Giocchino Campolo:evasione da 7,7 milioni di euro

Notizie dal mondo e dalla città: curiosità, fatti, cronaca...

Moderatori: NinoMed, Bud, Lilleuro

ivana
Apprendista Forumino
Apprendista Forumino
Messaggi: 9
Iscritto il: 21/10/2011, 22:26

Beh, Lucianeddux se mio padre fosse colpevole mi rassegnerei perchè chi sbaglia è giusto che paghi. Certo mi dispiacerebbe ma in quel caso se la sarebbe cercata. Invece non è così. La procura insieme alla guardia di finanza hanno costruito un castello di sabbia e con la complicità di qualche giudice hanno dato la condanna di primo grado. Sicuramente dietro di loro c'è qualcuno di molto più potente altrimenti non mi spiegherei perchè i veri mafiosi sono condannati con poco (se vengono condannati), oppure escono per motivi (falsi) di salute. Mio padre invece sta dentro da innocente con tutti i suoi gravi problemi di salute (ha avuto due infarti da quando sta in carcere, non cammina più e ha bisogno della sedia a rotelle). Ripeto non sto qui a scrivere e raccontarvi le bugie, oltretutto prive di logica, dette su mio padre perchè non è questo il luogo. Ma vorrei tanto sapere quanti di voi si sono presi la briga di parlare dopo aver assistito al processo. E per assistere al processo intendo seguirsi tutte le udienze dall'inizio alla fine, controesame degli avvocati compreso. Sai perchè i giornalisti (tutti) scrivono quello che scrivono? Perchè è la procura stessa che glielo dice! Altrimenti non mi spiego il perchè, nonostante la loro totale assenza in aula durante il processo che ci riguarda, scrivono solo quello che dice il pm o i testimoni del pm (oltretutto praticamente tutti i testimoni del pm sono andati a favore di mio padre). In aula i pentiti chiamati a depositare non hanno detto che mio padre era affiliato o socio o amico di qualche cosca o famiglia, anzi ogniuno di loro ha detto che non era nè amico, nè socio, nè affiliato alla cosca di appartenenza e che non aveva mai sentito che lo fosse con altre. Ora dubito che un mafioso (non pensare che si pentano perchè gli si è improvvisamente risvegliata la coscienza) non sappia quali sono gli amici/affiliati/sostenitori delle altre famiglie o addirittura della propria. Tutte queste cose sui giornali però non appaiono. Vedi è facile, molto facile, leggere sui giornali e dire il tizio ha fatto questo e ha fatto quello. Ma tu in realtà che ne sai? Ti dirò una cosa, a discapito di quello che hanno scritto i giornali, il pm non ha portato al processo una prova concreta contro mio padre ma solo sue opinioni facendo un processo alle intenzioni. Ma tu questo non puoi saperlo perchè non c'eri e perchè i giornali si guardano bene dal pubblicarlo. In fondo tra Campolo e la procura secondo te a favore di chi vanno? Ogniuno ha le proprie opinioni ma sarebbe anche giusto esprimere le proprie opinioni quando si conoscono i fatti e non così tanto per chiacchierare e disintegrare la rispettabilità di una persona. Non mi sembra di aver chiesto tanto. I reggini non hanno sete di Verità ma sete di pettegolezzi e di vedere il male ovunque. In fondo dell'innocenza di Campolo non gliene frega niente a nessuno perchè tanto non è un vostro parente. In questi 3 annni ho incontato diversi dipendenti di mio padre, anche di quando aveva i bar (per chi non lo sapesse, mio padre non è nato con i videogiochi ma è stato proprietario di 4 bar). Beh, tutti non hanno fatto che raccontarmi di come li ha sempre aiutati, consigliati, arrivando addirittura a dire che per loro è stato un secondo padre. Hanno pianto davanti a me per il dispiacere e per la stessa rabbia che provo anch'io. Mio padre è un uomo onesto e la sua colpa per la gente è stata quella di esser diventato ricco mentre il suo errore è stato quello di aver fiducia in coloro che dovrebbero rappresentare la Giustizia e la Legge ma che, a quanto pare, rappresentano qualcun'altro. Cosa vuoi che ti dica, che ancora non ci hanno dato in copia la documentazione sequestrata e che serve a difenderci? Queste sono cose che vanno dette nelle giuste sedi e se i giornalisti si fossero presi la briga di venirci forse le avrebbero scritte nei loro articoli.
Per quanto riguarda i nickname, era riferito soprattutto a pellarorc, il quale, fidati, nemmeno sa chi siamo. Perchè se davvero ci conoscesse avrebbe di certo saputo che io e mio fratello non abbiamo mai fatto una vacanza insieme, e soprattutto non abbiamo mai frequentato la stessa comitiva.
La verità è che mio padre è uno dei pochi che nella propria azienda non ha mai fatto entrare la mafia. Ed è uno dei pochi che ha costruito un patrimonio onestamente, senza favori di qualche "personaggio". Semmai ne è stato vittima e anche questo, se qualcuno di voi si fosse preso la briga di venire al processo, l'avrebbe constata con logica e prove (anche cartacee). Poi i giudici mettono una firma e decidono di dimenticare totalmente ciò che ha detto o la documentazione che ha depositato la difesa.
La Verità è conoscenza dei fatti e mi dispiace ma nessuno di voi conosce i fatti.
Avatar utente
cozzina1
Non c'è nenti!
Non c'è nenti!
Messaggi: 4430
Iscritto il: 11/05/2011, 14:08
Località: santropè

