S.S.R.L. (Complimenti al governo).

Notizie dal mondo e dalla città: curiosità, fatti, cronaca...

Moderatori: Bud, NinoMed, Lilleuro

Rispondi
Avatar utente
ERIK LARSSON ©
Forumino Scelto
Forumino Scelto
Messaggi: 590
Iscritto il: 13/05/2011, 19:32

Si potrebbe sostenere che per la prima volta la locuzione “semplificata” rispecchia al realtà dei fatti.

Caratteristiche dei soci. È stato previsto che persone minori di anni 35 possono (con un euro di capitale) costituire una società a responsabilità limitata, senza dover richiedere l’intervento di un notaio (si tratta di un notevole cambio di direzione, se solo si nota che altre novità come il vincolo di destinazione ex art. 2645 ter c.c. e il patto di famiglia ex art. 768 ter c.c. richiedono, non la semplice forma sciritta, ma l'atto pubblico).

Costituzione.La società semplificata a responsabilità limitata può essere costituita con contratto o atto unilaterale, (quindi il socio può essere unico o vi può essere una pluralità di soci), ma soci possono essere solo persone fisiche (non giuridiche) e tali persone fisiche non devono aver compiuto i trentacinque anni di età alla data della costituzione.
Il limite di età è una delle caratteristiche della norma e della nuova Srl semplificata.

Forma dell'atto costitutivo. L’atto costitutivo deve essere redatto per scrittura privata, quindi, sicuramente non è richiesto l’atto pubblico, ma non è, neppure, richiesta (espressamente) la scrittura privata autenticata, questo dovrebbe far pensare che è stato completamente escluso (almeno in questa fase) dal procedimento di stipula dell'atto costitutivo il notaio (con il relativo costo), del resto la stessa legge prevede che l'ufficiale del registro deve accertare la sussistenza dei requisiti richiesti e procedere all'iscrizione entro il termine perentorio di quindici giorni1. Sembra che sia stato tutto demandato all’ufficio del registro.

Contenuto dell'atto costitutivo. Come ogni società anche la Srl semplificata deve avere un atto costitutivo il quale deve indicare :

1.il cognome, il nome, la data, il luogo di nascita, il domicilio, la cittadinanza di ciascun socio;
2.la denominazione sociale contenente l'indicazione di società semplificata a responsabilità limitata (quindi la denominazione tassativa sarà SRL semplificata) e il comune ove sono poste la sede della società e le eventuali sedi secondarie;
3.l'ammontare del capitale sociale non inferiore ad un euro sottoscritto e interamente versato alla data della costituzione. Questa è un’altra caratteristica della nuova Srl semplificata, il capitale sociale minimo è di un solo euro, ma non si esclude che i soci possano decidere di dotare la società di un capitale maggiore o più alto. È previsto che il conferimento deve farsi in denaro, per cui, almeno, al momento della costituzione sono escluse altre forme di conferimento (es. in natura);
4.l’oggetto sociale ex art. 2463 n. 3 c.c.; le quote di partecipazione di ciascun socio 2463 n. 6 c.c.; le norme relative al funzionamento della società, indicando quelle concernenti l'amministrazione, la rappresentanza ex art. 2463 n. 7 c.c.; le persone cui è affidata l'amministrazione e l'eventuale soggetto incaricato di effettuare la revisione legale dei conti ex art. 2463 n. 8 c.c.;
5.luogo e data di sottoscrizione (questo significa che l’atto costitutiva non deve essere sottoscritto – per forza – presso l’ufficio del registro.
Lo stesso decreto legge precede che il Ministero adotterà degli statuti standard onde facilitare la stipula di tali società ed evitare “clausole” anomale.

Procedimento di iscrizione. L'atto costitutivo deve essere depositato a cura degli amministratori entro quindici giorni presso l'ufficio del registro delle imprese nella cui circoscrizione è stabilita la sede sociale, allegando i documenti comprovanti la sussistenza delle condizioni previste dall'articolo 2329 c.c.2. (Si tratta di un richiamo limitato alle eventuali autorizzazioni necessarie per casi particolari, se si considera che lo stesso articolo 2463 bis c.c. prevede che il capitale sociale deve essere interamente sottoscritto e versato e il conferimento deve farsi in denaro).

