Reddito minimo garantito

Notizie dal mondo e dalla città: curiosità, fatti, cronaca...

Moderatori: Bud, NinoMed, Lilleuro

Avatar utente
Regmi
Non c'è nenti!
Non c'è nenti!
Messaggi: 4234
Iscritto il: 11/05/2011, 16:55

doddi ha scritto:
Regmi ha scritto:
Per capirci meglio su quale sia il significato che attribuisco al termine qualunquista, che sovente viaggia accanto al demagogo, provo a dirti la mia:
Qualunquista è colui che tende a fare di tutta l’erba un fascio in quanto (pigrizia?) non interessato a sviscerare i problemi, non è allettato dal capirne la loro natura e complessità finalizzata alla ricerca di una sua soluzione o, più semplicemente, per maturare un’autonoma idea sganciata dal sentito dire, appresa al bar, su un qualsiasi quotidiano piuttosto che allo stadio.

Potrei fare tanti esempi spiccioli ma quello che si è letto in questo Topic credo sia più che sufficiente.
pincopallino ha scritto:

Io queste cose non le condividerò mai!
Sono d’accordo che un popolo ha le sue colpe ma non crederò mai che le sue colpe sono pari a quelle dei politici.
Non so se ho torto marcio ma non credo assolutamente che il mio vicino contadino abbia le stesse colpe di uno qualunque dei vari governati che ci ha appunto governato o che ci governa attualmente. Non crederò a ciò nemmeno se venissero le 10 persone più intelligenti del pianeta a spiegarmi che il mio vicino contadino ha le stesse colpe di uno qualunque degli onorevoli italiani.
Liberissimo di farlo Pinco resta il fatto, che è cosa ben diversa da un’opinione, che un qualsiasi cittadino può svolgere attività politica solo con il voto del contadino in questione, il quale, fermo restando che l’opera del delegato sia ritenuta poco o per niente meritevole, ha la sua bella dose di colpa che ci riconduce all'origine del male stesso.
A me sembra ovvio.
:salut
Ed è l'ovvio che fotte la gggente ....
Una volta conferita la delega per la durata del mandato l'interferenza può essere, anzi è nulla. La responsabilità derivante dal voto termina laddove inizia il comportamento disdicevole del politico.
Quanti sono coloro che scientemente votano il ladro o il lestofante?
Hanno il gagliardetto al bavero o il giubbino dell'anas addosso ?
Dove stà l'origine del male?

Riflettere plissss
:o.o:
Azzzz…E da quando la riflessione è diventato uno dei tuoi punti di forza?

Prima, e non a caso, ho accostato la figura del qualunquista al demagogo in quanto uno è speculare ai fini dell’altro e se se mi dovessi trovare nella poco piacevole posizione di raffigurare quel ruolo con un Nick tu saresti, senza ombra di dubbio alcuno e in similitudine con la Ferrari dell’era Schumacher, in pole position per mancanza di validi avversari.

Detto ciò, per tentare di farti “vedere” qualcosa che non si sente al bar dello sport, allo stadio o su qualche quotidiano qualunquista e populista al servizio/proprietà del demagogo di turno che tanto ami, faccio un piccolo ulteriore e amorevole sforzo ponendoti una banale domanda alla quale, memore delle tante nostre "battaglie" ove non siamo riusciti a dare un significato comune agli aggettivi ladro e lestofante intesi nella visione politica e non, come tu pensi e disquisisci da sempre, giuridica,
so già che non ci sarà risposta.
Considerando che nessuno acquista peso politico per caso, per grazia divina o per la lucentezza del suo giubbino e che tanti metaforici contadini lo hanno fatto, se per puro caso quel consigliere comunale che ha messo a disposizione del Boss gli uffici di palazzo S. Giorgio ti avesse chiesto il voto tu glie lo avresti dato?
Buona riflessione e attento ai ricorrenti rischi.


Ah!...Dimenticavo di dire una cosa importante.
Sviluppare la capacità di mettere in fila le cose è propedeutica alla riflessione.
La speranza appartiene ai figli.
Noi adulti abbiamo già sperato e quasi sempre perso.
Avatar utente
Motociclista
Forumino Malatissimo
Forumino Malatissimo
Messaggi: 1795
Iscritto il: 11/05/2011, 19:51

pincopallino ha scritto: E inoltre, senza polemica, non cercare di rigirare la frittata perchè quando tu dici che lo Stato deve garantire il lavoro "soprattutto" x i giovani significa che secondo te un 20enne ha precedenza su un 30enne o su un 40 enne e su questo non sono affatto d’accordo!
Quel “soprattutto ai giovani”, secondo il mio punto di vista, non andava scritto (e questa io non la considero “dittatura” ma, come la tua, un’opinione personale. Però, se tu dici “soprattutto” ai giovani, abbi pazienza ma quel “soprattutto” vuol dire “prima”! e questa non è un’opinione ma un dato di fatto, cioè un fatto commesso da te! Se dunque tu fai un’errata corrige allora è come se nulla fosse successo se invece ti senti aggredito dopo aver usato quel “soprattutto”, beh!, non ti aggredisco ma permettemi almeno di rifiutarlo con tutto me stesso). Ciao
:salut
doddi
Non c'è nenti!
Non c'è nenti!
Messaggi: 4823
Iscritto il: 11/05/2011, 12:55
Località: 38°6′41″N 15°39′43″E

