Reggio, Procura chiede fallimento dell'Atam.

Notizie dal mondo e dalla città: curiosità, fatti, cronaca...

Moderatori: Bud, NinoMed, Lilleuro

Rispondi
Avatar utente
NinoMed
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 5430
Iscritto il: 03/05/2011, 0:34

di Claudio Cordova - I dati raccolti dalla Procura della Repubblica potrebbero spalancare, questa volta in maniera decisiva, le porte del dissesto per il Comune di Reggio Calabria. A "ballare" sarebbero cifre di non poco conto, anche vicine ai 20 milioni di euro. Una somma che ha spinto i sostituti procuratori di Reggio Calabria, Stefano Musolino e Teodoro Catananti, a chiedere il fallimento dell'Atam, azienda del Comune che si occupa del trasporto pubblico locale: il buco di bilancio nell'azienda, infatti, sarebbe piuttosto consistente, diversi milioni di euro. Si tratta di una scelta, quella operata dai due pm di concerto con il procuratore capo, Federico Cafiero de Raho, che potrebbe avere ripercussioni importanti sulle sorti del Comune di Reggio Calabria, che ancora oggi danza sul pericoloso filo del dissesto economico-finanziario.

L'Atam, infatti, non è una società mista, come Leonia e Multiservizi, le altre aziende municipalizzate finite nella bufera giudiziaria, sia per le infiltrazioni della 'ndrangheta, sia per i problemi economici scaturiti dagli anni del "Modello Reggio". L'Atam è una società a intero capitale pubblico: un suo eventuale crack, come prospettato dai pm Musolino e Catananti, significherebbe dare il colpo di grazia alle già disastrate casse di Palazzo San Giorgio.

E a quel punto a poco sarebbero valsi gli sforzi della Triade Commissariale, impegnata, fin dal primo momento, a salvare il salvabile, imbottendo di tasse i cittadini: impedire il dissesto sarebbe sostanzialmente impossibile.

Ma dal quadro che emergerebbe dagli accertamenti svolti dalla Guardia di Finanza, la situazione dell'Atam sarebbe quasi irrecuperabile. Si spiegherebbero anche così, dunque, le difficoltà dell'azienda persino nel pagamento degli stipendi dei dipendenti. In sostanza, per tutti questi anni, i bilanci sarebbero stati di fatto falsificati e anche in maniera piuttosto grossolana, secondo quanto trapela.

Il metodo emerso nel procedimento noto come "Caso Fallara" si sarebbe dunque spostato sui vari settori della vita amministrativa dell'Ente negli anni del "Modello Reggio". La richiesta dei pm Musolino e Catananti è dunque destinata a fare grande rumore. Una richiesta che, legislazione alla mano, la magistratura può operare in due casi: o perché dalle indagini emergono profili di bancarotta fraudolenta e/o falso in bilancio, o come dato necessario, proprio per l'iscrizione nel registro degli indagati per bancarotta fraudolenta. Un reato, quest'ultimo, che prevede, obbligatoriamente, l'esistenza di un fallimento: in tal senso, dunque, è la stessa Procura a richiedere un fallimento che l'azienda e la politica non hanno operato.

Da qui, infine, potrebbe nascere l'indagine per bancarotta fraudolenta. E a finire nel calderone potrebbero essere tanto l'attuale amministratore unico, Antonino Gatto, impegnato nel mettere pezze dove è possibile, ma, soprattutto, i precedenti amministratori: Vincenzo Filardo e Demi Arena, che da amministratore unico dell'Atam diventerà sindaco di Reggio Calabria per pochi mesi, prima dello scioglimento del Comune per contiguità con la 'ndrangheta.

http://www.tiscali.itwww.ildispaccio.it ... piu-vicino" onclick="window.open(this.href);return false;
Have a Nice Day
Avatar utente
pellarorc
Forumino Malatissimo
Forumino Malatissimo
Messaggi: 2223
Iscritto il: 11/05/2011, 14:22

no comment
Avatar utente
Motociclista
Forumino Malatissimo
Forumino Malatissimo
Messaggi: 1795
Iscritto il: 11/05/2011, 19:51

