LA DIRIGENZA CHIEDE SCUSA AL SUO PUBBLICO

Tutto sul basket e sul mito Viola.

Moderatori: Bud, NinoMed, Lilleuro

Rispondi
Avatar utente
Hurricane82
Non c'è nenti!
Non c'è nenti!
Messaggi: 3053
Iscritto il: 11/05/2011, 13:40
Località: Dalla città del MITO

Viola- Bologna, la dirigenza chiede scusa al suo pubblico
pubblicata il 28/10/2012 - di: Ufficio stampa Viola Reggio Calabria

Una Viola che non riesce a trovare a trovare il giusto ritmo, e concede all’avversaria, l’Eagles Bologna, la sesta giornata di campionato. Questo lo spettacolo che si è consumato questa sera nel palazzetto di Largo Botteghelle a Reggio Calabria, situazione che ha portato il direttore Gaetano Condello, dopo la quarta sconfitta, ad aprire lo stato del silenzio stampa, sentendo la necessità di lavorare su un ingranaggio che evidentemente non sta funzionando, e che rischia di offuscare due campionati di vertice in due stagioni consecutive della dirigenza a capo di Muscolino, che con fatica e merito hanno portato la Viola a disputare il campionato di Divisione Nazionale A. Non è bastato lo splendido clima di cori e ringraziamenti reciproci delle due tifoserie, che si sono sostenute l’un con l’altra durante tutto il corso del gioco, a ridare la giusta carica ai padroni di casa. Il primo quarto parte con il quintetto nero arancio composto da Mariani, Fabi, Zampolli, Ammannato e Fontecchio, mentre per gli avversari vengono schierati Circosta, Piazza, Pederzini, Botteghi e Raminelli. Il set parte in modo equilibrato, con Ammannato che firma il primo canestro ed una Viola che riesce a raddoppiare la distanza dagli avversari sino al 8-4. Ma Raminelli e Pederzini riaccorciano la distanza , la Viola riesce a dominare di poche lunghezze sino alle fine, quando Silimbani riesce a segnare e chiudere il set sulla parità, 15-15. Nel secondo periodo, Fabi cerca di ridare vantaggio ai suoi, segnando 2 punti, ( 17-15) ma da questo momento in poi, la Viola non riuscirà più a superare l’avversaria. La Viola cerca di reagire, rimanendo in partita, Quaglia segna il – 4 ( 21-25), ma Bologna in pochi minuti penetra la difesa e si pone sul più dieci con un canestro di Piazza. Da li a breve il capitano nero arancio realizza da tre, ma la differenza rimane, il set si chiude 25-35. Si apre con un tentativo di rimonta il rientro dagli spogliatoi, Zampolli realizza due triple e Fabi segna il canestro che porta la Viola a -5 (34-39). Due falli di Germani portano l’avversaria ad avere tiri facili dalla lunette, Piazza firma il + 11, Zampolli realizza l’ultimo canestro del periodo, che si chiude con un distanza già eccessiva, 38-53. La Viola non riesce ad accorciare il gap nell’ultimo quarto, Bologna gioca ormai con fiducia e sicurezza, dando spazio a molte rotazioni, aggiudicandosi la sesta giornata di campionato con il risultato di 58-69.
Viola Reggio Calabria- Eagles Bologna 58-69
Parziali 15-15, 25-35, 38-53
Viola Reggio Calabria: Fontecchio 8, Caprari 8, Rappoccio 0, Fabi 15, Costa 0, Mariani 2, Zampolli 16, Quaglia 2, Germani 0, Ammannato 7, All Bolignano
Eagles Bologna: Tullio 3, Pederzini 12, Circosta 11, Silimbani 10, Potì 8, Raminelli 10, Botteghi 0, Chinellato 0 Piazza 15, All Padovano
Arbitri: Lestinigi Paolo e D’Amato Alex

