I media non ne parlano, ma in Sicilia è rivolta.

Notizie dal mondo e dalla città: curiosità, fatti, cronaca...

Moderatori: Bud, NinoMed, Lixia, Lilleuro, Mave, ManAGeR78

RONDO
Forumino Praticante
Forumino Praticante
Messaggi: 244
Iscritto il: 12/05/2011, 11:12

I media non ne parlano, ma in Sicilia è rivolta.

Messaggio da RONDO » 17/01/2012, 14:32

BLOCCATE TUTTE LE AUTOSTRADE E STRADE DI COMUNICAZIONI FRA PAESI E CITTA', IL PO...RTO DI PALERMO E LE RAFFINERIE CHE PRODUCONO CARBURANTE.. TUTTO BLOCCATO!!!! E' INIZIATA COSì L'ALBA SICILIANA CON IL MOVIMENTO DEI FORCONI CHE HA UNITO TUTTI I SICILIANI.... PERCHE' SIAMO STANCHI.. NON SI PUO' PIU' ANDARE AVANTI!!!... ANCHE L'ITALIA DOVREBBE INIZIARE A PRENDERE IL CORAGGIO DI RIBELLARSI DAVVERO A QUESTO CARO VITA....!!!! I TG NAZIONALI NON NE PARLANO PER PAURA CHE LA NOTIZIA SI ESPANDA E CHE TUTTA LA NAZIONE PRENDA CORAGGIO... TUTTI DEVONO SAPERE COSA STA ACCADENDO IN SICILIA!!!!
RONDO
Forumino Praticante
Forumino Praticante
Messaggi: 244
Iscritto il: 12/05/2011, 11:12

Re: I media non ne parlano, ma in Sicilia è rivolta.

Messaggio da RONDO » 17/01/2012, 14:42

Signori per chi avesse ancora dei dubbi: questa mattina tutti i giornali e le tv..., ci stanno letteralmente terrorizzando per l'allarme lanciato da draghi sulla gravissima crisi economica... Nello stesso tempo ci vogliono mettere il bavaglio perchè continuano ha celare quello che stà accadendo da ieri e per i prossimi 5 giorni in sicilia. La sicilia da ieri e di fatto in ginocchio, strade, porti, ferrovie etc etc bloccati per scioperare contro questo governo delle banche e dei finanzieri è il popolo sovrano non deve essere informato. Vuoi vedere che tutto quello che ci stiamo raccontando da mesi su queste pagine non sono proprio <minchiate>!! Parte una rivolta dalla sicilia contro questo governo massonico (che ci legherà per sempre al potere delle banche mondiali) con la complicitá di napolitano, e noi tutti zitti inermi in attesa che ci portano anche quello che già non ci appartiene più, la democrazia. . Perchì avesse ancora dei dubbi siamo entrati dalla porta principale in un paese governato da <DITTATORI>>. . Mi auguro che i nostri amici siciliani ce la facciano come sempre hanno fatto nella storia ad aiutare l'italia intera. . Noi tutti dobbiamo essere grati al popolo siciliano.
di: Pietro La Rosa
suonatore Jones

Re: I media non ne parlano, ma in Sicilia è rivolta.

Messaggio da suonatore Jones » 17/01/2012, 14:46

che protestino quanto vogliono, basta che non rovescino cassonetti a terra.
doddi
Non c'è nenti!
Non c'è nenti!
Messaggi: 4823
Iscritto il: 11/05/2011, 12:55
Località: 38°6′41″N 15°39′43″E

Re: I media non ne parlano, ma in Sicilia è rivolta.

Messaggio da doddi » 17/01/2012, 15:21

La storia si ripete, la Scilia si conferma laboratorio di rivoluzioni in Italia, sia politiche che di popolo.
Se coloro che vincono le gare hanno certificati antimafia ma sono in strette relazioni con altre imprese sottoposte all'attenzione della mafia,tutte munite di certificazioni delle prefetture,allora è un problema diverso che non compete a me valutare. I.F.
Avatar utente
CALABRESE
Forumino Malato
Forumino Malato
Messaggi: 1144
Iscritto il: 13/05/2011, 14:12

Re: I media non ne parlano, ma in Sicilia è rivolta.

