guerriglia urbana a roma...

Notizie dal mondo e dalla città: curiosità, fatti, cronaca...

Moderatori: NinoMed, Bud, Lilleuro

Avatar utente
cozzina1
Non c'è nenti!
Non c'è nenti!
Messaggi: 4430
Iscritto il: 11/05/2011, 14:08
Località: santropè

ILY ha scritto:La polizia avrebbe dovuto spaccarli senza pietà sti schifosi senza @@...

perchè non vanno a viso scoperto visto che si sentono invincibili, maledetti!

vorrei sapere un pò chi è che li ha istigati... :roll:

Io proverei ad indovinare? :scratch

:evil:
sono INDIGNATA.. :???: :see:
L'ignoranza è meno dannosa del confuso sapere.
Cesare Beccaria
un giorno senza un sorriso è un giorno perso(C.Chaplin)
Avatar utente
ILY
Forumino Malato
Forumino Malato
Messaggi: 957
Iscritto il: 11/05/2011, 22:46
Località: BOIA CHI MOLLA...!!!

cozzina1 ha scritto:
ILY ha scritto:La polizia avrebbe dovuto spaccarli senza pietà sti schifosi senza @@...

perchè non vanno a viso scoperto visto che si sentono invincibili, maledetti!

vorrei sapere un pò chi è che li ha istigati... :roll:

Io proverei ad indovinare? :scratch

:evil:
sono INDIGNATA.. :???: :see:

Questi ignobili hanno pure distrutto una statu della madonna... :x

Speriamo che stavolta quelli arrestati non se la cavino come quelli dell'altra volta...

Virimu! :evil:
Amaranto Alé
non tifo per gli squadroni ma tifo te
Amaranto è una passione non è un color
la maglia che porti addosso è un'ossession...

Ciao Filippo...

U Catania na teni...!!!
Reggiotricolore
Apprendista Forumino
Apprendista Forumino
Messaggi: 100
Iscritto il: 15/05/2011, 15:30

L'Italia è oggi ostaggio non solo di una classe politica presuntuosa, ladrona e ignorante. E' ostaggio di gruppi di anarchici, comunisti, gente indegna, veri e propri bastardi che rendono vana ogni protesta legittima dei cittadini italiani, ogni movimento autocostituito.
Che a protestare siano professori, medici, operai, disoccupati, donne, gay, tra questi movimenti spontanei si infilano movimenti comunisti con le loro bandiere pronti a mettere il cappello a queste manifestazioni che diventano cosi politiche e si svuotano del proprio significato.

Ieri non ero a Roma. Non perchè non condividesse le idee degli indignados, siamo tutti un po indignati, ma perchè era già certa la presenta e la paternità politica di questa manifestazione.
E oggi devo sentire parlare di trame? Devo sentire parlare di black block come "Fascisti"?

Io sono Fascista e nessun fascista era presente tra quegli escrementi di ieri! Hai voglia a fare supposizioni o lanciare oscuri messaggi! No, che nessuno di permetta!
Quei cani distruggevano e rompevano con affianco le bandiere di Rifognazione comunista, con le bandiere dei loro centri sociali.
Questa gente dovrebbe essere soppressa, dichiarando fuorilegge i loro movimenti politici e centri sociali, principali loro fiancheggiatori!

E non si paragoni i cani di ieri ai "boia chi molla". Caro IDIOTA, i "boia chi molla" non sono mai esistiti. Erano i cittadini comuni reggini che protestavano per i torti, veri, subiti. E il governo per dare "giustificazione storica" al suo operato li etichettò cosi con l'appoggio di quei soliti cani che oggi cercano di mettere un cappello politico a queste manifestazioni.
La rivolta di Reggio non fu una rivolta fascista! La rivolta di Reggio fu una rivolta di popolo.
Il fascismo non c'entra proprio niente.
VERGOGNATI.
IGNORANTE.
Avatar utente
ILY
Forumino Malato
Forumino Malato
Messaggi: 957
Iscritto il: 11/05/2011, 22:46
Località: BOIA CHI MOLLA...!!!

Reggiotricolore ha scritto:L'Italia è oggi ostaggio non solo di una classe politica presuntuosa, ladrona e ignorante. E' ostaggio di gruppi di anarchici, comunisti, gente indegna, veri e propri bastardi che rendono vana ogni protesta legittima dei cittadini italiani, ogni movimento autocostituito.
Che a protestare siano professori, medici, operai, disoccupati, donne, gay, tra questi movimenti spontanei si infilano movimenti comunisti con le loro bandiere pronti a mettere il cappello a queste manifestazioni che diventano cosi politiche e si svuotano del proprio significato.

