Calcioscommesse...il ritorno!

Tutto quello che riguarda le altre squadre di calcio e gli altri sport.

Moderatori: NinoMed, Bud, Lilleuro

Mariotta
Forumino Malato
Forumino Malato
Messaggi: 1400
Iscritto il: 12/05/2011, 19:24

nick ha scritto:
Paolo_Padano ha scritto:ci sono due livelli:
1) con il coinvolgimento dei calciatori
2) dove non si arriva con i calciatori che non ci stanno a falsare le partite, con i dirigenti
Che tristezza :sad: in ogni caso il 50 per cento delle partite di ogni campionato sono taroccate


io penso che il 50 sia una percentuale al ribasso.

Detto ciò si dovrebbe obbligare certa gente a restituire quanto guadagnato illegalmente, e , risarcire chi invece per la propria fede calcistica si è sobbarcato km e km spendendo tempo e denaro,avvelenandosi magari il fegato, nonchè lasciando magari per strada anche la pelle.
E il Mantova che l'anno relativo alle combine confessate da Gervasoni retrocesse per tre punti scomparendo dal calcio professionistico con il successivo fallimento?
Schifosi.
Il dolore ci rimette in mezzo alle cose in modo nuovo.
reggina D-I
Forumino Malatissimo
Forumino Malatissimo
Messaggi: 1566
Iscritto il: 11/05/2011, 14:58

E' sempre divertente comunque leggere che come spunta la luna dal monte non si aspetta nemmeno che faccia luce che già si dica che illumina più del sole (che poi sia la luce del sole stesso di rimbalzo chissenefotte)

Fino ad ora, ripeto fino ad ora, pare che tutta la gestione di Grosseto Reggina sia appesa su 4 casacche e tutte bianco rosse... ma qui si è già letta in qualcuno la felicità per la colpevolezza amaranto...

In seguitò si scoprirà che a Reggio, l'aria dello stretto porta con sè enormi quantità di germi del paragnottismo... ma per ora ci si gode la lettura delle pagine precedenti e delle sentenze auspicate...

http://www.youtube.com/watch?v=lnBzV4vCwr0
Ultima modifica di reggina D-I il 26/12/2011, 22:47, modificato 1 volta in totale.
Uno solo ho visto in vita mia che MAI, non quasi mai ma proprio MAI, capisce ciò che legge! Il vero guaio per lui, spettacolo per gli altri, è che poi scrive e a tutti si mostra nella tragica evidenza!!! :PPP
Avatar utente
kimba
Forumino Malato
Forumino Malato
Messaggi: 1027
Iscritto il: 11/05/2011, 13:56

felice natale a doni and friends
che oggi ritornano a casa
Avatar utente
OronzoPugliese
Forumino Malatissimo
Forumino Malatissimo
Messaggi: 2432
Iscritto il: 11/05/2011, 12:57

Immagine


http://www.youtube.com/watch?v=wozQtfhnI5k" onclick="window.open(this.href);return false;
Immagine
"Mister te sarà ti, muso de mona. Mi son el signor Nereo Rocco"
beppe93
Apprendista Forumino
Apprendista Forumino
Messaggi: 78
Iscritto il: 11/05/2011, 14:28

Secondo quanto è trapelato dagli interrogatori Doni avrebbe detto di aver combinato le partite solo per "amore" verso l'atalanta, queste affermazioni sono gravissime e confermerebbero come la società sapesse del suo "operato" fuori dal campo...è vergognoso...
Sinceramente penso sempre che se fosse stata la reggina sarebbe già sparita dal calcio italiano....
suonatore Jones

c'è già il topic. ad ogni modo, dichiarazioni vergognose.
reggina D-I
Forumino Malatissimo
Forumino Malatissimo
Messaggi: 1566
Iscritto il: 11/05/2011, 14:58

Io per Doni sarei curioso di sapere cosa ne pensa la folla atalantina...

quando in estate fu "tirato in ballo" si professò totalmente innocente ed estraneo a tal punto che tutti presero le sue difese e lui continuò, nonostante la squalifica ad allenarsi con la squadra...

