retata anti-ndrangheta: arrestato consigliere regionale

Notizie dal mondo e dalla città: curiosità, fatti, cronaca...

Moderatori: NinoMed, Bud, Lilleuro

Avatar utente
pab397
Forumino Malato
Forumino Malato
Messaggi: 1153
Iscritto il: 26/05/2011, 22:06

doddi ha scritto:
citrosodina ha scritto:chi dice che in questa città il voto non è libero non va molto lontano dalla realtà.
Direi che le dichiarazioni di Giglio sono emblematiche...
Per essere libero lo è, e pure troppo, infatti la dinamica dimostra che non ha vincoli di spostamento, solo che è interessato (molto peggio) ed in cerca di accordi, e se è interessato deve avere un corrispettivo: libero mercato, cambiali da pagare.
Non so se la dinamica può dimostrare che il voto non ha "vincoli di spostamento", ma la statica si interroga su che catenazzo sarebbero 'sti vincoli di spostamento.
:mrgreen:
Immagine

sono talmente comunista che da bambino mi mangiavo da solo
doddi
Non c'è nenti!
Non c'è nenti!
Messaggi: 4823
Iscritto il: 11/05/2011, 12:55
Località: 38°6′41″N 15°39′43″E

pab397 ha scritto:
doddi ha scritto:
citrosodina ha scritto:chi dice che in questa città il voto non è libero non va molto lontano dalla realtà.
Direi che le dichiarazioni di Giglio sono emblematiche...
Per essere libero lo è, e pure troppo, infatti la dinamica dimostra che non ha vincoli di spostamento, solo che è interessato (molto peggio) ed in cerca di accordi, e se è interessato deve avere un corrispettivo: libero mercato, cambiali da pagare.
Non so se la dinamica può dimostrare che il voto non ha "vincoli di spostamento", ma la statica si interroga su che catenazzo sarebbero 'sti vincoli di spostamento.
:mrgreen:
Ridinci la fungia :fifi:
Se coloro che vincono le gare hanno certificati antimafia ma sono in strette relazioni con altre imprese sottoposte all'attenzione della mafia,tutte munite di certificazioni delle prefetture,allora è un problema diverso che non compete a me valutare. I.F.
Avatar utente
pab397
Forumino Malato
Forumino Malato
Messaggi: 1153
Iscritto il: 26/05/2011, 22:06

doddi ha scritto:
pab397 ha scritto:
doddi ha scritto:
Per essere libero lo è, e pure troppo, infatti la dinamica dimostra che non ha vincoli di spostamento, solo che è interessato (molto peggio) ed in cerca di accordi, e se è interessato deve avere un corrispettivo: libero mercato, cambiali da pagare.
Non so se la dinamica può dimostrare che il voto non ha "vincoli di spostamento", ma la statica si interroga su che catenazzo sarebbero 'sti vincoli di spostamento.
:mrgreen:
Ridinci la fungia :fifi:
Che brutta risposta! Siamo parecchio permalosi, a quanto pare.
Difficile rimanere calmi, sereni e soprattutto educati nel replicare ad un semplice sfottò, vero?
Le faccine fischiettanti servono a poco quando si scrivono bastasaggini (tanto per usare un termine a te caro)
Immagine

sono talmente comunista che da bambino mi mangiavo da solo
doddi
Non c'è nenti!
Non c'è nenti!
Messaggi: 4823
Iscritto il: 11/05/2011, 12:55
Località: 38°6′41″N 15°39′43″E

pab397 ha scritto:
Che brutta risposta! Siamo parecchio permalosi, a quanto pare.
Difficile rimanere calmi, sereni e soprattutto educati nel replicare ad un semplice sfottò, vero?
Le faccine fischiettanti servono a poco quando si scrivono bastasaggini (tanto per usare un termine a te caro)
Mangiato pesante?

