Il Viminale chiede relazione su Palazzo S.Giorgio

Notizie dal mondo e dalla città: curiosità, fatti, cronaca...

Moderatori: NinoMed, Bud, Lilleuro

suonatore Jones

ma arena ha reso pubblici i conti, come aveva promesso, o anche quello era un pirito (con tutte le conclusioni del caso)?
Avatar utente
aquamoon
Forumino Malatissimo
Forumino Malatissimo
Messaggi: 2322
Iscritto il: 11/05/2011, 13:59

suonatore Jones ha scritto:ma arena ha reso pubblici i conti, come aveva promesso, o anche quello era un pirito (con tutte le conclusioni del caso)?
Conti? Pubblici? Promesse?
In che senso?
:wink
Sventurata la terra che ha bisogno di eroi
suonatore Jones

ormai, il tifo sta facendo perdere la misura. in quale repubblica presidenziale del terzo mondo gli elettori difendono il fatto che gli eletti tengano i conti ben nascosti dalle illazioni che durano da anni?

è come il famoso tapparsi le orecchie, chiudere gli occhi e gridare "lalalalalalalalalalalalalalala" quando non si vuole sentire argomentare?

l'importante è salire e sopravvivere 5 anni?
doddi
Non c'è nenti!
Non c'è nenti!
Messaggi: 4823
Iscritto il: 11/05/2011, 12:55
Località: 38°6′41″N 15°39′43″E

Avimu perscichi, pricopi, pira, ciurasi... patati pasta gialla ... :lol: :lol:

Si parla di una notizia (se così può essere definita a tutt'oggi) specifica non della lambretta che offre ogni tipo di prodotto.

Ma non vi fà un pò schifo questo modo di fare "informazione"?
Se coloro che vincono le gare hanno certificati antimafia ma sono in strette relazioni con altre imprese sottoposte all'attenzione della mafia,tutte munite di certificazioni delle prefetture,allora è un problema diverso che non compete a me valutare. I.F.
suonatore Jones

premettendo che quello che ti fa schifo è il tuo modo di fare informazione con le tue proverbiali caddhare, in rete si trova questo:

http://rassegna.governo.it/testo.asp?d=72688153" onclick="window.open(this.href);return false;

non conosco l'attendibilità, ma leggo:

"Il Viminale assicura che la pratica Reggio Calabria sarà seguita con molta attenzione e che nelle prossime ore il prefetto della città sullo Stretto sarà sollecitato a inviare una sua prima relazione dettagliata."

ripeto, non conosco l'attendibilità del sito, ma credo sia superiore a scirocconius, questa è la sinistra e piritate varie.

sulla mia domanda, ovvio, preferisci parlare di ot e di caddhare, piuttosto che rispondere.

tu hai scritto che arena avrebbe mantenuto la promessa e pubblicato tutto, come aveva detto lui, immagino. il neo-ministro dice che il prefetto di rc sarà sollecitato a inviare una relazione. a chi crediamo?
doddi
Non c'è nenti!
Non c'è nenti!
Messaggi: 4823
Iscritto il: 11/05/2011, 12:55
Località: 38°6′41″N 15°39′43″E

suonatore Jones ha scritto:premettendo che quello che ti fa schifo è il tuo modo di fare informazione con le tue proverbiali caddhare, in rete si trova questo:

http://rassegna.governo.it/testo.asp?d=72688153" onclick="window.open(this.href);return false;

non conosco l'attendibilità, ma leggo:

"Il Viminale assicura che la pratica Reggio Calabria sarà seguita con molta attenzione e che nelle prossime ore il prefetto della città sullo Stretto sarà sollecitato a inviare una sua prima relazione dettagliata."

ripeto, non conosco l'attendibilità del sito, ma credo sia superiore a scirocconius, questa è la sinistra e piritate varie.

sulla mia domanda, ovvio, preferisci parlare di ot e di caddhare, piuttosto che rispondere.

tu hai scritto che arena avrebbe mantenuto la promessa e pubblicato tutto, come aveva detto lui, immagino. il neo-ministro dice che il prefetto di rc sarà sollecitato a inviare una relazione. a chi crediamo?
O hai sbagliato a scrivere o hai inteso male quanto evidenziato in rosso: a me fà schifo quel modo di fare informazione, ossia dare per notizia di cronaca un fatto ancora non accaduto, non di certo qualcosa di mio (che poi non mi pare che io faccio informazione... bohhh tu sai :scratch )

Quanto tu riporti conferma questa versione: nelle prossime ore il prefetto sarà sollecitato a ...
Ossia ancora nulla è stato richiesto, nelle prossime ore, pare, dicono, che accadrà.

