crisi di governo

Notizie dal mondo e dalla città: curiosità, fatti, cronaca...

Moderatori: Bud, NinoMed, Lixia, Lilleuro, Mave, ManAGeR78

Avatar utente
NinoMed
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 5435
Iscritto il: 03/05/2011, 0:34

Re: crisi di governo

Messaggio da NinoMed » 03/10/2013, 10:27

DNAamaranto ha scritto:.... la realtà dei fatti , vedo che ognuno la interpreta a modo proprio , e questo è legittimo , l'importante però è non farsi offuscare troppo la mente.

comunque ,qui siete tutti pronti a dire che il cavaliere sia stato messo all'angolo , ma questa volta sarà veramente così ? ricapitoliamo , dopo il pronunciamento della Cassazione, lo scorso agosto, in molti avevano dato per «finito» il cavaliere ,che però è riuscito nuovamente a paralizzare il paese ...facendo precipitare il governo in un vortice di stallo..... che è stato osservato con preoccupazione dall’Europa e dal resto del mondo...per non parlare del novembre 2011,quando salì al colle per rassegnare nelle mani di Napolitano le proprie dimissioni da premier, ancora ricordiamo i fanatici di sinistra in festa per le strade , convinti di aver messo la parola fine su quasi 20 anni di era del cavaliere, peccato che non fu così , il cavaliere non solo è riuscito a far dimmettere il governo monti ,ma alle successive elezioni è riuscito a conquistare una grossa fetta della torta, diventando così il fautore delle «larghe intese» del governo di Letta, che ha continuato a minacciare in tutti questi mesi....

ora la domanda è , ma questa volta è finita per davvero ? o stanno facendo i conti , senza il cavaliere stesso ? l'arcobaleno è di passaggio, e spesso dura 10 minuti. :salut
risposta.
si è finita davvero secondo me.
è stato destituito dal suo partito, i senatori a suo favore erano una 30ina gli altri gli hanno voltato le spalle e hanno vinto la battaglia.
domani porbabilmente il Senatore Berlusconi sarà dichiarato decaduto
tra qualche giorno il tribunale di Milano gli darà 3 anni di interdizione dai pubblici uffici oltre che un anno di arresti domiciliari o di servizi sociali visto che carcere non ne farà.

se in questa situazione e con i fieri scudieri Bondi, Brunetta, Scilipoti, Gelmin, Santanchè, Ghedini e simili riuscirà a far risorgere FI sarà merito suo, ma i fatti dicono altro attualmente.
Have a Nice Day
Avatar utente
NinoMed
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 5435
Iscritto il: 03/05/2011, 0:34

Re: crisi di governo

Messaggio da NinoMed » 03/10/2013, 10:31

DNAamaranto ha scritto:
goodfellow ha scritto:
DNAamaranto ha scritto: ecco questa è la loro strada , gli italiani , quelli che sono veramente di destra , (è sono tanti ) , sapranno cosa fare, quando si andrà a votare.
Di sicuro gli italiani, quelli VERAMENTE di destra, non voteranno nulla di minimanente riconducibile a Berlusconi e compagnia cantante.
Come mai hanno fatto!
Lascia i vari pidiellini e nuovi forza italini in mano a me o a chi è VERAMENTE di destra e vedi che fine fanno!
infatti in tutti questi 20 anni .. quelli che hanno votato il cavaliere erano tutti di sinistra , niente di riconducibile alla destra italiana. giusto.

che fine farebbero in mano a te? avrebbero lo 0,1% dei voti in meno , per ora la tua tesi è smentita dalla realtà , visto che non hai letto sopra lo ripeto per la terza volta , FI , in questo momento è il secondo partito in Italia , è le larghe intese prima o poi dovranno finire.
secondo me hai un concetto strano di chi siaa VERAMENTE di Destra, o no nsai cosa significa essere VERAMENTE di destra.
il 26% di cui chiacchieri, te l'ho specificato in un altro messaggi oche probabilemnte non ha iletto, non è composto da gente VERAMENTE di destra, ma secondo me di destra moderata, oltre all'accozzaglia di altri movimenti dai democrisitani e ciellini per passare dai socialisti e radicali per arrivare ai repubblicani e liberali... o per te questi movimenti non portano voti al PDL?
Have a Nice Day
reggino
Non c'è nenti!
Non c'è nenti!
Messaggi: 4513
Iscritto il: 12/05/2011, 19:30
Località: l'isola che non c'è