Immagine

Roarrrrrrrrrrrrrr

http://www.youtube.com/watch?v=FT15-J9HWCw" onclick="window.open(this.href);return false;

Passo e chiudo, Houston :fifi:
Se coloro che vincono le gare hanno certificati antimafia ma sono in strette relazioni con altre imprese sottoposte all'attenzione della mafia,tutte munite di certificazioni delle prefetture,allora è un problema diverso che non compete a me valutare. I.F.
Avatar utente
pab397
Forumino Malato
Forumino Malato
Messaggi: 1153
Iscritto il: 26/05/2011, 22:06

doddi ha scritto:
pab397 ha scritto:
Che brutta risposta! Siamo parecchio permalosi, a quanto pare.
Difficile rimanere calmi, sereni e soprattutto educati nel replicare ad un semplice sfottò, vero?
Le faccine fischiettanti servono a poco quando si scrivono bastasaggini (tanto per usare un termine a te caro)
Mangiato pesante?
Mangiato ottimamente, leggero, di qualità e sto ottimamente.
Nessun problema e soprattutto nessuna incertezza ad affrontare qualsiasi situazione,io! 8-)
Aspetto solo di capire che cosa sono i vincoli di spostamento :mrgreen:
Immagine

sono talmente comunista che da bambino mi mangiavo da solo
doddi
Non c'è nenti!
Non c'è nenti!
Messaggi: 4823
Iscritto il: 11/05/2011, 12:55
Località: 38°6′41″N 15°39′43″E

pab397 ha scritto:
doddi ha scritto:
pab397 ha scritto:
Che brutta risposta! Siamo parecchio permalosi, a quanto pare.
Difficile rimanere calmi, sereni e soprattutto educati nel replicare ad un semplice sfottò, vero?
Le faccine fischiettanti servono a poco quando si scrivono bastasaggini (tanto per usare un termine a te caro)
Mangiato pesante?
Mangiato ottimamente, leggero, di qualità e sto ottimamente.
Nessun problema e soprattutto nessuna incertezza ad affrontare qualsiasi situazione,io! 8-)
Aspetto solo di capire che cosa sono i vincoli di spostamento :mrgreen:
Tu mi dici quello che devo fare...ed il lo faccio, fidati ! (cit. pinolalavatrice)

Alla prima occasione utile te lo spiegherò... fidati lion :okok:

Roaaaaaaarrrrrrrrrrr http://www.youtube.com/watch?v=FT15-J9HWCw" onclick="window.open(this.href);return false;

Houston lo stiamo perdendo, lo stiamo perdendo ... click :offtopic:
Se coloro che vincono le gare hanno certificati antimafia ma sono in strette relazioni con altre imprese sottoposte all'attenzione della mafia,tutte munite di certificazioni delle prefetture,allora è un problema diverso che non compete a me valutare. I.F.
Avatar utente
Regmi
Non c'è nenti!
Non c'è nenti!
Messaggi: 4234
Iscritto il: 11/05/2011, 16:55

doddi ha scritto:
Alla prima occasione utile te lo spiegherò... fidati lion :okok:

Roaaaaaaarrrrrrrrrrr http://www.youtube.com/watch?v=FT15-J9HWCw" onclick="window.open(this.href);return false;

Houston lo stiamo perdendo, lo stiamo perdendo ... click :offtopic:
E va beh Doddino. :mrgreen:
Non per farmi gli affari vostri, ma credo che tra persone adulte che vogliono stare in una comunità
si debba anche trovare la forza di superare, anche se profonde, le inconprensioni.

Le battute, lo sfriculiamento e le arrabbiature, noi ne siamo una rappresentazione, non fanno male a nessuno a patto che si entri anche nel merito.
E quest'ulimo pezzo nei vostri (uso il plurale per non far torto a nessuno dei due) battibecchi manca totalmente.

