DOVE SAREMMO STATI SENZA L'OMETTO TIMOROSO E RINUNCIATARIO?

Tutto sulla Reggina

Moderatori: NinoMed, Lixia, Bud, Mave, ManAGeR78, Lilleuro

alias67
Apprendista Forumino
Apprendista Forumino
Messaggi: 51
Iscritto il: 11/05/2011, 19:46

DOVE SAREMMO STATI SENZA L'OMETTO TIMOROSO E RINUNCIATARIO?

Messaggio da alias67 » 02/03/2013, 17:45

Anche oggi si è avuta conferma che la squadra, nonostante evidenti limiti tenici sia in fase difensiva che a centro campo, abbia comunque il carattere e le potenzialità per recuperare il risultato.
Ormai non possono essere più coincidenze: recuperare a Modena, ribaltare con il Padova, recuperare con lo Spezia e a Novara, pareggiare a Lanciano prima del definitivo tracollo, rappresentano un filotto più che indicativo per capire come questa squadra abbia nel suo reparto offensivo il suo punto di forza.
Del resto non bisogna nemmeno essere tecnici esperti o osservatori per capire come gente che si chiama Di Michele, come una assoluta promessa come Comi (da rimarcare il gesto tecnico odierno sulla semi rovesciata, oltre che la ottima vena realizzativa), come un ottimo rincalzo come si sta dimostrando Gerardi, lo stesso Campagnacci che deve ancora recuperare la sua forma migliore, costutuiscono un reparto offensivo di assoluta pericolosità, in grado, come è successo oggi, di dar vita a 5-6 situazioni pericolosissime nel breve volgere di una ventina di minuti.
Ed è proprio lì la questione: perchè invece nei precedenti 70 minuti, questa stessa squadra non è in grado di tirare una sola volta in porta, nè di creare una azione offensiva degna di questo nome?
Perchè fino al gol degli avversari, sia che si giochi in casa che fuori, il credo debba essere sempre il "prima non prenderle", quando poi i limiti del nostro apparato difensivo ci portano SISTEMATICAMENTE a prendere il gol?
E allora, cazzo, Dionigi, te lo vuoi ficcare nella zucca una buona volta che le partite bisogna giocarsele sin dal primo minuto, e non dal minuto successivo a quello in cui si è passati in svantaggio?
Ti vuoi ficcare nella zucca che la regola dei tre punti esiste ormai da 20 anni, per cui è meglio giocarsela vincendo una volta e perdendone due, che non pareggiandone due e non vincendo mai?
Lo vuoi capire quali sono i reali valori della squadra, che sono più offensivi che difensivi? Lo vuoi capire che la gente vuole vedere la squadra giocare in maniera spavalda e non difendersi timorosa del Lanciano, come dello Spezia come della Juve Stabia?
Se fossi nel nostro piccolo presidente ti avrei sbattuto a calci nel sedere fuori da Reggio già da mesi, ma devo constatare che la squadra sembra essere con te, da come esultano dopo i gol correndo ad abbracciarti. E allora, se dobbiamo tirare avanti con te, se vuoi ancora conservare quel buon ricordo che hai lasciato a Reggio come giocatore, senza macchiarlo con una retrocessione di cui tu saresti il principale responsabile per la tua incompetenza tecnica, non devi far altro che capire quello che un qualsiasi tifoso ha già capito da tempo, senza intestardirti in scelte tecniche frutto di chissà quali tue elucubrazioni mentali, senza fissarti con giocatori inutili da far giocare ad ogni costo (Bombagi, e meno male che Fischnaller è da un pò fuori dalle palle), lasciando che finalmente la squadra si esprima libera dai tuoi timosori condizionamenti, come ha fatto oggi quando ormai non c'era più niente da perdere.
Smettila di metterci sempre del tuo, fai le cose semplici e logiche, e finalmente vederemo la squadra giocare come ha fatto negli ultimi 10 minuti, una squadra che se fosse sempre quella avrebbe ben altra classifica.
Ultima modifica di alias67 il 24/03/2013, 17:00, modificato 6 volte in totale.