ivana ha scritto:Beh, Lucianeddux se mio padre fosse colpevole mi rassegnerei perchè chi sbaglia è giusto che paghi. Certo mi dispiacerebbe ma in quel caso se la sarebbe cercata. Invece non è così. La procura insieme alla guardia di finanza hanno costruito un castello di sabbia e con la complicità di qualche giudice hanno dato la condanna di primo grado. Sicuramente dietro di loro c'è qualcuno di molto più potente altrimenti non mi spiegherei perchè i veri mafiosi sono condannati con poco (se vengono condannati), oppure escono per motivi (falsi) di salute. Mio padre invece sta dentro da innocente con tutti i suoi gravi problemi di salute (ha avuto due infarti da quando sta in carcere, non cammina più e ha bisogno della sedia a rotelle). Ripeto non sto qui a scrivere e raccontarvi le bugie, oltretutto prive di logica, dette su mio padre perchè non è questo il luogo. Ma vorrei tanto sapere quanti di voi si sono presi la briga di parlare dopo aver assistito al processo. E per assistere al processo intendo seguirsi tutte le udienze dall'inizio alla fine, controesame degli avvocati compreso. Sai perchè i giornalisti (tutti) scrivono quello che scrivono? Perchè è la procura stessa che glielo dice! Altrimenti non mi spiego il perchè, nonostante la loro totale assenza in aula durante il processo che ci riguarda, scrivono solo quello che dice il pm o i testimoni del pm (oltretutto praticamente tutti i testimoni del pm sono andati a favore di mio padre). In aula i pentiti chiamati a depositare non hanno detto che mio padre era affiliato o socio o amico di qualche cosca o famiglia, anzi ogniuno di loro ha detto che non era nè amico, nè socio, nè affiliato alla cosca di appartenenza e che non aveva mai sentito che lo fosse con altre. Ora dubito che un mafioso (non pensare che si pentano perchè gli si è improvvisamente risvegliata la coscienza) non sappia quali sono gli amici/affiliati/sostenitori delle altre famiglie o addirittura della propria. Tutte queste cose sui giornali però non appaiono. Vedi è facile, molto facile, leggere sui giornali e dire il tizio ha fatto questo e ha fatto quello. Ma tu in realtà che ne sai? Ti dirò una cosa, a discapito di quello che hanno scritto i giornali, il pm non ha portato al processo una prova concreta contro mio padre ma solo sue opinioni facendo un processo alle intenzioni. Ma tu questo non puoi saperlo perchè non c'eri e perchè i giornali si guardano bene dal pubblicarlo. In fondo tra Campolo e la procura secondo te a favore di chi vanno? Ogniuno ha le proprie opinioni ma sarebbe anche giusto esprimere le proprie opinioni quando si conoscono i fatti e non così tanto per chiacchierare e disintegrare la rispettabilità di una persona. Non mi sembra di aver chiesto tanto. I reggini non hanno sete di Verità ma sete di pettegolezzi e di vedere il male ovunque. In fondo dell'innocenza di Campolo non gliene frega niente a nessuno perchè tanto non è un vostro parente. In questi 3 annni ho incontato diversi dipendenti di mio padre, anche di quando aveva i bar (per chi non lo sapesse, mio padre non è nato con i videogiochi ma è stato proprietario di 4 bar). Beh, tutti non hanno fatto che raccontarmi di come li ha sempre aiutati, consigliati, arrivando addirittura a dire che per loro è stato un secondo padre. Hanno pianto davanti a me per il dispiacere e per la stessa rabbia che provo anch'io. Mio padre è un uomo onesto e la sua colpa per la gente è stata quella di esser diventato ricco mentre il suo errore è stato quello di aver fiducia in coloro che dovrebbero rappresentare la Giustizia e la Legge ma che, a quanto pare, rappresentano qualcun'altro. Cosa vuoi che ti dica, che ancora non ci hanno dato in copia la documentazione sequestrata e che serve a difenderci? Queste sono cose che vanno dette nelle giuste sedi e se i giornalisti si fossero presi la briga di venirci forse le avrebbero scritte nei loro articoli.
Per quanto riguarda i nickname, era riferito soprattutto a pellarorc, il quale, fidati, nemmeno sa chi siamo. Perchè se davvero ci conoscesse avrebbe di certo saputo che io e mio fratello non abbiamo mai fatto una vacanza insieme, e soprattutto non abbiamo mai frequentato la stessa comitiva.
La verità è che mio padre è uno dei pochi che nella propria azienda non ha mai fatto entrare la mafia. Ed è uno dei pochi che ha costruito un patrimonio onestamente, senza favori di qualche "personaggio". Semmai ne è stato vittima e anche questo, se qualcuno di voi si fosse preso la briga di venire al processo, l'avrebbe constata con logica e prove (anche cartacee). Poi i giudici mettono una firma e decidono di dimenticare totalmente ciò che ha detto o la documentazione che ha depositato la difesa.
La Verità è conoscenza dei fatti e mi dispiace ma nessuno di voi conosce i fatti.
innanzitutto complimenti...
ci hai messo la faccia...per il resto qui si giudica da subito...
io (come mio costume)aspetto l'evolversi degli eventi...ovvio che se tuo padre dovesse risultare colpevole ,mi dispiacerebbe solo per te e i tuoi fratelli..altrimenti un altro innocente è finito in galera per supposizioni ,o per sentito dire da parte dei cosiddetti pentiti (cui io non ho mai creduto) :salut
L'ignoranza è meno dannosa del confuso sapere.
Cesare Beccaria
un giorno senza un sorriso è un giorno perso(C.Chaplin)
Avatar utente
goldenboy
Forumino Malatissimo
Forumino Malatissimo
Messaggi: 2789
Iscritto il: 11/05/2011, 12:43
Località: na vota 'nto bizzolu

Cara Ivana,sei figlia,ed è normale che difendi tuo padre,e lo difenderai anche in caso di sentenza definitiva!!!Ma spiegaci perchè ci si dovrebbe accanire contro di lui??Siamo in una republica delle banane,ma non a certi livelli...Io ho smepre avuto fiducia nell'operato dei magistrati,e la avrò sempre!!Chi ha sbagliato è giusto che paghi!!!

ps...non è vero che fin al terzo grado di giudizio non si è colpevoli,sono barzellette che si leggono dal 94,più o meno!!!Una sentenza di primo grado,appellabile,emette una condanna...e la emette un giudice,non si tratta di chiachere da bar !!!
ivana
Apprendista Forumino
Apprendista Forumino
Messaggi: 9
Iscritto il: 21/10/2011, 22:26

Si sono figlia di Gioacchino Campolo e sono fiera e orgogliosa di avere un padre che mi ha trasmesso i valori come onestà, sincerità, rispetto per la vita umana,mi ha insegnato a scegliere il bene anche quando sarebbe più facile e comodo scegliere la via del male e soprattutto mi ha insegnato a pensare con la mia testa e a giudicare solo se conosco realmente i fatti. Ecco dove sta l'accanimento. Date per scontato che sia colpevole ma nessuno di voi sa davvero come sono andate le cose perchè nessuno di voi si è preso la briga di informarsi davvero. In Italia si è innocenti fino a prova contraria, mio padre è stato fin dall'inizio ritenuto colpevole solo perchè secondo la mentalità reggina chi ha soldi deve per forza esssere disonesto. Ripeto io ho un grande rispetto per le forze dell'ordine e per la magistratura ma non in coloro che stanno distruggendo la nostra vita con bugie e falsiatà sapendo bene che siamo innocenti (ed è questa la cosa più grave) e sporcando quella toga e quella divisa che indossano. Il giudice Falcone disse "Se tutto è mafia allora niente è mafia". Bisogna saper distinguere, bisogna essere onesti anche nel giudicare. E la storia, anche le vicende di Borsellino e Falcone, ci hanno insegnato che forze dell'ordine e magistratura a volte sono anche corrotte. Se un giudice condanna una persona può anche aver, deliberatamente o meno, sbagliato. Date per scontato che io dica bugie solo per difendere mio padre in qualità appunto di figlia. Ma rifiutate anche solo di prendere in considerazione le opinioni di altri come quelle di dbj. In fondo ho semplicemente detto di documentarvi, di venire in aula ad ascoltare non solo le parole del pm o della guardia di finanza ma anche i vari controesami e i vari testimoni e poi farvi una vostra opinione. Non ho detto che dovete credere che mio padre è innocente perchè lo dico io. Si sostiene un'opinione su un fatto quando si conosce quel fatto.
C'è accanimento nei confronti di mio padre perchè nonostante i suoi gravi problemi di salute e la richiesta degli avvocati al Tribunale di far fare una perizia medica il Tribunale si rifiuta ritenendo sufficienti le parole del pm che dice (e persino scrive) che se non è morto fino ad ora vuol dire che sta bene... e che aspettano che muoia? C'è accanimento perchè guarda caso in prossimità di un udienza o di una sentenza, all'improvviso, senza che ci sia nessuna novità, compaiono articoli di giornale "contro Campolo" che ovviamente inflenzano giudici e opinione pubblica. Non posso credere che nessuno di voi veda questo accanimento. Non ho visto forum e discussioni o lunghi articoli di giornali contro i veri mafiosi. Non vi è mai venuto in mente che forse Campolo potrebbe aver involontariamente "pestato i piedi" a qualcuno? Magari ha comprato un immobile che interessavo a qualcuno molto potente, che arriva addirittura ai giudici. Se, come dici tu, non c'è accanimento perchè sono 3 anni (anzi di più, perchè è da primaa che mio padre fosse arrestato) aspettiamo invano le copie dei documenti sequestrati e che dimostrano l'innocenza e il buon operato di mio padre? Non è questa una lesione della difesa? Non è questo un diritto negato? Confermo quello che ho detto nel mio primo messaggio: chi non vive questa situazione non può e non vuol capire, non è interessato alla verità. Forse se passaste gli stessi problemi nostri, pur essendo innocenti, capireste.
Avatar utente
cozzina1
Non c'è nenti!
Non c'è nenti!
Messaggi: 4430
Iscritto il: 11/05/2011, 14:08
Località: santropè

