Alluvione al sud...

Notizie dal mondo e dalla città: curiosità, fatti, cronaca...

Moderatori: Bud, NinoMed, Lixia, Lilleuro, Mave, ManAGeR78

suonatore Jones

Re: Alluvione al sud...

Messaggio da suonatore Jones » 26/11/2011, 12:34

la colpa è del clima se, per colpa, si intende che sottolinea i difetti dell'edilizia fatta con leggerezza, per usare un eufemismo. in olanda (dove, dal punto di vista edilizio, sono molto avanti) piove più di metà dell'anno, e hanno vento a volontà. eppure le strade sono integre, i canali (uno per città, circa) non esondano.

a reggio, per de ore di pioggia l'altro giorno, si sono allagate le strade, mi pare. e ancora disquisiamo sulla differenza dell'edilizia nord-sud?
rca
Forumino Malatissimo
Forumino Malatissimo
Messaggi: 1950
Iscritto il: 03/05/2011, 10:12
Località: You can checkout any time you like, But you can never leave!

Re: Alluvione al sud...

Messaggio da rca » 26/11/2011, 12:43

CALABRESE ha scritto:Se cade un ponte delle ferrovie,è colpa dell' abusivismo? :roll: Purtroppo,nessuno dice che il clima è cambiato ed ormai ci dobbiamo abituare a tutto ciò,piove in un giorno quanto dovrebbe piovere in 2 mesi.Poi si vanno a cercare i paragoni con il nord,come al solito,per dire che abbiamo la coscienza sporca e che quindi ci meritiamo tutto ciò.Contenti voi che mettete sempre su questo piano le discussioni,io non ci sto. :salut
Se vuoi parlare di cose tecniche, devi tenere conto di molte altre variabili oltre il solo cambiamento climatico.

Pur condividendo jones, gli devo fare presente che a mio parere, in proporzione, al nord hanno fatto peggio perchè -raccontavano colleghi- hanno pianificato a pene di canide in nome del massimo sfruttamento possibile (giusto ieri vedevo esempi olandesi di massimo sfruttamento del territorio: altra storia, ma che lo dico a fare). Da noi è presente un tasso di abusivismo aberrante ma il peggio è vedere case costruite/sanate con regolari permessi in posti impensabili, tipo letti di fiumare o argini delle stesse. Che poi è la stessa lgica del nord, alla fine...
E quindi? Ma poi, fondamentalmente...tu, chi cazzo sei? (cit.)
Avatar utente
io2
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 2767
Iscritto il: 30/04/2011, 12:08
Località: Catona (RC)
Contatta:

Re: Alluvione al sud...

Messaggio da io2 » 26/11/2011, 12:54

Demy182rc ha scritto:si colpa del clima non di costruzione fatte a cazzo. a tipo che non si sa che le fiumare possono ingrossarsi e diventare potenzialmente curiose. nel 1953 non è straripata la fiumara di croce valanidi...no no...ancora il tempo li non era cambiato.

ma facitimi a cortesia
mettici pure lavatrici, frigoriferi, materassi e dall'altro buttati nelle fiumare.
L'importante non è vincere ma partecipare, con onore, alla sconfitta dell'avversario.
Avatar utente
CALABRESE
Forumino Malato
Forumino Malato
Messaggi: 1144
Iscritto il: 13/05/2011, 14:12

Re: Alluvione al sud...

Messaggio da CALABRESE » 26/11/2011, 14:20

EktorBaboden ha scritto:
Demy182rc ha scritto:si colpa del clima non di costruzione fatte a cazzo. a tipo che non si sa che le fiumare possono ingrossarsi e diventare potenzialmente curiose. nel 1953 non è straripata la fiumara di croce valanidi...no no...ancora il tempo li non era cambiato.

ma facitimi a cortesia
Vedi che a Genova sono state costruite case e parcheggi sopra i torrenti. Poi i torrenti si sono ripresi quello che era loro. Ma si sa le cose fatte a cazzo sono chiaramente solo al sud. :salut
:salut
"Preferisco che ci si abbracci quando si fa gol, evitando certe cose."
Avatar utente
Demy182rc
Forumino Praticante
Forumino Praticante
Messaggi: 196
Iscritto il: 11/05/2011, 14:03

Re: Alluvione al sud...

Messaggio da Demy182rc » 26/11/2011, 14:34

ma quello che vi contesto, caso mai non l'aveste capito, è che imputate questa situazione al clima!
Un Mito Non Muore Mai!

