggi: 2432
Iscritto il: 11/05/2011, 12:57

Mariotta ha scritto:A Regmi:
Chissà chi è che manovra Giardina, che bravo burattinaio. Mi chiedo perchè sulle dichiarazioni di Giardina si tenti velatamente più o meno di instillare il tarlo del complotto e invece Pignatone è senza ombra di dubbio uno dei migliori d'Italia. All'ottusaggine non c'è rimedio purtroppo. Stesso vale per l'ignoranza. Ballano a braccetto un ballo ancora di moda.

Riporto uno stralcio di un articolo di oggi sul "Quotidiano della Calabria" a firma del bravo Peppe Baldessarro:


Al processo “Meta”, venerdì scorso non c’era un uomo qualsiasi, come dice il senatore Antonio Gentile, ma un alto ufficiale che ha ripercorso delle indagini, cosa che avviene in ogni procedimento che a dibattimento. Un uomo dello Stato quindi, che in quanto tale- ma vale per tutti i testimoni- giura di dire la verità e di non nascondere quanto è di sua conoscenza. Quando parla al Tribunale, dunque, risponde alla leggi dello Stato. Questo non significa dover prendere per oro colato qualsiasi cosa abbia detto lui o altri. Se ha detto il falso si proceda. Lo si accusi di falsa testimonianza, lo si denunci per diffamazione. Altrimenti si taccia. Una cosa non si può fare di certo, però. Non lo si può insultare dal podio della politica o di altre istituzioni. E non lo si può fare per due ragioni. La prima è una questione di stile, ammesso che ve ne sia ancora uno, e di rispetto per le istituzioni. La seconda,ancora più importante dal mio punto di vista, è che Giardina, da carabiniere, ammesso che ne abbia ancora voglia, non può rispondere. Un ufficiale dell’Arma non ha pulpiti su cui salire, né conferenze stampa da convocare. Tantomeno manifestazioni da indire. Lui, è un uomo dello Stato.
Ultima modifica di OronzoPugliese il 22/02/2012, 16:56, modificato 1 volta in totale.
Immagine
"Mister te sarà ti, muso de mona. Mi son el signor Nereo Rocco"
doddi
Non c'è nenti!
Non c'è nenti!
Messaggi: 4823
Iscritto il: 11/05/2011, 12:55
Località: 38°6′41″N 15°39′43″E

OronzoPugliese ha scritto:
Mariotta ha scritto:A Regmi:
Chissà chi è che manovra Giardina, che bravo burattinaio. Mi chiedo perchè sulle dichiarazioni di Giardina si tenti velatamente più o meno di instillare il tarlo del complotto e invece Pignatone è senza ombra di dubbio uno dei migliori d'Italia. All'ottusaggine non c'è rimedio purtroppo. Stesso vale per l'ignoranza. Ballano a braccetto un ballo ancora di moda.

Riporto uno stralcio di un articolo di oggi sul "Quotidiano della Calabria" a firma del bravo Peppe Baldassarro:


Al processo “Meta”, venerdì scorso non c’era un uomo qualsiasi, come dice il senatore Antonio Gentile, ma un alto ufficiale che ha ripercorso delle indagini, cosa che avviene in ogni procedimento che a dibattimento. Un uomo dello Stato quindi, che in quanto tale- ma vale per tutti i testimoni- giura di dire la verità e di non nascondere quanto è di sua conoscenza. Quando parla al Tribunale, dunque, risponde alla leggi dello Stato. Questo non significa dover prendere per oro colato qualsiasi cosa abbia detto lui o altri. Se ha detto il falso si proceda. Lo si accusi di falsa testimonianza, lo si denunci per diffamazione. Altrimenti si taccia. Una cosa non si può fare di certo, però. Non lo si può insultare dal podio della politica o di altre istituzioni. E non lo si può fare per due ragioni. La prima è una questione di stile, ammesso che ve ne sia ancora uno, e di rispetto per le istituzioni. La seconda,ancora più importante dal mio punto di vista, è che Giardina, da carabiniere, ammesso che ne abbia ancora voglia, non può rispondere. Un ufficiale dell’Arma non ha pulpiti su cui salire, né conferenze stampa da convocare. Tantomeno manifestazioni da indire. Lui, è un uomo dello Stato.
Il grassettato è riferito a chi? Baldessarro (con la E se non ricordo male) o Gentile?
Se coloro che vincono le gare hanno certificati antimafia ma sono in strette relazioni con altre imprese sottoposte all'attenzione della mafia,tutte munite di certificazioni delle prefetture,allora è un problema diverso che non compete a me valutare. I.F.
Avatar utente
OronzoPugliese
Forumino Malatissimo
Forumino Malatissimo
Messaggi: 2432
Iscritto il: 11/05/2011, 12:57