goldenboy ha scritto:Cara Ivana,sei figlia,ed è normale che difendi tuo padre,e lo difenderai anche in caso di sentenza definitiva!!!Ma spiegaci perchè ci si dovrebbe accanire contro di lui??Siamo in una republica delle banane,ma non a certi livelli...Io ho smepre avuto fiducia nell'operato dei magistrati,e la avrò sempre!!Chi ha sbagliato è giusto che paghi!!!

ps...non è vero che fin al terzo grado di giudizio non si è colpevoli,sono barzellette che si leggono dal 94,più o meno!!!Una sentenza di primo grado,appellabile,emette una condanna...e la emette un giudice,non si tratta di chiachere da bar !!!

tranne poi la sentenza di secondo grado....che smonta la prima ...vedi il caso di Perugia... :mrgreen:

altra barzelletta... :zip:
L'ignoranza è meno dannosa del confuso sapere.
Cesare Beccaria
un giorno senza un sorriso è un giorno perso(C.Chaplin)
Lucianeddux
Forumino Praticante
Forumino Praticante
Messaggi: 174
Iscritto il: 11/06/2011, 18:19

ivana ha scritto:Si sono figlia di Gioacchino Campolo e sono fiera e orgogliosa di avere un padre che mi ha trasmesso i valori come onestà, sincerità, rispetto per la vita umana,mi ha insegnato a scegliere il bene anche quando sarebbe più facile e comodo scegliere la via del male e soprattutto mi ha insegnato a pensare con la mia testa e a giudicare solo se conosco realmente i fatti. Ecco dove sta l'accanimento. Date per scontato che sia colpevole ma nessuno di voi sa davvero come sono andate le cose perchè nessuno di voi si è preso la briga di informarsi davvero. In Italia si è innocenti fino a prova contraria, mio padre è stato fin dall'inizio ritenuto colpevole solo perchè secondo la mentalità reggina chi ha soldi deve per forza esssere disonesto. Ripeto io ho un grande rispetto per le forze dell'ordine e per la magistratura ma non in coloro che stanno distruggendo la nostra vita con bugie e falsiatà sapendo bene che siamo innocenti (ed è questa la cosa più grave) e sporcando quella toga e quella divisa che indossano. Il giudice Falcone disse "Se tutto è mafia allora niente è mafia". Bisogna saper distinguere, bisogna essere onesti anche nel giudicare. E la storia, anche le vicende di Borsellino e Falcone, ci hanno insegnato che forze dell'ordine e magistratura a volte sono anche corrotte. Se un giudice condanna una persona può anche aver, deliberatamente o meno, sbagliato. Date per scontato che io dica bugie solo per difendere mio padre in qualità appunto di figlia. Ma rifiutate anche solo di prendere in considerazione le opinioni di altri come quelle di dbj. In fondo ho semplicemente detto di documentarvi, di venire in aula ad ascoltare non solo le parole del pm o della guardia di finanza ma anche i vari controesami e i vari testimoni e poi farvi una vostra opinione. Non ho detto che dovete credere che mio padre è innocente perchè lo dico io. Si sostiene un'opinione su un fatto quando si conosce quel fatto.
C'è accanimento nei confronti di mio padre perchè nonostante i suoi gravi problemi di salute e la richiesta degli avvocati al Tribunale di far fare una perizia medica il Tribunale si rifiuta ritenendo sufficienti le parole del pm che dice (e persino scrive) che se non è morto fino ad ora vuol dire che sta bene... e che aspettano che muoia? C'è accanimento perchè guarda caso in prossimità di un udienza o di una sentenza, all'improvviso, senza che ci sia nessuna novità, compaiono articoli di giornale "contro Campolo" che ovviamente inflenzano giudici e opinione pubblica. Non posso credere che nessuno di voi veda questo accanimento. Non ho visto forum e discussioni o lunghi articoli di giornali contro i veri mafiosi. Non vi è mai venuto in mente che forse Campolo potrebbe aver involontariamente "pestato i piedi" a qualcuno? Magari ha comprato un immobile che interessavo a qualcuno molto potente, che arriva addirittura ai giudici. Se, come dici tu, non c'è accanimento perchè sono 3 anni (anzi di più, perchè è da primaa che mio padre fosse arrestato) aspettiamo invano le copie dei documenti sequestrati e che dimostrano l'innocenza e il buon operato di mio padre? Non è questa una lesione della difesa? Non è questo un diritto negato? Confermo quello che ho detto nel mio primo messaggio: chi non vive questa situazione non può e non vuol capire, non è interessato alla verità. Forse se passaste gli stessi problemi nostri, pur essendo innocenti, capireste.
Ivana , quà non si tratta di mentalità reggina,indivia o altro.Si tratta che nel delicatissimo campo dove operava tuo padre..pare difficile(quasi impossibile)che si sia fatto il soldi...ma tanti soldi...rimanendo estraneo a certi ambienti.Il beneficio del dubbio a me resta,e credo che se non fossi direttamente interessata..di dubbi ne avresti pure tu ! Spero tanto per te e per tutta Reggio che tuo padre sia innocente..e credimi mi farebbe tanto piacere ,ma se fosse colpevole delle gravissime accuse che gli sono state mosse...meriterebbe una pena esemplare !!Certo che da quel che si scrive da più parti sulla bontà e lealtà di te e dei tuoi fratelli ..e dalla tua accorata ma garbata e equilibrata difesa a tuo padre...risulta difficile che ciò ti sia stato trasmesso da uno con quelle infamanti accuse.
dbj
Apprendista Forumino
Apprendista Forumino
Messaggi: 43
Iscritto il: 17/10/2011, 19:05