L'iscrizione (forse sarebbe stato più corretto parlare di richiesta di iscrizione) è effettuata con unica comunicazione esente da diritti di bollo e di segreteria nella quale si dichiara il possesso dei requisiti di cui al presente articolo.

Compiti dell'ufficio del registro. L'ufficiale del registro deve accertare la sussistenza dei requisiti richiesti e procedere all'iscrizione entro il termine perentorio di quindici giorni. Si applica l'articolo 21893, da quanto detto sembra che l’unico documento autenticato debba essere la richiesta di iscrizione, (almeno questo si deduce dal richiamo all'art. 2189 c.c.) mentre per l'atto costitutivo e/o statuto è sufficiente solo la scrittura privata. Decorso inutilmente il termine indicato per l'iscrizione, il giudice del registro, su richiesta degli amministratori, verificata la sussistenza dei presupposti, ordina l'iscrizione con decreto.

Modifica statuto e trasferimento quote sociali. L’articolo regola anche alcuni elementi successivi alla costituzione della società, infatti, è previsto che il verbale di assemblea che modifica l'atto costitutivo è redatto per scrittura privata (è escluso espressamente l’atto pubblico e non è richiesta la scrittura privata autenticata) e si applicano i commi terzo e quarto (sembra) dell’art. 2463 bis c.c..

L'atto di trasferimento delle partecipazioni è redatto per scrittura privata ed è depositato entro quindici giorni a cura degli amministratori presso l'ufficio del registro delle imprese nella cui circoscrizione è stabilita la sede sociale.

Superamento dei 35 anni. La legge regola anche cosa accade nel momento in cui i soci superano l’età di 35 anni.

Quando il singolo socio perde il requisito d'età di cui al primo comma, se l'assemblea non delibera la trasformazione della società, è escluso di diritto e si applica in quanto compatibile l'articolo 2473-bis. Se viene meno il requisito di età in capo a tutti i soci gli amministratori devono, senza indugio, convocare l'assemblea per deliberare la trasformazione della società, in mancanza si applica l'articolo 2484 c.c., cioè la società si scioglie.

Salvo quanto previsto dall’art. 2463 bis c.c. si applicano alla società semplificata a responsabilità limitata, le disposizioni di questo capo in quanto compatibili.”.

Con decreto ministeriale emanato dal Ministro della Giustizia di concerto con il Ministro dell'Economia e delle Finanze e con il Ministro dello Sviluppo Economico, entro sessanta giorni dall'entrata in vigore della legge di conversione del presente decreto, viene tipizzato lo statuto standard della società e sono individuati i criteri di accertamento delle qualità soggettive dei soci.

http://www.fanpage.it/srl-semplificata- ... ce-civile/" onclick="window.open(this.href);return false;

Vorrei complimentarmi con il governo per l'intuizione che se da un lato agevola i giovani, dall'altro abbatte il costo notarile.

La domanda che vorrei porre al prof. Monti è: "Ma una società con un capitale di 1 euro, regolarmente versato, che si reca in banca a chiedere un fido (per i soliti annosi problemi della liquidità iniziale) quanto otterrà in termini di credito dalla stessa banca?"

La risposta potrebbe variare tra gli 0,20 centesimi e gli 0,50 centesimi.

Complimenti al governo Monti.
Immagine


http://www.youtube.com/watch?v=0hUrcGCQV1g" onclick="window.open(this.href);return false;
Avatar utente
citrosodina
Forumino Malato
Forumino Malato
Messaggi: 828
Iscritto il: 11/05/2011, 14:38

esistono forme di finanziamento agevolato per giovani e donne..
ma cmq... meglio l'immobilismo del predecessore? :fifi:
Avatar utente
ERIK LARSSON ©
Forumino Scelto
Forumino Scelto
Messaggi: 590
Iscritto il: 13/05/2011, 19:32

citrosodina ha scritto:esistono forme di finanziamento agevolato per giovani e donne..
ma cmq... meglio l'immobilismo del predecessore? :fifi:

E' una domanda abbastanza stupida questa. Cioè mi chiedi se è meglio lo scolaro che si avventura nel tema confondendo le e congiunzione dalle è verbo, oppure quello che capendo la propria ignoranza (non per sua colpa) se ne sta zitto???

