manifestazioni in tutta italia

Notizie dal mondo e dalla città: curiosità, fatti, cronaca...

Moderatori: Bud, NinoMed, Lixia, Lilleuro, Mave, ManAGeR78

Avatar utente
Falko
Forumino Scelto
Forumino Scelto
Messaggi: 685
Iscritto il: 11/05/2011, 14:57

Re: manifestazioni in tutta italia

Messaggio da Falko » 24/11/2012, 19:21

Vedi perchè non ne voglio parlare?

Ovviamente si etichetta solo per "assonanza" come se ti dicessi che tu sei comunista e quindi la colpa di 80 milioni di morti per un'idea sbagliata è tua....

mentre io pensavo esclusivamente a ciò che di buono può portare una mia teoria, tu subito (e Regmi ... ma fatti i fatti toi, ieu parrava cu kurohata :mrgreen: ) partistuvu...

così come non sto dicendo che la teoria comunista sia sbagliata, semplicemente la reputo meno applicabile della mia... forse perchè io sono limitato a cercare di lavorare assieme a chi mi sta vicino prima di pensare a come poter lavorare con chi mi sta lontano.
Se il destino mi è avverso, peggio per lui!!!

http://www.youtube.com/watch?v=06hr11IO" onclick="window.open(this.href);return false; ... dded#at=13

"La mia rielezione sarebbe al limite del ridicolo" Giorgio Napolitano 14/4/2013
Avatar utente
Regmi
Non c'è nenti!
Non c'è nenti!
Messaggi: 4234
Iscritto il: 11/05/2011, 16:55

Re: manifestazioni in tutta italia

Messaggio da Regmi » 24/11/2012, 19:46

Falko ha scritto:Vedi perchè non ne voglio parlare?

Ovviamente si etichetta solo per "assonanza" come se ti dicessi che tu sei comunista e quindi la colpa di 80 milioni di morti per un'idea sbagliata è tua....

mentre io pensavo esclusivamente a ciò che di buono può portare una mia teoria, tu subito (e Regmi ... ma fatti i fatti toi, ieu parrava cu kurohata :mrgreen: ) partistuvu...

così come non sto dicendo che la teoria comunista sia sbagliata, semplicemente la reputo meno applicabile della mia... forse perchè io sono limitato a cercare di lavorare assieme a chi mi sta vicino prima di pensare a come poter lavorare con chi mi sta lontano.
Ah!
Capito e ossequioso!
...Però si voi parrari sulu cu Kuro poi puru usari na chat no. :wink

Faccio uno strappo alla tua desiderata solo per dirti che
era solo una battuta mirata a evidenziare che le buone cose non possono essere estrapolate dal contesto che le ha create.
E' un errore madormale.
:salut
La speranza appartiene ai figli.
Noi adulti abbiamo già sperato e quasi sempre perso.
Avatar utente
Falko
Forumino Scelto
Forumino Scelto
Messaggi: 685
Iscritto il: 11/05/2011, 14:57

Re: manifestazioni in tutta italia

Messaggio da Falko » 24/11/2012, 20:04

Regmi ha scritto:
Ah!
Capito e ossequioso!
...Però si voi parrari sulu cu Kuro poi puru usari na chat no. :wink

Faccio uno strappo alla tua desiderata solo per dirti che
era solo una battuta mirata a evidenziare che le buone cose non possono essere estrapolate dal contesto che le ha create.
E' un errore madormale.
:salut
Come avrai potuto notare l'ho detto scherzando, ovviamente non posso pretendere che non risponda nessuno se lo posto in pubblico ed era assolutamente un modo per far capire che non voglio estremizzare ciò che ho detto.
Io sono dell'idea che le cose buone possono essere ripetute, ma purtroppo si ripetono sempre gli errori, è umano e sbagliato.
Se il destino mi è avverso, peggio per lui!!!

http://www.youtube.com/watch?v=06hr11IO" onclick="window.open(this.href);return false; ... dded#at=13

"La mia rielezione sarebbe al limite del ridicolo" Giorgio Napolitano 14/4/2013
Avatar utente
Regmi
Non c'è nenti!
Non c'è nenti!
Messaggi: 4234
Iscritto il: 11/05/2011, 16:55

Re: manifestazioni in tutta italia

Messaggio da Regmi » 24/11/2012, 20:20

Falko ha scritto:
Regmi ha scritto:
Ah!
Capito e ossequioso!
...Però si voi parrari sulu cu Kuro poi puru usari na chat no. :wink

