Il partigiano Ingroia

Notizie dal mondo e dalla città: curiosità, fatti, cronaca...

Moderatori: NinoMed, Bud, Lilleuro

doddi
Non c'è nenti!
Non c'è nenti!
Messaggi: 4823
Iscritto il: 11/05/2011, 12:55
Località: 38°6′41″N 15°39′43″E

http://www.ansa.it/web/notizie/rubriche ... 32829.html" onclick="window.open(this.href);return false;

Ingroia al congresso Pdci, sono partigiano della costituzione
Il centro-destra reagisce: 'Csm apra fascicolo, e' pm imparziale?'
30 ottobre, 20:40


ROMA - ''Io non mi sento imparziale. Anzi, mi sento partigiano''. La frase che il procuratore aggiunto di Palermo Antonio Ingroia pronuncia al congresso del Pdci a Rimini riapre lo scontro tra magistrati e maggioranza, con il Pdl che chiede al Csm di aprire un fascicolo nei suoi confronti e il leader de La Destra Francesco Storace che si chiede se ''da ora in avanti sara' lecito definirlo un nemico politico''. Lo difende il segretario dei Comunisti Italiani Oliviero Diliberto, che lo aveva invitato. Quelli della destra, dice, sono ''attacchi scomposti'' nei confronti di un magistrato che ha solo ''ricordato la fedelta' alla Costituzione che tutti i giorni la destra italiana calpesta''.

Accettando l'invito di Diliberto, pero', Ingroia sapeva a cosa andava incontro. Ed infatti dal palco e' lui stesso a mettere le mani avanti: ''ho accettato pur prevedendo le polemiche che potrebbero investirmi per il solo fatto di essere qui. Ma io ho giurato sulla Costituzione democratica, la difendo e sempre la difenderò anche a costo di essere investito dalle polemiche''. Poi ecco il riferimento alla Resistenza. ''Un magistrato - dice Ingoria - deve essere imparziale quando esercita le sue funzioni, e non sempre certa magistratura che frequenta troppo certi salotti e certe stanze del potere lo e'. Ma io confesso non mi sento del tutto imparziale, anzi, mi sento partigiano. Partigiano non solo perché sono socio onorario dell'Anpi, ma sopratutto perché sono un partigiano della Costituzione. E fra chi difende la Costituzione e chi quotidianamente cerca di violarla, violentarla, stravolgere, so da che parte stare''.

Per la legalita' democratica, aggiunge, ''ci vuole una politica con la p maiuscola. Ed è necessaria un'Italia di eguali contro l'Italia della diseguaglianza di questi ultimi anni''. Appena le agenzie rilanciano le dichiarazioni di Ingroia, parte l'attacco del Pdl. I primi ad intervenire sono i capogruppo di Senato e Camera, Gasparri e Cicchitto: ''Parole gravi e inquietanti - dice il primo - che confermano l'animo militante di alcuni settori della magistratura. Porteremo il suo comizio odierno all'attenzione del Parlamento''. Aggiunge Cicchitto: ''Ringraziamo Ingroia per la sua chiarezza. Sappiamo che le vicende più delicate riguardanti i rapporti tra mafia e politica sono a Palermo nelle mani di pm contrassegnati dalla massima imparzialità''.

Il Pdl fa quadrato contro Ingroia e il sottosegretario Daniela Santanche' auspica che a questo punto ''la riforma della giustizia entri subito nell'agenda parlamentare''. ''La magistratura politicizzata - dice - ha gettato la maschera''. La vicepresidente dei deputati Jole Santelli vede invece nell'uscita di Ingroia la prova che il magistrato ''stia preparando il suo ingresso in politica'' mentre Giorgio Straquadanio lo definisce un ''militante estremista''.

''Non era mai accaduto che un magistrato in servizio prendesse la parola ad un congresso di partito per attaccare maggioranza parlamentare e governo. Ce ne e' abbastanza perche' il Csm apra un fascicolo per la gravissima violazione di ogni regola giuridica e deontologica''. Il vicecapogruppo del Pdl al Senato Quaglieriello rispedisce al pm l'invito al rispetto della Costituzione. ''Bisogna difendere dalla distruzione la nostra Costituzione e le sue leggi attuative. Se si cominciasse da quelle che vietano ai magistrati il coinvolgimento nell'attività di partiti politici, sarebbe un bene per tutti''.