Suvvia comportatevi per quello che siete, fate uno sforzo e per una buona volta mettete da parte l' acredine,instaurate un dialogo decente e, pur nella contrapposizione, civile educato e, se possibile, rispettoso.
Entrambi siete piacevoli e siamo qui per leggere anche qualcosa che vada oltre gli insulti.

Fate vobis
:salut
La speranza appartiene ai figli.
Noi adulti abbiamo già sperato e quasi sempre perso.
doddi
Non c'è nenti!
Non c'è nenti!
Messaggi: 4823
Iscritto il: 11/05/2011, 12:55
Località: 38°6′41″N 15°39′43″E

Regmi ha scritto:
doddi ha scritto:
Alla prima occasione utile te lo spiegherò... fidati lion :okok:

Roaaaaaaarrrrrrrrrrr http://www.youtube.com/watch?v=FT15-J9HWCw" onclick="window.open(this.href);return false;

Houston lo stiamo perdendo, lo stiamo perdendo ... click :offtopic:
E va beh Doddino. :mrgreen:
Non per farmi gli affari vostri, ma credo che tra persone adulte che vogliono stare in una comunità
si debba anche trovare la forza di superare, anche se profonde, le inconprensioni.

Le battute, lo sfriculiamento e le arrabbiature, noi ne siamo una rappresentazione, non fanno male a nessuno a patto che si entri anche nel merito.
E quest'ulimo pezzo nei vostri (uso il plurale per non far torto a nessuno dei due) battibecchi manca totalmente.

Suvvia comportatevi per quello che siete, fate uno sforzo e per una buona volta mettete da parte l' acredine,instaurate un dialogo decente e, pur nella contrapposizione, civile educato e, se possibile, rispettoso.
Entrambi siete piacevoli e siamo qui per leggere anche qualcosa che vada oltre gli insulti.

Fate vobis
:salut
Ty; ma non lo stò insultando, giuro :salut
Troppo ot e troppo altro, sono già ampiamente "imbarazzato" ... :wink
Se coloro che vincono le gare hanno certificati antimafia ma sono in strette relazioni con altre imprese sottoposte all'attenzione della mafia,tutte munite di certificazioni delle prefetture,allora è un problema diverso che non compete a me valutare. I.F.
Avatar utente
pab397
Forumino Malato
Forumino Malato
Messaggi: 1153
Iscritto il: 26/05/2011, 22:06

Regmi ha scritto:
doddi ha scritto:
Alla prima occasione utile te lo spiegherò... fidati lion :okok:

Roaaaaaaarrrrrrrrrrr http://www.youtube.com/watch?v=FT15-J9HWCw" onclick="window.open(this.href);return false;

Houston lo stiamo perdendo, lo stiamo perdendo ... click :offtopic:
E va beh Doddino. :mrgreen:
Non per farmi gli affari vostri, ma credo che tra persone adulte che vogliono stare in una comunità
si debba anche trovare la forza di superare, anche se profonde, le inconprensioni.

Le battute, lo sfriculiamento e le arrabbiature, noi ne siamo una rappresentazione, non fanno male a nessuno a patto che si entri anche nel merito.
E quest'ulimo pezzo nei vostri (uso il plurale per non far torto a nessuno dei due) battibecchi manca totalmente.

Suvvia comportatevi per quello che siete, fate uno sforzo e per una buona volta mettete da parte l' acredine,instaurate un dialogo decente e, pur nella contrapposizione, civile educato e, se possibile, rispettoso.
Entrambi siete piacevoli e siamo qui per leggere anche qualcosa che vada oltre gli insulti.

