ITALO,CI HAI LASCIATO 10 ANNI FA

Notizie dal mondo e dalla città: curiosità, fatti, cronaca...

Moderatori: NinoMed, Lixia, Bud, Mave, ManAGeR78, Lilleuro

mubald
Non c'è nenti!
Non c'è nenti!
Messaggi: 3893
Iscritto il: 11/05/2011, 14:23

ITALO,CI HAI LASCIATO 10 ANNI FA

Messaggio da mubald » 09/12/2011, 18:38

E quanto ci manchi!!!!
AH,la vita!Sei single?Ti mancano cose che puoi avere da accoppiato.Sei accoppiato?Non puoi avere tutte le liberta' che hai da single
Avatar utente
ManAGeR78
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 3010
Iscritto il: 11/05/2011, 16:35
Località: La Sponda PADRONA dello Stretto!

Re: ITALO,CI HAI LASCIATO 10 ANNI FA

Messaggio da ManAGeR78 » 09/12/2011, 19:02

mubald ha scritto:E quanto ci manchi!!!!
:salut
Immagine

"I know I was born and I know that I'll die. The in between is mine. I AM MINE!" (Eddie Vedder)
patero
Apprendista Forumino
Apprendista Forumino
Messaggi: 64
Iscritto il: 11/05/2011, 22:15

Re: ITALO,CI HAI LASCIATO 10 ANNI FA

Messaggio da patero » 09/12/2011, 19:22

:salut
Avatar utente
_naka
Ehi cosa bella!
Ehi cosa bella!
Messaggi: 5084
Iscritto il: 11/05/2011, 15:01

Re: ITALO,CI HAI LASCIATO 10 ANNI FA

Messaggio da _naka » 09/12/2011, 20:04

l'unico vero sindaco ! :salut un grande, un grandissimo !
PIU' VIVO PIU' TI AMO ! Tu sempre tu ,canterò sempre di più !! Ho visto la reggina mi sono innamorato e non la lascerò mai più !
doddi
Non c'è nenti!
Non c'è nenti!
Messaggi: 4823
Iscritto il: 11/05/2011, 12:55
Località: 38°6′41″N 15°39′43″E

Re: ITALO,CI HAI LASCIATO 10 ANNI FA

Messaggio da doddi » 09/12/2011, 20:23

Ciao Sindaco, il tuo sorriso e' sempre tra noi :salut
Se coloro che vincono le gare hanno certificati antimafia ma sono in strette relazioni con altre imprese sottoposte all'attenzione della mafia,tutte munite di certificazioni delle prefetture,allora è un problema diverso che non compete a me valutare. I.F.
reggino
Non c'è nenti!
Non c'è nenti!
Messaggi: 4513
Iscritto il: 12/05/2011, 19:30
Località: l'isola che non c'è

Re: ITALO,CI HAI LASCIATO 10 ANNI FA

Messaggio da reggino » 09/12/2011, 20:30

ciao Italo,mi sarebbe tanto piaciuto conoscerti.
:salut
https://www.youtube.com/watch?v=-JQINuybHL4" onclick="window.open(this.href);return false;
Reggiotricolore
Apprendista Forumino
Apprendista Forumino
Messaggi: 100
Iscritto il: 15/05/2011, 15:30

Re: ITALO,CI HAI LASCIATO 10 ANNI FA

Messaggio da Reggiotricolore » 09/12/2011, 20:34

ONORE A LUI!!!
Avatar utente
cronin
Apprendista Forumino
Apprendista Forumino
Messaggi: 9
Iscritto il: 09/12/2011, 20:48

Re: ITALO,CI HAI LASCIATO 10 ANNI FA

Messaggio da cronin » 09/12/2011, 20:50

Pace all'anima sua!
Avatar utente
pab397
Forumino Malato
Forumino Malato
Messaggi: 1153
Iscritto il: 26/05/2011, 22:06

Re: ITALO,CI HAI LASCIATO 10 ANNI FA

Messaggio da pab397 » 09/12/2011, 21:17

mubald ha scritto:E quanto ci manchi!!!!
sintesi perfetta :salut
Immagine

sono talmente comunista che da bambino mi mangiavo da solo
Avatar utente
goldenboy
Forumino Malatissimo
Forumino Malatissimo
Messaggi: 2792
Iscritto il: 11/05/2011, 12:43
Località: na vota 'nto bizzolu

Re: ITALO,CI HAI LASCIATO 10 ANNI FA

Messaggio da goldenboy » 09/12/2011, 21:39

:salut :salut :salut
Avatar utente
spiny79
Forumino Malato
Forumino Malato
Messaggi: 906
Iscritto il: 11/05/2011, 13:56

Re: ITALO,CI HAI LASCIATO 10 ANNI FA

Messaggio da spiny79 » 09/12/2011, 21:40

riposa in pace...