Regmi ha scritto:
doddi ha scritto: Ed è l'ovvio che fotte la gggente ....
Una volta conferita la delega per la durata del mandato l'interferenza può essere, anzi è nulla. La responsabilità derivante dal voto termina laddove inizia il comportamento disdicevole del politico.
Quanti sono coloro che scientemente votano il ladro o il lestofante?
Hanno il gagliardetto al bavero o il giubbino dell'anas addosso ?
Dove stà l'origine del male?

Riflettere plissss
:o.o:
Azzzz…E da quando la riflessione è diventato uno dei tuoi punti di forza?

Prima, e non a caso, ho accostato la figura del qualunquista al demagogo in quanto uno è speculare ai fini dell’altro e se se mi dovessi trovare nella poco piacevole posizione di raffigurare quel ruolo con un Nick tu saresti, senza ombra di dubbio alcuno e in similitudine con la Ferrari dell’era Schumacher, in pole position per mancanza di validi avversari.

Detto ciò, per tentare di farti “vedere” qualcosa che non si sente al bar dello sport, allo stadio o su qualche quotidiano qualunquista e populista al servizio/proprietà del demagogo di turno che tanto ami, faccio un piccolo ulteriore e amorevole sforzo ponendoti una banale domanda alla quale, memore delle tante nostre "battaglie" ove non siamo riusciti a dare un significato comune agli aggettivi ladro e lestofante intesi nella visione politica e non, come tu pensi e disquisisci da sempre, giuridica,
so già che non ci sarà risposta.
Considerando che nessuno acquista peso politico per caso, per grazia divina o per la lucentezza del suo giubbino e che tanti metaforici contadini lo hanno fatto, se per puro caso quel consigliere comunale che ha messo a disposizione del Boss gli uffici di palazzo S. Giorgio ti avesse chiesto il voto tu glie lo avresti dato?
Buona riflessione e attento ai ricorrenti rischi.


Ah!...Dimenticavo di dire una cosa importante.
Sviluppare la capacità di mettere in fila le cose è propedeutica alla riflessione.
A proposito di riflessione prima di scrivere quel post in questa discussione ho a lungo riflettuto su ciò che avrei dovuto fare una volta letta la tua arzigogolata, come al solito, e scontata, come al solito, risposta infarcita dei soliti luoghi comuni, come al solito, a te tanto cari e le risposte erano: lo lascio fottere, lo mando a cacare.
Ho scelto la uno ... rimani pure dove sei a stò giro :okok:


p.s.: consiglio cibernetico, preparati un documento di word, mettici i fiorellini, le cornicette, i bordini, i fiocchetti, e fai copia incolla, tanto non se la sente nessuno, e soprattutto liberati 8-) , lascia perdere il politically correct che la bile che ti pervade, derivante dal vertignismo del tuo albergare sul pennone dell'empire state building, arriva lo stesso sul monitor... risparmiaci gli ombrelli plisssssss e soprattutto .....torna giuùùùùùùùù :beer:
Se coloro che vincono le gare hanno certificati antimafia ma sono in strette relazioni con altre imprese sottoposte all'attenzione della mafia,tutte munite di certificazioni delle prefetture,allora è un problema diverso che non compete a me valutare. I.F.
Avatar utente
Regmi
Non c'è nenti!
Non c'è nenti!
Messaggi: 4234
Iscritto il: 11/05/2011, 16:55

doddi ha scritto:
Regmi ha scritto:
doddi ha scritto: Ed è l'ovvio che fotte la gggente ....
Una volta conferita la delega per la durata del mandato l'interferenza può essere, anzi è nulla. La responsabilità derivante dal voto termina laddove inizia il comportamento disdicevole del politico.
Quanti sono coloro che scientemente votano il ladro o il lestofante?
Hanno il gagliardetto al bavero o il giubbino dell'anas addosso ?
Dove stà l'origine del male?

Riflettere plissss
:o.o:
Azzzz…E da quando la riflessione è diventato uno dei tuoi punti di forza?

Prima, e non a caso, ho accostato la figura del qualunquista al demagogo in quanto uno è speculare ai fini dell’altro e se se mi dovessi trovare nella poco piacevole posizione di raffigurare quel ruolo con un Nick tu saresti, senza ombra di dubbio alcuno e in similitudine con la Ferrari dell’era Schumacher, in pole position per mancanza di validi avversari.

