"Decreto salva Italia"

Notizie dal mondo e dalla città: curiosità, fatti, cronaca...

Moderatori: NinoMed, Bud, Lilleuro

reggino
Non c'è nenti!
Non c'è nenti!
Messaggi: 4512
Iscritto il: 12/05/2011, 19:30
Località: l'isola che non c'è

kurohata ha scritto:
reggino ha scritto:
kurohata ha scritto:il discorso resta lo stesso: perchè devo pagare io il debito di altri? Se ad esempio io devo restituire 100 euro a un tizio, ti sembra una cosa giusta che io ti dica di darglieli tu di tasca tua? è un ragionamento che ha della logica?
Ma guarda che ben venga il debito pubblico,se questo porta sviluppo e legalità,come del resto accade nei paese scandinavi.
Se io vado in un ristorante e mangio bene,il conto lo pago volentieri,anche se non è proprio basso.
Il punto è che l'Italia,è come invece quel ristorante in cui mangi malissimo,e il cui conto è una mazzata.
ma il fatto è che io al ristorante non ci sono andato e devo pagare il conto (salato) di altra gente...
dei servizi usufruisci anche te,della scuola,dell'università,delle pari opportunità,del lavoro.
Io ci metterei la firma per avere il debito pubblico della norvegia e avere in cambio i servizi che hanno loro.
https://www.youtube.com/watch?v=-JQINuybHL4" onclick="window.open(this.href);return false;
doddi
Non c'è nenti!
Non c'è nenti!
Messaggi: 4823
Iscritto il: 11/05/2011, 12:55
Località: 38°6′41″N 15°39′43″E

reggino ha scritto:
kurohata ha scritto:
reggino ha scritto: Ma guarda che ben venga il debito pubblico,se questo porta sviluppo e legalità,come del resto accade nei paese scandinavi.
Se io vado in un ristorante e mangio bene,il conto lo pago volentieri,anche se non è proprio basso.
Il punto è che l'Italia,è come invece quel ristorante in cui mangi malissimo,e il cui conto è una mazzata.
ma il fatto è che io al ristorante non ci sono andato e devo pagare il conto (salato) di altra gente...
dei servizi usufruisci anche te,della scuola,dell'università,delle pari opportunità,del lavoro.
Io ci metterei la firma per avere il debito pubblico della norvegia e avedre in cambio i servizi che hanno loro.
La Norvegia, tra le altre cose, ha anche un fondo sovrano da 550 miliardi di euro di liquidità, alimentato dal petrolio che produce, che le consente di investire in tutto il mondo. Nonchè un'autossuficienza energetica. Considera che in Italia dal 1° gennaio 2011 il costo dell'enegia elettrica è aumentato del 24%. Per non parlare del carburante. Altro che manovra...
Se coloro che vincono le gare hanno certificati antimafia ma sono in strette relazioni con altre imprese sottoposte all'attenzione della mafia,tutte munite di certificazioni delle prefetture,allora è un problema diverso che non compete a me valutare. I.F.
army
Forumino Scelto
Forumino Scelto
Messaggi: 745
Iscritto il: 17/05/2011, 0:08

per anni abbiamo avuto il Parlamento bloccato per risolvere i problemi personali di Berlusconi con qualche intervallo dove siamo stati governati dagli inetti della sinistra...prima o poi i nodi arrivano al pettine e quello che stiamo vedendo è solo il principio...a livello nazionale abbiamo il terzo debito pubblico del mondo, a livello locale per i prossimi 20 anni dovremo ripagare il debito creato da peppeshow e dai suoi seguaci (potete già vedere i primi risultati nella bolletta dell'enel con la nuova tassa comunale...)
reggino
Non c'è nenti!
Non c'è nenti!
Messaggi: 4512
Iscritto il: 12/05/2011, 19:30
Località: l'isola che non c'è