Re: crisi di governo

Messaggio da reggino » 03/10/2013, 11:45

Pure l'anno scorso di questo perido si dava per finito Berlusconi,e poi abbiamo visto cosa è accaduto.Fin quando continuerà ad avere lo stesso potere mediatico,economico,politico,che ha avuto in questi venti anni,non ce lo leveremo mai.I sondaggi lo danno attorno al 25%.Sicuramente non vincerà le prossime elezioni,ma sicuramente se si andrà al voto,si creerà la stessa situazione di instabilità politica che si è concretizzata nell'ultimo periodo.E non è poco.Vuol dire che il suo partito all'interno delle istituzioni,avrà un ruolo decisivo.C'è una fetta importante dell'elettorato italiano che stravede per Berlusconi,morirebbe per lui,dal 1994 ad oggi il partito di berlusconi ha ottenuto lo stesso numero di elettori,e difficilmente li perderà.
https://www.youtube.com/watch?v=-JQINuybHL4" onclick="window.open(this.href);return false;
reggino
Non c'è nenti!
Non c'è nenti!
Messaggi: 4513
Iscritto il: 12/05/2011, 19:30
Località: l'isola che non c'è

Re: crisi di governo

Messaggio da reggino » 03/10/2013, 11:50

NinoMed ha scritto:[quote


Fini è uscito dal PDL, Alfano è ancora il segretario di partito, e ben appoggiato, non mi vorrai dire che gli italiani seguono la linea della Santanchè, di Verdini , Bondi, Scilipodi e Ghedini e simili?


gli italiani, quelli veramente di destra secondo me si vergognerebbero di andare a votare per Forza Italia.
MA Alfano che voti ha??persino nella sua sicilia alle passate elezioni regionali ha dovuto appoggiare il candidato della destra di storace,perchè è stato incapace di proporre un suo candidato.Non ha neanche i voti dei suoi parenti.Idem I formigoni e i cicchitto.Secondo me quella vista recentemente è stata una pagliacciata,per nascondere agli italiani l'aumento dell'iva.Ma ammesso pure che la lite fosse vera,e che nella remota ipotesi alfano si dovesse fare un partito,io penso che neanche l'1% prendono,prendono meno di quanto ha preso fratelli d'italia.
https://www.youtube.com/watch?v=-JQINuybHL4" onclick="window.open(this.href);return false;
DNAamaranto
Forumino Malatissimo
Forumino Malatissimo
Messaggi: 2222
Iscritto il: 13/12/2011, 10:18

Re: crisi di governo

Messaggio da DNAamaranto » 03/10/2013, 11:50

Reggino , è quello che cerco di fare capire anchi'io . a differenza che il cavaliere sia presente o meno in parlmaneto , un eventuale nascita di FI con annesse elezioni , vorrebbe dire soltanto votare il cavaliere. se i sondaggi ora sono al 26% è le cose con questo governo andranno per la peggio, perchè questo succederà , possiamo quasi essere sicuri che piu' di un anno , un anno e mezzo non reggono, i consensi che troverà fi saranno sempre maggiori.
reggino
Non c'è nenti!
Non c'è nenti!
Messaggi: 4513
Iscritto il: 12/05/2011, 19:30
Località: l'isola che non c'è

Re: crisi di governo

Messaggio da reggino » 03/10/2013, 11:55

DNAamaranto ha scritto:Reggino , è quello che cerco di fare capire anchi'io . a differenza che il cavaliere sia presente o meno in parlmaneto , un eventuale nascita di FI con annesse elezioni , vorrebbe dire soltanto votare il cavaliere. se i sondaggi ora sono al 26% è le cose con questo governo andranno per la peggio, perchè questo succederà , possiamo quasi essere sicuri che piu' di un anno , un anno e mezzo non reggono, i consensi che troverà fi saranno sempre maggiori.
Sempre maggiori no.Io penso che saranno attorno al 20%.Lo stesso numero di consenso elettorale che ha avuto dal 94 ad oggi.Anche lo scorso anno di questi tempi,anche sul forum,si diceva che Berlusconi fosse finito(io ero tra i pochi a dire il contrario),mentre i politici che sono finiti sono stati altri,ossia: Monti,Casini,Fini e Bersani.
Io a malincuore devo ammettere che Berlusconi,purtroppo fino a quando camperà avrà un ruolo decisivo nelle istituzioni.
https://www.youtube.com/watch?v=-JQINuybHL4" onclick="window.open(this.href);return false;
DNAamaranto
Forumino Malatissimo
Forumino Malatissimo
Messaggi: 2222
Iscritto il: 13/12/2011, 10:18