La verità è che questo governo dei professori, il lavoro, quello specificatamente in cui "ci si fa il culo" non sa nemmeno cosa sia.
Immagine


http://www.youtube.com/watch?v=0hUrcGCQV1g" onclick="window.open(this.href);return false;
Avatar utente
citrosodina
Forumino Malato
Forumino Malato
Messaggi: 828
Iscritto il: 11/05/2011, 14:38

il senso del provvedimento è di incentivare in qualche modo i giovani a crearsi una possibilità, alleggerendoli dalle spese notabili e dai cavilli burocratici.. non mi sembra così male.

Quanto al suo predecessori.. beh... lo difendevi sempre e comunque, quindi..
iocupocumajocu
Forumino Praticante
Forumino Praticante
Messaggi: 152
Iscritto il: 16/05/2011, 16:15

non tutte le attività commerciali hanno bisogno di un prestito nella fase di start-up...
Avatar utente
ERIK LARSSON ©
Forumino Scelto
Forumino Scelto
Messaggi: 590
Iscritto il: 13/05/2011, 19:32

citrosodina ha scritto:il senso del provvedimento è di incentivare in qualche modo i giovani a crearsi una possibilità, alleggerendoli dalle spese notabili e dai cavilli burocratici.. non mi sembra così male.

Quanto al suo predecessori.. beh... lo difendevi sempre e comunque, quindi..
Vedi il senso del provvedimento è molto sottile. Vedo però che non lo riesci a cogliere.

E' un provvedimento teso a lasciare le cose cosi come sono, anzi ad agevolare il sistema bancario.

Tutti, quei "giovani" di cui parli si precipiteranno a fare una S.s.r.l. (personalmente ho già 5 richieste). Quando però si accorgeranno che le banche non finanziano l'attività (per avere un fido di 20.000 euro, la banca ti richiede garanzie per almeno il doppio della cifra) essendo nullatenenti, dovranno trovare eventuali fidejussori. E chi può essere l'ottimo fideiussore per un giovane di 35 anni nullatenente, se non il proprio genitore??? Pertanto le banche chiederanno al genitore la firma di una lettera fideiussoria nella quale lo stesso genitore, se il figlio risulta insolvente, dovrà garantire col proprio patrimonio personale. Nel 90% dei casi, l'oggetto della garanzia, è l' immobile abitativo familiare, altrimenti detto prima casa.
A questo punto fatte X le S.S.R.L. nate, prevedo che X/2 siano destinate a fallire, mentre X/3 quelle destinate a sopravvivere in sofferenza.

Il risultato sarà un aumento del già cospicuo patrimonio immobiliare bancario.

Grazie Professor Monti (da Unicredit, Banca Intesa, Istituto San Paolo....ecc....)

D'altro canto quelli che non cascheranno nel tranello e andranno da un notaio, per costituire una normale S.r.l. a capitale minimo di 10.000 euro, non è detto che non falliscano. In ogni caso il capitale minimo di una normale S.r.l. garantirà per una parte il fido bancario eventualmente stipulato, creando una differenza abissale e una concorrenza sleale tra soci di s.s.r.l. e soci di s.r.l., questi ultimi contratteranno il prezzo del denaro da due posizioni differenti e quindi con un potere contrattuale differente. Ecco che la liberalizzazione si trasforma in casta e sottocasta.

Il tutto si estrinseca con una semplice e chiarificatrice frase, ovvero: "che da che mondo è mondo i ricchi lo metteranno nel culo ai poveri".
Immagine


http://www.youtube.com/watch?v=0hUrcGCQV1g" onclick="window.open(this.href);return false;
Avatar utente
kurohata
Forumino Malato
Forumino Malato
Messaggi: 1465
Iscritto il: 11/05/2011, 21:04
Contatta:

mi pare ovvio, e mi pare ancora più ovvio che questo governo (come quello prima e come quello prima ancora, e come quello dopo) continua e perpetua nel capitalismo sfrenato. Il Fondo Monetario Internazionale ha deciso che tale modello va esteso a tutto il mondo e così tutto il mondo continuerà a fare.