La cosa è simpatica perchè gli atalantini sono rimasti fottuti due volte da mister mentino e si sono pure esposti non poco in sua difesa...
Uno solo ho visto in vita mia che MAI, non quasi mai ma proprio MAI, capisce ciò che legge! Il vero guaio per lui, spettacolo per gli altri, è che poi scrive e a tutti si mostra nella tragica evidenza!!! :PPP
Avatar utente
spirito libero
Non c'è nenti!
Non c'è nenti!
Messaggi: 4101
Iscritto il: 11/05/2011, 13:24

tirati in ballo anche Buffon , Gattuso e Cannavaro...

http://www.tuttoreggina.com/?action=read&idnotizia=8473" onclick="window.open(this.href);return false;
Se dai la mano ad un milanista lavala, ma se la dai ad uno juventino controlla che non ti manchi un dito
Avatar utente
DoubleD
Forumino Malatissimo
Forumino Malatissimo
Messaggi: 2476
Iscritto il: 11/05/2011, 13:57
Località: MedazZalaNd

spirito libero ha scritto:tirati in ballo anche Buffon , Gattuso e Cannavaro...

http://www.tuttoreggina.com/?action=read&idnotizia=8473" onclick="window.open(this.href);return false;
se c'è implicato anche Buffon e' proprio un BUFFONE
visto che giorni fa prOprio il nr.1 della Juventus e della Nazionale
aveva fatto delle dichiarazioni riguardo allo schifo di queste scommesse

:muro:


'' u boi 'ncì rici "sempri" curnutu all'autri''



Ma quel che conta - aggiunge all'ANSA Buffon - è il messaggio: "È un gesto di grandissimo valore, pari al gesto di Farina". "Mi fa enormemente piacere - ha aggiunto Buffon dalle sue vacanze - che certi esempi positivi non finiscano immediatamente nel dimenticatoio". "Detto questo - la conclusione del capitano azzurro - ho apprezzato tantissimo anche le parole del presidente del Gubbio, che ha elogiato il giocatore ma da persona corretta e per bene è convinta che quello del suo giocatore sia un normale comportamento di qualsiasi persona con valori giusti". Farina, insomma, "dovrebbe essere la normalità: invece purtroppo e l'eccezione".

http://www.corrieredellosport.it/calcio ... ia+combine" onclick="window.open(this.href);return false;
'' A Reggina Esti Comu U viagra... faci 'nchianari i cazzi "

Immagine
Paolo_Padano
Forumino Malatissimo
Forumino Malatissimo
Messaggi: 1986
Iscritto il: 11/05/2011, 13:02

il gioco è un vizio, può colpire buffon e chiunque, il fatto che i big influenzino le partite è da provare, Doni era un big di secono piano, se indagano su buffon ed altri è come nella politca arrivare direttamente ieri a berluscono oggi a monti o napolitano per cattivi affari
Lillu Fotti: "aundi ioca Spread cu cattu si mu rununu a paremetru zeru"
Lillu Foti: "non bogghiu 'nchinari poi mi rinnu chi vonnnu a squatra mi 'ndi sarbamu"
Paolo_Padano
Forumino Malatissimo
Forumino Malatissimo
Messaggi: 1986
Iscritto il: 11/05/2011, 13:02

Il «pentito» Gervasoni chiama in causa 14 colleghi
«Mauri e Ventola complici degli Zingari»
Accertamenti bancari sui giocatori. Zamperini nega di aver coinvolto il laziale, suo amico, nei tentativi di combinare i risultati
Il «pentito» Gervasoni chiama in causa 14 colleghi

«Mauri e Ventola complici degli Zingari»

Accertamenti bancari sui giocatori. Zamperini nega di aver coinvolto il laziale, suo amico, nei tentativi di combinare i risultati