Detto ciò, per tentare di farti “vedere” qualcosa che non si sente al bar dello sport, allo stadio o su qualche quotidiano qualunquista e populista al servizio/proprietà del demagogo di turno che tanto ami, faccio un piccolo ulteriore e amorevole sforzo ponendoti una banale domanda alla quale, memore delle tante nostre "battaglie" ove non siamo riusciti a dare un significato comune agli aggettivi ladro e lestofante intesi nella visione politica e non, come tu pensi e disquisisci da sempre, giuridica,
so già che non ci sarà risposta.
Considerando che nessuno acquista peso politico per caso, per grazia divina o per la lucentezza del suo giubbino e che tanti metaforici contadini lo hanno fatto, se per puro caso quel consigliere comunale che ha messo a disposizione del Boss gli uffici di palazzo S. Giorgio ti avesse chiesto il voto tu glie lo avresti dato?
Buona riflessione e attento ai ricorrenti rischi.


Ah!...Dimenticavo di dire una cosa importante.
Sviluppare la capacità di mettere in fila le cose è propedeutica alla riflessione.
A proposito di riflessione prima di scrivere quel post in questa discussione ho a lungo riflettuto su ciò che avrei dovuto fare una volta letta la tua arzigogolata, come al solito, e scontata, come al solito, risposta infarcita dei soliti luoghi comuni, come al solito, a te tanto cari e le risposte erano: lo lascio fottere, lo mando a cacare.
Ho scelto la uno ... rimani pure dove sei a stò giro :okok:


p.s.: consiglio cibernetico, preparati un documento di word, mettici i fiorellini, le cornicette, i bordini, i fiocchetti, e fai copia incolla, tanto non se la sente nessuno, e soprattutto liberati 8-) , lascia perdere il politically correct che la bile che ti pervade, derivante dal vertignismo del tuo albergare sul pennone dell'empire state building, arriva lo stesso sul monitor... risparmiaci gli ombrelli plisssssss e soprattutto .....torna giuùùùùùùùù :beer:

Boom!!!

Come volevasi dimostrare la risposta alla, tanto per stare nel target, volutamente semplice domanda non è arrivata.
Quando vuoi mi piacerebbe leggere quali, nello specifico, per te sarebbero i luoghi comuni che io classifico come fatti circonstanziati e provati anche se appena accennati.

Per il resto annoto che gli sforzi che fai verso la riflessione sono apprezzabili e tangibili in modo inversamente proporzionale alla perdita del tuo proverbiale aplomb.
Quello che ancora ti manca totalmente è la coerenza e la sopra citata capacità di mettere nel giusto ordine le cose....Ma forse è chiedere troppo
Comunque non mollare, insisti e vedrai che il cielo si aprirà ai tuoi occhi.
Nel frattempo continuerò a monitorare i tuoi progressi dagli scritti e, se ne avrò tempo e voglia, non mancherò di annotarne i miglioramenti.

:welcome:
baby




PS - non è che dopo il tuo primo "cordiale" quote ti aspettavi che porgessi l'altra guancia?
La speranza appartiene ai figli.
Noi adulti abbiamo già sperato e quasi sempre perso.
pincopallino
Forumino Scelto
Forumino Scelto
Messaggi: 763
Iscritto il: 23/05/2011, 9:30

http://www.dirittodicritica.com/2012/01 ... one-33613/" onclick="window.open(this.href);return false;
“………in realtà un salario minimo garantito strutturato con intelligenza può solo incentivare al lavoro. Infatti è sufficiente erogarlo solo a chi si iscrive alle liste di collocamento che dovranno funzionare da luogo virtuale di incontro tra domanda e offerta di lavoro. E chi usufruisce di questo reddito minimo dovrà accettare le offerte di lavoro proposte dalle agenzie di collocamento, per non incorrere in sanzioni fino all’annullamento del salario stesso”