doddi ha scritto:
OronzoPugliese ha scritto:
Mariotta ha scritto:A Regmi:
Chissà chi è che manovra Giardina, che bravo burattinaio. Mi chiedo perchè sulle dichiarazioni di Giardina si tenti velatamente più o meno di instillare il tarlo del complotto e invece Pignatone è senza ombra di dubbio uno dei migliori d'Italia. All'ottusaggine non c'è rimedio purtroppo. Stesso vale per l'ignoranza. Ballano a braccetto un ballo ancora di moda.

Riporto uno stralcio di un articolo di oggi sul "Quotidiano della Calabria" a firma del bravo Peppe Baldessarro:


Al processo “Meta”, venerdì scorso non c’era un uomo qualsiasi, come dice il senatore Antonio Gentile, ma un alto ufficiale che ha ripercorso delle indagini, cosa che avviene in ogni procedimento che a dibattimento. Un uomo dello Stato quindi, che in quanto tale- ma vale per tutti i testimoni- giura di dire la verità e di non nascondere quanto è di sua conoscenza. Quando parla al Tribunale, dunque, risponde alla leggi dello Stato. Questo non significa dover prendere per oro colato qualsiasi cosa abbia detto lui o altri. Se ha detto il falso si proceda. Lo si accusi di falsa testimonianza, lo si denunci per diffamazione. Altrimenti si taccia. Una cosa non si può fare di certo, però. Non lo si può insultare dal podio della politica o di altre istituzioni. E non lo si può fare per due ragioni. La prima è una questione di stile, ammesso che ve ne sia ancora uno, e di rispetto per le istituzioni. La seconda,ancora più importante dal mio punto di vista, è che Giardina, da carabiniere, ammesso che ne abbia ancora voglia, non può rispondere. Un ufficiale dell’Arma non ha pulpiti su cui salire, né conferenze stampa da convocare. Tantomeno manifestazioni da indire. Lui, è un uomo dello Stato.
Il grassettato è riferito a chi? Baldessarro (con la E se non ricordo male) o Gentile?

A chi dovrebbe denunciare o tacere. Mi pare chiaro

Ho corretto la e, grazie
Immagine
"Mister te sarà ti, muso de mona. Mi son el signor Nereo Rocco"
Malaca
Forumino Scelto
Forumino Scelto
Messaggi: 612
Iscritto il: 14/05/2011, 9:57

REGGIO:

IMPROVVISA CONFERENZA STAMPA

CONVOCATA DAL GOVERNATORE SCOPELLITI





Speriamo ci liberi da questa agonia e si dimetta...
Avatar utente
OronzoPugliese
Forumino Malatissimo
Forumino Malatissimo
Messaggi: 2432
Iscritto il: 11/05/2011, 12:57

Malaca ha scritto: Speriamo ci liberi da questa agonia e si dimetta...

