Giardina del Ros e l'immobile confiscato

Notizie dal mondo e dalla città: curiosità, fatti, cronaca...

Moderatori: NinoMed, Bud, Lilleuro

Rispondi
doddi
Non c'è nenti!
Non c'è nenti!
Messaggi: 4823
Iscritto il: 11/05/2011, 12:55
Località: 38°6′41″N 15°39′43″E

http://www.gazzettadelsud.it/NotiziaHp. ... 03924.xmlc" onclick="window.open(this.href);return false;

'Ndrangheta:cc,palazzo boss Condello ristrutturato da Comune

Ex ufficiale Ros Reggio: era confiscato ma ci viveva famiglia
--------------------------------------------------------------------------------
18.39





(ANSA) - REGGIO CALABRIA, 21 OTT - L'ex comandante del Ros dei carabinieri di Reggio Calabria, Valerio Giardina, ha deposto nel processo ''Meta'', parlando della cattura del boss Pasquale Condello, ''il supremo'', avvenuta il 18 febbraio 2008. Giardina Ha riferito, tra l'altro, che durante le indagini, i carabinieri accertarono che il palazzo in cui vivevano i Condello era confiscato dal 1997 e nel 2001 nella disponibilita' del Comune, ma che nel 2006 ''il bene era ancora nella disponibilita' dei Condello e il Comune lo stava ristrutturando''. (ANSA).
Ultima modifica di doddi il 23/10/2011, 23:44, modificato 1 volta in totale.
Se coloro che vincono le gare hanno certificati antimafia ma sono in strette relazioni con altre imprese sottoposte all'attenzione della mafia,tutte munite di certificazioni delle prefetture,allora è un problema diverso che non compete a me valutare. I.F.
doddi
Non c'è nenti!
Non c'è nenti!
Messaggi: 4823
Iscritto il: 11/05/2011, 12:55
Località: 38°6′41″N 15°39′43″E

http://www.strill.it/index.php?option=c ... &Itemid=86" onclick="window.open(this.href);return false;


Reggio, il Colonnello Giardina in aula: ''L'inerzia del Comune nello sfratto dei Condello dal bene confiscato''
Venerdì 21 Ottobre 2011 16:56

di Claudio Cordova - Un immobile confiscato nel 1997, ma tolto dalla disponibilità della cosca Condello solo nel 2006, in seguito all’intervento del Ros dei Carabinieri, in quel momento retto dal Tenente Colonnello Valerio Giardina. In mezzo, però, nel 2001, a immobile già confiscato dunque, il progetto di ristrutturazione, gestito dal Comune, con fondi pubblici per un totale di circa 500mila euro. E’ stato proprio il Colonnello Giardina, nella prima parte della sua deposizione nel processo “Meta”, che vede alla sbarra il gotha della ‘ndrangheta reggina, a ricostruire quei momenti, incastonati in un periodo in cui il Ros dava la caccia al latitante dei latitanti, Pasquale Condello, catturato il 18 febbraio del 2008.

Rispondendo alle domande del pm Giuseppe Lombardo, Giardina ha dunque ricordato come l’immobile di via Mercatello 11, casa storica del clan Condello, nel cuore del rione Archi, fosse stato confiscato già a partire del gennaio 1997 e quindi finito nella disponibilità del Comune di Reggio Calabria, come previsto dalla legge, per essere assegnato per fini sociali. In realtà, nonostante la latitanza del superboss, la famiglia Condello ha continuato ad abitare l’immobile su cui, peraltro, pendevano ben 500mila euro dei due milioni e mezzo destinati ai beni confiscati, per la ristrutturazione. Un quinto, dunque, dell’importo totale. In aula, Giardina parla di “momenti oscuri” nella gestione del bene confiscato, ancora in possesso della cosca.

Fu proprio l’intervento del Ros a impedire che i lavori si svolgessero mentre gli inquilini, illegittimi, continuassero ad abitare la struttura, composta di ben cinque piani. Come è scritto in un’informativa del Raggruppamento Operativo Speciale l’immobile “destinato in data 17.09.2001 e consegnato il 28.11.2001 dall’Agenzia del Demanio di Reggio Calabria al Comune di Reggio Calabria, era ancora nella piena disponibilità del nucleo familiare del Condello, nonché di alcuni altri suoi congiunti”. I militari dell’Arma, dunque, interrogarono i dirigenti Zoccali e Granata, il dipendente Partitico, ma anche il sindaco facente funzioni Naccari, chiedendo informazioni circa “l’inerzia” (così l’ha definita Giardina in aula) del Comune.

