Alba o tramonto?

Notizie dal mondo e dalla città: curiosità, fatti, cronaca...

Moderatori: Bud, NinoMed, Lixia, Lilleuro, Mave, ManAGeR78

Rispondi
Avatar utente
aquamoon
Forumino Malatissimo
Forumino Malatissimo
Messaggi: 2322
Iscritto il: 11/05/2011, 13:59

Alba o tramonto?

Messaggio da aquamoon » 14/07/2015, 12:29

Il 14 luglio del 1970, subito dopo il "rapporto alla Città, del sindaco Pietro Battaglia, una manifestazione pacifica avrebbe dato il via a dieci mesi di "boia chi molla".
Mi piacerebbe ognuno di noi, scrivesse qualcosa su un evento che comunque ha segnato la nostra vita.
C'è chi la considera un' alba e chi un tramonto.
Tu che leggi cosa ne pensi?
:salut
Sventurata la terra che ha bisogno di eroi
Avatar utente
Regmi
Non c'è nenti!
Non c'è nenti!
Messaggi: 4234
Iscritto il: 11/05/2011, 16:55

Re: Alba o tramonto?

Messaggio da Regmi » 14/07/2015, 17:45

Non penso, ma rifletto sul fatto che nonostante il taglio dato all'argomento
ci sono state 20 letture e nessun intervento.

Che tristezza :sad:
La speranza appartiene ai figli.
Noi adulti abbiamo già sperato e quasi sempre perso.
Avatar utente
onlyamaranto
Non c'è nenti!
Non c'è nenti!
Messaggi: 3387
Iscritto il: 12/05/2011, 8:43

Re: Alba o tramonto?

Messaggio da onlyamaranto » 14/07/2015, 21:52

Io ho un'opinione altissima dei moti di Reggio, l'ho sempre visto come un atto spontaneo e rivoluzionario, popolare nel senso più nobile del termine;
sono molto fiero di quello che i miei concittadini hanno fatto in quegli anni, a prescindere dai risultati ottenuti dopo.
La lotta per me è sempre un vanto di un popolo.

"...e qualcosa rimane
tra le pagine chiare e le pagine scure... "
Caronte
Forumino Scelto
Forumino Scelto
Messaggi: 329
Iscritto il: 14/05/2011, 19:27

Re: Alba o tramonto?

Messaggio da Caronte » 17/07/2015, 8:39

Stima e orgoglio per quello che i Reggini hanno fatto in quel periodo.
Per me comunque si è trattato di un tramonto. Sicuramente non di un'alba
Avatar utente
aquamoon
Forumino Malatissimo
Forumino Malatissimo
Messaggi: 2322
Iscritto il: 11/05/2011, 13:59

Re: Alba o tramonto?

Messaggio da aquamoon » 17/07/2015, 8:59

Caronte ha scritto:Stima e orgoglio per quello che i Reggini hanno fatto in quel periodo.
Per me comunque si è trattato di un tramonto. Sicuramente non di un'alba
Il tuo intervento, apparentemente contraddittorio, stimola delle riflessioni.
Peccato si sia in quattro (tu, Regmi, onlyamaranto e io) a parlarne.
Comunque, grazie a tutti e tre per aver partecipato al dibattito.
:sad:
Sventurata la terra che ha bisogno di eroi
Caronte
Forumino Scelto
Forumino Scelto
Messaggi: 329
Iscritto il: 14/05/2011, 19:27

Re: Alba o tramonto?

Messaggio da Caronte » 17/07/2015, 10:07

aquamoon ha scritto:
Caronte ha scritto:Stima e orgoglio per quello che i Reggini hanno fatto in quel periodo.
Per me comunque si è trattato di un tramonto. Sicuramente non di un'alba
Il tuo intervento, apparentemente contraddittorio, stimola delle riflessioni.
Peccato si sia in quattro (tu, Regmi, onlyamaranto e io) a parlarne.
Comunque, grazie a tutti e tre per aver partecipato al dibattito.
:sad:
Non ti scoraggiare, hai posto un tema difficile e "di nicchia" rispetto alla composizione anagrafica e culturale della community.
E poi tu sei un comunistone idealista e metti paura ;-)

Sul mio intervento l'orgoglio e' riferito alla coesione della popolazione Reggina che si è concretizzata in un'azione a difesa degli interessi della città. Una reazione popolare a un torto, a un sopruso contro gli interessi di una lobby contraria. Azione e coesione popolare sono un orgoglio a prescindere dal risultato ottenuto.

E' stato a mio avviso un tramonto perché oggi non vedo ne coesione ne azione di fronte ai tanti abusi e soprusi ignoranti che tutta la Calabria subisce cronicamente.
Avatar utente
Regmi
Non c'è nenti!
Non c'è nenti!
Messaggi: 4234
Iscritto il: 11/05/2011, 16:55

Re: Alba o tramonto?