Ieri non ero a Roma. Non perchè non condividesse le idee degli indignados, siamo tutti un po indignati, ma perchè era già certa la presenta e la paternità politica di questa manifestazione.
E oggi devo sentire parlare di trame? Devo sentire parlare di black block come "Fascisti"?

Io sono Fascista e nessun fascista era presente tra quegli escrementi di ieri! Hai voglia a fare supposizioni o lanciare oscuri messaggi! No, che nessuno di permetta!
Quei cani distruggevano e rompevano con affianco le bandiere di Rifognazione comunista, con le bandiere dei loro centri sociali.
Questa gente dovrebbe essere soppressa, dichiarando fuorilegge i loro movimenti politici e centri sociali, principali loro fiancheggiatori!

E non si paragoni i cani di ieri ai "boia chi molla". Caro IDIOTA, i "boia chi molla" non sono mai esistiti. Erano i cittadini comuni reggini che protestavano per i torti, veri, subiti. E il governo per dare "giustificazione storica" al suo operato li etichettò cosi con l'appoggio di quei soliti cani che oggi cercano di mettere un cappello politico a queste manifestazioni.
La rivolta di Reggio non fu una rivolta fascista! La rivolta di Reggio fu una rivolta di popolo.
Il fascismo non c'entra proprio niente.
VERGOGNATI.
IGNORANTE.
Che glielo dici a fare...con loro si perde solo tempo...non gabbu!

:salut :salut :salut :salut :salut

:salut :salut :salut :salut :salut

:salut :salut :salut :salut :salut
Amaranto Alé
non tifo per gli squadroni ma tifo te
Amaranto è una passione non è un color
la maglia che porti addosso è un'ossession...

Ciao Filippo...

U Catania na teni...!!!
Avatar utente
cozzina1
Non c'è nenti!
Non c'è nenti!
Messaggi: 4430
Iscritto il: 11/05/2011, 14:08
Località: santropè

ILY ha scritto:
Reggiotricolore ha scritto:L'Italia è oggi ostaggio non solo di una classe politica presuntuosa, ladrona e ignorante. E' ostaggio di gruppi di anarchici, comunisti, gente indegna, veri e propri bastardi che rendono vana ogni protesta legittima dei cittadini italiani, ogni movimento autocostituito.
Che a protestare siano professori, medici, operai, disoccupati, donne, gay, tra questi movimenti spontanei si infilano movimenti comunisti con le loro bandiere pronti a mettere il cappello a queste manifestazioni che diventano cosi politiche e si svuotano del proprio significato.

Ieri non ero a Roma. Non perchè non condividesse le idee degli indignados, siamo tutti un po indignati, ma perchè era già certa la presenta e la paternità politica di questa manifestazione.
E oggi devo sentire parlare di trame? Devo sentire parlare di black block come "Fascisti"?

Io sono Fascista e nessun fascista era presente tra quegli escrementi di ieri! Hai voglia a fare supposizioni o lanciare oscuri messaggi! No, che nessuno di permetta!
Quei cani distruggevano e rompevano con affianco le bandiere di Rifognazione comunista, con le bandiere dei loro centri sociali.
Questa gente dovrebbe essere soppressa, dichiarando fuorilegge i loro movimenti politici e centri sociali, principali loro fiancheggiatori!

E non si paragoni i cani di ieri ai "boia chi molla". Caro IDIOTA, i "boia chi molla" non sono mai esistiti. Erano i cittadini comuni reggini che protestavano per i torti, veri, subiti. E il governo per dare "giustificazione storica" al suo operato li etichettò cosi con l'appoggio di quei soliti cani che oggi cercano di mettere un cappello politico a queste manifestazioni.
La rivolta di Reggio non fu una rivolta fascista! La rivolta di Reggio fu una rivolta di popolo.
Il fascismo non c'entra proprio niente.
VERGOGNATI.
IGNORANTE.
Che glielo dici a fare...con loro si perde solo tempo...non gabbu!

:salut :salut :salut :salut :salut

:salut :salut :salut :salut :salut

:salut :salut :salut :salut :salut
erano infiltrati fascisti pagati dal Berlusca...per fare ricadere la colpa sulla sinistra e sui centri sociali... :scratch :roll:
L'ignoranza è meno dannosa del confuso sapere.
Cesare Beccaria
un giorno senza un sorriso è un giorno perso(C.Chaplin)
mohammed
Forumino Malatissimo
Forumino Malatissimo
Messaggi: 2127
Iscritto il: 11/05/2011, 15:05

doddi ha scritto:
mohammed ha scritto:
doddi ha scritto:

Ecco bravo non scriverlo, non deliziarmi oltre, e passa avanti.
Ai delinquenti si spara quando aggrediscono un tutore delle FDO, non si indirizzano.
Già hanno fatto la rivoluzione senza essere provocati figuriamoci se li avvicinavano prima nelle stradine in mezzo a genitori con figli al seguito.
Qualche magistrato o movimento non aspettava altro per metterli sotto processo pre direttissima.

e qui arrivo con la mia solita domandina, quindi secondo te i "boia chi molla " di reggio anni 70, che in altre occasioni santifichi, andavano mitragliati senza pietà... rispondi per favore, un si o un no, perché non è che si può svicolare a una domanda come questa e fare affermazioni come quelle che fai tu ogni qual volta cè da strumentalizzare avvenimenti vari per fare propaganda politica all'italiana...



I "boia chi molla" erano Cittadini con la C maiuscola, madri e padri di famiglia, con una vita normale dentro le loro case, non delinquenti a tempo pieno, e terroristi con il solo desiderio di devastare e fare rivoluzione laddove se ne presenta l'occasione. La premeditazione è altro, quella era una rivolta. Di persone indignate, non di delinquenti. Punto.
Non confondere la merda con la cioccolata. Segnatelo per il futuro così eviti la riproposizione del quesito.
quindi prendo atto che dal tuo punto di vista è giusto che alcune persone, padri di famiglia, cittadini con la c maiuscola, in alcune occasioni possano sparare addosso, come a reggio è accaduto frequentemente durante la rivolta, alle forze dell'ordine che svolgono il loro lavoro al servizio dello stato. Per quanto riguarda la feccia sulle barricate di reggio, accanto alla gente in buona fede, c'era la feccia peggiore del mondo, ma resto in tema, il tuo giudizio è una semplificazione ad uso e consumo di una propaganda politica di grana grossa che contrasta inspiegabilmente con le tue basi culturali. Secondo te quelli che hanno fatto guerriglia erano 5000 delinquenti che agivano con premeditazione, mi paiono un pò troppi, io credo che non bisogna sottovalutare il fenomeno e men che meno dovrebbe sottovalutarlo la tua parte politica che vuole cavarsela con la solita litania dei "delinquenti figli di papà". Aspetta e vedrai che se continua così quei 5000 diventeranno molti di più, cosa che personalmente non mi auguro accada ma che in queste condizioni è destinata a verificarsi in tempi neanche troppo brevi...
Allah è grande, Gheddafi è il suo profeta!
Paolo_Padano
Forumino Malatissimo
Forumino Malatissimo
Messaggi: 1986
Iscritto il: 11/05/2011, 13:02

questi episodi di violenza nelle adunate delle masse nella fatti specie di ieri con donne giovani ed anziani fanno comodo in genere ai governativi quando sono poco solidi è il primo strato per creare tensione- Poi quando avvengono fatti più gravi come le stragi che per l'appunto sono denominati stragi di stato. Il protocollo di ieri si doveva limitare a distruggere ogni cosa, invece a piazza della loggia, italicus, piazza fontana e stazione di bologna sono ad un livello superiore. Un altro livello medio è ad esempio il delitto moro nel periodo del compromesso storico per frenare determinati strategie ned eliminare statistci che vedono lontano.
Lillu Fotti: "aundi ioca Spread cu cattu si mu rununu a paremetru zeru"
Lillu Foti: "non bogghiu 'nchinari poi mi rinnu chi vonnnu a squatra mi 'ndi sarbamu"
mohammed
Forumino Malatissimo
Forumino Malatissimo
Messaggi: 2127
Iscritto il: 11/05/2011, 15:05

Reggiotricolore ha scritto:L'Italia è oggi ostaggio non solo di una classe politica presuntuosa, ladrona e ignorante. E' ostaggio di gruppi di anarchici, comunisti, gente indegna, veri e propri bastardi che rendono vana ogni protesta legittima dei cittadini italiani, ogni movimento autocostituito.
Che a protestare siano professori, medici, operai, disoccupati, donne, gay, tra questi movimenti spontanei si infilano movimenti comunisti con le loro bandiere pronti a mettere il cappello a queste manifestazioni che diventano cosi politiche e si svuotano del proprio significato.

Ieri non ero a Roma. Non perchè non condividesse le idee degli indignados, siamo tutti un po indignati, ma perchè era già certa la presenta e la paternità politica di questa manifestazione.
E oggi devo sentire parlare di trame? Devo sentire parlare di black block come "Fascisti"?

Io sono Fascista e nessun fascista era presente tra quegli escrementi di ieri! Hai voglia a fare supposizioni o lanciare oscuri messaggi! No, che nessuno di permetta!
Quei cani distruggevano e rompevano con affianco le bandiere di Rifognazione comunista, con le bandiere dei loro centri sociali.
Questa gente dovrebbe essere soppressa, dichiarando fuorilegge i loro movimenti politici e centri sociali, principali loro fiancheggiatori!