Immagine
Immagine
"Mister te sarà ti, muso de mona. Mi son el signor Nereo Rocco"
doddi
Non c'è nenti!
Non c'è nenti!
Messaggi: 4823
Iscritto il: 11/05/2011, 12:55
Località: 38°6′41″N 15°39′43″E

OronzoPugliese ha scritto:
doddi ha scritto:
OronzoPugliese ha scritto:
Riporto uno stralcio di un articolo di oggi sul "Quotidiano della Calabria" a firma del bravo Peppe Baldessarro:


Al processo “Meta”, venerdì scorso non c’era un uomo qualsiasi, come dice il senatore Antonio Gentile, ma un alto ufficiale che ha ripercorso delle indagini, cosa che avviene in ogni procedimento che a dibattimento. Un uomo dello Stato quindi, che in quanto tale- ma vale per tutti i testimoni- giura di dire la verità e di non nascondere quanto è di sua conoscenza. Quando parla al Tribunale, dunque, risponde alla leggi dello Stato. Questo non significa dover prendere per oro colato qualsiasi cosa abbia detto lui o altri. Se ha detto il falso si proceda. Lo si accusi di falsa testimonianza, lo si denunci per diffamazione. Altrimenti si taccia. Una cosa non si può fare di certo, però. Non lo si può insultare dal podio della politica o di altre istituzioni. E non lo si può fare per due ragioni. La prima è una questione di stile, ammesso che ve ne sia ancora uno, e di rispetto per le istituzioni. La seconda,ancora più importante dal mio punto di vista, è che Giardina, da carabiniere, ammesso che ne abbia ancora voglia, non può rispondere. Un ufficiale dell’Arma non ha pulpiti su cui salire, né conferenze stampa da convocare. Tantomeno manifestazioni da indire. Lui, è un uomo dello Stato.
Il grassettato è riferito a chi? Baldessarro (con la E se non ricordo male) o Gentile?

A chi dovrebbe denunciare o tacere. Mi pare chiaro

Ho corretto la e, grazie
Ripeto la domanda che, purtroppo, ancora non ci ho capito nulla. E la tua risposta non aiuta granchè visto che mancando l'originale non si capisce granchè.
Quello che tu evidenzi sono parole di Gentile o considerazioni del giornalista ?
merci
Se coloro che vincono le gare hanno certificati antimafia ma sono in strette relazioni con altre imprese sottoposte all'attenzione della mafia,tutte munite di certificazioni delle prefetture,allora è un problema diverso che non compete a me valutare. I.F.
doddi
Non c'è nenti!
Non c'è nenti!
Messaggi: 4823
Iscritto il: 11/05/2011, 12:55
Località: 38°6′41″N 15°39′43″E

http://www.strill.it/index.php?option=c ... &Itemid=86" onclick="window.open(this.href);return false;

NPSI: "Porsi domende su dichiarazioni Giardina"
Mercoledì 22 Febbraio 2012 16:32
Di seguito la nota diffusa dal Nuovo PSI

Il Nuovo PSI attraverso il Coordinatore Cittadino di Reggio Calabria Bruno Arichetta, non formula un semplice comunicato di solidarietà al Governatore Scopelliti, perché ciò poteva accadere tempo fa; ma, vuole proporre una riflessione propositiva, in quanto oggi non è più possibile girarsi dall’altro lato. Infatti, il sub-commissario regionale Massimo Lo Faro e i dirigenti di tutte le federazioni provinciali del Partito chiedono rispetto e dignità per un intera regione che in questi giorni è letteralmente affogata nei sospetti peggiori alimentati da un informativa sulla quale si intende imbastire un processo di piazza.
A Reggio possiamo parlare di miscela esplosiva o di confusione indotta. Le dichiarazioni del Colonnello Giardina, col rispetto dovuto alla divisa che porta e all’Arma dei Carabinieri, una delle FF AA orgoglio per tutti gli italiani, sembrano sempre più un mezzo di complemento delle opposizioni più che strumento finalizzato a ricercare dati di fatto incontrovertibili e veri.

Il Nuovo PSI pone le seguenti domande:
l’informativa dei Ros e le dichiarazioni del Colonnello sul Governatore Scopelliti sono state adeguatamente soppesate? Sono state fatte adeguate verifiche, prima di diffondere questo clamore attraverso i media? Vi sono elementi probatori accertati in un’ aula di tribunale? Perché determinati rapporti diventano di dominio pubblico anche quando non si arriva a formulare un’accusa?

