Il Viminale chiede relazione su Palazzo S.Giorgio

Notizie dal mondo e dalla città: curiosità, fatti, cronaca...

Moderatori: NinoMed, Bud, Lilleuro

Mariotta
Forumino Malato
Forumino Malato
Messaggi: 1400
Iscritto il: 12/05/2011, 19:24

doddi ha scritto:
Mariotta ha scritto:

Tutte le volte che fai "illazioni": (non pensare di nascondere fallimenti ecc) ...poi dici di aver fatto una battuta. Chi interloquisce con te dovrebbe capirlo e regolarsi...di conseguenza....piffavureddu.Quali sarebbero i miei tentativi di nascondere e soprattutto quali le favole?
Io sono ben ancorata alla realtà oltre che abbastanza rilassata, e per cercare lavoro mi sono sobbarcata 1500 km di lontananza con annessi e connessi invece che votare gente appoggiata da malandrini e avere altri papà che non fosse solo il mio, quello naturale. Accetto e stimo pure chi decide altrimenti ,quando lavora onestamente, non ruba e non procura male ad altri, o sostiene il cancro della nostra città con voti , favori, richieste e appoggi vari.
Non rigirarla accusandomi di non sapere scherzare, qui non c'era proprio nulla di personale , io esprimo un'opinione più che legittima parlando in generale, tu la rigiri, o almeno ci provi... tra favolette e fallimenti o qualche altro colpo di mestolo fuori cottura e fuori luogo.(non pensare di nascondere fallimenti con le favole ) La mentalità della maggiorparte della nostra gente è quella che chi detiene il potere, comunque ce l'abbia , e dà rispettare e adorare, infischiandone da dove e come arrivi.
Tra l'altro, non hai ancora capito, che mentre esistono i tuoi, i miei non sono espressamente quelli che hanno "perso". Detto ciò non è colpa mia(e manco colpa tua) se i tuoi sono stati scelti (a quanto pare) dai malandrini della città che, evidentemente li hanno ritenuti, terreno più fertile per le loro cosacce.
Certo rendersene eventualmente conto sarebbe una buona presa di coscienza della realtà e capisco potrebbe far male.Assai. Altro che rilassarsi, ci vorrebbe l'olio di ricino. :beer:
Ma quali illazioni, minestroni e scurcitte, dai...

Riassumo così non è possibile fraintenderci:
il 30-35% significa 200.000 persone... rimani convinta?
Ritengo il numero fuori da ogni possibile ipotesi immaginabile.
Questi questuanti, pochi o tanti, vero o meno, 5 anni fà erano andati al mare?

Queste sono le domande che ti ho posto davanti alla tua ipotesi.
Nè più nè meno.


resto convinta e non scalo (lascio solo una forchettina da dessert del 5%) :okok:
Il dolore ci rimette in mezzo alle cose in modo nuovo.
doddi
Non c'è nenti!
Non c'è nenti!
Messaggi: 4823
Iscritto il: 11/05/2011, 12:55
Località: 38°6′41″N 15°39′43″E

Mariotta ha scritto:
doddi ha scritto:
Mariotta ha scritto:

Tutte le volte che fai "illazioni": (non pensare di nascondere fallimenti ecc) ...poi dici di aver fatto una battuta. Chi interloquisce con te dovrebbe capirlo e regolarsi...di conseguenza....piffavureddu.Quali sarebbero i miei tentativi di nascondere e soprattutto quali le favole?
Io sono ben ancorata alla realtà oltre che abbastanza rilassata, e per cercare lavoro mi sono sobbarcata 1500 km di lontananza con annessi e connessi invece che votare gente appoggiata da malandrini e avere altri papà che non fosse solo il mio, quello naturale. Accetto e stimo pure chi decide altrimenti ,quando lavora onestamente, non ruba e non procura male ad altri, o sostiene il cancro della nostra città con voti , favori, richieste e appoggi vari.
Non rigirarla accusandomi di non sapere scherzare, qui non c'era proprio nulla di personale , io esprimo un'opinione più che legittima parlando in generale, tu la rigiri, o almeno ci provi... tra favolette e fallimenti o qualche altro colpo di mestolo fuori cottura e fuori luogo.(non pensare di nascondere fallimenti con le favole ) La mentalità della maggiorparte della nostra gente è quella che chi detiene il potere, comunque ce l'abbia , e dà rispettare e adorare, infischiandone da dove e come arrivi.
Tra l'altro, non hai ancora capito, che mentre esistono i tuoi, i miei non sono espressamente quelli che hanno "perso". Detto ciò non è colpa mia(e manco colpa tua) se i tuoi sono stati scelti (a quanto pare) dai malandrini della città che, evidentemente li hanno ritenuti, terreno più fertile per le loro cosacce.
Certo rendersene eventualmente conto sarebbe una buona presa di coscienza della realtà e capisco potrebbe far male.Assai. Altro che rilassarsi, ci vorrebbe l'olio di ricino. :beer:
Ma quali illazioni, minestroni e scurcitte, dai...

Riassumo così non è possibile fraintenderci:
il 30-35% significa 200.000 persone... rimani convinta?
Ritengo il numero fuori da ogni possibile ipotesi immaginabile.
Questi questuanti, pochi o tanti, vero o meno, 5 anni fà erano andati al mare?

Queste sono le domande che ti ho posto davanti alla tua ipotesi.
Nè più nè meno.


resto convinta e non scalo (lascio solo una forchettina da dessert del 5%) :okok:
Manca la seconda risposta, se vuoi, .. sul mare 8-)
Se coloro che vincono le gare hanno certificati antimafia ma sono in strette relazioni con altre imprese sottoposte all'attenzione della mafia,tutte munite di certificazioni delle prefetture,allora è un problema diverso che non compete a me valutare. I.F.
Avatar utente
Motociclista
Forumino Malatissimo
Forumino Malatissimo
Messaggi: 1795
Iscritto il: 11/05/2011, 19:51

Mariotta
Forumino Malato
Forumino Malato
Messaggi: 1400
Iscritto il: 12/05/2011, 19:24

doddi ha scritto:
Mariotta ha scritto:Tutte le volte che fai "illazioni": (non pensare di nascondere fallimenti ecc) ...poi dici di aver fatto una battuta. Chi interloquisce con te dovrebbe capirlo e regolarsi...di conseguenza....piffavureddu.Quali sarebbero i miei tentativi di nascondere e soprattutto quali le favole?
Io sono ben ancorata alla realtà oltre che abbastanza rilassata, e per cercare lavoro mi sono sobbarcata 1500 km di lontananza con annessi e connessi invece che votare gente appoggiata da malandrini e avere altri papà che non fosse solo il mio, quello naturale. Accetto e stimo pure chi decide altrimenti ,quando lavora onestamente, non ruba e non procura male ad altri, o sostiene il cancro della nostra città con voti , favori, richieste e appoggi vari.
Non rigirarla accusandomi di non sapere scherzare, qui non c'era proprio nulla di personale , io esprimo un'opinione più che legittima parlando in generale, tu la rigiri, o almeno ci provi... tra favolette e fallimenti o qualche altro colpo di mestolo fuori cottura e fuori luogo.(non pensare di nascondere fallimenti con le favole ) La mentalità della maggiorparte della nostra gente è quella che chi detiene il potere, comunque ce l'abbia , e dà rispettare e adorare, infischiandone da dove e come arrivi.
Tra l'altro, non hai ancora capito, che mentre esistono i tuoi, i miei non sono espressamente quelli che hanno "perso". Detto ciò non è colpa mia(e manco colpa tua) se i tuoi sono stati scelti (a quanto pare) dai malandrini della città che, evidentemente li hanno ritenuti, terreno più fertile per le loro cosacce.
Certo rendersene eventualmente conto sarebbe una buona presa di coscienza della realtà e capisco potrebbe far male.Assai. Altro che rilassarsi, ci vorrebbe l'olio di ricino. :beer:
Ma quali illazioni, minestroni e scurcitte, dai...