Foti su Tedesco: “Nessuna umiliazione, pensi di meno al ritorno economico”

dove c***o sta la vostra fantomatica rivoluzione liberale? la verità è che da 17 anni siete stati solo ed esclusivamente tanti M'BUCCALAPUNI
rca
Forumino Malatissimo
Forumino Malatissimo
Messaggi: 1950
Iscritto il: 03/05/2011, 10:12
Località: You can checkout any time you like, But you can never leave!

Re: Alluvione al sud...

Messaggio da rca » 26/11/2011, 15:09

Demy182rc ha scritto:ma quello che vi contesto, caso mai non l'aveste capito, è che imputate questa situazione al clima!
Attribuire tutte le colpe al clima è da farabutti, certamente. Di sicuro però non ha dato una mano
E quindi? Ma poi, fondamentalmente...tu, chi cazzo sei? (cit.)
Avatar utente
Demy182rc
Forumino Praticante
Forumino Praticante
Messaggi: 196
Iscritto il: 11/05/2011, 14:03

Re: Alluvione al sud...

Messaggio da Demy182rc » 26/11/2011, 15:19

rca ha scritto:
Demy182rc ha scritto:ma quello che vi contesto, caso mai non l'aveste capito, è che imputate questa situazione al clima!
Attribuire tutte le colpe al clima è da farabutti, certamente. Di sicuro però non ha dato una mano
così è diverso dal dire "cangiau u tempu"
Un Mito Non Muore Mai!

Foti su Tedesco: “Nessuna umiliazione, pensi di meno al ritorno economico”

dove c***o sta la vostra fantomatica rivoluzione liberale? la verità è che da 17 anni siete stati solo ed esclusivamente tanti M'BUCCALAPUNI
rca
Forumino Malatissimo
Forumino Malatissimo
Messaggi: 1950
Iscritto il: 03/05/2011, 10:12
Località: You can checkout any time you like, But you can never leave!

Re: Alluvione al sud...

Messaggio da rca » 26/11/2011, 15:46

Demy182rc ha scritto:
rca ha scritto:
Demy182rc ha scritto:ma quello che vi contesto, caso mai non l'aveste capito, è che imputate questa situazione al clima!
Attribuire tutte le colpe al clima è da farabutti, certamente. Di sicuro però non ha dato una mano
così è diverso dal dire "cangiau u tempu"
Che non è una balla, intendiamoci. Ma non può e non deve essere una giustificazione.
E quindi? Ma poi, fondamentalmente...tu, chi cazzo sei? (cit.)
Avatar utente
Ninco Nanco
Forumino Praticante
Forumino Praticante
Messaggi: 260
Iscritto il: 11/05/2011, 13:52

Re: Alluvione al sud...

Messaggio da Ninco Nanco » 27/11/2011, 9:23

suonatore Jones ha scritto:
tina ha scritto:Ciccio,

ti scrivo a nome di tanti siciliani, e ti chiamo Ciccio perché anche tu sei siciliano, essendo nato a Catania.

Lo so che ti da fastidio, perché -avendo lavorato per 19 anni al Corriere della Sera e scrivendo da 10 anni per La Repubblica- probabilmente non ti piace essere chiamato “Ciccio”.

Magari, dopo tanti anni al Corriere, parli pure milanese, e Ciccio in milanese non suona bene.

Ma io continuerò lo stesso a chiamarti Ciccio, ok?

Dunque, Ciccio, voglio dirti che qui noi siamo indignati. Lo so che, proprio in questi ultimi tempi, è un termine inflazionato ma non ne trovo uno migliore per manifestarti il nostro sdegno per quello che hai detto nel tuo servizio sull’alluvione nel messinese.

Qui l’acqua avrebbe portato via il “mattone selvaggio e l’accozzaglia di laterizi”, mentre …dalle tue parti la natura malvagia avrebbe distrutto “i centri storici, lo spazio pubblico celebrato, la bellezza di città che sono storicamente costruite per piacere, per aiutare l’uomo a vivere e non a sopravvivere”.

Ciccio, ma che dici? La storia della tua terra (quella d’origine, intendo: la Sicilia) te la ricordi?

Ciccio, anche i nostri paesi hanno un centro storico: centri di antica tradizione, come Saponara: ti ricordi di Saponara, vero?

