LFA Reggio Calabria-Vibonese, domenica 12 novembre ore 14:30

Tutto sulla Reggina

Moderatori: NinoMed, Bud, Lilleuro

Rispondi
Avatar utente
io2
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 3107
Iscritto il: 30/04/2011, 12:08
Località: Catona (RC)
Contatta:

:salut
L'importante non è vincere ma partecipare, con onore, alla sconfitta dell'avversario.
Avatar utente
reggino91
Forumino Malatissimo
Forumino Malatissimo
Messaggi: 2564
Iscritto il: 12/05/2011, 10:59

Ho visto la partita pareggio tutto sommato giusto per quanto si è visto in campo,forse con un po più di convinzione nel secondo tempo potevamo anche vincerla ma il pareggio ci sta. Un punto che non serve a nessuno nè alla vibonese nè a noi. Ci aspetta un campionato anonimo da qui in avanti.
Nel primo tempo sono partiti meglio loro nei primi minuti,più aggressivi e convinti,noi un po timorosi.

Loro hanno avuto la punizione dentro l'area su un errore del nostro portiere che ha preso il retropassaggio con le mani fortunatamente è andata fuori. Dopo una prima fase di titubanza,ci siamo assestati nel campo e la gara è diventata più equilibrata,con ritmi molto bassi,gioco a centrocampo e spettacolo molto basso da tipica gara di serie D. Poi,quasi come un lampo,barillà ha tirato in porta il portiere ha respinto il tiro e bolzicco ha ribadito la conclusione ma purtroppo l'estremo difensore vibonese è stato bravo a deviare. Primo tempo 0-0 e risultato giusto.

Nel secondo tempo siamo partiti più convinti cercando di proporci in avanti,abbiamo avuto un paio di situazioni con un involata di rosseti che solo davanti al portiere gli ha calciato addosso,è stata una grande occasione sprecata,la più importante di tutta la partita. Poi c'è stato il gol annullato a bolzicco sugli sviluppi di calcio d'angolo per una presunta spinta di mischia di un nostro giocatore,la vibonese ha risposto colpo su colpo a nostri attacchi con un palo sugli sviluppi di un corner e un contropiede incredibile (al pari di quello di rosseti) incredibilimente sbagliato da ciotti che sbaglia il primo controllo del pallone,perde tempo e calcia debolmente a velcea che blocca a terra,siamo stati graziati.

Poi abbiamo avuto un'altra occasione con provazza su un tiro-cross respinto dal portiere e con tiro a giro di barillà deviato con un mezzo miracolo del portiere in corner. Successivamente la vibonese ci ha provato con un tiro a giro terminato di poco alto.

Nel finale abbiamo cercato ancora di renderci pericolosi ma non ci sono stati sussulti fino alla fine. Finale 0-0 punto inutile a tutte e due le squadre e punteggio che ci sta forse qualcosina meglio noi.
Sui singoli come sempre migliore in campo barillà, martiner qualche errore in fase di appoggio,malino mungo. Provazza quando è entrato vorrei ma non posso.

Andiamo avanti senza grossi obiettivi,tiriamo a campare,sinceramente si fa fatica a seguirla e l'entusiasmo generale è ai minimi storici,basta vedere questo post neanche 1 commento.
Avatar utente
nick
Forumino Malato
Forumino Malato
Messaggi: 1429
Iscritto il: 11/05/2011, 18:10

Invece io sono d'accordo con il mister, sono due punti persi. Abbiamo avuto almeno 4 occasioni da gol nitide, un rigore evidente negato ed una straordinaria parata del loro portiere su Nino Barilla'.
Sempre più difficile la rincorsa alle prime tre, massimo risultato che potremmo ottenere è il quarto posto.
Molto bella la festa in curva sud con i gemellati baresi e salernitani che don venuti a trovarci...
« Reggio è un grande giardino, uno dei luoghi più belli che si possano trovare sulla terra. »
(Edward Lear, Diario di un viaggio a piedi, 1847[1])