:lol:
mi vien da ridere solo al pensiero dei fan incalliti del DJ presenti qui dentro e che hanno sempre ostentato le gesta miracolose del modello Reggio...
ecco servito l'ennesimo scempio che farebbe rientrare Arena(molti erano pronti ad innalzare un monumento per la sua distanza da certi"giochi")e che adesso lo vedono a capo del totale fallimento dell'ATAM e anche di una delle conseguenze di un eventuale dissesto...
Venghino siore e siori...i giochi sono aperti....vinca il migliore...
Avatar utente
NinoMed
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 5430
Iscritto il: 03/05/2011, 0:34

Motociclista ha scritto::lol:
mi vien da ridere solo al pensiero dei fan incalliti del DJ presenti qui dentro e che hanno sempre ostentato le gesta miracolose del modello Reggio...
ecco servito l'ennesimo scempio che farebbe rientrare Arena(molti erano pronti ad innalzare un monumento per la sua distanza da certi"giochi")e che adesso lo vedono a capo del totale fallimento dell'ATAM e anche di una delle conseguenze di un eventuale dissesto...
Venghino siore e siori...i giochi sono aperti....vinca il migliore...
manca il mio commento iniziale, lo riporto rispondendoti ;)

il modello Reggio crolla, la politica e anche in parte i commissari per opposti motivi cercano giustificazioni, le procure agiscono per legge, e qui piano piano, come detto in passato più volte, stanno uscendo tutte le problematiche che fino ad ieri venivano taciute, nascoste sotto il tappeto e minimizzate dai diretti interessati.

Scopelliti a quanto ho letto sta cercando di salvarsi candidandosi alle europee e abbandonando la nave alla Schettino :D
Have a Nice Day
Avatar utente
REGGIOVUNQUE
Ehi cosa bella!
Ehi cosa bella!
Messaggi: 11265
Iscritto il: 13/05/2011, 0:55

faccio una domanda ambigua e che potrebbe essere non capita e anche MAL VISTA.....

-il MODELLO REGGIO non è mai esistto
-il "MODELLO REGGIO" cede con l avvento e la dipartita di Scopelliti che non è bravo a tenere i panni sporchi in casa come i precedenti predecessori???
-il MODELLO REGGIO,e qui leggetela non come buon pensanti ma come portatori di verità,cede con il cedere e l arresto dei boss indiscussi della città?????
sugnurisbarri
Apprendista Forumino
Apprendista Forumino
Messaggi: 131
Iscritto il: 11/05/2011, 17:39

NinoMed ha scritto:di Claudio Cordova - I dati raccolti dalla Procura della Repubblica potrebbero spalancare, questa volta in maniera decisiva, le porte del dissesto per il Comune di Reggio Calabria. A "ballare" sarebbero cifre di non poco conto, anche vicine ai 20 milioni di euro. Una somma che ha spinto i sostituti procuratori di Reggio Calabria, Stefano Musolino e Teodoro Catananti, a chiedere il fallimento dell'Atam, azienda del Comune che si occupa del trasporto pubblico locale: il buco di bilancio nell'azienda, infatti, sarebbe piuttosto consistente, diversi milioni di euro. Si tratta di una scelta, quella operata dai due pm di concerto con il procuratore capo, Federico Cafiero de Raho, che potrebbe avere ripercussioni importanti sulle sorti del Comune di Reggio Calabria, che ancora oggi danza sul pericoloso filo del dissesto economico-finanziario.

L'Atam, infatti, non è una società mista, come Leonia e Multiservizi, le altre aziende municipalizzate finite nella bufera giudiziaria, sia per le infiltrazioni della 'ndrangheta, sia per i problemi economici scaturiti dagli anni del "Modello Reggio". L'Atam è una società a intero capitale pubblico: un suo eventuale crack, come prospettato dai pm Musolino e Catananti, significherebbe dare il colpo di grazia alle già disastrate casse di Palazzo San Giorgio.

