Copertina per Lupusor su sito Fip

Tutto sul basket e sul mito Viola.

Moderatori: Bud, NinoMed, Lilleuro

Rispondi
Avatar utente
chicugino
Non c'è nenti!
Non c'è nenti!
Messaggi: 4721
Iscritto il: 13/10/2012, 18:23

http://www.fip.it/" onclick="window.open(this.href);return false;

http://www.fip.it/News.asp?IDNews=7711" onclick="window.open(this.href);return false;

L'under 19 attira sempre più l'interesse nazionale.. avanti così
www.trustviola.it
19 FEBBRAIO 2012 - 23 NOVEMBRE 2014
Barrile-Balic-Ingrosso-Fall-Klacar-Besozzi-Gaetano-Valente-Duranti-Lazzari Coach: D. Bolignano

"QUI NON SI MUORE MAI" (A. Santoro)
10 EMANUEL GINOBILI 27/09/1998 - 27/08/2018
"let'swinthisfuckin'game" (F. Frates)
2019 LA VIOLA VIVE
Avatar utente
chicugino
Non c'è nenti!
Non c'è nenti!
Messaggi: 4721
Iscritto il: 13/10/2012, 18:23

http://www.gazzetta.it/Basket/30-01-201 ... 0315.shtml" onclick="window.open(this.href);return false;

e pure sulla Gazzetta dello sport.....