E non si paragoni i cani di ieri ai "boia chi molla". Caro IDIOTA, i "boia chi molla" non sono mai esistiti. Erano i cittadini comuni reggini che protestavano per i torti, veri, subiti. E il governo per dare "giustificazione storica" al suo operato li etichettò cosi con l'appoggio di quei soliti cani che oggi cercano di mettere un cappello politico a queste manifestazioni.
La rivolta di Reggio non fu una rivolta fascista! La rivolta di Reggio fu una rivolta di popolo.
Il fascismo non c'entra proprio niente.
VERGOGNATI.
IGNORANTE.

quindi nel caso dei boia chi molla vale la teoria dell'etichettatura da parte del governo per dare la "giustificazione storica", nel caso dei rossi invece il governo ha ragione, capiscia, non so se l'idiota (ignorante che si dovrebbe vergognare) era rivolto a me, nel caso non mi pare il caso, rilassati il 77 è passato grazie a dio, spero almeno che se parli con queste sicurezze ai tempi della rivolta almeno tu fossi nato...
Allah è grande, Gheddafi è il suo profeta!
Avatar utente
cozzina1
Non c'è nenti!
Non c'è nenti!
Messaggi: 4430
Iscritto il: 11/05/2011, 14:08
Località: santropè

Paolo_Padano ha scritto:questi episodi di violenza nelle adunate delle masse nella fatti specie di ieri con donne giovani ed anziani fanno comodo in genere ai governativi quando sono poco solidi è il primo strato per creare tensione- Poi quando avvengono fatti più gravi come le stragi che per l'appunto sono denominati stragi di stato. Il protocollo di ieri si doveva limitare a distruggere ogni cosa, invece a piazza della loggia, italicus, piazza fontana e stazione di bologna sono ad un livello superiore. Un altro livello medio è ad esempio il delitto moro nel periodo del compromesso storico per frenare determinati strategie ned eliminare statistci che vedono lontano.

scusa..ma le donne giovani ed anziani di ieri (parliamo degli Indignati ovviamente) erano lì per contestare il governo...quindi in che modo avrebbero favorito il governo?
parli di protocollo..ma protocollo da parte di chi? chi sarebbero stati i firmatari di simile protocollo? :scratch
L'ignoranza è meno dannosa del confuso sapere.
Cesare Beccaria
un giorno senza un sorriso è un giorno perso(C.Chaplin)
Mariotta
Forumino Malato
Forumino Malato
Messaggi: 1400
Iscritto il: 12/05/2011, 19:24

ILY ha scritto:
Reggiotricolore ha scritto:L'Italia è oggi ostaggio non solo di una classe politica presuntuosa, ladrona e ignorante. E' ostaggio di gruppi di anarchici, comunisti, gente indegna, veri e propri bastardi che rendono vana ogni protesta legittima dei cittadini italiani, ogni movimento autocostituito.
Che a protestare siano professori, medici, operai, disoccupati, donne, gay, tra questi movimenti spontanei si infilano movimenti comunisti con le loro bandiere pronti a mettere il cappello a queste manifestazioni che diventano cosi politiche e si svuotano del proprio significato.

Ieri non ero a Roma. Non perchè non condividesse le idee degli indignados, siamo tutti un po indignati, ma perchè era già certa la presenta e la paternità politica di questa manifestazione.
E oggi devo sentire parlare di trame? Devo sentire parlare di black block come "Fascisti"?

Io sono Fascista e nessun fascista era presente tra quegli escrementi di ieri! Hai voglia a fare supposizioni o lanciare oscuri messaggi! No, che nessuno di permetta!
Quei cani distruggevano e rompevano con affianco le bandiere di Rifognazione comunista, con le bandiere dei loro centri sociali.
Questa gente dovrebbe essere soppressa, dichiarando fuorilegge i loro movimenti politici e centri sociali, principali loro fiancheggiatori!

E non si paragoni i cani di ieri ai "boia chi molla". Caro IDIOTA, i "boia chi molla" non sono mai esistiti. Erano i cittadini comuni reggini che protestavano per i torti, veri, subiti. E il governo per dare "giustificazione storica" al suo operato li etichettò cosi con l'appoggio di quei soliti cani che oggi cercano di mettere un cappello politico a queste manifestazioni.
La rivolta di Reggio non fu una rivolta fascista! La rivolta di Reggio fu una rivolta di popolo.
Il fascismo non c'entra proprio niente.
VERGOGNATI.
IGNORANTE.
Che glielo dici a fare...con loro si perde solo tempo...non gabbu!