Dure e ferme le parole le parole del direttore generale Gaetano Condello nella conferenza post partita, dalla quale ha annunciato l’apertura dello stato del silenzio stampa: “ Non è stata una bella gara, da parte nostra come società è necessario interrogarsi su alcune scelte effettuate durante la stagione, nonché chiedere umilmente scusa a tutti i tifosi ed a tutte le persone che ci sono vicine. Lo spettacolo che si è visto non è sicuramente decoroso. Da oggi la Viola va in silenzio stampa, è il momento delle riflessioni, per trovare delle soluzioni in modo celere, anche in considerazione della prossima gara di giovedì a Chieti. Grande responsabilità è necessaria da parte di tutti, io stesso ho fatto delle scelte su alcuni giocatori, è giusto assumersene la responsabilità. Ci troviamo a due punti e non era questo il nostro programma, che prevedeva invece di creare grande entusiasmo, soprattutto nelle partite in casa, un palazzetto come quello del Botteghelle, che ha fatto la storia della Viola, da parte nostra è già stato offeso per la terza volta consecutiva. Non è questo l’atteggiamento della Viola. L’atteggiamento dei ragazzi non è stato positivo, le altre squadre erano tutte al nostro livello, Matera ha dimostrato di avere di più in campo. A noi interessa l’atteggiamento e la voglia. Da parte dei senior abbiamo avuto troppo poco. C’è da dare tranquillità alla squadra, ma vogliamo 10 leoni. Se sarà necessario prendere dei giocatori di C1 che hanno grande motivazione nel venire a Reggio Calabria e buttare sangue, noi lo faremo”.
Sulla stessa scia anche il presidente Giancesare Muscolino, che nel suo intervento ha solo voluto chiedere scusa al suo pubblico per quello che ha definito “ uno spettacolo indegno”.
http://www.teambasketviola.it/notizie.asp?id_a=1076" onclick="window.open(this.href);return false;


Ieri in tal senso sono stato testimone dell'incazzatura del Presidente Muscolino che ad un certo punto della partita si è alzato dal suo posto e ha inveito contro la squadra in campo (i gesti erano abbastanza eloquenti) tant'è che poi ha lasciato anzitempo il suo posto prima della fine del primo tempo andando negli spogliatoi...vi giuro che non l'ho mai visto così incazzato.
pablyto91
Forumino Malato
Forumino Malato
Messaggi: 1056
Iscritto il: 06/12/2011, 22:39

http://www.youtube.com/watch?feature=pl ... Wm1BDYRfxE#" onclick="window.open(this.href);return false;!

Fra l'altro bastano questi 24 secondi per capire il suo stato d'animo.
cugino
Forumino Praticante
Forumino Praticante
Messaggi: 153
Iscritto il: 12/05/2011, 13:59

i giocatori sono senza manico, e non hanno altro modo per dimostrarlo che fare la vacca
serve forse un innesto o due, ma sicuro una guida all'altezza
sennò abbiamo buttato i soldi spesi fin qui
c'è poco altro da dire
Mimmo Catona
Apprendista Forumino
Apprendista Forumino
Messaggi: 68
Iscritto il: 01/07/2011, 9:45
Località: Podargoni - Sambatello

Forse dopo 3 anni si stanno accorgendo di non essere in grado di fare certi campionati?
pablyto91
Forumino Malato
Forumino Malato
Messaggi: 1056
Iscritto il: 06/12/2011, 22:39

Forse ancora non vi è chiaro che Bolignano non lo cacciano, dovremo fare altre figure di me**a in giro per l'Italia prima che se ne rendano conto..
Avatar utente
ReggioReggio
Forumino Praticante
Forumino Praticante
Messaggi: 216
Iscritto il: 11/05/2011, 22:15

Ma quanto gli danno di stipendio? 10 euro al mese?
Avatar utente
OronzoPugliese
Forumino Malatissimo
Forumino Malatissimo
Messaggi: 2429
Iscritto il: 11/05/2011, 12:57

pablyto91 ha scritto:Forse ancora non vi è chiaro che Bolignano non lo cacciano

Lo ha detto chiaramente Condello, aggiungendo che hanno sbagliato la scelta di alcuni senior, e che verranno prese decisioni in tempo rapido visto che giovedì si va in campo.

Mi aspetto dunque almeno due tagli tra oggi e domani. Fossi io a decidere sarebbero Ammannato e Quaglia, ma ho il sospetto che anche Zampolli rischi parecchio
Immagine
"Mister te sarà ti, muso de mona. Mi son el signor Nereo Rocco"
simp e imp
Forumino Scelto
Forumino Scelto
Messaggi: 563
Iscritto il: 15/05/2011, 21:25

Tanta stima per quest'uomo.
Avatar utente
Bud
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 2493
Iscritto il: 02/05/2011, 17:23

le scuse non servono a nulla nel momento in cui Bolignano continua ad allenare la Viola

si vuole o non si vuole ormai la squadra non lo segue più (ammesso che lo abbia mai seguito)

la ma dirigenza non ci sente, purtroppo
kidd
Forumino Praticante
Forumino Praticante
Messaggi: 171
Iscritto il: 11/05/2011, 15:08

OronzoPugliese ha scritto:
pablyto91 ha scritto:Forse ancora non vi è chiaro che Bolignano non lo cacciano

Lo ha detto chiaramente Condello, aggiungendo che hanno sbagliato la scelta di alcuni senior, e che verranno prese decisioni in tempo rapido visto che giovedì si va in campo.