doddi ha scritto:
La Norvegia, tra le altre cose, ha anche un fondo sovrano da 550 miliardi di euro di liquidità, alimentato dal petrolio che produce, che le consente di investire in tutto il mondo. Nonchè un'autossuficienza energetica. Considera che in Italia dal 1° gennaio 2011 il costo dell'enegia elettrica è aumentato del 24%. Per non parlare del carburante. Altro che manovra...
Noi incominciamo ad investire sulla cultura,piuttosto che sulle guerre,e qualche euro lo si incassa.
Valorizziamo l'immenso patrimonio storico e culturale che abbiamo,piuttosto che abbandonarlo a sè stesso,e rilanciamo in questo modo il turismo,che in periodi di crisi come quello attuale,porta sicuramente dei benefici all'economia.
Noi Doddi siamo un Paese ricchissimo,non abbiamo nulla da invidiare nè alla Norvegia,nè alla Svezia,se incominciassimo a sfruttare tutte le risorse che abbiamo,vivremmo in una condizione economica totalmente diversa da quella attuale.
https://www.youtube.com/watch?v=-JQINuybHL4" onclick="window.open(this.href);return false;
Avatar utente
kurohata
Forumino Malato
Forumino Malato
Messaggi: 1465
Iscritto il: 11/05/2011, 21:04
Contatta:

Tutti i governi (in Italia come nel resto d’Europa) fanno da decenni la stessa politica economica, a favore di queste multinazionali finanziarie e a danno dei propri cittadini.
guarda un filo d'erba al vento e sentiti come lui. Ti passerà anche la rabbia
http://matteovalenti.weebly.com/meshare" onclick="window.open(this.href);return false;
doddi
Non c'è nenti!
Non c'è nenti!
Messaggi: 4823
Iscritto il: 11/05/2011, 12:55
Località: 38°6′41″N 15°39′43″E

reggino ha scritto:
doddi ha scritto:
La Norvegia, tra le altre cose, ha anche un fondo sovrano da 550 miliardi di euro di liquidità, alimentato dal petrolio che produce, che le consente di investire in tutto il mondo. Nonchè un'autossuficienza energetica. Considera che in Italia dal 1° gennaio 2011 il costo dell'enegia elettrica è aumentato del 24%. Per non parlare del carburante. Altro che manovra...
Noi incominciamo ad investire sulla cultura,piuttosto che sulle guerre,e qualche euro lo si incassa.
Valorizziamo l'immenso patrimonio storico e culturale che abbiamo,piuttosto che abbandonarlo a sè stesso,e rilanciamo in questo modo il turismo,che in periodi di crisi come quello attuale,porta sicuramente dei benefici all'economia.
Noi Doddi siamo un Paese ricchissimo,non abbiamo nulla da invidiare nè alla Norvegia,nè alla Svezia,se incominciassimo a sfruttare tutte le risorse che abbiamo,vivremmo in una condizione economica totalmente diversa da quella attuale.
Siamo troppo ingessati sulle regole, non ultime quelle del mercato del lavoro: rigidità produttiva e finanziaria
A breve, la Germania, che ha reagito meglio a queste novità sarà messa dietro da India e Brasile e sarà la sesta economia mondiale, gli scenari sono cambiati ed all'Eurozona in generale, e all'Italia in particolare manca la flessibilità e le condizioni per adeguarsi a questi cambiamenti.
Se coloro che vincono le gare hanno certificati antimafia ma sono in strette relazioni con altre imprese sottoposte all'attenzione della mafia,tutte munite di certificazioni delle prefetture,allora è un problema diverso che non compete a me valutare. I.F.
reggino
Non c'è nenti!
Non c'è nenti!
Messaggi: 4512
Iscritto il: 12/05/2011, 19:30
Località: l'isola che non c'è