c'è da dire una cosa: se le affermazioni di ivana( della quale ammiro il coraggio anch'io nell'esporsi in prima linea) risultassero vere bisognerebbe indagare anche sui mandanti dell' operato non solo su chi effettivamente ha compiuto questo doli... poi una domanda.
la guardia di finanza ha dichiarato che durante le indagini x estorsione ai dipendenti hanno scoperto l'evasione per la manomissione degli apparecchi, ma il primo sequestro del 2008 non era fatto sull'evasione? quindi o hanno palesemente sbagliato nell'affermare una cosa diversa dalla realtà o semplicemente hanno sequestrato senza sapere...
un'altra domanda ad ivana...
ma non c'era un esame probatorio sulla regolarità o meno dei videogiochi? puoi dirci come è andata e cosa hanno depositato i periti?
dbj
Apprendista Forumino
Apprendista Forumino
Messaggi: 43
Iscritto il: 17/10/2011, 19:05

conoscendo la famiglia campolo posso affermare con assoluta certezza che gioacchino è ricco di famiglia ben prima che iniziasse l'attività dei videogiochi(come ricordato da ivana è stato proprietario di 4 bar) e i suoi fratelli sono cmq stati proprietari di altri bar pizzerie ristoranti già molti anni prima. conosco molto di più soprattutto il cugino anche lui come me allontanatosi da reggio in cerca di lavoro e serenità e mi disse che addirittura ci sono vie e strade che portano il cognome campolo e quello di sua nonna(che ora non ricordo esattamente) perchè i loro nonni erano figli unici di due famiglie benestanti unitesi col matrimonio ad inizio secolo(1900).
E' un grossissimo errore ritenere che campolo si è arricchito coi videogiochi. se guardate l'elenco delle sue proprietà molte le ha ricevute con la successione dei genitori o cmq antecedenti agli anni 80....
E QUESTA E' UN'ALTRA COSA STRANA
doddi
Non c'è nenti!
Non c'è nenti!
Messaggi: 4823
Iscritto il: 11/05/2011, 12:55
Località: 38°6′41″N 15°39′43″E

Volevo solo porgere un saluto a ivana per i suoi interventi coraggiosi e sinceri (non vedo perchè, altrimenti, una figlia, già alle prese con tutti questi avvenimenti sconvolgenti per chiunque, dovrebbe presentarsi qua dentro a metterci faccia e cuore) e per la sua calorosa, ed oltremodo discreta ed educata, difesa del padre. ...Mentre altri (s)fuggono, modificano e cancellano nonostante la garanzia dell'anonimato cibernetico che annulla i freni inibitori delle dita e del cervello, scoprendo che il web non è poi così lontano dalla vita reale e dagli incontri/confronti faccia a faccia.

La legge prevede tre gradi, checchè qualcuno ne possa pensare, le accuse sono pesanti, siamo abituati a tutto, e non tifo per nessuno fatte salve le persone per bene. Non conosco nessuno di voi direttamente, per cui non sono in grado di esprimere idee opinioni nè tantomento giudizi sulle persone o modi di agire.

Di errori giudiziari gli archivi dei tribunali ne sono pieni, sicuramente tuo padre era diventato un personaggio scomodo in città per la sua intraprendenza, il limite tra il lecito e l'illecito deve essere però netto e stabilito oltre ogni dubbio visto ciò che gli è stato addebbitato e per cui stà pagando duramente nonostante le condizioni di salute, e state, di riflesso, pagando voi. Chiaramente da "spettatore", interessato esclusivamente alle sorti della nostra martoriate città, questi tuoi scritti, in un certo qual modo, ci rendono più dubbiosi sui fatti, ma sempre da lettori di vicende giudiziarie. E' naturale, infine, augurarti che le tue verità possano emergere concretamente ne posti deputati a farlo per ridarvi un pò di serenità.

Se fosse come dici tu chi è che ha tratto beneficio dall'estromissione dalla vita economica cittadina di tuo padre? Chi ha consentito che ciò avvenisse prendendo magari spunto da "reati minori" ?
P.s.:non chiedo di rispondere alle domande, mi pare avvio, ma sono punti su cui si dovrebbe fare una profonda riflessione, qualora..., se ..., ecc...,. E tali ipotesi e/o risposte non mi sorprenderebbero per nulla.
Reggio è una città strana, molto strana.
Se coloro che vincono le gare hanno certificati antimafia ma sono in strette relazioni con altre imprese sottoposte all'attenzione della mafia,tutte munite di certificazioni delle prefetture,allora è un problema diverso che non compete a me valutare. I.F.
ivana
Apprendista Forumino
Apprendista Forumino
Messaggi: 9
Iscritto il: 21/10/2011, 22:26