Il Nuovo PSI, pertanto, invita tutti a non alimentare assurdi scontri istituzionali ed a ricordarsi che non si può assolutamente utilizzare un informativa per innescare un “tira e molla” e spaccare il sentimento pubblico dei cittadini, delegittimando e avvelenando la vita di un intera regione. Se c’è qualcuno che deve esprimere un giudizio questo è il magistrato. Ma, se il magistrato non si pronuncia con la formulazione di un’accusa come in questi anni, queste informative non posso essere utilizzate contro chiunque, al di fuori dell’attività investigativa e diventare il grimaldello di quanti non sono capaci di aver ragione politicamente.


Ufficio stampa NPSI Reggio Calabria
Se coloro che vincono le gare hanno certificati antimafia ma sono in strette relazioni con altre imprese sottoposte all'attenzione della mafia,tutte munite di certificazioni delle prefetture,allora è un problema diverso che non compete a me valutare. I.F.
Avatar utente
OronzoPugliese
Forumino Malatissimo
Forumino Malatissimo
Messaggi: 2432
Iscritto il: 11/05/2011, 12:57

doddi ha scritto: Ripeto la domanda che, purtroppo, ancora non ci ho capito nulla. E la tua risposta non aiuta granchè visto che mancando l'originale non si capisce granchè.
Quello che tu evidenzi sono parole di Gentile o considerazioni del giornalista ?
merci

La seconda che hai detto
Immagine
"Mister te sarà ti, muso de mona. Mi son el signor Nereo Rocco"
Avatar utente
Regmi
Non c'è nenti!
Non c'è nenti!
Messaggi: 4234
Iscritto il: 11/05/2011, 16:55

Mariotta ha scritto:A Regmi:
Chissà chi è che manovra Giardina, che bravo burattinaio. Mi chiedo perchè sulle dichiarazioni di Giardina si tenti velatamente più o meno di instillare il tarlo del complotto e invece Pignatone è senza ombra di dubbio uno dei migliori d'Italia. All'ottusaggine non c'è rimedio purtroppo. Stesso vale per l'ignoranza. Ballano a braccetto un ballo ancora di moda.
Il testo del bunga bunga riveduto e corretto rispetto alle nuove esigenze.
Dopo i Magistrati si è passati ai Carabinieri politicizzati.
La colonna sonora è invece rimasta immutata.

Pensa che finanche Gasparri, figlio e fratello di generali dell'Arma,
tradendo la centenaria fede per i Carabinieri a favore di qualcosa di effimero,
ha ritenuto opportuno adeguarsi al nuovo testo.
...Senza parole
La speranza appartiene ai figli.
Noi adulti abbiamo già sperato e quasi sempre perso.
doddi
Non c'è nenti!
Non c'è nenti!
Messaggi: 4823
Iscritto il: 11/05/2011, 12:55
Località: 38°6′41″N 15°39′43″E

OronzoPugliese ha scritto:
doddi ha scritto: Ripeto la domanda che, purtroppo, ancora non ci ho capito nulla. E la tua risposta non aiuta granchè visto che mancando l'originale non si capisce granchè.
Quello che tu evidenzi sono parole di Gentile o considerazioni del giornalista ?
merci

La seconda che hai detto
Per l'appunto mi pareva strano visto che il Senatore voleva organizzare addirittura una manifestazione.
Se coloro che vincono le gare hanno certificati antimafia ma sono in strette relazioni con altre imprese sottoposte all'attenzione della mafia,tutte munite di certificazioni delle prefetture,allora è un problema diverso che non compete a me valutare. I.F.
Avatar utente
Motociclista
Forumino Malatissimo
Forumino Malatissimo
Messaggi: 1795
Iscritto il: 11/05/2011, 19:51

Malaca ha scritto:ECCO LE INTERCETTAZIONI:

Complimenti vivissimi...