Riassumo così non è possibile fraintenderci:
il 30-35% significa 200.000 persone... rimani convinta?
Ritengo il numero fuori da ogni possibile ipotesi immaginabile.
Questi questuanti, pochi o tanti, vero o meno, 5 anni fà erano andati al mare?

Queste sono le domande che ti ho posto davanti alla tua ipotesi.
Nè più nè meno.


resto convinta e non scalo (lascio solo una forchettina da dessert del 5%) :okok:[/quote]

Manca la seconda risposta, se vuoi, .. sul mare 8-)[/quote]


ops scusa...pensavo fosse scontata...5 anni fa i ggenti ancora ancora ...erano mbasunati..in un vortice di show ed eventi che gli faceva girare le testoline :yaho:
Il dolore ci rimette in mezzo alle cose in modo nuovo.
doddi
Non c'è nenti!
Non c'è nenti!
Messaggi: 4823
Iscritto il: 11/05/2011, 12:55
Località: 38°6′41″N 15°39′43″E

Mariotta ha scritto:
ops scusa...pensavo fosse scontata...5 anni fa i ggenti ancora ancora ...erano mbasunati..in un vortice di show ed eventi che gli faceva girare le testoline :yaho:
Mi riferivo alle regionali, ma se vuoi passare al comune non posso credere che i reggini nonostante gli allarmi sulla gestione di palazzo San Giorgio, i suicidi, i report, gli esposti, le liste di proscrizione, le conferenze stampa continue dei disoccupati politici diversamente pettinati, abbiano ancora scelto il male assoluto con uno scarto che và ben oltre anche quel 30% viziato dai costretti e dai vincolati.
Insomma, pare che, non li vogliono e basta, costretti e autonomi, vincolati e liberi.
Basta osservare, gli esempi sono numerosi e ...continui!
Se coloro che vincono le gare hanno certificati antimafia ma sono in strette relazioni con altre imprese sottoposte all'attenzione della mafia,tutte munite di certificazioni delle prefetture,allora è un problema diverso che non compete a me valutare. I.F.
Mariotta
Forumino Malato
Forumino Malato
Messaggi: 1400
Iscritto il: 12/05/2011, 19:24

doddi ha scritto:
Mariotta ha scritto:
ops scusa...pensavo fosse scontata...5 anni fa i ggenti ancora ancora ...erano mbasunati..in un vortice di show ed eventi che gli faceva girare le testoline :yaho:
Mi riferivo alle regionali, ma se vuoi passare al comune non posso credere che i reggini nonostante gli allarmi sulla gestione di palazzo San Giorgio, i suicidi, i report, gli esposti, le liste di proscrizione, le conferenze stampa continue dei disoccupati politici diversamente pettinati, abbiano ancora scelto il male assoluto con uno scarto che và ben oltre anche quel 30% viziato dai costretti e dai vincolati.
Insomma, pare che, non li vogliono e basta, costretti e autonomi, vincolati e liberi.
Basta osservare, gli esempi sono numerosi e ...continui!

aaaahhhh alle regionali...ma sono già passati cinque anni? :fifi: Ossignur mbecchiai...
e cmq a proposito di favole il problema di solito è l'antagonista...non si tratta solo di non volere. Molti scelgono di non schierarsi o schierarsi solo con un papabile vincente, li considerano voti sprecati :zip:
Il dolore ci rimette in mezzo alle cose in modo nuovo.
reggino
Non c'è nenti!
Non c'è nenti!
Messaggi: 4512
Iscritto il: 12/05/2011, 19:30
Località: l'isola che non c'è

