Pagina 1 di 3

LA NAVE CON ARMI CHIMICHE SIRIANE A GIOIA

Inviato: 16/01/2014, 13:04
da mubald
Quasi ufficiale secondo corriere.it.....C'era da aspettarselo :sad:

Re: LA NAVE CON ARMI CHIMICHE SIRIANE A GIOIA

Inviato: 16/01/2014, 14:08
da mubald
Se cosi' e' un autentico schifo.Leggo su yahoo.it:

Reggio Calabria, 15 gen. (Adnkronos) - "A me non hanno comunicato nulla di ufficiale ma comunque sarebbe grave. È la scelta più scellerata che potessero fare contro una popolazione che già sta subendo tanto e che non meritava quest'ultimo smacco". Il sindaco di Gioia Tauro, Renato Bellofiore, non ha ricevuto comunicazioni sul passaggio della nave con le armi chimiche siriane che saranno distrutte nel Mediterraneo ed è contrariato dalla mancata informazione sul caso.

"Questo - dice all'Adnkronos - è il Comune più martoriato della Calabria, ci sono già altri agenti ad alto impatto e pericolosità ambientale tra cui inceneritori, raddoppi, discariche, rigassificatori. Usare il porto di Gioia Tauro come pattumiera di tutto quello che non vuole l'Italia è una cosa gravissima. Sarebbe stato corretto avvisare le istituzioni locali e si chiedesse anche a loro un'opinione".

Bellofiore critica la "decisione imposta dall'alto" e fa notare "non conosciamo i rischi, eppure il sindaco è responsabile per l'igiene e la salute pubblica. Non sappiamo in caso di emergenza cosa bisognerebbe fare per quel tipo di attività prevista, quali precauzioni prendere. Dovremmo essere preparati perché malauguratamente dovesse accadere qualcosa non sapremmo come intervenire. Non abbiamo ospedali idonei in questa zona che possano fare fronte ad eventuali problematiche". Renato Bellofiore chiede di essere convocato a Roma "e che mettano al corrente il sindaco, che è la prima persona alla quale i cittadini chiedono conto".

Re: LA NAVE CON ARMI CHIMICHE SIRIANE A GIOIA

Inviato: 16/01/2014, 15:02
da NinoMed
non vedo dove sia il problema ....

per me tutto questo allarmismo è solo per fare la solita "politica"

Re: LA NAVE CON ARMI CHIMICHE SIRIANE A GIOIA

Inviato: 16/01/2014, 15:12
da mubald
NinoMed ha scritto:non vedo dove sia il problema ....

per me tutto questo allarmismo è solo per fare la solita "politica"
Come mai cosi' tranquillo?Se io abitassi a Gioia sarei un po' inc....

Re: LA NAVE CON ARMI CHIMICHE SIRIANE A GIOIA

Inviato: 16/01/2014, 15:25
da NinoMed
mubald ha scritto:
NinoMed ha scritto:non vedo dove sia il problema ....

per me tutto questo allarmismo è solo per fare la solita "politica"
Come mai cosi' tranquillo?Se io abitassi a Gioia sarei un po' inc....
solo perchè arrivano al porto di Gioia per essere caricate su un'altra nave?

sembra quasi che li stanno scaricando e interrando sulla spiaggia ...

Re: LA NAVE CON ARMI CHIMICHE SIRIANE A GIOIA

Inviato: 16/01/2014, 16:09
da DNAamaranto
parlavano di 1.500 conteiner di roba chimica. 1.500 conteiner , ( maria del carmine ).

forse qualcuno non ha idea di cosa sta passando per gioia tauro e san ferdinando.

Re: LA NAVE CON ARMI CHIMICHE SIRIANE A GIOIA

Inviato: 16/01/2014, 16:52
da Lilleuro
mubald ha scritto:Come mai cosi' tranquillo?Se io abitassi a Gioia sarei un po' inc....
Ma guarda che non è che vengono a scaricarti le armi chimiche dentro casa, si tratta di un trasbordo da nave a nave, senza stoccaggio a terra

Re: LA NAVE CON ARMI CHIMICHE SIRIANE A GIOIA

Inviato: 16/01/2014, 17:35
da kimba
simu o non simu o portu ca posizioni strategica del mediterraneo?

