Cozza su Rtv e i giocatori..

Tutto sulla Reggina

Moderatori: Bud, NinoMed, Lilleuro

Rispondi
Avatar utente
Rogerever
Apprendista Forumino
Apprendista Forumino
Messaggi: 107
Iscritto il: 15/10/2011, 17:25

L'ex allenatore della Reggina è stato ospite della trasmissione sportiva del lunedì sera di Rtv dalle 21.30 alle 22.20, ha parlato dell''esistenza di varie problematiche che non gli hanno permesso di fare calcio come lo intende lui e soprattutto ha puntato l'attenzione sui comportamenti dei giocatori che al giorno d'oggi putroppo non sono come quelli di una volta, non si sacrificano, non lottano, non sputano sangue, si limitano quando va bene al compitino, sono molto viziati e così non rendono per quello che potrebbero...cmq ha sottolineato anche la mancanza di due esterni per far rendere Masini che purtroppo in un 4-3-3 è spaesato ma lui di necessità ha dovuto fare virtù, che si aspettava di + da Crescenzi che però è stato troppo velocemente massacrato, che Di Michele poteva ancora dare tanto e che con Giacchetta ha un buon rapporto smentendo ufficialmente e categoricamente le voci che circolano su una radio circa contrasti e simili. Su Foti non si è sbilanciato affermando che ci sono problemi dai quali spera che Foti possa venirne a capo per il bene della Reggina e quindi di noi tifosi. :salut
BoogeymanFCF
Forumino Scelto
Forumino Scelto
Messaggi: 460
Iscritto il: 06/01/2014, 23:53

riporto un articolo con le sue dichiarazioni:

Cozza rompe il silenzio a RTV:"Addio alla Reggina? Mi sono dimesso perchè..."
Martedì 09 Dicembre 2014 00:28
cozzamontepulciano

Avanti senza rimorsi. Quasi un mese fa Ciccio Cozza lasciava vacante il timone amaranto e proprio nella serata di oggi torna a parlare di Reggina, attraverso le frequenze televisive di Reggio Tv, ospite del programma “Fuorigioco” condotto da Andrea Ripepi e Federico Lamberti.


“Assistere da fuori non fa piacere a nessuno, ma sono più che convinto della scelta maturata nel post-gara di Reggina-Salernitana – esordisce l’ex tecnico amaranto – Si tratta comunque di una decisione ponderata e sofferta e non nascondo che, indipendentemente dal risultato, avrei rassegnato le dimissioni. Non c’erano più le condizioni per poter lavorare come auspicavo e a mancare erano gli uomini d’esperienza e carismatici. Il crollo? Nelle prime nove partite credo che questa squadra abbia raccolto ancora meno di quanto meritasse. Abbiamo letteralmente dominato l’avversario, producendo una gran mole di occasioni, ma sciupandole pressoché tutte. Dal rigore sbagliato contro la Lupa Roma, dalla penalizzazione si è venuta a creare una situazione dalla quale non siamo più riusciti a venirne fuori. Abbiamo pagato l’inesperienza e la pochezza di ricambi. Credo però che se non ci fossero stati sottratti parte dei punti conquistati sul campo avremmo affrontato le partite con tutt’altro piglio”.



Poi Cozza sposta l’attenzione sulla mancanza di motivazioni degli effettivi a disposizione: “Un gruppo necessita di tre/quattro elementi trainanti, che riescano a tenere in pugno lo spogliatoio. Nel periodo in cui ho guidato questa squadra a mancare era proprio la determinazione, la voglia di portare a casa il risultato. Ricordo che quando giocavo io, i giovani avevano in testa solo un obiettivo e lottavano, sudavano la maglia per raggiungerlo. A me - passaggio molto forte delle sue dichiarazioni - i bambini viziati non piacciono. Dopo la batosta del derby contro la Vigor non nego che provavo vergogna persino ad uscire di casa. Sono un uomo abituato a vincere, non ci tenevo a fare brutte figure e ho preferito mettermi da parte. Mi auguro che con Alberti cambi qualcosa”.