Quindi se alcune scelte vi sembrano illogiche è perchè la logica seguita non è quella che mette al centro il benessere di tutti, la condivisione, il mutualismo, ma puntano a una società basata sull’egoismo e sulla competizione: questo è il modello capitalista e liberita.. indi percui tenitabbillu :D
guarda un filo d'erba al vento e sentiti come lui. Ti passerà anche la rabbia
http://matteovalenti.weebly.com/meshare" onclick="window.open(this.href);return false;
doddi
Non c'è nenti!
Non c'è nenti!
Messaggi: 4823
Iscritto il: 11/05/2011, 12:55
Località: 38°6′41″N 15°39′43″E

Se dovessi avere a che fare con una di queste società, a maggior ragione di questi tempi, pretenderei pagamento anticipato.
Non danno alcuna garanzia agli operatori sul mercato, e potrebbero essere utilizzate come degli strumenti per mettere in atto raggiri di ogni genere e grado.
Se coloro che vincono le gare hanno certificati antimafia ma sono in strette relazioni con altre imprese sottoposte all'attenzione della mafia,tutte munite di certificazioni delle prefetture,allora è un problema diverso che non compete a me valutare. I.F.
Avatar utente
Pickwick
Forumino Scelto
Forumino Scelto
Messaggi: 433
Iscritto il: 11/05/2011, 15:46

Non credo che queste nuove società andranno a favorire le banche come dice larson.
La banca non ha tutta questa voglia di acquisire patrimoni immobiliari da rivendere ad aste
ma in questo momento è molto più facile che non presti proprio nulla.
Il dubbio di Doddi invece lo trovo più realistico.
C'è comunque da dire che di questi periodi le garanzie vanno prese con tutti,
anzi il cliente migliore ( lo stato) mi sembra che sia quello che abbia più problemi,
percui la forma societaria non ha poi tutta questa importanza.
Le migliori garanzie le danno le aziende che rimango in piedi dopo tanti anni e si dimostarno
affidabili nel lavoro e solide al livello economico.
Accolgo comunque con piacere che la politica della semplificazione ( iniziata già da un paio di anni)
sta portando l'Italia ad essere ( sulla carta) sullo stesso piano delle altre nazioni europee.
Monti non sta facendo altro che realizzare i sogni di PD e PDL, quelli delle campagne elettorali, semplificazione e competività.
La differenza e che Monti lo sta facendo al contrario di PD e PDL che dicono di volerlo fare.
Mai visto un governo in soli 2 mesi fare tanto.
Avatar utente
ERIK LARSSON ©
Forumino Scelto
Forumino Scelto
Messaggi: 590
Iscritto il: 13/05/2011, 19:32

Pickwick ha scritto:Non credo che queste nuove società andranno a favorire le banche come dice larson.
La banca non ha tutta questa voglia di acquisire patrimoni immobiliari da rivendere ad aste
E' testè, accaduto ad un mio cliente, nella giornata di venerdi mattina. Srl attività ristorazione, non è rientrato dal fido la banca gli ha chiesto per il rientro 2 strade:

1) Finanziamento personale di uno dei soci con interessi da strozzinaggio

2) Instaurazione di ipoteca di primo grado su un immobile a loro scelta



(Il "credo che"......il "forse non è cosi"......o il "mi pare", nel mio caso e relativamente a questi argomenti, non sono attuabili, io vivo giornalmente la situazione reale....)


(Vivo la situazione reale....non quella immaginaria che vive il prof. Monti).
Immagine


http://www.youtube.com/watch?v=0hUrcGCQV1g" onclick="window.open(this.href);return false;
sognatore82
Forumino Scelto
Forumino Scelto
Messaggi: 456
Iscritto il: 08/08/2011, 11:20
Località: gerace

MI TROVO ASSOLUTAMENTE D'ACCORDO CON ERIK

Ora avanti con la modifica delle leggi

perchè una società è una società ed io non mi devo guardare anche dal dipendente che con una parola detta male mi fa passare guai
a reggio calabria del comunismo è rimasto solo il pcl

la speranza vera ma misera rimane il 5 stelle !
sognatore82
Forumino Scelto
Forumino Scelto
Messaggi: 456
Iscritto il: 08/08/2011, 11:20
Località: gerace

ahh l'etr ahh l'etr
a reggio calabria del comunismo è rimasto solo il pcl

la speranza vera ma misera rimane il 5 stelle !
Rispondi