Re: crisi di governo

Messaggio da DNAamaranto » 03/10/2013, 12:02

NinoMed ha scritto:
secondo me hai un concetto strano di chi siaa VERAMENTE di Destra, o no nsai cosa significa essere VERAMENTE di destra.
il 26% di cui chiacchieri, te l'ho specificato in un altro messaggi oche probabilemnte non ha iletto, non è composto da gente VERAMENTE di destra, ma secondo me di destra moderata, oltre all'accozzaglia di altri movimenti dai democrisitani e ciellini per passare dai socialisti e radicali per arrivare ai repubblicani e liberali... o per te questi movimenti non portano voti al PDL?

bhè che i socialisti votino per il pdl lo trovo assai improbabile. comunque se dobbiamo parlare di quelli che votano fn o partiti estremisti direi che è una minoranza rispetto a quelli del pdl o fi , però si alla fine credo tu abbia ragione. ma in quel 26 % , troviamo ugualmente anche una percentuale che non è per forza moderata , anzi alcuni votano appunto pdl , perchè trovano che votare piccoli partiti estremisti non porti da nessuna parte, poi vabbè il concetto di destra moderata e destra estrema è differente , ma in generale ormai quella ideologia "dura" , è roba passata.
Ultima modifica di DNAamaranto il 03/10/2013, 12:04, modificato 2 volte in totale.
reggino
Non c'è nenti!
Non c'è nenti!
Messaggi: 4513
Iscritto il: 12/05/2011, 19:30
Località: l'isola che non c'è

Re: crisi di governo

Messaggio da reggino » 03/10/2013, 12:03

Il 26% che vota Berlusconi,è un 26% di Berlusconiani,stop.
https://www.youtube.com/watch?v=-JQINuybHL4" onclick="window.open(this.href);return false;
Avatar utente
onlyamaranto
Non c'è nenti!
Non c'è nenti!
Messaggi: 3371
Iscritto il: 12/05/2011, 8:43

Re: crisi di governo

Messaggio da onlyamaranto » 03/10/2013, 14:08

Una farsa tragicomica cui hanno preso parte tutti, Berlusconi e Letta in primis, e poi tutti i parlamentari che manco lontanamente avrebbero (come in effetti non hanno) rinunciato al lauto stipendio mensile garantito dalla continuazione del governo Letta.
E poi le bugie grottesche di Letta che ha avuto il coraggio di dire, proprio mentre aumentava l'Iva, che il carico fiscale a carico degli italiani è diminuito!!
E poi ancora il mancato coraggio (di Letta) che ha fatto solo un timido e veloce cenno alla necessità di salvaguardare lo Stato di diritto, con esplicito riferimento al caso - decadenza di Berlusconi; qualche parola più chiara e soprattutto più netta da parte sua avrebbe di sicuro impedito a Berlusconi di annunciare il voto favorevole del PdL!
Basta farsi tornare in mente il sorrisetto di complicità che Alfano e Letta si sono scambiati al momento dell'annuncio del voto favorevole di Berlusconi per capire ancora di più che siamo di fronte ad un'ammucchiata vergognosa di gente che pensa solo a scaldare e ad occupare il potere; le riforme vere? possono aspettare, per ora è meglio continuare a disquisire di cazzate, di Giovanardi e di Formigoni, di Lupi e della Di Girolamo.
Un vomito totale.

"...e qualcosa rimane
tra le pagine chiare e le pagine scure... "
pincopallino
Forumino Scelto
Forumino Scelto
Messaggi: 763
Iscritto il: 23/05/2011, 9:30