Mi aspetto dunque almeno due tagli tra oggi e domani. Fossi io a decidere sarebbero Ammannato e Quaglia, ma ho il sospetto che anche Zampolli rischi parecchio
Chiaro è chiaro, ma stanno facendo una cavolata... Il problema è chiaramente Bolignano, basterebbe cacciare lui e prendere un play under con almeno 10-15 minuti nelle gambe.
Avatar utente
Hurricane82
Non c'è nenti!
Non c'è nenti!
Messaggi: 3053
Iscritto il: 11/05/2011, 13:40
Località: Dalla città del MITO

OronzoPugliese ha scritto:
pablyto91 ha scritto:Forse ancora non vi è chiaro che Bolignano non lo cacciano

Lo ha detto chiaramente Condello, aggiungendo che hanno sbagliato la scelta di alcuni senior, e che verranno prese decisioni in tempo rapido visto che giovedì si va in campo.

Mi aspetto dunque almeno due tagli tra oggi e domani. Fossi io a decidere sarebbero Ammannato e Quaglia, ma ho il sospetto che anche Zampolli rischi parecchio
Ammannato è l'unico lungo che sta cercando di fare qualcosa insieme a Fontecchio (in parte), l'unico ad avere un pò di cervello nel marasma di ieri e delle scorse partite....se c'è un lungo che deve essere eliminato e che ieri mi ha fatto jastimare come un caimano è Quaglia!!!! inutile, addormentato, con quel fisico che ha dovrebbe spaccare ed invece è schiantusu....quanto spreco di potenzialità!!!...la Gazzetta mette nei papabili "ghigliottinati" Zampolli e Mariani (entrambi con i punti interrogativi, quindi supposizioni...nulla di certo)....strano che Quaglia non sia menzionato è quello che lo merita più di tutti....lo meriterebbero tutti in ogni caso, tranne appunto i due citati su.
Avatar utente
chicugino
Non c'è nenti!
Non c'è nenti!
Messaggi: 4721
Iscritto il: 13/10/2012, 18:23

se bolignano resta mariani caprari e zampolli devono andare via, è chiaro che non sono compatibili..
chiaramente preferirei togliere bolignano
www.trustviola.it
19 FEBBRAIO 2012 - 23 NOVEMBRE 2014
Barrile-Balic-Ingrosso-Fall-Klacar-Besozzi-Gaetano-Valente-Duranti-Lazzari Coach: D. Bolignano

"QUI NON SI MUORE MAI" (A. Santoro)
10 EMANUEL GINOBILI 27/09/1998 - 27/08/2018
"let'swinthisfuckin'game" (F. Frates)
2019 LA VIOLA VIVE
tirem
Apprendista Forumino
Apprendista Forumino
Messaggi: 25
Iscritto il: 11/05/2011, 19:38

Scusate. ma il prof. Melara allena ancora? Ho l'impressione che i suoi metodi (scorcicoddu e puntatuni) farebbero bene a questa squadra!
Avatar utente
chicugino
Non c'è nenti!
Non c'è nenti!
Messaggi: 4721
Iscritto il: 13/10/2012, 18:23

il fatto nolenti e dolenti è questo:
mariani caprari e altri senior sono fior fiori di professionisti (cmq un pò datati) e secondo me vedere le scelte del mister fatte a caxxo di cane non faccia altro che indisporli
verso la squadra e a essere polemici. certo non è un atteggiamento da lodare, dovrebbero comunque sputare sangue per la maglia e per la squadra ma credo che
il tutto gli venga spontaneo.
www.trustviola.it
19 FEBBRAIO 2012 - 23 NOVEMBRE 2014
Barrile-Balic-Ingrosso-Fall-Klacar-Besozzi-Gaetano-Valente-Duranti-Lazzari Coach: D. Bolignano