A Saponara l’acqua ha mandato giù un costone roccioso che ha sotterrato una casa, e -con la casa- ha sotterrato anche tre persone, e fra queste tre persone c’era un angioletto biondo di appena dieci anni.

Ah, …dimenticavo: quella casa non era abusiva: era una casa come la tua, forse meno ricca della tua, ma era comunque una casa, insomma una casa normale, non un’accozzaglia di laterizi.

A proposito del nostro bimbo annegato nel fango, …ecco, qui voglio ringraziarti per aver detto che “i bambini affogati sono uguali”. Almeno questo ce lo hai riconosciuto, Ciccio, …i nostri non sono figli di un dio minore, almeno quando affogano nel fango.

Grazie, grazie davvero.

“La forza dell’acqua distrugge sviluppo e sottosviluppo”. Naturalmente, lo sviluppo sta al Nord e il sottosviluppo è il nostro.

Ciccio, vuoi che partiamo da lontano?

E allora, mi permetto di ricordarti che nell’anno 1100, mentre dalle tue parti si brancolava nel buio del Medioevo, i Siciliani avevano il primo Parlamento della storia, il primo parlamento d’Europa.

Facciamo un bel salto e arriviamo al 1861.

In quegli anni -esattamente nel 1856- in occasione dell’Esposizione Internazionale di Parigi, Il Regno delle Due Sicilie ricevette il Premio come terzo Paese più industrializzato del mondo, dopo Inghilterra e Francia.

Il Meridione possedeva una flotta mercantile pari ai 4/5 del naviglio italiano, una flotta che era la quarta del mondo. Il Sud era il primo produttore in Italia di materia prima e semi-lavorati per l'industria. Avevamo circa 100 industrie metal meccaniche che lavoravano a pieno regime (era attiva la più grande industria metalmeccanica d’Italia). Avevamo industrie tessili, manifatturiere, estrattive. Avevamo, distillerie, cartiere. Avevamo la prima industria siderurgica d’Italia. Il primo mezzo navale a vapore del Mediterraneo (una goletta) fu costruito nelle Due Sicilie e fu anche il primo al mondo a navigare per mare. La prima nave italiana che arrivò nel 1854, dopo 26 giorni di navigazione, a New York, era meridionale, e si chiamava -guarda un po’!- “Sicilia”. La bilancia commerciale con gli Stati Uniti era fortemente in attivo e il volume degli scambi era quasi il quintuplo del Piemonte. Il cantiere di Castellammare di Stabia, con 1.800 operai, era il primo d’ Italia per grandezza e importanza.

Ancora: il tasso di sconto praticato dalle banche era pari al 3%, il più basso della Penisola; una “fede di credito” rilasciata dal Banco di Napoli era valutata sui mercati internazionali fino a quattro

volte il valore nominale. Il Regno Napoletano, fra tutti gli Stati italiani, vantava il sistema fiscale con il minor numero di tasse: ve ne erano soltanto cinque.

Tu, Ciccio, potresti dirmi: “acqua passata”. Potresti chiedermi come ci siamo ridotti così, oggi, …sottosviluppati.

Bene, …ti spiego: fin dal primo anno di unificazione, il neonato Stato italiano introdusse ben 36 nuove imposte ed elevò quelle già esistenti.

In appena quattro anni, la pressione fiscale aumentò dell’87%, ed il costo della vita ebbe un incremento del 40% rispetto al 1860, i salari persero il 15% del potere d’acquisto.

Dopo l’unificazione d’Italia, l’industria meridionale e persino l’agricoltura furono letteralmente abbandonate e penalizzate con una politica economica che favorì il Nord a danno del Sud, come risulta da un’inchiesta sulla ripartizione territoriale delle entrate e delle spese dello Stato voluta da Francesco Saverio Nitti (non l’abbiamo pagato noi, …giuro).

Per diversi decenni si verificò un continuo drenaggio di capitali dal meridione al Nord dovuto proprio ad una scelta di politica economica dello Stato, mentre sul piano delle imposte il Mezzogiorno e la Sicilia contribuivano in maniera di gran lunga superiore alle regioni del Nord.

Non andò meglio per i lavori pubblici, in quanto gran parte delle spese furono fatte nell’Italia Settentrionale e Centrale.