MODELLO CALABRIA style.


http://www.recasi.it/Upload/22022012_cal14.pdf
letto...
praticamente Giardina non ha fatto altro che una relazione su dette intercettazioni...non vedo nulla di strano,semmai Scopelliti e suo fratello dovrebbero per adesso preoccuparsi di dare congrue spiegazioni su tutti i passaggi registrati.
Scopelliti dice di essere estraneo alla vicenda?bene,si arresti suo fratello fin quando non racconta come stanno le cose...
Mi sembra una soluzione scontata in un paese democratico..
doddi
Non c'è nenti!
Non c'è nenti!
Messaggi: 4823
Iscritto il: 11/05/2011, 12:55
Località: 38°6′41″N 15°39′43″E

Motociclista ha scritto:
Malaca ha scritto:ECCO LE INTERCETTAZIONI:

Complimenti vivissimi...


MODELLO CALABRIA style.


http://www.recasi.it/Upload/22022012_cal14.pdf
letto...
praticamente Giardina non ha fatto altro che una relazione su dette intercettazioni...non vedo nulla di strano,semmai Scopelliti e suo fratello dovrebbero per adesso preoccuparsi di dare congrue spiegazioni su tutti i passaggi registrati.
Scopelliti dice di essere estraneo alla vicenda?bene,si arresti suo fratello fin quando non racconta come stanno le cose...
Mi sembra una soluzione scontata in un paese democratico..

La ricostruzione di Aldo Varano per mettere un pò di chiarezza davanti a questo " a ruota libera"


http://www.zoomsud.it/primopiano/28516- ... -meta.html" onclick="window.open(this.href);return false;

L’ANALISI. Scopelliti, il Consiglio, i carabinieri. L’incomprensibile pasticcio e il processo MetaMercoledì 22 Febbraio 2012 16:16 16


di ALDO VARANO - Gli attacchi che da più parti sono stati sferrati al colonnello Giardina ed alla sua deposizione nel processo Meta pongono alcuni interrogativi. Può l'ufficiale del Ros aver detto il falso? può aver mentito? Ovviamente è escluso. Stava testimoniando sotto giuramento, se avesse detto il falso i giudici ed il pubblico ministero lo avrebbero fermato, se si fosse discostato dai documenti processuali gli avrebbero detto o almeno fatto capire che rischiava una condanna, lo avrebbero zittito. Non è successo. Evidentemente le carte gli danno ragione o, meglio, Giardina ha soltanto raccontato ai giudici ciò che dalle carte emerge e risulta.

Questo vuol dire che Scopelliti, diciamolo brutalmente, è un colluso? Certo che no. Il Governatore non è un imputato del processo Meta, tanto che nessun suo legale era presente in aula per contestare le affermazioni del carabiniere. Di Scopelliti si è parlato in sua assenza (e, questo, è auspicabile non accada mai); in ogni caso nessun fatto di reato è stato raccontato o ricostruito.

Un mio amico che oltre le cose della politica capisce bene (anche) quelle dei tribunali, mi ha detto: «Fossi stato io al suo posto (di Scopelliti, ndr) avrei dichiarato: ‘Prendo atto della testimonianza del colonnello Giardina e lo ringrazio. Le sue affermazioni garantiscono la mia correttezza perché il contenuto di quelle intercettazioni, sicuramente vagliato attentamente dai magistrati, è risultato falso e privo di riscontri come dimostra il fatto che da lì non è partita alcuna iniziativa giudiziaria né contro di me né contro mio fratello’. Invece, ha fatto partire un’incomprensibile casino».

Difficile non essere d’accordo. A Parte qualche titolo enfatico virgolettati dei giornali e svolgimento della testimonianza non lasciano dubbi: il colonnello ha riferito il contenuto dei documenti, quasi sempre leggendo, tra l’altro già noti da un pezzo perfino alla Commissione nazionale antimafia come ha ricordato Baldessarro sul Quotidiano con ineccepibile ricostruzione.