"QUI NON SI MUORE MAI" (A. Santoro)
10 EMANUEL GINOBILI 27/09/1998 - 27/08/2018
"let'swinthisfuckin'game" (F. Frates)
2019 LA VIOLA VIVE
Avatar utente
OronzoPugliese
Forumino Malatissimo
Forumino Malatissimo
Messaggi: 2429
Iscritto il: 11/05/2011, 12:57

Hurricane82 ha scritto:Ammannato è l'unico lungo che sta cercando di fare qualcosa

Ammannato è il motivo per cui ho fatto il post sul tagliafuori
Immagine
"Mister te sarà ti, muso de mona. Mi son el signor Nereo Rocco"
trentaprile

di solito condanno sempre le vacche, ma in questo caso comprendo i giocatori dato che nelle prime partite hanno seguito alla lettera i dettami del coach e le abbiamo perse tutte, facendo brutte figure, con errori tattici macroscopici (conto anche Omegna perchè quella partita fosse durata 1 minuto in più l'avremmo persa di 10).
Avatar utente
Hurricane82
Non c'è nenti!
Non c'è nenti!
Messaggi: 3053
Iscritto il: 11/05/2011, 13:40
Località: Dalla città del MITO

Comunque arrivati a questo punto e visto che tra 48 ore si torna a giocare dubito ampiamente che ci saranno novità, anche perchè si rischierebbe di avere un roster ridotto ai minimi termini...già siamo nella melma, peggioreremmo le cose visto appunto il poco tempo tra le diverse partite....reputo più ottimistico che qualche cambiamento (ormai d'obbligo) si possa avere dalla prossima settimana, d'altronde avremmo pure 15 giorni di tempo per far ambientare i nuovi dato che avremmo il turno di riposo domenica 11...il motivo, ripeto, sono queste due partite troppo ravvicinate...ed obiettivamente non credo neanche che abbiano delle valide alternative per il momento (mi riferisco ai tempi stretti).

Inoltre ieri alcuni membri della curva hanno avuto un colloquio con i giocatori...e a quanto pare i tifosi si sono fatti sentire nel vero senso della parola....giovedì vediamo se lor signori hanno capito l'antifona.
Avatar utente
Hurricane82
Non c'è nenti!
Non c'è nenti!
Messaggi: 3053
Iscritto il: 11/05/2011, 13:40
Località: Dalla città del MITO

solo un 4...sono stati buoni...

http://www.legapallacanestro.it/news/ad ... san_severo" onclick="window.open(this.href);return false;
La bella storia di Bologna, la crisi di Reggio Calabria, la figuraccia di San Severo
6ª giornata: pagelle in libertà
di Piero Quarto

Eagles Bologna voto 8 - E’ l’altro faccia della medaglia e non solo per i due punti in campo esterno e per aver toccato quota otto in classifica ma anche perché di fronte ad una situazione economica oggettivamente difficile ad un comunicato dei giocatori che non può che lasciare interdetti non ci sono conseguenze sul campo. Malgrado una sorta di sciopero in atto Bologna lotta, combatte, gioca e vince. Segno che comunque una base positiva c’è e segno anche che la voglia di guadagnare sul campo almeno la Legadue Silver resta intatta anche se qualche risposta societaria dovrà arrivare onde evitare ripercussioni e conseguenze che a lungo andare sarebbero inevitabili.


Co.Mark Treviglio voto 7,5 - Di sorpresa in sorpresa e di battaglia in battaglia c’è un’unica certezza. Coach Vertemati ha tra le mani l’unica squadra imbattuta dell’intera Dna. Attendiamo il prossimo difficile test contro Firenze per capirci ancora qualcosa di più ma di certo qualità tecniche, panchina lunga ed esperienza non mancano al Treviglio, la vera certezza di questa Dna che trova risorse preziose in ogni situazione e finora non è mai caduta nei momenti più duri. La prossima trasferta a Firenze sarà il prossimo delicato banco di prova.

Cantone voto 7,5 - E’ lui il trascinatore della Bawer Matera che sorride alla quarta vittoria consecutiva e che si gode la testa della classifica dopo sei giornate. Se Giovanni Benedetto può trarre giovamento pieno da questo avvio di stagione e pensare davvero positivo lo deve ad un gruppo che dimostra di esserci con la testa prima ancora che con le gambe e la mente di questo gruppo è senza dubbio Carlo Cantone. Se poi, come successo domenica a Mirandola, oltre ad essere la mente diventa anche il braccio armato della Bawer ed allora sognare può essere davvero possibile.