In sostanza il bottino dei Savoia fu veramente enorme, se si considera che il danaro trafugato dalle casse del “Regno delle Due Sicilie” ammontava a 443 milioni di lire oro, vale a dire due volte superiore a quello di tutti (dico tutti) gli Stati preunitari della penisola messi insieme; lo Stato savoiardo ne possedeva solo 20 milioni.

Questa è storia Ciccio, dunque non volercene se una politica assassina ci ha ridotto come siamo adesso.

Non dirci che siamo “sottosviluppati”, non ce lo meritiamo. Perché -vedi- la cultura siciliana non è da meno rispetto a quella dell’ormai “tuo” Nord.

Anzi…, a giudicare dal numero e dall’importanza dei cervelli che mandiamo a lavorare dalle tue parti, potrei osare di più, ma non mi va.

L’acqua, qui, porta via centri storici e persone esattamente come a Genova e come nelle Cinque Terre.

E a Barcellona i torrenti sono “tombinati” esattamente come a Genova.

Sai, Ciccio, i giornali arrivano anche qui, e noi li leggiamo.

E, se proprio la vogliamo dire tutta, anche a Genova c’erano case costruite nei greti dei torrenti: le abbiamo viste tutti in televisione: anche lì, dunque, “mattone selvaggio” e “accozzaglia di laterizi”?

Ascoltami, Ciccio: nella prossima estate, torna in Sicilia. Non ti chiedo di starci molto: quindici giorni a pensione completa. Fatti un giro, magari anche nella città che ti ha visto bimbo meridionale: Catania.

Scoprirai cose nuove.

Scoprirai che i siciliani non sono affatto rassegnati, sono incazzati neri.

E’ diverso.

Scoprirai che “le persone per bene” che pensano che il Sud sia solo violento-imprevedibile-inaffidabile-sprecone-confusionario-corrotto-mafioso-camorristico (come dici tu in una sorta di crescendo rossiniano), in realtà non sono persone per bene: sono degli idioti. Oppure dei delinquenti.

E mi dispiace se fra loro dovessero esserci amici tuoi: sempre idioti restano, o delinquenti che hanno interesse ad affossarci ancora di più.

Perché -vedi- se qui i mafiosi portano ancora la coppola, mentre al Nord portano la cravatta e magari hanno l’auto blu e la scorta, per noi non fa molta differenza.

Ripeto, i giornali li leggiamo anche qua.

…E quella “pietà diversa” di cui parli, Ciccio: ma ti sei ascoltato?

“La disgrazia di Genova fece esplodere gli animi e mettere mano al portafoglio”, mentre qui le disgrazie sarebbero solo “il prolungamento della normalità”. Qui è meglio “non dare perché elemosiniere d elemosinato rischiano di fare la stessa fine”. E, quindi, “aiutare il Sud potrebbe risultare pericoloso, fortemente pericoloso”.

No, Ciccio, ti sbagli.

La nostra normalità non è questa che dici tu. La nostra “normalità” ci è stata tolta proprio da quelle “persone per bene” di cui parli, quelle stesse che oggi vorrebbero farci “il ponte sullo Stretto” per finire di fregarci il poco che ci è rimasto.

Noi non siamo affatto rassegnati, Ciccio, e vogliamo riprendercela la nostra normalità.

La nostra normalità ha nome e cognome, anzi …nomi e cognomi, come Antonello da Messina, Vincenzo Bellini, Francesco Maurolico, Finocchiaro Aprile, Alessandro Scarlatti, Filippo Juvara, Luigi Pirandello, Giovanni Verga, Lucio Piccolo, Tommaso Cannizzaro, Bartolo Cattafi, Giuseppe Tomasi di Lampedusa, Renato Guttuso, Ettore Majorana, Vittorio Emanuele Orlando, Salvatore Quasimodo, Leonardo Sciascia, Vann'Antò'.

La nostra normalità ha luoghi che si chiamano Mozia, Segesta, Selinunte, Piazza Armerina, Naxos, Siracusa, Monreale, Taormina, Erice, Agrigento, Noto: tutti con i loro “centri storici”, come Messina, e -perché no- come Barcellona e come Saponara.

Noi conserviamo la cultura dei nostri padri. Noi conserviamo le tradizioni di questi luoghi.

Non siamo rassegnati, siamo orgogliosi (oltre che incazzati).

E se i nostri Gattopardi sono stati sbranati dalle iene e dagli sciacalli, come aveva previsto il Principe di Lampedusa in tempi non sospetti, beh …verrà il momento del riscatto.