Un giornalista serio avrebbe dovuto dire: fonti dal Viminale segnalano una prossima probabile richiesta di informazioni/relazioni al prefetto sulle vicende cittadine.
I fatti, i fatti ... altrimenti si chiamano diversamente e si trattano diversamente.
Se coloro che vincono le gare hanno certificati antimafia ma sono in strette relazioni con altre imprese sottoposte all'attenzione della mafia,tutte munite di certificazioni delle prefetture,allora è un problema diverso che non compete a me valutare. I.F.
suonatore Jones

il fatto è che in un comunicato ufficiale, un ministro dice che il prefetto di rc dovrà rendere conto delle stranezze e delle illazioni, giusto?

è un fatto o no? e non pare, dicono, narrano: sono le parole di un ministro sul comunicato del sito del governo. è diverso da una invenzione giornalistica.
doddi
Non c'è nenti!
Non c'è nenti!
Messaggi: 4823
Iscritto il: 11/05/2011, 12:55
Località: 38°6′41″N 15°39′43″E

suonatore Jones ha scritto:il fatto è che in un comunicato ufficiale, un ministro dice che il prefetto di rc dovrà rendere conto delle stranezze e delle illazioni, giusto?

è un fatto o no? e non pare, dicono, narrano: sono le parole di un ministro sul comunicato del sito del governo. è diverso da una invenzione giornalistica.
Ma è così difficile da capire il punto ?!?!

Il prefetto non deve rendere conto di nulla, almeno spero per lui :mrgreen:
Dovrà, eventualmente, relazionare sui fatti emersi.

Il link riporta una pagina della rassegna stampa, non è un comunicato ufficiale, è un pezzo dedicato al Ministro dal quotidiano La Stampa, dove ci sono anche dei virgolettati. Tutti i siti istituzionali lo fanno.

La parte inerente l'argomento è questa: "Il ministro, incontrando la stampa, ha dettato l`agenda delle sue priorità. Rispondendo alla domanda sull`eventuale Commissione d`accesso al comune di Reggio Calabria per il suo scioglimento per infiltrazioni mafiose, indica la sua prima priorità, «la mafia»: «Mi recherò a Palermo venerdì, per inaugurare una sezione dell`Agenzia dei beni confiscati. La mafia è un fenomeno molto complesso e non basta solo arrestare i latitanti se non aggrediamo il patrimonio economico e se non contrastiamo le infiltrazioni».

Infiltrazioni, collusioni. Il Viminale assicura che la pratica Reggio Calabria sarà seguita con molta attenzione e che nelle prossime ore il prefetto della città sullo Stretto sarà sollecitato a inviare una sua prima relazione dettagliata."



Jones l'informazione è una cosa seria, e la gradirei seria. Tutto qua.
E' chiedere troppo?


A proposito, strano che sul forum non sia uscito nulla, la storia dei "cialtroni", tra cui l'autore di questo pezzo, la conoscete? Ne avete sentito parlare nei giorni scorsi? :lol: :lol:
Se coloro che vincono le gare hanno certificati antimafia ma sono in strette relazioni con altre imprese sottoposte all'attenzione della mafia,tutte munite di certificazioni delle prefetture,allora è un problema diverso che non compete a me valutare. I.F.
Avatar utente
OronzoPugliese
Forumino Malatissimo
Forumino Malatissimo
Messaggi: 2432
Iscritto il: 11/05/2011, 12:57

doddi ha scritto:Ma è così difficile da capire il punto ?!?!

Oh depositario di ogni verità, o unico possessore di "scoli" (scuole), oh illuminato, o dispensatore di cialtronaggio: prima o poi, volente o nolente, anche tu sarai costretto a venire a Canossa. Ma non temere, non amo infierire
Immagine
"Mister te sarà ti, muso de mona. Mi son el signor Nereo Rocco"
doddi
Non c'è nenti!
Non c'è nenti!
Messaggi: 4823
Iscritto il: 11/05/2011, 12:55
Località: 38°6′41″N 15°39′43″E

OronzoPugliese ha scritto:
doddi ha scritto:Ma è così difficile da capire il punto ?!?!