Messaggio da CALABRESE » 17/01/2012, 15:45

una regione "privilegiata" come tutte quelle a statuto speciale è in rivolta,non capisco il motivo.
"Preferisco che ci si abbracci quando si fa gol, evitando certe cose."
RONDO
Forumino Praticante
Forumino Praticante
Messaggi: 244
Iscritto il: 12/05/2011, 11:12

Re: I media non ne parlano, ma in Sicilia è rivolta.

Messaggio da RONDO » 17/01/2012, 16:59

CALABRESE, forse il motivo è che i privilegi se li pappano solo i politici locali? :roll: Io abito in Sicilia da 30 anni (ne ho quasi 36) e posso dirti che è una Regione, esclusa Catania ed Hinterland, di un'arretratezza disarmante in quanto a strade, ferrovie, servizi, infrastrutture. Sarà un caso, ma si è dimesso proprio ieri il sindaco di Palermo Cammarata. La gente peraltro non ce la fa più.... Ricordo, solo a mò di esempio, che dissero pure che le "revisioni auto" fatte in Sicilia non erano valide nel resto d'Italia! Aggiungo che il Governo Monti si è "dimenticato" di Barcellona Pozzo di Gotto e Saponara, dove oltre alle vittime ci sono state centinaia di famiglie che hanno perso l'attività, la casa o "solo" una o due auto, magari ancora da pagare. La povera gente paga tra i ticket sanitari più alti d'Italia. Il carburante qui è arrivato quasi a 1,80 €/l (benzina). E' tutto fermo, la gente stringe su tutto. E' il momento forse tanto atteso: LA GENTE SI STA PREPARANDO A SCENDERE IN STRADA.
Ma sarà un caso, i MEDIA NON NE PARLANO.
Avatar utente
tina
Apprendista Forumino
Apprendista Forumino
Messaggi: 145
Iscritto il: 11/05/2011, 15:52

Re: I media non ne parlano, ma in Sicilia è rivolta.

Messaggio da tina » 17/01/2012, 17:06

Sarò ignorante per carità, ma ci si chiede il perchè della rivolta perpetrato da una regione a statuto speciale.
Per come la vedo io: Si sa cosa vuol dire far partire ( dalla regione a statuto speciale che mantiene coi suoi prodotti il nord, avogghia chi parra a lega, ma se non gli arrivano i nostri prodotti..... :mrgreen: ) TIR carichi e, che non nguadagnano un kaiser, visti gli aumenti e quant'altro? Sai quanto costa il trasporto sul gommato? (in italia è questa la realta)
Ancora non abbiamo capito una cosa, NESSUNO dellla maggior parte degli italici, ma al nord senza i nostri prodotti chi mangiunu?

Non MOLLATE SICULI, dovremmo prendere esempio da voi, ma si sa che il calabrese non fa altro che accontentarsi. :sad:


http://www.linksicilia.it/2012/01/%E2%8 ... %E2%80%9D/" onclick="window.open(this.href);return false;


:salut


Per tutto il resto concordo con RONDO
Il dolore, è il prezzo da pagare per ogni cosa preziosa che riusciamo ad ottenere
RONDO
Forumino Praticante
Forumino Praticante
Messaggi: 244
Iscritto il: 12/05/2011, 11:12

Re: I media non ne parlano, ma in Sicilia è rivolta.

Messaggio da RONDO » 17/01/2012, 17:08

Se ne avete voglia, consultate sul sito "caronte tourist" i prezzi che devono pagare gli autotreni solo per percorrere pochi km di mare tra Sicilia e Calabria. O per arrivare fino a Salerno. :roll:


In ogni caso mi chiedo, e spero mi vorranno perdonare i mod se "urlo"...