Faccio uno strappo alla tua desiderata solo per dirti che
era solo una battuta mirata a evidenziare che le buone cose non possono essere estrapolate dal contesto che le ha create.
E' un errore madormale.
:salut
Come avrai potuto notare l'ho detto scherzando, ovviamente non posso pretendere che non risponda nessuno se lo posto in pubblico ed era assolutamente un modo per far capire che non voglio estremizzare ciò che ho detto.
Io sono dell'idea che le cose buone possono essere ripetute, ma purtroppo si ripetono sempre gli errori, è umano e sbagliato.
Appunto Falko.
Se a priori si "realizza" che gli eufemistici errori sono inevitabili, perchè anteporre i buoni auspici al terrificante resto?
Non ha senso a mio avviso.
:salut
PS - Virtulamente ci conosciamo da parecchio tempo per non comprendere le tue intenzioni; la schiacciatina d'occhio è ancora lì. :wink
La speranza appartiene ai figli.
Noi adulti abbiamo già sperato e quasi sempre perso.
Avatar utente
citrosodina
Forumino Malato
Forumino Malato
Messaggi: 828
Iscritto il: 11/05/2011, 14:38

Re: manifestazioni in tutta italia

Messaggio da citrosodina » 25/11/2012, 11:00

anche se voi vi credete assolti
siete lo stesso coinvolti.

http://www.youtube.com/watch?feature=pl ... klpVzeFhgo" onclick="window.open(this.href);return false;
Avatar utente
pab397
Forumino Malato
Forumino Malato
Messaggi: 1153
Iscritto il: 26/05/2011, 22:06

Re: manifestazioni in tutta italia

Messaggio da pab397 » 25/11/2012, 13:54

questa è grandiosa

Immagine
Immagine

sono talmente comunista che da bambino mi mangiavo da solo
Avatar utente
kurohata
Forumino Malato
Forumino Malato
Messaggi: 1465
Iscritto il: 11/05/2011, 21:04
Contatta:

Re: manifestazioni in tutta italia

Messaggio da kurohata » 25/11/2012, 19:51

Falko ha scritto:
Vedi perchè non ne voglio parlare?
forse perchè non sai di cosa parli? nazional-socialismo: nazismo. si chiama così, che ci posso fare? scusami se non posso farci niente, davvero.. perdonami se ci riesci.


:yaho:
guarda un filo d'erba al vento e sentiti come lui. Ti passerà anche la rabbia
http://matteovalenti.weebly.com/meshare" onclick="window.open(this.href);return false;
Avatar utente
Danny
Apprendista Forumino
Apprendista Forumino
Messaggi: 119
Iscritto il: 28/06/2011, 0:09

Re: manifestazioni in tutta italia

Messaggio da Danny » 26/11/2012, 8:36

kurohata ha scritto:
Falko ha scritto:
Vedi perchè non ne voglio parlare?
forse perchè non sai di cosa parli? nazional-socialismo: nazismo. si chiama così, che ci posso fare? scusami se non posso farci niente, davvero.. perdonami se ci riesci.


:yaho:
Topic dedicato alle manifestazioni e si parla di Nazionalsocialismo e di storia.

Quanto sei indietro...ma non poco,eh!
Avatar utente
kurohata
Forumino Malato
Forumino Malato
Messaggi: 1465
Iscritto il: 11/05/2011, 21:04
Contatta:

Re: manifestazioni in tutta italia

Messaggio da kurohata » 26/11/2012, 9:10

Danny ha scritto:
kurohata ha scritto:
Falko ha scritto:
Vedi perchè non ne voglio parlare?
forse perchè non sai di cosa parli? nazional-socialismo: nazismo. si chiama così, che ci posso fare? scusami se non posso farci niente, davvero.. perdonami se ci riesci.


:yaho:
Topic dedicato alle manifestazioni e si parla di Nazionalsocialismo e di storia.

Quanto sei indietro...ma non poco,eh!

Danny, è un forum. La prossima volta facciamo un raccoglitore di notizie
guarda un filo d'erba al vento e sentiti come lui. Ti passerà anche la rabbia
http://matteovalenti.weebly.com/meshare" onclick="window.open(this.href);return false;
Avatar utente
Danny
Apprendista Forumino
Apprendista Forumino
Messaggi: 119
Iscritto il: 28/06/2011, 0:09

Re: manifestazioni in tutta italia

Messaggio da Danny » 26/11/2012, 11:29

Sai,un forum è composto da sezioni e dentro da topic. Sarebbe utile rispettare questo piccolo dettaglio.
doddi
Non c'è nenti!
Non c'è nenti!
Messaggi: 4823
Iscritto il: 11/05/2011, 12:55
Località: 38°6′41″N 15°39′43″E

Re: manifestazioni in tutta italia

Messaggio da doddi » 26/11/2012, 15:04

Falko ha scritto:Visto che stai dicendo tutto tu ..... :D

comunque nazional-socialista prego.... la mia personale teoria è che imparando a lavorare bene nel piccolo (quindi prima nei propri confini con i propri concittadini), si possa imparare a lavorare bene nel grande... fai prima crescere bene il tuo popolo per poi riuscire a migliorare gli altri....
Non ho la presunzione di sapere come far andare il mondo in tutte le sue sfaccettature, credo però di poter provare a migliorare il mo paese facendo ciò che posso

Se vuoi fare fin da subito le cose in grande prima o poi ci saranno errori grandi... se parti (bene)dal piccolo, il grande ne sarà la più naturale evoluzione.