ROMA - È Stefano Mauri il giocatore della Lazio tirato in ballo da Carlo Gervasoni nelle sue dichiarazioni ai magistrati che l'hanno prima spedito in carcere e ora ammesso agli arresti domiciliari. Secondo il pentito del calcio-scommesse fu il serbo Almir Gegic - residente in Svizzera e chiamato «lo zingaro», latitante per la giustizia italiana - a confidargli che il centrocampista era coinvolto nella compravendita delle partite Lazio-Genova e Lecce-Lazio dello scorso maggio, vinte entrambe dai biancocelesti col risultato di 4 a 2. Gervasoni ha aggiunto che, sempre nella versione dello «zingaro» col quale aveva assidui rapporti e contatti telefonici per truccare le partite, il tramite con Mauri era stato l'altro giocatore coinvolto nello scandalo e arrestato la scorsa settimana, Alessandro Zamperini. Il quale però, interrogato dal pubblico ministero subito dopo Gervasoni, ha negato di aver coinvolto il laziale, suo amico, nei tentativi di combinazione dei risultati.

Ai magistrati Zamperini ha fornito una propria spiegazione sulla sua presenza nell'hotel Hilton Garden di Lecce - lo stesso dove s'è ritrovata la squadra locale alla vigilia della partita - in contemporanea con quella di Hristyan Ilievsky, il macedone che secondo l'accusa fa parte della banda e col quale il giocatore non ha potuto negare la conoscenza. Sostiene che tentò di avvicinare il difensore salentino Stefano Ferrario, che però rifiutò anche solo l'ipotesi di un accordo e nell'incontro con la Lazio non andò nemmeno in panchina. Secondo inquirenti e investigatori Zamperini ha ammesso solo ciò che non poteva smentire, a differenza di Gervasoni dal quale ritengono di aver ottenuto «piena collaborazione». Nel disegno dell'accusa l'ex calciatore cresciuto nelle giovanili della Lazio, poi transitato dalla Roma primavera, emigrato in Inghilterra e rientrato nelle serie minori italiane, è un referente fisso della banda del calcio-scommesse, in attività fino al momento dell'arresto.

Le altre indagini e le accuse a Ventola
Certo però non può bastare una dichiarazione del pentito Gervasoni - peraltro su fatti riferitigli da Gegic e contraddetti da Zamperini, seppure non ritenuto del tutto credibile - a stabilire la responsabilità di Mauri, il quale attraverso il suo procuratore ha già proclamato la propria estraneità. L'indagine perciò prosegue, anche in considerazione della presenza dello sloveno Viktor Kondic e del thailandese Thamrog Prachum (entrambi considerati affiliati all'organizzazione internazionale e in contatto col Tan Seet Eng, il singaporiano presunto capo del gruppo) a Formello il giorno stesso di Lazio-Genoa, in prossimità del centro sportivo dov'erano riuniti i giocatori della Lazio. Gli investigatori del Servizio centrale operativo della polizia stanno anche verificando le date dei loro arrivi e partenze da Roma, oltre che l'eventuale presenza nell'albergo dove ha alloggiato il Genoa.

Mauri non è l'unico calciatore noto al grande pubblico citato da Gervasoni tra quelli che avrebbero partecipato alla manomissione dei risultati. Un altro è Nicola Ventola, l'attaccante ritiratosi all'inizio del 2011 a causa di un grave infortunio mentre militava in B nel Novara. Prima ha giocato con Bari, Inter, Bologna, Atalanta, Siena, Torino e Crystal Palace. Stando al racconto del difensore-truccatore di partite pentito, proprio nella sua ultima stagione Ventola avrebbe contribuito a combinare il risultato di Chievo-Novara del 30 novembre 2010, valida per la coppa Italia, terminata 3 a 0 per i padroni di casa. Sul suo conto Gervasoni dice di non sapere di più, aggiungendo che altri tre o quattro giocatori del Novara (tra cui l'attaccante Cristian Bertani, ora della Sampdoria) sarebbero stati coinvolti nel tentativo di combinare il risultato della partita con l'Ascoli giocata il 2 aprile scorso nel campionato di B, vinta dai piemontesi per 1 a 0, insieme a due giocatori marchigiani, Micolucci e Gazzola.