FORZA REGGINA SEMPRE E COMUNQUE!
Avatar utente
onlyamaranto
Ehi cosa bella!
Ehi cosa bella!
Messaggi: 5081
Iscritto il: 12/05/2011, 8:43

Ormai seguo le partite ma non mi smuovono niente, zero emozioni perché so già che qualunque risultato otteniamo non andremo da nessuna parte, ed è una cosa avvilente e mortificante. Cosa me ne frega delle occasioni che abbiamo avuto, zero tagliato.
Unica emozione la festa nella curva

"...e qualcosa rimane
tra le pagine chiare e le pagine scure... "
Avatar utente
io2
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 3107
Iscritto il: 30/04/2011, 12:08
Località: Catona (RC)
Contatta:

Ragazzi i conti in classifica si fanno alla fine. C'è ancora tre quarti di campionato da giocare.
L'importante non è vincere ma partecipare, con onore, alla sconfitta dell'avversario.
Avatar utente
io2
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 3107
Iscritto il: 30/04/2011, 12:08
Località: Catona (RC)
Contatta:

La conferenza-stampa post partita dell'allenatore amaranto.

https://www.youtube.com/watch?v=e2WlRoJ-Zyc
L'importante non è vincere ma partecipare, con onore, alla sconfitta dell'avversario.
regginaldo
Apprendista Forumino
Apprendista Forumino
Messaggi: 70
Iscritto il: 01/03/2023, 17:06

Io dico che abbiamo fatto una partita gagliarda contro la squadra che ha dire di tutti sinora ha giocato meglio in campionato. Dispiace per l'infortunio di dervishi che è uno degli under su cui si poteva contare. Francamente abbiamo avuto 3/4 occasioni nitide per segnare. É questo tipo di partite che comunque dobbiamo fare. La maglia la si onora al momento è il minimo che si può chiedere.
Avatar utente
onlyamaranto
Ehi cosa bella!
Ehi cosa bella!
Messaggi: 5081
Iscritto il: 12/05/2011, 8:43

Ah su questo non c'è dubbio, la maglia si deve onorare e portare con dignità

"...e qualcosa rimane
tra le pagine chiare e le pagine scure... "
Avatar utente
reggino91
Forumino Malatissimo
Forumino Malatissimo
Messaggi: 2564
Iscritto il: 12/05/2011, 10:59

onlyamaranto ha scritto: 12/11/2023, 18:03 Ormai seguo le partite ma non mi smuovono niente, zero emozioni perché so già che qualunque risultato otteniamo non andremo da nessuna parte, ed è una cosa avvilente e mortificante. Cosa me ne frega delle occasioni che abbiamo avuto, zero tagliato.
Unica emozione la festa nella curva
Uguale anch'io,le guardo ma non provo molte emozioni è tutto inutile,non capisco neanche che giochiamo a fare,tanto ormai il campionato è finito e non si vede neanche futuro.
Avatar utente
pezzentuni
Forumino Scelto
Forumino Scelto
Messaggi: 314
Iscritto il: 27/01/2015, 19:14
Località: Santu Petru

A me la prestazione della squadra è piaciuta,a parte mungo non ho visto prove o capacità non sufficienti, anzi...ci affidiamo un po' troppo ai lanci lunghi dalla difesa e non proviamo proprio a fraseggiare a centrocampo ma sappiamo renderci pericolosi.... penso che con un innesto serio a centrocampo e meno infortuni agli under possiamo dire la nostra nelle restanti partite,in bocca al lupo a dervishi mi auguro che recuperi in fretta e possa tornare presto in campo,lo aspettiamo
Avatar utente
Lilleuro
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 11235
Iscritto il: 11/05/2011, 14:32
Località: Roma

Il nostro campionato è finito da qualche settimana ... chi toglie 12 punti addirittura a tre squadre così più forti delle altre?

I conti si fanno alla fine, ma la realtà bisogna guardarla, non ignorarla. Lo avevamo detto, era importantissimo rimanere agganciati al treno delle più forti in questo primo terzo di stagione. Non ci siamo riusciti (per motivi che abbiamo già detto), peraltro abbiamo avuto tutti e tre gli scontri diretti in casa e abbiamo fatto solo 1 punto.