Ma c’è chi invoca scuse, grida al complotto, chiede una dura lezione per Giardina. Il quale, ripetiamolo, ha raccontato ciò che aveva visto, i risultati delle indagini dei suoi uomini, le valutazioni che aveva operato su quei fatti e che sono agli atti.

Al di lá del merito della posizione di Scopelliti si avverte il disagio di una politica sull'orlo di una crisi nervosa. Forse è l’effetto del cumulo: due indagini in corso a carico dell'ex sindaco a Reggio, una terza appena avviata a Catanzaro, due consiglieri regionali arrestati per ndrangheta, un consigliere comunale di Reggio anche lui in galera e un altro sorpreso a parlare coi boss, l'accesso antimafia a palazzo San Giorgio, la vicenda Fallara che procede tra sussurri e indiscrezioni; francamente, ce ne è abbastanza per aver i nervi a fior di pelle e temere perfino ingiuste imboscate.

In più, la partenza del procuratore Pignatone potrebbe segnare un cambio di passo nelle strategie investigative, come sempre accade in casi del genere. Si potrebbero aprire spazi diversi per chi invoca da tempo un diverso approccio nell'affrontare i segnali della presenza ndranghetistica nella vita politica cittadina.

Giardina è un investigatore importante. Ha collezionato gli scalpi di Pasquale Condello, Peppe Morabito "tiradritto", Giuseppe e Gregorio Bellocco e tanti altri. A lui si deve il processo Meta e l'indagine su Multiservizi. Difficile pensare che parli a vanvera e che le sue testimonianze si discostino di un millimetro dalle sue carte il cui contenuto, ripetiamolo, non ha fatto partire indagini su Scopelliti in rapporto a questa vicenda.

E dunque perché tanta agitazione? A Scopelliti sono saltati i nervi? Difficile accettarlo. Perché quindi la ricerca di uno scontro che si prefigura come scontro istituzionale tra la Regione Calabria e l’Arma dei carabinieri destinato a peggiorare l’immagine della Calabria?

Diciamolo chiaramente: se Scopelliti anziché ai giornali, in Tv o dove vuole lui, farà in Consiglio regionale una relazione sul processo Meta sarà scontro istituzionale. Il Consiglio cosa potrebbe fare? Attaccare Giardina che ha reso testimonianza? Attaccherà il modo in cui è stata fatta l’indagine? Insomma, attaccherà un’indagine che non l’ha accusato di nulla e nel corso della quale non è mai stato indagato? Imbarazzante.

Certo, Scopelliti è il Governatore. Impersona la Calabria per esplicita investitura della maggioranza dei calabresi. L’informazione al Consiglio potrebbe quindi essere giustificata. Ma solo e soltanto se si vorrà dimostrare, da parte dell’intero Consiglio regionale, che è in atto un complotto che colpisce Scopelliti per picchiare la Calabria.

E’ curioso che l’opposizione abbia rinunciato a esercitare un’azione di buon senso per fermare l’esito disastroso di questa furia. Se in Calabria non si conoscesse Principe si potrebbe immaginare che col suo atteggiamento remissivo e accondiscendente abbia in realtà teso contro Scopelliti una trappola ben più feroce di quella che secondo l’on. Laratta avrebbe teso, sempre contro Scopelliti, l’on. Gentile.

Non so se il Pdl, in Calabria e a Roma, ha valutato attentamente cosa stia accadendo. Né si capisce se è tutto chiaro all’opposizione. Se c’è consapevolezza che si vuol sostenere che uno stimato ufficiale dell’Arma (stimato prima di tutto dall’Arma che fatica in queste ore a non intervenire in ossequio al servire e “ubbidir tacendo”) in combutta con un pezzo della destra reggina (che sparla di uno dei suoi, cioè Scopelliti) avrebbero teso un complotto il cui obiettivo è apparentemente incomprensibile. Paradossalmente, si potrebbe anche rovesciare il tavolo chiedendo chi, se e in che misura su quelle intercettazioni s’è indagato.