Fate vobis
:salut
Tranquillo, regmi, non ci stiamo rovinando il fegato. Per lo meno, io no.
Semmai, da una semplice battuta, è venuto fuori un botta e risposta stucchevole e decisamente OT.
Guarda, io ho meno di 500 messaggi postati, contro i quasi 3000 di doddi (ma anche tu non scherzi :mrgreen: ).
Non voglio dire che ci sia da vergognarsi nello scrivere tanto qui. Voglio solo precisare che non è di fondamentale importanza per me star sempre lì a ribattere e a portare avanti qualsiasi discussione fino all'ultimo sangue. Evidentemente, c'è chi, al contrario, vive la frequentazione di questo forum con più intensità e coinvolgimento e ci tiene molto più di me ad essere attivo e partecipe a qualsiasi discussione.
Io, qui, mi sono limitato ad una battuta sfottente su un termine usato male. Battuta che evidentemente ha parecchio innervosito doddi.
La reazione mi è sembrata scomposta, sgarbata e offensiva e l'ho fatto notare, anche se non mi ha generato nessun malumore, anzi :mrgreen:
Le repliche quali sono? Un puerile tormentone sul ruggito?
Che dovrei fare? Dovrei dimostrare chi è che si è comportato veramente da coniglio in passato e che l'unico "atto di coraggio" è questa bambinata del leone con cui crede di innervosirmi? Io le ignoro sul serio certe cose, non a parole. Ogni tanto mi concedo solo qualche sfottò, se mi riesce.
Qui mi sa che è riuscito perfettamente 8-)

:salut
Immagine

sono talmente comunista che da bambino mi mangiavo da solo
Malaca
Forumino Scelto
Forumino Scelto
Messaggi: 612
Iscritto il: 14/05/2011, 9:57

Ultima parte informativa ''Meta'': già nel 2008 i riscontri del Ros sulla ''staffetta'' Sarra-Morelli



di Claudio Cordova - Gli elementi raccolti nell’ordinanza firmata dal Gip di Milano, Giuseppe Gennari, sulle attività della cosca Lampada a Milano, sono, per molti versi, copia conforme dei dati individuati, già diversi anni fa, dalle indagini svolte dal Ros di Reggio Calabria. L’inchiesta della Dda di Milano ha svelato una fitta serie di contatti, alcuni giudicati penalmente rilevanti, altri invece no, tra i Lampada e il mondo delle istituzioni: da qui, infatti, gli arresti operati nei confronti del giudice Vincenzo Giglio e del consigliere regionale Franco Morelli. L’ordinanza del Gip Gennari, però, è stracolma di riferimenti ai politici: da Alberto Sarra a Luigi Fedele, passando per Pino Alati. Rapporti che, però, gli inquirenti reggini avevano già attenzionato e messo nero su bianco. Nell’ultima parte dell’informativa depositata ieri dal pubblico ministero Giuseppe Lombardo nel processo “Meta” vi è un intero paragrafo dedicato ai contatti che la famiglia di calabresi emigrati al nord avrebbe intrattenuto con numerosi esponenti della politica calabrese.

La totalità dei tanti, tantissimi, incontri e colloqui tra Alberto Sarra, esponente di spicco del centrodestra calabrese, oggi sottosegretario nella Giunta Regionale, e i Lampada è stata riversata nell’ordinanza firmata dal Gip Gennari. Contatti durati nel tempo, già a partire dal 2007. Contatti che però, secondo gli inquirenti, si bloccano allorquando Sarra sente il fiato sul collo della magistratura. Quelli, infatti, sono gli anni in cui il politico finisce sotto la lente d’ingrandimento dei pubblici ministeri Domenico Galletta, Giuseppe Lombardo e Roberto Di Palma: gli ultimi due saranno gli stessi a firmare, insieme al procuratore Giuseppe Pignatone, la richiesta di archiviazione, accolta dal Gip, sulle accuse di mafia mosse a Sarra. Quando però il politico smette di frequentare e di colloquiare con i Lampada l’archiviazione è ancora lontana. Anzi, quello è il periodo più intenso delle indagini, in cui, evidentemente, anche lo stesso Sarra percepisce di essere in bilico su un filo molto sottile. Ed è così, allora, che Sarra smette di avere rapporti con presunti mafiosi. E l’acume del Ros fiuta subito il cambiamento di rotta: “La vicenda (i progetti economici Lampada-Sarra, ndr) subiva una battuta d’arresto, determinata dal coinvolgimento giudiziario del Sarra Alberto, vistosi indagato per il reato di cui all’art. 416 bis, dalla Direzione Distrettuale Antimafia di Reggio Calabria, in relazione ad una serie di contatti con elementi vicini ad alcune cosche mafiose della provincia di Reggio Calabria. Era, questo, il particolare evento che, evidentemente, andava ad influire sulle oscure attività che il Sarra aveva avviato con i Lampada, e che lo induceva ad interrompere ogni collegamento con esponenti vicini alla criminalità organizzata, considerato il possibile ed ulteriore aggravamento della sua posizione”.