Re: crisi di governo

Messaggio da pincopallino » 03/10/2013, 14:49

onlyamaranto ha scritto: le bugie grottesche di Letta che ha avuto il coraggio di dire, proprio mentre aumentava l'Iva, che il carico fiscale a carico degli italiani è diminuito!!
Beh, meglio avere un presidente del consiglio coraggioso piuttosto che uno codardo :lol:
onlyamaranto ha scritto: Basta farsi tornare in mente il sorrisetto di complicità che Alfano e Letta si sono scambiati al momento dell'annuncio del voto favorevole di Berlusconi .............. un vomito totale
e che volevi che si mettessero a piangere?
In me il ricordo del suddetto sorrisetto suscita divertimento ed anche in questo momento che mi ritorna in mente non riesco a non sorridere :lol:
Avatar utente
Regmi
Non c'è nenti!
Non c'è nenti!
Messaggi: 4236
Iscritto il: 11/05/2011, 16:55

Re: crisi di governo

Messaggio da Regmi » 03/10/2013, 14:55

onlyamaranto ha scritto:
E poi ancora il mancato coraggio (di Letta) che ha fatto solo un timido e veloce cenno alla necessità di salvaguardare lo Stato di diritto, con esplicito riferimento al caso - decadenza di Berlusconi; qualche parola più chiara e soprattutto più netta da parte sua avrebbe di sicuro impedito a Berlusconi di annunciare il voto favorevole del PdL!
Il suo restare fermo - e con fermezza - su uno dei cardini di ogni sistema democratico (il diritto) che non sia quello delle "banane", non mi è sembrato un timido accenno.
D'altronde il principio, così come quello della separazione dei poteri dello Stato come sancito dalla nostra Costituzione, è talmente chiaro che il dedicargli ancora più tempo sarebbe stato superfluo a mio avviso.

Dal min 6 al 8 ca. ....Se per caso non lo avessi ascoltato :wink
http://video.repubblica.it/dossier/la-c ... 614/140150" onclick="window.open(this.href);return false;

In questo caso diamo a Cesare quel che è di Cesare.
:salut
La speranza appartiene ai figli.
Noi adulti abbiamo già sperato e quasi sempre perso.
DNAamaranto
Forumino Malatissimo
Forumino Malatissimo
Messaggi: 2222
Iscritto il: 13/12/2011, 10:18

Re: crisi di governo

Messaggio da DNAamaranto » 03/10/2013, 16:07

possono tranquillamente decidere di togliere fino all'ultima goccia di sangue agli italiani , ma comunque il debito pubblico non lo salderemo.
l'unica soluzione è dichiarare fallimento e ricominciare da capo.

basta soltanto pensare che l'italia ,negli ultimi 5 anni ha un saldo passivo verso l'UE di 57 miliardi , in pratica versiamo piu' di quello che prendiamo...perchè allora dire fondi UE a rischio ? caso mai sono i fondi italiani verso l'UE a rischio .

nessuna azienda durerebbe tre mesi con questi idioti al comando , con questi conti disastrati ... questi pazzi , hanno pure il coraggio di tagliare le risorse alle imprese italiane , con una burocrazia infernale e aumentando le tasse fino alla vergogna. chi dice che questo paese è definitivamente spacciato , afferma una grande verità.
Avatar utente
onlyamaranto
Non c'è nenti!
Non c'è nenti!
Messaggi: 3371
Iscritto il: 12/05/2011, 8:43

Re: crisi di governo

Messaggio da onlyamaranto » 03/10/2013, 16:34

Regmi ha scritto:
onlyamaranto ha scritto:
E poi ancora il mancato coraggio (di Letta) che ha fatto solo un timido e veloce cenno alla necessità di salvaguardare lo Stato di diritto, con esplicito riferimento al caso - decadenza di Berlusconi; qualche parola più chiara e soprattutto più netta da parte sua avrebbe di sicuro impedito a Berlusconi di annunciare il voto favorevole del PdL!
Il suo restare fermo - e con fermezza - su uno dei cardini di ogni sistema democratico (il diritto) che non sia quello delle "banane", non mi è sembrato un timido accenno.
D'altronde il principio, così come quello della separazione dei poteri dello Stato come sancito dalla nostra Costituzione, è talmente chiaro che il dedicargli ancora più tempo sarebbe stato superfluo a mio avviso.

