Aggressione a tre giovani militanti del MSI-FT

Notizie dal mondo e dalla città: curiosità, fatti, cronaca...

Moderatori: Bud, NinoMed, Lilleuro

doddi
Non c'è nenti!
Non c'è nenti!
Messaggi: 4823
Iscritto il: 11/05/2011, 12:55
Località: 38°6′41″N 15°39′43″E

http://www.ildispaccio.it/reggio-calabr ... -militanti" onclick="window.open(this.href);return false;


Villa San Giovanni (RC): la Fiamma Tricolore denuncia aggressione a tre giovani militanti

Una vera e propria accusa pubblica, corredata, a quanto si apprende, anche da una denuncia alle forze dell'ordine. La Fiamma Tricolore di Reggio Calabria affida a un comunicato stampa la cronaca di quanto sarebbe accaduto presso la stazione ferroviaria di Villa San Giovanni, allorquando tre militanti dell'MSI-Fiamma Tricolore sarebbero stati aggrediti – secondo quanto riportato nella nota stampa – da un gruppo di militanti dell'estrema sinistra.
Uno scontro che, stando alle fonti della Fiamma Tricolore, non avrebbe avuto nessuna grave conseguenza per i tre giovani, tranne qualche contusione e qualche escoriazione. Il partito, però, non manca di sottolineare la gravità dell'accaduto: "La violenza subita dai nostri militanti – scrivono dalla Fiamma - non è solo un atto gratuito e vigliacco, ma è soprattutto la naturale conseguenza del clima di odio e di intolleranza che negli ultimi tempi viene sempre più alimentato ed istigato da certi noti predicatori di sinistra. Solo poche settimane fa denunciammo il rischio di una possibile spirale di tensioni qualora non si fosse messo responsabilmente fine al proliferare di deliranti comunicati stampa e di gruppi su facebook nella quale esplicitamente si dichiara il proprio odio verso una determinata area politica appartenente alla destra radicale".
Nell'interpretazione della Fiamma Tricolore, peraltro, il "clima di odio" sarebbe una diretta conseguenza delle aspre polemiche scaturite dalla proposta del partito di intitolare piazza Orange allo storico dirigente dell'MSI, Giorgio Almirante: "Tutta questa ostilità, espressa sempre con toni animosi e deliranti, rivendicando per la città di Reggio Calabria libertà e democrazia. Un'ipocrisia che è venuta alla luce con tutto il suo carico di tristezza, di odio, di vigliaccheria e di violenza. Chi a Reggio, da sinistra predica libertà, oggi non consente ad un cittadino di usufruire di un servizio quale quello di prendere un treno solo perché indossa la maglietta con il simbolo della Fiamma. Chi a Reggio, da sinistra predica democrazia, oggi non vorrebbe consentire l'utilizzo di sale pubbliche ad associazioni legalmente riconosciute quali TemerariaMente e CasaPound, e soprattutto non accetta la volontà popolare di una città che si è ripetutamente, ed in piena conformità alle norme regolamentari del Comune di Reggio Calabria, espressa a favore dell'intitolazione di una piazza a Giorgio Almirante".
Quanto accaduto a Villa San Giovanni, su cui, comunque, sono già partiti i riscontri da parte delle forze dell'ordine, spinge la Fiamma Tricolore a un durissimo atto d'accusa nei confronti degli avversari politici: "La sinistra reggina non ha idee, non ha pensiero, non ha argomentazioni, non ha proposte e di conseguenza non è in grado di confrontarsi su niente e con nessuno. Ed allora la sinistra si rifugia strumentalmente dietro il recente vile attentato al Centro Sociale "Cartella", che condanniamo pienamente ma di cui fin ora non abbiamo mai espresso opinione perché responsabilmente non volevamo alimentare con nuove tensioni un già troppo acceso clima attorno, accusando i fascisti di aver compiuto tale vigliacca, criminale e deplorevole azione solo perché non ha il coraggio di denunciare apertamente la vera matrice dell'attentato. La politica, infatti, non ha nulla a che vedere con l'incendio al "Cartella", ma verosimilmente i responsabili sono gruppi che hanno interessi di natura economica verso quella struttura in un quartiere che in prospettiva conoscerà nel breve una forte crescita".
Clima difficile a Reggio Calabria nelle ultime settimane. Clima da cui la Fiamma Tricolore si dissocia fermamente: "A questa cultura della violenza e dell'odio – dicono dal partito - continueremo a rispondere con l'azione della buona politica. Quell'azione che, come ci ha insegnato Giorgio Almirante, rispetta il prossimo a prescindere dalla propria appartenenza politica, quella che cerca il confronto costruttivo, quella che è capace di dialogare con la gente per recepirne i problemi, e soprattutto per elaborare risposte concrete che sappiano presentare soluzioni e prospettive".
Se coloro che vincono le gare hanno certificati antimafia ma sono in strette relazioni con altre imprese sottoposte all'attenzione della mafia,tutte munite di certificazioni delle prefetture,allora è un problema diverso che non compete a me valutare. I.F.
doddi
Non c'è nenti!
Non c'è nenti!
Messaggi: 4823
Iscritto il: 11/05/2011, 12:55
Località: 38°6′41″N 15°39′43″E