E’ qui, allora, che entra in scena Franco Morelli. Una “staffetta” che gli uomini del Ros di Valerio Giardina riescono, sostanzialmente, a scoprire e cristallizzare nelle ultime pagine dell’informativa redatta per l’indagine “Meta”, coordinata dal pm Lombardo: “Alcuni oggettivi elementi indiziari, che si sono sviluppati successivamente alle questioni giudiziarie, in cui il Sarra risultava oggetto di informazione di garanzia per delitti di mafia, ponevano in evidenza la figura di un altro personaggio politico calabrese, che andava ad alimentare la rete di relazioni e di interessenze tessuta dai componenti la famiglia in questa specifica attività d’indagine. Si trattava del ruolo ricoperto dall’onorevole Morelli Francesco che appariva, in queste indagini, come il prosecutore degli interessi avviati dal Sarra con i fratelli Lampada”.

Morelli è, al tempo dei fatti, un consigliere regionale e, secondo gli inquirenti, il nuovo interlocutore dei Lampada: “Un nuovo collegamento, che si concretizzava e che trovava piena rispondenza dall’esito di alcune intercettazioni telefoniche e dei conseguenti servizi di osservazione controllo e pedinamento, effettuati in data 13.02.2008”. E’ solo il prologo. Per sapere come andrà a finire si dovranno aspettare tre anni e mezzo.





Eh si questi Lampada sono proprio di Sinistra non c'è ke dire...



TI PIACE VINCERE FACILE??? PONZI PONZI PO' PO' PO'.....


Modello Calabria Mediterraneo da Scoprire
doddi
Non c'è nenti!
Non c'è nenti!
Messaggi: 4823
Iscritto il: 11/05/2011, 12:55
Località: 38°6′41″N 15°39′43″E

http://www.strill.it/index.php?option=c ... &id=125334" onclick="window.open(this.href);return false;


'Ndrangheta: arrestato per corruzione aggravata il giudice Giusti
Mercoledì 28 Marzo 2012 09:59


Giancarlo Giusti, gip presso il tribunale di Palmi e poi sospeso dal Csm, e' stato arrestato per corruzione aggravata dalla finalita' mafiosa nell'ambito dell'inchiesta della Dda di Milano sul clan dell'ndrangheta dei Lampada. Lo ha comunicato il procuratore della Repubblica di Milano Edmondo Bruti Liberati. Secondo l'accusa, il magistrato avrebbe ricevuto dal clan almeno 71 mila euro. Il suo nome era gia' comparso nell'ambito delle indagini perche' gli sarebbero stati pagati viaggi ed escort in hotel di lusso a Milano.(ANSA).
Se coloro che vincono le gare hanno certificati antimafia ma sono in strette relazioni con altre imprese sottoposte all'attenzione della mafia,tutte munite di certificazioni delle prefetture,allora è un problema diverso che non compete a me valutare. I.F.
Avatar utente
goldenboy
Forumino Malatissimo
Forumino Malatissimo
Messaggi: 2789
Iscritto il: 11/05/2011, 12:43
Località: na vota 'nto bizzolu

latriceddi

http://www.corriere.it/cronache/12_marz ... 2752.shtml" onclick="window.open(this.href);return false;

