Pagina 7 di 23

Re: Dubbio:I club organizzati non supportano la Reggio Calab

Inviato: 21/08/2015, 12:21
da UnTo_Re
Ma quindi i gruppi organizzati hanno ufficializzato qualcosa? si sono fatti 1000 abbonamenti e si è specificato che la maggioranza degli stessi è stata in curva sud. ma una nota ufficiale da parte dei gruppi organizzati non c'è stata.

Formalmente se foti facesse settore giovanile e quindi chiedesse l'affiliazione in terza categoria (pur senza presentare la squadra) la matricola FIGC rimarrebbe attiva.

E lì sec me sarebbe un problema, io non ho mai tifato reggina solo per il fatto che era identificativa della mia città... L'ASD reggio calabria sarebbe a tutti gli effetti un'altra società..

come la mettiamo?

Re: Dubbio:I club organizzati non supportano la Reggio Calab

Inviato: 21/08/2015, 12:53
da Mave
UnTo_Re ha scritto:Ma quindi i gruppi organizzati hanno ufficializzato qualcosa? si sono fatti 1000 abbonamenti e si è specificato che la maggioranza degli stessi è stata in curva sud. ma una nota ufficiale da parte dei gruppi organizzati non c'è stata.

Formalmente se foti facesse settore giovanile e quindi chiedesse l'affiliazione in terza categoria (pur senza presentare la squadra) la matricola FIGC rimarrebbe attiva.

E lì sec me sarebbe un problema, io non ho mai tifato reggina solo per il fatto che era identificativa della mia città... L'ASD reggio calabria sarebbe a tutti gli effetti un'altra società..

come la mettiamo?
io dico che non si può essere ostaggi di Lillo Foti, non è questione di categoria perchè la seguirei anche nell'ultima ma qualora si permettesse di iscriverla da qualche parte sarebbe a tutti gli effetti la Fotina, un suo giocattolo tenuto integro solo per il tornaconto personale e per evitare problemi con la legge

Re: Dubbio:I club organizzati non supportano la Reggio Calab

Inviato: 21/08/2015, 14:52
da UnTo_Re
Mave ha scritto:
UnTo_Re ha scritto:Ma quindi i gruppi organizzati hanno ufficializzato qualcosa? si sono fatti 1000 abbonamenti e si è specificato che la maggioranza degli stessi è stata in curva sud. ma una nota ufficiale da parte dei gruppi organizzati non c'è stata.

Formalmente se foti facesse settore giovanile e quindi chiedesse l'affiliazione in terza categoria (pur senza presentare la squadra) la matricola FIGC rimarrebbe attiva.

E lì sec me sarebbe un problema, io non ho mai tifato reggina solo per il fatto che era identificativa della mia città... L'ASD reggio calabria sarebbe a tutti gli effetti un'altra società..

come la mettiamo?
io dico che non si può essere ostaggi di Lillo Foti, non è questione di categoria perchè la seguirei anche nell'ultima ma qualora si permettesse di iscriverla da qualche parte sarebbe a tutti gli effetti la Fotina, un suo giocattolo tenuto integro solo per il tornaconto personale e per evitare problemi con la legge

Fotina o non Fotina è la squadra che ha giocato in serie A e x cui il 30 maggio abbiamo esultato in massa.

Se ci fossero sicurezze non avrei dubbi a tifare per l'asd, ma allo stato attuale la permanenza della reggina che è la storia è realtà.... speriamo fallisca e si riesca nel giro di un anno ad avere la società rinata e sana..... ma ho bisogno di certezze prima di dare il mio concreto supporto in termini di abbonamento, tifo ecc ecc. sembra un gioco masochista ma il 30 maggio accanto a me c'erano tifosi reggini che alle parole dello speaker dello stadio ACR Messina ridevano e sfottevano i cugini buddaciazzi.. io tutto sono ma non buddace....