Se poi invece ci dovesse essere chi teme sviluppi giudiziari futuri e vuol costruire un fuoco di sbarramento in anticipo, la questione sarebbe diversa. Ma questa ipotesi viene qui avanzata per assurdo. Non c’è traccia di mormorii di questo tipo. C’è da stare tranquilli: siamo in una regione dove tutti sanno tutto di tutti con largo anticipo con buona pace della signora Omertà sulla cui poverina vengono di solito scaricate le cose che non si vogliono o non si riescono a fare.
Se coloro che vincono le gare hanno certificati antimafia ma sono in strette relazioni con altre imprese sottoposte all'attenzione della mafia,tutte munite di certificazioni delle prefetture,allora è un problema diverso che non compete a me valutare. I.F.
suonatore Jones

doddi ha scritto: «Fossi stato io al suo posto (di Scopelliti, ndr) avrei dichiarato: ‘Prendo atto della testimonianza del colonnello Giardina e lo ringrazio. Le sue affermazioni garantiscono la mia correttezza perché il contenuto di quelle intercettazioni, sicuramente vagliato attentamente dai magistrati, è risultato falso e privo di riscontri come dimostra il fatto che da lì non è partita alcuna iniziativa giudiziaria né contro di me né contro mio fratello’. Invece, ha fatto partire un’incomprensibile casino».

Difficile non essere d’accordo.

appunto. perchè non lo fa?

anche in passato, quando repubblica, seguita dopo da tutti, parlava del disastro dei bilanci di reggio e di scops, si diceva "dovrebbe querelarli". ma non lo fece mai, lasciando al pupazzo l'onere di dire che c'è un buco (io, doddi, aspetto la conferenza stampa di arena che tu avevi previsto e che sia corredata da scritti).

o scopelliti è una specie di gesucristo, o c'è qualcosa sotto. o no?
Avatar utente
Regmi
Non c'è nenti!
Non c'è nenti!
Messaggi: 4234
Iscritto il: 11/05/2011, 16:55

suonatore Jones ha scritto:
doddi ha scritto: «Fossi stato io al suo posto (di Scopelliti, ndr) avrei dichiarato: ‘Prendo atto della testimonianza del colonnello Giardina e lo ringrazio. Le sue affermazioni garantiscono la mia correttezza perché il contenuto di quelle intercettazioni, sicuramente vagliato attentamente dai magistrati, è risultato falso e privo di riscontri come dimostra il fatto che da lì non è partita alcuna iniziativa giudiziaria né contro di me né contro mio fratello’. Invece, ha fatto partire un’incomprensibile casino».

Difficile non essere d’accordo.

appunto. perchè non lo fa?

anche in passato, quando repubblica, seguita dopo da tutti, parlava del disastro dei bilanci di reggio e di scops, si diceva "dovrebbe querelarli". ma non lo fece mai, lasciando al pupazzo l'onere di dire che c'è un buco (io, doddi, aspetto la conferenza stampa di arena che tu avevi previsto e che sia corredata da scritti).

o scopelliti è una specie di gesucristo, o c'è qualcosa sotto. o no?
Senza contare che ai cittadini, esclusi quelli pazzamente innamorati, di tutta questa querelle istituzionale può fregare meno di niente.
Per maturare un giudizio politico, perchè quello dovrebbe essere messo al centro del confronto, gli atti giudiziari emersi bastano e avanzano.
...anche per quelli arrivati o che arriveranno dopo.
:salut
La speranza appartiene ai figli.
Noi adulti abbiamo già sperato e quasi sempre perso.
Mariotta
Forumino Malato
Forumino Malato
Messaggi: 1400
Iscritto il: 12/05/2011, 19:24

Regmi ha scritto:
Mariotta ha scritto:A Regmi:
Chissà chi è che manovra Giardina, che bravo burattinaio. Mi chiedo perchè sulle dichiarazioni di Giardina si tenti velatamente più o meno di instillare il tarlo del complotto e invece Pignatone è senza ombra di dubbio uno dei migliori d'Italia. All'ottusaggine non c'è rimedio purtroppo. Stesso vale per l'ignoranza. Ballano a braccetto un ballo ancora di moda.
Il testo del bunga bunga riveduto e corretto rispetto alle nuove esigenze.
Dopo i Magistrati si è passati ai Carabinieri politicizzati.
La colonna sonora è invece rimasta immutata.