Solo l’intervento del Ros, dunque, riuscì a far partire lo sfratto che buttò fuori i Condello dalla propria abitazione storica, quella da cui partivano tutti i movimenti dei fiancheggiatori di Pasquale Condello, quellache gli stessi militari, alla ricerca del “Supremo”, definivano, nei propri colloqui, “il fortino”.


http://www.strill.it/index.php?option=c ... Itemid=119" onclick="window.open(this.href);return false;


Scopelliti, carte alla mano, ricostruisce lo "sfratto" ai Condello
Sabato 22 Ottobre 2011 19:23


Di seguito la nota diffusa dall'ufficio stampa della Giunta Regionale: Il presidente della Regione Giuseppe Scopelliti precisa: “Apprendo da alcuni organi di informazione che durante la mia
sindacatura l’amministrazione comunale avrebbe avviato lavori di ristrutturazione di un immobile sito in via Mercatello, ad Archi di Reggio Calabria, mentre risiedevano i familiari dei Condello. Tale circostanza non risponde al vero. In base alla documentazione ed agli atti in nostro possesso e da tutti consultabili, dopo lo sgombero, avvenuto nel 2006, l’amministrazione ha indetto asta pubblica giorno 1.2.2007, la determina di aggiudicazione dell’asta è datata 11.4.2007 ed i lavori hanno avuto inizio nel mese di maggio 2007”. m.c.
Ultima modifica di doddi il 25/10/2011, 0:19, modificato 1 volta in totale.
Se coloro che vincono le gare hanno certificati antimafia ma sono in strette relazioni con altre imprese sottoposte all'attenzione della mafia,tutte munite di certificazioni delle prefetture,allora è un problema diverso che non compete a me valutare. I.F.
Avatar utente
Regmi
Non c'è nenti!
Non c'è nenti!
Messaggi: 4234
Iscritto il: 11/05/2011, 16:55

doddi ha scritto: .............
Un commento?
"una stromabazzata"?
una nota di merito?
un rincrescimento?
un giramento di mestolo?
...qualsiasi cosa che vada oltre la nuda e cruda rassegna stampa potrebbe, e perchè no, anche dare lo spunto per aggiungere qualche ca22ata delle nostre. :mrgreen:
La speranza appartiene ai figli.
Noi adulti abbiamo già sperato e quasi sempre perso.
doddi
Non c'è nenti!
Non c'è nenti!
Messaggi: 4823
Iscritto il: 11/05/2011, 12:55
Località: 38°6′41″N 15°39′43″E

Regmi ha scritto:
doddi ha scritto: .............
Un commento?
"una stromabazzata"?
una nota di merito?
un rincrescimento?
un giramento di mestolo?
...qualsiasi cosa che vada oltre la nuda e cruda rassegna stampa potrebbe, e perchè no, anche dare lo spunto per aggiungere qualche ca22ata delle nostre. :mrgreen:
E che vuoi commentare, sparti? :lol:
Se coloro che vincono le gare hanno certificati antimafia ma sono in strette relazioni con altre imprese sottoposte all'attenzione della mafia,tutte munite di certificazioni delle prefetture,allora è un problema diverso che non compete a me valutare. I.F.
Avatar utente
RoLaf
Apprendista Forumino
Apprendista Forumino
Messaggi: 79
Iscritto il: 16/05/2011, 13:47

Non c'è più la faccina che vomita. Peccato.
Ad maiora semper
peas!
Forumino Scelto
Forumino Scelto
Messaggi: 525
Iscritto il: 12/05/2011, 21:05

doddi ha scritto:http://www.strill.it/index.php?option=c ... Itemid=119


Scopelliti, carte alla mano, ricostruisce lo "sfratto" ai Condello
Sabato 22 Ottobre 2011 19:23


Di seguito la nota diffusa dall'ufficio stampa della Giunta Regionale: Il presidente della Regione Giuseppe Scopelliti precisa: “Apprendo da alcuni organi di informazione che durante la mia
sindacatura l’amministrazione comunale avrebbe avviato lavori di ristrutturazione di un immobile sito in via Mercatello, ad Archi di Reggio Calabria, mentre risiedevano i familiari dei Condello. Tale circostanza non risponde al vero. In base alla documentazione
Sbaglio o questo articolo è tronco? :scratch
doddi
Non c'è nenti!
Non c'è nenti!
Messaggi: 4823
Iscritto il: 11/05/2011, 12:55
Località: 38°6′41″N 15°39′43″E

peas! ha scritto:
doddi ha scritto:http://www.strill.it/index.php?option=c ... Itemid=119