doddi ha scritto:
reggino ha scritto:
doddi ha scritto:
La Norvegia, tra le altre cose, ha anche un fondo sovrano da 550 miliardi di euro di liquidità, alimentato dal petrolio che produce, che le consente di investire in tutto il mondo. Nonchè un'autossuficienza energetica. Considera che in Italia dal 1° gennaio 2011 il costo dell'enegia elettrica è aumentato del 24%. Per non parlare del carburante. Altro che manovra...
Noi incominciamo ad investire sulla cultura,piuttosto che sulle guerre,e qualche euro lo si incassa.
Valorizziamo l'immenso patrimonio storico e culturale che abbiamo,piuttosto che abbandonarlo a sè stesso,e rilanciamo in questo modo il turismo,che in periodi di crisi come quello attuale,porta sicuramente dei benefici all'economia.
Noi Doddi siamo un Paese ricchissimo,non abbiamo nulla da invidiare nè alla Norvegia,nè alla Svezia,se incominciassimo a sfruttare tutte le risorse che abbiamo,vivremmo in una condizione economica totalmente diversa da quella attuale.
Siamo troppo ingessati sulle regole, non ultime quelle del mercato del lavoro: rigidità produttiva e finanziaria
A breve, la Germania, che ha reagito meglio a queste novità (India, Cina, Brasile) sarà la sesta economia mondiale, gli scenari sono cambiati ed all'Eurozona in generale, e all'Italia in particolare manca la flessibilità e le condizioni per adeguarsi a questi cambiamenti.
la flessibilità c'è da tantissimi anni in Italia,e non ha portato alcun tipo di risultato.
Si pensava che la legge Biagi portasse sviluppo ed occupazione,e ci ritroviamo con imprese che delocalizzano e con una disoccupazione ai massimi livelli.
Questo sistema qua ha prodotto scarsi risultati.Tra l'altro abbiamo gli operai con stipendi più bassi d'europa,lavoratori con contratti flessabili più alti d'europa,e con incidenti nel mondo del lavoro più alti d'europa, che facciamo,reintroduciamo la schiavitù?il modello da seguire è quello della wolkswagen che ha ridotto l'orario di lavoro,aumentato gli stipendi degli operai,e assunto quattrocento ingegneri,investendo quindi in ricerca e occupazione.E questo modello qui ha prodotto ottimi risultati,e le aziende italiane devono emulare questa politica qua,cosa che ad esempio non fa la fiat.
Ultima modifica di reggino il 05/12/2011, 13:08, modificato 2 volte in totale.
https://www.youtube.com/watch?v=-JQINuybHL4" onclick="window.open(this.href);return false;
Avatar utente
Lillo sei uno
Forumino Malato
Forumino Malato
Messaggi: 978
Iscritto il: 24/05/2011, 20:52

doddi ha scritto:Il ministro Fornero, non riesce a completare il termine "sacrificio", rotta dalla commozione.
:salut
Come scrive il professore Odifreddi oggi su Repubblica on-line, quelle della Fornero erano lacrime di gioia, visto che le misure di contenimento delle pensioni sono la sua specialità, e che lei è stata chiamata al ministero delle sedicenti Politiche Sociali proprio per farle passare dalla teoria universitaria alla pratica governativa.

Quando si avvera un sogno :roll:
S'a Reggina è na malatia, prima Foti e poi Praticò sunnu i so merici curanti.
Avatar utente
Demy182rc
Forumino Praticante
Forumino Praticante
Messaggi: 196
Iscritto il: 11/05/2011, 14:03

l'importante è scaricare le responsablità di provvedimenti dolorosi su monti, onde evitare di far ricordare allo mbuccalapuni medio che in 17 anni sono state fatte ben poche cose, quasi nulla a dire il vero.
Un Mito Non Muore Mai!

Foti su Tedesco: “Nessuna umiliazione, pensi di meno al ritorno economico”

dove c***o sta la vostra fantomatica rivoluzione liberale? la verità è che da 17 anni siete stati solo ed esclusivamente tanti M'BUCCALAPUNI
reggino
Non c'è nenti!
Non c'è nenti!
Messaggi: 4512
Iscritto il: 12/05/2011, 19:30
Località: l'isola che non c'è

Demy182rc ha scritto:l'importante è scaricare le responsablità di provvedimenti dolorosi su monti, onde evitare di far ricordare allo mbuccalapuni medio che in 17 anni sono state fatte ben poche cose, quasi nulla a dire il vero.
Ma infatti dal punto di vista politico a Berlusconi conviene stare all'opposizione perchè ora farà una campagna elettorale contro Monti e l'euro,e qualche risultato lo avrà.
https://www.youtube.com/watch?v=-JQINuybHL4" onclick="window.open(this.href);return false;
Avatar utente
ManAGeR78
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 3010
Iscritto il: 11/05/2011, 16:35
Località: La Sponda PADRONA dello Stretto!