Adesso andiamo a vincere a Trapani, Siracusa e a Vibo? E anche se fosse, gli altri punti come il recuperiamo? Non ci perdiamo in discorsi sul pallone rotondo, guardiamo in faccia la realtà.
Come si dorme non è importante, come si è svegli è importante

Cit. Vadinho
Avatar utente
onlyamaranto
Ehi cosa bella!
Ehi cosa bella!
Messaggi: 5081
Iscritto il: 12/05/2011, 8:43

Sì infatti, ed è per questo che sono molto depresso, certo quando vedo le maglie amaranto in campo c'è sempre un'emozione particolare e unica,
ma di fondo c'è malinconia e rabbia, molta rabbia, e rassegnazione

"...e qualcosa rimane
tra le pagine chiare e le pagine scure... "
Avatar utente
merighi
Forumino Scelto
Forumino Scelto
Messaggi: 353
Iscritto il: 12/05/2011, 21:21

E' innegabile ed inevitabile che i nostri sentimenti prevalenti siano la frustrazione, la depressione, la rabbia e l'indignazione per quanto successo e per l'inferno in cui siamo sprofondati, ma è pur vero che il nostro presente è questo, fatto di una squadra improvvisata che però cerca di portare con dignità e rispetto la nostra maglia e i nostri colori, fatto di una società sicuramente di limitate potenzialità (non solo economiche, ma anche organizzative e di competenze) che però cerca di fare del suo meglio, lavorando in silenzio e senza andare mai oltre le righe, fatto di un mister che tra mille difficoltà di tutti i tipi si è però voluto rimettere in gioco, umilmente e con professionalità, fatto di avversari che rappresentano realtà non certo eccelse ma che ci rispettano (anche e soprattutto a livello di tifoserie) e ci affrontano con orgoglio, fatto di campi improponibili e di arbitri di una scarsezza inaudita, fatto di situazioni al limite dell'improponibile (come il caso della sostituzione del guardalinee a Portici..) e di condizioni logistiche umilianti, fatto insomma di tante situazioni cui non eravamo più abituati.... ma che adesso, volenti o nolenti, ci appartengono.
E purtroppo sapevamo che vista la partenza e le premesse di questa stagione non saremmo mai stati nelle condizioni di vincere il campionato. Certo ognuno di noi sperava quantomeno di potercela giocare...ma indubbiamente l'altezza dell'ostacolo da superare si è vista da subito, sin dalla prima partita.. altezza che è stata resa indubbiamente ancora maggiore da scelte cervellotiche e incomprensibili nella costruzione dell'organico..
E adesso siamo davanti a un bivio: mollare tutto e tutti visto che il campionato non potrà dire più nulla di interessante per noi, o continuare comunque a seguire e sostenere quei ragazzi che comunque continuano ad indossare la nostra maglia e a rappresentare la città.
Non nascondo che più di una volta ho avuto la tentazione di abbracciare la prima ipotesi...ma poi non ce la faccio, perché la Reggina è sempre e comunque dentro di me e parte di me, e sebbene in queste condizioni deprimenti, suscita in me comunque sempre l'orgoglio e il senso di appartenenza, e la voglia di lottare e sostenere questi colori a prescindere da categoria, avversari ed obiettivi.
So di essere un inguaribile romantico...ma la fede e la passione non hanno confini...e finché in un modo o nell'altro continuerò a sentire il bisogno di parlare, tifare e sostenere la Reggina, io ci sarò...
Avatar utente
io2
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 3107
Iscritto il: 30/04/2011, 12:08
Località: Catona (RC)
Contatta:

LFA Reggio Calabria-Vibonese 0-0 La Sintesi

https://www.youtube.com/watch?v=bkQfAzknSmE
L'importante non è vincere ma partecipare, con onore, alla sconfitta dell'avversario.
Avatar utente
Tifoso58
Forumino Scelto
Forumino Scelto
Messaggi: 767
Iscritto il: 14/12/2020, 20:33