Rispondo alle domande di dbj. Caro dbj purtroppo non posso darti tutti i dettagli dell'incidente probatorio effettuato dai periti sui videogiochi perchè c'è un processo attualmente in corso e nelle prossime udienze si parlerà anche di questo argomento. Quello che posso dirti è che l'incidente probatorio è andato più che bene e il perito del gip ha usato il termine "esemplari" per descrivere i nostri giochi. Più di così... Il brigadiere che sta testimoniando in questo momento in aula deve avere le idee un pò confuse perchè sta affermando l'esatto opposto di quello che dice il perito del Pm, oltre che a contraddirsi lui stesso. I giornali hanno ripreso le parole del brigadiere. Aspetto di vedere cosa scriveranno i giornali quando verranno a testimoniare i nostri periti ma anche il perito del gip e il perito del pm sull'argomento videogiochi (sempre se saranno presenti in aula).
Per quanto riguarda la famiglia d'origine di mio padre, si anche loro erano "ricchi". Negli atti ufficiali di allora vengono denominati "possidenti". Mio padre non si è fatto dal nulla come per magia. Ha cominciato a lavorare già da adolescente aiutando la sorella maggiore e poi in società di fatto (non aveva ancora la maggiore età che all'epoca si raggiungeva a 21 anni) con un'altra sorella nella gestione di bar e ristorazione. Ha iniziato coi videogiochi per passione (ho sempre sostenuto che è un eterno bambino per certi aspetti) perchè aveva preso un flipper e un jukebox per il proprio bar. Ha sempre tenuto ad avere sale giochi pulite (non mi riferisco alla sporcizia), ad avere sale giochi ricreative dove la gente potesse divertirsi e trascorrere qualche ora di svago. Era orgoglioso del fatto che nelle sue sale giochi ci fossero anche nonni che portavano i nipotini per farli giocare (in una delle sale giochi aveva anche apparecchi da divertimento per bambini piccoli, tipo giostre insomma). Sono circa 40 anni che è nel campo dei videogiochi. E voglio ricordare a tutti voi che durante tutti questi anni (e mi riferisco anche agli anni dei bar) parte di ciò che ha guadagnato lo ha investito nell'acquisto di immobili. Dico investito perchè affittando quegli immobili li metteva a frutto. Perciò le entrate non erano solo ed esclusivamente quelle del guadagno dei videogiochi ma anche quello degli affitti dei locali. E riguardo agli immobili, che la guardia di finanza ha quantificato in 260, sarebbe il caso che leggesse più attentamente l'elenco. Innanzitutto fra questi immobili ci sono terreni e case ereditate dai nonni di mio padre oltre che dai suoi genitori. Ma se leggete attentamente ci sono anche immobili ripetuti varie volte (non due volte ma di più!). Ci sono anche immobili non nostri e che non sono mai stati nostri. Ci sono anche immobili che non sono nostri perchè mio padre li ha venduti circa 18 anni fa. Mi viene da chiedere chi e come ha fatto queste indagini...ma questa è un'altra storia. Il valore degli immobili è stato notevolmente gonfiato, soprattutto per quanto riguarda gli immobili ubicati in Roma, Milano e Parigi. Parigi: innanzitutto è un monolocale minuscolo. E' stato un regalo che ha fatto ai figli perchè perchè, per chi non lo sapesse, io e mia sorella abbiamo fatto il liceo linguistico ed io sono laureata in interpreti e traduttori e in mediazione linguistica, oltre al fatto che mia madre ha origini francesi (questo pellarorc non lo sa a quanto pare). Oltre ad aver affidato ad un geometra l'incarico di fare una perizia ufficiale e che è stata depositata sugli immobili al fine di stabilire il numero, la proprietà e il valore del bene alla data attuale e alla data dell'acquisto, io stessa ho fatto la mia "ricerchina" per poter dare al nostro perito i documenti necessari (mi riferisco agli atti di compravendita). Vi assicuro che si arriva a circa 100, quindi ben 160 in più ne hanno messi! Inoltre vorrei porre l'attenzione sul valore dei beni all'atto d'acquisto: mio padre ha sempre detto che quando comprò i primi locali sul corso garibaldi tutti lo presero per pazzo perchè all'epoca non avevano il valore di adesso. E' questa l'abilità e la fortuna di mio padre, vedere le cose in anticipo, avere il cosidetto fiuto per gli affari (ripeto sempre onesti). Una dote eccezionale che purtroppo io non possiedo. Tutte queste cose ovviamente non le potete sapere perchè sui giornali non ci stanno....
Quanti di voi sanno che nel 2005 è apparso un articolo sul Sole 24 ore in cui mio padre risultava al 25 posto nella graduatoria dei maggiori contribuenti della città di Reggio Calabria e provincia (i posti precedenti erano occupati dai giocatori della reggina e da alcuni notai)?
Ringrazio coloro che mi hanno fatto i complimenti per il coraggio e l'educazione che ho dimostrato. Non è stato facile perchè il giudizio della gente ferisce anche quando si ha la coscienza apposto. In questi anni abbiamo passato e stiamo tuttora passando un vero inferno e vi assicura che è devastante passare tutto questo da innocenti. Non chiediamo grazia nè favoritismi, vorremmo solo avere processi equi e giusti. Vorremmo imparzialità. Ed io vorrei poter rivedere mio padre a casa e vivo perchè sta male e non so quanto resisterà senza medicine, senza aver il diabete sotto controllo e tanti altri problemi di salute che non sto qui a dirvi perchè non è la vostra pietà che io e la mia famiglia vogliamo. Ciò che vogliamo è che ogniuno di voi si faccia la propria opinione una volta che conosce i fatti e che si informi di tutto prima di emettere giudizi e ccondanne.
Avatar utente
goldenboy
Forumino Malatissimo
Forumino Malatissimo
Messaggi: 2789
Iscritto il: 11/05/2011, 12:43
Località: na vota 'nto bizzolu

ripeto il concetto...Ivana crede nella innocenza di suo padre,e credo sia normale!!!Come è normale che ne sappia più di noi,essendo coinvolta molto più di noi che ci limitiamo a leggere le notizie sugli organi di stampa...e sulla base delle notizie che abbiamo ci facciamo una nostra idea...mi pare che abbia ricevuto una condanna(in primo grado) molto pesante,15 anni o giù di lì...e io cedo che per dare 15 anni ci vogliano dei riscontri!!Spero per lei che tutte le accuse contestategli siano false...Aspettiamo la sentenza di appello,e poi il terzo grado!!!Fino al quale la legge non dice che è innocente,ma che sono valide le sentenze dei gradi precedenti :salut
Avatar utente
pellarorc
Forumino Malatissimo
Forumino Malatissimo
Messaggi: 2223
Iscritto il: 11/05/2011, 14:22