“dovrà accettare le offerte di lavoro proposte dalle agenzie di collocamento”
d’accordissimo, purché però al posto del salario minimo garantito non ti venga offerto un lavoro di 350€ mensili per 50 ore settimanali !!!
Ma chi è che viene ad offrirti un Lavoro se fra un po’ inizieranno a licenziare anche i carabinieri e se ogni giorno decine di migliaia di occupati diventano disoccupati dalla sera alla mattina. Qui la maggioranza del popolo toccherà con mano la fame che i nostri nonni e i nostri genitori hanno sofferto in passato, con la sostanziale differenza che loro avevano un futuro davanti, adesso invece il futuro sta per finire. Ma voi altri vi guardate intorno o vivete dentro il castello del re col re ? Se non vivete col re dentro il suo castello e vi guardate intorno, non riuscite a intuire dove si andrà a finire di questo passo ? Vi rifiutate inconsciamente (per paura) anche solo di pensarlo o credete che sarà impossibile si arrivi a questa mia catastrofica “visione”? Faccio solo presente che fino a soli 60 giorni fa c’è stato il concretissimo rischio che lo stato italiano non potesse pagare le pensioni.
Ribadisco per l’ennesima volta, se le cose rimarranno così (ma la mia visione è che peggioreranno perché lavoro ce ne sarà sempre meno), aspettiamo il momento in cui non ci saranno più le pensioni degli anziani e poi si vedrà !!!
Sarà una grossa voragine che inesorabilmente si aprirà sempre più e trascinerà la maggior parte della popolazione a pane e acqua, i consumi saranno ridotti ai minimi termini, migliaia di commercianti dovranno abbassare le saracinesche – migliaia di fabbriche falliranno – la maggior parte dei bar/ristoranti/pizzerie non avranno più motivo di esistere - gli imbianchini non li chiamerà più nessuno ecc. ecc. ecc.
Spero soltanto che a quel punto crollerà almeno anche il mondo dorato di tutti i politici italiani. Almeno questo !!!
Avatar utente
Motociclista
Forumino Malatissimo
Forumino Malatissimo
Messaggi: 1795
Iscritto il: 11/05/2011, 19:51

pincopallino ha scritto:http://www.dirittodicritica.com/2012/01 ... one-33613/
“………in realtà un salario minimo garantito strutturato con intelligenza può solo incentivare al lavoro. Infatti è sufficiente erogarlo solo a chi si iscrive alle liste di collocamento che dovranno funzionare da luogo virtuale di incontro tra domanda e offerta di lavoro. E chi usufruisce di questo reddito minimo dovrà accettare le offerte di lavoro proposte dalle agenzie di collocamento, per non incorrere in sanzioni fino all’annullamento del salario stesso”

“dovrà accettare le offerte di lavoro proposte dalle agenzie di collocamento”
d’accordissimo, purché però al posto del salario minimo garantito non ti venga offerto un lavoro di 350€ mensili per 50 ore settimanali !!!
Ma chi è che viene ad offrirti un Lavoro se fra un po’ inizieranno a licenziare anche i carabinieri e se ogni giorno decine di migliaia di occupati diventano disoccupati dalla sera alla mattina. Qui la maggioranza del popolo toccherà con mano la fame che i nostri nonni e i nostri genitori hanno sofferto in passato, con la sostanziale differenza che loro avevano un futuro davanti, adesso invece il futuro sta per finire. Ma voi altri vi guardate intorno o vivete dentro il castello del re col re ? Se non vivete col re dentro il suo castello e vi guardate intorno, non riuscite a intuire dove si andrà a finire di questo passo ? Vi rifiutate inconsciamente (per paura) anche solo di pensarlo o credete che sarà impossibile si arrivi a questa mia catastrofica “visione”? Faccio solo presente che fino a soli 60 giorni fa c’è stato il concretissimo rischio che lo stato italiano non potesse pagare le pensioni.
Ribadisco per l’ennesima volta, se le cose rimarranno così (ma la mia visione è che peggioreranno perché lavoro ce ne sarà sempre meno), aspettiamo il momento in cui non ci saranno più le pensioni degli anziani e poi si vedrà !!!
Sarà una grossa voragine che inesorabilmente si aprirà sempre più e trascinerà la maggior parte della popolazione a pane e acqua, i consumi saranno ridotti ai minimi termini, migliaia di commercianti dovranno abbassare le saracinesche – migliaia di fabbriche falliranno – la maggior parte dei bar/ristoranti/pizzerie non avranno più motivo di esistere - gli imbianchini non li chiamerà più nessuno ecc. ecc. ecc.
Spero soltanto che a quel punto crollerà almeno anche il mondo dorato di tutti i politici italiani. Almeno questo
!!!
No comment siamo sulla stessa idea....triste purtroppo ma è la realtà
pincopallino
Forumino Scelto
Forumino Scelto
Messaggi: 763
Iscritto il: 23/05/2011, 9:30

Sai cos’è Moto?
È che secondo me alcuni non riescono a comprenderne la gravità;
altri credono che mai e poi mai si potrà ritornare ai tempi dei nostri nonni quando non esistevano persone in sovrappeso;
altri ancora riescono anche ad arrivarci ma, inconsciamente (probabilmente per paura) cercano di esorcizzare questo timore nascondendo la testa sotto la sabbia ed evitando di guardare in faccia la realtà (un po’ come chi non fa i controlli medici per paura che venga fuori qualcosa di brutto).
Io rimango convinto che se non ci sarà un totale cambiamento di rotta finirà a schifio anche per migliaia e migliaia di persone che adesso non immaginano nemmeno di poter finire col la m____ fino ai capelli. Secondo me sarà inevitabile, ci sarà un effetto a cascata che risparmierà poche persone.
Detto questo, in attesa che il governo Monti e quello che verrà fra un anno creino posti di lavoro per tutti (mi verrebbe più facile credere che un giorno potrò vedere le mucche volare) .................... che diano vita “prima di subito” a questo sacrosanto (ma insufficiente) reddito minimo di cittadinanza !!!
reggino
Non c'è nenti!
Non c'è nenti!
Messaggi: 4512
Iscritto il: 12/05/2011, 19:30
Località: l'isola che non c'è