MA COME FANNO TV E RADIO A NON PARLARE DI UNA REGIONE DI 9 MILIONI DI ABITANTI IN CUI I CASELLI AUTOSTRADALI SONO PRESIDIATI, IN CUI I SUPERMERCATI SONO PRESI D'ASSALTO E IN CUI DA IERI POMERIGGIO NON SI TROVA UNA GOCCIA DI BENZINA O GASOLIO????
suonatore Jones

Re: I media non ne parlano, ma in Sicilia è rivolta.

Messaggio da suonatore Jones » 17/01/2012, 17:51

manganello. e basta. incivili. polizia. repressione. i veri lavoratori sono a lavorare. chi protesta è un nullafacente. proteste civili. criminali. black block. take that.

tanto per ricordare.
Avatar utente
Lixia
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 1734
Iscritto il: 11/05/2011, 13:25
Località: Boh!!! Attualmente zingarìo in Trentino!!!

Re: I media non ne parlano, ma in Sicilia è rivolta.

Messaggio da Lixia » 17/01/2012, 18:05

ma siete sicuri sia in atto una rivolta? neanche ansa ne parla, mi pare strano eh
"Gli amici miei, ed in cui posso fidare, non vivon qui: si trovan lontano, al mio paese, come ogni altra cosa, signori, che mi può recar conforto".

Putrusinu ogni mineshra!

Immagine
RONDO
Forumino Praticante
Forumino Praticante
Messaggi: 244
Iscritto il: 12/05/2011, 11:12

Re: I media non ne parlano, ma in Sicilia è rivolta.

Messaggio da RONDO » 17/01/2012, 18:11

suonatore Jones ha scritto:manganello. e basta. incivili. polizia. repressione. i veri lavoratori sono a lavorare. chi protesta è un nullafacente. proteste civili. criminali. black block. take that.

tanto per ricordare.

Mi viene difficile comprendere il senso del tuo post, cmq la protesta al momento, almeno per quanto ne so, è civilissima e composta. Peraltro la popolazione, che sta già pagando molto in termini di disagio, E' CON I MANIFESTANTI e CONDIVIDE I CONTENUTI DELLA PROTESTA.

Resta vergognoso l'atteggiamento dei media che ci triturano le palle con zia cosima, garlasco e il reggiseno di Meredith, ma NON PARLANO DI UNA REGIONE IN SOMMOSSA!
RONDO
Forumino Praticante
Forumino Praticante
Messaggi: 244
Iscritto il: 12/05/2011, 11:12

Re: I media non ne parlano, ma in Sicilia è rivolta.

Messaggio da RONDO » 17/01/2012, 18:11

Lixia ha scritto:ma siete sicuri sia in atto una rivolta? neanche ansa ne parla, mi pare strano eh


Ma sì, qua in Sicilia siamo visionari!!!! :cheers
Avatar utente
Lixia
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 1734
Iscritto il: 11/05/2011, 13:25
Località: Boh!!! Attualmente zingarìo in Trentino!!!

Re: I media non ne parlano, ma in Sicilia è rivolta.

Messaggio da Lixia » 17/01/2012, 18:15

http://www.corriere.it/cronache/12_genn ... 9858.shtml" onclick="window.open(this.href);return false;

SI CHIEDONO LE DIMISSIONI DI LOMBARDO, ACCOLTELLATO UN AUTISTA
Sicilia bloccata dal «Movimento dei Forconi»
Le cinque giornate di rivolta degli autotrasportatori contro il caro gasolio: «Devono essere trovate soluzioni a questa crisi»

CATANIA – Le avevano annunciate come le «Cinque giornate di Sicilia» i capipopolo di un appena nato «Movimento dei forconi», di gruppi spontanei e di una cordata chiamata «Forza d’urto», tutti alla testa di una vera e propria rivolta di autotrasportatori, agricoltori e pescatori, edili e disoccupati che stanno davvero paralizzando l’isola. Posti di blocco ovunque. Dagli accessi autostradali di Palermo e Catania al porto di Messina, dall’area del petrolchimico di Priolo al corteo che assedia Gela, fino alle manifestazioni che cingono Agrigento e Caltanissetta. Come Lentini, in provincia di Siracusa, dove un venditore ambulante di 32 anni ha accoltellato il «padroncino» di un camion, 25 giorni di prognosi per una ferita al volto.