ivana ha scritto:Leggendo questi post rimango semplicemente schifata! Ma ormai non dovrebbe più stupirmi nulla. Sono la figlia maggiore di Gioacchino Campolo. Non voglio nascondermi dietro un nickname perchè a differnza di tanti di voi, che parlano a sproposito, io conosco i fatti reali e ancche le bugie e le calunnie dette per infangare la mia famiglia e soprattutto mio padre.
Innanzitutto mi rivolgo a pellarorc. Caro pellarorc che nemmeno hai il coraggio di dire chi sei, dubito fortemente che tu conosca me o la mia famiglia e lo si evince da diverse cose. Innanzitutto perchè se dici che i figli sono delle brave persone non puoi dire diversamente del padre. Io e miei fratelli siamo delle brave persone perchè mio padre e mia madre ci hanno insegnato la buona educazione, il rispetto per la vita umana, l'onestà, la sincerità e soprattutto a scegliere la via del bene anche quando quella del male è più facile. Dire che mia madre è nata a Milano non vuol dire conoscerla, lo sanno tutti, grazie anche ai giornali. Dire che conosci me e i miei fratelli è facile: siamo finiti anche noi sui giornali. Ma se davvero ci conoscessi non parleresti di mio padre in questo modo.
Non credo che sia questo il luogo per far notare le falsità che hanno detto sul conto di mio padre. Per quello ci sono le aule del tribunale.
Quello che mi fa davvero arrabbiare, da idealista quale sono, è che la gente (e quindi anche voi) vi permettiate di giudicare senza sapere la realtà dei fatti. E sapete perchè? Perchè per la mentalità e l'invidia tipiche di Reggio Calabria chi "ha soldi" è per forza il cattivo. Mi chiedo però quanti di voi si ammazzano di lavoro. Beh, mio padre ha 72 anni e per oltre 50 anni si è alzato alle 5 del mattino per andare a lavorare. Io e miei fratelli lo vedevamo a casa solo durante l'ora dei pasti oppure andavamo noi a trovarlo in ufficio. Ha lavorato, risparmiato e investito tutta la vita pensando al futuro dei suoi figli. Non ha pensato a spendersi i soldi in donne e macchine come tanti reggini. Forse è questo il motivo per cui tanti di voi si scagliano contro. Mi sono anche chiesta spesso come fanno i giornalisti a scrivere determinate cose se in aula non ci sono perchè se ne vanno prima. Io sono in aule tutte le udienze, a sentire falsità e a vedere come la Giustizia non viene applicata. Ho un grande rispetto per la magistratura e le forze dell'ordine e nonostante tutto credo ancora nella Giustizia ma ho constatato sulla mia pelle che vuol dire avere a che fare con gente che non è degna di portare la toga o la divisa perchè non agisce secondo la legge e non rispetta quel giuramento che gli ha permesso di indossare quella toga e quella divisa. E' facile giudicare quando non si tratta della propria vita. Vorrei tanto che quello che sta succedendo alla mia famiglia nonostante la nostra innocenza, lo passaste anche voi e sempre da innocenti. Non per augurarvi il male ma solo perchè forse sarebbe questo l'unico modo per farvi capire come stanno davvero le cose. Vi assicuro che non c'è niente di peggio del gridare la verità e non essere ascoltati perchè tanto è meglio condannare senza sapere le cose, non c'è niente di peggio che essere condannati essendo innocenti. Prima di parlar male di qualcuno dovreste farvi un esame di coscienza e soprattutto avere voglia di ascoltare i fatti con obbiettività e imparzialità....
Un'ultima cosa: se come dite voi o i giornali o qualcuno che sporca la toga e la divisa, mio padre è un mafioso perchè ha subito in poco più di 20 anni oltre 50 attentati tra incendi, furti, lettere minatorie e scassi ai videogiochi? O forse pensate, come ha sostenuto il pm in aula, che se li è fatti da solo?
Ivana ci conosciamo bene anche se ormai l'ultima volta ci siamo visti a reggio tanti anni fà, tuo fratello l'ho visto nemmeno un anno fà in giro e tutto quello che ho scritto non lo ho appreso dai giornali ma lo so da quando sono minorenne ed ero assieme a te alla tua festa di 18 anni all'oasi! Ho ben scritto che io vi conosco e so che siete delle brave persone! A casa mia ci sono nel mio cassetto delle foto con tuo fratello di 10 anni fà. Non ho scritto nulla contro di te o la tua famiglia. Ho scritto che sicuramente i figli non hanno le colpe dei padri. Mio padre conosce tuo padre e ha sempre descritto gioacchino campolo come una persona gentile che quando si entrava nel suo ufficio era la persona più cortese di questo mondo!
Ma il punto Ivana è questo: Tu parli da figlia! ok??? Se arrestassero mio padre probabilmente direi le stesse cose che dici tu! ok? Quindi venire qui a dire che sei schifata, scusami ma mi pare una grandissima minchiata! Se io leggo sui giornali ciò che ho letto di gioacchino campolo ho il diritto di commentare! e che sua figlia viene a dirmi che suo padre si è svegliato alle 5 del mattino non mi frega niente! perchè tutto il mondo si sveglia la mattina alle 5 per andare a lavorare. Le accuse nei confronti di tuo padre sono forti, nn sono accuse di furto di una banana. La questione del ricco a reggio calabria è tutta una minchiata! Riserba certe argomentazioni con altra gente perchè mi spiace ma qui dentro c'è gente che ha un cervello e non esistono qualunquisti.
Parli male delle toghe come Berlusconi! Guarda caso anche tu ne parli perchè c'è qualcuno vicino che passa le giornate in aule di tribunali! Guarda caso.

Ti ripeto, so che sei una brava persona come tutta la tua famiglia ma non ammetto che la figlia di un uomo in carcere con mille accuse a carico venga a dirmi che suo padre ha lavorato investendo i suoi risparmi. La giustizia è giustizia e se verrà giudicato innocente tornerà a casa. Stai tranquilla.
Avatar utente
pellarorc
Forumino Malatissimo
Forumino Malatissimo
Messaggi: 2223
Iscritto il: 11/05/2011, 14:22

ivana ha scritto:Beh, Lucianeddux se mio padre fosse colpevole mi rassegnerei perchè chi sbaglia è giusto che paghi. Certo mi dispiacerebbe ma in quel caso se la sarebbe cercata. Invece non è così. La procura insieme alla guardia di finanza hanno costruito un castello di sabbia e con la complicità di qualche giudice hanno dato la condanna di primo grado. Sicuramente dietro di loro c'è qualcuno di molto più potente altrimenti non mi spiegherei perchè i veri mafiosi sono condannati con poco (se vengono condannati), oppure escono per motivi (falsi) di salute. Mio padre invece sta dentro da innocente con tutti i suoi gravi problemi di salute (ha avuto due infarti da quando sta in carcere, non cammina più e ha bisogno della sedia a rotelle). Ripeto non sto qui a scrivere e raccontarvi le bugie, oltretutto prive di logica, dette su mio padre perchè non è questo il luogo. Ma vorrei tanto sapere quanti di voi si sono presi la briga di parlare dopo aver assistito al processo. E per assistere al processo intendo seguirsi tutte le udienze dall'inizio alla fine, controesame degli avvocati compreso. Sai perchè i giornalisti (tutti) scrivono quello che scrivono? Perchè è la procura stessa che glielo dice! Altrimenti non mi spiego il perchè, nonostante la loro totale assenza in aula durante il processo che ci riguarda, scrivono solo quello che dice il pm o i testimoni del pm (oltretutto praticamente tutti i testimoni del pm sono andati a favore di mio padre). In aula i pentiti chiamati a depositare non hanno detto che mio padre era affiliato o socio o amico di qualche cosca o famiglia, anzi ogniuno di loro ha detto che non era nè amico, nè socio, nè affiliato alla cosca di appartenenza e che non aveva mai sentito che lo fosse con altre. Ora dubito che un mafioso (non pensare che si pentano perchè gli si è improvvisamente risvegliata la coscienza) non sappia quali sono gli amici/affiliati/sostenitori delle altre famiglie o addirittura della propria. Tutte queste cose sui giornali però non appaiono. Vedi è facile, molto facile, leggere sui giornali e dire il tizio ha fatto questo e ha fatto quello. Ma tu in realtà che ne sai? Ti dirò una cosa, a discapito di quello che hanno scritto i giornali, il pm non ha portato al processo una prova concreta contro mio padre ma solo sue opinioni facendo un processo alle intenzioni. Ma tu questo non puoi saperlo perchè non c'eri e perchè i giornali si guardano bene dal pubblicarlo. In fondo tra Campolo e la procura secondo te a favore di chi vanno? Ogniuno ha le proprie opinioni ma sarebbe anche giusto esprimere le proprie opinioni quando si conoscono i fatti e non così tanto per chiacchierare e disintegrare la rispettabilità di una persona. Non mi sembra di aver chiesto tanto. I reggini non hanno sete di Verità ma sete di pettegolezzi e di vedere il male ovunque. In fondo dell'innocenza di Campolo non gliene frega niente a nessuno perchè tanto non è un vostro parente. In questi 3 annni ho incontato diversi dipendenti di mio padre, anche di quando aveva i bar (per chi non lo sapesse, mio padre non è nato con i videogiochi ma è stato proprietario di 4 bar). Beh, tutti non hanno fatto che raccontarmi di come li ha sempre aiutati, consigliati, arrivando addirittura a dire che per loro è stato un secondo padre. Hanno pianto davanti a me per il dispiacere e per la stessa rabbia che provo anch'io. Mio padre è un uomo onesto e la sua colpa per la gente è stata quella di esser diventato ricco mentre il suo errore è stato quello di aver fiducia in coloro che dovrebbero rappresentare la Giustizia e la Legge ma che, a quanto pare, rappresentano qualcun'altro. Cosa vuoi che ti dica, che ancora non ci hanno dato in copia la documentazione sequestrata e che serve a difenderci? Queste sono cose che vanno dette nelle giuste sedi e se i giornalisti si fossero presi la briga di venirci forse le avrebbero scritte nei loro articoli.
Per quanto riguarda i nickname, era riferito soprattutto a pellarorc, il quale, fidati, nemmeno sa chi siamo. Perchè se davvero ci conoscesse avrebbe di certo saputo che io e mio fratello non abbiamo mai fatto una vacanza insieme, e soprattutto non abbiamo mai frequentato la stessa comitiva.
La verità è che mio padre è uno dei pochi che nella propria azienda non ha mai fatto entrare la mafia. Ed è uno dei pochi che ha costruito un patrimonio onestamente, senza favori di qualche "personaggio". Semmai ne è stato vittima e anche questo, se qualcuno di voi si fosse preso la briga di venire al processo, l'avrebbe constata con logica e prove (anche cartacee). Poi i giudici mettono una firma e decidono di dimenticare totalmente ciò che ha detto o la documentazione che ha depositato la difesa.
La Verità è conoscenza dei fatti e mi dispiace ma nessuno di voi conosce i fatti.
Ti dico solo questo Ivana, per smentirti e per farti capire che di minchiate non ne scrivo. Sei andata in vacanza per anni con tuo fratello in inghilterra. E io c'ero più di una volta. Ti sto dicendo che ho ancora le foto a casa.... E poi siamo usciti parecchie volte a reggio con tuoi amici che poi sono diventati anche in parte miei per vari fidanzamenti.
Ma poi..che ti stai accanendo contro di me....ma ho scritto qualcosa di male contro di te? Ho scritto che tuo padre è colpevole a priori?Spiegamelo ivana...perchè non capisco.
Avatar utente
onlyamaranto
Non c'è nenti!
Non c'è nenti!
Messaggi: 3467
Iscritto il: 12/05/2011, 8:43