Dal min 6 al 8 ca. ....Se per caso non lo avessi ascoltato :wink
http://video.repubblica.it/dossier/la-c ... 614/140150" onclick="window.open(this.href);return false;

In questo caso diamo a Cesare quel che è di Cesare.
:salut
Che devo dirti Regmi, a me quel discorso e quell'accenno è invece sembrato troppo blando, poco netto e chiaro.
E comunque, questa esperienza di governo che continua a fondarsi sull'ammucchiata di progetti e di idee, di metodi e di pratica politica, continua a non piacermi per niente; credo che il PdL con o senza Berlusconi non possa assolutamente essere favorevole a un indirizzo legislativo comune a quello del PD.
Penso che sia quasi una perdita di tempo, un volere a tutti i costi tenere insieme due realtà e due visioni del mondo che sono e devono restare antitetiche, e non mi si dica che lo si deve fare per il bene del Paese perchè non ci credo, e perchè i fatti hanno dimostrato che non è così.
Letta e Alfano (e rispettivi partiti) insieme possono andare a pranzo e a cena, possono andare a fare gite, ma non possono governare, penso sia così, anzi a ben pensarci speriamo che sia così.
:salut

"...e qualcosa rimane
tra le pagine chiare e le pagine scure... "
Avatar utente
onlyamaranto
Non c'è nenti!
Non c'è nenti!
Messaggi: 3371
Iscritto il: 12/05/2011, 8:43

Re: crisi di governo

Messaggio da onlyamaranto » 03/10/2013, 16:36

pincopallino ha scritto:
onlyamaranto ha scritto: le bugie grottesche di Letta che ha avuto il coraggio di dire, proprio mentre aumentava l'Iva, che il carico fiscale a carico degli italiani è diminuito!!
Beh, meglio avere un presidente del consiglio coraggioso piuttosto che uno codardo :lol:
onlyamaranto ha scritto: Basta farsi tornare in mente il sorrisetto di complicità che Alfano e Letta si sono scambiati al momento dell'annuncio del voto favorevole di Berlusconi .............. un vomito totale
e che volevi che si mettessero a piangere?
In me il ricordo del suddetto sorrisetto suscita divertimento ed anche in questo momento che mi ritorna in mente non riesco a non sorridere :lol:

Ok per i sorrisi, ma il tuo pensiero sull'argomento qual è boh

"...e qualcosa rimane
tra le pagine chiare e le pagine scure... "
Avatar utente
pellarorc
Forumino Malatissimo
Forumino Malatissimo
Messaggi: 2224
Iscritto il: 11/05/2011, 14:22

Re: crisi di governo

Messaggio da pellarorc » 03/10/2013, 18:07

DNAamaranto ha scritto:possono tranquillamente decidere di togliere fino all'ultima goccia di sangue agli italiani , ma comunque il debito pubblico non lo salderemo.
l'unica soluzione è dichiarare fallimento e ricominciare da capo.

basta soltanto pensare che l'italia ,negli ultimi 5 anni ha un saldo passivo verso l'UE di 57 miliardi , in pratica versiamo piu' di quello che prendiamo...perchè allora dire fondi UE a rischio ? caso mai sono i fondi italiani verso l'UE a rischio .

nessuna azienda durerebbe tre mesi con questi idioti al comando , con questi conti disastrati ... questi pazzi , hanno pure il coraggio di tagliare le risorse alle imprese italiane , con una burocrazia infernale e aumentando le tasse fino alla vergogna. chi dice che questo paese è definitivamente spacciato , afferma una grande verità.
Far fallire un paese e ripartire lo può fare un paese con pochi abitanti e poche tasse. Un paese complesso come quello italiano è ben altra cosa. Il Fllimento dell'italia manderebbe tutta l'europa a quel paese. Ma hai idea delle reazioni a catena nell'economia? Non siamo mica la grecia noi con 4 milioni di abitanti e un economia pari a quella delle sicilia!! L'italia rimane una delle principale economie del mondo.
I fallimenti per ristrutturare vanno bene per Portogallo, Irlanda, Islanda. Non per un paese da 60 milioni di abitanti!
Cosa fai dopo aver dichiarato fallimento? riparti con la stessa burocrazia? e i debito non li devi pagare ugualmente?
Avatar utente
Regmi
Non c'è nenti!
Non c'è nenti!
Messaggi: 4236
Iscritto il: 11/05/2011, 16:55

Re: crisi di governo

Messaggio da Regmi » 03/10/2013, 20:26

onlyamaranto ha scritto:
Regmi ha scritto:
onlyamaranto ha scritto:
E poi ancora il mancato coraggio (di Letta) che ha fatto solo un timido e veloce cenno alla necessità di salvaguardare lo Stato di diritto, con esplicito riferimento al caso - decadenza di Berlusconi; qualche parola più chiara e soprattutto più netta da parte sua avrebbe di sicuro impedito a Berlusconi di annunciare il voto favorevole del PdL!
Il suo restare fermo - e con fermezza - su uno dei cardini di ogni sistema democratico (il diritto) che non sia quello delle "banane", non mi è sembrato un timido accenno.
D'altronde il principio, così come quello della separazione dei poteri dello Stato come sancito dalla nostra Costituzione, è talmente chiaro che il dedicargli ancora più tempo sarebbe stato superfluo a mio avviso.