STRAGE SFIORATA - E s’è rischiata la strage sui binari di Santa Flavia, a venti chilometri da Palermo, invasa da duecento pescatori di Porticello con mogli e figli. Tutti certi che il treno delle 11 proveniente da Messina avrebbe rallentato fermandosi davanti alla folla. Il macchinista è andato invece dritto per la sua meta che non prevedeva soste nella piccola stazione, forse diminuendo appena la velocità, mentre famiglie intere terrorizzate correvano per allontanarsi, riuscendo per miracolo a mettersi in salvo. Almeno questo dice il sindaco di Santa Flavia Antonio Napoli, furioso con le Ferrovie e non solo: «Avevo comunicato al prefetto e alle forze dell'ordine che ci sarebbe stata questa mattina la protesta dei pescatori sulla linea ferroviaria. Nonostante questo si è sfiorata la tragedia. Siamo esterrefatti da quello che è successo. Queste persone sono disperate perché, a causa di regolamenti comunitari, non riescono più a pescare. Il costo del gasolio poi è passato da 30 a 80 centesimi al litro in tre anni».

IL NUOVO VESPRO - In ogni angolo dell’isola echeggiano slogan durissimi. Perché, come succede sulla Palermo Sciacca all’altezza di San Cipirrello, sulla rotonda d’ingresso per Palermo o al casello di Catania-San Gregoprio, chiedono tutti meno tasse e più lavoro scrivendo frasi pesanti: «A morte questa classe politica, come si è fatto con i francesi, con il Vespro. A raccolta tutti i siciliani per liberare la Sicilia dalla schiavitù di questa classe politica». Appello sfociato nella richiesta di dimissioni del governatore della Sicilia Raffaele Lombardo, come invoca Martino Morsello del Movimento dei Forconi: «Ha tradito i siciliani, li ha raggirati nelle precedenti elezioni avendo promesso loro la defiscalizzazione dei prodotti petroliferi e l’applicazione dello statuto siciliano...».

CORSA AI DISTRIBUTORI - È una mobilitazione che conquista soggetti nuovi alla battaglia politica, come succede a Rossella Accardo, tristemente famosa per la scomparsa nel 2008, forse per mano mafiosa, del figlio Stefano Martorana e dell’ex marito, da ieri in trincea alle porte di Palermo come portavoce del Movimento dei forconi mentre si sbraccia davanti ai blocchi: «È una rivoluzione pacifica e non vogliamo danneggiare i siciliani, ma fare capire a tutti che devono essere trovate soluzioni a questa crisi. Staremo qui notte e giorno fino a venerdì». Il movimento chiede soprattutto l’abbassamento delle accise sui carburanti «che pesano troppo sul trasporto delle merci penalizzando fortemente le nostre produzioni». Una lotta dura programmata per le «cinque giornate» cominciate lunedì 16. Forse sottovalutato al momento degli annunci, l’effetto di questo brusco esordio ha creato panico nei consumatori con una corsa al pieno di carburante, mentre i commercianti temono di non potere ricevere i rifornimenti necessari dai mercati.

Felice Cavallaro
17 gennaio 2012 | 14:02
"Gli amici miei, ed in cui posso fidare, non vivon qui: si trovan lontano, al mio paese, come ogni altra cosa, signori, che mi può recar conforto".

Putrusinu ogni mineshra!

Immagine
Avatar utente
Lixia
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 1734
Iscritto il: 11/05/2011, 13:25
Località: Boh!!! Attualmente zingarìo in Trentino!!!

Re: I media non ne parlano, ma in Sicilia è rivolta.

Messaggio da Lixia » 17/01/2012, 18:17

la primavera sicula ..... così partono le scintille della guerra civile ...speriamo che la situazione torni alla calma
"Gli amici miei, ed in cui posso fidare, non vivon qui: si trovan lontano, al mio paese, come ogni altra cosa, signori, che mi può recar conforto".