http://msfiammamessina.myblog.it/archiv ... iamma.html" onclick="window.open(this.href);return false;


domenica, 27 maggio 2012
AGGRESSIONE A TRE GIOVANI DELLA FIAMMA
Nel pomeriggio di Sabato 26 Maggio, tre Camerati del MSI Fiamma Tricolore, sono stai aggrediti nei pressi della Stazione di Villa San Giovanni, da un gruppo di militanti dell'estrema sinistra, una sessantina di persone, (chiamiamole così!), che hanno accerchiato i nostri, che si apprestavano a prendere il treno, per raggiungere il Convegno di Reggio Calabria.

Qualche contusione, escoriazione, ed una violenza gratuita senza eguali, che rendiamo pubblica e denunciamo senza timore alcuno.

Odio, vigliaccheria, ipocrisia senza regole, ecco ciò che la sinistra mette in piedi, giorno dopo giorno, un clima d'odio che richiama alla mente dolorosi fatti, vicende che non abbiamo mai dimenticato.

A questo modo di agire così irresponsabile e rabbioso, rispondiamo con i fatti, socialmente impegnati, e con la voglia di cambiare questa legalità corrotta da volti marci come queste bestie, che non hanno rinunciato ad esprimere quello che realmente sono: pedine strumentalizzate da un odio represso e sconsiderato, che non lascia nessun spiraglio di forma, criterio e argomentazioni concrete.

Ai Camerati coinvolti nell'aggressione, tutta la nostra solidarietà
Se coloro che vincono le gare hanno certificati antimafia ma sono in strette relazioni con altre imprese sottoposte all'attenzione della mafia,tutte munite di certificazioni delle prefetture,allora è un problema diverso che non compete a me valutare. I.F.
Avatar utente
spiny79
Forumino Malato
Forumino Malato
Messaggi: 906
Iscritto il: 11/05/2011, 13:56

nel 2012 ancora giocano a fare fascisti e comunisti...

ma andate a lavorare e non rompete i @@...
Avatar utente
goldenboy
Forumino Malatissimo
Forumino Malatissimo
Messaggi: 2789
Iscritto il: 11/05/2011, 12:43
Località: na vota 'nto bizzolu

spiny79 ha scritto:nel 2012 ancora giocano a fare fascisti e comunisti...

ma andate a lavorare e non rompete i @@...