Un altro calciatore che gioca nella massima divisione chiamato in causa dal pentito è il difensore Cesare Rickler, approdato quest'anno al Bologna dopo aver militato la scorsa stagione in B col Piacenza. Secondo Gervasoni avrebbe partecipato, insieme al portiere Cassano, alla combine di Atalanta-Piacenza 3 a 0, quella confessata anche da Doni. Proprio in relazione a quell'incontro, il quadro dell'intreccio di interessi e persone coinvolte si allarga ulteriormente. Nella ricostruzione fornita al giocatore già squalificato per cinque anni dai campi di gioco, infatti, la proposta di aggiustare quel risultato sarebbe arrivata dai fratelli Michele e Federico Cossato, ex calciatori che hanno giocato nel Chievo e che - sempre secondo Gervasoni - conserverebbero tuttora una forte influenza dei giocatori disposti ad alterare gli esiti degli incontri.

Palermo-Bari missione fallita
Quanto alla terza partita di serie A dello scorso campionato in cui - per quanto ne sa lui - ci doveva essere un risultato concordato, il pentito del calcio-scommesse ha riferito che il tentativo andò a vuoto. Palermo-Bari della terz'ultima giornata doveva finire con una vittoria dei padroni di casa con almeno due gol di scarto. Inopinatamente andò in vantaggio il Bari già retrocesso, poi il Palermo pareggiò alla fine del primo tempo e passò in vantaggio all'inizio del secondo con una difesa barese a dir poco disattenta. A meno di mezz'ora dalla fine un rigore provocato dal portiere franato su un giocatore rosanero offrì a Miccoli l'occasione del 3 a 1, ma l'attaccante si esibì in un maldestro «cucchiaio» finito tra le braccia del portiere rimasto immobile. Nel racconto di Gervasoni fu un errore del tutto casuale, Miccoli non era coinvolto nella combine , a differenza di alcuni giocatori del Bari che però - anche a causa dello sbaglio del capitano del Palermo - non riuscirono nell'intento.

Sempre dalla testimonianza del pentito sono arrivati altri elementi a carico di calciatori già indagati nell'inchiesta di Cremona, come il portiere Acerbis, ora in forza al Vicenza, o gli svincolati Kewullay Conteh (ex Grosseto) e Alessandro Pellicori (ex Mantova) per i quali sono stati avviati accertamenti sui rispettivi conti bancari.

Giovanni Bianconi
29 dicembre 2011 | 8:07
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Lillu Fotti: "aundi ioca Spread cu cattu si mu rununu a paremetru zeru"
Lillu Foti: "non bogghiu 'nchinari poi mi rinnu chi vonnnu a squatra mi 'ndi sarbamu"
Avatar utente
DoubleD
Forumino Malatissimo
Forumino Malatissimo
Messaggi: 2476
Iscritto il: 11/05/2011, 13:57
Località: MedazZalaNd

Calcioscommesse, Carlo Gervasoni ai magistrati: "Ecco i nomi di serie A"

Carlo Gervasoni mette nero su bianco i presunti complici nelle combine di serie A. La conferma viene dal verbale d'interrogatorio del giocatore del Piacenza, martedì scorso, davanti al procuratore Roberto di Martino. Gervasoni, arrestato e poi posto ai domiciliari nell'ambito dell'inchiesta della procura di Cremona sul Calcioscommesse, chiama in causa numerosi giocatori di serie A: tra questi Mauri della Lazio, Milanetto del Genoa, Benussi e Rosati del Lecce. La loro posizione sarà valutata dagli inquirenti.