Putrusinu ogni mineshra!

Immagine
reggino
Non c'è nenti!
Non c'è nenti!
Messaggi: 4512
Iscritto il: 12/05/2011, 19:30
Località: l'isola che non c'è

Re: I media non ne parlano, ma in Sicilia è rivolta.

Messaggio da reggino » 17/01/2012, 18:21

RONDO ha scritto:CALABRESE, forse il motivo è che i privilegi se li pappano solo i politici locali? :roll: Io abito in Sicilia da 30 anni (ne ho quasi 36) e posso dirti che è una Regione, esclusa Catania ed Hinterland, di un'arretratezza disarmante in quanto a strade, ferrovie, servizi, infrastrutture. Sarà un caso, ma si è dimesso proprio ieri il sindaco di Palermo Cammarata. La gente peraltro non ce la fa più.... Ricordo, solo a mò di esempio, che dissero pure che le "revisioni auto" fatte in Sicilia non erano valide nel resto d'Italia! Aggiungo che il Governo Monti si è "dimenticato" di Barcellona Pozzo di Gotto e Saponara, dove oltre alle vittime ci sono state centinaia di famiglie che hanno perso l'attività, la casa o "solo" una o due auto, magari ancora da pagare. La povera gente paga tra i ticket sanitari più alti d'Italia. Il carburante qui è arrivato quasi a 1,80 €/l (benzina). E' tutto fermo, la gente stringe su tutto. E' il momento forse tanto atteso: LA GENTE SI STA PREPARANDO A SCENDERE IN STRADA.
Ma sarà un caso, i MEDIA NON NE PARLANO.
E questi politici locali chi li ha scelti?Cammarata a Palermo chi lo ha messo lì?il sindaco di catania che ha ridotto al lastrico il suo comune,chi lo ha messo là?Raffaele Lombardo chi lo ha messo lì?fa piacere che adesso contro questi amministratori locali è nato un forte senso di ribellione(cosa che mi auspico accada anche da noi),però se incominciassero a pensare che il voto è una cosa seria,e incominciassero a scegliere politici con le mani pulite,forse le cose miglioreranno.Io a chi protesta do la mia solidarietà,perchè vuol dire che i Siciliani hanno incominciato ad alzare la testa e farsi rispettare,i giornalisti che ignorano quanto sta accadendo meriterebbero,invece,di essere presi a pesci in faccia. :salut
https://www.youtube.com/watch?v=-JQINuybHL4" onclick="window.open(this.href);return false;
mohammed
Forumino Malatissimo
Forumino Malatissimo
Messaggi: 2083
Iscritto il: 11/05/2011, 15:05

Re: I media non ne parlano, ma in Sicilia è rivolta.

Messaggio da mohammed » 17/01/2012, 18:44

Ora mi spiego cosa stava succedendo ieri sera. Percorrevo verso le 19 la lamezia-cz, grazie a dio a velocità moderata avendo i bimbi a bordo. Malgrado ciò ho dovuto frenare bruscamente per un blocco causato da una decina di tir fermi sulla strada più svariate macchine della polizia. Dall'altra corsia, sapete ovvio che la lt-cz è un'autostrada a tutti gli effetti, blocco totale. Insomma, questi stronzi sono dei criminali. Me ne fotto della loro protesta di merda se devono fare rischiare la vita a me e soprattutto alla mia famiglia. Andavano arrestati tutti, altro che cazzi. Sono cose che vengono permesse a certe categorie evidentemente, fossero stati studenti o notav, per fare un esempio di quelli che in molti amate definire zecche, li avrebbero falciati altezza zero. Lo vorrei tra le mani uno stronzo del genere che si permette di fermarsi col tir su una strada come quella di notte. Stamattina stessa cosa sulla 106 ma almeno era giorno e si era su un rettilineo...
Allah è grande, Gheddafi è il suo profeta!
Avatar utente
Ninco Nanco
Forumino Praticante
Forumino Praticante
Messaggi: 260
Iscritto il: 11/05/2011, 13:52

Re: I media non ne parlano, ma in Sicilia è rivolta.