Alle domande sulle questioni Di Michele e Giacchetta, e le presunte incomprensioni sorte con lui, ci tiene a precisare: “David per me era ed è un giocatore importante. L’esclusione dai convocati l’hanno fatta passare per scelta tecnica, ma alla base c’era altro. Non so cosa sia successo con la società, ma vengono prese delle decisioni e bisogna attenersi a queste, così come nel caso di Viola ad inizio stagione. Giacchetta? Ho letto che io ho affermato di non volere Simone nel ruolo di direttore sportivo, vorrei dire che è solo una cattiveria. Con lui ho sempre avuto un rapporto di stima reciproca”.



Cozza chiude con una considerazione sui due acquisti fortemente voluti dall’ex mister amaranto: “Masini è un giocatore importante, un rapace d’area che necessita di due esterni che spingano e mettano in mezzo un gran numero di palloni. Bombagi ad inizio anno era un giocatore che faceva al caso nostro, ma ha deciso di prendere una strada diversa. Da Crescenzi onestamente mi aspettavo di più. Diciamo che arrivava da un infortunio abbastanza serio, ma si era creato attorno a lui un alone di pregiudizi dopo qualche prestazione sottotono", ed un augurio, da uomo amaranto qual è rimasto e rimarrà indipendentemente dal percorso professionale, "spero che la Reggina si svegli il prima possibile da questo brutto incubo e credo che alla fine ci riuscirà”.


Filippo Mazzù - Reggionelpallone.it
BoogeymanFCF
Forumino Scelto
Forumino Scelto
Messaggi: 460
Iscritto il: 06/01/2014, 23:53

riassumendo:

Cozza se la prende con "gli uomini di esperienza e carismatici" e con "i bambini viziati"

Poi sulle esclusioni di Di michele e Viola parla di scelta societaria
Avatar utente
Diabolik
Forumino Scelto
Forumino Scelto
Messaggi: 440
Iscritto il: 11/05/2011, 14:17
Località: Lontano dai terùn

BoogeymanFCF ha scritto:riporto un articolo con le sue dichiarazioni:

Cozza rompe il silenzio a RTV:"Addio alla Reggina? Mi sono dimesso perchè..."
Martedì 09 Dicembre 2014 00:28
cozzamontepulciano

Avanti senza rimorsi. Quasi un mese fa Ciccio Cozza lasciava vacante il timone amaranto e proprio nella serata di oggi torna a parlare di Reggina, attraverso le frequenze televisive di Reggio Tv, ospite del programma “Fuorigioco” condotto da Andrea Ripepi e Federico Lamberti.


“Assistere da fuori non fa piacere a nessuno, ma sono più che convinto della scelta maturata nel post-gara di Reggina-Salernitana – esordisce l’ex tecnico amaranto – Si tratta comunque di una decisione ponderata e sofferta e non nascondo che, indipendentemente dal risultato, avrei rassegnato le dimissioni. Non c’erano più le condizioni per poter lavorare come auspicavo e a mancare erano gli uomini d’esperienza e carismatici. Il crollo? Nelle prime nove partite credo che questa squadra abbia raccolto ancora meno di quanto meritasse. Abbiamo letteralmente dominato l’avversario, producendo una gran mole di occasioni, ma sciupandole pressoché tutte. Dal rigore sbagliato contro la Lupa Roma, dalla penalizzazione si è venuta a creare una situazione dalla quale non siamo più riusciti a venirne fuori. Abbiamo pagato l’inesperienza e la pochezza di ricambi. Credo però che se non ci fossero stati sottratti parte dei punti conquistati sul campo avremmo affrontato le partite con tutt’altro piglio”.



Poi Cozza sposta l’attenzione sulla mancanza di motivazioni degli effettivi a disposizione: “Un gruppo necessita di tre/quattro elementi trainanti, che riescano a tenere in pugno lo spogliatoio. Nel periodo in cui ho guidato questa squadra a mancare era proprio la determinazione, la voglia di portare a casa il risultato. Ricordo che quando giocavo io, i giovani avevano in testa solo un obiettivo e lottavano, sudavano la maglia per raggiungerlo. A me - passaggio molto forte delle sue dichiarazioni - i bambini viziati non piacciono. Dopo la batosta del derby contro la Vigor non nego che provavo vergogna persino ad uscire di casa. Sono un uomo abituato a vincere, non ci tenevo a fare brutte figure e ho preferito mettermi da parte. Mi auguro che con Alberti cambi qualcosa”.