"La prima partita di A combinata di cui parlai - dice Gervasoni - è Palermo-Bari del 7 maggio 2011, finita 2-1: il risultato concordato era di un over con la sconfitta del Bari, con almeno due gol di scarto:

si tratta di notizie che mi ha riferito Gegic nell'immediatezza della partita, in quanto ho scommesso sulla medesima. "Ricordo che sempre secondo quanto lui mi riferì, era stato Carobbio a mettersi in contatto con i giocatori del Bari o con qualcuno che gli stesse vicino. Gegic mi riferì che erano stati corrotti i seguenti giocatori del Bari: Padelli, Bentivoglio, Parisi, Andrea Masiello e Rossi.

Il risultato concordato non fu raggiunto perché Miccoli sbagliò il rigore che era stato volutamente provocato. Miccoli non sapeva nulla della combiné.

Di Lazio-Genoa, disputata il 14 maggio scorso e terminata 4-2, Gervasoni dice: "Ho appreso da Gegic che gli slavi si incontrarono lo stesso giorno della partita con Zamperini, che poi li mise in contatto con Mauri della Lazio. Gli slavi si incontrarono anche con Milanetto del Genoa, che a sua volta incontrò altri giocatori della sua squadra".Quanto alla partita Lecce-Lazio del 22 maggio 2011, finita 2-4, dice Gervasoni: "Gegic mi disse che tramite Zamperini, lui e gli slavi si misero di nuovo in contatto con Mauri della Lazio per manipolare la suddetta partita. Successivamente, avuto questo contatto con Mauri, furono corrotti 6 o 7 giocatori del Lecce tra i quali ricordo solo Benussi e Rosati".
'' A Reggina Esti Comu U viagra... faci 'nchianari i cazzi "

Immagine
trentaprile

Gervasoni: "Nomi, soldi, accordi
Vi racconto come truccavamo le partite"

CREMONA, 30 dicembre 2011

Davanti al pm coinvolti 43 giocatori e almeno 18 gare: "Gli slavi incontrarono Mauri e Milanetto. E i fratelli Cossato mi dissero che Pellissier e Luciano..."

Carlo Gervasoni, 29 anni. Ansa
Partite taroccate, almeno 18, nomi di 43 giocatori complici, soldi incassati, una valanga. Quella di Carlo Gervasoni al pm Roberto Di Martino non è stata una semplice confessione. E' una bomba, che inguaia decine di calciatori e club. Gervasoni comincia dalle partite manipolate all'AlbinoLeffe, nel 2009, escludendo di essere a conoscenza del coinvolgimento della dirigenza o di tentativi di acquisizione della società. "Tra i nomi che vennero fatti, di squadre ipoteticamente 'acquistabili' in relazione alle loro condizioni finanziarie precarie, ricordo quelli del Como e del Grosseto". Gervasoni dice che "fu Gritti, portiere del Bellinzona, che non conoscevo, a prendere l'iniziativa", contattando Carobbio. "Ci fu uno o più incontri con queste persone, il cui portavoce era Gegic", anche "Bressan (Mauro, ndr) e il preparatore dei portieri del Bellinzona" (di cui non si fa il nome, ndr). Gli slavi dissero che erano disposti ad anticipare il compenso in contanti ancor prima dell'effettuazione delle partite da alterare. Non vi era un tariffario prefissato, ma l'entità del compenso sarebbe variata di volta in volta a seconda delle quote e delle difficoltà della partita". Il primo tarocco è Pisa-AlbinoLeffe 2-0, 7 marzo 2009. "Io e Carobbio abbiamo deciso di coinvolgere Narciso, Ruopolo, Conteh, Cellini, ci siamo incontrati a casa mia. Ci fu una discussione al termine della quale Narciso e Cellini decisero di non aderire". Allora venne "coinvolto Caremi". Dovevamo perdere o perdere con due gol di scarto. Gli slavi ci avevano anticipato 15.000 euro a testa. Non mi risulta che sia stato coinvolto il Pisa".
Gazzetta TV
Share