A me la squadra non è dispiaciuta, considerato il fatto che giocavamo contro una formazione oggettivamente meglio costruita e più allenata della nostra.
Poi l'esperimento delle due punte di peso mi è piaciuto, resta il problema della limitata capacità della squadra di far arrivare loro palloni giocabili ( Mungo latita... ) per essere pericolosi, però il gol l'avevamo fatto, e c'era pure almeno un rigore per noi... purtroppo quello degli arbitraggi scadenti sarà una nota dolente costante.
Dispiace per Dervishi, possiamo solo augurare una ra in questa stagione, stante la distanza enorme con le prime tre, si tratta di assestarsi, migliorare la squadra nel mercato invernale ( soldi permettendo.. ) e cominciare da ora a preparare non bene, benissimo, la prossima stagione.
Avatar utente
nick
Forumino Malato
Forumino Malato
Messaggi: 1429
Iscritto il: 11/05/2011, 18:10

merighi ha scritto: 13/11/2023, 14:00 E' innegabile ed inevitabile che i nostri sentimenti prevalenti siano la frustrazione, la depressione, la rabbia e l'indignazione per quanto successo e per l'inferno in cui siamo sprofondati, ma è pur vero che il nostro presente è questo, fatto di una squadra improvvisata che però cerca di portare con dignità e rispetto la nostra maglia e i nostri colori, fatto di una società sicuramente di limitate potenzialità (non solo economiche, ma anche organizzative e di competenze) che però cerca di fare del suo meglio, lavorando in silenzio e senza andare mai oltre le righe, fatto di un mister che tra mille difficoltà di tutti i tipi si è però voluto rimettere in gioco, umilmente e con professionalità, fatto di avversari che rappresentano realtà non certo eccelse ma che ci rispettano (anche e soprattutto a livello di tifoserie) e ci affrontano con orgoglio, fatto di campi improponibili e di arbitri di una scarsezza inaudita, fatto di situazioni al limite dell'improponibile (come il caso della sostituzione del guardalinee a Portici..) e di condizioni logistiche umilianti, fatto insomma di tante situazioni cui non eravamo più abituati.... ma che adesso, volenti o nolenti, ci appartengono.
E purtroppo sapevamo che vista la partenza e le premesse di questa stagione non saremmo mai stati nelle condizioni di vincere il campionato. Certo ognuno di noi sperava quantomeno di potercela giocare...ma indubbiamente l'altezza dell'ostacolo da superare si è vista da subito, sin dalla prima partita.. altezza che è stata resa indubbiamente ancora maggiore da scelte cervellotiche e incomprensibili nella costruzione dell'organico..
E adesso siamo davanti a un bivio: mollare tutto e tutti visto che il campionato non potrà dire più nulla di interessante per noi, o continuare comunque a seguire e sostenere quei ragazzi che comunque continuano ad indossare la nostra maglia e a rappresentare la città.
Non nascondo che più di una volta ho avuto la tentazione di abbracciare la prima ipotesi...ma poi non ce la faccio, perché la Reggina è sempre e comunque dentro di me e parte di me, e sebbene in queste condizioni deprimenti, suscita in me comunque sempre l'orgoglio e il senso di appartenenza, e la voglia di lottare e sostenere questi colori a prescindere da categoria, avversari ed obiettivi.
So di essere un inguaribile romantico...ma la fede e la passione non hanno confini...e finché in un modo o nell'altro continuerò a sentire il bisogno di parlare, tifare e sostenere la Reggina, io ci sarò...
Straquoto, il mio pensiero è identico, e poi magari riusciamo a vincere i playoff e riaprono i ripescaggi, la speranza è l'ultima a morire....
« Reggio è un grande giardino, uno dei luoghi più belli che si possano trovare sulla terra. »
(Edward Lear, Diario di un viaggio a piedi, 1847[1])

FORZA REGGINA SEMPRE E COMUNQUE!
Rispondi