:salut
Mariotta
Forumino Malato
Forumino Malato
Messaggi: 1400
Iscritto il: 12/05/2011, 19:24

Re: ITALO,CI HAI LASCIATO 10 ANNI FA

Messaggio da Mariotta » 09/12/2011, 22:04

da strill.

Non era immaginabile una città senza di lui. Lui che era comunque lanciato verso mete assai più ambiziose, lui che incarnava l’uomo nuovo individuato dai vertici della sinistra nazionale per vestire i panni di quel leader mai più trovato.
Lui, il Sindaco Falcomatà, per molti Italo, per tutti “il professore”, se ne andava esattamente dieci anni fa. Se ne andava con una morigeratezza di modi, come il lieve scivolare di una carezza sul viso. Lui che di carezze, vere e figurate, ne aveva dispensate tante nei suoi otto anni di sindacatura, riusciva a tramutare anche l’estremo atto, quello finale, quello che dovrebbe essere solo personalissimo, in un atto di amore per la città.
Aveva cominciato a farlo esattamente cinque mesi prima, quella mattina del 13 luglio, quando – attraverso quella stessa Roto San Giorgio prima e dopo spesso umiliata da comunicati di consiglieri vuoti come i comunicati stessi – svelava alla città il suo stato e, tra le righe, il suo destino.
Lo faceva senza indulgere neppure per un attimo in una autocommiserazione che sarebbe comunque stata umanamente comprensibile.
Il suo riferimento alla “preparazione ad uscire dalla mia vita, da quella della mia famiglia e della mia città” lascia di ghiaccio chi legge, oggi come allora.
Eppure Italo dispensava ancora serenità e forza, riusciva a regalare un pensiero a “una bimbetta di circa tre anni che oggi lasciava il reparto definitivamente e che è venuta a trovarmi in braccio al padre. Ha lottato pure lei” – scriveva Italo – “e io la guardavo ‘con gli occhi incerti tra il sorriso e il pianto’ “.
Ecco, dopo dieci anni possiamo dire che ciò di cui si è sentita la mancanza in maniera totale è stato proprio il suo modo di gestire i rapporti, ma anche di indirizzare le dinamiche che l’agone politico spesso porta ben oltre un’asticella che, comunque, nell’interesse collettivo, non può mai essere superata.
La sua capacità di fare squadra, di risvegliare un senso di appartenenza verso la città calpestato da decenni di oblio, il suo equilibrio hanno rappresentato gli elementi costitutivi di quella straordinaria umanità che non ne ha mai abbandonato l’operato, nei momenti più bui ed in quelli nei quali la primavera sbocciava, quando c’era da fare la faccia dura e la voce grossa e quando era necessario fare sfoggio delle più sottili arti diplomatiche.
“Io non mi piegherò” – scriveva Italo il 13 luglio – “ma tu, Dio mio, dammi il coraggio di affrontare la sera con tutti i suoi ‘Mi ritorni in mente bella come sei, bella come mai…’ “.
E quando si arrese, l’11 dicembre del 2001, sia pure dopo aver strenuamente combattuto fino alla fine, dopo essere apparso in situazioni pubbliche (anche operative) evidentemente provato nel fisico ma ancora caratterizzato da una straordinaria forza d’animo che – paradossalmente – trasmetteva serenità ai cittadini angosciati per il suo stato di salute, lasciò una città annichilita.
Reggio fu sorpresa come Cenerentola a mezzanotte, quando il sogno svanisce e la carrozza torna zucca.
E fu silenzio e furono lacrime.
Lacrime continue, discrete come Italo, insistenti e mai volgari, come la pioggia di quei giorni, come il cielo plumbeo che fece da cornice al suo funerale, in Cattedrale, in una piazza Duomo stracolma di persone, al pari delle vie circostanti, nelle quali le decine di migliaia di cittadini potevano ascoltare omelia ed interventi attraverso degli altoparlanti.
Di quelle ore chi c’era ricorda l’assordante silenzio, la mestizia che trionfava nelle anime della gente semplice, quella gente verso la quale, in otto anni, Italo aveva sempre avuto e manifestato attenzione, riguardo, rispetto.
E in quel suo “Reggini”, col quale, in maniera secca, incisiva, inequivoca, carica di significati, cinque mesi prima Italo apriva la lettera alla città c’era tutto; c’era il suo modo di interpretare la città stessa, di farla vivere, in qualche caso di rianimarla, avendo cura delle sue parti più delicate, più fragili, trattate con la medesima cura che si ha appoggiando sul cuscino un neonato o porgendo la mano ad un anziano per aiutarlo ad alzarsi.
E di un po’ di quella umanità, della forza d’animo e di spirito che ti da la forza di resistere alle provocazioni, di quello straordinario equilibrio marchiato da solidarietà sociale e orgoglio dell’appartenenza oggi ce ne sarebbe bisogno come il pane.
Ma, in termini di esame di coscienza, in tanti (a destra e a sinistra) di coloro i quali hanno calcato la scena pubblica in questi due lustri dovrebbero chiedersi quante volte hanno tradito il messaggio non politico o amministrativo - giacchè in questi campi ciascuno segna una linea propria e, in definitiva, ogni botte da il vino che ha – ma etico-morale, l’eredità di spirito di Italo.
Dieci anni senza Italo.
Dieci anni di tradimenti.