E a quel punto a poco sarebbero valsi gli sforzi della Triade Commissariale, impegnata, fin dal primo momento, a salvare il salvabile, imbottendo di tasse i cittadini: impedire il dissesto sarebbe sostanzialmente impossibile.

Ma dal quadro che emergerebbe dagli accertamenti svolti dalla Guardia di Finanza, la situazione dell'Atam sarebbe quasi irrecuperabile. Si spiegherebbero anche così, dunque, le difficoltà dell'azienda persino nel pagamento degli stipendi dei dipendenti. In sostanza, per tutti questi anni, i bilanci sarebbero stati di fatto falsificati e anche in maniera piuttosto grossolana, secondo quanto trapela.

Il metodo emerso nel procedimento noto come "Caso Fallara" si sarebbe dunque spostato sui vari settori della vita amministrativa dell'Ente negli anni del "Modello Reggio". La richiesta dei pm Musolino e Catananti è dunque destinata a fare grande rumore. Una richiesta che, legislazione alla mano, la magistratura può operare in due casi: o perché dalle indagini emergono profili di bancarotta fraudolenta e/o falso in bilancio, o come dato necessario, proprio per l'iscrizione nel registro degli indagati per bancarotta fraudolenta. Un reato, quest'ultimo, che prevede, obbligatoriamente, l'esistenza di un fallimento: in tal senso, dunque, è la stessa Procura a richiedere un fallimento che l'azienda e la politica non hanno operato.

Da qui, infine, potrebbe nascere l'indagine per bancarotta fraudolenta. E a finire nel calderone potrebbero essere tanto l'attuale amministratore unico, Antonino Gatto, impegnato nel mettere pezze dove è possibile, ma, soprattutto, i precedenti amministratori: Vincenzo Filardo e Demi Arena, che da amministratore unico dell'Atam diventerà sindaco di Reggio Calabria per pochi mesi, prima dello scioglimento del Comune per contiguità con la 'ndrangheta.

http://www.tiscali.itwww.ildispaccio.it ... piu-vicino" onclick="window.open(this.href);return false;

'A squagghiata d' a nivi si vidunu i purtusa...

Hodettotutto saluti Sbarroti
"U ciriveddu esti nu cocciu i paniculu e caccarunu 'nciu ittau e jaddini"
Avatar utente
Motociclista
Forumino Malatissimo
Forumino Malatissimo
Messaggi: 1795
Iscritto il: 11/05/2011, 19:51

concordo su tutto....
ma perché non inserite un tasto"Mi piace"su ogni commento moderatori?
Così si evitano decine di quote a chi è d'accordo con alcuni post..
Avatar utente
kimba
Forumino Malato
Forumino Malato
Messaggi: 1027
Iscritto il: 11/05/2011, 13:56

conoscete qualche ristorantino tipico zona duomo?
Grazie
pincopallino
Forumino Scelto
Forumino Scelto
Messaggi: 763
Iscritto il: 23/05/2011, 9:30

http://www.strill.it/index.php?option=c ... &Itemid=86" onclick="window.open(this.href);return false;

Reggio, Atam e il fallimento chiesto dalla Procura, l’Au Gatto: ''Con il concorso di Regione, Comune e Provincia dimostreremo che l’Azienda può risorgere''
Avatar utente
Motociclista
Forumino Malatissimo
Forumino Malatissimo
Messaggi: 1795
Iscritto il: 11/05/2011, 19:51

Ecco come l'ATAM è pronta per risorgere...
Dopo il modello del condannato e truffaldino Scopelliti identica sorte tocca adesso per suo compare Arena:

http://www.ilquotidianoweb.it/news/cron ... -Atam.html


Bancarotta fraudolenta e omissioni all'Atam di Reggio
Indagato l'assessore regionale Demetrio Arena

La Procura contesta ad Arena, allora amministratore della società per il trasporto pubblico, poste in bilancio assolutamente false oltre al mancato versamento degli oneri contributivi per i dipendenti
di GIUSEPPE BALDESSARRO