Oh depositario di ogni verità, o unico possessore di "scoli" (scuole), oh illuminato, o dispensatore di cialtronaggio: prima o poi, volente o nolente, anche tu sarai costretto a venire a Canossa. Ma non temere, non amo infierire
Io offro alla discussione il mio punto di vista e le mie critiche. Se non le condividi la discussione si arricchisce perchè segue un'approfondimento, o meglio dovrebbe seguire.
Possono essere criticate o meno, ma per dare una replica ritengo necessario partire da quel punto di osservazione.
Se tu le ritieni risibili non è un mio problema, ma di certo non vado in analisi :thumright

In caso posso chiedere a te le indicazioni stradali immagino per la tua Canossa? :p:

p.s.: l'"h" la ritengo sempre inserita come invocativa, giusto?
Se coloro che vincono le gare hanno certificati antimafia ma sono in strette relazioni con altre imprese sottoposte all'attenzione della mafia,tutte munite di certificazioni delle prefetture,allora è un problema diverso che non compete a me valutare. I.F.
Avatar utente
Regmi
Non c'è nenti!
Non c'è nenti!
Messaggi: 4234
Iscritto il: 11/05/2011, 16:55

doddi ha scritto:
OronzoPugliese ha scritto:
doddi ha scritto:Ma è così difficile da capire il punto ?!?!

Oh depositario di ogni verità, o unico possessore di "scoli" (scuole), oh illuminato, o dispensatore di cialtronaggio: prima o poi, volente o nolente, anche tu sarai costretto a venire a Canossa. Ma non temere, non amo infierire
Io offro alla discussione il mio punto di vista e le mie critiche. Se non le condividi la discussione si arricchisce perchè segue un'approfondimento, o meglio dovrebbe seguire.
Possono essere criticate o meno, ma per dare una replica ritengo necessario partire da quel punto di osservazione.
Se tu le ritieni risibili non è un mio problema, ma di certo non vado in analisi :thumright

In caso posso chiedere a te le indicazioni stradali immagino per la tua Canossa? :p:

p.s.: l'"h" la ritengo sempre inserita come invocativa, giusto?
:roftl: :roftl: :roftl:
Dovessi schiattare dalle risate mi avrai sulla coscienza. :evil:
La speranza appartiene ai figli.
Noi adulti abbiamo già sperato e quasi sempre perso.
Avatar utente
OronzoPugliese
Forumino Malatissimo
Forumino Malatissimo
Messaggi: 2432
Iscritto il: 11/05/2011, 12:57

doddi ha scritto: Io offro alla discussione il mio punto di vista e le mie critiche. Se non le condividi la discussione si arricchisce perchè segue un'approfondimento, o meglio dovrebbe seguire.
Possono essere criticate o meno, ma per dare una replica ritengo necessario partire da quel punto di osservazione.
Se tu le ritieni risibili non è un mio problema

La discussione dovrebbe partire, fermo restando la sacrosanta difesa delle proprie opinioni, anche dal rispetto delle altre: il puntualizzare continuamente che il resto del mondo non capisce bene, non ha le scuole, non riesce a cogliere il punto, è un cialtrone e via cantando, oltre ad essere antipatico, non aiuta certo a far sì che le tue opinioni ricevano il rispetto che certamente meritano. Così come sbandierare il famoso 27 a 0, che neanche tu riusciresti a sostenere seriamente e che, ne sono certo, non convince te per primo, non può che apparire volutamente provocatorio e che rende tale commento oggettivamente, stavolta sì, risibile
Immagine
"Mister te sarà ti, muso de mona. Mi son el signor Nereo Rocco"
doddi
Non c'è nenti!
Non c'è nenti!
Messaggi: 4823
Iscritto il: 11/05/2011, 12:55
Località: 38°6′41″N 15°39′43″E

OronzoPugliese ha scritto:
doddi ha scritto: Io offro alla discussione il mio punto di vista e le mie critiche. Se non le condividi la discussione si arricchisce perchè segue un'approfondimento, o meglio dovrebbe seguire.
Possono essere criticate o meno, ma per dare una replica ritengo necessario partire da quel punto di osservazione.
Se tu le ritieni risibili non è un mio problema

La discussione dovrebbe partire, fermo restando la sacrosanta difesa delle proprie opinioni, anche dal rispetto delle altre: il puntualizzare continuamente che il resto del mondo non capisce bene, non ha le scuole, non riesce a cogliere il punto, è un cialtrone e via cantando, oltre ad essere antipatico, non aiuta certo a far sì che le tue opinioni ricevano il rispetto che certamente meritano. Così come sbandierare il famoso 27 a 0, che neanche tu riusciresti a sostenere seriamente e che, ne sono certo, non convince te per primo, non può che apparire volutamente provocatorio e che rende tale commento oggettivamente, stavolta sì, risibile
L'ho ripetuto n volte e non vado oltre nel ridescrivere un fatto, ma se io parlo di una determinato aspetto e mi si risponde a picche che dovrei dire all'interlocutore? E' obbligatorio essere allineati o derisi ... (diciamo così dai :lol: :lol: :lol: )