Re: LA NAVE CON ARMI CHIMICHE SIRIANE A GIOIA

Inviato: 16/01/2014, 19:12
da OronzoPugliese
Lilleuro ha scritto:
mubald ha scritto:Come mai cosi' tranquillo?Se io abitassi a Gioia sarei un po' inc....
Ma guarda che non è che vengono a scaricarti le armi chimiche dentro casa, si tratta di un trasbordo da nave a nave, senza stoccaggio a terra
Non è assolutamente detto che sia così, anzi si dice che il trasbordo non averrebbe immediatamente, per cui i container potrebbero rimanere parcheggiati nell'area portuale per diversi giorni.

Le verità sono due: la prima è che nessuno, allo stato attuale, è in grado di garantire che l'operazione sia priva di rischi, e che un qualsiasi incidente di manovra potrebbe avere conseguenze letali per lavoratori portuali ed abitanti della piana, e catastrofice per l'intero territorio reggino; la seconda è che, al di là di tutto, per l'ennesima volta siamo considerati come la cloaca d'Italia, come dei sudditi ai quali viene imposta la volontà dall'alto senza possibilità alcuna di replica (è allucinante cone nemmeno i sindaci interessati siano stati non dico consultati, ma almeno informati).

Il porto di Gioia viene scientificamente danneggiato, ignorato e boicottato, ma guardacado stavolta viene preferito per le condizioni di fondale e sicurezza di cui è naturalmente dotato: maandateveneaffanculovà.

P.S. Ah, complimenti anche al Governatore per aver fatto valere le ragioni del suo territorio...

Re: LA NAVE CON ARMI CHIMICHE SIRIANE A GIOIA

Inviato: 16/01/2014, 19:25
da Lilleuro
OronzoPugliese ha scritto:Non è assolutamente detto che sia così, anzi si dice che il trasbordo non averrebbe immediatamente, per cui i container potrebbero rimanere parcheggiati nell'area portuale per diversi giorni.
Si dice? Chi dice? Io ho letto questo:

http://www.corriere.it/esteri/14_gennai ... e387.shtml" onclick="window.open(this.href);return false;

Siria, la nave con le armi chimiche arriverà al porto di Gioia Tauro

Le armi chimiche di Assad passeranno da Gioia Tauro. Il ministro Lupi ha comunicato il nome del porto italiano che ospiterà le operazioni di trasbordo dell’arsenale siriano dal cargo danese o norvegese all’americana Cape Ray. La scelta cade dunque sulla Calabria. Lo scalo sarebbe stato scelto perché considerato più sicuro e di più facile gestione in caso di proteste e manifestazioni. L’annuncio è stato dato in Parlamento, durante l’audizione alle Commissioni Esteri e Difesa del ministro degli Esteri Emma Bonino, delle Infrastrutture Maurizio Lupi e del direttore generale dell’Opac, Ahmet Uzumcu, venuto a spiegare le fasi dello smaltimento.

CONTAINER - «L’italia si inserisce in questa grande operazione internazionale che è il primo passo per arrivare ad un Medio Oriente privo di armi chimiche», ha spiegato Bonino. Il nostro paese infatti, oltre al porto, ha offerto un contributo finanziari per l’operazione di smaltimento all’interno degli accordi internazionali. Poi, in una nota ufficiale, Palazzo Chigi ha spiegato: «Aderendo alle disposizioni contenute nella Risoluzione 2118 del Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite del 27 settembre 2013, il governo italiano, che ne ha informato il Parlamento, ha deciso di contribuire all’azione della comunità internazionale diretta alla distruzione di armi chimiche siriane impiegate nei mesi scorsi ai danni di popolazioni civili nel drammatico conflitto che ha luogo nel Paese ». Alle dichiarazione politiche si sono affiancate le spiegazioni tecniche. Secondo quanto comunicato, il trasbordo dei 60 container dalla nave danese partita dalla Siria a quella Usa sarà realizzato con appositi rotabili e senza lo stoccaggio dei container a terra. Le operazioni avverranno in assoluta sicurezza», ha assicurato Lupi. Poi, sono state spiegate anche le motivazioni: il porto di Gioia Tauro è stato scelto perché è un’eccellenza, specializzato in questo tipo di attività, è la versione ufficiale.