Dalla Moldavia a Reggio Calabria. Con una “fermata d’oro” in Germania. È un itinerario a tappe quello compiuto finora da Ion Lupusor, giocatore della Viola Reggio Calabria Under 19 e della Nazionale Under 18, oro al Torneo di Mannheim 2014. Arrivato in Calabria all’età di 4 anni (“Mi sento reggino DOC”), Lupo ci ha messo poco a capire quale sport l’avrebbe accompagnato nella crescita. Figlio di un ex giocatore e oggi allenatore, l’ala del 1996 (204cm) è un prodotto di una società che crede tantissimo nei giovani. “Abbiamo incontrato la Virtus Roma, che è una corazzata – dice Lupusor, autore in quella partita di 13 punti, e una media campionato da 23 – e forse quello è stato il match che può averci dato ancora più consapevolezza nei nostri mezzi. Dopo i primi 10 minuti eravamo sotto 5-30, un incubo. Ci stavamo vergognando di noi stessi. Ma ci siamo guardati negli occhi e ci siamo convinti che noi ci alleniamo tutti i giorni per poter disputare partite come quella. Abbiamo ribaltato le sorti dell’incontro (83-79, con la prima sconfitta stagionale per i capitolini, nrd)”.
UNDERDOG — A due punti dalla vetta del raggruppamento e con la differenza canestri favorevole con la leader Virtus Roma, la Viola Reggio Calabria è la candidata numero 1 per il ruolo di “underdog” della Finale Scudetto. “Siamo un gruppo con poche rotazioni e senza tanto talento. Ma abbiamo un cuore grande. Siamo geograficamente lontani da tutte le altre squadre, ma forse proprio le trasferte lunghe, passate tutti quanti insieme sul pullman, stanno fortificando il nostro spirito di squadra”. Trascinatore in Under 19 Eccellenza e minutaggio in ascesa in A-2 Silver (poco sotto i 10 minuti in media), quando parla Lupusor utilizza spesso la parola “lavoro”. “Ogni allenamento in prima squadra è un momento per imparare, stare in campo con giocatori che da tanto tempo fanno questo lavoro mi aiuta tantissimo”. Oppure: “Vogliamo arrivare direttamente alla Finale Nazionale di DNG, senza passare per l’Interzona. E sappiamo che per riuscirci dobbiamo lavorare ogni giorno”. Lavorare è anche il verbo che gli ha permesso di farsi notare da Andrea Capobianco, che l’ha voluto fortemente portare a Mannheim con la Nazionale Under 18 storica vincitrice del Trofeo Schweitzer 2014 contro gli Stati Uniti: “Coach Capobianco vuole giocatore grintosi. Ragazzi che si lanciano per terra, si sbucciano le ginocchia, si immolano per conquistare una palla. Io sono così”.
Matteo Cirelli
GIRONE A — L’Armani Junior Milano dà un colpo da kappaò all’Arona Basket (82-39) e, complice la sconfitta della PMS San Mauro a Biella, torna in solitaria leadership del Girone A. Gli aronesi di coach Bruno durano un periodo, e sembrano nei primi dieci minuti poter tenere testa alla squadra di coach Galbiati (16-16 dopo 10 minuti). E’ una falsa promessa, perché già nel secondo periodo i milanesi trainati da Rossi e Vercesi (entrambi con 14 punti) creano un solco incolmabile (44-22) e mettono la parola “fine” sull’incontro. La Banca Sella Biella vince il match del giorno con la Pms Moncalieri 71-60: inizio brillante di Moncalieri, seguito dal ritorno veemente dei ragazzi di coach Danna bravi ad aumentare l’attenzione difensiva e puntuali nei 24’’ d’attacco fino al +22 del terzo periodo. Continua l’ottimo momento di forma della Jumbo Collection Cantù, arrivata alla sesta vittoria consecutiva, che vale la seconda piazza nel Girone. I ragazzi di coach Visciglia non fanno sconti al Pool Loano 2000, sconfitto ma sempre in partita fino al 66-59. Colpaccio della Rimadesio Aurora Desio che, dopo un extra-time, batte in trasferta l’Aprile CAP Genova (65-56 il punteggio, Esposito con 14 punti e Albique con 12 punti sono i migliori fra i bluarancio). Risultato shock a Borgomanero. I ragazzi di coach Giadini, trascinati da uno Zanoli da 21 punti e da un terzo periodo giocato a ritmi forsennati (24-13 il parziale), firmano il risultato a sorpresa della settimana battendo nel derby piemontese la Junior Casale Monferrato (66-59). Classifica Armani Junior Milano 24 punti; Elettrogruppo ZeroUno PMS, Jumbo Collection Cantù 22; Banca del Piemonte Casale Monferrato 18; Banca Sella Biella 14; Aprile Cap Genova, Rimadesio Aurora 12; Robur et Fides Varese, Basket Pool Loano 2000 10; Arona Basket, Pallacanestro Varese 8; College Basketball Borgomanero 6.