Operazione della dda su richiesta dei pm Boccassini e Storari. AGGRAVANTE FINALITÀ MAFIOSE
Magistrato calabrese arrestato per corruzione
In manette Giancarlo Giusti, del tribunale di Palmi. L'accusa: viaggi pagati dalla 'ndrangheta e incarichi pilotati

MILANO - Giancarlo Giusti, gip presso il tribunale della cittadina calabrese di Palmi e poi sospeso dal Csm, è stato arrestato per corruzione aggravata dalla finalità mafiosa nell'ambito dell'inchiesta della Dda di Milano sul clan dell'ndrangheta dei Lampada. Secondo l'accusa, il magistrato avrebbe ricevuto dal clan almeno 71 mila euro. Il suo nome era già comparso nell'ambito delle indagini perchè gli sarebbero stati pagati viaggi ed escort in hotel di lusso a Milano.

L'INCHIESTA - Il gip Giuseppe Gennari, su richiesta dei pm Ilda Boccassini e Paolo Storari, contesta al magistrato viaggi e soggiorni pagatigli dal clan di 'ndrangheta Lampada (vicenda questa già emersa mesi fa quando la toga era stata indagata), ma anche l'assegnazione di incarichi professionali a custodi e amministratori giudiziari quando Giusti era giudice delle esecuzioni. Quattro mesi fa, nella stessa inchiesta sui Lampada il pool antimafia milanese aveva fatto arrestare anche il presidente della sezione Misure di prevenzione del tribunale di Reggio Calabria.

CORRUZIONE - L'ex gip di Palmi - sospeso dalle funzioni con delibera della sezione disciplinare del Csm, lo scorso 16 dicembre - da tempo perquisito e indagato nell'ambito dell'inchiesta milanese sulla 'ndrangheta, sarebbe stato corrotto con una serie di viaggi e soggiorni a Milano pagati dall'associazione con l'utilizzo di una ventina di escort diverse. Secondo l’ipotesi accusatoria, Giusti avrebbe inoltre ricevuto dal clan almeno 71mila euro.

GLI ARRESTI - In merito all’ipotesi di reato contestata, il procuratore della Repubblica Edmondo Bruti Liberati chiarisce in una nota che Giusti è accusato di corruzione «fino al giugno 2010» in concorso con il presunto boss della ’ndrangheta calabrese Giulio Lampada e «con persone non identificate», perché per «compiere e per aver compiuto atti contrari ai doveri d’ufficio, in palese violazione dei principi di imparzialità, probità e indipendenza tipici della funzione giudiziaria, si metteva a disposizione di Giulio Lampada». Tale «mercimonio della funzione», si legge nell’imputazione, «veniva posto in essere dal magistrato al fine di ricevere e dopo aver ricevuto le utilità economiche da Giulio Lampada e da soggetti a quest’ultimo collegati, tra cui Mario Giglio e Minasi Vincenzo per un valore complessivo di almeno 71mila euro». Il tutto con «l’aggravante di aver commesso il fatto al fine di favorire l’associazione di tipo mafioso». Il 30 novembre, nell’ambito dell’inchiesta coordinata dal procuratore aggiunto Ilda Boccassini e dai pm Paolo Storari e Alessandra Dolci, era stato arrestato un altro magistrato, poi sospeso dal Csm, il presidente delle misure di Prevenzione del Tribunale di Reggio Calabria, Vincenzo Giuseppe Giglio. In carcere erano finite anche altre 8 persone: il cugino di Giglio, il medico Vincenzo Giglio, il consigliere regionale della Calabria Francesco Morelli (Pdl), l’avvocato Vincenzo Minasi, il maresciallo della Guardia di Finanza Luigi Mongelli e un ’fedelissimo’, Raffaele Fermino. E poi anche Giulio Lampada, il regista di tutte le operazioni" e il fratello Francesco, gestori di bar e locali e veri e propri imprenditori nel settore dei giochi di azzardo, la moglie di quest’ultimo, Maria Valle (ai domiciliari) e suo fratello Leonardo.