:okok:
Avatar utente
cozzina1
Non c'è nenti!
Non c'è nenti!
Messaggi: 4430
Iscritto il: 11/05/2011, 14:08
Località: santropè

spiny79 ha scritto:nel 2012 ancora giocano a fare fascisti e comunisti...

ma andate a lavorare e non rompete i @@...
daccordo..ma questo dovrebbe valere per tutti..soprattutto per quelli che fanno proclami... :thumright
L'ignoranza è meno dannosa del confuso sapere.
Cesare Beccaria
un giorno senza un sorriso è un giorno perso(C.Chaplin)
doddi
Non c'è nenti!
Non c'è nenti!
Messaggi: 4823
Iscritto il: 11/05/2011, 12:55
Località: 38°6′41″N 15°39′43″E

cozzina1 ha scritto:
spiny79 ha scritto:nel 2012 ancora giocano a fare fascisti e comunisti...

ma andate a lavorare e non rompete i @@...
daccordo..ma questo dovrebbe valere per tutti..soprattutto per quelli che fanno proclami... :thumright
Tre episodi fortemente strumentalizzati al solo scopo di elevare la tensione su un territorio tranquillo:

- La proposta di intitolare una piazza ad Almirante
- L'aggressione di quel ragazzo al teatro comunale da parte di 3 bulli brilli che nulla avevano a che spartire con la politica
- La vicenda del centro Cartella che a quanto pare sia da addebbitare a mafioselli della zona che hanno tutt'altro tipo di interessi che quelli politici.
Se coloro che vincono le gare hanno certificati antimafia ma sono in strette relazioni con altre imprese sottoposte all'attenzione della mafia,tutte munite di certificazioni delle prefetture,allora è un problema diverso che non compete a me valutare. I.F.
giokar70
Apprendista Forumino
Apprendista Forumino
Messaggi: 61
Iscritto il: 11/05/2011, 16:31
Località: Lucca

Cavolo! ancora c'è qualcuno che riesce a schierarsi da una parte o dall'altra!!! ma cosa deve succedere ancora affinchè l'italiano medio capisca che non esistono più schieramenti, partiti, colori ecc.?? mi viene il vomito solo a sentire parlare di politica o partiti... e invece c'è gente chi si sciarria.... :zip:
"...se il numero dei tentativi tende all’infinito, la probabilità di successo diventa certezza..."
doddi
Non c'è nenti!
Non c'è nenti!
Messaggi: 4823
Iscritto il: 11/05/2011, 12:55
Località: 38°6′41″N 15°39′43″E

giokar70 ha scritto:Cavolo! ancora c'è qualcuno che riesce a schierarsi da una parte o dall'altra!!! ma cosa deve succedere ancora affinchè l'italiano medio capisca che non esistono più schieramenti, partiti, colori ecc.?? mi viene il vomito solo a sentire parlare di politica o partiti... e invece c'è gente chi si sciarria.... :zip:
Il problema è l'escalation di tensione sul territorio... tra i ragazzi, non i partiti o la "politica".
Se coloro che vincono le gare hanno certificati antimafia ma sono in strette relazioni con altre imprese sottoposte all'attenzione della mafia,tutte munite di certificazioni delle prefetture,allora è un problema diverso che non compete a me valutare. I.F.
Avatar utente
pab397
Forumino Malato
Forumino Malato
Messaggi: 1153
Iscritto il: 26/05/2011, 22:06

E' straordinario (ma io lo definirei "patetico").
La distruzione del cartella è strumentalizzata, mentre la sciarra tra 4 deficienti da una parte e 4 dall'altra, invece no. Questa non è strumentalizzazione 8-)
Immagine

sono talmente comunista che da bambino mi mangiavo da solo
Avatar utente
kurohata
Forumino Malato
Forumino Malato
Messaggi: 1465
Iscritto il: 11/05/2011, 21:04
Contatta:

ma si... ci sono le telecamere alla stazione di villa. Pensate un pò che il sindaco Arena ha subito dato la solidarietà (mai espressa al cartella, ma la solidarietà sua e di scopelliti non la vogliamo). Ah sul quotidiano (mi pare unico giornale a riportare la notizia) in copertina c'è l'aggressione (sono ancora vivi dopo essere stati aggrediti da 50 persone.. bhà) e alla pagina dopo il corteo svoltosi a gallico. Tralaltro alla notizia dell'aggressione c'è una foto del csoa Cartella, ma cosa centra?
guarda un filo d'erba al vento e sentiti come lui. Ti passerà anche la rabbia
http://matteovalenti.weebly.com/meshare" onclick="window.open(this.href);return false;
Avatar utente
onlyamaranto
Non c'è nenti!
Non c'è nenti!
Messaggi: 3485
Iscritto il: 12/05/2011, 8:43

Non ci sono caxxi, chi aggredisce e mena ha sempre torto,
contro chi o che cosa non ha nessuna importanza,
a meno che non aggredisca un pedofilo mentre cerca di adescare un bambino, o qualcuno che sta per usare violenza, solo in questi casi l'aggressione fisica a puntate nel culo o meglio ancora il linciaggio diretto hanno motivo di essere.

"...e qualcosa rimane
tra le pagine chiare e le pagine scure... "
Avatar utente
NinoMed
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 5430
Iscritto il: 03/05/2011, 0:34

riapro sperando che ci sia la giusta saggezza per discutere in modo corretto.

vi ricordo che le notizie su cui non c'è un link verranno rimosse.
che le diatribe private vanno gestite con gli MP e non in una discussione, parliamo dell'argomento e non di altro.

grazie.
Have a Nice Day
doddi
Non c'è nenti!
Non c'è nenti!
Messaggi: 4823
Iscritto il: 11/05/2011, 12:55
Località: 38°6′41″N 15°39′43″E

...e vabbò ...


http://www.strill.it/index.php?option=c ... Itemid=117" onclick="window.open(this.href);return false;


Reggio, aggressione giovani Fiamma: la condanna di Tilde Minasi
Domenica 27 Maggio 2012 16:15
Segue quanto diffuso dall'assessore alle pari opportunità del comune di Reggio: Ancora una volta, a distanza di poche settimane, ci troviamo costretti a registrare un nuovo episodio di aggressione sulle rive dello Stretto. Dopo il grave gesto all’indirizzo di Claudio Toscano e il vile atto incendiario al centro Sociale “Angelina Cartella”, apprendiamo, infatti, dalle cronache della brutta esperienza vissuta da alcuni giovani della Federazione del Movimento Sociale Fiamma Tricolore pronti a partecipare ad un dibattito ospitato a Palazzo San Giorgio ed oltraggiati verbalmente e fisicamente nei pressi della stazione ferroviaria di Villa San Giovanni.
Ai ragazzi coinvolti, loro malgrado, in una vicenda assolutamente censurabile, va la mia piena solidarietà, ribadendo un concetto più volte espresso negli ultimi giorni e cioè che qualsiasi manifestazione di violenza vada condannata, poiché quest’ultima non può e non deve essere giustificata in nome di alcuna ideologia. Quanto sta accadendo deve imporre una seria riflessione, cosicché, pur all’insegna della giusta difesa di differenti opinioni politiche, queste restino solamente ancorate ad un confronto civile che esalti un dialogo democratico e non vengano palesate con atteggiamenti che contribuiscono solamente ad esasperare gli animi in un momento storico delicato per l’intero paese e, quindi, anche per la nostra realtà.
Il mio invito vuole perciò ulteriormente indirizzarsi verso la sensibilità di ognuno, cittadini, amministratori, movimenti e partiti, affinché i toni che stanno recentemente scandendo il clima politico in Città possano ritornare ad assumere degli standard adeguati a quello che dovrebbe essere un contradditorio in cui protagonisti siano programmi e progetti che, pur nascendo da contrapposti pensieri ideologici, guardino ad un traguardo comune, cioè la crescita di Reggio che non ha bisogno di essere contraddistinta da determinati avvenimenti, bensì necessita dell’impegno di uomini e donne pronti a mettere in campo le proprie professionalità ed il proprio lavoro per rendere migliore la nostra terra.
Se coloro che vincono le gare hanno certificati antimafia ma sono in strette relazioni con altre imprese sottoposte all'attenzione della mafia,tutte munite di certificazioni delle prefetture,allora è un problema diverso che non compete a me valutare. I.F.
doddi
Non c'è nenti!
Non c'è nenti!
Messaggi: 4823
Iscritto il: 11/05/2011, 12:55
Località: 38°6′41″N 15°39′43″E