Provocazione o confusione mentale?
Se coloro che vincono le gare hanno certificati antimafia ma sono in strette relazioni con altre imprese sottoposte all'attenzione della mafia,tutte munite di certificazioni delle prefetture,allora è un problema diverso che non compete a me valutare. I.F.
suonatore Jones

si potrebbe fare così: il pdl porta le prove che ingroia è un nemico politico, ingroia è sputtanato.

ma no, meglio fare bava.

ps: cosa penso di un magistrato che attacca il governo? penso che sia il governo a legittimare certi comportamenti. fa bene.

da'ltronde, è il capo del governo che, da anni, spara fuoco contro la magistratura definendo i magistrati "criminali" e "disturbati"
doddi
Non c'è nenti!
Non c'è nenti!
Messaggi: 4823
Iscritto il: 11/05/2011, 12:55
Località: 38°6′41″N 15°39′43″E

suonatore Jones ha scritto:si potrebbe fare così: il pdl porta le prove che ingroia è un nemico politico, ingroia è sputtanato.

ma no, meglio fare bava.

ps: cosa penso di un magistrato che attacca il governo? penso che sia il governo a legittimare certi comportamenti. fa bene.

da'ltronde, è il capo del governo che, da anni, spara fuoco contro la magistratura definendo i magistrati "criminali" e "disturbati"
Ok allora io propongo questa: e vabbè loro gli fanno le inchieste e quindi umma umma :yaho:


p.s.: cosa penso di un premier (accerchiato) che attacca la magistratura politicizzata: penso che fà bene, eccesso di legittima difesa è il nome del reato commesso
Se coloro che vincono le gare hanno certificati antimafia ma sono in strette relazioni con altre imprese sottoposte all'attenzione della mafia,tutte munite di certificazioni delle prefetture,allora è un problema diverso che non compete a me valutare. I.F.
suonatore Jones

doddi ha scritto:
suonatore Jones ha scritto:si potrebbe fare così: il pdl porta le prove che ingroia è un nemico politico, ingroia è sputtanato.

ma no, meglio fare bava.

ps: cosa penso di un magistrato che attacca il governo? penso che sia il governo a legittimare certi comportamenti. fa bene.

da'ltronde, è il capo del governo che, da anni, spara fuoco contro la magistratura definendo i magistrati "criminali" e "disturbati"
Ok allora io propongo questa: e vabbè loro gli fanno le inchieste e quindi umma umma :yaho:


p.s.: cosa penso di un premier (accerchiato) che attacca la magistratura politicizzata: penso che fà bene, eccesso di legittima difesa è il nome del reato commesso
mescola pure. se per te sono queste, le vergogne, non posso far altro che prenderne atto.
doddi
Non c'è nenti!
Non c'è nenti!
Messaggi: 4823
Iscritto il: 11/05/2011, 12:55
Località: 38°6′41″N 15°39′43″E

suonatore Jones ha scritto:
doddi ha scritto:
suonatore Jones ha scritto:si potrebbe fare così: il pdl porta le prove che ingroia è un nemico politico, ingroia è sputtanato.

ma no, meglio fare bava.

ps: cosa penso di un magistrato che attacca il governo? penso che sia il governo a legittimare certi comportamenti. fa bene.

da'ltronde, è il capo del governo che, da anni, spara fuoco contro la magistratura definendo i magistrati "criminali" e "disturbati"
Ok allora io propongo questa: e vabbè loro gli fanno le inchieste e quindi umma umma :yaho:


p.s.: cosa penso di un premier (accerchiato) che attacca la magistratura politicizzata: penso che fà bene, eccesso di legittima difesa è il nome del reato commesso
mescola pure. se per te sono queste, le vergogne, non posso far altro che prenderne atto.
Mi faresti notare le differenze tra le due risposte?

Se io mescolo tu che hai fatto? Riminasti?