:salut :salut :salut :salut :salut

:salut :salut :salut :salut :salut

:salut :salut :salut :salut :salut


mi piacerebbe avere la vostra sicurezza e quindi conoscere con certezza le carte d'identità e le appartenenze di tutti gli idioti che ieri a Roma hanno usato la violenza. Beati voi! Detto questo , penso che ognuno abbia il diritto di esprimere la propria opinione senza essere continuamente deriso o additato per il colore politico .Penso anche che bisognerebbe riflettere sul fatto che in ogni rivolta di piazza s'infiltri gente che non condivide gli ideali che animano la protesta, trattandosi semplicemente di idioti che hanno come unico scopo quello di sfogare le loro frustrazioni e che essendo fondalmente codardi e senza midollo spinale lo fanno mascherati o incappucciati .
Il dolore ci rimette in mezzo alle cose in modo nuovo.
Reggiotricolore
Apprendista Forumino
Apprendista Forumino
Messaggi: 100
Iscritto il: 15/05/2011, 15:30

mohammed ha scritto:
Reggiotricolore ha scritto:L'Italia è oggi ostaggio non solo di una classe politica presuntuosa, ladrona e ignorante. E' ostaggio di gruppi di anarchici, comunisti, gente indegna, veri e propri bastardi che rendono vana ogni protesta legittima dei cittadini italiani, ogni movimento autocostituito.
Che a protestare siano professori, medici, operai, disoccupati, donne, gay, tra questi movimenti spontanei si infilano movimenti comunisti con le loro bandiere pronti a mettere il cappello a queste manifestazioni che diventano cosi politiche e si svuotano del proprio significato.

Ieri non ero a Roma. Non perchè non condividesse le idee degli indignados, siamo tutti un po indignati, ma perchè era già certa la presenta e la paternità politica di questa manifestazione.
E oggi devo sentire parlare di trame? Devo sentire parlare di black block come "Fascisti"?

Io sono Fascista e nessun fascista era presente tra quegli escrementi di ieri! Hai voglia a fare supposizioni o lanciare oscuri messaggi! No, che nessuno di permetta!
Quei cani distruggevano e rompevano con affianco le bandiere di Rifognazione comunista, con le bandiere dei loro centri sociali.
Questa gente dovrebbe essere soppressa, dichiarando fuorilegge i loro movimenti politici e centri sociali, principali loro fiancheggiatori!

E non si paragoni i cani di ieri ai "boia chi molla". Caro IDIOTA, i "boia chi molla" non sono mai esistiti. Erano i cittadini comuni reggini che protestavano per i torti, veri, subiti. E il governo per dare "giustificazione storica" al suo operato li etichettò cosi con l'appoggio di quei soliti cani che oggi cercano di mettere un cappello politico a queste manifestazioni.
La rivolta di Reggio non fu una rivolta fascista! La rivolta di Reggio fu una rivolta di popolo.
Il fascismo non c'entra proprio niente.
VERGOGNATI.
IGNORANTE.

quindi nel caso dei boia chi molla vale la teoria dell'etichettatura da parte del governo per dare la "giustificazione storica", nel caso dei rossi invece il governo ha ragione, capiscia, non so se l'idiota (ignorante che si dovrebbe vergognare) era rivolto a me, nel caso non mi pare il caso, rilassati il 77 è passato grazie a dio, spero almeno che se parli con queste sicurezze ai tempi della rivolta almeno tu fossi nato...
L'IGNORANTE-IDIOTA è rivolto a chi ha paragonato i fantomatici "boia chi molla", chiamiamoli comuni cittadini di reggio incazzati, a quei bastardi di ieri. Non ricordo chi l'ha scritto se sei stato tu è rivolto a te. Nel caso di ieri, (i black block sono stati condannati da Governo, Napolitano, tutti i Partiti e Vendola stesso... non solo dai "silviani") non fari u fissa. In mezzo a loro c'erano le bandiere di Rifondazione Comunista, No Tav, Centri sociali etc. Su Indimedia si invita alla lotta e ci si è organizzati per la giornata di ieri! E non mi pare un sito dove si incontrano le giovani marmotte!
Il '77 non c'ero nè io nè la rivolta di Reggio. Come le so? Perchè anzichè calarmi la zuppa vado a studiare ed informarmi e a Reggio la violenza fu la risposta alla repressione dello Stato e non viceversa.