Paolo_Padano
Forumino Malatissimo
Forumino Malatissimo
Messaggi: 1986
Iscritto il: 11/05/2011, 13:02

Re: DIONIGI: IL MISTERO DI UN UOMO TIMOROSO E RINUNCIATARIO

Messaggio da Paolo_Padano » 02/03/2013, 19:20

Comunque nel primo tempo si è rotto l'equilibrio per 1 episodio nel finale il novara non aveva fatto gran che. Nel secondo la legge del calcio con un gol sbagliato da parte del Novara dopo il palo ed il rigore. La Reggina ha avuto una palla gol con parata su Comi ed il gran tiro di rizzato sulla traversa. Il novara meritava la vittoria ai punti però il pareggio è stato meritato per non aver mollato. Oggi Dionigi non merita critiche avendo ruotato il meglio della rosa nelle tre partite in una settimana. Se avessimo qualche punto in più i giudizi su Dionigi sarebbero stati diversi. A Livorno si può uscire indenni
Lillu Fotti: "aundi ioca Spread cu cattu si mu rununu a paremetru zeru"
Lillu Foti: "non bogghiu 'nchinari poi mi rinnu chi vonnnu a squatra mi 'ndi sarbamu"

sergio
Forumino Scelto
Forumino Scelto
Messaggi: 431
Iscritto il: 15/05/2011, 12:08

Re: DIONIGI: IL MISTERO DI UN UOMO TIMOROSO E RINUNCIATARIO

Messaggio da sergio » 03/03/2013, 11:07

Bentornato alias, ciao paolo, è un piacere parlare co voi.Concordo su tutto o quasi(fisch non è scarso alias, e bombagi sta crescendo).Certamente è questione di manico,mi ricorda cerantola quando siamo scesi pur non essendo i peggiori.Mi sorprende sempre di più ad ogni sua dichiarazione,sul televideo rai dice che tutti hanno occhi per vedere le partite, e sostiene quella di ieri di essere stata la miglior partita dela sua gestione..(si farà di crac..) o da tuttoreggina o reggionelpallone dice che il novara è una squadra stellare :o.o: :o.o: e allora mi chiedo: se il novara è stellare, con chi cazzo di squadre ha giocato contro fino ad oggi? col garfagnana?se quella di ieri è stata la sua miglior partita, cosa doveva dire atzori quando perdemmo 2 a 1 prendendoli DAVVERO a pallonate?siccome succede spesso,gli vuoi spiegare a baiocco e ad adejo che o si mettono d'accordo sui palloni o uno dei due si siede in panca?.La realtà è che noi facciamo il calcio peggiore della pur avendo un'attacco di prim'ordine.Qualcuno gli spieghi che non si può giocare 15 minuti a partita.Purtroppo per queste cose ho paura di finire in lega prò.Dionigi non è adeguato, o almeno ancora non è pronto per questa categoria. Buona domenica :D :D

trentaprile

Re: DIONIGI: IL MISTERO DI UN UOMO TIMOROSO E RINUNCIATARIO

Messaggio da trentaprile » 03/03/2013, 13:23

Quella patetica esultanza a fine partita la dice tutta.

Al peggio non c'è mai fine con questa società

Avatar utente
spirito libero
Non c'è nenti!
Non c'è nenti!
Messaggi: 3774
Iscritto il: 11/05/2011, 13:24

Re: DIONIGI: IL MISTERO DI UN UOMO TIMOROSO E RINUNCIATARIO

Messaggio da spirito libero » 03/03/2013, 14:09

trentaprile ha scritto:Quella patetica esultanza a fine partita la dice tutta.