I magistrati, i giudici hanno degli obblighi ben precisi, i cittadini, anche se premier, possono, invece, anche essere parziali.
Se coloro che vincono le gare hanno certificati antimafia ma sono in strette relazioni con altre imprese sottoposte all'attenzione della mafia,tutte munite di certificazioni delle prefetture,allora è un problema diverso che non compete a me valutare. I.F.
Demon
Apprendista Forumino
Apprendista Forumino
Messaggi: 64
Iscritto il: 31/10/2011, 8:10

A mio parere se Ingroia si sentisse partigiano, quindi comunista, che vada a fare politica e basta.
Avatar utente
NinoMed
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 5430
Iscritto il: 03/05/2011, 0:34

ma mi spiegate dov'è che attacca il governo?
o sono io che non so leggere, o lui attacca principalemente "certa magistratura che frequenta troppo certi salotti e certe stanze del potere" e io concordo con lui.
Have a Nice Day
doddi
Non c'è nenti!
Non c'è nenti!
Messaggi: 4823
Iscritto il: 11/05/2011, 12:55
Località: 38°6′41″N 15°39′43″E

NinoMed ha scritto:ma mi spiegate dov'è che attacca il governo?
o sono io che non so leggere, o lui attacca principalemente "certa magistratura che frequenta troppo certi salotti e certe stanze del potere" e io concordo con lui.
Poi continua Nino, dice altro, possibile che si debba negare l'evidenza?

"Partigiano non solo perché sono socio onorario dell'Anpi, ma sopratutto perché sono un partigiano della Costituzione. E fra chi difende la Costituzione e chi quotidianamente cerca di violarla, violentarla, stravolgere, so da che parte stare ''.
Per la legalita' democratica, aggiunge, ''ci vuole una politica con la p maiuscola. Ed è necessaria un'Italia di eguali contro l'Italia della diseguaglianza di questi ultimi anni''.

L'Ideologo di Magistratura Democratica, Marco Ramat di formazione socialista, si trovò ad affermare che nella interpretazione e nella applicazione della norma giuridica non gli era possibile prescindere dal suo “amore socialista”.

Per definizione il magistrato, il giudice, deve essere imparziale nell'interpretazione e nell'applicazione delle norme, e la formazione ideologia o politica non devono neppure trasparire nel loro quotidiano.


Queste sono le norme:
Artt. 101, secondo comma, e 104, primo comma, Cost., ribadendo che i magistrati devono essere imparziali e indipendenti e che tali valori vanno tutelati non solo con specifico riferimento al concreto esercizio delle funzioni giudiziarie, ma anche come regola deontologica da osservarsi in ogni comportamento al fine di evitare che possa fondatamente dubitarsi della loro indipendenza ed imparzialità.


Scommettiamo che Ingroia nei prossimi anni sarà candidato in Parlamento, come decine e decine di altri togati in passato continuando?
Se coloro che vincono le gare hanno certificati antimafia ma sono in strette relazioni con altre imprese sottoposte all'attenzione della mafia,tutte munite di certificazioni delle prefetture,allora è un problema diverso che non compete a me valutare. I.F.
reggino
Non c'è nenti!
Non c'è nenti!
Messaggi: 4512
Iscritto il: 12/05/2011, 19:30
Località: l'isola che non c'è

Io non ci trovo nulla di male,anzi sono contento che Ingroia stia dalla parte della Costituzione e non di chi la viola.
Un magistrato deve stare sempre dalla parte della Costituzione.
https://www.youtube.com/watch?v=-JQINuybHL4" onclick="window.open(this.href);return false;
reggino
Non c'è nenti!
Non c'è nenti!
Messaggi: 4512
Iscritto il: 12/05/2011, 19:30
Località: l'isola che non c'è

DI papa,Mantovano,Nitto Palma,ne vogliamo parlare??
https://www.youtube.com/watch?v=-JQINuybHL4" onclick="window.open(this.href);return false;
Avatar utente
NinoMed
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 5430
Iscritto il: 03/05/2011, 0:34

doddi ha scritto:
NinoMed ha scritto:ma mi spiegate dov'è che attacca il governo?
o sono io che non so leggere, o lui attacca principalemente "certa magistratura che frequenta troppo certi salotti e certe stanze del potere" e io concordo con lui.
Poi continua Nino, dice altro, possibile che si debba negare l'evidenza?

"Partigiano non solo perché sono socio onorario dell'Anpi, ma sopratutto perché sono un partigiano della Costituzione. E fra chi difende la Costituzione e chi quotidianamente cerca di violarla, violentarla, stravolgere, so da che parte stare ''.
Per la legalita' democratica, aggiunge, ''ci vuole una politica con la p maiuscola. Ed è necessaria un'Italia di eguali contro l'Italia della diseguaglianza di questi ultimi anni''.
continuo a non leggere governo o maggioranza..... leggo costituzione, a meno che governo e maggioranza non siano quelli che quotidianamente cercano di violentarla.
non credendo alla seconda parte credo sia un richiamo generale, come ha fatto qualche giorno fa Grasso, riportando in evidenza la responsabilità della politica e di chi decide i candidati, l'hai letto?
Have a Nice Day
doddi
Non c'è nenti!
Non c'è nenti!
Messaggi: 4823
Iscritto il: 11/05/2011, 12:55
Località: 38°6′41″N 15°39′43″E

NinoMed ha scritto:
doddi ha scritto:
NinoMed ha scritto:ma mi spiegate dov'è che attacca il governo?
o sono io che non so leggere, o lui attacca principalemente "certa magistratura che frequenta troppo certi salotti e certe stanze del potere" e io concordo con lui.
Poi continua Nino, dice altro, possibile che si debba negare l'evidenza?