Messaggio da Regmi » 17/07/2015, 11:56

Caronte ha scritto:
aquamoon ha scritto:
Caronte ha scritto:Stima e orgoglio per quello che i Reggini hanno fatto in quel periodo.
Per me comunque si è trattato di un tramonto. Sicuramente non di un'alba
Il tuo intervento, apparentemente contraddittorio, stimola delle riflessioni.
Peccato si sia in quattro (tu, Regmi, onlyamaranto e io) a parlarne.
Comunque, grazie a tutti e tre per aver partecipato al dibattito.
:sad:
Non ti scoraggiare, hai posto un tema difficile e "di nicchia" rispetto alla composizione anagrafica e culturale della community.
E poi tu sei un comunistone idealista e metti paura ;-)

Sul mio intervento l'orgoglio e' riferito alla coesione della popolazione Reggina che si è concretizzata in un'azione a difesa degli interessi della città. Una reazione popolare a un torto, a un sopruso contro gli interessi di una lobby contraria. Azione e coesione popolare sono un orgoglio a prescindere dal risultato ottenuto.

E' stato a mio avviso un tramonto perché oggi non vedo ne coesione ne azione di fronte ai tanti abusi e soprusi ignoranti che tutta la Calabria subisce cronicamente.
Abusi? Sorprusi?
Se si mette sulla bilancia il quanto si da e il quanto si riceve al sistema Paese, queste affermazioni sembrano solo un non volersi affrancare da una visione delle cose il cui perno è un perpetuo piangersi addosso
e che come conseguenza ha il comodo scaricare le proprie manchevolezze su non definiti altri.
La speranza appartiene ai figli.
Noi adulti abbiamo già sperato e quasi sempre perso.
UnVeroTifoso
Forumino Malatissimo
Forumino Malatissimo
Messaggi: 1761
Iscritto il: 11/05/2011, 13:54

Re: Alba o tramonto?

Messaggio da UnVeroTifoso » 17/07/2015, 14:49

Regmi ha scritto:
Se si mette sulla bilancia il quanto si da e il quanto si riceve al sistema Paese, queste affermazioni sembrano solo un non volersi affrancare da una visione delle cose il cui perno è un perpetuo piangersi addosso e che come conseguenza ha il comodo scaricare le proprie manchevolezze su non definiti altri.

:salut :salut :salut
"Nani su iddi e vvonnu a tutti nani;
Nci vannu terra terra, peri e mmani;
E pa malignità brutta e superba,
Ccà non crisci chi erba, erba, erba"
(Nicola Giunta)
Caronte
Forumino Scelto
Forumino Scelto
Messaggi: 329
Iscritto il: 14/05/2011, 19:27

Re: Alba o tramonto?

Messaggio da Caronte » 17/07/2015, 15:24

Scusa Regmi, hai fatto due interventi: uno per lamentare che nessuno contribuiva alla discussione senza contribuirvi, e l'altro per stigmatizzare una mia affermazione senza analizzarla.

Debbo quindi chiarire che per abusi e soprusi intendo il modo con cui la nostra classe politica (quella che dovrebbe governare la Calabria, e quella che è stata mandata a Roma per gestirne gli interessi) agisce per gli interessi di pochi.
Io sono da sempre contrario all'assistenzialismo per cui gli abusi e soprusi li riferisco a chi, pur avendone titolo, non agisce a favore del sistema socio-economico delle aree territoriali di competenza.
Avatar utente
Regmi
Non c'è nenti!
Non c'è nenti!
Messaggi: 4234
Iscritto il: 11/05/2011, 16:55

Re: Alba o tramonto?

Messaggio da Regmi » 17/07/2015, 18:31

Caronte ha scritto:Scusa Regmi, hai fatto due interventi: uno per lamentare che nessuno contribuiva alla discussione senza contribuirvi, e l'altro per stigmatizzare una mia affermazione senza analizzarla.

Debbo quindi chiarire che per abusi e soprusi intendo il modo con cui la nostra classe politica (quella che dovrebbe governare la Calabria, e quella che è stata mandata a Roma per gestirne gli interessi) agisce per gli interessi di pochi.
Io sono da sempre contrario all'assistenzialismo per cui gli abusi e soprusi li riferisco a chi, pur avendone titolo, non agisce a favore del sistema socio-economico delle aree territoriali di competenza.
Ma figurati Caronte, ci mancherebbe, caso mai lo faccio io per essere stato troppo sibillino. :wink
Sul merito ne approfitto per precisare che, più che un lamento, era una constatazione nata dal fatto che nonostante il buon aqua, adeguando il tiro sugli attuali giovani utenti proprio per stimolare uno straccio di discussione, quest’anno abbia dato un taglio aperturista e considerando che la ricorrenza è ancora molto sentita in città, nessuno ha voluto dire la sua a fronte di ben 165 letture.
Comunque, trovo anche corretto il tuo appunto in quanto ampiamente giustificato dal fatto di non aver avuto modo di seguire le precedenti discussioni che, come ogni anno, puntualmente viene proposta e in cui l’argomento è stato sviscerato mettendo bene in luce quelle che sono le posizioni mie di aqua e di Only.
Morale: se anche toccando questo tasto gli interventi languono, può vuol dire che è giunta l'ora di sbaraccare.

