Ecopass. Proventi al 50% tra i Comuni di Messina e Reggio

Notizie dal mondo e dalla città: curiosità, fatti, cronaca...

Moderatori: NinoMed, Bud, Lilleuro

Rispondi
Avatar utente
Dottore
Apprendista Forumino
Apprendista Forumino
Messaggi: 66
Iscritto il: 12/05/2011, 17:30

Ecopass. Accordo tra i Comuni di Messina e Reggio: proventi divisi al 50%
L'intesa, di natura sperimentale, riguarda la linea di collegamento tra Tremestieri e il porto reggino

E' stato firmato stamani a palazzo Zanca, il protocollo d'intesa tra i Comuni di Messina e Reggio Calabria per la gestione dei flussi di traffico veicolare da e per la Sicilia che attraversano i rispettivi territori municipali.

Come è noto, per fare fronte alla situazione di grave disagio che deriva da tali transiti, il sindaco di Messina, quale Commissario Delegato ai sensi dell'O.P.C.M. 3721/08, ha emanato le ordinanze n. 16 e 22, rispettivamente del 22 aprile e del 21 luglio scorsi, ai sensi dell'art. 7 del Codice della Strada, che introducono delle zone a traffico limitato (ZTL) - il cui accesso è subordinato al pagamento di un ticket (ecopass) - in corrispondeza degli accessi alle aree portuali cittadine.
Dopo l'accordo raggiunto con l'Amminitrazione comunale di Villa San Giovanni, al quale è destinato il 35% dei proventi ecopass, si è reso necessaria una ulteriore intesa con il Comune di Reggio al fine di affrontare in modo unitario le tematiche legate all'attraversamento dello Stretto. L'esperienza corrente ha infatti dimostrato che l'adozione di provvedimenti in una sola delle due città provoca effetti negativi che si riflettono sull'altra, aumentando i disagi ed il rischio soprattutto sotto il profilo dell'ordine pubblico e della sicurezza della circolazione.

Al fine di assicurare l'operatività funzionale dei provvedimenti di mobilità sostenibile già introdotti a Messina, il Comune di Reggio si è impegnato - oltre che all'integrazione ed all'ampliamento della preesistente ZTL - a garantire l'intesa ed il coordinamento tra i comandi di polizia locale e/o gli uffici traffico o della mobilità, allo scopo di garantire un intervento operativo tempestivo di razionalizzazione dei flussi di traffico.
In considerazione dei diversi livelli di incidenza dell'attività in programma, i Comuni firmatari hanno concordato che al Comune di Reggio verrà corrisposta una quota pari al cinquanta per cento del totale ammontare delle somme introitate dal Comune di Messina, limitatamente alla tratta Messina (ovvero Tremestieri) - Reggio e viceversa.

Al Comune di Messina, in aggiunta alle competenze stabilite dalla legge nell'ambito del proprio potere autarchico, è delegata la stipula di apposita convenzione con le varie compagnie di navigazione già individuate come soggetto esattore delle tariffe stabilite dalle ordinanze. La convenzione stipulata prevede che entro il quindicesimo giorno di ogni mese, l'ammontare introitato venga ripartito secondo le percentuali stabilite dall'accordo e direttamente trasferito nella disponibilità dei due rispettivi comuni.
L'accordo, di natura sperimentale, è valido sino al 15 gennaio 2012 e la sua esecutività è subordinata alla presa d'atto dei rispettivi esecutivi municipali. Per il Comune di Messina, ove i poteri dell'esecutivo municipale siano affidati in deroga, da apposita presa d'atto del Commissario delegato.
Alla firma hanno partecipato i due sindaci, Giuseppe Buzzanca (Messina) e Demetrio Arena (Reggio Calabria), e gli assessori del Comune peloritano Orazio Miloro (Politiche finanziarie) e Melino Capone (Mobilità).

Buzzanca ha sottolineato che “grazie alle intese raggiunte con le società di navigazione nello Stretto ed ai rapporti con i rappresentati degli autotrasportatori, si è potuti arrivare all'odierno protocollo operativo che fa seguito a quello già ratificato con il sindaco di Villa San Giovanni, Rocco La Valle, realizzando così di fatto, una intesa metropolitana per la mobilità nell'area dello Stretto. Nelle prossime settimane Messina e Reggio Calabria - ha proseguito - si proseguirà il confronto su altri temi, legati ad un percorso unitario sulle politiche della mobilità che interessano l’Area dello Stretto ed alle politiche di sviluppo delle due città".