ALTRO GIRO, ALTRO REGALO — Salernitana-AlbinoLeffe 4-2, 18 aprile 2009. "Aderirono oltre a me e a Carobbio, Narciso, Serafini e Ruopolo. La somma percepita si aggirava sui 90.000 euro e non ci fu coinvolgimento della Salernitana. Cercammo poi di combinare Frosinone-Albinoleffe (2-0, 9 maggio 2009). Avevamo concordato un Over 2,5, ma il risultato non venne conseguito. Aderirono oltre a me e Carobbio, Coser e Ruopolo. Gli slavi ci avevano anticipato una somma di poco inferiore rispetto alle due precedenti partite, ma abbiamo dovuto restituirla. L'ultima di campionato si disputò AlbinoLeffe-Ancona (si passò da 3-1 a 3-4, ndr). Qualche giorno prima vennero a parlarmi tre giocatori dell'Ancona"; per loro vincere la partita "sarebbe stato di vitale importanza. Io manifestai la mia disponibilità e parlai con i miei compagni, ma non tutti erano d'accordo. Pertanto, non avrei potuto garantire il risultato. Un paio di giorni dopo, i giocatori mi portarono 15.000 euro: erano Colacone, Turati e Mastronunzio". Per quel risultato andò in Lega Pro il Pisa.
LO "SPETTACOLARE" 3-3 — AlbinoLeffe-Piacenza 3-3, 20 dicembre 2010, con puntate sui siti asiatici di svariati milioni di euro. "Cassano, portiere del Piacenza, mi disse che l'incontro era stato combinato tra le due dirigenze. Erano d'accordo sia i giocatori che le società tant'è che lo stesso scommise tramite Zamperini mentre i fratelli Cossato mi riferivano di avere a loro volta scommesso dopo avere ricevuto conferma dell'avvenuta manipolazione grazie a Rickler e Passoni. Ho appreso sempre da Cassano che nella stagione 2008-2009, Passoni chiese di comprare la vittoria. Passoni agì per conto del Mantova, in particolare del d.s. Magalini. Il Mantova vinse e, sempre secondo Cassano, vennero versati dei soldi ad alcuni giocatori dei quali non so indicare il nome".
IO E PAOLONI — "L'unica partita che abbiamo manipolato assieme è quella di coppa Italia di Lega Pro (Cremonese-Monza 2-3, 27 ottobre 2010). Paoloni mi disse di essere stato contattato da Saverino della Reggiana. Manifestai la mia disponibilità a condizione che venisse coinvolto Gegic al posto di Saverino. In totale Gegic ci conferì circa 40.000 euro. Partecipò alla suddivisione anche Stefani che poi diede parte della somma ricevuta a quelli del Monza. Stefani mi riferì i nomi: Fiuzzi, Alberti e Iacopino.
L'ATALANTA — Per Atalanta-Livorno della passata stagione, "venne da me Paoloni dicendomi che De Lucia e Perticone del Livorno si erano venduti la partita. La "dritta" ha comportato una scommessa di 10.000 euro sia da parte mia che di Paoloni. La partita poi è finita 2-0 per il Livorno. Ho chiesto spiegazioni a Paoloni che non è stato in grado di fornirmela e ha prospettato un recupero del denaro in occasione di Bari-Livorno di coppa Italia (4-1)". Il pm fa presente a Gervasoni che "per Atalanta-Piacenza ha parlato soltanto di accordi con Gegic, che avrebbe dato a lui e a Cassano 80-90.000 euro per perdere e di altri 90.000 che avrebbero dovuto ricevere per analoga finalità dai fratelli Cossato. In realtà, anche le più recenti dichiarazioni di Doni e Benfenati danno atto di un contatto anche col medesimo Doni per la manipolazione della partita". "Effettivamente - è la risposta - l'incontro con Doni davanti agli spogliatoi c'è stato. Io non sapevo che lui fosse a conoscenza degli accordi né sapevo di un coinvolgimento dell'Atalanta o di giocatori dell'Atalanta. Fu lui ad avvicinarsi e a dire: "Siamo convinti di quello che dobbiamo fare?" e io rimasi piuttosto sorpreso".
LE PARTITE DI A — Palermo-Bari 2-1. "Secondo quanto mi riferì Gegic, era stato Carobbio a mettersi in contatto con i giocatori del Bari o con qualcuno vicino. Mi riferì che erano stati corrotti Padelli, Bentivoglio, Parisi, Andrea Masiello e Rossi. Il risultato concordato non venne raggiunto in quanto Miccoli sbagliò il rigore che era stato volutamente provocato. Miccoli non sapeva della combine". Lazio-Genoa 4-2. "Ho appreso da Gegic che gli slavi si incontrarono, lo stesso giorno della partita, con Zamperini che poi li mise in contatto con Mauri. So, sempre da Gegic, che gli slavi si incontrarono anche con Milanetto del Genoa, il quale a sua volta interessò altri giocatori della sua squadra. Gegic mi disse che il risultato concordato fu un Over riferito al primo tempo. Il risultato è stato raggiunto in quanto il primo tempo si concluse 1-1". Lecce-Lazio 2-4. "Gegic mi disse che, tramite Zamperini, lui e gli slavi si misero nuovamente in contatto con Mauri per manipolare la partita. Furono corrotti 6 o 7 giocatori del Lecce tra i quali Benussi (ma il portiere era Benassi, mentre Benussi era al Palermo ndr) e Rosati".

