Eco Services RC - Paternò 73-59

Tutto sul basket e sul mito Viola.

Moderatori: Bud, NinoMed, Lilleuro

Rispondi
ufficiostampAudax
Apprendista Forumino
Apprendista Forumino
Messaggi: 23
Iscritto il: 11/05/2011, 14:27

Eco Services Rc - Qè Call center Paternò 73-59 (22-20/40-29/51-42)

Eco Services RC: Meduri 13, Costantino, Barreca 19, Cerami 13, Salvatico 2, Fonte, Sergi 6, Sabarese 11, Brienza. coach: Furfari
Paternò: Sciarretta 17, Rao 1, Castiglione, Lo Faro, Fiorito 8, Santanocito 6, Asero, Famà 5, Zerini 6, Grasso 16. coach: Del Vecchio.

arbitri: Fontanella e Menduto
note: RC t2 23/37 62% t3 6/19 32% tl 9/10 rimb 33
Paternò t2 19/34 56% t3 5/15 33% tl 6/9 rimb 19

Nell’anticipo al sabato dell’ottava giornata di campionato la Eco Services Reggio Calabria riesce finalmente nell’impresa di “espugnare” il parquet casalingo del Palapentimele superando la formazione del Paternò con il punteggio di 73-59, finalmente una prova positiva sotto tanti punti di vista, anche se indubbiamente c’è ancora tanto da lavorare.

PAURA – La fondamentale sfida salvezza, arriva con le due formazioni appaiate in classifica a quota 4 punti ma il morale tra le due compagini è completamente opposto, con la Eco reduce dalla sfida proibitiva in quel di Trapani, mentre gli ospiti viaggiano sulle proverbiali ali dell’entusiasmo esaltati dalla vittoria casalinga ottenuta contro la forte Acireale. Si parte con le due squadre che si studiano, i quintetti sono standard: Meduri, Canale, Cerami, Sabarese e Barreca da un lato, mentre gli ospiti rispondono con Sciarretta, Famà, Grasso, Zerini e Castiglione. Nel primo quarto la partita fila via sui canali dell’equilibrio, anche se i nostri ragazzi superata la paura dei primi possessi, iniziano a macinare gioco trovando nuove soluzioni offensive, soprattutto in post basso. La differenza di intensità si nota, e Sabarese (11) e soprattutto un finalmente prolifico SuperNino Barreca (19 punti per lui e 32 di valutazione globale) la mettono con continuità. Al 10’ il tabellone segna 22-20 per i bianco-blu, gli ospiti restano a galla grazie ad una bomba da lontanissimo siglata dal veloce play Sciarretta proprio allo scadere.

SI CORRE – Nel secondo quarto si prosegue punto a punto fino al 14’ 28-25, poi i nostri ragazzi mettono il turbo e decidono che è giunta l’ora di allungare, sospinti come detto dalle buone giocate dei due lunghi ma anche e soprattutto dalle superlative invenzioni di Meduri che sforna assist a gogo; ne mette 13 di punti il capitano a fine incontro, mandando per ben 12 volte i propri compagni a realizzare. Finisce il quarto con il break che risulterà poi essere decisivo nella risoluzione del match, al quale contribuiscono in maniera significativa anche Cerami (13) e Canale (9), il punteggio al 20’ è di 40-29 per la Eco Services, coach Furfari sa che il proprio compito negli spogliatoi sarà quello di mantenere alta la concentrazione.

2 PUNTI – ed infatti Paternò al rientro dagli spogliatoi dà l’impressione di volersi riavvicinare nel punteggio, anche se lo fa più in maniera nervosa che in termini di lucidità di gioco. Famà la mette da 3, mentre Fiorito recupera e realizza in contropiede subendo anche fallo, 44-38 al 25’ e partita che sembra riaperta. L’impressione dura davvero poco, poiché i padroni di casa riescono a trovare le giuste contromosse in difesa e grazie all’innesto di Sergi che fa 2/2 dalla distanza punendo la zona dei bianco rossi, rimettono le cose a posto: 51-42 al 30’. Davvero troppo alta la posta in palio per lasciarsi scappare questi due punti. L’ultimo quarto è assolutamente un monologo bianco blu, con i nostri ragazzi che volano anche sul +18 73-52 al 38’. C’è il tempo per l’esordio nella categoria del giovanissimo Brienza, applausi per lui e naturalmente per tutta la squadra. Nelle file ospiti è il capitano veterano Grasso (16) l’ultimo a mollare, ma le sue giocate servono solo a rendere meno pesante il passivo. Finisce 73-59 con l’urlo liberatorio al centro del campo dei nostri.

I PIU’ ED I MENO – Positive le prestazioni di tutti i ragazzi chiamati in causa, praticamente tutto il quintetto finisce in doppia cifra, a testimonianza della positività del gioco di squadra in questa serata. Nelle retrovie scalpitano inoltre persone come Sergi, Costantino e Salvatico che mostrano sempre di essere presenti quando chiamati in causa. C’è da dire, tuttavia, che così come non si era dei brocchi prima, magicamente non si è diventati fuoriclasse, ci sono da perfezionare tanti meccanismi difensivi e soprattutto elevare la concentrazione in ogni istante del match. Nella prossima giornata l’avversario sarà San Filippo del Mela, l’augurio è quello di poter scendere dall’otto volante riuscendo a trovare finalmente la tanto agognata continuità di risultati.

fonte: http://www.audaxbasket.com" onclick="window.open(this.href);return false;
Rispondi