Re: Dubbio:I club organizzati non supportano la Reggio Calab

Inviato: 21/08/2015, 15:15
da Gibran
riggiuriggiu ha scritto:non vorrei difendere reggino91 e tutti quelli che non vogliono seguire la reggio calabria
però lui ti potrebbe rispondere che questo forum si chiama reggina life e tifo amaranto non reggio calabria life
http://www.regginalife.com/forum/viewto ... =2&t=10228

Piano piano molti arriveranno alle mie stesse considerazioni di cui al topic del 14/07/15

Re: Dubbio:I club organizzati non supportano la Reggio Calab

Inviato: 21/08/2015, 15:49
da cicciox80
http://www.strettoweb.com/2015/08/reggi ... 16/313165/" onclick="window.open(this.href);return false;
Reggina, verso l’ok per la maglia amaranto. Per il nome basterà fare domanda entro il 5 luglio 2016
Reggina, ecco le norme che regolamentano denominazione e colori sociali: la nuova società ha già ereditato il titolo sportivo del vecchio club, che l’ha perduto con la mancata iscrizione, e a luglio 2016 potrà nuovamente chiamarsi Reggina
20 agosto 2015 17:36 | Peppe Caridi
Reggina logo Reggio CalabriaUna formalità. Lo scriviamo da giorni, infatti non abbiamo mai smesso di chiamarla “Reggina”. Nelle classifiche ufficiali della Federazione si leggerà “Reggio Calabria” (che è comunque il nome della città), ma è sempre e soltanto la Reggina. La vera Reggina. Non è un’altra entità, non è una “maschera” di un club che ha acquistato un altro titolo sportivo, non è chissà cosa. E’ la Reggina, la principale squadra che rappresenta la città che è rinata rispettando tutte le normative federali dopo la mancata iscrizione della precedente al campionato a cui aveva diritto (la Lega Pro). Con quella mancata iscrizione, la Reggina ha già perso l’affiliazione (un provvedimento che formalmente verrà ratificato entro 6 mesi dal Presidente Federale) e la nuova Reggina ha già ereditato il titolo sportivo ottenendo l’ammissione in soprannumero alla prossima serie D. Se non avesse ereditato il titolo sportivo, non sarebbe stata ammessa in serie D perchè solo con il titolo sportivo si ha diritto a ripartire dai Dilettanti.
Logo-Figc-NazionaleUn iter regolamentato dalle Norme organizzative interne della FIGC, che in alcun modo vede particolarità per il caso della Reggina rispetto ad altri. Ininfluente il ruolo del Sindaco, che avrebbe avuto un senso soltanto se ci fossero state più cordate ad ambire all’eredità della Reggina: in quel caso il primo cittadino avrebbe dovuto indicare alla FIGC una sua preferenza quella che più di ogni altra rappresentava la città, ma sarebbe stata comunque poi la FIGC a decidere autonomamente quale ammettere in soprannumero alla prossima serie D e quindi a chi concedere l’eredità sportiva della Reggina. Esattamente come accaduto a Parma dove erano state due le società a presentarsi con l’ambizione di dare continuità alla storia calcistica degli emiliani.
reggina 01A Reggio c’è stata una sola cordata, che poi era la stessa che aveva tentato in extremis il salvataggio della vecchia società in Lega Pro, quindi non c’è stato nulla da scegliere. Il nuovo club non può chiamarsi Reggina perchè il nome Reggina non è il nome della città, quindi in attesa della formalizzazione da parte del presidente federale della perdita dell’affiliazione, non possono coesistere in FIGC due nomi identici. E’ già successo alla Fiorentina nel 2002 e alla Salernitana del 2011.
figcIl mutamento di denominazione sociale delle società può essere autorizzato, sentito il parere della Lega competente o del Settore per l’Attività Giovanile e Scolastica, dal Presidente della F.I.G.C. su istanza da inoltrare improrogabilmente entro il 15 luglio di ciascun anno; per le società associate alla Lega Nazionale Dilettanti tale termine è anticipato al 5 luglio. All’istanza vanno allegati in copia autentica, il verbale dell’Assemblea che ha deliberato il mutamento di denominazione, l’atto costitutivo, lo Statuto sociale e l’elenco nominativo dei componenti l’organo o gli organi direttivi. Entro il 5 luglio 2016, quindi, la società dovrà presentare alla Federazione tutta la documentazione e potrà nuovamente chiamarsi Reggina. A prescindere dal destino del vecchio club.
reggina marchio storico serie aSe la Reggina Calcio Spa – com’è probabile – continuerà a rimanere in vita portando avanti una serie di progetti sociali, formativi ed educativi nel Centro Sportivo Sant’Agata (che è di sua proprietà), non ci comunque sarà nessun problema. L’unico nome che la nuova società non potrà scegliere, sarà “Reggina Calcio Spa”, e l’unico marchio che la nuova società non potrà scegliere, sarà il logo con la R e il pallone che è appunto rappresentativo della Reggina Calcio Spa. Ma la nuova società ha già deciso che si chiamerà AS Reggina, e che il logo è rotondo con un pallone e il simbolo di San Giorgio, com’era stato per decenni prima del 1986 nell’ultracentenaria storia amaranto, per dare continuità ad un’identità e ad una passione che non ha età. Nessun problema, quindi, anzi la sopravvivenza della Reggina Calcio con tutta una serie di attività che porteranno un importante ritorno alla città soprattutto nel settore del calcio, potrà soltanto aiutare la nuova Reggina a crescere nel modo migliore possibile.
reggina (1)A tal proposito, è bene specificare come si vada verso l’ok per l’utilizzo della maglia amaranto già vista ieri nell’amichevole di Polistena. Non dovrebbero esserci problemi per il colore sociale, in quanto non esiste una norma federale di specifico riferimento. La Reggina è e rimane amaranto, anche in questa fase di transizione. Ad ulteriore testimonianza che non c’è alcun problema d’identità. La Reggina è una sola, ed è quella che l’anno prossimo disputerà la serie D con Messina, Siracusa, Rende, Vibonese, Agropoli, Turris e altri club che renderanno la stagione zeppa di sfide dal sapore d’altri tempi.
reggina messina (1)A guidare la società c’è un gruppo di imprenditori privo di straordinarie risorse economiche ma spinto da una eccezionale passione e da un entusiasmo tale da provare a spingersi oltre l’ostacolo. Ovviamente serve il sostegno della piazza. L’abbonamento in Curva Sud costa 25 euro per 19 partite. Non ci sono più scuse o alibi che tengano. Chi tifa Reggina deve rispondere “presente”, perchè anche in serie D questa passione non muore mai.