Al peggio non c'è mai fine con questa società

esultare per un pareggio a Modena o Novara è la cosa piu triste di questa stagione...pareggi che poi non ci portano da nessuna parte...vergogna
Se dai la mano ad un milanista lavala, ma se la dai ad uno juventino controlla che non ti manchi un dito

Avatar utente
OronzoPugliese
Collaboratore
Collaboratore
Messaggi: 2432
Iscritto il: 11/05/2011, 12:57

Re: DIONIGI: IL MISTERO DI UN UOMO TIMOROSO E RINUNCIATARIO

Messaggio da OronzoPugliese » 04/03/2013, 16:28

alias67 ha scritto:Perchè fino al gol degli avversari, sia che si giochi in casa che fuori, il credo debba essere sempre il "prima non prenderle", quando poi i limiti del nostro apparato difensivo ci portano SISTEMATICAMENTE a prendere il gol?

E' davvero incredibile che non se ne siano resi conto, anzi non è proprio possibile.

Voglio però ribaltare la tua considerazione sui limiti difensivi: ero e resto convinto che la difesa non sia così male, anzi sia una delle migliori degli ultimi anni.
Gli ultimi gol presi sono frutto sì di errori singoli, in particolare di Adejo che dopo un grande, a mio parere, girone di andata, sta avendo un evidente calo di forma, anche perchè ha tirato la carretta da solo sul centro destra, visto che la sua naturale alternativa, cioè Freddi, viene visto da Dionigi come centrale.

Detto questo, è altresì ovvio che se imposti la partita in maniera così timorosa ed accorta, e se la palla staziona sempre nella nostra metà campo, non avendo comunque nè Nesta nè Thiago Silva il gol lo prendi.

Dunque giocarsela a viso aperto apparirebbe la scelta più ovvia e redditizia, visto che quando è successo abbiamo sempre fatto bene, producendo tantissime occasioni occasioni e non subendo più di quanto subiamo comunque: dimostrazione pratica l'abbiamo avuta con lo Spezia dove abbiamo subito sì gol nell'unica occasione concessa (per errore individuale di Adejo), ma con le tre punte schierate abbiamo avuto sei-sette nitide palle gol, con il capocannoniere della B Sansovini che non l'ha vista per tutta la partita.

Due settimane fa il Crotone è andata a giocarsela a viso aperto a Livorno ed ha vinto. Magari ti va male, ma almeno ci provi. E, come giustamente ha già scritto qualcuno, se su tre due le perdi ma una la vinci, male che vada hai reso come per tre pareggi...
Immagine
"Mister te sarà ti, muso de mona. Mi son el signor Nereo Rocco"

amar1914
Apprendista Forumino
Apprendista Forumino
Messaggi: 116
Iscritto il: 11/05/2011, 15:44

Re: DIONIGI: IL MISTERO DI UN UOMO TIMOROSO E RINUNCIATARIO

Messaggio da amar1914 » 04/03/2013, 18:06

OronzoPugliese ha scritto:
alias67 ha scritto:Perchè fino al gol degli avversari, sia che si giochi in casa che fuori, il credo debba essere sempre il "prima non prenderle", quando poi i limiti del nostro apparato difensivo ci portano SISTEMATICAMENTE a prendere il gol?

E' davvero incredibile che non se ne siano resi conto, anzi non è proprio possibile.

Voglio però ribaltare la tua considerazione sui limiti difensivi: ero e resto convinto che la difesa non sia così male, anzi sia una delle migliori degli ultimi anni...
Concordo con Oronzo, la difesa non è il punto debole della squadra e non lo è neanche l'attacco che sommando le varie caratteristiche dei giocatori è senza dubbio superiore alla media del campionato. Il problema vero è in mezzo al campo dove non abbiamo nessuno che costruisca gioco o che riesca a saltare l'uomo creando superiorità. Forse in mezzo al campo siamo la squadra più scarsa di tutta la serie B e questo creerebbe problemi a qualsiasi allenatore.