Noi ci crediamo, dobbiamo crederci.

E, per tornare alla tua “pietà diversa”, sappi che questo tipo di pietà non ci interessa. Noi vogliamo solo difendere i nostri diritti, vogliamo solo il nostro, quello che ci spetta.

Siamo noi che abbiamo pietà, pietà per gli oppressi, per i vinti, pietà per chiunque soffra.

E siamo ancora noi che abbiamo, legittimamente, dei pregiudizi. Da oggi nutriamo pregiudizi anche nei tuoi confronti e nei confronti del tuo giornale.

E se non riesci a fartene una ragione, se non riesci a pensare di dovere chiedere scusa, allora davvero hai voluto rinnegare le tue origini, le tue radici, la tua storia.
Ciao Ciccio.

http://www.facebook.com/notes/la-filoso ... 5017337966" onclick="window.open(this.href);return false;



:salut

articolo che non capisco.

che c'entrano, oggi e in questo contesto, il 1100, il 1861, i greci, i templi, la storia, la presunta normalità nobile? si, bello: il sole, il mare, le fie mediterranee, certo. ma mi pare il giocare a nascondino. e nascondere i problemi reali.
vogliamo dire che l'abusivismo edilizio è presente a messina nella stessa misura di genova? diciamolo, se ci fa star meglio, ma sfido chiunque a dimostrarlo.
vogliamo dire che la mafia, sicuramente presente dappertutto, faccia le stesse cose a milano e barcellona pozzo di gotto?
vogliamo dire che uno dei cardini del sud è l'abusivismo edilizio (dallo sgabuzzino della casa del vecchio di chorio a...napoli)?

la diversa pietà non è forse vera? non è vero che, parlando di un affare al sud, chiunque storce il naso?

ma per favore...così altro che gattopardi, continueranno ad essere. si rialzerà la testa quando qualcuno ci tirerà per i capelli per sputarci in faccia prima di continuare a prenderci a calci.
quindi siamo tutti mafiosi, corrotti e consapevoli che tutta la società civile pensi questo...
"I mafiosi non avrebbero cittadinanza in Italia se non ci fosse il potere politico e finanziario che gli permette di esistere."
Giuseppe Fava, ucciso il 5 gennaio 1984.
http://www.regno.fm" onclick="window.open(this.href);return false;
Avatar utente
Ninco Nanco
Forumino Praticante
Forumino Praticante
Messaggi: 260
Iscritto il: 11/05/2011, 13:52

Re: Alluvione al sud...

Messaggio da Ninco Nanco » 27/11/2011, 9:26

http://www.agoravox.it/Lettera-aperta-d ... ese-a.html" onclick="window.open(this.href);return false;

Buongiorno,
innanzitutto mi presento: mi chiamo Dario Fucile, ho 25 anni e lavoro per una casa di spedizioni a Genova.

Io, come altre migliaia di persone che han visto il vostro video, mi ritengo colpito e offeso dal qualunquismo editoriale con cui vengono affrontate certe tragedie.

Il giornalismo dovrebbe assicurare ai cittadini un'informazione "qualificata e caratterizzata da obiettività, imparzialità, completezza e correttezza; dal rispetto della dignità umana, dell’ordine pubblico, del buon costume e del libero sviluppo psichico e morale dei minori nonché dal pluralismo delle fonti cui attingono conoscenze e notizie in modo tale che il cittadino possa essere messo in condizione di compiere le sue valutazioni, avendo presenti punti di vista differenti e orientamenti culturali contrastanti” (Sentenza n. 112/1993 della Corte Costituzionale)

Nel video da Voi pubblicato non viene rispettato nessuna di queste caratteristiche che, se ben usate, contribuiscono alla definizione di " libertà di stampa ".

Ora mi chiedo, come si può affrontare un tema delicato, come le alluvioni ed i disastri idrogeologici che hanno colpito l'Italia in lungo e in largo nelle ultime settimane, proponendo un servizio che ha come unica utilità esprimere un giudizio razzista e gratuitamente offensivo nei confronti delle popolazioni del Sud?

Come si può definire, per partito preso, che il Sud è "violento, imprevedibie, inaffidabile, sprecone, confusionario, corrotto, mafioso, camorristico", ledendo di fatto la dignità di milioni di persone che, giorno dopo giorno, lottano contro questi pregiudizi?