Dal min 6 al 8 ca. ....Se per caso non lo avessi ascoltato :wink
http://video.repubblica.it/dossier/la-c ... 614/140150" onclick="window.open(this.href);return false;

In questo caso diamo a Cesare quel che è di Cesare.
:salut
Che devo dirti Regmi, a me quel discorso e quell'accenno è invece sembrato troppo blando, poco netto e chiaro.
E comunque, questa esperienza di governo che continua a fondarsi sull'ammucchiata di progetti e di idee, di metodi e di pratica politica, continua a non piacermi per niente; credo che il PdL con o senza Berlusconi non possa assolutamente essere favorevole a un indirizzo legislativo comune a quello del PD.
Penso che sia quasi una perdita di tempo, un volere a tutti i costi tenere insieme due realtà e due visioni del mondo che sono e devono restare antitetiche, e non mi si dica che lo si deve fare per il bene del Paese perchè non ci credo, e perchè i fatti hanno dimostrato che non è così.
Letta e Alfano (e rispettivi partiti) insieme possono andare a pranzo e a cena, possono andare a fare gite, ma non possono governare, penso sia così, anzi a ben pensarci speriamo che sia così.
:salut
Non vedo motivazioni che mi facciano pensare diversamente. Fatto salvo il contingente momento è’ così.

Non era in un talk-show né in curva e nemmeno nti na putia. Quello che c’era da dire l’ha affermato chiaramente in Parlamento, davanti a tutto il Pdl con accanto il suo (del delinquente per intenderci) segretario ancorché scodinzolante.
Sai benissimo, come tanti di noi, come e PERCHE’ questo governo che non abbiamo votato è nato.
Non per difenderlo Only, ma, di fatto, dopo che il nuovo pataccaro & friend hanno preferito congelare otto milioni e mezzo di voti lasciandogli il posto che era loro destinato e considerando che il porcellum non garantisce una maggioranza nei due rami del Parlamento, altre soluzioni percorribili non ce ne stavano e al momento non ce ne stanno.
Me ne son fatto una ragione pur mantenendo la mia delusione.
Per intanto registriamo, e per la prima volta, che la sua scelta di andare alla conta si è rivelata perdente senza la presenza dei vari Casini, Fini; ossia con un partito completamente padronale che sulla carta sembrava essere granitico come non mai.

Come interpretare questa nuova storica situazione
- creatasi anche grazie alla fermezza di Letta che, come un valido giocatore di poker, ha svelato il suo gigantesco bluff utilizzando lo strumento dell’immediata fiducia –
che lo vede sonoramente battuto costringendolo a fare buon viso a cattivo gioco con i suoi dipendenti?
Quello che io penso è che la sua leadership è stata ormai fortemente, e definitivamente, incrinata e che la lotta per la sua successione (sulla riuscita di quella dinastica non ci scommetterei nemmeno un cent) all’interno del cdx è ripresa.
Ergo, e al di là dei suoi problemi giudiziari, l’inizio della sua parabola discendente che, stavolta, non sarà seguita da nessuna resurrezione ma solo da qualche disperato colpo di coda alla muoia sansone con tutti i filistei.

Il futuro?
Lo vedremo pur sapendo che il tempo dei sogni si affievolisce sempre di più.
Credo che molto dipenda da una nuova legge elettorale.
Nel frattempo si vive alla giornata ...e lo lo stomaco accusa il peso degli anni.
:salut
La speranza appartiene ai figli.
Noi adulti abbiamo già sperato e quasi sempre perso.
DNAamaranto
Forumino Malatissimo
Forumino Malatissimo
Messaggi: 2222
Iscritto il: 13/12/2011, 10:18

Re: crisi di governo

Messaggio da DNAamaranto » 03/10/2013, 20:41

pellarorc ha scritto:
DNAamaranto ha scritto:possono tranquillamente decidere di togliere fino all'ultima goccia di sangue agli italiani , ma comunque il debito pubblico non lo salderemo.
l'unica soluzione è dichiarare fallimento e ricominciare da capo.

