A Reggio sbarca la Biennale di Venezia

Notizie dal mondo e dalla città: curiosità, fatti, cronaca...

Moderatori: NinoMed, Bud, Lilleuro

Rispondi
Avatar utente
NinoMed
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 5430
Iscritto il: 03/05/2011, 0:34

A Reggio sbarca la Biennale di Venezia
Lunedì 01 Agosto 2011 09:50

di Grazia Candido (foto di Antonio Sollazzo) – In riva allo Stretto apre i battenti la mostra “Lo stato dell’arte-Calabria”. Nell’incantevole Villa “Genoese Zerbi” è stata inaugurata ieri sera, nell’ambito del “Padiglione Italia” della 54.ma Esposizione Internazionale d’Arte della Biennale di Venezia a cura di Vittorio Sgarbi, in occasione del 150° dell’Unità d’Italia, “un mosaico dello stato dell’arte calabrese” che vuole rappresentare una ricognizione della creatività nazionale e territoriale di pittori, scultori, ceramisti, fotografi, video-artisti, grafici, designer. L’iniziativa speciale voluta dalla Regione Calabria con la collaborazione della Città di Reggio Calabria, ripercorre il progetto di Vittorio Sgarbi di un Padiglione Italia, “ L’arte non è cosa nostra”, che da Venezia si diffonde nelle regioni italiane localizzandosi nelle città di grande pregio con esposizioni decentrate in un “catalogo del contemporaneo” dell’arte italiana, (edito da Skira) mirato a documentare attraverso il decennio 2001-2011 lo spirito creativo del nuovo secolo. Al taglio del nastro hanno preso parte il critico d’arte Vittorio Sgarbi, irritato dal ritardo dovuto ai rallentamenti e al traffico in autostrada per giungere in città da Lamezia Terme dove era arrivato nel primo pomeriggio, il curatore della mostra Fernando Miglietta, il Governatore della Calabria Giuseppe Scopelliti, il Coordinatore degli Assessorati alla Cultura delle Regioni Italiane Mario Caligiuri, il Sindaco di Reggio Calabria Demetrio Arena, l’assessore provinciale alla Cultura Eduardo Lamberti Castronuovo .
“Oggi è un giorno di festa e proprio qui, a Reggio Calabria, festeggiamo l’arte collegata alla Biennale di Venezia che si celebra in questo splendido edificio gotico veneziano – ha affermato Sgarbi – Abbiamo voluto fare un inventario dello stato dell’arte degli ultimi dieci anni, che costituiscono il primo decennio del terzo millennio e che, forse, potrebbe essere anche l’ultimo secondo la profezia dei Maya. La Calabria si aggiunge al mosaico dello stato dell’arte in Italia. Purtroppo, mancano alcune realtà come Napoli ma il sindaco De Magistris deve pensare a smaltire la spazzatura”.
E’ “un irripetibile momento di grande significato per tutta l’arte calabrese - ha commentato il Presidente della Regione Scopelliti - che con il Padiglione Italia di Sgarbi diffuso nelle regioni, riattiva un circuito di attenzione e di comunicazione nuova, non solo in arte, tra Nord e Sud del Paese”.
Ma è anche “un'occasione straordinaria per liberare energie a volte sconfortate, fare emergere creatività sopita - ha dichiarato l’Assessore alla Cultura Mario Caligiuri, che ha coordinato gli Assessori alla cultura delle Regioni Italiane - fare arieggiare lo stretto circuito dei critici professionisti e, in definitiva, accendere i riflettori su tanti artisti italiani che meritano di essere conosciuti e in un certo senso risarciti. Quando mai un accadimento del genere potrebbe ripetersi?”
Soddisfatto il primo cittadino Arena che nel sottolineare “la quarta volta che la Villa Zerbi, una location unica ed eccezionale, ospita una mostra collegata alla Biennale”, rimarca che “Reggio e la Calabria hanno bisogno di questi eventi di questo genere che sconfiggono le logiche di chi non vuole entrare in quel percorso culturale avviato dall’Amministrazione Comunale e fa di tutto per infossare la nostra realtà”.
Della rassegna del Padiglione Italia / Calabria sarà pubblicato un catalogo con il sostegno della Fondazione Carical, e della Rubbettino Editore, grazie alla sensibilità del Presidente Mario Bozzo e di Florindo Rubbettino, sponsor della manifestazione insieme all’A.R.S.S.A, Agenzia Regionale per lo Sviluppo e i Servizi in Agricoltura. La rassegna prevede la presenza di circa sessanta artisti scelti da una commissione aperta, presieduta da Sgarbi, con il coordinamento di Fernando Miglietta. L’ultima parola spetta proprio al curatore della mostra, Miglietta, che nel ringraziare il critico Sgarbi per “aver liberato l’arte con questo unico evento ”, ha aggiunto: “questa è una rassegna plurale e democratica, aperta, dunque ma, rappresentativa delle tensioni innovative dell’arte italiana che in Calabria ritrova nuove interrelazioni figurative ed espressive tra tradizione e innovazione, in uno sguardo critico della contemporaneità che rilancia il pensiero creativo di un mediterraneo cuore pulsante d’Europa”.


http://www.strill.it/index.php?option=c ... &id=104097" onclick="window.open(this.href);return false;
Have a Nice Day
Avatar utente
NinoMed
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 5430
Iscritto il: 03/05/2011, 0:34

Ottima l'iniziativa, al suo quarto anno, ma vorrei sottolineare e chiedere se lo fanno di proposito a prenderci in giro?

la giornalista, Sgarbi e Arena parlano di "incantevole Villa “Genoese Zerbi", "in questo splendido edificio gotico veneziano" , "Villa Zerbi, una location unica ed eccezionale"
ma mi chiedo, si sono resi conto che sta cadendo a pezzi? sta diventando un rudere o quelle decadenze sono ricomprese nell'arte e nell'incantevolezza di cui si parla? :scratch
Have a Nice Day
Avatar utente
unico
Forumino Scelto
Forumino Scelto
Messaggi: 788
Iscritto il: 21/05/2011, 14:43

NinoMed ha scritto:Ottima l'iniziativa, al suo quarto anno, ma vorrei sottolineare e chiedere se lo fanno di proposito a prenderci in giro?

la giornalista, Sgarbi e Arena parlano di "incantevole Villa “Genoese Zerbi", "in questo splendido edificio gotico veneziano" , "Villa Zerbi, una location unica ed eccezionale"
ma mi chiedo, si sono resi conto che sta cadendo a pezzi? sta diventando un rudere o quelle decadenze sono ricomprese nell'arte e nell'incantevolezza di cui si parla? :scratch

:lol: e quest altra perla estiva quanto ci costa in euro ???
NOI SIAMO REGGIO CALABRIA !!!
Rispondi