"Partigiano non solo perché sono socio onorario dell'Anpi, ma sopratutto perché sono un partigiano della Costituzione. E fra chi difende la Costituzione e chi quotidianamente cerca di violarla, violentarla, stravolgere, so da che parte stare ''.
Per la legalita' democratica, aggiunge, ''ci vuole una politica con la p maiuscola. Ed è necessaria un'Italia di eguali contro l'Italia della diseguaglianza di questi ultimi anni''.
continuo a non leggere governo o maggioranza..... leggo costituzione, a meno che governo e maggioranza non siano quelli che quotidianamente cercano di violentarla.
non credendo alla seconda parte credo sia un richiamo generale, come ha fatto qualche giorno fa Grasso, riportando in evidenza la responsabilità della politica e di chi decide i candidati, l'hai letto?
Vabbò haju pira ... lui esprime, giocandoci sù, un giudizio politico sull'operato del governo. Il fatto che lui lo pensi non significa che sia così. A meno che non lo stabilisca per sentenza quando e se dovesse trovarsi il fascicolo in ufficio o in tribunale sulla sua scrivania.
Se coloro che vincono le gare hanno certificati antimafia ma sono in strette relazioni con altre imprese sottoposte all'attenzione della mafia,tutte munite di certificazioni delle prefetture,allora è un problema diverso che non compete a me valutare. I.F.
doddi
Non c'è nenti!
Non c'è nenti!
Messaggi: 4823
Iscritto il: 11/05/2011, 12:55
Località: 38°6′41″N 15°39′43″E

CVD :mrgreen: 8-)

http://www.corriere.it/politica/11_otto ... 9c54.shtml" onclick="window.open(this.href);return false;


Rotondi: non si era mai visto un giudice comunista venir fuori con tanta chiarezza
Ingroia va dal Pdci: «Io, pm partigiano»
E si apre un caso. Il Pdl: uno scandalo
Il procuratore antimafia di Palermo, allievo di Borsellino: «Imparziale? No difendo la Costituzione»

ROMA - «Un magistrato deve essere imparziale quando esercita le sue funzioni ma io confesso che non mi sento del tutto imparziale. Anzi, mi sento partigiano, sono un partigiano della Costituzione». Antonio Ingroia, aggiunto della Procura antimafia di Palermo, allievo di Paolo Borsellino e fedelissimo di Giancarlo Caselli, parla al sesto congresso del partito dei comunisti italiani. È il magistrato che ha condotto alcune delle inchieste più difficili sulla mafia, da quella che ha riguardato il senatore pdl Marcello Dell'Utri a quella sull'ex funzionario del Sisde Bruno Contrada, fino alle grandi stragi e alla trattativa fra Stato e Cosa nostra. La platea del congresso di Rimini si alza, gli regala una standing ovation. E lui spiega il motivo della sua presenza qui, mezz'ora di intervento per parlare di mafia e legalità nella giornata conclusiva di un incontro politico, di partito, sotto lo slogan «La rivoluzione da ottobre».

Partigiano Ingroia lo è davvero, socio onorario dell'Anpi che lo ha premiato ad aprile di quest'anno. Ma la resistenza di cui parla è un'altra. «Fra chi difende la Costituzione e chi quotidianamente cerca di violarla, violentarla, stravolgerla - dice il magistrato - so da che parte stare». E ancora: «Ho accettato l'invito di Oliviero Diliberto pur prevedendo le polemiche che potrebbero investirmi per il solo fatto di essere qui. Ma io ho giurato sulla Costituzione democratica e sempre la difenderò». In effetti le polemiche arrivano subito, tutte targate Pdl. Il capogruppo alla Camera Fabrizio Cicchitto usa il sarcasmo: «Ringraziamo il dottor Ingroia per la sua chiarezza. Sappiamo che le vicende più delicate per i rapporti fra mafia e politica sono nelle mani di pm contrassegnati dalla massima imparzialità».