MANIFESTAZIONI E PROTESTE - La decisione ovviamente non ha mancato di suscitare polemiche. Nessuno infatti vuole nel suo porto armi chimiche, sebbene sia stato assicurato che le operazioni di trasbordo avverranno nel pieno rispetto delle procedure di sicurezza. I container dovranno essere trasferiti su una nave americana, proprio durante lo scalo italiano per poi essere portati altrove. Inoltre preoccupano le tensioni e le manifestazioni che potrebbero crearsi in seguito all’arrivo della nave. «A me non hanno comunicato nulla di ufficiale ma comunque sarebbe grave. Mettono a repentaglio la mia vita. Se succede qualcosa la popolazione mi viene a prendere con un forcone», ha spiegato il sindaco di Gioia Tauro, Renato Bellofiore. Che ha anche polemizzato direttamente con il ministro degli Esteri e con il Pd. «Adesso, come minimo, il ministro Bonino dovrebbe venire qui a parlare con le istituzioni e poi essere presente alle operazioni. Una scelta del genere crea discredito nelle istituzioni. E tra l’altro, qui - ha aggiunto - c’è un sindaco del Pd che non viene informato da un governo di centrosinistra». Ma non solo. Il primo cittadino di San Ferdinando, il comune sotto il quale ricade la maggioranza delle banchine sta pensando di chiudere lo scalo:«Stiamo valutando di emettere un’ordinanza per chiudere il porto», ha spiegato all’Ansa.

LE ALTRE OPZIONI - Nei giorni scorsi sono state citate - ma mai in modo ufficiale - come possibili scali: Brindisi, Augusta e due località sarde, Cagliari e l’isola di Santo Stefano, ex base americana nell’arcipelago della Maddalena. Le amministrazioni locali - il capoluogo sardo in primis - hanno quindi alzato la voce con il governo per impedire che la Sardegna diventi «la pattumiera d’Italia».

DA NAVE A NAVE - Il trasbordo di agenti chimici avverrà «da nave a nave» senza toccare il suolo italiano: cioè senza sbarcare nemmeno in banchina e senza che il carico debba essere stoccato in depositi a terra. L’operazione, ha spiegato ancora il ministro degli Esteri, non dovrebbe durare più di «48 ore». Dopo che le armi saranno trasferite dalle navi (di cui una danese e l’altra norvegese), partite dalla Siria all’inizio dell’anno, la Cape Ray, la nave Usa che - una volta in acque internazionali - distruggerà mediante idrolisi gli agenti chimici più pericolosi arrivati dalla Siria. Il direttore dell’organizzazione premio Nobel per la pace potrà così fornire ai parlamentari italiani ulteriori dettagli sull’intera operazione. L’eliminazione è prevista per la fine di gennaio o ai primi di febbraio. Il Pentagono ha infatti reso noto che la Cape Ray è ancora in Virginia e che partirà tra la fine di questa settimana o l’inizio della prossima. E che poi ci vorranno due settimane prima che raggiunga il Mediterraneo. L’accordo sulla distruzione delle armi chimiche imposto ad Assad è parte imprescindibile della Conferenza di Parigi. Gas sarin è stato usato più volte dall’esercito contro i civili siriani durante i bombardamenti. Le immagini, terribili, di uomini, donne e bambini morti a causa delle esalazioni hanno fatto il giro del mondo. Gli analisti fanno notare come in realtà in questi ultimi giorni la situazione in Siria sia precipitata a causa della presenza di gruppi qaedisti spesso in lotta con i ribelli. In due settimane gli scontri tra ribelli siriani e jihadisti hanno causato la morte di almeno 1.069 persone, in gran parte estremisti.

corriere.it


Ovviamente concordo sul fatto che è assurdo che i sindaci interessati non siano stati informati

Re: LA NAVE CON ARMI CHIMICHE SIRIANE A GIOIA

Inviato: 16/01/2014, 19:33
da DNAamaranto
quando c'è di mezzo questo materiale chimico, non è mai niente sicuro al 100%, basta anche una semplice perdita...puo' succedere di tutto.


comunque i due sindaci starebbero valutando l'ipotesi di chiudere il porto.