Altro comunicato, con i numeretti, stavolta possiamo inserire il link

http://www.temerariamente.org/" onclick="window.open(this.href);return false;

Solidarietà ai ragazzi di Fiamma Tricolore. Reggio come Stalingrado? No, grazie!

maggio 27th, 2012 at 22:28

Un maggio caldo a Reggio Calabria. Non parliamo di clima meteorologico, bensì di quello politico. Chi vive nella nostra Città e chi si è informato tramite i media online, sa benissimo che questo mese, che si avvia alla conclusione, è stato carico di evitabili tensioni. La disoccupazione, il disagio sociale, le situazioni di ristrettezza economica e l’atavica mancanza di punti di riferimento, hanno sicuramente contribuito al riacutizzarsi di uno scontro ideologico.

Ma veniamo ai fatti. Nel pomeriggio di ieri (sabato 26 Maggio), 3 militanti della Fiamma Tricolore sono stati aggrediti da una cinquantina(!) di componenti dei Centri Sociali siciliani (pare che la maggior parte fossero palermitani), accorsi in massa in segno di solidarietà con il CSOA “Cartella”, recentemente colpito da un attentato incendiario. Il grave episodio subito dal CS di Gallico, riconducibile alle vili e violente logiche malavitose, è stato abbondantemente stigmatizzato – in maniera bipartisan – da tutti i protagonisti del mondo politico e sociale reggino. Le “colpe” che vengono ascritte ai militanti della Fiamma sarebbero risibili, se non fossimo qui a discutere di una vigliacca aggressione. Il Movimento della Destra Sociale si è reso protagonista di una raccolta firme per dedicare l’attuale Piazza Orange allo storico Segretario del MSI Giorgio Almirante. Non staremo qui a discutere sulla bontà o meno dell’iniziativa; vogliamo porre l’accento sul fatto che dei liberi cittadini hanno raccolto democraticamente delle firme, pertanto, riteniamo inaccettabile il clima di contestazione che ne è conseguito, con un tourbillon di comunicati che hanno letteralmente messo alla pubblica gogna dei giovani “rei” di avere Idee e proposte, portate avanti nel rispetto delle normative vigenti. Purtroppo, come spesso accade, dalle parole si è passati ai fatti. Ovviamente secondo delle modalità abiette, che non sono di certo una novità per una parte politica che dona il “meglio di sé” quando si trova in branco.

Anche la nostra Associazione, ha subito duri attacchi (a suon di comunicati!) durante questo mese. Un’accozzaglia di sigle (partitiche e non), ha tentato in tutti i modi (persino con un appello al Prefetto!), di non farci espletare una conferenza presso la CASA DI TUTTI I REGGINI, ovvero Palazzo S. Giorgio. Quando vi sono delle regole “democratiche” (che non abbiamo certo scritto noi!) e tali regole vengono rispettate, non si comprende come si possa chiedere l’annullamento di iniziative di interesse pubblico, semplicemente per i capricci di qualcuno che cerca in tutti i modi di innalzare i toni dello scontro politico, probabilmente per “portarsi avanti” con la campagna elettorale.