Argomento "cialtrone", visto che è la seconda volta che lo ripeti stizzito, mi riferisco ad una querelle di qualche giorno fà, tra alcuni giornalisti ed il Principe di cui non ho letto nulla su queste pagine. Quindi riferimenti specifici , nulla di generalizzato; quieto e non arrabbiarti se dico che non capite. A volte può capitare :wink

27-0 : te la metto facile. Una squadra batte l'altra 5-0 con 5 autogoal e due uomini in meno, contro 10 traverse, 20 pali e una dozzina di rigori sbagliati. Risultato sul tabellone luminoso 5-0. Un fatto, con una lunga storia dietro, ma un fatto.
Se coloro che vincono le gare hanno certificati antimafia ma sono in strette relazioni con altre imprese sottoposte all'attenzione della mafia,tutte munite di certificazioni delle prefetture,allora è un problema diverso che non compete a me valutare. I.F.
Avatar utente
pab397
Forumino Malato
Forumino Malato
Messaggi: 1153
Iscritto il: 26/05/2011, 22:06

aquamoon ha scritto:
suonatore Jones ha scritto:ma arena ha reso pubblici i conti, come aveva promesso, o anche quello era un pirito (con tutte le conclusioni del caso)?
Conti? Pubblici? Promesse?
In che senso?
:wink
Questi sono argomenti secondari.
I commenti devono essere su chi dà le notizie non sulle notizie stesse. Funziona così 8-)
Immagine

sono talmente comunista che da bambino mi mangiavo da solo
Mariotta
Forumino Malato
Forumino Malato
Messaggi: 1400
Iscritto il: 12/05/2011, 19:24

doddi ha scritto:
suonatore Jones ha scritto:il fatto è che in un comunicato ufficiale, un ministro dice che il prefetto di rc dovrà rendere conto delle stranezze e delle illazioni, giusto?

è un fatto o no? e non pare, dicono, narrano: sono le parole di un ministro sul comunicato del sito del governo. è diverso da una invenzione giornalistica.
Ma è così difficile da capire il punto ?!?!

Il prefetto non deve rendere conto di nulla, almeno spero per lui :mrgreen:
Dovrà, eventualmente, relazionare sui fatti emersi.

Il link riporta una pagina della rassegna stampa, non è un comunicato ufficiale, è un pezzo dedicato al Ministro dal quotidiano La Stampa, dove ci sono anche dei virgolettati. Tutti i siti istituzionali lo fanno.

La parte inerente l'argomento è questa: "Il ministro, incontrando la stampa, ha dettato l`agenda delle sue priorità. Rispondendo alla domanda sull`eventuale Commissione d`accesso al comune di Reggio Calabria per il suo scioglimento per infiltrazioni mafiose, indica la sua prima priorità, «la mafia»: «Mi recherò a Palermo venerdì, per inaugurare una sezione dell`Agenzia dei beni confiscati. La mafia è un fenomeno molto complesso e non basta solo arrestare i latitanti se non aggrediamo il patrimonio economico e se non contrastiamo le infiltrazioni».

Infiltrazioni, collusioni. Il Viminale assicura che la pratica Reggio Calabria sarà seguita con molta attenzione e che nelle prossime ore il prefetto della città sullo Stretto sarà sollecitato a inviare una sua prima relazione dettagliata."



Jones l'informazione è una cosa seria, e la gradirei seria. Tutto qua.
E' chiedere troppo?


A proposito, strano che sul forum non sia uscito nulla, la storia dei "cialtroni", tra cui l'autore di questo pezzo, la conoscete? Ne avete sentito parlare nei giorni scorsi? :lol: :lol:


io non ho postato niente perchè non volevo mi si accusasse di atteggiamenti persecutori nei confronti del sig governatore della Calabria. Però se ci tieni tanto

articolo di commento alla vicenda di ALdo VArano su zoomsud


Il Presidente Scopelliti, parlando con un cronista di CalabriaOra, consapevole, quindi, che le sue parole sarebbero finite sui giornali, ha definito «cialtroni», accusandoli di far parte di una misteriosa «cricca» reggina, tre giornalisti non calabresi: Enrico Fierro del Fatto quotidiano, Roberto Galullo del Sole 24 ore, Guido Ruotolo della Stampa di Torino.