Messaggio da Ninco Nanco » 17/01/2012, 18:48

http://oltrelostretto.blogsicilia.it/ef ... ria/74314/" onclick="window.open(this.href);return false;

Effetto domino sciopero tir La protesta dilaga anche in Calabria
di Redazione
sciopero calabria

17 gennaio 2012 - Al blocco dei trasporti in Sicilia per cinque giorni proclamato da Aias e il Movimento dei Forconi, hanno aderito anche gli autotrasportatori calabresi. Lo ha reso noto il movimento ‘Forza d’urtò in un comunicato. I manifestanti hanno istituito presidi da Catanzaro a Reggio Calabria, lungo l’autostrada e nell’area degli imbarchi dei traghetti a Villa San Giovanni.

Secondo le ultime indiscrezioni molti camionisti hanno attuato un presidio lungo la statale 280, che conduce da Catanzaro a Lamezia Terme, all’uscita della galleria del Sansinato. I camionisti protestano contro il rincaro del costo del gasolio e per gli elevati costi di gestione dei mezzi. Una delegazione dei manifestanti si ieri si è recata a Catanzaro dove ha incontrato il Prefetto Antonio Reppucci al quale rappresentare le loro problematiche. Un effetto domino duque, almeno si spera, che potrebbe coinvolgere anche l’intero paese da Nord a Sud.
"I mafiosi non avrebbero cittadinanza in Italia se non ci fosse il potere politico e finanziario che gli permette di esistere."
Giuseppe Fava, ucciso il 5 gennaio 1984.
http://www.regno.fm" onclick="window.open(this.href);return false;
Avatar utente
Ninco Nanco
Forumino Praticante
Forumino Praticante
Messaggi: 260
Iscritto il: 11/05/2011, 13:52

Re: I media non ne parlano, ma in Sicilia è rivolta.

Messaggio da Ninco Nanco » 17/01/2012, 19:25

le motivazioni...
http://www.youtube.com/watch?v=Yu_LcNj0 ... ture=share" onclick="window.open(this.href);return false;
"I mafiosi non avrebbero cittadinanza in Italia se non ci fosse il potere politico e finanziario che gli permette di esistere."
Giuseppe Fava, ucciso il 5 gennaio 1984.
http://www.regno.fm" onclick="window.open(this.href);return false;
Avatar utente
Ninco Nanco
Forumino Praticante
Forumino Praticante
Messaggi: 260
Iscritto il: 11/05/2011, 13:52

Re: I media non ne parlano, ma in Sicilia è rivolta.

Messaggio da Ninco Nanco » 17/01/2012, 19:39

Stasera su VIDEOMEDITERRANEO SAT ( Canale 823 di Sky) a partire dalle 21:30 in diretta Mariano Ferro (Leader del Movimento dei Forconi) insieme a Aldo Bertolone; Peppe Sgarlata; Piero Bellaera e Padre Di Rosa di Avola. Vedetelo per capire molto meglio cos'è questo Movimento. Record di Auditel, dilaghiamo la protesta anche nelle TV! Facciamoci sentire, sbanchiamo la rete di Sky, canale 823 ricordatevelo! Questa Sera.. Non mancate all'appuntamento.(cit. facebook movimento dei forconi)
"I mafiosi non avrebbero cittadinanza in Italia se non ci fosse il potere politico e finanziario che gli permette di esistere."
Giuseppe Fava, ucciso il 5 gennaio 1984.
http://www.regno.fm" onclick="window.open(this.href);return false;
Avatar utente
pab397
Forumino Malato
Forumino Malato
Messaggi: 1153
Iscritto il: 26/05/2011, 22:06

Re: I media non ne parlano, ma in Sicilia è rivolta.

Messaggio da pab397 » 17/01/2012, 19:45

Comunque, anche se ancora la priorità viene data al naufragio della nave, oggi ne hanno parlato molto a Radio Capital.
Immagine

sono talmente comunista che da bambino mi mangiavo da solo
Rispondi