Alle domande sulle questioni Di Michele e Giacchetta, e le presunte incomprensioni sorte con lui, ci tiene a precisare: “David per me era ed è un giocatore importante. L’esclusione dai convocati l’hanno fatta passare per scelta tecnica, ma alla base c’era altro. Non so cosa sia successo con la società, ma vengono prese delle decisioni e bisogna attenersi a queste, così come nel caso di Viola ad inizio stagione. Giacchetta? Ho letto che io ho affermato di non volere Simone nel ruolo di direttore sportivo, vorrei dire che è solo una cattiveria. Con lui ho sempre avuto un rapporto di stima reciproca”.



Cozza chiude con una considerazione sui due acquisti fortemente voluti dall’ex mister amaranto: “Masini è un giocatore importante, un rapace d’area che necessita di due esterni che spingano e mettano in mezzo un gran numero di palloni. Bombagi ad inizio anno era un giocatore che faceva al caso nostro, ma ha deciso di prendere una strada diversa. Da Crescenzi onestamente mi aspettavo di più. Diciamo che arrivava da un infortunio abbastanza serio, ma si era creato attorno a lui un alone di pregiudizi dopo qualche prestazione sottotono", ed un augurio, da uomo amaranto qual è rimasto e rimarrà indipendentemente dal percorso professionale, "spero che la Reggina si svegli il prima possibile da questo brutto incubo e credo che alla fine ci riuscirà”.


Filippo Mazzù - Reggionelpallone.it
ora vediamo che dice Cozzina :lol:
va mangiati a bufala stortu
Avatar utente
cozzina1
Non c'è nenti!
Non c'è nenti!
Messaggi: 4426
Iscritto il: 11/05/2011, 14:08
Località: santropè

Cozzina risponde...i giornali portavano altro...fermo restando che dice che sono mancati gli uomini d'esperienza e gli uomini spogliatoio..quindi...non cambia di molto il mio giudizio su tutti i giocatori...grandi ( che se ne sono fregati) e piccoli (viziati)
:???:
L'ignoranza è meno dannosa del confuso sapere.
Cesare Beccaria
un giorno senza un sorriso è un giorno perso(C.Chaplin)
luckyboy76
Forumino Praticante
Forumino Praticante
Messaggi: 182
Iscritto il: 02/05/2014, 13:46

Per quanto riguarda Crescenzi mi aspettavo di più ma è sempre nell'occhio del ciclone, se sbaglia lui va bene, ma anche se sbaglia qualcun'altro la colpa va sempre a lui.

Si parla du jenneru??
Avatar utente
Mave
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 8416
Iscritto il: 11/05/2011, 15:28

luckyboy76 ha scritto:Per quanto riguarda Crescenzi mi aspettavo di più ma è sempre nell'occhio del ciclone, se sbaglia lui va bene, ma anche se sbaglia qualcun'altro la colpa va sempre a lui.

Si parla du jenneru??
io sono convinto che la presenza du jenneru è motivo di destabilizzazione
RAMBO
Forumino Scelto
Forumino Scelto
Messaggi: 585
Iscritto il: 27/10/2014, 8:43

L'intervista di cozza mi fa intuire soltanto una cosa... quando parla di giocatori viziati e menefreghisti senza impegno e con nessuna voglia di sudare la maglia,ci sta dicendo che i primi a fottersene sono i giocatori, con Alberti non cambierà niente, a meno che il nuovo mister li prenda a cinghiate.

Sono da buttare, dal primo all'ultimo.
reggina D-I
Forumino Malatissimo
Forumino Malatissimo
Messaggi: 1566
Iscritto il: 11/05/2011, 14:58

Per quanto mi riguarda spero che Cozza ritrovi la Reggina perchè la sua squadra, seppur scarsa nella rosa, mi è davvero piaciuta in generale...poi (lo avevo preventivato) è arrivata la penalizzazione e tutto si è sciolto forse anche per ineseperienza sua ma non glie ne faccio una colpa perchè solo un allenatore di esperienza in quel momento avrebbe potuto attutire il colpo

Un'altra cosa non dimentico ed è quella che da quando siamo scesi in B è stato il primo allenatore (a parte il primo Atzori diciamo fino alla sconfitta in casa col Toro) che ha fatto ciò che aveva detto!!!