I tre, a occhio e croce, non hanno bisogno di solidarietà. Sono capaci di difendersi da soli. Scrivono per giornali tra i più potenti e ascoltati del paese, letti ogni mattina da centinaia di migliaia di persone e, soprattutto, dall’intera Italia che conta nelle istituzioni, in giornali e Tv, economia, politica. Di quei giornali sono firme autorevoli e, perciò, «protette».

Se non c’è problema di solidarietà è utile, per i lettori, la testimonianza. La mia la propongo come contributo per meglio capire cosa accade.

Non conosco Roberto Galullo. Non abbiamo lavorato mai insieme, nè seguo il suo blog (che mi dicono molto affermato) perché non ne seguo nessuno (ho verso i blog un’avversione che m’inquieta perché non riesco a capirne l’origine; il che, francamente, mi preoccupa). Vado sui blog solo quando mi viene segnalato qualcosa di specifico. Ma ogni volta che leggo Galullo sul Sole, e mi accade spesso, lo trovo preciso e molto professionale. Uno che scrive e lavora come lui non mi pare proprio che possa essere definito «cialtrone», né l’inviato di un grande e prestigioso giornale s’arruola alle «cricche» della provincia italiana. L’ipotesi, quindi, è «strutturalmente» infondata.

Fierro e Ruotolo invece li conosco da oltre un quarto di secolo. Abbiamo lavorato insieme centinaia di volte, tutti e tre inviati, in giro per la Calabria o in altre parti del paese a seguire vicende da raccontare. Naturalmente, siamo anche amici; cosa che facilita discussioni e polemiche delle quali siamo fieri perché nel nostro lavoro se più teste non equivalgono a più ragionamenti e punti di vista diversi, non servono a nulla. Spesso abbiamo messo insieme le notizie che ognuno di noi aveva o ci siamo «passati» i pezzi: cioè io ho letto i loro e loro i miei, per correggerli o fare osservazioni. Gli articoli, nei grandi giornali, vengono sempre «passati» non foss’altro per portarli a misura: letti e rivisti con distacco da chi non li ha scritti, a tutela dei lettori, dei giornalisti, dell’editore.

Fierro e Ruotolo sono giornalisti consumati, hanno una sapienza professionale antica e solida. In comune hanno la testardaggine, che nel nostro mestiere è una qualità, per cui quando si convincono di una cosa non possono fare a meno di scriverla e testimoniarla. Ovviamente, quando si convincono di una cosa sbagliata, come credo sia capitato a tutti i giornalisti del mondo, è un guaio. Ma un guaio per loro, il rischio di un mestiere che amano. Non gli è mai capitato (che io sappia, e so bene; chi è del mestiere dopo aver letto tre o quattro articoli di un altro sa con precisione chirurgica se è intellettualmente onesto, affidabile o un «marchettaro» che scrive sotto dettatura) di testimoniare cose di cui non erano convinti. Insomma, dire che Fierro e Ruotolo siano al servizio di una «cricca» di provincia non sta né in cielo né in terra. Anche qui: strutturalmente infondato.

Arrivati qui si pone un problema del perché dell'affondo di Scopelliti. Nervoso per l’accumularsi di problemi? Riflesso condizionato in onore di Ciccio Franco?

Non sono letture convincenti.

Intanto, Ciccio Franco andava fiero di essere scritto all’albo dei giornalisti (era pubblicista) e ha sempre nutrito un rispetto religioso per la categoria. A Reggio durante i mesi (non giorni, mesi) drammatici dei Moti non c’è mai stato un incidente serio verso uno delle centinaia di giornalisti piombati in città, intemperanze solitarie a parte. Tensioni e giornali bruciati in piazza, ma mai uno schiaffo o gesti irreparabili. Al curioso fenomeno di giornalisti che per mesi stanno nella città infiammata che per loro resta sostanzialmente agibile non dev’essere stato estraneo il capo dei Boia chi molla. No, Ciccio Franco non avrebbe parlato come Scopelliti. Avrebbe attaccato frontalmente, con argomentazioni paradossali e anche provocatorie, ma «cialtroni» e servitori di una «cricca», per di più fuori dal contesto dei Moti, proprio no. Accomunare in questa vicenda Scopelliti e Ciccio Franco, facendo la gioia del Governatore in chiara difficoltà in certi ambienti come emerge dalle bacheche Fb dei simpatizzanti di Fli, è valutazione sbagliata. E’ la mia opinione.