Re: Dubbio:I club organizzati non supportano la Reggio Calab

Inviato: 21/08/2015, 17:28
da riggiuriggiu
UnTo_Re ha scritto:
Mave ha scritto:
UnTo_Re ha scritto:Ma quindi i gruppi organizzati hanno ufficializzato qualcosa? si sono fatti 1000 abbonamenti e si è specificato che la maggioranza degli stessi è stata in curva sud. ma una nota ufficiale da parte dei gruppi organizzati non c'è stata.

Formalmente se foti facesse settore giovanile e quindi chiedesse l'affiliazione in terza categoria (pur senza presentare la squadra) la matricola FIGC rimarrebbe attiva.

E lì sec me sarebbe un problema, io non ho mai tifato reggina solo per il fatto che era identificativa della mia città... L'ASD reggio calabria sarebbe a tutti gli effetti un'altra società..

come la mettiamo?
io dico che non si può essere ostaggi di Lillo Foti, non è questione di categoria perchè la seguirei anche nell'ultima ma qualora si permettesse di iscriverla da qualche parte sarebbe a tutti gli effetti la Fotina, un suo giocattolo tenuto integro solo per il tornaconto personale e per evitare problemi con la legge

Fotina o non Fotina è la squadra che ha giocato in serie A e x cui il 30 maggio abbiamo esultato in massa.

Se ci fossero sicurezze non avrei dubbi a tifare per l'asd, ma allo stato attuale la permanenza della reggina che è la storia è realtà.... speriamo fallisca e si riesca nel giro di un anno ad avere la società rinata e sana..... ma ho bisogno di certezze prima di dare il mio concreto supporto in termini di abbonamento, tifo ecc ecc. sembra un gioco masochista ma il 30 maggio accanto a me c'erano tifosi reggini che alle parole dello speaker dello stadio ACR Messina ridevano e sfottevano i cugini buddaciazzi.. io tutto sono ma non buddace....
beh non tutti hanno la mentalità ultra quindi i tifosi normali potranno seguire la reggio calabria
scusa se uno non è ultra o ragazzo di curva che se ne frega di ciò che dicevamo ai buddaci e della coerenza?