basta soltanto pensare che l'italia ,negli ultimi 5 anni ha un saldo passivo verso l'UE di 57 miliardi , in pratica versiamo piu' di quello che prendiamo...perchè allora dire fondi UE a rischio ? caso mai sono i fondi italiani verso l'UE a rischio .

nessuna azienda durerebbe tre mesi con questi idioti al comando , con questi conti disastrati ... questi pazzi , hanno pure il coraggio di tagliare le risorse alle imprese italiane , con una burocrazia infernale e aumentando le tasse fino alla vergogna. chi dice che questo paese è definitivamente spacciato , afferma una grande verità.
Far fallire un paese e ripartire lo può fare un paese con pochi abitanti e poche tasse. Un paese complesso come quello italiano è ben altra cosa. Il Fllimento dell'italia manderebbe tutta l'europa a quel paese. Ma hai idea delle reazioni a catena nell'economia? Non siamo mica la grecia noi con 4 milioni di abitanti e un economia pari a quella delle sicilia!! L'italia rimane una delle principale economie del mondo.
I fallimenti per ristrutturare vanno bene per Portogallo, Irlanda, Islanda. Non per un paese da 60 milioni di abitanti!
Cosa fai dopo aver dichiarato fallimento? riparti con la stessa burocrazia? e i debito non li devi pagare ugualmente?

se non dico una caxxata, l'italia ha il quarto debito pubblico mondiale ,pari alla bellezza di 2 mila miliardi di euro, ora se tu mi dici quale manovra finanziaria del miglior ministro dell'economia è in grado di scongiurare il peggio ... ti ascolto.

guardando bene , mi sembra che i presupposti per arrivare al default ci siano tutti , te ne elenco qualcuno :

crescita praticamente pari allo zero
situazione politica pessima
deficit crescente
la grande finanza ha ormai sfiduciato le banche italiane
immagine poco credibile del nostro paese all'estero
fuga delle migliori aziende all'estero
ecc.ecc.


anche obama si è preso il lusso , di dire che la situazione è critica.
Avatar utente
Regmi
Non c'è nenti!
Non c'è nenti!
Messaggi: 4236
Iscritto il: 11/05/2011, 16:55

Re: crisi di governo

Messaggio da Regmi » 03/10/2013, 21:03

DNAamaranto ha scritto:
pellarorc ha scritto:
DNAamaranto ha scritto:possono tranquillamente decidere di togliere fino all'ultima goccia di sangue agli italiani , ma comunque il debito pubblico non lo salderemo.
l'unica soluzione è dichiarare fallimento e ricominciare da capo.

basta soltanto pensare che l'italia ,negli ultimi 5 anni ha un saldo passivo verso l'UE di 57 miliardi , in pratica versiamo piu' di quello che prendiamo...perchè allora dire fondi UE a rischio ? caso mai sono i fondi italiani verso l'UE a rischio .

nessuna azienda durerebbe tre mesi con questi idioti al comando , con questi conti disastrati ... questi pazzi , hanno pure il coraggio di tagliare le risorse alle imprese italiane , con una burocrazia infernale e aumentando le tasse fino alla vergogna. chi dice che questo paese è definitivamente spacciato , afferma una grande verità.
Far fallire un paese e ripartire lo può fare un paese con pochi abitanti e poche tasse. Un paese complesso come quello italiano è ben altra cosa. Il Fllimento dell'italia manderebbe tutta l'europa a quel paese. Ma hai idea delle reazioni a catena nell'economia? Non siamo mica la grecia noi con 4 milioni di abitanti e un economia pari a quella delle sicilia!! L'italia rimane una delle principale economie del mondo.
I fallimenti per ristrutturare vanno bene per Portogallo, Irlanda, Islanda. Non per un paese da 60 milioni di abitanti!
Cosa fai dopo aver dichiarato fallimento? riparti con la stessa burocrazia? e i debito non li devi pagare ugualmente?

se non dico una caxxata, l'italia ha il quarto debito pubblico mondiale ,pari alla bellezza di 2 mila miliardi di euro, ora se tu mi dici quale manovra finanziaria del miglior ministro dell'economia è in grado di scongiurare il peggio ... ti ascolto.

guardando bene , mi sembra che i presupposti per arrivare al default ci siano tutti , te ne elenco qualcuno :

crescita praticamente pari allo zero
situazione politica pessima
deficit crescente
la grande finanza ha ormai sfiduciato le banche italiane
immagine poco credibile del nostro paese all'estero
fuga delle migliori aziende all'estero
ecc.ecc.


anche obama si è preso il lusso , di dire che la situazione è critica.
Per intanto, e sempre se lo vuoi, in tal senso incomincia a postare gli splendidi risultati dei governi del miglior pdc che l'Italia abbia mai avuto.