Né quello di Scopelliti è sembrato uno sfogo nervoso. Il Governatore nella comunicazione è attentissimo e fin qui non ha mai fatto errori grossolani. Improbabile che in territorio amico, temporalmente lontano dai servizi giornalistici che lo avrebbero convinto del presunto «cialtronismo» di Fierro, Galullo e Ruotolo, si sia fatto saltare i nervi.

Ma allora perché quell’affondo a freddo che ha tutta l’aria di essere stato studiato e valutato col bilancino in tutte le sue conseguenze?

La risposta non è facile. La sensazione, liberato il campo da ricostruzioni azzardate, è che il Governatore abbia voluto inviare un pubblico messaggio, quasi un appello, per rafforzare il fronte di chi è ( dovrebbe essere, sarebbe) al centro dell’attacco da parte di una misteriosa «cricca» che opera a Reggio con l'obiettiva di favorire "fortune personali sulle disgrazie altrui"; insomma, carriere o altro ancora. Come se avesse avvertito: io non sono il solo verso cui la «cricca» combatte ed ecco perché è necessario fronteggiare insieme quest’attacco. Un messaggio per aprire contraddizioni tra i suoi nemici interni al centro destra indebolendoli? Un attacco all’opposizione, soprattutto del Pd? Un segnale a inquilini di altri palazzi che contano?

Francamente non è chiaro. Ma dal modo in cui si snoderà questa vicenda alla fine si capirà anche l’episodio di questi giorni. Per capire spesso bisogna avere la pazienza d’aspettare
Il dolore ci rimette in mezzo alle cose in modo nuovo.
Mariotta
Forumino Malato
Forumino Malato
Messaggi: 1400
Iscritto il: 12/05/2011, 19:24