Re: Dubbio:I club organizzati non supportano la Reggio Calab

Inviato: 21/08/2015, 20:07
da io2
Ancora con questa storia, la reggina calcio S.p.A. non ha più il titolo sportivoooo, lo ha perso lo scorso 17 luglio quando non è riuscita a iscriversi.
Il titolo sportivo, quindi tutta la storia, della reggina calcio S.p.A. è stato trasferito dalla federazione all'asd Reggio Calabria.
Se non fosse stato così, l'asd Reggio Calabria non avrebbe potuto iscriversi al campionato di serie d ma si sarebbe dovuta iscrivere in terza categoria.

Re: Dubbio:I club organizzati non supportano la Reggio Calab

Inviato: 21/08/2015, 20:48
da peas!
io2 ha scritto:Ancora con questa storia, la reggina calcio S.p.A. non ha più il titolo sportivoooo, lo ha perso lo scorso 17 luglio quando non è riuscita a iscriversi.
Il titolo sportivo, quindi tutta la storia, della reggina calcio S.p.A. è stato trasferito dalla federazione all'asd Reggio Calabria.
Se non fosse stato così, l'asd Reggio Calabria non avrebbe potuto iscriversi al campionato di serie d ma si sarebbe dovuta iscrivere in terza categoria.
Perfetto, solo che non è vero.

Re: Dubbio:I club organizzati non supportano la Reggio Calab

Inviato: 21/08/2015, 21:29
da io2
peas! ha scritto: Perfetto, solo che non è vero.
Se lo dici tu...
Leggiti il regolamento federale.

Re: Dubbio:I club organizzati non supportano la Reggio Calab

Inviato: 21/08/2015, 21:48
da cicciox80
Art. 16
Decadenza e revoca della affiliazione
1. La decadenza e la revoca della affiliazione sono deliberate dal Presidente Federale.
2. Le società decadono dall'affiliazione alla F.I.G.C.:
a) se non prendono parte ovvero non portano a conclusione, a seguito di rinuncia od esclusione, l'attività ufficiale;
b) se non provvedono, nei termini previsti, al versamento della tassa di rinnovo dell'affiliazione e della tassa di partecipazione all'attività ufficiale.

Re: Dubbio:I club organizzati non supportano la Reggio Calab

Inviato: 21/08/2015, 22:14
da VincentVega
io2 ha scritto:
peas! ha scritto: Perfetto, solo che non è vero.
Se lo dici tu...
Leggiti il regolamento federale.
La confusione (mia) deriva dal fatto che le noif parlano giustamente di titolo sportivo ma io non riesco ad interpretare questo come "tutta la storia della Reggina Calcio spa". La Reggio Calabria diventa titolare del diritto di partecipazione al campionato in luogo della Reggina che non è riuscita ad iscriversi, ma non ha fatto la Serie A né carcagnato i buddaci.

Che poi questo fa cambiare poco o nulla la situazione siamo d'accordo

Re: Dubbio:I club organizzati non supportano la Reggio Calab

Inviato: 21/08/2015, 22:30
da io2
Per la Federazione è la continuazione altrimenti non avrebbe permesso la serie D

Re: Dubbio:I club organizzati non supportano la Reggio Calab

Inviato: 21/08/2015, 22:46
da peas!
io2 ha scritto:Per la Federazione è la continuazione altrimenti non avrebbe permesso la serie D
Non vero anche questo. La città (in assenza di squadre nei campionati professionistici) ha diritto ad una squadra in D. L'unica candidata era la ASD, che quindi diventa la nuova prima squadra cittadina.