DNAamaranto
Forumino Malatissimo
Forumino Malatissimo
Messaggi: 2222
Iscritto il: 13/12/2011, 10:18

Re: DIONIGI: IL MISTERO DI UN UOMO TIMOROSO E RINUNCIATARIO

Messaggio da DNAamaranto » 06/03/2013, 14:34

la squadra appare priva di carattere .....senza uno straccio di gioco ..... a volte faccio fatica a capire come nonostante tutto siamo ancora li.

scioccato nel leggere le dichiarazioni di dionigi ....la miglior reggina della stagione a novara ... :oo: boooooo

sergio
Forumino Scelto
Forumino Scelto
Messaggi: 431
Iscritto il: 15/05/2011, 12:08

Re: DIONIGI: IL MISTERO DI UN UOMO TIMOROSO E RINUNCIATARIO

Messaggio da sergio » 06/03/2013, 15:32

Devo correggermi.Il televideo rai ha scritto le dichiarazioni dei due tecnici a parti invertite pertanto è stato aglietti a dire che è stata la miglior partita della sua gestione,invece è confermato da parte di dionigi il novara stellare :lol:

Solo amaranto
Non c'è nenti!
Non c'è nenti!
Messaggi: 3496
Iscritto il: 11/05/2011, 16:12

Re: DIONIGI: IL MISTERO DI UN UOMO TIMOROSO E RINUNCIATARIO

Messaggio da Solo amaranto » 06/03/2013, 19:37

Tutti stellari sono!!!!! Quando lo capiranno che in B non ci sono partite proibitive se si gioca senza paura..
Il cuore oltre l'ostacolo

Paolo_Padano
Forumino Malatissimo
Forumino Malatissimo
Messaggi: 1986
Iscritto il: 11/05/2011, 13:02

Re: DIONIGI: IL MISTERO DI UN UOMO TIMOROSO E RINUNCIATARIO

Messaggio da Paolo_Padano » 09/03/2013, 18:53

può darsi che questa sera lo caccia o al massimo venerdì prossimo
Lillu Fotti: "aundi ioca Spread cu cattu si mu rununu a paremetru zeru"
Lillu Foti: "non bogghiu 'nchinari poi mi rinnu chi vonnnu a squatra mi 'ndi sarbamu"

miguelito
Forumino Malatissimo
Forumino Malatissimo
Messaggi: 1984
Iscritto il: 11/05/2011, 15:38

Re: DIONIGI: IL MISTERO DI UN UOMO TIMOROSO E RINUNCIATARIO

Messaggio da miguelito » 09/03/2013, 20:00

Paolo_Padano ha scritto:può darsi che questa sera lo caccia o al massimo venerdì prossimo
sì ora vegnu. Non lo ha tolto dopo sconfitte clamorose e lo toglie oggi dopo questo pareggio di straculo?

mohammed
Forumino Malatissimo
Forumino Malatissimo
Messaggi: 2020
Iscritto il: 11/05/2011, 15:05

Re: DIONIGI: IL MISTERO DI UN UOMO TIMOROSO E RINUNCIATARIO

Messaggio da mohammed » 09/03/2013, 20:03

Oggi niente da dire, ha giocato chi doveva e con lo spirito giusto bravo Dionigi ma Barilla' tu rissi foti mu fa trasiri...
Allah è grande, Gheddafi è il suo profeta!

Paolo_Padano
Forumino Malatissimo
Forumino Malatissimo
Messaggi: 1986
Iscritto il: 11/05/2011, 13:02

Re: DIONIGI: IL MISTERO DI UN UOMO TIMOROSO E RINUNCIATARIO

Messaggio da Paolo_Padano » 09/03/2013, 20:13

ha salvato la panchina grazie al cuore amarantobarillà, se battiamo il cesena inizia un altro campioanto
Lillu Fotti: "aundi ioca Spread cu cattu si mu rununu a paremetru zeru"
Lillu Foti: "non bogghiu 'nchinari poi mi rinnu chi vonnnu a squatra mi 'ndi sarbamu"