Bancarotta fraudolenta e omissioni all'Atam di Reggio Indagato l'assessore regionale Demetrio Arena
Demetrio Arena


REGGIO CALABRIA - Bancarotta fraudolenta e omesso versamento degli oneri contributivi dei dipendenti. Sono questi i reati per i quali l'assessore regionale alle Attività produttive, Demetrio Arena, è indagato dalla Procura della Repubblica di Reggio Calabria nella sua qualità di ex amministratore dell'Atam, l'azienda di trasporto municipale reggina. Assieme a lui anche Vincenzo Filardo (ma solo per la bancarotta) che lo sostituì all'indomani dell'elezione di Arena a sindaco di Reggio Calabria.
Il fascicolo porta la firma di Stefano Musolino e Teodoro Catananti, i due pm che con il Procuratore Federico Cafiero de Raho nelle scorse settimane avevano chiesto il fallimento dell'Atam, sulla base di un'informativa della Guardia di Finanza che avrebbe appurato oltre ad un'imponente mole di debiti, anche una serie di falsi nel bilancio dell'azienda che formalmente è una società per azioni privata, ma che di fatto è interamente nella mani del Comune di Reggio Calabria che detiene l'intero pacchetto azionario.

Dal quadro che emergerebbe in diversi anni sarebbero state iscritte delle poste in Bilancio assolutamente false. In questo senso tra le voci in entrata troverebbe posto, ad esempio, un valore del parco macchine (gli autobus) assolutamente sproporzionato rispetto al reale stato dei mezzi alcuni dei quali di “età” superiore ai 15 anni.
Un'altra circostanza contestata sarebbe quella relativa ai reali crediti dell'azienda nei confronti della Regione Calabria, anche in questo caso di molto superiori a quanto realmente dovuto per il servizio di trasporto pubblico locale svolto sul territorio reggino.
UnVeroTifoso
Forumino Malatissimo
Forumino Malatissimo
Messaggi: 1761
Iscritto il: 11/05/2011, 13:54

REGGIOVUNQUE ha scritto: -il "MODELLO REGGIO" cede con l avvento e la dipartita di Scopelliti che non è bravo a tenere i panni sporchi in casa come i precedenti predecessori???
No, semplicemente come i successivi predecessori... :wink
"Nani su iddi e vvonnu a tutti nani;
Nci vannu terra terra, peri e mmani;
E pa malignità brutta e superba,
Ccà non crisci chi erba, erba, erba"
(Nicola Giunta)
reggina D-I
Forumino Malatissimo
Forumino Malatissimo
Messaggi: 1566
Iscritto il: 11/05/2011, 14:58

REGGIOVUNQUE ha scritto:faccio una domanda ambigua e che potrebbe essere non capita e anche MAL VISTA.....

-il MODELLO REGGIO non è mai esistto
-il "MODELLO REGGIO" cede con l avvento e la dipartita di Scopelliti che non è bravo a tenere i panni sporchi in casa come i precedenti predecessori???
-il MODELLO REGGIO,e qui leggetela non come buon pensanti ma come portatori di verità,cede con il cedere e l arresto dei boss indiscussi della città?????

ehm... i suoi precedenti predecessori si chiamavano Italo Falcomatà e in precedenza Michele Musolino e direi che a meno di avere conoscenza di fatti reali sarebbe il caso di non mischiarli con il suo successivo successore perchè questi due (e io non sono di certo mai stato un socialista come l'Avvocato) sono state due perle rare nel panorama della politica reggina
Uno solo ho visto in vita mia che MAI, non quasi mai ma proprio MAI, capisce ciò che legge! Il vero guaio per lui, spettacolo per gli altri, è che poi scrive e a tutti si mostra nella tragica evidenza!!! :PPP
ethan
Forumino Malatissimo
Forumino Malatissimo
Messaggi: 1604
Iscritto il: 11/05/2011, 13:44

Senza la dichiarazione di fallimento è impossibile indagare per bancarotta fraudolenta, neanche nella Repubblica delle Banane. Non mi risulta alcun fallimento dell'Atam ad OGGI.
Rispondi