C'è forse differenza tra una famiglia del Nord e una famiglia del Sud? Hanno forse colpa i bambini morti nelle alluvioni liguri e siciliane? C'è forse differenza tra abusivismo edilizio al Nord e abusivismo edilizio al Sud?

E' certamente innegabile che ci siano delle differenze di sviluppo economico tra le varie regioni del nostro paese, ed è certamente innegabile che le associazioni di stampo mafioso siano nascoste su tutto il territorio italiano; basti pensare che solo in Liguria, negli ultimi due anni, hanno sospeso diverse giunte comunali a causa di infiltrazioni mafiose.

Possiamo forse escludere i nostri politici, quando loro stessi sono i primi ad agire nell'illegalità? Come dice il detto: "il pesce puzza dalla testa".

Ritengo quindi che il giornalista che ha realizzato questo video dovrebbe quantomeno chiedere scusa alle migliaia di persone del Sud che ogni giorno si rimboccano le maniche e portano a casa lo stipendio legalmente per mantenere la propria famiglia; a tutti coloro che si rifiutano di scendere a compromessi con i mafiosi e a coloro i quali credono ancora negli ideali e nei valori da trasmettere ai figli, indipendetemente dalla collocazione geografica in cui si trovano.

E' facile giudicare stando al di fuori da queste realtà. Io le ho vissute e conosco la mia terra e la mia gente, le cui peculiarità sono l'accoglienza, gli splendidi paesaggi, l'enorme umiltà di chi non arriva alla fine del mese ma nonostante ciò si fa coraggio per andare avanti, perché solo perseverando nel giusto le cose potranno cambiare.

Solo facendo ognuno del proprio meglio si vedrà la luce. Solo piangendo in egual modo la perdità di vite umane ci si aprirà l'un l'altro. Solo portando rispetto dei nostri cari defunti, che siano morti al Nord o al Sud, si avrà una società più civile. Solo restando uniti si ricostruirà un paese di cui anche noi siciliani facciamo parte.

Io sono fiero di essere Siciliano.
"I mafiosi non avrebbero cittadinanza in Italia se non ci fosse il potere politico e finanziario che gli permette di esistere."
Giuseppe Fava, ucciso il 5 gennaio 1984.
http://www.regno.fm" onclick="window.open(this.href);return false;
suonatore Jones

Re: Alluvione al sud...

Messaggio da suonatore Jones » 28/11/2011, 0:06

Ninco Nanco ha scritto:
articolo che non capisco.

che c'entrano, oggi e in questo contesto, il 1100, il 1861, i greci, i templi, la storia, la presunta normalità nobile? si, bello: il sole, il mare, le fie mediterranee, certo. ma mi pare il giocare a nascondino. e nascondere i problemi reali.
vogliamo dire che l'abusivismo edilizio è presente a messina nella stessa misura di genova? diciamolo, se ci fa star meglio, ma sfido chiunque a dimostrarlo.
vogliamo dire che la mafia, sicuramente presente dappertutto, faccia le stesse cose a milano e barcellona pozzo di gotto?
vogliamo dire che uno dei cardini del sud è l'abusivismo edilizio (dallo sgabuzzino della casa del vecchio di chorio a...napoli)?

la diversa pietà non è forse vera? non è vero che, parlando di un affare al sud, chiunque storce il naso?

ma per favore...così altro che gattopardi, continueranno ad essere. si rialzerà la testa quando qualcuno ci tirerà per i capelli per sputarci in faccia prima di continuare a prenderci a calci.
quindi siamo tutti mafiosi, corrotti e consapevoli che tutta la società civile pensi questo...[/quote]


no. ma non è tirando fuori pitagora, che lo dimostri. lo dimostri:

1)ammettendo il problema
2)spaccandoti per risolverlo.

guarda le varie inchieste sull'abisivismo edilizio in calabria (argomento tratta to da report, mi manda rai3, striscia, iene e chi più ne ha più ne metta) e mi dici se sono interviste normali. non ricordo in quale programma (ma se vuoi lo ritrovo) intervistavano un impiegato del catasto (mi pare. o un assessore all'edilizia) di isola di capo rizzuto. lavorava da solo perchè nessuno voleva lavorare con lui. gli hanno bruciato macchina e CASA perchè rompeva i coglioni a chi costruiva abusivamente. un povero cristo che non sapeva dove sbattere la testa. e nessuno che si interessasse a lui (e al problema) anzi: odiato da tutti e gente (ignorante) arrabbiata perchè questo voleva buttar giù una casa (abusiva) adiacente alle mura del castello. "ma che oh"

se poi dici che i problemi del sud sono uguali a quelli del nord, non so che dirti.
Avatar utente
Ninco Nanco
Forumino Praticante
Forumino Praticante
Messaggi: 260
Iscritto il: 11/05/2011, 13:52

Re: Alluvione al sud...