Giusva Branca
Il dolore ci rimette in mezzo alle cose in modo nuovo.
rorschach
Forumino Scelto
Forumino Scelto
Messaggi: 494
Iscritto il: 22/06/2011, 23:54

Re: ITALO,CI HAI LASCIATO 10 ANNI FA

Messaggio da rorschach » 09/12/2011, 23:01

un grande :salut
Avatar utente
UnTo_Re
Forumino Scelto
Forumino Scelto
Messaggi: 325
Iscritto il: 11/05/2011, 13:09
Località: Reggio Calabria

Re: ITALO,CI HAI LASCIATO 10 ANNI FA

Messaggio da UnTo_Re » 09/12/2011, 23:22

:salut
"Homo sum, humani nihil a me alienum puto" Terenzio-Heautontimorumenos

Un cesso il 15\10\2011:"Mi è appena arrivato un sms dal mio amico Antonio di Reggio, ammette che siamo stati indubbiamente i migliori e che a volte nel calcio vince il più fortunato"
Avatar utente
Lixia
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 1734
Iscritto il: 11/05/2011, 13:25
Località: Boh!!! Attualmente zingarìo in Trentino!!!

Re: ITALO,CI HAI LASCIATO 10 ANNI FA

Messaggio da Lixia » 09/12/2011, 23:27

uno ogni mille anni ...
"Gli amici miei, ed in cui posso fidare, non vivon qui: si trovan lontano, al mio paese, come ogni altra cosa, signori, che mi può recar conforto".

Putrusinu ogni mineshra!

Immagine
Avatar utente
hawtin
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 1632
Iscritto il: 11/05/2011, 12:42

Re: ITALO,CI HAI LASCIATO 10 ANNI FA

Messaggio da hawtin » 09/12/2011, 23:47

Grande Italo :salut
Non tifo per gli squadroni tifo per Te.
Malaca
Forumino Scelto
Forumino Scelto
Messaggi: 612
Iscritto il: 14/05/2011, 9:57

Re: ITALO,CI HAI LASCIATO 10 ANNI FA

Messaggio da Malaca » 09/12/2011, 23:55

L'UNICO e VERO SINDACO DELLA NOSTRA CITTA'...
Avatar utente
DoubleD
Forumino Malatissimo
Forumino Malatissimo
Messaggi: 2476
Iscritto il: 11/05/2011, 13:57
Località: MedazZalaNd

Re: ITALO,CI HAI LASCIATO 10 ANNI FA

Messaggio da DoubleD » 10/12/2011, 0:34

un grande uomo
una grande persona



fiero di averlo conosciuto
fiero di aver parlato con lui
fiero che dopo una mia richiesta, il giorno dopo fece cambiare (l'umilta' della persona) l'ordine in una strada del centro

ciao ITALO
'' A Reggina Esti Comu U viagra... faci 'nchianari i cazzi "

Immagine
Avatar utente
Motociclista
Forumino Malatissimo
Forumino Malatissimo
Messaggi: 1795
Iscritto il: 11/05/2011, 19:51

Re: ITALO,CI HAI LASCIATO 10 ANNI FA

Messaggio da Motociclista » 10/12/2011, 4:01

Non ho avuto modo di conoscerlo di persona,ricordo il giorno dei funerali al Duomo..e la gente che ne ha sempre parlato bene.
sicuramente a quei tempi il clima in città(non metereologicamente parlando ovviamente)non era lo stesso di oggi..
peccato..i migliori se ne vanno purtroppo.. :salut
Avatar utente
nick
Forumino Malato
Forumino Malato
Messaggi: 986
Iscritto il: 11/05/2011, 18:10

Re: ITALO,CI HAI LASCIATO 10 ANNI FA

Messaggio da nick » 10/12/2011, 9:36

Sicuramente uno dei piu' grandi reggini di tutti i tempi: Italo per sempre nei nostri cuori..... :salut
« Reggio è un grande giardino, uno dei luoghi più belli che si possano trovare sulla terra. »
(Edward Lear, Diario di un viaggio a piedi, 1847[1])

FORZA REGGINA SEMPRE E COMUNQUE!
Rispondi