Paragonare i cittadini di Reggio CONTRO CUI SI E' SPARATO (!!!!!) ai soggetti di ieri dovrebbe essere motivazione sufficiente a togliere la cittadinanza per indegnità!
Reggiotricolore
Apprendista Forumino
Apprendista Forumino
Messaggi: 100
Iscritto il: 15/05/2011, 15:30

Questo è un messaggio su Indimedia: "SICURAMENTE le FORZE di POLIZIA ci ATTACCHERANNO anche non dovesse esserci il minimo intento conflittuale (che comunque ci sarà e DEVE ESSERCI da parte nostra): dobbiamo tutti, rivoluzionari di ogni tendenza, comunisti, libertari e tutto/i coloro che saranno lì per rabbia e coscienza del baratro nel quale ci vogliono gettare DEFINITIVAMENTE, COMBATTERE !!!!! Non come a Gneova nel 2001 ! Non come il 14 Dicembre 2010 ! Non dobbiamo fermarci ! Portare con se' di "tutto" per PRENDERE e TENERE la 'PIAZZA' !
Avatar utente
Regmi
Non c'è nenti!
Non c'è nenti!
Messaggi: 4234
Iscritto il: 11/05/2011, 16:55

mohammed ha scritto: ....se parli con queste sicurezze ai tempi della rivolta almeno tu fossi nato...
Moh, solo per rammentarti che hai dimenticato di distinguere la metaforica e alrimenti definita "cacca" dal cioccolato e mi permetto di farlo io che c' ero.
Il cioccolato stava all'origine della rivolta.
La cacca durante e dopo la rivolta stessa.
8-)
La speranza appartiene ai figli.
Noi adulti abbiamo già sperato e quasi sempre perso.
army
Forumino Scelto
Forumino Scelto
Messaggi: 745
Iscritto il: 17/05/2011, 0:08

gli indignados non sono nè di destra nè di sinistra...e sopratutto non c'entrano niente con i black block
Avatar utente
pab397
Forumino Malato
Forumino Malato
Messaggi: 1153
Iscritto il: 26/05/2011, 22:06

reggiotricolore ha scritto: L'IGNORANTE-IDIOTA è rivolto a chi ha paragonato i fantomatici "boia chi molla", chiamiamoli comuni cittadini di reggio incazzati, a quei bastardi di ieri. Non ricordo chi l'ha scritto se sei stato tu è rivolto a te. Nel caso di ieri, (i black block sono stati condannati da Governo, Napolitano, tutti i Partiti e Vendola stesso... non solo dai "silviani") non fari u fissa. In mezzo a loro c'erano le bandiere di Rifondazione Comunista, No Tav, Centri sociali etc. Su Indimedia si invita alla lotta e ci si è organizzati per la giornata di ieri! E non mi pare un sito dove si incontrano le giovani marmotte!
Il '77 non c'ero nè io nè la rivolta di Reggio. Come le so? Perchè anzichè calarmi la zuppa vado a studiare ed informarmi e a Reggio la violenza fu la risposta alla repressione dello Stato e non viceversa.

Paragonare i cittadini di Reggio CONTRO CUI SI E' SPARATO (!!!!!) ai soggetti di ieri dovrebbe essere motivazione sufficiente a togliere la cittadinanza per indegnità!
In mezzo ai black blocK c'erano bandiere di Rifondazione Comunista, dei No-Tav?
Hai documenti, foto da postare, prove di quello che dici?
Immagine

sono talmente comunista che da bambino mi mangiavo da solo
Avatar utente
pab397
Forumino Malato
Forumino Malato
Messaggi: 1153
Iscritto il: 26/05/2011, 22:06

cozzina1 ha scritto:
Paolo_Padano ha scritto:questi episodi di violenza nelle adunate delle masse nella fatti specie di ieri con donne giovani ed anziani fanno comodo in genere ai governativi quando sono poco solidi è il primo strato per creare tensione- Poi quando avvengono fatti più gravi come le stragi che per l'appunto sono denominati stragi di stato. Il protocollo di ieri si doveva limitare a distruggere ogni cosa, invece a piazza della loggia, italicus, piazza fontana e stazione di bologna sono ad un livello superiore. Un altro livello medio è ad esempio il delitto moro nel periodo del compromesso storico per frenare determinati strategie ned eliminare statistci che vedono lontano.