Poi si possono fare tute le congetture negative che si vogliono ma credo che qualunque teoria sia stata già grandemente smentita dalla più difficoltosa pratica.

E comunque molto di ciò che ora è un dato di fatto non smentibile parte dal ventennio che, bene o male, ha creato anche infrastrutture e leggi(l'avevo già scritto in altro post), epurandolo da ciò che poteva essere evitato per meri fatti storico-politici, secondo il mio parere è incontrovertibile che non ci siano state solo cose negative (come comunque si tende a far uscire fuori), sopratutto i primi anni

ps. la kefia l'ho indossata nel paese che mi ospitava
Ma che dici mai :mrgreen:
Visto che sono tutte agli atti si può riportare un'elenco esemplificativo, su cui ancora oggi poggia il sistema Italia.
Naturalmente ai più queste informazioni sono ignote, ma è bene leggerle per farsi un'idea di cosa è stato ANCHE quel periodo di cui oggi si ricordano solo le brutture ed i crimini.

1. Assicurazione invalidità e vecchiaia, R.D. 30 dicembre 1923, n. 3184
2. Assicurazione contro la disoccupazione, R.D. 30 dicembre 1926 n. 3158
3. Assistenza ospedaliera ai poveri R.D. 30 dicembre 1923 n. 2841
4. Tutela del lavoratore di donne e fanciulli R.D 26 aprile 1923 n. 653
5. Opera nazionale maternità ed infanzia (O.N.M.I.) R.D. 10 dicembre 1925 n. 2277
6. Assistenza illegittimi e abbandonati o esposti, R.D. 8 maggio 1925, n. 798
7. Assistenza obbligatoria contro la TBC, R.D. 27 ottobre 1927 n. 2055
8. Esenzione tributaria per le famiglie numerose R.D. 14 maggio 1928 n. 1312
9. Assicurazione obbligatoria contro le malattie professionali, R.D. 13 maggio 1928 n. 928
10. Opera nazionale orfani di guerra, R.D.26 luglio 1929 n.1397
11. Istituto Nazionale della Previdenza Sociale (I.N.P.S.), R.D. 4 ottobre 1935 n. 1827
12. Settimana lavorativa di 40 ore, R.D. 29 maggio 1937 n.1768
13. Istituto Nazionale per l’Assicurazione contro gli Infortuni sul Lavoro (I.N.A.I.L.), R.D. 23 marzo 1933, n. 264
14. Istituzione del sindacalismo integrale con l’unione delle rappresentanze sindacali dei datori di lavoro (Confindustria e Confagricoltura); 1923
15. Ente Comunale di Assistenza (E.C.A.), R.D. 3 giugno 1937, n. 817
16. Assegni familiari, R.D. 17 giugno 1937, n. 1048
17. I.N.A.M. (Istituto per l’Assistenza di malattia ai lavoratori), R.D. 11 gennaio 1943, n.138
18. Istituto Autonomo Case Popolari
19. Istituto Nazionale Case Impiegati Statali
20. Riforma della scuole “Gentile” del maggio 1923 (l’ultima era del 1859)
21. Opera Nazionale Dopolavoro (nel 1935 disponeva di 771 cinema, 1227 teatri, 2066 filodrammatiche, 2130 orchestre, 3787 bande, 1032 associazioni professionali e culturali, 6427 biblioteche, 994 scuole corali, 11159 sezioni sportive, 4427 di sport agonistico.). I comunisti la chiamarono casa del popolo
22. Guerra alla Mafia e alla Massoneria (vedi “Prefetto di ferro” Cesare Mori)
23. Carta del lavoro GIUSEPPE BOTTAI del 21 aprile 1927
24. Lotta contro l’analfabetismo: eravamo tra i primi in Europa, ma dal 1923 al 1936 siamo passati dai 3.981.000 a 5.187.000 alunni – studenti medi da 326.604 a 674.546 – universitari da 43.235 a 71.512
25. Fondò il doposcuola per il completamento degli alunni
26. Istituì l’educazione fisica obbligatoria nelle scuole
27. Abolizione della schiavitù in Etiopia
28. Lotta contro la malaria
29. Colonie marine, montane e solari
30. Refezione scolastica
31. Obbligo scolastico fino ai 14 anni
32. Scuole professionali
33. Magistratura del Lavoro
34. Carta della Scuola