GIRONE B — B - La Blu Orobica Bergamo firma il risultato più interessante di giornata andando a vincere in casa dell’Aquila Basket Trento, capolista del Girone B. I ragazzi di coach Zambelli giocano la partita perfetta, si affidano a Silva in giornata di grazia (20 punti) e, pur non riuscendo ad arginare del tutto Flaccadori (24) e Bernardi (17), si impongono 75-69. Della battuta d’arresto della Dolomiti Energia Trento ne approfitta in pieno l’Umana Reyer Venezia. Il derby contro la Junior Leoncino è a senso unico già dalle prime battute, quando Romano (16) domina sotto le plance e contribuisce al primo break dell’incontro (23-14 dopo i primi 10 minuti). Per i ragazzi di coach Buffo la forbice si allarga fino al 73-47 che vale l’aggancio in testa con i trentini. I campioni in carica dell’Assigeco Casalpusterlengo approfittano del turno favorevole contro il fanalino di coda Universo Treviso (93-70 il punteggio finale) e del turno di riposo dell’Unipol Banca Virtus Bologna per salire al terzo posto del ranking. La GrissinBon Reggio Emilia fa suo un match molto complicato con la Fortitudo Bologna 103. Le due squadre si equivalgono e il punteggio di 34-34 con cui si va al riposo lungo certifica l’equilibrio. Nella seconda parte di gara però Galeotti e Strautins (entrambi 12 punti) accelerano e creano un lieve margine, mantenuto da Reggio Emilia fino al 74-66 conclusivo (da sottolineare la prova del bolognese Candi, autore di 20 punti). Successi importanti in chiave Interzona per Virtus Padova (63-53 sull’Intermek 3S Cordenons) e soprattutto Pontevecchio contro i Rimini Crabs (69-51 il punteggio, Bergami e Di Rauso mattatori con 48 punti equamente divisi), brava ad imporsi in trasferta e ribaltare anche a proprio favore la differenza canestri con i romagnoli. Classifica: Dolomiti Energia Aquila Trento, Umana Reyer Venezia 24 punti; Unipol Banca Virtus Bologna, Assigeco Casalpusterlengo 20; Blu Orobica Bergamo 18; Fortitudo Bologna 103, GrissinBon Reggio Emilia 16; Virtus Padova 14; Rimini Crabs 12; Junior Leoncino, Pol. Pontevecchio 10; Intermek 3S Cordenons 6; Universo Treviso 2
GIRONE C — Stella Azzurra senza problemi contro Poderosa Montegranaro (70-26) e primo posto confermato mentre Perugia Basket vince il derby umbro che batte il Valdiceppo fuori casa 53-47 con una serie di tiri liberi precisi e vincenti, sorta di copo di reni sul traguardo. Buona vittoria dei Roseto Sharks 82-73 contro S. Paolo Roma a testimonianza di una maggior maturità acquisita gara dopo gara. Pesaro prevale in casa contro il fanalino di coda Siena 80-67, mentre Pistoia si afferma a Roma sul campo della Tiber (82-63): due risultati prevedibili, anche se non scontati. Classifica: Stella Azzurra Roma*, Pistoia Basket 20; Consultinvest Pesaro 14; Perugia Basket*, S. Paolo Ostiense Roma, Poderosa Montegranaro, Val di Ceppo Basket 10; Tiber Basket Roma 8; Roseto Sharks 4; Gescom Mens Sana Siena 2. *Una partita in meno
GIRONE D — La Virtus Roma cade in casa con il Latina Basket. E’ questo il risultato se non eclatante, almeno a sorpresa del girone D. E questa è la seconda sconfitta consecutiva per la squadra di Davide Bonora dopo un girone d’andata a punteggio pieno. Latina Basket recupera le di 19 lunghezze con cui si era chiuso il primo tempo (48-29) e poi supera Roma ad inizio ultimo quarto e gestisce il vantaggio fino alla sirena finale: “Siamo stati bravi nel riuscire a recuperare i 19 punti maturati nei primi due quarti aumentando l’intensità difensiva ed avendo fiducia nelle nostre possibilità - ha commentato soddisfatto coach Renato Sabatino - abbiamo vinto facendo ruotare tutti i giocatori visti i cinque falli di Mathlouthi ed Ilo” Vince anche l’altra squadra di Latina, ma senza grandi patemi contro il Basket Francavilla 74-54, mentre Caserta batte agilmente Avellino (58-30) in Irpinia. New Basket Brindisi - Mister Mac Palestrina è stata rimandata al 18 febbraio. Classifica: EuroBK Virtus Roma 16. Viola Reggio Calabria, Mr Mac Palestrina 14; Smg Basket School Latina 12; Pasta Reggia Caserta 10; Latina Basket, Basket Francavilla, Sidigas Avellino 4, New Basket Brindisi* 0
www.trustviola.it
19 FEBBRAIO 2012 - 23 NOVEMBRE 2014
Barrile-Balic-Ingrosso-Fall-Klacar-Besozzi-Gaetano-Valente-Duranti-Lazzari Coach: D. Bolignano

"QUI NON SI MUORE MAI" (A. Santoro)
10 EMANUEL GINOBILI 27/09/1998 - 27/08/2018
"let'swinthisfuckin'game" (F. Frates)
2019 LA VIOLA VIVE
Rispondi