Avatar utente
cozzina1
Non c'è nenti!
Non c'è nenti!
Messaggi: 4430
Iscritto il: 11/05/2011, 14:08
Località: santropè

Re: DIONIGI: IL MISTERO DI UN UOMO TIMOROSO E RINUNCIATARIO

Messaggio da cozzina1 » 09/03/2013, 20:18

mohammed ha scritto:Oggi niente da dire, ha giocato chi doveva e con lo spirito giusto bravo Dionigi ma Barilla' tu rissi foti mu fa trasiri...
infatti ..e pure per l'ingresso di Comi.. :thumright
ps..un saluto simpaticone.... :cheers
L'ignoranza è meno dannosa del confuso sapere.
Cesare Beccaria
un giorno senza un sorriso è un giorno perso(C.Chaplin)

alias67
Apprendista Forumino
Apprendista Forumino
Messaggi: 51
Iscritto il: 11/05/2011, 19:46

Re: DIONIGI: IL MISTERO DI UN UOMO TIMOROSO E RINUNCIATARIO

Messaggio da alias67 » 09/03/2013, 20:23

un'altra partita, un'altra conferma.
Cominciamo con Sarno, che sconfessa clamorosamente Foti e Dionigi (gli unici a non aver ancora capito un cazzo), regalando la perla del cross che ci porta in vantaggio, seppur fortunosamente, e un pò di verve e fantasia al centro del campo, con una prestazione tra l'altro tutt'altro che trascendentale, potendo fare molto di più (tre mesi senza vedere il campo tagliano il ritmo a chiunque).
Una volta in vantaggio ecco che la nostra partita ancor più si imposta sulla difensiva, e vengono fuori inevitabilmente le cappellate frutto dei limiti difensivi della nostra squadra. Hetemay fa un fallo tanto inutile quanto imbecille. Ed è 1-1. Adejo (un vero fantasma questa sera) stende il tappeto rosso a Paulinho, e siamo sotto 2-1 in tre minuti.
Nella ripresa sul terzo gol, il nostro difensore (Rizzato?) non si infrappone, ritrae le mani deitro la schiena e di fatto fa passare tranquillamente la palla, e Baiocco si fa soreprendere.
Tutto finito? Per tanti sarebbe così, per la Reggina no. Perchè la Reggina, mortificata dalla impostazione paurosa e rinunciataria di Dionigi, è una squadra di votazione offensiva. Nonostante un Di Michele evanescente, ha un Gerardi che dimostra anche di avere la castagna. E ha un Barillà che ha capito quello che Dionigi si ostina a non capire, e cioè che nel calcio se non tiri in porta la palla non può entrare. Se tiri capita che và fuori, ma capita anche che entri. E capita anche che entri grazie alla papera del portiere, come è successo oggi ben due volte.
E allora ribadisco quanto scritto la settimana scorsa: DIONIGI TE LO VUOI FICCARE NELLA TESTA CHE QUESTA SQUADRA E' A TRAZIONE ANTERIORE, CHE QUANDO ATTACCA GIOCA E SEGNA, E RIMONTA SISTEMATICAMENTE LE PARTITE? MA PORCA MISERIA CE LA VOGLIAMO GIOCARE UNA BUONA VOLTA DAL PRIMO MINUTO? SIAMO LA REGGINA, NON IL PORTOGRUARO O IL GALLIPOLI CHE CE LA DOBBIAMO FARE SOTTO CONTRO TUTTI. ABBIAMO RIMONTATO A NOVARA, A LIVORNO, A MODEA, COL VERONA, RIBALTATO COL PADOVA. QUESTI NON SONO DATI DA PICCOLA SQUADRA, MA DA GRANDE SQUADRA CHE TU, SOLO TU, RENDI TIMOROSA E INIBITA CONTRO TUTTI. SOLO QUANDO TUTTO E' PERSO I GIOCATORI LIBERANO LA MENTE DAI TUOI CONDIZIONAMENTI NEGATIVI E VOLANO.
TOGLITI DALLE PALLE, DIMETTITI. FACCI STO FAVORE. OPPURE AMMETTI UNA BUONA VOLTA DI AVER SBAGLIATO TUTTO E FAI GIOCARE LA SQUADRA COME SA, CHE NONOSTANTE I NOSTRI LIMITI NON SIAMO NE' SQUADRA DA RETROCESSIONE NE' DA PLAY OUT