L'ALBERGO - Per tutti il processo con rito immediato comincerà nelle prossime settimane. Il 27 gennaio scorso, inoltre, sono stati arrestati anche tre finanzieri e il direttore dell’hotel Brun, accusato di favoreggiamento personale. In quell’albergo, secondo l’accusa, Giusti avrebbe soggiornato pagato dalla cosca e incontrato escort.
army
Forumino Scelto
Forumino Scelto
Messaggi: 745
Iscritto il: 17/05/2011, 0:08

e chissà quanti ce ne sono cosi... :x
doddi
Non c'è nenti!
Non c'è nenti!
Messaggi: 4823
Iscritto il: 11/05/2011, 12:55
Località: 38°6′41″N 15°39′43″E

army ha scritto:e chissà quanti ce ne sono cosi... :x

Si comprano chiunque con tutti i soldi che hanno. Chiunque.
Corruzione dilagante.
Delinquenti!
Se coloro che vincono le gare hanno certificati antimafia ma sono in strette relazioni con altre imprese sottoposte all'attenzione della mafia,tutte munite di certificazioni delle prefetture,allora è un problema diverso che non compete a me valutare. I.F.
Avatar utente
pab397
Forumino Malato
Forumino Malato
Messaggi: 1153
Iscritto il: 26/05/2011, 22:06

Ma la notizia dell'arresto del magistrato che c'entra qui? :scratch
A meno che il magistrato in questione non abbia a che fare con l'inchiesta che ha portato all'arresto del consigliere regionale, mi sembra decisamente OT.
Immagine

sono talmente comunista che da bambino mi mangiavo da solo
Avatar utente
Regmi
Non c'è nenti!
Non c'è nenti!
Messaggi: 4234
Iscritto il: 11/05/2011, 16:55

Altra brutta tegola per gli "onorevoli".

http://www.ildispaccio.it/calabria/624- ... -e-morelli" onclick="window.open(this.href);return false;

Sono sei, tra esponenti politici e dirigenti, le persone rinviate a giudizio nell'inchiesta "Why not" dal giudice di Catanzaro Livio Sabatini. Nicola Adamo, Ennio Morrone, Franco Morelli e Dionisio Gallo, Giancarlo Franze', e il dirigente della Regione Calabria, Aldo Curto sono stati rimandati al processo che avrà inizio il prossimo 6 luglio.
I sei erano stati indagati e prosciolti già nel 2006 dal gup Abigail Mellace, in un'inchiesta avviata dall'allora sostituto procuratore della Repubblica di Catanzaro Luigi de Magistris e poi affidata alla Procura generale di Catanzaro, che riguardava un presunto comitato d'affari politico affaristico che avrebbe illecitamente gestito i soldi destinati alla Calabria. Al termine dell'udienza preliminare il giudice Mellace scagionò i sei insieme ad altre undici persone, mentre furono ventisette gli imputati rinviati a giudizio. Ma il sostituto procuratore Massimo Lia presentò un ricorso alla Cassazione contro il proscioglimento dall'accusa di associazione per delinquere, che è stato accolto a luglio del 2011. La Cassazione ha annullato con rinvio il proscioglimento dei sei imputati accusati di associazione per delinquere e ora gli atti sono stati trasmessi a Sabatini, che ha disposto il rinvio a giudizio in attesa del processo del 6 luglio
La speranza appartiene ai figli.
Noi adulti abbiamo già sperato e quasi sempre perso.
Avatar utente
Regmi
Non c'è nenti!
Non c'è nenti!
Messaggi: 4234
Iscritto il: 11/05/2011, 16:55

