Evasore totale arrestato a Monza

Notizie dal mondo e dalla città: curiosità, fatti, cronaca...

Moderatori: Bud, NinoMed, Lilleuro

Rispondi
Avatar utente
CALABRESE
Forumino Malato
Forumino Malato
Messaggi: 1144
Iscritto il: 13/05/2011, 14:12

Un appartamento in centro a Milano, una villa con piscina in Sicilia, un lussuoso yacht e una Harley Davidson del valore di 18 mila euro. La Guardia di Finanza ha arrestato un soggetto dall'alto tenore di vita, ma completamente sconosciuto al fisco. L'operazione nasce dalle indagini condotte dai militari del Gruppo della Guardia di Finanza di Monza, effettuate nell'ambito del fallimento della Distrel Spa, società di Bellusco (MB) dichiarata fallita dal Tribunale brianzolo, che avevano portato, in passato, già all'arresto di 6 persone per bancarotta fraudolenta, truffa e false fatturazioni.

Nel corso delle indagini veniva individuato Umberto R., ufficialmente residente a Lugano (Svizzera) ma, di fatto, domiciliato in un lussuoso appartamento nel centro di Milano (per il quale veniva versato un canone annuale di locazione di 50mila euro per il tramite di società fittizie), il quale si era precedentemente adoperato nella preliminare attività di acquisizione della società e dei prestanome da inserire ai vertici societari, mettendo a disposizione, grazie alla conoscenza di grossi manager di Istituti di Credito nazionali, i flussi finanziari per far fronte al pagamento delle prime tranches di denaro necessari per l'acquisto della società.

Peculiarità dell'uomo era quella di non comparire mai nelle compagini societarie esercitando abusivamente l'attività di mediatore finanziario/creditizio (in quanto cancellato dall'albo da parte della Banca d'Italia), intrecciando rapporti commerciali con numerosi imprenditori, anche di aziende di rilevanti dimensioni, dai quali riceveva ingenti importi di denaro che apparentemente venivano investite nel mercato dell'energia rinnovabile ma, di fatto, venivano esportate all'estero mediante sofisticate e complesse operazione bancarie. Nell'esercizio di tale attività emetteva regolari fatture, dichiarando la sede dell'attività senza però procedere alla dichiarazione e al versamento dell'IVA e delle imposte sui redditi quantificabili in diversi milioni di euro, sottraendo così a tassazione tutti i redditi percepiti, anche quelli derivanti dall'utilizzo illecito delle società da lui gestite.

Inoltre Umberto R. per sfuggire ai controlli del fisco, era solito dichiarare una serie di residenze fittizie al fine di non rendere facile la localizzazione sul territorio nazionale, utilizzando per l'apertura di conti correnti documenti d'identità fasulli. Tale artifizio gli ha permesso di creare una nuova identità virtuale, con la quale intraprendere nuove attività truffaldine.

Le indagini hanno permesso di sottoporre a sequestro una sontuosa villa con piscina, palestra e annesso fitness center, situata sul versante sud orientale della Sicilia, ad Ispica (RG), chiamata «Villa Giglio» e una moto Harley Davidson del valore di 18 mila euro. Dai controlli è inoltre emerso che il soggetto in questione aveva nella propria disponibilità un lussuoso yacht modello Ferretti 72, con annesso personale di bordo, intestato ad una società di comodo, una Porsche Panamera ed una Porsche Cayenne, intestate a società compiacenti.(affaritaliani.it)
"Preferisco che ci si abbracci quando si fa gol, evitando certe cose."
Rispondi