pincopallino ha scritto: Spero soltanto che a quel punto crollerà almeno anche il mondo dorato di tutti i politici italiani. Almeno questo !!!
SU questo siamo d'accordo.Ma vedi che l'essere contrario al reddito minimo garantito,che in tanti sostengono,non sei il solo,non vuol dire non avere la minima percezione di quello che sta accadendo in Italia.Io piuttosto che avere i 300-500 euro al mese, per starmene sdraiato sul divano,voglio una società che incomincia a far fare tirocinio nelle imprese ai giovani universitari,voglio una società che investa sul lavoro,non nel fare tenere a casa i giovani e i meni giovani,voglio una società che anzichè agivolare,eviti i licenziamenti.E non credere che ci vogliono chissà quali soldi per fare questi provvedimenti,al contrario del reddito minimo garantito,che non solo è costoso per le casse dello Stato,ma non risolve nemmeno il problema della disoccupazione. :salut
Ultima modifica di reggino il 03/02/2012, 11:03, modificato 1 volta in totale.
https://www.youtube.com/watch?v=-JQINuybHL4" onclick="window.open(this.href);return false;
reggino
Non c'è nenti!
Non c'è nenti!
Messaggi: 4512
Iscritto il: 12/05/2011, 19:30
Località: l'isola che non c'è

pincopallino ha scritto:Sai cos’è Moto?
È che secondo me alcuni non riescono a comprenderne la gravità;
altri credono che mai e poi mai si potrà ritornare ai tempi dei nostri nonni quando non esistevano persone in sovrappeso;
altri ancora riescono anche ad arrivarci ma, inconsciamente (probabilmente per paura) cercano di esorcizzare questo timore nascondendo la testa sotto la sabbia ed evitando di guardare in faccia la realtà (un po’ come chi non fa i controlli medici per paura che venga fuori qualcosa di brutto).
Io rimango convinto che se non ci sarà un totale cambiamento di rotta finirà a schifio anche per migliaia e migliaia di persone che adesso non immaginano nemmeno di poter finire col la m____ fino ai capelli. Secondo me sarà inevitabile, ci sarà un effetto a cascata che risparmierà poche persone.
Detto questo, in attesa che il governo Monti e quello che verrà fra un anno creino posti di lavoro per tutti (mi verrebbe più facile credere che un giorno potrò vedere le mucche volare) .................... che diano vita “prima di subito” a questo sacrosanto (ma insufficiente) reddito minimo di cittadinanza !!!


E scusami tu fai un investimento enorme,per un provvedimento che tu stesso ritieni insufficicente???se io voglio fare un investimento di questa portata,devo avere almeno la convizione che mi porti dei frutti,altrimenti non lo faccio.
https://www.youtube.com/watch?v=-JQINuybHL4" onclick="window.open(this.href);return false;
doddi
Non c'è nenti!
Non c'è nenti!
Messaggi: 4823
Iscritto il: 11/05/2011, 12:55
Località: 38°6′41″N 15°39′43″E

Il processo sarà lungo ma l'obiettivo è chiaro: cercare di cambiare "l'italiano" ed il sistema Italia frutto di una serie infinita di compromessi.
Al momento sarà durissima dare risposte sullo stato sociale per mancaza di risorse.
Il percorso però è molto chiaro:
- Recupero gettito fiscale attraverso lotta all'evasione, corruzione, ecc....
- Abolizione art. 18
- Abilizione o forte limitazione della cassa integrazione.
- Abbattimento costi e addetti nella PA.
Con le risorse che rimarranno e che si libereranno creazione di un vero stato sociale
Se coloro che vincono le gare hanno certificati antimafia ma sono in strette relazioni con altre imprese sottoposte all'attenzione della mafia,tutte munite di certificazioni delle prefetture,allora è un problema diverso che non compete a me valutare. I.F.
pincopallino
Forumino Scelto
Forumino Scelto
Messaggi: 763
Iscritto il: 23/05/2011, 9:30

Regmi ha scritto: La colpa non è degli altri Moto (cioè Regmi intende dire che la colpa del disastro in cui si trova l’ Italia non è dei politici ma del “contadino” che votando questo o quel politico hanno fatto in modo che questo o quel politico potesse fare danni).
Infatti, Regmi sostine “Ergo l’origine dei mali siamo noi” (noi popolino contadino)
A ciò mi viene da rispondere: ma come Regmi !!!
Ho appena ascoltato Scopelliti sostenere di non avere colpe se la Fallara (chiamata direttamente da lui, ha fatto ciò che ha fatto) e non ha colpe se consiglieri regionali eletti dalla sua lista sono stati arrestati per ndragheta perché lui (Peppe) dice che non fa l’investigatore,
e tu ci vieni a dire che se l’ Italia e nella m_ _ _ _, la colpa è del contadino che non ha investigato (credi, anche avesse voluto, che avrebbe potuto farlo?) prima di dare o non dare la propria delega ? :o.o: :scratch :nonono:

Detto questo, rimango sempre più convinto della mia (stupida) idea, cioè non mi convincerò mai e poi mai (nemmeno se venissero le 10 persone più intelligenti del pianeta a spiegarmi il perché del contrario) che il mio vicino contadino ha le stesse colpe di uno qualunque degli onorevoli italiani.
pincopallino
Forumino Scelto
Forumino Scelto
Messaggi: 763
Iscritto il: 23/05/2011, 9:30

Reggino, permettimi una domanda secca:
- in attesa (almeno che tu non creda ciò possa avvenire nel mese di marzo 2012) di una società (italiana) che riduca la disoccupazione (e la ricerca della prima occupazione) al 2% (o allo zero%), tu, come agiresti nei confronti delle 18 persone (bada bene, non 20 o 30enni ma 40 e 50enni) che io conosco personalmente (ma se consideri tutta la nazione diventano milioni) e che ieri – oggi – domani – dopodomani stanno mangiando solo perché i genitori (anziani e con misere pensioni) possono offrirgli il pranzo e la cena ?

Considerando che ne conosco altri tre che non possono fare affidamento neppure nella pensione dei genitori, tu, oggi, a queste persone cosa diresti?: trovati un lavoro ? Emigra negli USA ? chiedi la carità? Vai a rubare? Abbi pazienza fin quando ci sarà lavoro per tutti ? sei fortunato perché tu puoi dimagrire mentre molti non ce la fanno? Vai in India dove ci sono guru che riescono a fare digiuni lunghi anche anni e fatevi insegnare come si fa?

Sinceramente, Reggino, mi vien da supporre che tu (buon per te) abbia un’età compresa fra i 19 ed i 23 anni e che pensi (giustamente) che di tempo davanti affinchè le cose cambino ancora ne hai, forse però ti sfugge il fatto che ci sono molte persone che di tempo non ne hanno più, ma non ne hanno più non da domani ma da ieri.
reggino ha scritto: se io voglio fare un investimento di questa portata (reddito minimo di cittadinanza),devo avere almeno la convinzione che mi porti dei frutti,altrimenti non lo faccio.
Perché, credi forse che aiutare migliaia e migliaia di persone ad uscire OGGI ed in parte (diciamo al 25 - 30 % ), dal loro stato di indigenza totale o quasi, non significhi dare frutti?
Sai, qualche giorno fa ho ascoltato un’intervista nella quale chiedevano ad un’anziana che percepiva la pensione minima se fosse favorevole alla reintroduzione della social card (40 miseri € al mese da scontare al supermercato per fare la spesa) e con mia grande sorpresa la signora ha detto che per lei sarebbero importantissimi (e non è stata la sola a dare una risposta simile); e tu invece mi vorresti dire che 500€ al mese per un padre che si trova in grossissime difficoltà non sarebbero importanti, che non darebbero frutto? (senza stare lì a ribadire l’ovvietà che per questo padre sarebbe molto meglio un lavoro! Lo so che sarebbe molto meglio un lavoro al posto del reddito minimo di cittadinanza, ma sarebbe meglio il lavoro se tu glielo dai oggi non se gli dici che bisogna cambiare le cose affinchè lui possa avere un lavoro nel 2020).
Ah! ecco! Ipotizziamo che tu sei ha digiuno da un mese e un uovo, OGGI, ti permettesse di poter vivere fino a domani e da domani poter poi mangiare normalmente e ti verrebbe chiesto: Reggino, vuoi un uovo oggi o una gallina e un milione di euro domani?
Tu cosa sceglieresti?
reggino ha scritto: E scusami tu fai un investimento enorme,per un provvedimento che tu stesso ritieni insufficiente???
Il provvedimento lo reputo insufficiente perché appunto la penso come te che non sarebbe la soluzione, ma se arriva un paziente in fin di vita al pronto soccorso che necessita di essere operato ma che prima di farlo bisogna arrestare un’emorragia, non si può dire: la soluzione è l’intervento e non l’arresto dell’emorragia e dunque non vale la pena sprecare tempo, fatica e denaro per prima arrestare la perdita di sangue.
Aggiungo infine che se in Europa il reddito minimo garantito manca solo in Italia ed in Grecia, probabilmente è il resto d’ Europa ad aver ragione nell’averlo fatto nascere e non l’Italia e la Grecia a negarlo !!!
Avatar utente
Regmi
Non c'è nenti!
Non c'è nenti!
Messaggi: 4234
Iscritto il: 11/05/2011, 16:55

doddi ha scritto:Il processo sarà lungo ma l'obiettivo è chiaro: cercare di cambiare "l'italiano" ed il sistema Italia frutto di una serie infinita di compromessi.
Al momento sarà durissima dare risposte sullo stato sociale per mancaza di risorse.
Il percorso però è molto chiaro:
- Recupero gettito fiscale attraverso lotta all'evasione, corruzione, ecc....
- Abolizione art. 18
- Abilizione o forte limitazione della cassa integrazione.
- Abbattimento costi e addetti nella PA.
Con le risorse che rimarranno e che si libereranno creazione di un vero stato sociale
Mperò :oo: … a grandi linee fai notevoli progressi e, come annunciato, lo annoto. :mrgreen:

Con l’eccezione dell’art 18, che a mio parere è stato buttato sul tavolo come merce di scambio pur se non c’azzecca per nulla con la partita in corso e sul termine, e solo su quello, abolizione della cassa integrazione che mi sembra una tua forzatura,
concordo.
Spazio per aumentare i ricavi attraverso la pressione fiscale non ne esistono più e l’unica percorribile strada è quella, oltre al primo punto, di razionalizzare le spese per il funzionamento della macchina statale nel suo insieme la quale assorbe quote mostruose in termini assoluti, % e in rapporto ai servizi offerti.

Sperando che alla fine di questa cura da “cavallo”,
somministrataci con le varie manovre correttive i cui effetti non si sono ancora pienamente dispiegati,
al Paese rimanga un po’ di fiato per stare in piedi e buttando lo sguardo in avanti la mia perplessità/timore è che una volta portata a termine l’opera per la quale questo governo tecnico è stato chiamato (il risanamento finanziario) i suoi successori interrompano il processo riprendendo lo scanzonato cammino precedente fatto di : maggiori ricavi = innalzamento delle spese improduttive.

:timido:
La speranza appartiene ai figli.
Noi adulti abbiamo già sperato e quasi sempre perso.
Avatar utente
Regmi
Non c'è nenti!
Non c'è nenti!
Messaggi: 4234
Iscritto il: 11/05/2011, 16:55

pincopallino ha scritto:
Regmi ha scritto: La colpa non è degli altri Moto (cioè Regmi intende dire che la colpa del disastro in cui si trova l’ Italia non è dei politici ma del “contadino” che votando questo o quel politico hanno fatto in modo che questo o quel politico potesse fare danni).
Infatti, Regmi sostine “Ergo l’origine dei mali siamo noi” (noi popolino contadino)
A ciò mi viene da rispondere: ma come Regmi !!!
Ho appena ascoltato Scopelliti sostenere di non avere colpe se la Fallara (chiamata direttamente da lui, ha fatto ciò che ha fatto) e non ha colpe se consiglieri regionali eletti dalla sua lista sono stati arrestati per ndragheta perché lui (Peppe) dice che non fa l’investigatore,
e tu ci vieni a dire che se l’ Italia e nella m_ _ _ _, la colpa è del contadino che non ha investigato (credi, anche avesse voluto, che avrebbe potuto farlo?) prima di dare o non dare la propria delega ? :o.o: :scratch :nonono:

Detto questo, rimango sempre più convinto della mia (stupida) idea, cioè non mi convincerò mai e poi mai (nemmeno se venissero le 10 persone più intelligenti del pianeta a spiegarmi il perché del contrario) che il mio vicino contadino ha le stesse colpe di uno qualunque degli onorevoli italiani.
Scusami Pincopallino, conoscendoci poco virtualmente non riesco ad afferrare quale sia il confine tra il serio e il faceto.

...O è tutto serio? :oo:
La speranza appartiene ai figli.
Noi adulti abbiamo già sperato e quasi sempre perso.
pincopallino
Forumino Scelto
Forumino Scelto
Messaggi: 763
Iscritto il: 23/05/2011, 9:30

Scusami tu Regmi ma …………….. sono io che non ho veramente (e minimamente) capito cosa mi stai chiedendo.
pincopallino
Forumino Scelto
Forumino Scelto
Messaggi: 763
Iscritto il: 23/05/2011, 9:30

Il Presidente Monti ha detto "Il nostro modello è la Danimarca"

Beh! sicuramente il Prof. Monti saprà che in Danimarca il reddito minimo garantito va dai 750 ai 1.200€ mensili (accompagnati da altre forme di sostegno per l’affitto, il riscaldamento, gli studi, i figli.)
Che inizi l’imitazione partendo proprio da qui !!!!
Avatar utente
Regmi
Non c'è nenti!
Non c'è nenti!
Messaggi: 4234
Iscritto il: 11/05/2011, 16:55

pincopallino ha scritto:Scusami tu Regmi ma …………….. sono io che non ho veramente (e minimamente) capito cosa mi stai chiedendo.
Beh se era tutto serio francamente risposte non ne ho
e non credo che di comprensibili ce ne possano essere.
:salut
La speranza appartiene ai figli.
Noi adulti abbiamo già sperato e quasi sempre perso.
reggino
Non c'è nenti!
Non c'è nenti!
Messaggi: 4512
Iscritto il: 12/05/2011, 19:30
Località: l'isola che non c'è