Sul resto, non avendo altro da aggiungere a quanto in oggetto (anzi, mi sarebbe tanto piaciuto leggere il punto di vista dei giovani) ma a voglia intatta di “scoprire”, mi sono attaccato alla tua ultima affermazione per, magari, trovare un argomento sul quale discutere anche se OT.
Sul merito, pur considerandolo una conseguenza, ci tengo a evidenziare che non ho minimamente accennato al sistema clientelare ma al risultato che, da questo spicchio di terra, vien fuori dalla somma del dare e l’avere nei confronti del sistema Paese.
Risultato (occhio che metto altra carne al fuoco) dove, se la classe dirigente espressa nei decenni viene considerata un corpo a se stante, lo stesso viene falsato oltre che rafforzare la logica del è sempre colpa degli altri
... e tutti a inveire contro un non ben definito male oscuro che, invece, è dentro di noi.
La speranza appartiene ai figli.
Noi adulti abbiamo già sperato e quasi sempre perso.
Caronte
Forumino Scelto
Forumino Scelto
Messaggi: 329
Iscritto il: 14/05/2011, 19:27

Re: Alba o tramonto?

Messaggio da Caronte » 18/07/2015, 8:42

Regmi ha scritto:
Caronte ha scritto:Scusa Regmi, hai fatto due interventi: uno per lamentare che nessuno contribuiva alla discussione senza contribuirvi, e l'altro per stigmatizzare una mia affermazione senza analizzarla.

Debbo quindi chiarire che per abusi e soprusi intendo il modo con cui la nostra classe politica (quella che dovrebbe governare la Calabria, e quella che è stata mandata a Roma per gestirne gli interessi) agisce per gli interessi di pochi.
Io sono da sempre contrario all'assistenzialismo per cui gli abusi e soprusi li riferisco a chi, pur avendone titolo, non agisce a favore del sistema socio-economico delle aree territoriali di competenza.
Ma figurati Caronte, ci mancherebbe, caso mai lo faccio io per essere stato troppo sibillino. :wink
Sul merito ne approfitto per precisare che, più che un lamento, era una constatazione nata dal fatto che nonostante il buon aqua, adeguando il tiro sugli attuali giovani utenti proprio per stimolare uno straccio di discussione, quest’anno abbia dato un taglio aperturista e considerando che la ricorrenza è ancora molto sentita in città, nessuno ha voluto dire la sua a fronte di ben 165 letture.
Comunque, trovo anche corretto il tuo appunto in quanto ampiamente giustificato dal fatto di non aver avuto modo di seguire le precedenti discussioni che, come ogni anno, puntualmente viene proposta e in cui l’argomento è stato sviscerato mettendo bene in luce quelle che sono le posizioni mie di aqua e di Only.
Morale: se anche toccando questo tasto gli interventi languono, può vuol dire che è giunta l'ora di sbaraccare.

Sul resto, non avendo altro da aggiungere a quanto in oggetto (anzi, mi sarebbe tanto piaciuto leggere il punto di vista dei giovani) ma a voglia intatta di “scoprire”, mi sono attaccato alla tua ultima affermazione per, magari, trovare un argomento sul quale discutere anche se OT.
Sul merito, pur considerandolo una conseguenza, ci tengo a evidenziare che non ho minimamente accennato al sistema clientelare ma al risultato che, da questo spicchio di terra, vien fuori dalla somma del dare e l’avere nei confronti del sistema Paese.
Risultato (occhio che metto altra carne al fuoco) dove, se la classe dirigente espressa nei decenni viene considerata un corpo a se stante, lo stesso viene falsato oltre che rafforzare la logica del è sempre colpa degli altri
... e tutti a inveire contro un non ben definito male oscuro che, invece, è dentro di noi.
Intanto grazie per questo tuo chiarimento. Ho apprezzato molto.

Mi ritrovo in tutto quello che hai scritto.
Mi riallaccio alla tua frase "... e tutti a inveire contro un non ben definito male oscuro che, invece, è dentro di noi": è proprio per questo che per me si tratta di un tramonto e non di un alba.

Siamo ormai troppo passivi nell'attendere che qualcuno risolva tutti i nostri problemi, ma lo facciamo appunto in maniera sterile inveendo contro un non ben definito male oscuro.

Accettiamo passivamente il fatto che la nostra classe dirigente( che noi abbiamo legittimato ad operare) sia così poco attenta alle reali necessità di sviluppo economico e sociale della nostra terra, e che invece sia così tanto impegnata a creare tanti centri di potere locali che costituiscono un vero cancro per tutta la zona. Il danno più grosso di questo cattivo sistema e mal governo è soprattutto nella mentalità che si è generata sulla maggiorate di noi, ovvero l'attesa della manna dal cielo (o del tozzo di pane dal cielo) e la creazione di questo nemico fittizio (il non ben definito male oscuro).

Ecco, per me è un tramonto perché non credo più alla possibilità di una rivolta popolare per fare in modo che nel giro di qualche decennio si esca dal sistema clientelare (squallido perché parassitario) e si abbia finalmente una classe dirigente attenta ai bisogni dei più. Ovviamente non credo che la rivolta debba essere fatta necessariamente con i forconi.
Rispondi