Sono profondamente deluso.
Riponevo aspettative importanti sul governo Monti. E come me penso in moltissimi altri, ammaliati dalla tenue speranza che finalmente si potesse assestare un colpo al potere, che si riuscisse a mandare un segnale.
Nulla di tutto questo. Nulla di equo, nulla di giusto.
A pagare saremo sempre gli stessi. A mangiare sempre i soliti pochi eletti.
Ci stanno svenando, e quando si resta senza sangue o si muore o si mette mano al badile.
Credo che la mano si stia sempre più allungando verso il badile. E quando questo avverrà, le lacrime della ministra sembreranno sorrisi a tutti questi signori che difendono strenuamente i loro privilegi.
Immagine

"I know I was born and I know that I'll die. The in between is mine. I AM MINE!" (Eddie Vedder)
reggino
Non c'è nenti!
Non c'è nenti!
Messaggi: 4512
Iscritto il: 12/05/2011, 19:30
Località: l'isola che non c'è

ManAGeR78 ha scritto:Sono profondamente deluso.
Riponevo aspettative importanti sul governo Monti. E come me penso in moltissimi altri, ammaliati dalla tenue speranza che finalmente si potesse assestare un colpo al potere, che si riuscisse a mandare un segnale.
Nulla di tutto questo. Nulla di equo, nulla di giusto.
A pagare saremo sempre gli stessi. A mangiare sempre i soliti pochi eletti.
Ci stanno svenando, e quando si resta senza sangue o si muore o si mette mano al badile.
Credo che la mano si stia sempre più allungando verso il badile. E quando questo avverrà, le lacrime della ministra sembreranno sorrisi a tutti questi signori che difendono strenuamente i loro privilegi.
io mi sarei aspettato almeno una bella patrimoniale,un seria lotta all'evesione e alla coruzione,e dei tagli alla politica.
Nulla di tutto ciò.
https://www.youtube.com/watch?v=-JQINuybHL4" onclick="window.open(this.href);return false;
Avatar utente
ManAGeR78
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 3010
Iscritto il: 11/05/2011, 16:35
Località: La Sponda PADRONA dello Stretto!

reggino ha scritto:
ManAGeR78 ha scritto:Sono profondamente deluso.
Riponevo aspettative importanti sul governo Monti. E come me penso in moltissimi altri, ammaliati dalla tenue speranza che finalmente si potesse assestare un colpo al potere, che si riuscisse a mandare un segnale.
Nulla di tutto questo. Nulla di equo, nulla di giusto.
A pagare saremo sempre gli stessi. A mangiare sempre i soliti pochi eletti.
Ci stanno svenando, e quando si resta senza sangue o si muore o si mette mano al badile.
Credo che la mano si stia sempre più allungando verso il badile. E quando questo avverrà, le lacrime della ministra sembreranno sorrisi a tutti questi signori che difendono strenuamente i loro privilegi.
io mi sarei aspettato almeno una bella patrimoniale,un seria lotta all'evesione e alla coruzione,e dei tagli alla politica.
Nulla di tutto ciò.
Le ricette le sanno tutti, ma non le vuole (o non può?) applicarle nessuno.
Comunque chi è causa dei suoi mali, pianga se stesso. Siamo tutti noi che abbiamo votato sta gentaglia, o direttamente, o col silenzio assenso.
E dobbiamo essere noi, poveri cristi, a riblatare l'andazzo. Inutile aspettarsi manne dal cielo o eroi moderni.
Immagine

"I know I was born and I know that I'll die. The in between is mine. I AM MINE!" (Eddie Vedder)
Avatar utente
io2
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 2904
Iscritto il: 30/04/2011, 12:08
Località: Catona (RC)
Contatta:

Dalla stretta sulle pensioni al fisco, ecco le novità della manovra

ultimo aggiornamento: 04 dicembre, ore 22:25

Roma, 4 dic. (Adnkronos) - Arriva la manovra firmata Mario Monti. Il cdm l'ha approvata al termine di una lunga giornata di incontri con le parti sociali e i rappresentanti delle autonomie locali. Vale 24 mld, 20 al netto della delega fiscale, con una correzione lorda di 30 mld, considerando gli interventi di spesa a favore della crescita, del sistema produttivo e del lavoro per oltre 10 miliardi. Il provvedimento prevede un nutrito pacchetto fiscale, la stretta sulle pensioni, i tagli alla spesa, con 5 mld di sacrifici chiesti agli enti locali. Ma anche il taglio all'irap sul costo del lavoro per le imprese. Ecco le principali novità.

IVA: L'aumento dell'Iva è deliberato in 2 punti percentuali a decorrere dal primo settembre 2012, a copertura della clausola di salvaguardia e da attuare solo nel caso in cui sia necessario.

ICI: viene anticipata l'introduzione sperimentale dell'Imu. Secondo l'ultima bozza del provvedimento, torna l'Ici anche sulla prima casa. L'imposta municipale ha un'aliquota ordinaria dello 0,76%, che scende allo 0,4% nel caso dell'abitazione principale.

TASSA LUSSO: arriva il superbollo per le auto di potenza superiore ai 170 chilowatt; le barche sopra i 10 metri pagano una tassa di stazionamento giornaliera. Gli aerei privati sono tassati in base al peso.

CAPITALI SCUDATI: una tantum con una aliquota dell'1,5% a carico dei capitali rientrati in Italia con lo scudo fiscale.

USO CONTANTI: è fissato a 1000 euro il tetto massimo per l'utilizzo del contante. La misura punta a favorire la tracciabilità dei pagamenti. Inoltre, le operazioni di pagamento delle spese delle pubbliche amministrazioni centrali e locali e dei loro enti sono disposte mediante l'utilizzo di strumenti telematici. L'eventuale opzione relativa ad un pagamento per cassa deve essere evidenziata nella disposizione di pagamento trasmessa al tesoriere o al cassiere dell'ente pagatore.

NUOVE PENSIONI: estensione del metodo contributivo per tutti. Sara' flessibile la scelta delle pensioni nel settore privato da un'età minima di 62 anni a 70 calibrata su incentivi per chi resta e disincentivi per chi va via prima. Per le donne la fascia andrà da 62 a 70 anni, per gli uomini da 66 a 70. Le fasce entrano in vigore nel 2012 ed e' prevista la convergenza tra l'età di uomini e donne nel 2018, a 66 anni. Saranno abolite le finestre di uscita. Inoltre è previsto l'aumento delle aliquote dei lavoratori autonomi ed un contributo di solidarietà per regimi speciali.

PENSIONI ANZIANITA': per l'anzianità le quote di uscita previste dalla legge attualmente in vigore saranno abolite: dal 2012, dunque, per andare in pensione di anzianità si potrà uscire solo con 42 anni di contributi per gli uomini e 41 per le donne.

ADEGUAMENTO PENSIONI: le pensioni in essere, per il 2012 e il 2013, non saranno adeguate all'inflazione. Sono fatte salve le pensioni più basse: l'indicizzazione e' al 100% solo per le pensioni fino a 486 euro; sarà al 50% per quelle fino a 936 euro ed esclusa del tutto per importi di pensione superiori.

LIBERALIZZAZIONI: arriva un insieme di liberalizzazioni per la vendita di farmaci, per i trasporti, e per gli orari degli eserciti commerciali; vengono potenziale le funzioni dell'Antitrust.

SUPER-INPS: vengono soppressi l'Inpdap e l'Enpals e le funzioni dei due enti passano all'Inps.

TAGLI ENTI LOCALI: confermato il taglio di 5 mld alle Regioni e agli enti locali. Le regioni a statuto ordinario pagano per 2,1 mld, a decorrere dal 2012 mentre le regioni a statuto speciale e le province autonome di Trento e Bolzano 1,035 mld. Per le Province il contributo richiesto e' di 415 milioni di euro a decorrere dal 2012, per i Comuni con popolazione superiore a 5.000 abitanti e' di 1.450 milioni di euro per il 2012 e per i Comuni con popolazione superiore a 1.000 abitanti e' di 1.450 milioni di euro, a decorrere dal 2013.