Arena ha commentato che “con questa ulteriore intesa, si conferma il progetto dell'Amministrazione reggina per una conurbazione con Messina e la creazione di un’Area Metropolitana dello Stretto che, prendendo finalmente contezza della specificità del territorio, suggelli giuridicamente quella 'unione di fatto', conclamata a livello geografico, sociale, economico e culturale, e determini, come conseguenza, una maggiore forza delle due città. Dopo le intese già attivate per il progetto wireless, proseguiremo nelle due città dello Stretto per eliminare il divario digitale ancora esistente”.

fonte: http://www.trasportisullostretto.it
Avatar utente
Dottore
Apprendista Forumino
Apprendista Forumino
Messaggi: 66
Iscritto il: 12/05/2011, 17:30

Facendo un pò di sintesi...
L'accordo sancisce la suddivisione al 50% soltanto degli incassi ecopass relativi alla tratta Messina (ovvero Tremestieri) - Reggio. In pratica quelli derivanti dalla Meridiano. La percentuale sul totale, dunque, è molto bassa.
A Villa invece spetta il 35% dei proventi ecopass limitatamente ai collegamenti con il proprio territorio comunale.

Considerate che (riporto dalle statistiche in mio possesso) il traffico gommato tra ME e RC rappresenta circa il 5% del totale tra la Sicilia e il Continente, quello tra ME e VSG ben il 95%!

Così facendo, ecco la destinazione generale degli incassi totali* dell'ecopass sullo Stretto:
- a Messina il 64,25%
- a Villa il 33,25%
- a Reggio il 2,5%

* le proiezioni attuali parlano di 300mila €/mese


:wink
Avatar utente
io2
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 2898
Iscritto il: 30/04/2011, 12:08
Località: Catona (RC)
Contatta:

Dottore ha scritto:Facendo un pò di sintesi...
L'accordo sancisce la suddivisione al 50% soltanto degli incassi ecopass relativi alla tratta Messina (ovvero Tremestieri) - Reggio. In pratica quelli derivanti dalla Meridiano. La percentuale sul totale, dunque, è molto bassa.
A Villa invece spetta il 35% dei proventi ecopass limitatamente ai collegamenti con il proprio territorio comunale.

Considerate che (riporto dalle statistiche in mio possesso) il traffico gommato tra ME e RC rappresenta circa il 5% del totale tra la Sicilia e il Continente, quello tra ME e VSG ben il 95%!

Così facendo, ecco la destinazione generale degli incassi totali* dell'ecopass sullo Stretto:
- a Messina il 64,25%
- a Villa il 33,25%
- a Reggio il 2,5%

* le proiezioni attuali parlano di 300mila €/mese


:wink
da come ho capito è una sperimentazione che potrebbe ampliarsi in futuro.
Scusa perché il 64,25% a Messina? È il 50% a Messina visto che arriva il 100% del traffico quindi la metà 50% a Reggio il 2,5% a villa 47,5%.
L'importante non è vincere ma partecipare, con onore, alla sconfitta dell'avversario.
Avatar utente
Dottore
Apprendista Forumino
Apprendista Forumino
Messaggi: 66
Iscritto il: 12/05/2011, 17:30

io2 ha scritto:da come ho capito è una sperimentazione che potrebbe ampliarsi in futuro.
Scusa perché il 64,25% a Messina? È il 50% a Messina visto che arriva il 100% del traffico quindi la metà 50% a Reggio il 2,5% a villa 47,5%.
Perchè l'accordo tra i Comuni di ME e VSG divide gli introiti rispettivamente al 65% e 35%.
Dunque se a ME arriva 100, la quota traffico con RC (ovvero il 5% dei flussi veicolari) si divide al 50%. Il restante 95 si divide 65/35% con Villa.
doddi
Non c'è nenti!
Non c'è nenti!
Messaggi: 4823
Iscritto il: 11/05/2011, 12:55
Località: 38°6′41″N 15°39′43″E

Dottore ha scritto:
io2 ha scritto:da come ho capito è una sperimentazione che potrebbe ampliarsi in futuro.
Scusa perché il 64,25% a Messina? È il 50% a Messina visto che arriva il 100% del traffico quindi la metà 50% a Reggio il 2,5% a villa 47,5%.
Perchè l'accordo tra i Comuni di ME e VSG divide gli introiti rispettivamente al 65% e 35%.
Dunque se a ME arriva 100, la quota traffico con RC (ovvero il 5% dei flussi veicolari) si divide al 50%. Il restante 95 si divide 65/35% con Villa.
Perchè Villa ha una percentuale così differente (quasi la metà) da Messina?
Di cosa si è tenuto conto nel definire questo rapporto?
Se coloro che vincono le gare hanno certificati antimafia ma sono in strette relazioni con altre imprese sottoposte all'attenzione della mafia,tutte munite di certificazioni delle prefetture,allora è un problema diverso che non compete a me valutare. I.F.
Avatar utente
Dottore
Apprendista Forumino
Apprendista Forumino
Messaggi: 66
Iscritto il: 12/05/2011, 17:30

doddi ha scritto:Perchè Villa ha una percentuale così differente (quasi la metà) da Messina?
Di cosa si è tenuto conto nel definire questo rapporto?
Perchè si è tenuto conto dei km che i mezzi diretti agli imbrachi attraversano nelle rispettive aree urbane. Considerando che a Messina ci sono tre approdi diversi (autostrade del mare incluse)... il gioco è fatto.
Rispondi