Nel manifestare la nostra piena solidarietà ai ragazzi aggrediti dal branco dei “disagiati sociali”, ci auguriamo che i produttori seriali di comunicati, non si lascino sfuggire questa occasione per gettare acqua sul fuoco, smettendo quelle vesti intrise di ipocrisia e di antagonismo rabbioso che li hanno caratterizzati durante questo maggio. Auspichiamo altresì, di non doverci ritrovare più in una Città cosparsa di striscioni inneggianti odio verso la controparte politica o bandiere con falce e martello, strategie e simbologie vetuste, che non hanno portato nulla se non morte e distruzione (fisica ed economica!) in svariati Paesi del Mondo. Reggio Calabria non è mai stata, non è e – per quanto ci riguarda – non sarà mai una piccola Stalingrado. Pertanto, se qualcuno vuole approfittare di fatti di cronaca, per ottenere un “lasciapassare” per qualche improbabile rivoluzione “bolscevica” in riva allo Stretto, lo invitiamo a ritornare su questo Pianeta (ed in questa era!) e ad occuparsi delle problematiche concrete che attanagliano la vita dei nostri Concittadini.
Se coloro che vincono le gare hanno certificati antimafia ma sono in strette relazioni con altre imprese sottoposte all'attenzione della mafia,tutte munite di certificazioni delle prefetture,allora è un problema diverso che non compete a me valutare. I.F.
Avatar utente
spiny79
Forumino Malato
Forumino Malato
Messaggi: 906
Iscritto il: 11/05/2011, 13:56

cozzina1 ha scritto:daccordo..ma questo dovrebbe valere per tutti..soprattutto per quelli che fanno proclami... :thumright
assolutamente...

cmq 60 contro 3 è da vigliacchi...
Avatar utente
Danny
Apprendista Forumino
Apprendista Forumino
Messaggi: 119
Iscritto il: 28/06/2011, 0:09

Come pena li porterei in NordCorea.
OdinoRc
Apprendista Forumino
Apprendista Forumino
Messaggi: 149
Iscritto il: 13/05/2011, 13:49
Località: Repubblica di Sbarre

edit NinoMed. noi siamo x la citta x le nostre iniziative x le nostre associazioni , loro sono antifa , sono contro qualcosa , hanno sempre da ridire , invece di costruire di andare avanti , sono gli anti e quelli del NO a tutto quello che è progresso ... avete mai letto qualche comunicato articolo scritta su un muro contro i "compagni" o qlk loro iniziativa ? ... mi sembra di no , loro invece vivono di odio verso chi gli è avverso
" GNE' "
Avatar utente
cozzina1
Non c'è nenti!
Non c'è nenti!
Messaggi: 4430
Iscritto il: 11/05/2011, 14:08
Località: santropè

OdinoRc ha scritto:edit NinoMed. noi siamo x la citta x le nostre iniziative x le nostre associazioni , loro sono antifa , sono contro qualcosa , hanno sempre da ridire , invece di costruire di andare avanti , sono gli anti e quelli del NO a tutto quello che è progresso ... avete mai letto qualche comunicato articolo scritta su un muro contro i "compagni" o qlk loro iniziativa ? ... mi sembra di no , loro invece vivono di odio verso chi gli è avverso

:salut
L'ignoranza è meno dannosa del confuso sapere.
Cesare Beccaria
un giorno senza un sorriso è un giorno perso(C.Chaplin)
Avatar utente
spiny79
Forumino Malato
Forumino Malato
Messaggi: 906
Iscritto il: 11/05/2011, 13:56

Legione ha scritto:Come pena li porterei in NordCorea.
lì se ti soffi il naso facendo rumore ti fucilano...