Il capogruppo al Senato Maurizio Gasparri dice di voler portare il «comizio e questo scandalo in Parlamento». Il ministro della Giustizia, ed ex magistrato, Francesco Nitto Palma preferisce il no comment, il falco Giorgio Stracquadanio invoca l'intervento del Csm mentre la colomba Gianfranco Rotondi dice, ironicamente, di avere rispetto perché «non si era mai visto un giudice comunista che venisse fuori con tanta chiarezza». Ma è Jole Santelli, ex sottosegretario alla Giustizia, a dar voce a quello che nella maggioranza pensano in molti: «Credo che Ingroia stia preparando il suo ingresso in politica. È ovviamente possibile che tale previsione si riveli errata ma altrettanto probabile che, come altri suoi colleghi, sia nel momento di passaggio in cui la toga serve per acquisire notorietà per la carriera politica».

Dottor Ingroia, allora stanno così le cose, è vero che lei vuole scendere in politica? «Non ci sono i presupposti - risponde il procuratore durante il viaggio di rientro da Rimini - in questo momento non ci sono elezioni e quindi siamo di fronte al solito pretesto per fare il tiro al bersaglio sul magistrato di turno». Ma questo vuol dire che, se ci fossero elezioni, lei si candiderebbe? «Non ho detto questo ma ricordo che, in base alla legge, il magistrato ha diritto sia all'elettorato attivo che a quello passivo». Più di uno spiraglio lasciato aperto, insomma. Quest'estate il nome di Ingroia era circolato per una possibile candidatura a sindaco di Palermo. Non se ne farà nulla, ed è lui stesso a spiegare il perché: «È inopportuno che un magistrato si candidi nella stessa città dove è stato in servizio». E non è inopportuno che un magistrato partecipi ad un congresso di partito? «Non vedo dove sia lo scandalo, per altro ero stato già invitato in passato da Di Pietro e da Claudio Fava. Semmai il tema è perché alcuni partiti invitano i magistrati a parlare di giustizia e di mafia mentre altri no. Evidentemente alcuni partiti non hanno a cuore questi temi».

Diliberto, appena confermato segretario del Pdci, lo difende rinviando al mittente le accuse: «Ringrazio Ingroia per il suo coraggio. Era ben conscio che la sua partecipazione ad un libero congresso qual era il nostro, ancorché sacrosanta, avrebbe suscitato le schiumanti reazioni di chi odia i liberi congressi».

Lorenzo Salvia
31 ottobre 2011 08:45
Se coloro che vincono le gare hanno certificati antimafia ma sono in strette relazioni con altre imprese sottoposte all'attenzione della mafia,tutte munite di certificazioni delle prefetture,allora è un problema diverso che non compete a me valutare. I.F.
Demon
Apprendista Forumino
Apprendista Forumino
Messaggi: 64
Iscritto il: 31/10/2011, 8:10

Chiaramente allude al lavoro (se lavoro è stato) di questo governo.
Nino se non lo capisci vedi che è veramente grave. Ma penso che tu stia facendo lo scecco nel linzolo :D
doddi
Non c'è nenti!
Non c'è nenti!
Messaggi: 4823
Iscritto il: 11/05/2011, 12:55
Località: 38°6′41″N 15°39′43″E

http://www.youtube.com/watch?v=VITCZNdFEgU" onclick="window.open(this.href);return false;

Per chi vuole deliziarsi con la parzialità dichiarata c'è tutto l'intervento per capire di chi parla durante il comizio :read: :see:
Se coloro che vincono le gare hanno certificati antimafia ma sono in strette relazioni con altre imprese sottoposte all'attenzione della mafia,tutte munite di certificazioni delle prefetture,allora è un problema diverso che non compete a me valutare. I.F.
reggino
Non c'è nenti!
Non c'è nenti!
Messaggi: 4512
Iscritto il: 12/05/2011, 19:30
Località: l'isola che non c'è

Ha detto la sacrosanta verità.
Che la Costituzione sia sotto assedio,attaccata,calpestata,è una verità sacrosanta.
E' giusto che lui lo dica,ed è giusto che la difenda la Costituzione,ci mancherebbe pure.
https://www.youtube.com/watch?v=-JQINuybHL4" onclick="window.open(this.href);return false;
doddi
Non c'è nenti!
Non c'è nenti!
Messaggi: 4823
Iscritto il: 11/05/2011, 12:55
Località: 38°6′41″N 15°39′43″E

reggino ha scritto:Ha detto la sacrosanta verità.
Che la Costituzione sia sotto assedio,attaccata,calpestata,è una verità sacrosanta.
E' giusto che lui lo dica,ed è giusto che la difenda la Costituzione,ci mancherebbe pure.
Reggino, cosentimi, è la sua verità, ed anche di tanti altri, non è LA VERITA'.
E' opinione, giudizio, considerazione, per cui parziale.