Mariotta ha scritto:[quote

aaaahhhh alle regionali...ma sono già passati cinque anni? :fifi: Ossignur mbecchiai...
e cmq a proposito di favole il problema di solito è l'antagonista...non si tratta solo di non volere. Molti scelgono di non schierarsi o schierarsi solo con un papabile vincente, li considerano voti sprecati :zip:
Si,infatti,ricordo alcuni utenti che scrivevano mesi fa:"canale non vincerà mai,quindi voto Arena che ha molte più possibilità di vincere" ragionamento che non capirò mai.
Uno deve votare un politico perchè gli piace,non in base alle possibilità che ha di vincere le elezioni.
Io sono dell'idea che al nord,posso anche sbagliarmi,candidati come Scopelliti e Arena non avrebbero mai vinto le elezioni,o se l'avessero fatto,dopo cinque anni li avrebbero mandati a casa.
La Moratti che rispetto agli ultimi due sindaci che abbiamo avuto è una spanna sopra,è stata fatta fuori in un batter ciglio,e lo stesso vale per l'ex sindaco di Parma.
Nui simu speciali e ci teniamo questi Cavour denoaltri...
https://www.youtube.com/watch?v=-JQINuybHL4" onclick="window.open(this.href);return false;
reggino
Non c'è nenti!
Non c'è nenti!
Messaggi: 4512
Iscritto il: 12/05/2011, 19:30
Località: l'isola che non c'è

Motociclista ha scritto:approfondimenti:http://www.strill.it/index.php?option=c ... &Itemid=86 :salut
basta,ho deciso di non informarmi più sullo schifo che c'è nella nostra città,ogni volta a leggere certe porcate mi bolle il sangue.
https://www.youtube.com/watch?v=-JQINuybHL4" onclick="window.open(this.href);return false;
doddi
Non c'è nenti!
Non c'è nenti!
Messaggi: 4823
Iscritto il: 11/05/2011, 12:55
Località: 38°6′41″N 15°39′43″E

http://www.strill.it/index.php?option=c ... &Itemid=86" onclick="window.open(this.href);return false;

Reggio, multiservizi: nota Tripodi (Pdci)
Lunedì 28 Novembre 2011 18:30
Riceviamo e pubblichiamo:

Il tentativo, palese quanto puerile, portato avanti dal sindaco Arena e dalla sua giunta, che mira a derubricare e a far cadere nel dimenticatoio l’agghiacciante vicenda relativa alle pesantissime

infiltrazioni delle cosche della ‘ndrangheta nella società mista comunale Multiservizi, è stucchevole. Siamo letteralmente increduli ed esterrefatti.
Il sindaco Arena e l’amministrazione comunale, al di là di qualche patetico e, addirittura, minaccioso comunicato stampa e di un incontro in prefettura, non hanno assunto nessuna iniziativa concreta tesa a spezzare e a chiudere definitivamente le società miste.
Alla giunta comunale, infatti, non sono bastate le numerose dichiarazioni rese da alcuni collaboratori di giustizia e, soprattutto, le risultanze delle inchieste della DDA di Reggio Calabria, rispettivamente l’operazione “Archi” e la recentissima operazione “Astrea”, dalle quali emerge in maniera agghiacciante l’incontrovertibile presenza della ‘ndrangheta tra i soci privati della Multiservizi, per assumere la decisione più ovvia e logica, vale a dire: salvaguardare tutti i posti di lavoro e uscire immediatamente dalle società miste, Multiservizi in primis.
A tutt’oggi, invece, il sindaco Arena, che da commercialista sarebbe stato addirittura consulente della Multiservizi, minimizza e fa finta di nulla. Infatti, comunica alla città che opererà affinchè si eviti qualsiasi infiltrazione.
Ma, sindaco Arena, fino ad oggi cosa è successo?
La Procura cosa ha smascherato, se non le infiltrazioni mafiose?
Il nostro stupore, rispetto a queste dichiarazioni, è, pertanto, sconfinato, poiché vi è un tentativo, nemmeno tanto nascosto, di offendere le intelligenze di tutti i reggini.
Ci troviamo di fronte a un comportamento comico che, però, non fa ridere nessuno, ma, purtroppo, fa letteralmente piangere un’intera comunità.
Con stupore, dobbiamo registrare la contestuale assenza di azioni concrete da parte delle altre Istituzioni preposte ad intervenire.
Ci aspettavamo, infatti, un provvedimento da parte del Prefetto di Reggio Calabria dr. Varratta, il quale, con un atto amministrativo di natura straordinaria, sostituendosi e supplendo all’inerzia dell’amministrazione comunale, avrebbe dovuto mettere la parola fine e chiudere la putrida vicenda delle società miste del comune di Reggio Calabria. Società miste che rappresentano, in modo acclarato, il crocevia di tutti gli affari e gli interessi delle cosche della ‘ndrangheta. Basta, per esempio, andarsi a leggere gli elenchi relativi agli incarichi e alle consulenze per verificare che si tratta di una vera e propria grandissima mangiatoia costruita sulla pelle e sulle tasche degli incolpevoli reggini.
Invece, il Prefetto, a seguito delle gravissime vicende emerse, non ha ritenuto opportuno assumere nessuna iniziativa e nessun atto, per molti versi scontato e unanimemente atteso.
E’ ovvio che tutto ciò provoca, alla stragrande maggioranza degli esausti e onesti cittadini reggini, una ferma critica e un profondo dissenso.
Le Istituzioni non possono e non devono essere di parte o, peggio, al servizio di un sistema di potere che, in questa città, è, ormai, putrido e nauseante. Purtroppo, a Reggio vi è, troppo spesso, una stretta simbiosi tra la destra al potere e le Istituzioni.
Ci appelliamo, pertanto, direttamente al Ministro degli Interni, dott.ssa Anna Maria Cancellieri, affinché metta fine a questo scempio e intervenga rapidamente per ripristinare la legalità e il rispetto delle regole, così palesemente calpestate e oltraggiate.