TITOLI E FINANZA: arrivano nuovi interventi in materia di imposta di bollo su titoli, strumenti e prodotti finanziari.

LAVORO: nella manovra non ci sarà nulla per ora sul mercato del lavoro. E' il settore, ha spiegato il premier Mario Monti, nel quale è più necessaria la concertazione. Concertazione, ha sostenuto, che e' un po' meno necessaria nella previdenza e un po' meno ancora nella politica economica.

IMPRESE: nel pacchetto le misure per la patrimonializzazione, nuovo credito attraverso il fondo di garanzia alle pmi che prevede a regime qualche decina di miliardi di euro, sostegno all'internazionalizzazione. Attraverso la deducibilità integrale dell'Irap-lavoro vengono favorite le imprese che assumono lavoratori e lavoratrici per un importo di 1,5 miliardi nel 2012, e 2 miliardi nel 2013 e nel 2014.

EFFICIENZA ENERGETICA: vengono resi duraturi nel tempo tutti gli incentivi per le ristrutturazioni e per il risparmio energetico (bonus 55%) estendendoli alle aree colpite da calamità naturali.

http://www.adnkronos.com/IGN/News/Econo ... 74186.html" onclick="window.open(this.href);return false;



Manovra: abolite le giunte provinciali, ridotti a 10 i consiglieri

ultimo aggiornamento: 04 dicembre, ore 22:03

Roma, 4 dic. (Adnkronos) "Le Province vengono riportate alla funzione di organi di indirizzo e coordinamento. Vengono abolite le giunte, ridotti a 10 i consiglieri provinciali". E' quanto sottolinea in una nota sulla manovra la presidenza del Consiglio dei ministri aggiungendo che sono "ridotte drasticamente le spese in funzioni gia' svolte da altri enti territoriali".

http://www.adnkronos.com/IGN/News/Polit ... 90889.html" onclick="window.open(this.href);return false;
L'importante non è vincere ma partecipare, con onore, alla sconfitta dell'avversario.
Avatar utente
goldenboy
Forumino Malatissimo
Forumino Malatissimo
Messaggi: 2789
Iscritto il: 11/05/2011, 12:43
Località: na vota 'nto bizzolu

Ma i provvedimenti sulle province con che decorrenza sono operativi???
Avatar utente
io2
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 2904
Iscritto il: 30/04/2011, 12:08
Località: Catona (RC)
Contatta:

goldenboy ha scritto:Ma i provvedimenti sulle province con che decorrenza sono operativi???
mi pare se non ho capito male che quelli in carica decadranno entro il 30 novembre prossimo. Non ne sono sicuro pero.
L'importante non è vincere ma partecipare, con onore, alla sconfitta dell'avversario.
Avatar utente
goldenboy
Forumino Malatissimo
Forumino Malatissimo
Messaggi: 2789
Iscritto il: 11/05/2011, 12:43
Località: na vota 'nto bizzolu

io2 ha scritto:
goldenboy ha scritto:Ma i provvedimenti sulle province con che decorrenza sono operativi???
mi pare se non ho capito male che quelli in carica decadranno entro il 30 novembre prossimo. Non ne sono sicuro pero.

vedremo che succede...
doddi
Non c'è nenti!
Non c'è nenti!
Messaggi: 4823
Iscritto il: 11/05/2011, 12:55
Località: 38°6′41″N 15°39′43″E