scusa..ma le donne giovani ed anziani di ieri (parliamo degli Indignati ovviamente) erano lì per contestare il governo...quindi in che modo avrebbero favorito il governo?
parli di protocollo..ma protocollo da parte di chi? chi sarebbero stati i firmatari di simile protocollo? :scratch
Col permesso del padano, ti rispondo io.
Il padano intende dire che la degenerazione delle manifestazioni va contro gli interessi di chi manifesta e a favore di chi è oggetto della contestazione.
Il ragionamento è ovvio, basta rifletterci un po'. Non c'entrano niente le contestazioni pacifiche e genuine di donne e anziani. Lui parla dei black block.
Il resto di cui parla si sintetizza nel termine: "strategia della tensione", applicata in passato per favorire la repressione e gli interessi di chi voleva un regime autoritario.
Immagine

sono talmente comunista che da bambino mi mangiavo da solo
Avatar utente
NinoMed
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 5430
Iscritto il: 03/05/2011, 0:34

http://roma.corriere.it/roma/notizie/cr ... 4865.shtml" onclick="window.open(this.href);return false;
Il carabiniere del blindato in fiamme:
«Senza casco sarei morto»
Il militare era nel mezzo assaltato dai Black bloc in piazza S. Giovanni: mai vista una cosa così. Un poliziotto: troppo vecchi per correre dietro a 20enni

ROMA - «Di manifestazioni ne ho fatte, ma non ho visto mai una cosa così». A parlare è Fabio. T. , 31 anni, il carabiniere sfuggito dal suo blindato in piazza San Giovanni appena poco prima che i Black bloc lo dessero alle fiamme nell'assalto alle forze dell'ordine durante il corteo degli Indignati sabato a Roma. Quelle immagini hanno fatto il giro del mondo e per molti minuti hanno lasciato con il fiato sospeso migliaia di persone che assistevano agli scontri, nella piazza o collegate via web o tv, e che temevano per la vita dell'uomo. «Per fortuna avevo il casco, altrimenti sarei morto», ha aggiunto il carabiniere parlando con l'agenzia Ansa.

IN OSPEDALE - Il giorno dopo, Fabio si trova in un letto d'ospedale al Policlinico di Roma Umberto I. Ha uno zigomo tumefatto. Ed è ancora sotto choc, pur non essendo alle prime armi. Non ha perso la testa nonostante fosse sotto attacco da ogni parte, sotto una pioggia di sampietrini, bastonate, spranghe. «A un certo punto sono riusciti a spaccarmi lo specchietto - racconta - Non riuscivo più ad andare né avanti né indietro». I colpi gli hanno fratturato il naso e un osso del volto gli arrivano quando è ancora al volante della camionetta. La portiera è ormai forzata, forse grazie ad una spranga. Nel blindato non ci sono armi: solo scudi e qualche sfollagente. E allora il carabiniere Fabio decide di scendere, lascia il mezzo lì e scappa cercando di raggiungere gli altri suoi colleghi. Non riesce a ricordare nitidamente quei momenti, di come sia sgusciato via in mezzo a Balck bloc che inneggiavano alla morte dei poliziotti e di come sia riuscito ad uscirne vivo: «Non lo so, non ricordo molto. Mi sono allontanato, sono scappato via». Fabio se l'è cavata, oltre che con le fratture al naso e alla faccia (subirà un intervento otorinolaringoiatrico) solo con un ematoma alla coscia.

L'assalto al blindato dei carabinieri L'assalto al blindato dei carabinieri L'assalto al blindato dei carabinieri L'assalto al blindato dei carabinieri L'assalto al blindato dei carabinieri L'assalto al blindato dei carabinieri L'assalto al blindato dei carabinieri L'assalto al blindato dei carabinieri

AGENTI OVER 50 - Ma nella giornata nera degli Indignati c'è anche un altro elemento da considerare. Tra le forze dell'ordine in piazza a Roma sabato, c'erano anche agenti ultracinquantenni «a correre dietro a ventenni che attaccavano con raffinate tecniche di guerriglia». A parlare con l'Ansa è un funzionario del Reparto Mobile, anche lui impegnato sabato per le strade della Capitale (e domenica sera a presidiare l'Olimpico per il derby romano). «Sabato - racconta - un carabiniere è stato colto da infarto mentre correva. Arrivati ad una certa età è difficile passare ore a correre con addosso casco e maschera antigas».

«SERVONO GIOVANI IN STRADA» - Ho visto anche - racconta - carabinieri reduci dall'Afghanistan indietreggiare: abbiamo passato momenti difficili». La giornata, continua, «si è conclusa purtroppo con pochi fermi ed arresti dopo ore di battaglia. Si poteva fare di più, ma un problema che pochi considerano è quello dell'invecchiamento degli agenti. Nel mio reparto ieri il più giovane aveva 47 anni ed è durissima fare lunghe corse per cinque ore con addosso casco, scudo e maschera antigas, mentre si fronteggiano diciottenni che hanno ben altra prestanza fisica. Non dimentichiamo che sabato un carabiniere è stato colto da infarto mentre correva». Sulla strada, nei servizi di ordine pubblico, sottolinea, «devono starci i giovani, che hanno il fisico ed anche l'entusiasmo. Io capisco che un padre di famiglia, con figli a casa, ci pensi non due, ma dieci volte, prima di lanciarsi con impeto contro chi ti scaglia addosso mazzette di cinque chili. E non dimentichiamo che percepiamo sette euro lorde per rischiare la vita in questo servizio». Servirebbe, ha aggiunto, «un ricambio generazionale, ma l'età media dei poliziotti continua ad alzarsi (ora è di 48 anni), visto che non si assume e si va in pensione sempre più tardi».