Opere architettoniche e infrastrutture


35. Bonifiche paludi Pontine, Emilia, Sardegna, Bassa Padana, Coltano, Maremma Toscana, Sele ed appoderamento del latifondo siciliano. Con la fondazione delle città di Littoria, Sabaudia, Aprilia, Pomezia, Guidonia, Carbonia, Fertilia, Segezia, Alberese, Mussolinia (oggi Alborea), Tirrenia, Tor Viscosa, Arsia e Pozzo Littorio e di 64 borghi rurali, 1933 – 1939
36. Parchi nazionali del Gran Paradiso, dello Stelvio, dell’Abruzzo e del Circeo
37. Centrali Idroelettriche ed elettrificazione delle linee Ferroviarie
38. Roma: Viale della Conciliazione
39. Progetto della Metropolitana di Roma
40. Tutela paesaggistica ed idrologica
41. Impianti di illuminazione elettrica nelle città
42. Prosciugamento del Lago di Nemi (1931) per riportare alla luce navi romane
43. Creazione degli osservatori di Trieste, Genova, Merate, Brera, Campo Imperatore
44. Palazzo della Previdenza Sociale in ogni capoluogo di Provincia
45. Fondazione di 16 nuove Province
46. Creazione dello Stadio dei Marmi (di fronte allo stadio si trova ancora un enorme obelisco con scritto “Mussolini Dux”)
47. Creazione quartiere dell’EUR
48. Ideazione dello stile architettonico “Impero”, ancora visibile nei palazzi pubblici delle città più grandi
49. Creazione del Centro sperimentale di Guidonia (ex Montecelio), dotata del più importante laboratorio di galleria del vento di allora (distrutto nel 1944 dalle truppe tedesche che abbandonavano Roma)
50. Costruzione di numerose dighe
51. Fondò l’istituto delle ricerche, profondo stimatore di Marconi che mise a capo dello stesso istituto grazie alla sua grandiosa invenzione della radio e dei primi esperimenti del radar, non finiti a causa della sua morte
52. Costruzione di molte università tra cui la Città università di ROMA
53. Inaugurazione della Stazione Centrale di Milano nel 1931 e della Stazione di Santa Maria Novella di Firenze
54. Costruzione del palazzo della Farnesina di Roma, sede del Ministero degli Affari Esteri
55. Opere eseguite in Etiopia: 60.000 operai nazionali e 160.000 indigeni srotolarono sul territorio più di 5.000 km di strade asfaltate e 1.400 km di piste camionabili. Avevano trasformato non solo Addis Abeba, ma anche oscuri villaggi in grandi centri abitati (Dessiè, Harar, Gondar, Dire, Daua). Alberghi, scuole, fognature, luce elettrica, ristoranti, collegamenti con altri centri dell’impero, telegrafo, telefono, porti, stazioni radio, aeroporti, financo cinematografi e teatri. Crearono nuovi mercati, numerose scuole per indigeni, e per gli indigeni crearono: tubercolosari, ospizi di ricovero per vecchi e inabili al lavoro, ospedali per la maternità e l’infanzia, lebbrosari. Quello di Selaclacà: oltre 700 posti letto e un grandioso istituto per studi e ricerche contro la lebbra. Crearono imprese di colonizzazione sotto forme di cooperative finanziate dallo stato, mulini, fabbriche di birra, manifatture di tabacchi, cementifici, oleifici, coltivando più di 75.000 ettari di terra.
56. Sviluppo aeronautico, navale, cantieristico

Opere politiche e diplomatiche


57. Patti Lateranensi, 11/02/1929
58. Tribunale del popolo
59. Tribunale speciale
60. Emanò il codice penale (1930), il codice di procedura penale (1933, sostituito nel 1989), il codice di procedura civile (1940), il codice della navigazione (1940), il codice civile (1942) e numerose altre disposizioni vigenti ancora oggi (il Testo Unico delle Leggi di Pubblica Sicurezza, il Codice della Strada, le disposizioni relative a: polizia urbana, rurale, annonaria, edilizia, sanitaria, veterinaria, mortuaria, tributaria, demaniale e metrica)
61. Conferenza di Losanna
62. Conferenza di Locarno
63. Conferenza di Stresa
64. Patto a quattro
65. Patto anti-Comintern