IL SEGRETARIO CITTADINO DEL PdCI DI REGGIO CALABRIA
Ivan Tripodi



:scrolleye: :scrolleye:
Se coloro che vincono le gare hanno certificati antimafia ma sono in strette relazioni con altre imprese sottoposte all'attenzione della mafia,tutte munite di certificazioni delle prefetture,allora è un problema diverso che non compete a me valutare. I.F.
doddi
Non c'è nenti!
Non c'è nenti!
Messaggi: 4823
Iscritto il: 11/05/2011, 12:55
Località: 38°6′41″N 15°39′43″E

doddi ha scritto:http://www.strill.it/index.php?option=c ... &Itemid=86

Reggio: deputati Pd chiedono accesso antimafia in Comune al Ministro dell'Interno
Giovedì 24 Novembre 2011 17:33


L'accesso antimafia al Comune di Reggio Calabria e' stato chiesto al Ministro dell'Interno in una interrogazione presentata dai deputati del Pd Doris Lo Moro, Rosa Villecco Calipari, Laura
Garavini, Franco Laratta e Nicodemo Oliverio. ''Secondo notizie di stampa - e' scritto nell'interrogazione - il collaboratore di giustizia Roberto Moio affermava che le societa' partecipate del comune fossero controllate dalla 'ndrangheta, indicando per le singole societa' la cosca che ne aveva il controllo. Nel processo e' coinvolto un ex consigliere comunale, Massimo Labate per il quale il pg ha chiesto la condanna a dieci anni dopo una requisitoria in cui ha affermato 'nessuno pensi che l'idea delle societa' miste del Comune sia nata nelle stanze di alcuni palazzi della politica, ma e' il frutto di riunioni di 'ndrangheta''. I deputati sostengono poi che le societa' partecipate ''sono state al centro dell'indagine della Commissione parlamentare di inchiesta sulle attivita' illecite connesse al ciclo dei rifiuti che ha anche cercato di capire perche' il Comune ha aderito a piu' societa' con lo stesso oggetto, senza ottenere alcun chiarimento dal presidente della Regione, Scopelliti, che, secondo quanto si legge nella relazione approvata il 19 maggio 2011, ha dichiarato di non ricordare i motivi che lo avevano indotto, pur essendo al tempo sindaco, ad aderire a due distinte societa', benche' aventi lo stesso oggetto''. I parlamentari ricordano poi l'operazione che ha colpito ''esponenti della cosca Tegano ma anche professionisti che lavoravano al servizio delle cosche. E' emerso che la Reciim, in mano ai Tegano e retta da uno degli arrestati controlla il 33% della Gestione servizi territoriali che a sua volta controlla la Multiservizi. Per la Multiservizi sembra trovare conferma l'assunto del pentito. Il Comune e' da mesi al centro dell'attenzione anche per altre vicende. Qualche mese fa, tra l'altro, si e' suicidata Orsola Fallara che ha retto per anni il settore finanziario. Una verifica dopo tale episodio ha accertato un buco nel bilancio comunale di particolare entita' (si dovrebbe trattare di circa 170 milioni di euro)''. ''Il contesto di confusione amministrativa e di disamministrazione che emerge - e' scritto nell'interrogazione - non e' in se' indicativo di infiltrazioni mafiose anche se, per comune esperienza, e' proprio la cattiva amministrazione a rendere possibili e a favorire le pressioni e le infiltrazioni. Nonostante il Comune abbia una nuova amministrazione, sembra opportuno, ed anzi necessario, verificare se ci sono state pressioni ed infiltrazioni''. (ANSA).