Paolo_Padano
Forumino Malatissimo
Forumino Malatissimo
Messaggi: 1986
Iscritto il: 11/05/2011, 13:02

Re: DIONIGI: IL MISTERO DI UN UOMO TIMOROSO E RINUNCIATARIO

Messaggio da Paolo_Padano » 09/03/2013, 20:29

alias67 ha scritto:un'altra partita, un'altra conferma.
Cominciamo con Sarno, che sconfessa clamorosamente Foti e Dionigi (gli unici a non aver ancora capito un cazzo), regalando la perla del cross che ci porta in vantaggio, seppur fortunosamente, e un pò di verve e fantasia al centro del campo, con una prestazione tra l'altro tutt'altro che trascendentale, potendo fare molto di più (tre mesi senza vedere il campo tagliano il ritmo a chiunque).
Una volta in vantaggio ecco che la nostra partita ancor più si imposta sulla difensiva, e vengono fuori inevitabilmente le cappellate frutto dei limiti difensivi della nostra squadra. Hetemay fa un fallo tanto inutile quanto imbecille. Ed è 1-1. Adejo (un vero fantasma questa sera) stende il tappeto rosso a Paulinho, e siamo sotto 2-1 in tre minuti.
Nella ripresa sul terzo gol, il nostro difensore (Rizzato?) non si infrappone, ritrae le mani deitro la schiena e di fatto fa passare tranquillamente la palla, e Baiocco si fa soreprendere.
Tutto finito? Per tanti sarebbe così, per la Reggina no. Perchè la Reggina, mortificata dalla impostazione paurosa e rinunciataria di Dionigi, è una squadra di votazione offensiva. Nonostante un Di Michele evanescente, ha un Gerardi che dimostra anche di avere la castagna. E ha un Barillà che ha capito quello che Dionigi si ostina a non capire, e cioè che nel calcio se non tiri in porta la palla non può entrare. Se tiri capita che và fuori, ma capita anche che entri. E capita anche che entri grazie alla papera del portiere, come è successo oggi ben due volte.
E allora ribadisco quanto scritto la settimana scorsa: DIONIGI TE LO VUOI FICCARE NELLA TESTA CHE QUESTA SQUADRA E' A TRAZIONE ANTERIORE, CHE QUANDO ATTACCA GIOCA E SEGNA, E RIMONTA SISTEMATICAMENTE LE PARTITE? MA PORCA MISERIA CE LA VOGLIAMO GIOCARE UNA BUONA VOLTA DAL PRIMO MINUTO? SIAMO LA REGGINA, NON IL PORTOGRUARO O IL GALLIPOLI CHE CE LA DOBBIAMO FARE SOTTO CONTRO TUTTI. ABBIAMO RIMONTATO A NOVARA, A LIVORNO, A MODEA, COL VERONA, RIBALTATO COL PADOVA. QUESTI NON SONO DATI DA PICCOLA SQUADRA, MA DA GRANDE SQUADRA CHE TU, SOLO TU, RENDI TIMOROSA E INIBITA CONTRO TUTTI. SOLO QUANDO TUTTO E' PERSO I GIOCATORI LIBERANO LA MENTE DAI TUOI CONDIZIONAMENTI NEGATIVI E VOLANO.
TOGLITI DALLE PALLE, DIMETTITI. FACCI STO FAVORE. OPPURE AMMETTI UNA BUONA VOLTA DI AVER SBAGLIATO TUTTO E FAI GIOCARE LA SQUADRA COME SA, CHE NONOSTANTE I NOSTRI LIMITI NON SIAMO NE' SQUADRA DA RETROCESSIONE NE' DA PLAY OUT
infatti oggi abbiamo fatto 3 gol sul campo della seconda in classifica pur giocando in 9,5 uomini (armellino ed adejo) :salut
Lillu Fotti: "aundi ioca Spread cu cattu si mu rununu a paremetru zeru"
Lillu Foti: "non bogghiu 'nchinari poi mi rinnu chi vonnnu a squatra mi 'ndi sarbamu"