Opere espansionistiche


66. Riconquista della Libia
67. Conquista dell’Etiopia
68. Guerra di Spagna

Opere economiche e finanziarie


69. Istituto di Ricostruzione Industriale (I.R.I.), 1932
70. Istituto Mobiliare Italiano (I.M.I.), 1933
71. Casse Rurali ed Artigiane, R.D. 26 agosto 1937, n. 1706
72. Riforma bancaria: tra il 1936 e il 1938 la Banca d’Italia passò completamente in mano pubblica e il suo Governatore assunse il ruolo di Ispettore sull’esercizio del credito e la difesa del risparmio
73. Socializzazione delle imprese. Legge della R.S.I., 1944
74. Parità aurea della lira
75. Battaglia del grano
76. 1929: crisi finanziaria mondiale. Il mondo del capitalismo è nel caos: il Duce risponde con 37 miliardi di lavori pubblici e in 10 anni vengono costruite 11.000 nuove aule in 277 comuni, 6.000 case popolari che ospitano 215.000 persone, 3131 fabbricati economici popolari, 1.700 alloggi, 94 edifici pubblici, ricostruzione dei paesi terremotati, 6.400 case riparate, acquedotti, ospedali, 10 milioni di abitanti in 2493 comuni hanno avuto l’acqua assicurata, 4.500 km di sistemazione idrauliche e arginature, canale Navicelli; nel 1922 i bacini montani artificiali erano 54, nel 1932 erano arrivati a 184, aumentati 6 milioni e 663 mila k.w. e 17.000 km di linee elettriche; nel 1932 c’erano 2.048 km di ferrovie elettriche per un risparmio di 600.000 tonnellate di carbone; costruiti 6.000 km di strade statali, provinciali e comunali, 436 km di autostrade. Le prime autostrade in Italia furono la Milano-Laghi e la Serravalle-Genova (al casello di Serravalle Scrivia si trova una scultura commemorativa con scritto ancora “Anno di inizio lavori 1930, ultimato lavori 1933”)
77. Salvò dalla bancarotta l’Ansaldo, il Banco di Roma e l’Ilva (1923-24)
78. Attacco al latifondo siciliano
79. Accordi commerciali con tutti gli Stati compreso l’Urss
80. Pareggio di bilancio già dal 1924

Opere sportive e culturali


81. Costruzione dell’Autodromo di Monza, 10/09/1923
82. Fondazione di CINECITTA’
83. Creazione dell’ente italiano audizione radiofoniche (EIAR), anno 1927
84. Primi esperimenti della televisione che risalgono all’anno 1929 per volere del Duce; nel dicembre del ’38 l’ufficio stampa dell’EIAR comunicò che nei primi mesi del ’39 sarebbero iniziati servizi regolari di televisione. Il 4 giugno 1939 alla Mostra del Leonardo ci furono alcune trasmissione sperimentali, sul Radiocorriere apparvero i programmi e persino le pubblicità di alcuni paleolitici apparecchi televisivi. Purtroppo il progetto venne abbandonato a causa dell’entrata in guerra
85. Istituzione della Mostra del Cinema di Venezia, prima manifestazione del genere al mondo, nata nel 1932 per opera del direttore dell’Istituto Luce, De Feo, e dell’ex ministro delle Finanze Giovanni Volpi di Misurata
86. Creazione dell’albo dei giornalisti, anno 1928
87. Fondazione dell’istituto LUCE, anno 1925
88. Nel 1933 appoggiò la prima trasvolata atlantica compiuta da Italo Balbo (tra l’altro, fu in quella occasione che venne inaugurata la “posta aerea”)
89. Accademia d’Italia (Marconi, Pirandello, Mascagni, ecc.)
90. Littoriali della cultura e dell’arte

Opere di utilità varie


91. Registro per armi da fuoco
92. Istituzione della guardia forestale
93. Istituzione dell’archivio statale, anno 1923
94. Fondazione della FAO
95. Fondazione dei consorzi agrari
96. Annessione della Guardia di Finanza nelle forze armate
97. Istituzione di treni popolari per la domenica con il 70% di sconto, anno 1932
98. Istituì il Corpo dei Vigili del Fuoco.
99. Ammodernò il Pubblico Catasto urbano e dei terreni 100. Mappò tutto il territorio nazionale compilando le mappe altimetriche usate ancora oggi, e che non sono mai state aggiornate da allo
Se coloro che vincono le gare hanno certificati antimafia ma sono in strette relazioni con altre imprese sottoposte all'attenzione della mafia,tutte munite di certificazioni delle prefetture,allora è un problema diverso che non compete a me valutare. I.F.
Avatar utente
aquamoon
Forumino Malatissimo
Forumino Malatissimo
Messaggi: 2322
Iscritto il: 11/05/2011, 13:59

Re: manifestazioni in tutta italia

Messaggio da aquamoon » 26/11/2012, 17:58

101:


Italia: il rapporto Morti e dispersi per cause belliche negli anni 1940-45, il conto ufficiale delle perdite fatto da Roma: Istituto Centrale Statistica nel 1957 riferisce il numero esatto di morti.
I morti militari sono stati 291,376, di cui 204,346 prima dell'armistizio (66,686 morti in battaglia o per ferite, 111,579 dispersi certificati morti e 26,081 morti per cause non belliche) e 87,030 dopo l'armistizio (42,916 morti in battaglia o per ferite, 19,840 dispersi certificati morti e 24,274 morti per cause non belliche).
I morti per branco di servizio: esercito: 201,405, marina: 22,043, aviazione: 9,096, forze coloniali: 354, cappellani: 91, milizia fascista: 10,066, forze paramilitari: 3,252, non indicati: 45,078.
Morti per teatro di operazioni: Italia: 74,725 (di cui 37,573 dopo l'armistizio), Francia: 2,060 (1,039 dopo l'armistizio), Germania: 25,430 (24,020 dopo l'armistizio), Grecia, Albania e Jugoslavia: 49,459 (10,090 dopo l'armistizio), Unione Sovietica: 82,079 (3,522 dopo l'armistizio), Africa: 22,431 (1,565 dopo 'armistizio), mare: 28,438 (5,526 dopo l'armistizio), altro: 6,844 (3,695 dopo l'armistizio).
I prigionieri morti sono inclusi nella lista sopra. I morti civili sono stati 153,147 (123,119 dopo l'armistizio) inclusi 61,432 in attacchi aerei (42,613 dopo l'armistizio).
Per ulteriori approfondimento si veda qui. Nella perdite vanno aggiunti 15 000 soldati africani coscritti. Sono incluse le 64 000 vittime delle repressioni e genocidi nazisti (tra cui 30 000 prigionieri).
I morti militari dopo l'armistizio includono 5,927 schierati con gli alleati, 17,166 partigiani e 13 000 della Repubblica Sociale Italiana. 1 000 persone del popolo rom e 8,562 ebrei morirono.

http://it.wikipedia.org/wiki/Conteggio_ ... er_nazione" onclick="window.open(this.href);return false;

:salut
Sventurata la terra che ha bisogno di eroi
Avatar utente
pab397
Forumino Malato
Forumino Malato
Messaggi: 1153
Iscritto il: 26/05/2011, 22:06

Re: manifestazioni in tutta italia

Messaggio da pab397 » 26/11/2012, 18:26

Sarebbe preferibile, forse, stendere un velo pietoso su questa esaltazione delle opere pubbliche e delle attività politiche e sociali del fascismo.
Ma, a quanto riportato da aquamoon, si può aggiungere.