Io non faccio ipotesi, nè analisi, nè conosco i fatti, posso solo basarmi su quello che si legge sui giornali, del resto come tutti i cittadini non direttamente addentro alla situazione, volevo solo fare i miei complimenti a Ivana che con coraggio e tanta tanta educazione e voglia di confrontarsi, e soprattutto con un ammirevole attaccamento al proprio papà sta elevando di molto il livello della discussione;
comunque vada a finire, stai dimostrando una grande dignità come persona. :salut

"...e qualcosa rimane
tra le pagine chiare e le pagine scure... "
dbj
Apprendista Forumino
Apprendista Forumino
Messaggi: 43
Iscritto il: 17/10/2011, 19:05

grazie ivana x la risposta e per contribuire x fare un pò di chiarezza...
a me quello che interessa è proprio la fase giuduziale ma vivendo ormai al nord mi è impossibile essere presente nelle udienze..
gli aspetti x me importanti sono due essenzialmente:
che se fosse così palese la colpevolezza del padre la figlia non sarebbe così stupida, pestandosi da sola i piedi, nell'invitare tutti quanti a partecipare alle udienze.
l'altro aspetto, fondamentale x il procedimento intero, è che se veramente dall'incidente probatorio dovesse risultare che i giochi sono "esemplari" (riportando le esatte parole) bè, crollerebbe di colpo l'accusa di manomissione dei giochi della contestata evasione e di conseguenza del sequestro. E quindi si darebbe credito e molto alle stranezze in parte esposte dai figli
dbj
Apprendista Forumino
Apprendista Forumino
Messaggi: 43
Iscritto il: 17/10/2011, 19:05

e queste mie considerazioni,ripeto se dovessero manifestarsi, secondo me dovrebbero portare tutti i cittadini e in maniera più generale tutti i reggini, a lottare affinchè certa situazioni vengano alla luce e a punire i mandanti.
il solo pensiero che ci sia una regia occulta talmente potente da condizionare e manipolare indagini uomini e tribunali mi spaventa
pensate anche solo per un attimo a mettervi nei panni di una famiglia che è stata praticamente distrutta socialmente ed economicamente solo perchè la ricchezza del padre ha dato fastidio a qualcuno...
si dice che anche solo un giorno di prigione cambi inesorabilmente la psiche di una persona, pensate ad un uomo, oltretutto anziano e malato, rinchiuso da tre anni lottare contro tutti per sostenere la sua innocenza.
Le accuse mossogli sono gravissime e pesantissime e se dovessero venire confermate, sinceramente condizionerebbero anche la vita dei figli.
Io ripeto fino al terzo grado di giudizio non emetterò giudizi ma ripeto se dovesse trovare conferma le ipotesi dei figli siamo di fronte ad un fatto gravissimo, che va ben oltre il mero errore giudiziario. se dovesse essere confermata la tesi dell'accusa almeno le mie paure di potenze occulte non troverebbero fondamento...
ma l'esperienza personale mi insegna che purtroppo a reggio ci sono sempre state situazioni strane
ivana
Apprendista Forumino
Apprendista Forumino
Messaggi: 9
Iscritto il: 21/10/2011, 22:26