LE ALTRE DI B — Per Brescia-Mantova "io e Pellicori abbiamo ricevuto complessivamente 60.000 euro". Cittadella-Mantova "fu fatta con Pellicori e Fissore. Quest'ultimo, così come per Brescia-Mantova, era a conoscenza dell'accordo, ma non partecipò alla partita. Il compenso fu limitato a circa 15.000 euro in quanto doveva essere compensato il risultato negativo relativo alla partita con il Brescia". Anche Empoli-Mantova "fu fatta con Fissore e Pellicori".
Per Siena-Piacenza 2-3 "ho percepito assieme a Cassano e Catinali 20.000 euro a testa" per l'Over. Per Piacenza-Pescara 0-2 "mi ero attivato con Nicco, ma poi mi fece sapere con un messaggio che non era riuscito a convincere i suoi compagni di squadra a farci vincere".
I FRATELLI COSSATO — "Quando mi contattarono in prossimità di Atalanta-Piacenza mi rappresentarono di avere dei contatti nel Chievo, in particolare Pellissier ed Eriberto (Luciano, ndr). I due consentivano ai fratelli Cossato di manipolare le partite del Chievo. I fratelli Cossato mi rappresentarono che tra i loro referenti c'erano anche altri calciatori ex Chievo. Tra questi Italiano, il quale aveva confidato loro che il Padova aveva comprato la partita con l'AlbinoLeffe del 2009-10. Ho appreso da Rickler nel campionato 2009-10, in Mantova-Modena 1-1, la squadra ospite prese denaro da parte del Padova al fine di non perdere". Per Chievo-Novara di coppa Italia 2010 "ho appreso da Gegic che gli slavi offrirono 150.000 euro ai giocatori del Novara perché perdessero con il Chievo con un Over, risultato effettivamente conseguito. Gli slavi si incontrarono con Ventola nell'albergo e consegnarono ad un albanese che giocava nel Novara, Shala, circa 150.000 euro che divisero anche con altri giocatori, tra i quali Fontana. Bertani fece da tramite in quanto non partecipò alla trasferta".
IL VERBALE DI ZAMPERINI — Gli inquirenti hanno chiesto chiarimenti sulla sua presenza all'Hotel Tiziano di Lecce (dove prenota la camera anche per uno del clan degli zingari, Ilievski) che avrebbe ospitato la squadra di casa prima della gara del 21 maggio contro la Lazio (in quella occasione non ci fu ritiro, soltanto il pranzo). Il tentativo di combinare la gara, secondo Zamperini, sarebbe sfumato perché Ferrario, che quella partita non l'avrebbe giocata, "non era interessato a queste cose". Su Mauri Zamperini ha detto: "E' un amico fraterno con cui mi sento ogni giorno. E' anche vero che ci siamo incontrati prima di Lecce-Lazio, ma non abbiamo trattato di argomenti riguardanti la manipolazione di partite di calcio".
dai nostri inviati
Roberto Pelucchi e Davide Romani


e da quest'estate che si fa il nome del nostro ex portiere,e nulla mi toglie dalla testa che nella stagione 2009/2010 lui ,assieme ad altri nostri giocatori, abbia taroccato molte partite di quel campionato sciagurato.