[quote="pincopallino"]Reggino, permettimi una domanda secca: in attesa (almeno che tu non creda ciò possa avvenire nel mese di marzo 2012) di una società (italiana) che riduca la disoccupazione (e la ricerca della prima occupazione) al 2% (o allo zero%), tu, come agiresti nei confronti delle 18 persone (bada bene, non 20 o 30enni ma 40 e 50enni) che io conosco personalmente (ma se consideri tutta la nazione diventano milioni) e che ieri – oggi – domani – dopodomani stanno mangiando solo perché i genitori (anziani e con misere pensioni) possono offrirgli il pranzo e la cena ?

quote]

L'ho già scritto prima tra il reddito minimo garantito e il niente(morire di fame)preferisco il reddito minimo garantito.Però se oggi si muore di fame,non è perchè non c'è il reddito minimo garantito,ma perchè sono stati fatti degli interventi in materia di lavoro,dal decreto san valenito,al pacchetto Treu,per finire alla legge Biagi,che hanno ucciso i diritti dei lavoratori,e ridotto drasticamente i salari e gli stipendi.E non solo,se oggi la gente muore di fame,è perchè siamo il Paese in cui c'è tantissima corruzione,evasione,molti sprechi,e perchè giustifichiamo,anzichè mandare a casa,i cattivi politici.Il problema di questa crisi,è molto più profondo e più serio,non vorrei che si facesse passare l'idea(non mi riferisco a te,che hai detto che questo provvedimento è insufficiente) che il reddito di cittadinanza,sia la salvezza di questo Paese.Anzi io penso che il reddito di cittadinanza,se verrà fatto,aumenterà la disoccupazione,perchè un giovane che non è sposato e non ha famiglia,magari si accontenta dei 500 euro,piuttosto che incominciare a trovare lavoro(per uno di 50 anni invece è già diverso...),e invece l'obiettivo di uno Stato deve andare nella direzione opposta,ovvero far lavorare subito le persone.Una buona cosa sarebbe già a 18 anni far far esperienza nelle imprese,ai giovani universitari,così una volta che si laureano sono già formati,competenti,e non avranno difficoltà a trovare a lavoro.Così ad esempio bisogna evitare che una impresa delocalizzi e licenzi,in Francia è uscita una sentenza qualche mese fa che in un certo senso vieta la delocalizzazione e rende più difficile il licenziamento,secondo me bisognerebbe fare questo anche in Italia,così quei tuoi amici non si trovano nella condizione in cui si trovano.Servono riforme dure e forti ma non nei confronti dei doboli,come fatto fino ad ora,perchè questo non è sintomo di coraggio,come molti dicono,ma anzi di vigliaccheria,coraggio c'è quando si attaccano i forti,e infatti vanno fatti provvedimenti contro le classi sociali più forti,che sono quelle che non hanno mai pagato,e anzi che hanno causato questa crisi.
https://www.youtube.com/watch?v=-JQINuybHL4" onclick="window.open(this.href);return false;
reggino
Non c'è nenti!
Non c'è nenti!
Messaggi: 4512
Iscritto il: 12/05/2011, 19:30
Località: l'isola che non c'è

pincopallino ha scritto:Il Presidente Monti ha detto "Il nostro modello è la Danimarca"

Beh! sicuramente il Prof. Monti saprà che in Danimarca il reddito minimo garantito va dai 750 ai 1.200€ mensili (accompagnati da altre forme di sostegno per l’affitto, il riscaldamento, gli studi, i figli.)
Che inizi l’imitazione partendo proprio da qui !!!!
Diciamo anche che in Danimarca le tasse le pagano tutti,ma proprio tutti.Noi qui abbiamo persino parlamentari che inneggiano all'evasione.
https://www.youtube.com/watch?v=-JQINuybHL4" onclick="window.open(this.href);return false;
pincopallino
Forumino Scelto
Forumino Scelto
Messaggi: 763
Iscritto il: 23/05/2011, 9:30

reggino ha scritto: Diciamo anche che in Danimarca le tasse le pagano tutti,ma proprio tutti.Noi qui abbiamo persino parlamentari che inneggiano all'evasione.
Diciamolo pure, non a bassa voce però ma a squarciagola !!!
Le due cose sono direttamente collegate, ecco perché il reddito minimo garantito in Italia non si avrà mai.
Speriamo almeno che quanto prima ci sarà lavoro per tutti.............. anche se personalmente continuo a credere che sarà più facile vedere le mucche volare.
E' interessante, cmq, leggere che: http://www.lettera43.it/economia/macro/ ... minimo.htm" onclick="window.open(this.href);return false;
Rispondi