:lol:
doddi
Non c'è nenti!
Non c'è nenti!
Messaggi: 4823
Iscritto il: 11/05/2011, 12:55
Località: 38°6′41″N 15°39′43″E

Cosa si puo' dire davanti a queste verita'?


http://www.strill.it/index.php?option=c ... &Itemid=86" onclick="window.open(this.href);return false;

Reggio: Lettera aperta della Fiamma Tricolore alla città
Martedì 29 Maggio 2012 20:30

Riceviamo e pubblichiamo: Al Sindaco, Consiglieri Comunali, Partiti politici e Mass media di Reggio Calabria e provincia. A tre giorni dalla vile aggressione subita da tre giovani militanti del MSI Fiamma Tricolore siamo costretti a registrare nostro malgrado l'imbarazzante silenzio di tutto il centro-sinistra reggino al quale si accompagna la mancata presa di distanze da parte del centro sociale Cartella per "l'eroica azione" di alcuni soggetti siciliani intervenuti alla manifestazione di Gallico di sabato scorso.
Non siamo e non vogliamo fare vittimismo: non rientra nella nostra cultura. Ciò che vogliamo rimarcare con la presente è la diversità nello stile, nelle forme, nell'educazione e nel rispetto dei diritti altrui: valori che la Fiamma Tricolore ha e difende a differenza di altri e per i quali continuerà ad operare senza paura, senza cedere alle intimidazioni di chiaro stile e sub-cultura mafiosa di una controparte che vorrebbe impedire il nostro impegno politico quotidiano!
Non solo dunque il centro-sinistra reggino ha aizzato un intero schieramento contro la Fiamma Tricolore, alzando i toni politici in modo esagerato, ma addirittura non un commento è trapelato per quanto successo sabato se non alcune frasi di minaccia come quella apparsa a Piazza Orange ("Skinhead occhio al cranio" - ci dispiace non siamo Skinhead).
Eccoli i signori che manifestavano sabato a Piazza Orange! Gente che dietro una maschera contornata da parole come democrazia e libertà nasconde solo violenza e tentativi di prevaricazione nei confronti della controparte politica essendo incapace di affrontarla sul piano della dialettica e delle idee! Altro che Almirantismi!
Dopo quanto accaduto sabato ai nostri militanti avremmo potuto dar vita a fiumi di sproloquio, come solito fare alla sinistra quando accadono casi simili in altre parti d'Italia, ed invece già domenica mattina ribadivo personalmente davanti alle telecamere l'estraneità dei militanti della sinistra reggina e del centro sociale Cartella a riguardo dell'aggressione subita dai nostri ragazzi. L'onestà intellettuale non è qualcosa che può essere comprata o venduta: o la si ha o non la si ha!
Da allora un assordante silenzio aleggia sulla città su un fatto per il quale riteniamo la sinistra reggina l'inequivocabile mandante morale!
A rompere il silenzio non ci hanno pensato nemmeno i media, tranne qualche rara eccezione. Reggio è una città che deve crescere ma a tale crescita devono partecipare anche quei media che hanno dedicato fiumi di editoriali ed articoli ad un atto criminale quale l'aggressione ad un ragazzo omosessuale ed appena un mese dopo hanno vergognosamente taciuto ad una altrettanto criminale aggressione giunta al termine di un periodo in cui gli stessi non hanno fatto altro che alimentare un clima di tensione ingiustificato in città mettendo in relazione tra essi fatti totalmente scollegati tra di loro!
Evidentemente il "menare un fascista" è per loro meno grave che menare un omosessuale. Noi che invece la violenza la condanniamo tutta, a prescindere da chi la faccia e da chi la subisca, invitiamo tali signori a dedicarsi di più a quell'imparzialità dell'informazione che dovrebbe essere la stella polare del proprio lavoro quotidiano. La politica la lascino ad altri oppure cambino mestiere e tornino al loro partito d'appartenenza. Sarebbero corretti nei confronti di loro stessi e di tutta l'utenza che li legge.
Giuseppe Minnella
Segretario Provinciale Movimento Sociale Italiano
Fiamma Tricolore Destra Sociale
Se coloro che vincono le gare hanno certificati antimafia ma sono in strette relazioni con altre imprese sottoposte all'attenzione della mafia,tutte munite di certificazioni delle prefetture,allora è un problema diverso che non compete a me valutare. I.F.
Rispondi