IL RACCONTO - L'agente passa poi a descrivere la giornata. Le avvisaglie degli scontri, spiega, «c'erano: fin dall'inizio abbiamo visto nel corteo frange di malintenzionati col volto travisato, scudi e corpi contundenti. Li tenevamo sotto controllo fin da quando sono arrivati dalla metropolitana, ma si sono nascosti tra la folla pacifica. E non è vero - precisa - che i manifestanti li hanno isolati, perchè uscivano continuamente per attacchi a negozi, banche ed auto per poi tornare nel corteo». Ciò, osserva, «ha reso difficile il nostro intervento perchè catturare queste persone avrebbe comportato il rischio di colpire la folla».

«I VIOLENTI HANNO AFFILATO TECNICHE ATTACCHI» - Rispetto ad un'altra giornata nera, quella dello scorso 14 dicembre, prosegue il funzionario, «i violenti hanno ulteriormente affinato le loro tecniche di guerriglia, avvicinandosi alle forze dell'ordine, filmandole e chiamando poi sul cellulare i loro compagni per segnalare i punti deboli. E lì hanno colpito, dopo il Colosseo ed in via Labicana, dove i nuclei erano meno numerosi perchè il grosso stava presidiando le zone istituzionali». L'intento preciso dei 'nerì, secondo l'uomo, «era quello di dividerci per aggredirci. Noi dovevamo quindi non rispondere alle provocazioni e rimanere compatti». Il problema, considera l'agente, «è che occorrerebbe fermare i violenti prima che entrino nel corteo. Per farlo bisognerebbe capire chi sono e da dove vengono e ieri, contrariamente a quanto avvenuto in altre occasioni, non avevamo il supporto delle Digos delle altre province di provenienza dei manifestanti perchè non ci sono soldi per pagare le missioni».
Have a Nice Day
Reggiotricolore
Apprendista Forumino
Apprendista Forumino
Messaggi: 100
Iscritto il: 15/05/2011, 15:30

pab397 ha scritto:
reggiotricolore ha scritto: L'IGNORANTE-IDIOTA è rivolto a chi ha paragonato i fantomatici "boia chi molla", chiamiamoli comuni cittadini di reggio incazzati, a quei bastardi di ieri. Non ricordo chi l'ha scritto se sei stato tu è rivolto a te. Nel caso di ieri, (i black block sono stati condannati da Governo, Napolitano, tutti i Partiti e Vendola stesso... non solo dai "silviani") non fari u fissa. In mezzo a loro c'erano le bandiere di Rifondazione Comunista, No Tav, Centri sociali etc. Su Indimedia si invita alla lotta e ci si è organizzati per la giornata di ieri! E non mi pare un sito dove si incontrano le giovani marmotte!
Il '77 non c'ero nè io nè la rivolta di Reggio. Come le so? Perchè anzichè calarmi la zuppa vado a studiare ed informarmi e a Reggio la violenza fu la risposta alla repressione dello Stato e non viceversa.

Paragonare i cittadini di Reggio CONTRO CUI SI E' SPARATO (!!!!!) ai soggetti di ieri dovrebbe essere motivazione sufficiente a togliere la cittadinanza per indegnità!
In mezzo ai black blocK c'erano bandiere di Rifondazione Comunista, dei No-Tav?
Hai documenti, foto da postare, prove di quello che dici?

http://www.repubblica.it/politica/2011/ ... 3327497/1/" onclick="window.open(this.href);return false; - Foto numero 2 - Fonte Repubblica non Libero o Il Giornale.... (NO TAV)
Reggiotricolore
Apprendista Forumino
Apprendista Forumino
Messaggi: 100
Iscritto il: 15/05/2011, 15:30

http://www.ilgiornale.it/video/i_black_ ... ina_statua" onclick="window.open(this.href);return false;
ethan
Forumino Malatissimo
Forumino Malatissimo
Messaggi: 1604
Iscritto il: 11/05/2011, 13:44

leggo diversi articoli di giornale che sono fantastici

"chi sono questi black block?da dove vengono?chi ci sta dietro?"ect..

Gli alieni, vengono da marte e saturno. :lol:

ps: paragonare i "boia chi molla" a sta feccia è vergognoso.
Rispondi