Messaggio da Ninco Nanco » 28/11/2011, 14:24

nessuno nasconde i problemi...
solo che nel topic non si discuteva di ciò, ma del diverso "taglio editoriale" di due alluvioni...poi un tizio ha definito tutta la gente del sud corrotta e mafiosa...perchè il tizio non monta un servizio-denuncia sui giovani di talità kum che si sono visti tranciare dalla ndrangheta parecchi alberi d'ulivo?
"I mafiosi non avrebbero cittadinanza in Italia se non ci fosse il potere politico e finanziario che gli permette di esistere."
Giuseppe Fava, ucciso il 5 gennaio 1984.
http://www.regno.fm" onclick="window.open(this.href);return false;
suonatore Jones

Re: Alluvione al sud...

Messaggio da suonatore Jones » 28/11/2011, 17:29

rca, non avevo letto.

bisogna vedere se è più grave un errore dovuto a scarsezza degli addetti ai lavori o uno fatto deliberatamente, sapendo che sarebbero potute morire delle persone.
rca
Forumino Malatissimo
Forumino Malatissimo
Messaggi: 1950
Iscritto il: 03/05/2011, 10:12
Località: You can checkout any time you like, But you can never leave!

Re: Alluvione al sud...

Messaggio da rca » 28/11/2011, 17:36

suonatore Jones ha scritto:rca, non avevo letto.

bisogna vedere se è più grave un errore dovuto a scarsezza degli addetti ai lavori o uno fatto deliberatamente, sapendo che sarebbero potute morire delle persone.
E' chiaro che è più grave quello deliberato, perchè incurante o peggio sprezzante dei rischi connessi. Se uno è scarso, compito degli altri è quello di farlo presente.
E quindi? Ma poi, fondamentalmente...tu, chi cazzo sei? (cit.)
Avatar utente
Ninco Nanco
Forumino Praticante
Forumino Praticante
Messaggi: 260
Iscritto il: 11/05/2011, 13:52

Re: Alluvione al sud...

Messaggio da Ninco Nanco » 29/11/2011, 12:33

EktorBaboden ha scritto:Capisco che parlare delle tragedie che colpiscono il sud non è di moda (fanno più colpo quelle che colpiscono il nord anche per i media nazionali)
ma essendo una tragedia attualissima ritengo opportuno creare un topic.
http://www.meteoweb.eu/" onclick="window.open(this.href);return false;

http://www.strill.it/" onclick="window.open(this.href);return false;

Ma si può morire di mal tempo nel 2011?

E non criticatemi per il mio iniziale intervento. Anticipatamente mi scuso.

eccoti servito

http://partitodelsud.blogspot.com/2011/ ... e-dei.html" onclick="window.open(this.href);return false;
"I mafiosi non avrebbero cittadinanza in Italia se non ci fosse il potere politico e finanziario che gli permette di esistere."
Giuseppe Fava, ucciso il 5 gennaio 1984.
http://www.regno.fm" onclick="window.open(this.href);return false;
Avatar utente
io2
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 2767
Iscritto il: 30/04/2011, 12:08
Località: Catona (RC)
Contatta:

Re: Alluvione al sud...

Messaggio da io2 » 01/12/2011, 21:04

Ma perché dobbiamo sentirci sempre vittime… Non sopporto il vittimismo.
skytg24 parla tutti i giorni dell'alluvione a Messina… Nelle trasmissioni Mediaset, compreso il grande fratello, hanno dato il numero per mandare l'SMS per l'alluvione a Messina.
Tutta questa disparità non la vedo.
L'importante non è vincere ma partecipare, con onore, alla sconfitta dell'avversario.
Avatar utente
EktorBaboden
Forumino Malato
Forumino Malato
Messaggi: 1007
Iscritto il: 11/05/2011, 19:47

Re: Alluvione al sud...