Altri nomi spuntano all'orizzonte:

http://www.ildispaccio.it/primo-piano/2 ... o-racconta" onclick="window.open(this.href);return false;

di Claudio Cordova - Tra le 64 pagine della trascrizione del verbale dell'interrogatorio di garanzia dell'imprenditore Domenico Gattuso, attualmente in carcere per vicinanza alla cosca Lampada di Milano, c'è anche spazio per la politica. Assistito dall'avvocato Giulia Dieni, Gattuso, incensurato, ha provato a chiarire la propria posizione, essendo accusato dal pool di pm milanesi coordinati da Ilda Boccassini di essere la "gola profonda" della famiglia Lampada. Già con riferimento ai presunti rapporti tra il giudice Enzo Giglio, attualmente in carcere, e i membri della famiglia Lampada, Gattuso, raccontando la propria versione, "derubricherà" le visite nella casa del magistrato a incontri di natura politica, per la campagna elettorale di Luigi Fedele, a quel tempo candidato al Consiglio Regionale nei ranghi del Pdl e oggi assessore ai Trasporti.

Ma i ricordi di Gattuso, sollecitati dal Gip di Milano, Giuseppe Gennari, si spingono piuttosto oltre, fino alle elezioni regionali del 2005, quelle che vedranno la sfida per la poltrona di Governatore tra Agazio Loiero e il neosindaco di Catanzaro, Sergio Abramo. A dire di Gattuso, infatti, insieme all'avvocato Mario Giglio, avrebbe curato la campagna elettorale del medico Franco Fortugno, poi eletto a Palazzo Campanella, ma successivamente ucciso per mano mafiosa in un agguato a Locri. Secondo il racconto di Gattuso, altri soggetti, tra cui Lampada e i Caridi, famiglia federata alla cosca Libri di Reggio Calabria, invece, avrebbero curato la campagna elettorale di Alberto Sarra, uomo forte del centrodestra in Calabria, da qualche settimana colpito da un'inibizione dai pubblici uffici. Gattuso, però, farà anche riferimento alle elezioni comunali di Reggio Calabria, in cui Giuseppe Scopelliti, oggi Governatore, stravincerà su Eduardo Lamberti Castronuovo. In quell'occasione, a dire di Gattuso, Caridi avrebbe appoggiato Demetrio Strati, detto Pastina, poi effettivamente eletto tra gli scranni di Palazzo San Giorgio: "Realmente i miei rapporti con Lillo (Caridi, ndr) risalgono a queste campagne elettorali, e di fatto a una campagna elettorale delle amministrative comunali prima di queste, quindi quelle precedenti che non so che anno sono, che sia io che lui abbiamo sostenuto una persona al consiglio comunale, che si chiamava, che era soprannominata Pastina, Demetrio Strati".

Incontrando Lillo Caridi, attualmente in carcere per appartenenza alla 'ndrangheta, oltre che parlare della paura dei Lampada di essere incastrati dalla morsa delle indagini, aprirà anche il grande discorso della politica, a qualche settimana dalle ultime consultazioni regionali, che hanno visto, ancora una volta, Giuseppe Scopelliti prevalere, questa volta sul Governatore uscente Agazio Loiero: "E diceva: 'Allora a chi votate?', e io gli ho detto: 'Guarda, so che dovrebbero portare tutti in gruppo a Gigi Fedele, però come al solito, ti posso già dare conferma che io e Mario non voteremo Gigi Fedele, voteranno tutti gli altri Gigi Fedele, noi voteremo Giovanni Bilardi'. E poi così comunque una campagna elettorale sarà, ci vedevamo sempre con l'altro gruppo che votava a Gigi Fedele, quindi il giudice, il medico, i Lampada e tutti che votavano, però di fatto io e Mario Giglio abbiamo votato Giovanni Bilardi, lo dimostra il fatto, ora non so per quale motivo non lo sia più, ma era capostruttura di Giovanni Bilardi, Mario Giglio".
La speranza appartiene ai figli.
Noi adulti abbiamo già sperato e quasi sempre perso.
Rispondi