La differenza è sostanziale.
Se coloro che vincono le gare hanno certificati antimafia ma sono in strette relazioni con altre imprese sottoposte all'attenzione della mafia,tutte munite di certificazioni delle prefetture,allora è un problema diverso che non compete a me valutare. I.F.
Demon
Apprendista Forumino
Apprendista Forumino
Messaggi: 64
Iscritto il: 31/10/2011, 8:10

reggino ha scritto:Ha detto la sacrosanta verità.
Che la Costituzione sia sotto assedio,attaccata,calpestata,è una verità sacrosanta.
E' giusto che lui lo dica,ed è giusto che la difenda la Costituzione,ci mancherebbe pure.
Può essere calpestata con critiche e commenti quanto vuoi ma la Costituzione, per fortuna, lì è e lì ci rimane e le leggi,Tutte, devono essere fatte nel rispetto della Costituzione italiana.
Hai idea cosa si debba fare per cambiare un articolo della Costituzione? Per questo io non sono preoccupato come lo è l'eroe Ingroia. Che facesse bene il suo lavoro, già sarebbe tanto.
reggino
Non c'è nenti!
Non c'è nenti!
Messaggi: 4512
Iscritto il: 12/05/2011, 19:30
Località: l'isola che non c'è

doddi ha scritto:
reggino ha scritto:Ha detto la sacrosanta verità.
Che la Costituzione sia sotto assedio,attaccata,calpestata,è una verità sacrosanta.
E' giusto che lui lo dica,ed è giusto che la difenda la Costituzione,ci mancherebbe pure.
Reggino, cosentimi, è la sua verità, ed anche di tanti altri, non è LA VERITA'.
E' opinione, giudizio, considerazione, per cui parziale.

La differenza è sostanziale.
Ma se questo governo ha detto ripetutamente che vuole cambiarla la Costituzione,dicendo che è vecchia,che è bolscevica,e via dicendo...
Ingroia giustamente questa Costituzione vuole difenderla,e vuole ribadirlo,nulla di anormale.
E' anormale un governo di questo genere,che vuole stuprare la Costituzione.

ma tu guarda che lo stesso provesso breve,lungo,ddl intercettazioni,vengono attaccate da tutti i magistrati,tutti,non solo Ingroia,eppure a loro queste leggi converrebbero,sotto un certo punto di vista,perchè lavorerebbero di meno,farebbero meno processi e meno intercettazioni,se si scagliano contro queste porcate,se difendono con i denti la costituzione e la giustizia dei motivi li hanno,no?
Ultima modifica di reggino il 31/10/2011, 11:24, modificato 1 volta in totale.
https://www.youtube.com/watch?v=-JQINuybHL4" onclick="window.open(this.href);return false;
reggino
Non c'è nenti!
Non c'è nenti!
Messaggi: 4512
Iscritto il: 12/05/2011, 19:30
Località: l'isola che non c'è

Demon ha scritto:
reggino ha scritto:Ha detto la sacrosanta verità.
Che la Costituzione sia sotto assedio,attaccata,calpestata,è una verità sacrosanta.
E' giusto che lui lo dica,ed è giusto che la difenda la Costituzione,ci mancherebbe pure.
Può essere calpestata con critiche e commenti quanto vuoi ma la Costituzione, per fortuna, lì è e lì ci rimane e le leggi,Tutte, devono essere fatte nel rispetto della Costituzione italiana.
Hai idea cosa si debba fare per cambiare un articolo della Costituzione? Per questo io non sono preoccupato come lo è l'eroe Ingroia. Che facesse bene il suo lavoro, già sarebbe tanto.
Il suo lavoro lo fa bene,rischiando anche la vita per questo.
Lavorassero i politici anzichè andare a mignotte.
https://www.youtube.com/watch?v=-JQINuybHL4" onclick="window.open(this.href);return false;
Rispondi