:scratch Nella lettura dei nomi dei deputati PD richiedenti mi pare manchi qualche nome.
Scusate se mi autoquoto ma mi corre l'obbligo. Mi pare che nessuno avesse colto il messaggio, ma siamo abituati oramai :fifi:

Ora finalmente qualcuno si è accorto che manca qualche firma. Guarda caso non è neppure calabrese.
Una nello specifico. Dopo più di una settimana... alla buon'ora :lol: :lol: :lol: :lol:

http://robertogalullo.blog.ilsole24ore. ... confe.html" onclick="window.open(this.href);return false;

3 dicembre 2011 - 17:28

Capolavoro del Pd: interrogazione sul Comune di Reggio senza (finora) la firma di Marco Minniti e conferenza stampa annullata


Se non ci fosse, la politica italiana, bisognerebbe inventarla. Prendete il Pd calabrese. Un partito che sta all’opposizione alla Regione Calabria e al Comune di Reggio come la resistenza di un ghiacciolo sta ai raggi del sole.

Ne volete una testimonianza? No, non mi riferisco all’imbarazzante e sganasciante silenzio sulle vicende che stanno investendo il consiglio regionale dopo l’arresto di Franco Morelli del Pdl (sull’ordinanza scriverò tra qualche giorno).

Sì lo so quel silenzio vi sembrerà incredibile ma così non è per un semplice motivo: la trasversalità va rispetta. Oggi la magistratura colpisce a te, domani a me. Non ci si può accanire, non si può fare Politica, suvvia che pretese!

Mi riferisco invece ad un episodio di qualche giorno fa quando la parlamentare del Pd di Lamezia Terme, Doris Lo Moro, ha presentato un’interrogazione scritta al ministro dell’Interno Anna Maria Cancellieri chiedendole se non fosse il caso di accedere agli atti del Comune di Reggio Calabria dove da qualche tempo ne stanno succedendo di ogni colore.

Su questo tema, per non farsi mancare nulla il Pd, con un comunicato alle agenzie, il 22 novembre aveva annunciato in pompa magna una conferenza stampa per il pomeriggio del 24 novembre.

Credo - ovviamente tutto è opinabile nella vita e dunque posso sbagliarmi – che i primi ad avere interesse a testimoniare la verginità di un’amministrazione sono gli stessi amministratori. Quelli passati (parlo di Reggio Calabria) e quelli presenti (parlo sempre di Reggio Calabria) che, pur non avendo alcun tipo di responsabilità diretta, credo avvertano la necessità se non altro di scrollarsi dal collo il fiato della politica avversa, della magistratura , della libera stampa e della collettività che, stordita, vuol capire. Se fossi il sindaco di una qualunque città mi farei in quattro – di fronte al primo stormir di fronde – per aprire le porte del Municipio e consentire a tutti di verificare la trasparenza che contraddistingue l’azione amministrativa. Ma forse, anche qui, mi sbaglio. Certo non insulterei il prossimo che critica, magari esponendolo a gravi rischi sol per il fatto che osa criticare.