Tommasini e Mian voto 7 - Ventidue punti contro Bari per timbrare la prima vittoria esterna del Torino in questa stagione. Risulta lui l’assoluto protagonista in un terzo quarto dominato dai ragazzi di coach Pillastrini che riescono a fare la differenza e portare a casa il risultato pieno. Una prova da uomo squadra per Mian contro il Chieti per mantenere Agrigento lì tra coloro che ambiscono ad un posto al sole di questo campionato. La linea under di questa giornata parla soprattutto la loro lingua.


Santarossa voto 7 - E’ la voce dell’esperienza, una garanzia assoluta di sostanza, punti, esperienza che costituisce una sorta di marcia in più garantita per le ambizioni dell’Arcanthea Lucca. I 23 punti con 28 di valutazione dell’ultima giornata ne fanno i numeri più importanti e positivi del sesto turno e lo pongono a giusta ragione tra le certezze di questo campionato.


Evangelisti voto 5 - Non possiamo non segnalare in questa rubrica quello che ci pare un evento più unico che raro. Marco Evangelisti non raggiunge la doppia cifra, si accontenta di soli 7 punti in 22 minuti nella vittoria di Torino contro Bari. Una prova che fa ancora più notizia visto anche il risultato di squadra della formazione piemontese. Evangelisti finora si è dimostrato importante ma non essenziale per le fortune dell’attacco di Torino e la prova di Bari lo dimostra. Per un cecchino come lui però scendere ben al di sotto dell’undicesimo posto tra i cannonieri del campionato non deve essere boccone facile da digerire anche se la Torino di quest’anno è così e questa potrebbe non essere l’unica volta. Una sfida nella sfida anche a livello personale per il formidabile cannoniere.


Gialloreto voto 5 - Vincere in trasferta ad Agrigento facendo solo 56 punti è pretesa troppo grande anche per un coach che proprio sulla difesa ha costruito le sue fortune. Nemmeno Domenico Sorgentone pensava evidentemente in una performance così magra della sua Chieti. A contribuire in maniera consistente a questa debacle ci ha pensato soprattutto lui Fabrizio Gialloreto, tiratore micidiale esploso nella passata stagione ma che ad Agrigento ha sparato a salve, uno su dodici al tiro e solo 6 punti in carniere con un -3 di valutazione che la dicono lunga e che spiegano il momento altalenante e l’avvio incerto degli abruzzesi ancora lontani rispetto al team che ha sfiorato la Legadue pochi mesi fa.


Viola Reggio Calabria voto 4 - Ad oggi è la squadra più in difficoltà dell’intero lotto della Dna. La sconfitta casalinga con Bologna è un’ulteriore testimonianza, le parole del diesse Condello subito dopo la partita la conferma che non tutto gira per il verso giusto e che oltre alle qualità tecniche c’è qualcos’altro che manca alla Viola per renderla in grado di lottare per una salvezza difficilissima ma ancora tutta lì da giocarsi e conquistare. La preoccupazione sale anche perché quest’anno la classifica non aspetta nessuno.


EnoAgrimm San Severo voto 4 - Perdere a Lucca è cosa normale per qualsiasi avversario. Oggi più che mai visto il momento d’oro della squadra di coach Russo. Gli ultimi due quarti di San Severo sono però assolutamente da sottolineare con una matita blu perché un parziale di 58-21 in venti minuti è punizione troppo grande per essere giustificabile. Anzi rischia di non passare inosservata. Punizione talmente pesante che può rimanere addirittura nella testa della compagine dauna e provocare pericolosi contraccolpi. Una sconfitta che fa male anche perché può avere altre e pericolose conseguenze.
Avatar utente
pellarorc
Forumino Malatissimo
Forumino Malatissimo
Messaggi: 2222
Iscritto il: 11/05/2011, 14:22

"...la classifica non aspetta nessuno".

in questi campioanti lunghissimi se rimani ultima con 4-6 punti dalla penultima non li recuperi più. Alal fine calano tutte ma cali anche tu. E se hai perso punti iniziali diventa un casino. Spero proprio in un rilancio, altrimenit se la situazione è questa almeno fino a dicembre siamo condannati...
Rispondi