Re: Dubbio:I club organizzati non supportano la Reggio Calab

Inviato: 22/08/2015, 8:45
da riggiuriggiu
allora
una cosa è il titolo che un sindaco scelga la squadra che la rappresenti ufficialnente
altro è il blasone il nome la storia quella ovviamente è di proprietà della società di riferimento e dei tifosi che in essa vi si riconoscono
per cui asd reggio calabria unica citta delegata a rappresentare la città e i suoi tifosi gli stessi diritti
reggina calcio unica depositaria di nome, discendenza dalla reggina 1914, blasone e storia così come i suoi tifosi adesso hanno gli stessi relativi diritti

Re: Dubbio:I club organizzati non supportano la Reggio Calab

Inviato: 22/08/2015, 10:54
da io2
https://www.google.it/url?sa=t&source=w ... =dZcfoYCCn" onclick="window.open(this.href);return false; :D
NGg2XMCAj4zeA
PADOVA. Adesso sì che ci siamo: la Biancoscudati Padova può chiamarsi Associazione Calcio Padova 1910, appropriandosi, oltrechè del titolo sportivo, anche del logo e delle memorabilia (le coppe, i trofei e, di fatto, la storia della società, dal 1910 appunto sino al luglio 2014). La svolta, perché tale dev’essere definita, è maturata, con inatteso anticipo rispetto alle previsioni più ottimistiche, pochi giorni prima della fine di marzo: il vecchio Padova, affiliato alla Figc ma di fatto inattivo, ha visto accolta la domanda di cambio di denominazione, per cui oggi è iscritto alla Camera di Commercio come Football Padova Spa, “società in liquidazione”. Per capire l’importanza della scelta compiuta da Diego Penocchio (e dal suo ex socio Marcello Cestaro), bastano un paio di considerazioni: l’Ac Padova 1910 esiste ancora, ma solo sulla carta, non essendo più legata come nome a nulla, sostituita dalla nuova denominazione. Dunque, l’attuale proprietà della Biancoscudati Padova, società sportiva dilettantistica fondata nel luglio scorso, ha tutte le carte in regola per chiedere, indipendentemente dalla promozione in Lega Pro, di tornare a chiamarsi come una volta. Un po’ com’è successo a Firenze, quando si ripartì con la Florentia Viola e, dopo il salto dalla C/2 alla C/1 (che poi fu serie B, saltando dunque una categoria), i gigliati recuperarono la storica denominazione di Fiorentina.
Nelle mani del sindaco. I tifosi possono (finalmente) esultare: il peggio è passato. Adesso la festa sarà doppia: per il ritorno tra i professionisti e perché il Biancoscudo sarà quello di prima, con annessi e connessi. La precisazione, a questo punto, è necessaria: è lo storico marchio a tornare “libero”, mentre tutto ciò che riguarda il Padova sino all’estate scorsa non si cancella, dalla partita Iva ai debiti accumulati, sino alla lunga fila di creditori che aspettano di conoscere, se mai verrà presentato, il piano di ristrutturazione del debito annunciato a più riprese, ma di cui non c’è traccia (e poi vedremo il motivo). Ma il fatto che il tifo padovano si riidentifichi con l’amato simbolo è un passaggio fondamentale per ridare slancio alla nuova proprietà, impegnata in queste settimane a tessere la tela di contatti e incontri con imprenditori che avrebbero manifestato concreto interesse per entrare nella compagine azionaria.
E di questo bisogna dare atto al sindaco Massimo Bitonci, che, nel momento in cui ha alzato la voce per pretendere il pagamento dei 320 mila euro che il Comune avanza dal Padova, ha messo i suoi interlocutori di fronte ad un bivio: o titolo, logo e cimeli tornavano subito all’amministrazione municipale, dunque ai padovani, e il resto, circa 150 mila euro, avrebbe potuto essere rateizzato con scadenza settembre 2015, oppure sarebbe partita un’istanza di fallimento al Tribunale. Incontrando l’avvocato Simone Perazzolo, rappresentante dell’Ac Padova 1910, il primo cittadino ha così dato il via libera all’accordo che già da qualche mese il capo di gabinetto Andrea Recaldin e l’assessore allo Sport Cinzia Rampazzo avevano raggiunto con lo stesso legale. Una scelta obbligata per Penocchio (e Cestaro), che se non altro ammorbidirà la rabbia e la disistima del pubblico dell’Euganeo, ma anche della piazza intera, nei confronti di coloro che hanno cancellato la città dalla geografia del calcio professionistico in Italia.
Le procedure. Con il titolo, il logo e le memorabilia che vanno al Comune, il quale di anno in anno li concederà gratuitamente, in comodato d’uso, alla proprietà della società calcistica, si apre un iter preciso da seguire per Bergamin e Tosetto: a fine aprile la Figc farà conoscere, con un comunicato, le modalità per il cambio di denominazione che i singoli club vorrebbero effettuare al termine della stagione. I due soci della Biancoscudati Padova a quel punto inoltreranno richiesta specifica di tornare a chiamarsi Ac Padova 1910 e a giugno la stessa Federcalcio esprimerà il suo parere, che, salvo sorprese, sarà positivo. Per arrivare a questo, ovviamente, Bitonci e i suoi collaboratori hanno rinunciato a metà del credito vantato, ma l’effetto ottenuto, sul piano affettivo e del recupero del patrimonio storico-sportivo, varrà il sacrificio messo in atto.
Credito Sportivo, non c’è il sì. Per l’imprenditore bresciano e il cavaliere di Schio questo è solo un primo passo sulla strada del risanamento di una società che, come recita la nuova registrazione in Camera di Commercio, è in via di liquidazione. Il deficit di 13,8 milioni di euro, registrato al momento di cessazione dell’attività agonistica, può essere colmato se effettivamente si troverà un accordo con almeno il 60% dei creditori, per poi depositare in Tribunale il piano di rientro dei debiti. E questa intesa non c’è ancora per i problemi sollevati dal Credito Sportivo, con il quale era stato acceso un mutuo di oltre 1,5 milioni di euro. I soldi non sono mai stati restituiti e l’immobile che Penocchio ha indicato a garanzia non è stato ritenuto adeguato dal commissario che gestisce l’Ente. La firma non c’è ancora, nonostante le “soffiate” diffuse ad arte che la davano per sicura, ed aleggia una palpabile preoccupazione, insieme ad un comprensibile nervosismo, alla Unicomm, sulla quale ricade - sembra di capire - l’onere di pagare giocatori, tecnici e soprattutto fornitori che avanzano soldi. Il piano avrebbe dovuto essere presentato a fine febbraio: siamo all’8 aprile e il ritardo accumulato aggrava, invece di migliorarlo, il
quadro generale della vecchia Spa biancoscudata. Secondo alcuni ci vorranno dai 6 ai 7 milioni di euro per risolvere le pendenze del passato. Ma il debito con lo Stato, che ammonta a più di 4 milioni, come verrà estinto? La domanda, per ora, non ha risposta.