Ripeto: spero che ci sia ancora la possibilità dio vederlo a Reggio!!!
Uno solo ho visto in vita mia che MAI, non quasi mai ma proprio MAI, capisce ciò che legge! Il vero guaio per lui, spettacolo per gli altri, è che poi scrive e a tutti si mostra nella tragica evidenza!!! :PPP
RAMBO
Forumino Scelto
Forumino Scelto
Messaggi: 585
Iscritto il: 27/10/2014, 8:43

Si parla tanto della penalizzazione, sembra quasi che serva a giustificare qualcosa... ci hanno tolto solo 4 punti,la squadra in quel periodo andava bene... c'è dell'altro, il contraccolpo psicologico lo puoi avere 3-4 partite, poi passa.. un risultato positivo lo dovevi fare per forza.
Avatar utente
DoubleD
Forumino Malatissimo
Forumino Malatissimo
Messaggi: 2469
Iscritto il: 11/05/2011, 13:57
Località: MedazZalaNd

BoogeymanFCF ha scritto:
Poi sulle esclusioni di Di michele e Viola parla di scelta societaria
quando furono esclusi io lo scrissi e il 90% dei forumini quasi quasi mi prendeva in giro
'' A Reggina Esti Comu U viagra... faci 'nchianari i cazzi "

Immagine
goodfellow

cozzina1 ha scritto:Cozzina risponde...i giornali portavano altro...fermo restando che dice che sono mancati gli uomini d'esperienza e gli uomini spogliatoio..quindi...non cambia di molto il mio giudizio su tutti i giocatori...grandi ( che se ne sono fregati) e piccoli (viziati)
:???:

I giornali portavano altro perché come sempre cercavano di trovare il bandolo della matassa nel nulla cosmico.
Il tuo giudizio è chiaro, rispettabilissimo e coerente.
Quello di Cozza però mi pare diverso, ovvero, da quanto dice, pare che Di Michele per lui fosse fondamentale per la squadra.
Avatar utente
cozzina1
Non c'è nenti!
Non c'è nenti!
Messaggi: 4426
Iscritto il: 11/05/2011, 14:08
Località: santropè

Good...mi pare abbia sottolineato che siano mancati gli uomini navigati e di spogliatoio...pensi si riferisse a me? :D
Era un giocatore importante...stop...ma e' inutile tornare indietro..ognuno legge e leggerà le frasi in maniera diversa..
Ora vedremo Alberti :???:
L'ignoranza è meno dannosa del confuso sapere.
Cesare Beccaria
un giorno senza un sorriso è un giorno perso(C.Chaplin)
Avatar utente
fuorisede
Forumino Malato
Forumino Malato
Messaggi: 810
Iscritto il: 05/12/2012, 19:56

Sicuramente buonissimo allenatore, ma altrettanto vero che probabilmente come psicologo non è granché.

Finché lavori lì dove sei devi cercare di portarli dalla tua parte. Il muro contro muro non serve a niente. Io non penso che le altre squadre siano piene di accademici e gente matura e solo la Reggina abbia degli sbiellati.

Poi che non siano dei fulmini di guerra, questo mi pare ovvio. Ma se al già poco tasso tecnico non cerchi nemmeno di capirli è finita... un po' di empatia ci vuole. Il fatto che li definisca "bambini viziati" la dice lunga sul rapporto con la squadra nell'ultimo periodo.

Qualcosa da imparare ancora ce l'ha Ciccio...

Ah. E ovviamente il fatto che la società non sia in grado di gestirli e anzi, litighi a prescindere dall'allenatore con alcuni di loro è solo la ciliegina sulla torta.
Occasionale porti male (cit.)
Avatar utente
AMOMARANTO
Forumino Malato
Forumino Malato
Messaggi: 1264
Iscritto il: 11/05/2011, 20:54

Cozza per non dire la verità l'ha buttata sui giocatori...

Doveva parlare qualche settimana fa e non l'ha fatto...

La squadra giocava abbastanza bene e anche dopo sconfitte cocenti (derby) non ha avuto contraccolpi dal punto di vista del gioco...
La penalizzazione è un alibi... Se voleva, poteva parlare con la verità e invece ha parlato di ragazzi che non si impegnano...