Messaggio da EktorBaboden » 01/12/2011, 21:10

io2 ha scritto:Ma perché dobbiamo sentirci sempre vittime… Non sopporto il vittimismo.
skytg24 parla tutti i giorni dell'alluvione a Messina… Nelle trasmissioni Mediaset, compreso il grande fratello, hanno dato il numero per mandare l'SMS per l'alluvione a Messina.
Tutta questa disparità non la vedo.
Skytg è a pagamento!! Tutti se lo possono permettere???

Il grande fratello oltre te c'è qualcun'altro che lo vede? :lol:

Poi quando si nomina il vittimismo dei meridionali!!!
Questo nominarlo è di una banalità unica. Tipico del cafonaccio leghista.
E' da 150 anni che i meridionali sono vittimisti ma che lo prendono nel cuxo!!! (scusa ma dovevo rendere chiaro il concetto).
AMOMARANTO LIBERO
Avatar utente
Ninco Nanco
Forumino Praticante
Forumino Praticante
Messaggi: 260
Iscritto il: 11/05/2011, 13:52

Re: Alluvione al sud...

Messaggio da Ninco Nanco » 01/12/2011, 22:02

io2 ha scritto:Ma perché dobbiamo sentirci sempre vittime… Non sopporto il vittimismo.
skytg24 parla tutti i giorni dell'alluvione a Messina… Nelle trasmissioni Mediaset, compreso il grande fratello, hanno dato il numero per mandare l'SMS per l'alluvione a Messina.
Tutta questa disparità non la vedo.
per la liguria è stata aumentata l'accisa sui carburanti...per noi si parla di solidarietà marcia...

postare dei fatti concreti, come le prime pagine dei più importanti quotidiani, vuol dire fare vittimismo o essere realista?
"I mafiosi non avrebbero cittadinanza in Italia se non ci fosse il potere politico e finanziario che gli permette di esistere."
Giuseppe Fava, ucciso il 5 gennaio 1984.
http://www.regno.fm" onclick="window.open(this.href);return false;
Avatar utente
io2
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 2767
Iscritto il: 30/04/2011, 12:08
Località: Catona (RC)
Contatta:

Re: Alluvione al sud...

Messaggio da io2 » 02/12/2011, 19:53

EktorBaboden ha scritto:
io2 ha scritto:Ma perché dobbiamo sentirci sempre vittime… Non sopporto il vittimismo.
skytg24 parla tutti i giorni dell'alluvione a Messina… Nelle trasmissioni Mediaset, compreso il grande fratello, hanno dato il numero per mandare l'SMS per l'alluvione a Messina.
Tutta questa disparità non la vedo.
Skytg è a pagamento!! Tutti se lo possono permettere???

Il grande fratello oltre te c'è qualcun'altro che lo vede? :lol:

Poi quando si nomina il vittimismo dei meridionali!!!
Questo nominarlo è di una banalità unica. Tipico del cafonaccio leghista.
E' da 150 anni che i meridionali sono vittimisti ma che lo prendono nel cuxo!!! (scusa ma dovevo rendere chiaro il concetto).
il numero sta girando in tutte le trasmissioni.
Sulla questione del vittimismo è dato di fatto, specialmente in Calabria. Siamo bravi a piangerci addosso invece di darci da fare con le nostre forze.
Qui si aspetta il posto fisso, da altre parti si chiedono i finanziamenti per aprire piccole attività.
L'importante non è vincere ma partecipare, con onore, alla sconfitta dell'avversario.
Avatar utente
io2
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 2767
Iscritto il: 30/04/2011, 12:08
Località: Catona (RC)
Contatta:

Re: Alluvione al sud...

Messaggio da io2 » 02/12/2011, 19:55

Ninco Nanco ha scritto:
io2 ha scritto:Ma perché dobbiamo sentirci sempre vittime… Non sopporto il vittimismo.
skytg24 parla tutti i giorni dell'alluvione a Messina… Nelle trasmissioni Mediaset, compreso il grande fratello, hanno dato il numero per mandare l'SMS per l'alluvione a Messina.
Tutta questa disparità non la vedo.
per la liguria è stata aumentata l'accisa sui carburanti...per noi si parla di solidarietà marcia...

postare dei fatti concreti, come le prime pagine dei più importanti quotidiani, vuol dire fare vittimismo o essere realista?
volevi un'altra accisa? Con quella si fanno entrambi.
L'importante non è vincere ma partecipare, con onore, alla sconfitta dell'avversario.
Rispondi