Scopelliti, carte alla mano, ricostruisce lo "sfratto" ai Condello
Sabato 22 Ottobre 2011 19:23


Di seguito la nota diffusa dall'ufficio stampa della Giunta Regionale: Il presidente della Regione Giuseppe Scopelliti precisa: “Apprendo da alcuni organi di informazione che durante la mia
sindacatura l’amministrazione comunale avrebbe avviato lavori di ristrutturazione di un immobile sito in via Mercatello, ad Archi di Reggio Calabria, mentre risiedevano i familiari dei Condello. Tale circostanza non risponde al vero. In base alla documentazione
Sbaglio o questo articolo è tronco? :scratch
Ne mancava un pezzo ma c'era il link, lì tronco non era :scrolleye:
Se coloro che vincono le gare hanno certificati antimafia ma sono in strette relazioni con altre imprese sottoposte all'attenzione della mafia,tutte munite di certificazioni delle prefetture,allora è un problema diverso che non compete a me valutare. I.F.
peas!
Forumino Scelto
Forumino Scelto
Messaggi: 525
Iscritto il: 12/05/2011, 21:05

doddi ha scritto:
peas! ha scritto:
doddi ha scritto:http://www.strill.it/index.php?option=c ... Itemid=119


Scopelliti, carte alla mano, ricostruisce lo "sfratto" ai Condello
Sabato 22 Ottobre 2011 19:23


Di seguito la nota diffusa dall'ufficio stampa della Giunta Regionale: Il presidente della Regione Giuseppe Scopelliti precisa: “Apprendo da alcuni organi di informazione che durante la mia
sindacatura l’amministrazione comunale avrebbe avviato lavori di ristrutturazione di un immobile sito in via Mercatello, ad Archi di Reggio Calabria, mentre risiedevano i familiari dei Condello. Tale circostanza non risponde al vero. In base alla documentazione
Sbaglio o questo articolo è tronco? :scratch
Ne mancava un pezzo ma c'era il link, lì tronco non era :scrolleye:
Sembrava un pezzo importante.
doddi
Non c'è nenti!
Non c'è nenti!
Messaggi: 4823
Iscritto il: 11/05/2011, 12:55
Località: 38°6′41″N 15°39′43″E

peas! ha scritto: Sembrava un pezzo importante.
Mi pare di notare che c'è qualche inesattezza, per le meno dando per buoni i documenti.
Se coloro che vincono le gare hanno certificati antimafia ma sono in strette relazioni con altre imprese sottoposte all'attenzione della mafia,tutte munite di certificazioni delle prefetture,allora è un problema diverso che non compete a me valutare. I.F.
UnVeroTifoso
Forumino Malatissimo
Forumino Malatissimo
Messaggi: 1761
Iscritto il: 11/05/2011, 13:54

doddi ha scritto:http://www.gazzettadelsud.it/NotiziaHp. ... 03924.xmlc

'Ndrangheta:cc,palazzo boss Condello ristrutturato da Comune

Ex ufficiale Ros Reggio: era confiscato ma ci viveva famiglia
--------------------------------------------------------------------------------
18.39





(ANSA) - REGGIO CALABRIA, 21 OTT - L'ex comandante del Ros dei carabinieri di Reggio Calabria, Valerio Giardina, ha deposto nel processo ''Meta'', parlando della cattura del boss Pasquale Condello, ''il supremo'', avvenuta il 18 febbraio 2008. Giardina Ha riferito, tra l'altro, che durante le indagini, i carabinieri accertarono che il palazzo in cui vivevano i Condello era confiscato dal 1997 e nel 2001 nella disponibilita' del Comune, ma che nel 2006 ''il bene era ancora nella disponibilita' dei Condello e il Comune lo stava ristrutturando''. (ANSA).

E poi dite che il comune non fa un caxxo!
"Nani su iddi e vvonnu a tutti nani;
Nci vannu terra terra, peri e mmani;
E pa malignità brutta e superba,
Ccà non crisci chi erba, erba, erba"
(Nicola Giunta)
peas!
Forumino Scelto
Forumino Scelto
Messaggi: 525
Iscritto il: 12/05/2011, 21:05

doddi ha scritto:
peas! ha scritto: Sembrava un pezzo importante.
Mi pare di notare che c'è qualche inesattezza, per le meno dando per buoni i documenti.
Anche a me.
Rispondi