Re: Dubbio:I club organizzati non supportano la Reggio Calab

Inviato: 22/08/2015, 11:24
da cicciox80
Anche il nostro comune aspetta 200 mila euro x lo stadio dalla reggina calcio, perché il sindaco nn chiede l'istanza di fallimento!!! :muro: :mrgreen:

Re: Dubbio:I club organizzati non supportano la Reggio Calab

Inviato: 22/08/2015, 15:13
da Paolino
Quindi se la Reggina Calcio SpA dovesse diventare la seconda squadra di un'altra società tiferemmo questa e non l'asd Reggio Calabria?

Re: Dubbio:I club organizzati non supportano la Reggio Calab

Inviato: 22/08/2015, 15:51
da HRD Reggio Calabria
io2 ha scritto:Per la Federazione è la continuazione altrimenti non avrebbe permesso la serie D
Non e' vero che e' la continuazione della Reggina perché se ci fosse stata l'Hinterreggio probabilmente non l'avrebbe fatta iscrivere, si consente l' iscrizione di una squadra che sia espressione della città non continuazione della Reggina, avrebbe potuto anche essere il Gallico Catona se si fosse presentata al sindaco ed avesse dato maggiori garanzie dell'asd Reggio

Re: Dubbio:I club organizzati non supportano la Reggio Calab

Inviato: 22/08/2015, 20:49
da cozzina1
Ma non si era detto che non si doveva parlare degli ultras?
Argomento a piacere..

Re: Dubbio:I club organizzati non supportano la Reggio Calab

Inviato: 23/08/2015, 9:08
da HRD Reggio Calabria
Adesso stanno trattando con Pasquale Sorgona' per organizzare il settore giovanile al centro di Viale Messina, lo ripeto a me sembra più l'evoluzione dell'hinterreggio questa squadra che non la continuazione della Reggina