Rispondo innanzitutto a pellarorc. Francamente io continuo a dire che tu non ci conosci. Io e mio fratello non abbiamo mai frequentato insieme. Quando siamo andati in Inghilterra c'era anche mia sorella e Demetrio e Adriana erano sempre insieme ed erano molto uniti. Se conosci bene Demetrio e me è veramente assurdo che conosci poco mia sorella! Alla mia festa dei 18 anni, fatta si all'oasi, non c'era nessuno di quelli che sono venuti in college con me in Inghilterra. Dici che conosci la mia famiglia, che tuo padre conosce mio padre, che siamo persone gentilissime ma che mio padre si è macchiato di gravi reati. Ti contraddici da solo. Dimmi il tuo nome e risolviamo il mistero... E non mi sto assolutamente accanendo contro di te, è semplicemente che dici cose vere a metà, oltretutto cose che conoscono tutti. E per la cronaca le mie amiche non si sono mai fidanzate con qualcuno che io già conoscevo precedentemente e mio fratello nell'ultimo anno è venuto a reggio pochissime volte e solo per poche ore, giusto il tempo di andare a trovare mio padre. Perciò non mi quadra nulla!
Rispondo a goldenboy. Volevo solo precisare una cosa: non si tratta di credere nell'innocenza di mio papà, io sono certa della sua innocenza! Capisco però che voi abbiate i vostri dubbi poichè appunto non conoscete i fatti come li posso conoscere io. Quello che insisto a dire a tutti, non solo a te, è di informarsi, venire anche alle udienze se vi va, e dopo aver ascoltato tutto, non solo le accuse ma anche le prove della difesa, allora potrete esprimere le vostre considerazioni. Fino ad allora dovrebbero rimanere solo dubbi e non certezze.
ringrazio infine onlyamaranto per ciò che ha detto.
Io e la mia famiglia vorremmo solo che la Verità venisse fuori. Ho scritto in questo forum perchè sono stanca (e credo di averne tutte le ragioni) di sentire condanne e giudizi a priori. Le accuse che muovono a mio padre e a tutta la mia famiglia, sono veramente infamanti. Anch'io prima di passare quello che sto passando leggevo sui giornali e mi facevo la mia idea ma non ho mai dato per scontato che la mia impressione fosse certamente la realtà delle cose nè ho mai scritto pubblicamente contro qualcuno senza conosccere i fatti. Senza fare il mio esempio, la storia è piena di innocenti che vengono accusati ingiustamente e passano diversi anni in carcere prima che la verità venga fuori. La loro vita viene distrutta e anche quando tornano in libertà l'opinione della gente non è mai positiva. Io dico solo questo: dovremmo smettere di dare per oro colato quello che scrivono i giornali. Documentarsi è l'unico mezzo che ci permette di esprimere una propria opinione e per documentarsi bisogna andare nelle aule del tribunale ad ascoltare. I giornalisti spesso non hanno nè voglia nè tempo di venire in aula e scrivono ciò che la procura trasmette loro.... questa però non è libertà di stampa. Giornalismo dovrebbe voler dire amore per la Verità e la Verità la si apprende solo se si è disposti a cercarla e ad accettarla così com'è e non come fa scoop. Non vi chiedo di credermi, vi chiedo di informarvi. Le aule del tribunale sono aperte a tutti in fondo....
Molti di voi, anzi tutti, giustamente dicono: "sei la figlia, è normale che lo difendi ed è normale che dici che è innocente". Il discorso non fa una piega. Ma, per come sono fatta io e per come la penso io, se mio padre fosse stato colpevole non mi sarei certo esposta in un forum. La Verità la si può negare agli altri ma non a se stessi ed io non sono mai stata brava a mentire. E cosa più importante, se mio padre fosse stato colpevole, non sarei stata per tre anni a Reggio Calabria, ma sarei rimasta a casa mia, a Roma, a continuare la mia vita e tornando a Reggio solo per fare colloquio con mio padre. Invece sono tre anni che la mia vita si è fermata, che vivo sospesa anzi che non vivo ma sopravvivo. E questo vale per tutta la mia famiglia. E se non ci rassegnamo a questa situazione è proprio perchè siamo innocenti!
Avatar utente
DoubleD
Forumino Malatissimo
Forumino Malatissimo
Messaggi: 2476
Iscritto il: 11/05/2011, 13:57
Località: MedazZalaNd

ivana ha scritto:
Ma, per come sono fatta io e per come la penso io, se mio padre fosse stato colpevole non mi sarei certo esposta in un forum. E questo vale per tutta la mia famiglia. E se non ci rassegnamo a questa situazione è proprio perchè siamo innocenti!
mi auguro per te e la tua famiglia
che Questa storia possa terminare con un lieto fine. :thumright

tu ci hai messo la faccia
e ti fa molto onore :salut
complimenti Ivana, hai tutta la mia stima
:wink
'' A Reggina Esti Comu U viagra... faci 'nchianari i cazzi "

Immagine
Avatar utente
AMOMARANTO
Forumino Malato
Forumino Malato
Messaggi: 1264
Iscritto il: 11/05/2011, 20:54

Mha...

Parto col dire che non ho mai creduto nelle parole e negli articoli dei giornalisti... Ho sempre ragionato col mio cervello e ho sempre tratto le mie personalissime conclusioni (giuste o sbagliate)...

Anche in questa vicenda ho una mia personalissima idea, magari sbagliata, ma cmq non influenzata nè dalle parole dei vari giornalisti, nè dalle parole di Ivana... Ripeto, ragiono con la mia testa e traggo le mie conclusioni e parlo da ragazzo che la mattina andava a scuola e il pomeriggio in sala giochi...

Detto ciò... mi soffermo solo su una parola... poi il resto lo tengo x me... "esemplari"... ma stiamo parlando dei giochi tipo PES o Tekken 3... o di "altro"... perchè parlando di "altro" cerchiamo di stare attenti alle parole... perchè ci sono state tante persone che hanno perso tutto (a volte anche la vita) per queste macchinette "esemplari"... E mi meraviglio che l'abbia detto un perito...
doddi
Non c'è nenti!
Non c'è nenti!
Messaggi: 4823
Iscritto il: 11/05/2011, 12:55
Località: 38°6′41″N 15°39′43″E

AMOMARANTO ha scritto:Mha...

Parto col dire che non ho mai creduto nelle parole e negli articoli dei giornalisti... Ho sempre ragionato col mio cervello e ho sempre tratto le mie personalissime conclusioni (giuste o sbagliate)...

Anche in questa vicenda ho una mia personalissima idea, magari sbagliata, ma cmq non influenzata nè dalle parole dei vari giornalisti, nè dalle parole di Ivana... Ripeto, ragiono con la mia testa e traggo le mie conclusioni e parlo da ragazzo che la mattina andava a scuola e il pomeriggio in sala giochi...

Detto ciò... mi soffermo solo su una parola... poi il resto lo tengo x me... "esemplari"... ma stiamo parlando dei giochi tipo PES o Tekken 3... o di "altro"... perchè parlando di "altro" cerchiamo di stare attenti alle parole... perchè ci sono state tante persone che hanno perso tutto (a volte anche la vita) per queste macchinette "esemplari"... E mi meraviglio che l'abbia detto un perito...
Mi sai fare il nome di uno che si è comprato casa giocando con quelle macchinette a Reggio o altrove?
Il gioco è una malattia, ed è consentito che ad esercitarlo sia lo stato come il privato.
Conosco solo storie di chi, invece, casa se l'è venduta per mantenersi "il vizio".
Mai inserito una monetina in un videopoker in vita mia.
Eticamente non farei mai quel tipo di lavoro, ma è consentito e sei in società con lo stato.
Se coloro che vincono le gare hanno certificati antimafia ma sono in strette relazioni con altre imprese sottoposte all'attenzione della mafia,tutte munite di certificazioni delle prefetture,allora è un problema diverso che non compete a me valutare. I.F.
Rispondi