Il sindaco di San Ferdinando: "Valutiamo di chiudere il porto"
"Stiamo valutando di emettere un'ordinanza per chiudere il porto". Questo l'annuncio di Domenico Madaffari, sindaco di San Ferdinando, il comune in cui ricade il 75% del porto, tutte le banchine. "Vedrò - ha aggiunto - con i colleghi di Gioia e Rosarno cosa si può fare con molta calma. Voci danno arrivo nave domani"
Il sindaco di Gioia Tauro Renato Bellofiore, in merito al trasbordo delle armi chimiche della Siria, ha commentato:"Mettono a repentaglio la mia vita. Se succede qualcosa la popolazione mi viene a prendere con un forcone; è gravissimo - aggiunge -. Forse il
ministro Bonino non sa cos'è la democrazia".


http://www.rainews.it/dl/rainews/artico ... 4f150.html" onclick="window.open(this.href);return false;

Re: LA NAVE CON ARMI CHIMICHE SIRIANE A GIOIA

Inviato: 16/01/2014, 20:21
da Mave
sarà a costo 0? verrà pagato qualcosa al comune o alla provincia o alla regione, non so come funziona...onestamente non vedo perché debba essere per forza una scelta dettata dal pensiero "se deve succedere qualcosa meglio che succeda da quei poveretti di gioia e dintorni"

si è deciso che doveva essere fatto in un porto italiano, considerato da dove arrivano le 2 navi è anche il più vicino oltre che magari per grandezza e fondale è il più adatto

Re: LA NAVE CON ARMI CHIMICHE SIRIANE A GIOIA

Inviato: 17/01/2014, 9:42
da sugnurisbarri
Ieri sera il ministro delle infrastrutture Lupi affermava che il porto di Gioia Tauro è stato scelto per il trasbordo delle armi chimiche siriane perchè è una "eccellenza italiana".Mi ha fatto venire la stessa "botta di rabbia" provocata dalle dichiarazioni di Ciucci, patron di ANAS, che sbandierava con ipocrita orgoglio il "rispetto della tempistica nell'ammodernamento della Salerno - Reggio Calabria".La MIA TERRA violentata, deturpata, svilita, presa in giro.La diaspora senza fine della sua gente, della MIA GENTE, braccia utili dappertutto tranne che nella terra che dovrebbero coccolare e da cui trarre frutti dolcissimi, capacità ed ingegni utili dappertutto, fuorchè dove sono nate. Edit NinoMEd

Saluti Sbarroti

Re: LA NAVE CON ARMI CHIMICHE SIRIANE A GIOIA

Inviato: 17/01/2014, 10:05
da NinoMed
sugnurisbarri ha scritto:Ieri sera il ministro delle infrastrutture Lupi affermava che il porto di Gioia Tauro è stato scelto per il trasbordo delle armi chimiche siriane perchè è una "eccellenza italiana".Mi ha fatto venire la stessa "botta di rabbia" provocata dalle dichiarazioni di Ciucci, patron di ANAS, che sbandierava con ipocrita orgoglio il "rispetto della tempistica nell'ammodernamento della Salerno - Reggio Calabria".La MIA TERRA violentata, deturpata, svilita, presa in giro.La diaspora senza fine della sua gente, della MIA GENTE, braccia utili dappertutto tranne che nella terra che dovrebbero coccolare e da cui trarre frutti dolcissimi, capacità ed ingegni utili dappertutto, fuorchè dove sono nate. Edit NinoMEd

Saluti Sbarroti

ma perchè piangersi addosso ad ogni cosa?

di cosa ci si preoccupa? i sindaci si preoccupano delle loro poltrone, come ha fatto ieri Scopelliti, rimproverando Letta e Bonino di non averlo avvisato.... classica dichiarazione in politichese :D perchè non ha "rimproverato" anche gli amici suoi Alfano e Lupi?? o pensa che loro non ne sapevano niente....

ci si lamenta come se stanno venendo a scaricare i gas sulla piana, è un'operazione umanitaria internazionale, si deve fare e hanno scelto le maestranze di Gioia, per le competenze che hanno.
non credo che i norvegesi e i danesi che le stanno trasportando o gli americani che li smaltiranno stiano facendo tutte queste lamentele "egoistiche".

Re: LA NAVE CON ARMI CHIMICHE SIRIANE A GIOIA

Inviato: 17/01/2014, 13:04
da Falko
com'è che nessuno si preoccupa delle 3000 tonnellate di robe chimiche che il porto stocca ogni anno? ah, vero, chiddu no sapi nuddu e non faci campagna elettorale....

Re: LA NAVE CON ARMI CHIMICHE SIRIANE A GIOIA

Inviato: 17/01/2014, 14:50
da REGGIOVUNQUE
Io ogni tanto un po ci resto male x certi discorsi che leggo e vedo in tv.....