questa è la replica di Fierro, che in alcuni passaggi però non condivido


«Nessuno tocchi il modello Reggio». Non aveva la camicia nera, non sta bene indossarla di questi tempi, ma il governatore della Calabria, Giuseppe Scopelliti, ha voluto ugualmente ricordare il ventesimo anniversario della morte del senatore Ciccio Franco, il capo dei Boia Chi Molla, il leader della rivolta di Reggio del 1970. Praticamente il maestro politico al quale il giovane rappresentante di Berlusconi in terra calabra si è sempre ispirato per dare corpo e idee al suo personale “modello” politico. Si tratta di un misto di intolleranza fascista e gestione selvaggia del potere, rigida selezione della squadra e delle amicizie politiche, e uso spregiudicato della spesa pubblica per finanziare il culto della personalità e il suo sistema di potere e di clientele. Oggi il governatore è in un mare di guai: i suoi uomini vengono toccati da pesantissime inchieste giudiziarie, Santi Zappalà, consigliere regionale e suo grande elettore è in galera perché andava a bussare ad un boss della famiglia Pelle di San Luca alla ricerca di voti, la gestione del Commissariato ai rifiuti ha scatenato un’altra inchiesta giudiziaria che ha già fatto finire nei guai l’assessore regionale all’Ambiente Francesco Pugliano, ma la grana più grossa si annida nelle carte dei bilanci del Comune di Reggio Calabria. 170 milioni di euro di buco, la città sull’orlo del baratro. C’è una relazione del ministero delle Finanze, un'inchiesta della Procura della Repubblica e proprio oggi (17 novembre) il governatore Scopelliti si sarebbe dovuto presentare davanti ai magistrati per cercare di smontare l’accusa di falso in atto pubblico. Non lo ha fatto, come un Berlusconi qualsiasi, ha invocato il legittimo impedimento per impegni istituzionali. È nei guai Peppe Scopelliti, eppure ha ancora la forza e il tempo di attaccare il sottoscritto, Guido Ruotolo, inviato de La Stampa, e Roberto Galullo, inviato del Sole24 Ore e animatore di un blog che spesso si occupa di Calabria, mafia e potere. «Nessuno tocchi il modello Reggio», tuona vicino al monumento di Ciccio Franco, del quale ricorda le parole dure come la pietra e pesanti come il manganello del mazziere fascista: «State zitti, voi siete i traditori di questa città». Poi il governatore parla di sé e del suo “modello”. «Noi abbiamo lavorato con amore e impegno… purtroppo alcuni personaggi pensano di costruire le loro fortune personali sulle disgrazie altrui. Il problema è che trovano anche giornalisti cialtroni come Ruotolo, Fierro e anche Galullo che fanno parte della cricca».
Come è nervoso Scopelliti, vede fantasmi, straparla. Io, Ruotolo e Galullo (tre persone diverse, tre giornali con editori e linee editoriali distanti) saremmo una cricca. Ridicolo. E poi cialtroni, detto da chi ha dissestato le finanze di una città spendendo i soldi dei contribuenti per portare in riva allo Stretto starlette e radio private, rischia di essere un complimento.
Cialtroni, detto da chi frequentava massoni (il signor Rappoccio) e tramite loro invocava l’interessamento di personaggi come Lele Mora per improbabili e pacchiane iniziative culturali in città. Cialtroni, detto da chi riceveva in comodato d’uso gratuito la sede del suo comitato elettorale (prime elezioni comunali, sede offerta da Gioacchino Campolo, il "re dei videopoker"). Cialtroni, detto da chi, a sua insaputa, come nelle migliori tradizioni berlusconiane, festeggiava i cinquant’anni di matrimonio dei genitori di un imprenditore (Barbieri) fortemente sospettato di legami con la ‘ndrangheta. A quel festino c’erano anche latitanti di importanti famiglie di mafia, basta rileggere le informative del Ros dei carabinieri che hanno dato origine all’inchiesta Meta. Cialtroni, detto dai chi viene nominato da almeno cinque pentiti di mafia. L’ultimo in ordine di tempo è stato Roberto Moio, famiglia Tegano, autore di una lucidissima analisi: «La ‘ndrangheta è la politica e la politica è la ‘ndrangheta». «Abbiamo sempre votato per il sindaco Scopelliti». Nino Lo Giudice il 7 dicembre 2010: «Gli abbiamo dato i voti io e la mia famiglia». Giovanbattista Fragapane, ex killer dei De Stefano pentito dal 2004: «Alle elezioni sentivo sempre il nome di Scopelliti». Nino Fiume, imparentato con i De Stefano e collaboratore di giustizia: «Ero amico del sindaco, lo conosco da quando l’ho appoggiato politicamente». Paolo Iannò, ex braccio destro del “Supremo” Pasquale Condello: «In relazione a Giuseppe Scopelliti si diceva che era appoggiato dalla ‘ndrangheta già da quando ero latitante». Per carità si tratta delle parole di ex mafiosi, pronunciate in tempi, luoghi e circostanze processuali diverse, che Scopelliti ha sempre rigettato con sdegno, ma bastano da sole a non sentirsi offesi quando si viene definiti cialtroni.
In conclusione sui giornalisti e la Calabria. Per quanto mi riguarda frequento la terra del governatore Scopelliti dal lontano 1972, venni per la prima volta con un treno organizzato dalla Cgil dopo i moti di Reggio, Scopelliti oggi si ispira alle idee di Ciccio Franco, io ero con i sindacati e la democrazia. E c’era anche l’altro “cialtrone”, Guido Ruotolo. Da allora sono venuto mille altre volte a scrivere di Calabria e calabresi e continuerò a farlo fino a quando avrò un giornale, un sito internet, un blog, un foglio di carta straccia a disposizione. È bene che il signor governatore se ne faccia una ragione: la democrazia è fatta di giornali osannanti e di giornali che scrivono quello che vedono. Il manganello, le allusioni, almeno col sottoscritto, servono a poco. Si rassegni!



Enrico Fierro
Il dolore ci rimette in mezzo alle cose in modo nuovo.
doddi
Non c'è nenti!
Non c'è nenti!
Messaggi: 4823
Iscritto il: 11/05/2011, 12:55
Località: 38°6′41″N 15°39′43″E

Mariotta ha scritto:
doddi ha scritto:
suonatore Jones ha scritto:il fatto è che in un comunicato ufficiale, un ministro dice che il prefetto di rc dovrà rendere conto delle stranezze e delle illazioni, giusto?

è un fatto o no? e non pare, dicono, narrano: sono le parole di un ministro sul comunicato del sito del governo. è diverso da una invenzione giornalistica.
Ma è così difficile da capire il punto ?!?!

Il prefetto non deve rendere conto di nulla, almeno spero per lui :mrgreen:
Dovrà, eventualmente, relazionare sui fatti emersi.

Il link riporta una pagina della rassegna stampa, non è un comunicato ufficiale, è un pezzo dedicato al Ministro dal quotidiano La Stampa, dove ci sono anche dei virgolettati. Tutti i siti istituzionali lo fanno.