reggino ha scritto:
doddi ha scritto: Siamo troppo ingessati sulle regole, non ultime quelle del mercato del lavoro: rigidità produttiva e finanziaria
A breve, la Germania, che ha reagito meglio a queste novità (India, Cina, Brasile) sarà la sesta economia mondiale, gli scenari sono cambiati ed all'Eurozona in generale, e all'Italia in particolare manca la flessibilità e le condizioni per adeguarsi a questi cambiamenti.
la flessibilità c'è da tantissimi anni in Italia,e non ha portato alcun tipo di risultato.
Si pensava che la legge Biagi portasse sviluppo ed occupazione,e ci ritroviamo con imprese che delocalizzano e con una disoccupazione ai massimi livelli.
Questo sistema qua ha prodotto scarsi risultati.Tra l'altro abbiamo gli operai con stipendi più bassi d'europa,lavoratori con contratti flessabili più alti d'europa,e con incidenti nel mondo del lavoro più alti d'europa, che facciamo,reintroduciamo la schiavitù?il modello da seguire è quello della wolkswagen che ha ridotto l'orario di lavoro,aumentato gli stipendi degli operai,e assunto quattrocento ingegneri,investendo quindi in ricerca e occupazione.E questo modello qui ha prodotto ottimi risultati,e le aziende italiane devono emulare questa politica qua,cosa che ad esempio non fa la fiat.
Il discorso è un pò più complesso, ti basti pensare che l'Italia ha un costo dell'energia che i nostri principali competitors non subiscono.

Leggi quest'articolo e fatti un'idea di cosa significa fare impresa in Italia.
E' normale e naturale delocalizzare così come non venire ad investire da parte dei gruppi esteri, come stanno facendo da qualche anno.

http://www.loccidentale.it/node/111597" onclick="window.open(this.href);return false;
Se coloro che vincono le gare hanno certificati antimafia ma sono in strette relazioni con altre imprese sottoposte all'attenzione della mafia,tutte munite di certificazioni delle prefetture,allora è un problema diverso che non compete a me valutare. I.F.
mubald
Non c'è nenti!
Non c'è nenti!
Messaggi: 4086
Iscritto il: 11/05/2011, 14:23

ManAGeR78 ha scritto:Sono profondamente deluso.
Riponevo aspettative importanti sul governo Monti. E come me penso in moltissimi altri, ammaliati dalla tenue speranza che finalmente si potesse assestare un colpo al potere, che si riuscisse a mandare un segnale.
Nulla di tutto questo. Nulla di equo, nulla di giusto.
A pagare saremo sempre gli stessi. A mangiare sempre i soliti pochi eletti.
Ci stanno svenando, e quando si resta senza sangue o si muore o si mette mano al badile.
Credo che la mano si stia sempre più allungando verso il badile. E quando questo avverrà, le lacrime della ministra sembreranno sorrisi a tutti questi signori che difendono strenuamente i loro privilegi.
Sono anni che bisognerebbe andare li' e sfasciare tutto.In altri paesi,per molto meno,lo avrebbero gia' fatto
AH,la vita!Sei single?Ti mancano cose che puoi avere da accoppiato.Sei accoppiato?Non puoi avere tutte le liberta' che hai da single
reggino
Non c'è nenti!
Non c'è nenti!
Messaggi: 4512
Iscritto il: 12/05/2011, 19:30
Località: l'isola che non c'è

doddi ha scritto:[quote
Il discorso è un pò più complesso, ti basti pensare che l'Italia ha un costo dell'energia che i nostri principali competitors non subiscono.

Leggi quest'articolo e fatti un'idea di cosa significa fare impresa in Italia.
E' normale e naturale delocalizzare così come non venire ad investire da parte dei gruppi esteri, come stanno facendo da qualche anno.

http://www.loccidentale.it/node/111597" onclick="window.open(this.href);return false;
Io ho dei zii che hanno un'impresa a Milano e i loro principali problemi sono: la burocrazia,l'accesso al credito e le tasse troppo alte.
Il governo Berlusconi poteva fare qualcosa in questo senso,visto che gli imprenditori l'hanno votato proprio per questo.
Altro che flessibilità e costo della manodopera,tu considera che Marchionne ha delocalizzato alcune attività in Francia,dove la manodopera costa più che in Italia,e dove ci stanno regole nel mondo del lavoro abbastanza rigide.
Quindi il problema al contrario di quello che dicono in molti non è quello,e la wolkswagen ne è un chiaro esempio.
Ultima modifica di reggino il 05/12/2011, 18:44, modificato 1 volta in totale.
https://www.youtube.com/watch?v=-JQINuybHL4" onclick="window.open(this.href);return false;
Rispondi