Gioia Tauro si ribella per le navi chimiche che stanno arrivando,il sindaco si incazza perchè non è stato avvisato(dal suo stesso partito che è al governo),e tutti quanti si incazzano,e quasi sicuramente scenderanno anche in piazza......Ma quando la mafia vi comanda fino a casa,quando la POLITICA vi distrugge piano piano e senza accorgervene,tutti zitti...pirchi vi rissiru chi rrrivunu i navi,allora guerriglia!!!!

Senza sapere che NON PUBBLICIZZATI COME QUESTI,sempre in quel porto arrivano Bombe chimiche,che aspettano solo di essere innescate a confronto di quello che arriverà dalla Siria......

Re: LA NAVE CON ARMI CHIMICHE SIRIANE A GIOIA

Inviato: 17/01/2014, 15:23
da NinoMed
Falko e Reggio, condivido :D stava mu scrivu ieu....

e infatti voglio vedere ora tutti questi politici cosa diranno davanti alle affermazioni del Ministro Lupi....
a partire da Scopelliti per finire all'ultimo dei consiglieri comunali....

il ministro Lupi dice "Le sostanze contenute nelle ex armi della Siria posso essere smaltite a Gioia Tauro e abbiamo individuato questo porto perchè è un'eccellenza italiana che solo nel 2013 ha trattato 29.800 tonnellate di prodotti chimici pericolosi come questo. Le sostanze siriane sono al massimo 500/600 tonnellate. Cosa facciamo, chiudiamo il porto anche tutto il resto dell'anno? La sicurezza sarà garantita anche perchè i rischi sono quelli di ogni giorno per un porto attrezzato a questo tipo di attività. Sono rimasto davvero stupito dalle reazioni. Chiameremo e coinvolgeremo i sindaci del territorio interessato".


continua rispondendo a Scopelliti.... "Infine stoccate al Governatore Giuseppe Scopelliti e ai sindaci del luogo: "Mi stupisce che ci siano amministratori locali che vogliono chiudere quei porti in cui già vengono trattati materiali chimici: allora dovrebbero chiuderli tutto l'anno il governo informerà, consulterà, elaborerà l'operazione in coordinamento con le amministrazioni locali. Ma lo Stato chiede responsabilità a tutti, innanzitutto ai suoi rappresentanti locali: non si può spaventare la popolazione, nessuno deve giocare a terrorizzare nessuno su un'operazione delicata eppure simile a quelle che ogni giorno vengono condotte nei porti della penisola".

mi accomodo in attesa di leggere le risposte :mangio1: :D

Re: LA NAVE CON ARMI CHIMICHE SIRIANE A GIOIA

Inviato: 17/01/2014, 15:29
da Mave
ma infatti la rivolta e la guerra civile la stanno creando loro co sto allarmismo...però c'è da fare il solito discorso, se scopelliti non parla c'è chi dice "ah perché non ha parlato?" se parla c'è chi dice "ha dovuto parlare per forza per buttare 4 minchiate", ci sarà polemica sempre!

Re: LA NAVE CON ARMI CHIMICHE SIRIANE A GIOIA

Inviato: 17/01/2014, 15:43
da REGGIOVUNQUE
Mave ha scritto:ma infatti la rivolta e la guerra civile la stanno creando loro co sto allarmismo...però c'è da fare il solito discorso, se scopelliti non parla c'è chi dice "ah perché non ha parlato?" se parla c'è chi dice "ha dovuto parlare per forza per buttare 4 minchiate", ci sarà polemica sempre!


mave,
questo è un discorso a parte.....Scopelliti ha perso credibilità,quindi qualsiasi cosa dicesse o facesse è sbagliata.........


c è un detto......

"a megghiu parola è chidda chi non si rici"..........un detto che i politici non sanno cosa voglia significare.

Re: LA NAVE CON ARMI CHIMICHE SIRIANE A GIOIA

Inviato: 17/01/2014, 15:51
da Lilleuro
Mave ha scritto:ma infatti la rivolta e la guerra civile la stanno creando loro co sto allarmismo...però c'è da fare il solito discorso, se scopelliti non parla c'è chi dice "ah perché non ha parlato?" se parla c'è chi dice "ha dovuto parlare per forza per buttare 4 minchiate", ci sarà polemica sempre!
Un modo per evitare la polemica c'è: parlare con cognizione di causa

Parlare tanto per dire "ci sono anch'io" non serve a niente...a casalinga gioiesi chi munda a faggiola davanti al televisore può permettersi di urlare appena sente "armi chimiche a Gioia Tauro", un governatore prima di aprire bocca dovrebbe informarsi a 360° sul problema