Pensa che finanche Gasparri, figlio e fratello di generali dell'Arma,
tradendo la centenaria fede per i Carabinieri a favore di qualcosa di effimero,
ha ritenuto opportuno adeguarsi al nuovo testo.
...Senza parole
ogni famiglia ha la sua pecora nera, in qualcuna ce ne sono addirittura due :lol: (tipo la mia ad es :wink )
Il dolore ci rimette in mezzo alle cose in modo nuovo.
Paolino
Forumino Scelto
Forumino Scelto
Messaggi: 415
Iscritto il: 19/07/2011, 13:25

doddi ha scritto:http://www.strill.it/index.php?option=c ... &Itemid=86

NPSI: "Porsi domende su dichiarazioni Giardina"
Mercoledì 22 Febbraio 2012 16:32
Di seguito la nota diffusa dal Nuovo PSI

Il Nuovo PSI attraverso il Coordinatore Cittadino di Reggio Calabria Bruno Arichetta, non formula un semplice comunicato di solidarietà al Governatore Scopelliti, perché ciò poteva accadere tempo fa; ma, vuole proporre una riflessione propositiva, in quanto oggi non è più possibile girarsi dall’altro lato. Infatti, il sub-commissario regionale Massimo Lo Faro e i dirigenti di tutte le federazioni provinciali del Partito chiedono rispetto e dignità per un intera regione che in questi giorni è letteralmente affogata nei sospetti peggiori alimentati da un informativa sulla quale si intende imbastire un processo di piazza.
A Reggio possiamo parlare di miscela esplosiva o di confusione indotta. Le dichiarazioni del Colonnello Giardina, col rispetto dovuto alla divisa che porta e all’Arma dei Carabinieri, una delle FF AA orgoglio per tutti gli italiani, sembrano sempre più un mezzo di complemento delle opposizioni più che strumento finalizzato a ricercare dati di fatto incontrovertibili e veri.

Il Nuovo PSI pone le seguenti domande:
l’informativa dei Ros e le dichiarazioni del Colonnello sul Governatore Scopelliti sono state adeguatamente soppesate? Sono state fatte adeguate verifiche, prima di diffondere questo clamore attraverso i media? Vi sono elementi probatori accertati in un’ aula di tribunale? Perché determinati rapporti diventano di dominio pubblico anche quando non si arriva a formulare un’accusa?

Il Nuovo PSI, pertanto, invita tutti a non alimentare assurdi scontri istituzionali ed a ricordarsi che non si può assolutamente utilizzare un informativa per innescare un “tira e molla” e spaccare il sentimento pubblico dei cittadini, delegittimando e avvelenando la vita di un intera regione. Se c’è qualcuno che deve esprimere un giudizio questo è il magistrato. Ma, se il magistrato non si pronuncia con la formulazione di un’accusa come in questi anni, queste informative non posso essere utilizzate contro chiunque, al di fuori dell’attività investigativa e diventare il grimaldello di quanti non sono capaci di aver ragione politicamente.


Ufficio stampa NPSI Reggio Calabria
Bruno Arichetta, primo cugino di Scopelliti....
fotina
Apprendista Forumino
Apprendista Forumino
Messaggi: 54
Iscritto il: 22/07/2011, 14:53

Secondo me ci stiamo allontanando dal punto focale: ma Giardina parla ora perchè Pignatone è andato via?

Se così fosse i problemi sarebbero due: la scomoda presenza di un Presidente di Regione che si sarebbe dovuto dimettere già da un pezzo;
il fatto che se fino ad oggi il predetto Presidente non è stato colpito da provvedimento giudiziario, forse, dico forse, è dipeso da una "inconsapevole" SPONDA dal neo promosso Procuratore.
Rispondi