Franco, oh Franco... Se continuavi a stare zitto facevi moooolta più figura...
Vale38
Forumino Praticante
Forumino Praticante
Messaggi: 238
Iscritto il: 30/07/2012, 23:33

cozzina1 ha scritto:Good...mi pare abbia sottolineato che siano mancati gli uomini navigati e di spogliatoio...pensi si riferisse a me? :D
Era un giocatore importante...stop...ma e' inutile tornare indietro..ognuno legge e leggerà le frasi in maniera diversa..
Ora vedremo Alberti :???:
ma tu ci credi a quello che dice? queste mi sembrano tanto frasi di circostanza. I nostri giocatori non mi sembrano viziati, mi sembrano in malafede che è diverso :(
"L'uomo non ha vergogna di agir male, ma arrossisce del suo pentimento; nè si vergogna di aver commesso un'azione per cui meriterebbe d'esser tacciato da stupido, ma di aver riconosciuto la propria stupidità." - Daniel De Foe, Robinson Crusoe
goodfellow

:???:
cozzina1 ha scritto:Good...mi pare abbia sottolineato che siano mancati gli uomini navigati e di spogliatoio...pensi si riferisse a me? :D
Era un giocatore importante...stop...ma e' inutile tornare indietro..ognuno legge e leggerà le frasi in maniera diversa..
Ora vedremo Alberti :???:

A me pare che abbia sottolineato quanto "David per me era ed è un giocatore importante. L’esclusione dai convocati l’hanno fatta passare per scelta tecnica, ma alla base c’era altro."
Quindi lui voleva Di Michele (e Viola) considerandolo importante ma la società (il baffo maledetto) ha deciso di testa propria salvo scaricare le colpe su Cozza.
Gli uomini di esperienza mancavano nel senso che non c'erano proprio a disposizione, il più "navigato" è Armellino (24 anni!). Questo dice Ciccio.
Avatar utente
reggino91
Forumino Malatissimo
Forumino Malatissimo
Messaggi: 2346
Iscritto il: 12/05/2011, 10:59

Pedullà: "Cozza trova sempre degli alibi, ma con Reggina e Catanzaro ha fallito"

Sull'addio di Francesco Cozza alla Reggina e gli alibi esplicitati dall'ex tecnico amaranto sull'esperienza negativa in Calabria si è espresso anche l'esperto di mercato di Sportitalia Alfredo Pedullà:

"In Italia diventa sempre più raro riuscire a dire "ho sbagliato". A maggior ragione nel calcio, quando le cose vanno malissimo e bisognerebbe metterci la faccia. Invece, Cicco Cozza ha da poco concluso la sua esperienza (fallimentare) con la Reggina e dice che la colpa è soltanto degli altri. Certo, avrà degli alibi, la situazione societaria ha avuto un peso importante, la penalizzazione e il mercato senza grossi lampi anche. Ma Cozza fa l'allenatore e dovrebbe ricordare che viene giudicato per il lavoro sul campo. E per un profitto che, domenica dopo domenica, non c'è stato. Inutile sparare veleno dopo, non ha senso. Il buon Ciccio ambiva alla panchina della Reggina, se avesse avuto il minimo dubbio avrebbe fatto meglio a rinunciare, non era una prescrizione medica. Anche per non allungare la lista delle incompiute, da Catanzaro a Pisa troppe frenate per poterlo considerare un rampante della panchina. Anzi, il bilancio è in rosso. Auguriamo sinceramente a Cozza di cancellare i recenti fallimenti, ma di non raccogliere soltanto alibi. Quando lo mandarono via da Catanzaro disse più o meno le stesse cose: possibile che ogni tanto non sia anche e soprattutto colpa sua?".

http://www.tuttolegapro.com/altre-news/ ... lito-96287" onclick="window.open(this.href);return false;


Pedullà ha pure ragione.
miguelito
Forumino Malatissimo
Forumino Malatissimo
Messaggi: 2030
Iscritto il: 11/05/2011, 15:38

su precisa domanda dei flop Crescenzi e Masini, da lui fortemente voluti ha risposto: Crescenzi veniva da problemi fisici ed ha stentato a ritrovare la forma. Per Masini ha detto che la causa dei suoi zero gol era la mancanza di due esterni che gli rifornissero cross validi in quanto lui è un uomo d'area, quindi si è dovuto adattare in un ruolo non suo. Sarà pur vero ma io stento a credere che i veri motivi siano questi, per entrambi.
Rispondi