Credo che dovrebbe procurarti meno sofferenze che l'ascoltare la mitica Annarella.
http://www.youtube.com/watch?feature=pl ... 58UkIk9pwM" onclick="window.open(this.href);return false;
La speranza appartiene ai figli.
Noi adulti abbiamo già sperato e quasi sempre perso.
DNAamaranto
Forumino Malatissimo
Forumino Malatissimo
Messaggi: 2222
Iscritto il: 13/12/2011, 10:18

Re: crisi di governo

Messaggio da DNAamaranto » 03/10/2013, 21:22

Regmi ha scritto:
Per intanto, e sempre se lo vuoi, in tal senso incomincia a postare gli splendidi risultati dei governi del miglior pdc che l'Italia abbia mai avuto.

Credo che dovrebbe procurarti meno sofferenze che l'ascoltare la mitica Annarella.
http://www.youtube.com/watch?feature=pl ... 58UkIk9pwM" onclick="window.open(this.href);return false;

per miglior pdc quale intendi ? il primo PRC , nato nel 1992 come banco di prova per i comunisti , quello che indicò che solamente il 5,6% dell'elettorato continuava a votare comunista, nonostante il PCI, nelle elezioni del 1987, alla camera, avesse ottenuto il 26,6%. ?

o quello del PDS, trasformato poi in DS e poi PD, che ci indica comunque, che l'elettorato del PCI è andato via via assottigliandosi ( se riesci a capire che nel 2006 l'Ulivo prendeva i voti che 15 anni prima il PCI prendeva da solo) ....è evidente che ancora nel 1996 ,continuavano a sentirsi comunisti, o comunque a votare comunista, solo una piccola parte dell'elettorato e cioè, circa l'8%.


per non parlare della scissione del prc nel 98 che registrò un altro calo di consensi , a livello nazionale ,del 2%.
Ultima modifica di DNAamaranto il 03/10/2013, 21:51, modificato 3 volte in totale.
Avatar utente
pab397
Forumino Malato
Forumino Malato
Messaggi: 1153
Iscritto il: 26/05/2011, 22:06

Re: crisi di governo

Messaggio da pab397 » 03/10/2013, 21:41

DNAamaranto ha scritto:
Regmi ha scritto:
Per intanto, e sempre se lo vuoi, in tal senso incomincia a postare gli splendidi risultati dei governi del miglior pdc che l'Italia abbia mai avuto.

Credo che dovrebbe procurarti meno sofferenze che l'ascoltare la mitica Annarella.
http://www.youtube.com/watch?feature=pl ... 58UkIk9pwM" onclick="window.open(this.href);return false;

per miglior pdc quale intendi ? il primo PRC , nato nel 1992 come banco di prova per i comunisti , quello che indicò che solamente il 5,6% dell'elettorato continuava a votare comunista, nonostante il PCI, nelle elezioni del 1987, alla camera, avesse ottenuto il 26,6%. ?

o quello del PDS, trasformato poi in DS e poi PD, che ci indica comunque, che l'elettorato del PCI è andato via via assottigliandosi ( se riesci a capire che nel 2006 l'Ulivo prendeva i voti che 15 anni prima il PCI prendeva da solo) ....è evidente che ancora nel 1996 ,continuavano a sentirsi comunisti, o comunque a votare comunista, solo una piccola parte dell'elettorato e cioè, circa l'8%.


per non parlare della scissione del prc nel 98 che registrò un altro calo di consensi , a livello nazionale ,del 2%.

.... comunque per gentilezza rispondo alla dedica di annarella. http://www.youtube.com/watch?v=EG0zutp_BII" onclick="window.open(this.href);return false;
:rotflmao:
hai capito al volo.
Immagine

sono talmente comunista che da bambino mi mangiavo da solo
Rispondi