La parte inerente l'argomento è questa: "Il ministro, incontrando la stampa, ha dettato l`agenda delle sue priorità. Rispondendo alla domanda sull`eventuale Commissione d`accesso al comune di Reggio Calabria per il suo scioglimento per infiltrazioni mafiose, indica la sua prima priorità, «la mafia»: «Mi recherò a Palermo venerdì, per inaugurare una sezione dell`Agenzia dei beni confiscati. La mafia è un fenomeno molto complesso e non basta solo arrestare i latitanti se non aggrediamo il patrimonio economico e se non contrastiamo le infiltrazioni».

Infiltrazioni, collusioni. Il Viminale assicura che la pratica Reggio Calabria sarà seguita con molta attenzione e che nelle prossime ore il prefetto della città sullo Stretto sarà sollecitato a inviare una sua prima relazione dettagliata."



Jones l'informazione è una cosa seria, e la gradirei seria. Tutto qua.
E' chiedere troppo?


A proposito, strano che sul forum non sia uscito nulla, la storia dei "cialtroni", tra cui l'autore di questo pezzo, la conoscete? Ne avete sentito parlare nei giorni scorsi? :lol: :lol:


io non ho postato niente perchè non volevo mi si accusasse di atteggiamenti persecutori nei confronti del sig governatore della Calabria. Però se ci tieni tanto
:lol: :lol: :lol: :lol:
Scusa ma chi o di cosa ti dovrebbe accusare?
Ed infine, incosapevolemente, hai trovato il fil rouge con quanto dichiarato a muso duro da Arena ed il fantomatico comunicato della rassegna stampa del Ministero, a firma Guido Ruotolo.

Brava bravissima :okok:

Questo vuol dire andare oltre la notizia :read:
Se coloro che vincono le gare hanno certificati antimafia ma sono in strette relazioni con altre imprese sottoposte all'attenzione della mafia,tutte munite di certificazioni delle prefetture,allora è un problema diverso che non compete a me valutare. I.F.
Mariotta
Forumino Malato
Forumino Malato
Messaggi: 1400
Iscritto il: 12/05/2011, 19:24

doddi ha scritto:
Mariotta ha scritto:A proposito, strano che sul forum non sia uscito nulla, la storia dei "cialtroni", tra cui l'autore di questo pezzo, la conoscete? Ne avete sentito parlare nei giorni scorsi? :lol: :lol:


io non ho postato niente perchè non volevo mi si accusasse di atteggiamenti persecutori nei confronti del sig governatore della Calabria. Però se ci tieni tanto
:lol: :lol: :lol: :lol:
Scusa ma chi o di cosa ti dovrebbe accusare?
Ed infine, incosapevolemente, hai trovato il fil rouge con quanto dichiarato a muso duro da Arena ed il fantomatico comunicato della rassegna stampa del Ministero, a firma Guido Ruotolo.

Brava bravissima :okok:

Questo vuol dire andare oltre la notizia :read:[/quote]



grazie grazissimo
ma a proposito di accuse ...lo so che non capisci le battute... :mrgreen:
e cmq
il fil rouge è il colore del filo che muove le marionette...marionette che non sono i giornalisti cialtroni nè la loro cricca.
A muso duro sempre eh... :beer:
Il dolore ci rimette in mezzo alle cose in modo nuovo.
doddi
Non c'è nenti!
Non c'è nenti!
Messaggi: 4823
Iscritto il: 11/05/2011, 12:55
Località: 38°6′41″N 15°39′43″E

Ma c'e' il clubbi dei permalosi qua dentro? :scratch

A parte la zannella hai inteso il messaggio?
Che ne pensi?

A proposito il Prefetto avrebbe detto che di questa storia, fatto salvo il mezzo stampa, non sa' nulla di nulla.

Fonte mia
Se coloro che vincono le gare hanno certificati antimafia ma sono in strette relazioni con altre imprese sottoposte all'attenzione della mafia,tutte munite di certificazioni delle prefetture,allora è un problema diverso che non compete a me valutare. I.F.
Mariotta
Forumino Malato
Forumino Malato
Messaggi: 1400
Iscritto il: 12/05/2011, 19:24

doddi ha scritto:Ma c'e' il clubbi dei permalosi qua dentro? :scratch

A parte la zannella hai inteso il messaggio?
Che ne pensi?

A proposito il Prefetto avrebbe detto che di questa storia, fatto salvo il mezzo stampa, non sa' nulla di nulla.

Fonte mia

si si ho inteso, non escludo niente...
ma sono troppo prevenuta :mrgreen:
Il dolore ci rimette in mezzo alle cose in modo nuovo.
Rispondi