« Il ministro segretario del partito ha ricevuto, il 26 luglio XVI, un gruppo di studiosi fascisti, docenti nelle università italiane, che hanno, sotto l'egida del Ministero della Cultura Popolare, redatto o aderito, alle proposizioni che fissano le basi del razzismo fascista.
LE RAZZE UMANE ESISTONO. La esistenza delle razze umane non è già una astrazione del nostro spirito, ma corrisponde a una realtà fenomenica, materiale, percepibile con i nostri sensi. Questa realtà è rappresentata da masse, quasi sempre imponenti di milioni di uomini simili per caratteri fisici e psicologici che furono ereditati e che continuano a ereditarsi. Dire che esistono le razze umane non vuol dire a priori che esistono razze umane superiori o inferiori, ma soltanto che esistono razze umane differenti.
ESISTONO GRANDI RAZZE E PICCOLE RAZZE. Non bisogna soltanto ammettere che esistano i gruppi sistematici maggiori, che comunemente sono chiamati razze e che sono individualizzati solo da alcuni caratteri, ma bisogna anche ammettere che esistano gruppi sistematici minori (come per es. i nordici, i mediterranei, i dinarici, ecc.) individualizzati da un maggior numero di caratteri comuni. Questi gruppi costituiscono dal punto di vista biologico le vere razze, la esistenza delle quali è una verità evidente.
IL CONCETTO DI RAZZA È CONCETTO PURAMENTE BIOLOGICO. Esso quindi è basato su altre considerazioni che non i concetti di popolo e di nazione, fondati essenzialmente su considerazioni storiche, linguistiche, religiose. Però alla base delle differenze di popolo e di nazione stanno delle differenze di razza. Se gli Italiani sono differenti dai Francesi, dai Tedeschi, dai Turchi, dai Greci, ecc., non è solo perché essi hanno una lingua diversa e una storia diversa, ma perché la costituzione razziale di questi popoli è diversa. Sono state proporzioni diverse di razze differenti, che da tempo molto antico costituiscono i diversi popoli, sia che una razza abbia il dominio assoluto sulle altre, sia che tutte risultino fuse armonicamente, sia, infine, che persistano ancora inassimilate una alle altre le diverse razze.
LA POPOLAZIONE DELL'ITALIA ATTUALE È NELLA MAGGIORANZA DI ORIGINE ARIANA E LA SUA CIVILTÀ ARIANA. Questa popolazione a civiltà ariana abita da diversi millenni la nostra penisola; ben poco è rimasto della civiltà delle genti preariane. L'origine degli Italiani attuali parte essenzialmente da elementi di quelle stesse razze che costituiscono e costituirono il tessuto perennemente vivo dell'Europa.
È UNA LEGGENDA L'APPORTO DI MASSE INGENTI DI UOMINI IN TEMPI STORICI. Dopo l'invasione dei Longobardi non ci sono stati in Italia altri notevoli movimenti di popoli capaci di influenzare la fisionomia razziale della nazione. Da ciò deriva che, mentre per altre nazioni europee la composizione razziale è variata notevolmente in tempi anche moderni, per l'Italia, nelle sue grandi linee, la composizione razziale di oggi è la stessa di quella che era mille anni fa: i quarantaquattro milioni d'Italiani di oggi rimontano quindi nella assoluta maggioranza a famiglie che abitano l'Italia da almeno un millennio.
ESISTE ORMAI UNA PURA "RAZZA ITALIANA". Questo enunciato non è basato sulla confusione del concetto biologico di razza con il concetto storico–linguistico di popolo e di nazione ma sulla purissima parentela di sangue che unisce gli Italiani di oggi alle generazioni che da millenni popolano l'Italia. Questa antica purezza di sangue è il più grande titolo di nobiltà della Nazione italiana.
È TEMPO CHE GLI ITALIANI SI PROCLAMINO FRANCAMENTE RAZZISTI. Tutta l'opera che finora ha fatto il Regime in Italia è in fondo del razzismo. Frequentissimo è stato sempre nei discorsi del Capo il richiamo ai concetti di razza. La questione del razzismo in Italia deve essere trattata da un punto di vista puramente biologico, senza intenzioni filosofiche o religiose. La concezione del razzismo in Italia deve essere essenzialmente italiana e l'indirizzo ariano–nordico. Questo non vuole dire però introdurre in Italia le teorie del razzismo tedesco come sono o affermare che gli Italiani e gli Scandinavi sono la stessa cosa. Ma vuole soltanto additare agli Italiani un modello fisico e soprattutto psicologico di razza umana che per i suoi caratteri puramente europei si stacca completamente da tutte le razze extra–europee, questo vuol dire elevare l'italiano a un ideale di superiore coscienza di sé stesso e di maggiore responsabilità.
È NECESSARIO FARE UNA NETTA DISTINZIONE FRA I MEDITERRANEI D'EUROPA (OCCIDENTALI) DA UNA PARTE E GLI ORIENTALI E GLI AFRICANI DALL'ALTRA. Sono perciò da considerarsi pericolose le teorie che sostengono l'origine africana di alcuni popoli europei e comprendono in una comune razza mediterranea anche le popolazioni semitiche e camitiche stabilendo relazioni e simpatie ideologiche assolutamente inammissibili.
GLI EBREI NON APPARTENGONO ALLA RAZZA ITALIANA. Dei semiti che nel corso dei secoli sono approdati sul sacro suolo della nostra Patria nulla in generale è rimasto. Anche l'occupazione araba della Sicilia nulla ha lasciato all'infuori del ricordo di qualche nome; e del resto il processo di assimilazione fu sempre rapidissimo in Italia. Gli ebrei rappresentano l'unica popolazione che non si è mai assimilata in Italia perché essa è costituita da elementi razziali non europei, diversi in modo assoluto dagli elementi che hanno dato origine agli Italiani.
I CARATTERI FISICI E PSICOLOGICI PURAMENTE EUROPEI DEGLI ITALIANI NON DEVONO ESSERE ALTERATI IN NESSUN MODO. L'unione è ammissibile solo nell'ambito delle razze europee, nel quale caso non si deve parlare di vero e proprio ibridismo, dato che queste razze appartengono a un ceppo comune e differiscono solo per alcuni caratteri, mentre sono uguali per moltissimi altri. Il carattere puramente europeo degli Italiani viene alterato dall'incrocio con qualsiasi razza extra–europea e portatrice di una civiltà diversa dalla millenaria civiltà degli ariani. »

Purtroppo la faccina che vomita non è più disponibile.
Immagine

sono talmente comunista che da bambino mi mangiavo da solo
doddi
Non c'è nenti!
Non c'è nenti!
Messaggi: 4823
Iscritto il: 11/05/2011, 12:55
Località: 38°6′41″N 15°39′43″E

Re: manifestazioni in tutta italia

Messaggio da doddi » 26/11/2012, 18:40

aquamoon ha scritto:101:


Italia: il rapporto Morti e dispersi per cause belliche negli anni 1940-45, il conto ufficiale delle perdite fatto da Roma: Istituto Centrale Statistica nel 1957 riferisce il numero esatto di morti.
I morti militari sono stati 291,376, di cui 204,346 prima dell'armistizio (66,686 morti in battaglia o per ferite, 111,579 dispersi certificati morti e 26,081 morti per cause non belliche) e 87,030 dopo l'armistizio (42,916 morti in battaglia o per ferite, 19,840 dispersi certificati morti e 24,274 morti per cause non belliche).
I morti per branco di servizio: esercito: 201,405, marina: 22,043, aviazione: 9,096, forze coloniali: 354, cappellani: 91, milizia fascista: 10,066, forze paramilitari: 3,252, non indicati: 45,078.
Morti per teatro di operazioni: Italia: 74,725 (di cui 37,573 dopo l'armistizio), Francia: 2,060 (1,039 dopo l'armistizio), Germania: 25,430 (24,020 dopo l'armistizio), Grecia, Albania e Jugoslavia: 49,459 (10,090 dopo l'armistizio), Unione Sovietica: 82,079 (3,522 dopo l'armistizio), Africa: 22,431 (1,565 dopo 'armistizio), mare: 28,438 (5,526 dopo l'armistizio), altro: 6,844 (3,695 dopo l'armistizio).
I prigionieri morti sono inclusi nella lista sopra. I morti civili sono stati 153,147 (123,119 dopo l'armistizio) inclusi 61,432 in attacchi aerei (42,613 dopo l'armistizio).
Per ulteriori approfondimento si veda qui. Nella perdite vanno aggiunti 15 000 soldati africani coscritti. Sono incluse le 64 000 vittime delle repressioni e genocidi nazisti (tra cui 30 000 prigionieri).
I morti militari dopo l'armistizio includono 5,927 schierati con gli alleati, 17,166 partigiani e 13 000 della Repubblica Sociale Italiana. 1 000 persone del popolo rom e 8,562 ebrei morirono.