Notavo due cose nei miei articoli recentemente scritti su questo amatissimo (dalla politica) blog: quanto fosse anomalo che a presentare un’interrogazione su Reggio Calabria fosse una lametina (ma vivaddio ha avuto il coraggio di farlo) e che ci sarebbe stato da attendere il finale di questa chiamata in causa del Viminale.

Mi chiedevo: chi firmerà, oltre a Lo Moro, un’interrogazione parlamentare che chiede, sostanzialmente come si legge nella nota di accompagnamento, un accesso antimafia? Sia ben chiaro: non è compito del giornalismo sostituirsi al Viminale (e questo umile blog non lo ha mai fatto) a cui spetta il dovere/potere di decidere accessi agli atti. Così come ancor meglio spetta al Governo, su proposta del ministro dell’Interno, decidere lo scioglimento di un ente locale o strumentale (a esempio le Asl).

Poteva mancare a quell’interrogazione – mi chiedevo - la firma di Marco Minniti, potente politico reggino, componente della direzione nazionale del Pd, parlamentare da tre legislature, già sottosegretario alla Difesa e alla presidenza del Consiglio nonché ex viceministro dell’Interno e uomo senza la cui voglia in Calabria non si muove(va) foglia?

No, non poteva mancare, per marcare un impegno diretto e ai massimi livelli della dirigenza del Pd nazionale in una vicenda, quella reggina, che a me (e non solo a me ma ovviamente posso sbagliare) sembra una bomba a orologeria. E invece…E invece, per prima cosa, la conferenza stampa è sparita. Cancellata dall’ordine del giorno.

Ma il punto è un altro anche se restano i dubbi e le congetture su quella conferenza stampa annullata.

Il punto è che quell’interrogazione, oltre che da Lo Moro è stata firmata dalla senatrice Rosa Villecco Callipari (nata a Cosenza eletta in Calabria), Laura Garavini (nata a Vignola, Modena, ed eletta nella circoscrizione europea), Franco Laratta (nato a Cosenza ed eletto in Calabria) e Nicodemo Oliverio (nato a Crotone ed eletto in Calabria).

Non c’è la firma di Minniti che invece era data, da molti politici calabresi, per certa e irrinunciabile. Questo è il punto. Ora non sta a me invocare firme di un partito ma a sta alla sana critica giornalista che fa solo il suo mestiere senza infangare nessuno, sia chiaro a tutti, invocare il massimo dell’attenzione sulla “polveriera” Reggio. Sarebbe bello – pensate quanto sono ingenuo – che anche i politici locali e i parlamentari reggini e calabresi della maggioranza intervenissero sulla vicenda di Reggio con una propria e autonoma interrogazione, interpellanza o comunque sollecitazione a vederci chiaro fino in fondo. In questo modo marcerebbero - coerentemente - di pari passo con parti della Procura di Reggio Calabria che da tempo hanno cominciato a vederci chiaro nella situazione di Reggio Calabria e provincia. Dovrebbero esserne lieti anche perché non passa(va) giorno che i politici del Pdl non si spertichino in lodi incensanti per il vertice della Procura. Vedete, cari amici di blog, la trasparenza amministrativa non ha (non dovrebbe avere) colore politico. E’ interesse della rappresentanza politica – tutta – chiedere anche ad una ispezione ministeriale che si guardi dentro le carte di un’amministrazione nell’occhio del ciclone e, di conseguenza, verificare se ci siano o meno gli estremi per chiedere uno scioglimento.

Ebbene: l’interrogazione del Pd – alla quale si aggiunge quella dell’onorevole Angela Napoli del Fli, dunque ancora opposizione – ha 5 striminzite (e rispettabilissime) firme in calce.

Manca la più importante.

Buona Calabria a tutti.
Se coloro che vincono le gare hanno certificati antimafia ma sono in strette relazioni con altre imprese sottoposte all'attenzione della mafia,tutte munite di certificazioni delle prefetture,allora è un problema diverso che non compete a me valutare. I.F.
Rispondi