per cui perchè questo verme non è in galera assieme ai suoi compari?
suonatore Jones

è per cose del genere che penso che la reggina non sia completamente estranea.
quell'anno ha lasciato troppe ombre
Avatar utente
_naka
Ehi cosa bella!
Ehi cosa bella!
Messaggi: 5084
Iscritto il: 11/05/2011, 15:01

stanno emergendo fatti gravissimi.......ma vietare le scommesse una volta x tutte no eh ?
PIU' VIVO PIU' TI AMO ! Tu sempre tu ,canterò sempre di più !! Ho visto la reggina mi sono innamorato e non la lascerò mai più !
mubald
Non c'è nenti!
Non c'è nenti!
Messaggi: 4085
Iscritto il: 11/05/2011, 14:23

_naka ha scritto:stanno emergendo fatti gravissimi.......ma vietare le scommesse una volta x tutte no eh ?
Il problema sono i risultati esatti,primi tempi,over,under,gol,non gol ecc... Ci fossero solo vittoria,pari e sconfitta diminuiresti molto il rischio perche' diminuiscono le ipotesi di grosse vincite.Anche se poi sarebbe il totonero a gestire quelle ipotesi di giocata
AH,la vita!Sei single?Ti mancano cose che puoi avere da accoppiato.Sei accoppiato?Non puoi avere tutte le liberta' che hai da single
Avatar utente
DoubleD
Forumino Malatissimo
Forumino Malatissimo
Messaggi: 2476
Iscritto il: 11/05/2011, 13:57
Località: MedazZalaNd

suonatore Jones ha scritto:è per cose del genere che penso che la reggina non sia completamente estranea.
quell'anno ha lasciato troppe ombre

la Reggina sicuramente è all'oscuro... io nutro dei sospetti da sto pezzo di fango (e si è visto ampiamente in campo cosa combinava) e qualche altro suo compare
'' A Reggina Esti Comu U viagra... faci 'nchianari i cazzi "

Immagine
Avatar utente
_naka
Ehi cosa bella!
Ehi cosa bella!
Messaggi: 5084
Iscritto il: 11/05/2011, 15:01

mubald ha scritto:
_naka ha scritto:stanno emergendo fatti gravissimi.......ma vietare le scommesse una volta x tutte no eh ?
Il problema sono i risultati esatti,primi tempi,over,under,gol,non gol ecc... Ci fossero solo vittoria,pari e sconfitta diminuiresti molto il rischio perche' diminuiscono le ipotesi di grosse vincite.Anche se poi sarebbe il totonero a gestire quelle ipotesi di giocata
è vero anche questo... xò che si può fare ?? il problema è che quasi tutti i campionati del mondo sono falsati
PIU' VIVO PIU' TI AMO ! Tu sempre tu ,canterò sempre di più !! Ho visto la reggina mi sono innamorato e non la lascerò mai più !
suonatore Jones

_naka ha scritto:stanno emergendo fatti gravissimi.......ma vietare le scommesse una volta x tutte no eh ?

da quando le politiche volte alla soppressione funzionano?
trentaprile

suonatore Jones ha scritto:
_naka ha scritto:stanno emergendo fatti gravissimi.......ma vietare le scommesse una volta x tutte no eh ?

da quando le politiche volte alla soppressione funzionano?

basterebbe che per i soggetti coinvolti ci fosse la radiazione e la galera,altro che domiciliari.

Però si sa siamo in Italia e in galera non ci vanno neanche gli assassini.
Rispondi