http://it.wikipedia.org/wiki/Conteggio_ ... er_nazione" onclick="window.open(this.href);return false;

:salut
101.bis

Forse ti sei perso un passo del mio post, te lo ripeto Naturalmente ai più queste informazioni sono ignote, ma è bene leggerle per farsi un'idea di cosa è stato ANCHE quel periodo di cui oggi si ricordano solo le brutture ed i crimini

...se comincio finiamo domani, ma tanto lo sai già.
Ergo per cui la quale il tuo post è pleonastico.

La realtà storica è innegabile, ed ancora oggi l'architrave della nostra società si fonda su quelle riforme. Piaccia o meno.
Se coloro che vincono le gare hanno certificati antimafia ma sono in strette relazioni con altre imprese sottoposte all'attenzione della mafia,tutte munite di certificazioni delle prefetture,allora è un problema diverso che non compete a me valutare. I.F.
suonatore Jones

Re: manifestazioni in tutta italia

Messaggio da suonatore Jones » 26/11/2012, 18:53

la parte che dice "abolizione della schiavitù in etiopia" fa riflettere. liberavano l'etiopia per poi proporre e mettere in atto leggi sulla censura della stampa e sulla repressione fisica delle opposizioni agli italiani in italia con relativa schedatura?

questo c'è nei punti a favore?

poi scusate: i patti lateranensi. l'espansionismo. :oo:

e ancora qualche malandrino pensa sia stato un periodo buio
Avatar utente
aquamoon
Forumino Malatissimo
Forumino Malatissimo
Messaggi: 2322
Iscritto il: 11/05/2011, 13:59

Re: manifestazioni in tutta italia

Messaggio da aquamoon » 26/11/2012, 19:27

doddi ha scritto:
101.bis

Forse ti sei perso un passo del mio post, te lo ripeto Naturalmente ai più queste informazioni sono ignote, ma è bene leggerle per farsi un'idea di cosa è stato ANCHE quel periodo di cui oggi si ricordano solo le brutture ed i crimini

...se comincio finiamo domani, ma tanto lo sai già.
Ergo per cui la quale il tuo post è pleonastico.

La realtà storica è innegabile, ed ancora oggi l'architrave della nostra società si fonda su quelle riforme. Piaccia o meno.
Il 101 è importante perchè, ideologia o no, dà il bilancio finale dell'operazione "ventennio", iniziata alla fine della prima guerra mondiale e terminata con la seconda.
Hai fatto un ottimo resumè delle cose buone, nella partita doppia si chiamano profitti ed un bilancio perchè possa essere definito tale deve compendiarle con le perdite.
Tanto per la precisione.
:salut

Il pleonasmo (dal greco πλεονασμóς: pleonasmós, "esagerazione") è la figura retorica per cui si ha un'aggiunta di parole o elementi grammaticali esplicativi a un'espressione già compiuta dal punto di vista sintattico. A tale accorgimento, il cui effetto è un'evidente ridondanza, si ricorre per ragioni stilistiche, al fine di dare alla frase una maggiore intensità, forza, chiarezza o efficacia.
http://it.wikipedia.org/wiki/Pleonasmo" onclick="window.open(this.href);return false;

Avresti dovuto dirlo a mia nonna che suo figlio morto in un sommergibile altro non era che un pleonasma...

P.S. mentre Mussolini compiva i tuoi 100 prodigi, nel resto d'Europa e del Mondo cosa accadeva?
Tutti fermi al 1922?
:scratch
Sventurata la terra che ha bisogno di eroi
Avatar utente
NinoMed
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 5425
Iscritto il: 03/05/2011, 0:34

Re: manifestazioni in tutta italia

Messaggio da NinoMed » 26/11/2012, 20:14

Apro un 3d tutto vostro per discuterne?

qui, perfavore, ritorniamo a discutere delle manifestazioni grazie.
Have a Nice Day
Rispondi