IL FUTURO CHE SI CHIAMA DONNA IN MANO A SUSANNA, ELSA, EMMA

Notizie dal mondo e dalla città: curiosità, fatti, cronaca...

Moderatori: Bud, NinoMed, Lilleuro

Rispondi
Paolo_Padano
Forumino Malatissimo
Forumino Malatissimo
Messaggi: 1986
Iscritto il: 11/05/2011, 13:02

Il futuro nostro e dei nostri figli, la pensione, la sopravvivenza e il benessere delle famiglie, sono affidati al dialogo/scontro fra tre donne di potere. Se aggiungiamo che il segretario generale del Senato si chiama Elisabetta Serafini, abbiamo un quadro e quartetto rosa. Ovviamente faccio il tifo per Susanna, partita tattica, la Fornero con l'art. 18 ad "arte" da piangente per pochi euro di mancata rivalutazioni delle pensioni sotto i 1000 euro improvvisamente ha indossato il maglione di marchionne e vuole far passare la facoltà di licenziare per giusta causa i lavoratori. Perchè ad arte, per spegnere gli echi su manova e pensioni ha lanciato il sasso dell'art. 18 che già il precedente governo aveva tirato in balllo.
Se consideriamo che la maggior parte delle aziende esistenti sono sotto i 15 dipendenti oggi non è prioritario modificare l'art. 18 per creare sviluppo anzi si peggiora la situazione già precaria senza lavoro. E' chiaro che questi professori potevano esssere sotituiti da semplici bidelli o aiutanti tencici di laboratorio, però bossi, calderoli, berlusconi, gelmini etc. seduti ai banchi del governo mi avevano assai disgustato, comprendo che Berlusconi tra bunga bunga e barzellette, colore con la bonanima di gheddafi era molto divertente, però anche quello con le orecchie a sventola quando lo vedo mi rilassa. Assisto con trepidazione all scontro tra donne, il proverbio dice donna=danno però non ci credo.
Lillu Fotti: "aundi ioca Spread cu cattu si mu rununu a paremetru zeru"
Lillu Foti: "non bogghiu 'nchinari poi mi rinnu chi vonnnu a squatra mi 'ndi sarbamu"
Rispondi