mohammed
Forumino Malatissimo
Forumino Malatissimo
Messaggi: 2020
Iscritto il: 11/05/2011, 15:05

Re: DIONIGI: IL MISTERO DI UN UOMO TIMOROSO E RINUNCIATARIO

Messaggio da mohammed » 09/03/2013, 23:08

cozzina1 ha scritto:
mohammed ha scritto:Oggi niente da dire, ha giocato chi doveva e con lo spirito giusto bravo Dionigi ma Barilla' tu rissi foti mu fa trasiri...
infatti ..e pure per l'ingresso di Comi.. :thumright
ps..un saluto simpaticone.... :cheers

A nui nda cuntanu... :wink ciao cozzina è sempre un piacere ritrovarti...
Allah è grande, Gheddafi è il suo profeta!

Avatar utente
Loiggi
Apprendista Forumino
Apprendista Forumino
Messaggi: 114
Iscritto il: 11/05/2011, 15:46

Re: DIONIGI: IL MISTERO DI UN UOMO TIMOROSO E RINUNCIATARIO

Messaggio da Loiggi » 10/03/2013, 0:14

A me fa schifo la mentalità proposta da Dionigi prima di tutto. Non riuscire a imporre un minimo di gioco finchè non si subisce gol, e non appena si arriva al pareggio (perchè prima o poi ci arriviamo quasi sempre appena iniziamo a giocare e a spingere) ritornare a NON giocare e a coprirsi in tutti i modi. Esempio è stato dopo il gol aver tolto Sarno per Bombagi, perdere tempo ad ogni rimessa, ad ogni punizione conquistata...mi fa veramente innervosire il fatto di non provare mai a vincerla...e finchè pareggiamo con rimonte rocambolesche queste partite facendole passare per imprese sarà dura vedere cambi di mentalità
I LOVE YOU

miguelito
Forumino Malatissimo
Forumino Malatissimo
Messaggi: 1984
Iscritto il: 11/05/2011, 15:38

Re: DIONIGI: IL MISTERO DI UN UOMO TIMOROSO E RINUNCIATARIO

Messaggio da miguelito » 10/03/2013, 9:01

Loiggi ha scritto:A me fa schifo la mentalità proposta da Dionigi prima di tutto. Non riuscire a imporre un minimo di gioco finchè non si subisce gol, e non appena si arriva al pareggio (perchè prima o poi ci arriviamo quasi sempre appena iniziamo a giocare e a spingere) ritornare a NON giocare e a coprirsi in tutti i modi. Esempio è stato dopo il gol aver tolto Sarno per Bombagi, perdere tempo ad ogni rimessa, ad ogni punizione conquistata...mi fa veramente innervosire il fatto di non provare mai a vincerla...e finchè pareggiamo con rimonte rocambolesche queste partite facendole passare per imprese sarà dura vedere cambi di mentalità
ma se il cambio di mentalità non si è visto con Lanciano, Juve Stabia e Vercelli lo vuoi vedere con Verona, Novara e Livorno che hanno organici tre volte più competitivi? Purtroppo lo sbaglio è stato a monte e sono d'accordo con Vitto quando dice che questa squadra giovane doveva essere affidata ad un allenatore esperto. La doppia scommessa su squadra ed allenatore si è rivelata un flop del duo Foti-Giacchetta. Ora non ci resta che tentare di salvarci. Ogni anno si commettono errori grossolani di gestione.

Rispondi