La moglie dell' Umberto

Notizie dal mondo e dalla città: curiosità, fatti, cronaca...

Moderatori: Bud, NinoMed, Lixia, Lilleuro, Mave, ManAGeR78

lisa
Apprendista Forumino
Apprendista Forumino
Messaggi: 35
Iscritto il: 11/05/2011, 12:46

Re: La moglie dell' Umberto

Messaggio da lisa » 26/10/2011, 19:59

pab397 ha scritto:Sto sentendo proprio ora alcuni dettagli su questa vicenda.
La moglie di Bossi, come fa notare lisa, per maturare 19 anni di servizio e andare in pensione a 39 anni, deve aver iniziato ad insegnare a 20 anni, perciò non da laureata. Sicuramente insegnava alle elementari dunque. E' andata in pensione nel '92 a 766 euro. 766 euro nel '92 non erano neanche una cifra da sottovalutare.Come si è affannata a precisare la deficiente della gelmini ieri, la moglie di Bossi ha continuato a lavorare dopo essere andata in pensione.
Sapete dove? In una scuola privata del varesotto dove si insegna il dialetto. Questa scuola aveva un debito di 400000 euro ed ha ricevuto sostegno dai finanziamenti stanziati dal ministero della pubblica istruzione per le scuole private di circa 800000 euro. Tutto questo mentre tagliano i fondi alla ricerca, mentre le scuole serie, con insegnanti seri, che non hanno il privilegio di essere coniugati con un ministro, non hanno soldi neanche per la carta igienica.
Ma noi ce la prendiamo con Fini che non doveva parlare della moglie di Bossi, invece di meditare su chi sta al governo grazie a chi considera tutti i meridionali dei parassiti.
Viva la gelmini, viva l'ignoranza, viva l'imbecillità.
La pensione della moglie di Bossi non l'ha stabilita Bossi, e neanche l'attuale governo...
che la Gelmini abbia precisato che la moglie di Bossi continua a lavorare, mi sembra una notizia assolutamente ininfluente...tantissimi pensionati baby lavorano...secondo voi a 39 anni si è vecchi per lavorare, solo perchè si è pensionati?
Fini non ha parlato dei finanziamenti (illeciti?...chissà....certamente esosi e inopportuni) alla scuola privata nella quale insegna la bossi...ha solo messo al corrente gli italiani di una vicenda lecita, insignificante e che non dovrebbe interessare a nessuno...pertanto io credo sia giusto prendersela con lui...fa solo polemiche e niente fatti!!!
Ridi, e il mondo riderà con te; piangi, e piangerai da solo: poiché questo triste vecchio mondo deve prendere a prestito l'allegria, ché di guai ne ha abbastanza di propri. (Ella Wheeler Wilcox)
Avatar utente
CALABRESE
Forumino Malato
Forumino Malato
Messaggi: 1144
Iscritto il: 13/05/2011, 14:12

Re: La moglie dell' Umberto

Messaggio da CALABRESE » 26/10/2011, 20:08

lisa ha scritto:
pab397 ha scritto:Sto sentendo proprio ora alcuni dettagli su questa vicenda.
La moglie di Bossi, come fa notare lisa, per maturare 19 anni di servizio e andare in pensione a 39 anni, deve aver iniziato ad insegnare a 20 anni, perciò non da laureata. Sicuramente insegnava alle elementari dunque. E' andata in pensione nel '92 a 766 euro. 766 euro nel '92 non erano neanche una cifra da sottovalutare.Come si è affannata a precisare la deficiente della gelmini ieri, la moglie di Bossi ha continuato a lavorare dopo essere andata in pensione.
Sapete dove? In una scuola privata del varesotto dove si insegna il dialetto. Questa scuola aveva un debito di 400000 euro ed ha ricevuto sostegno dai finanziamenti stanziati dal ministero della pubblica istruzione per le scuole private di circa 800000 euro. Tutto questo mentre tagliano i fondi alla ricerca, mentre le scuole serie, con insegnanti seri, che non hanno il privilegio di essere coniugati con un ministro, non hanno soldi neanche per la carta igienica.
Ma noi ce la prendiamo con Fini che non doveva parlare della moglie di Bossi, invece di meditare su chi sta al governo grazie a chi considera tutti i meridionali dei parassiti.
Viva la gelmini, viva l'ignoranza, viva l'imbecillità.
La pensione della moglie di Bossi non l'ha stabilita Bossi, e neanche l'attuale governo...
che la Gelmini abbia precisato che la moglie di Bossi continua a lavorare, mi sembra una notizia assolutamente ininfluente...tantissimi pensionati baby lavorano...secondo voi a 39 anni si è vecchi per lavorare, solo perchè si è pensionati?
Fini non ha parlato dei finanziamenti (illeciti?...chissà....certamente esosi e inopportuni) alla scuola privata nella quale insegna la bossi...ha solo messo al corrente gli italiani di una vicenda lecita, insignificante e che non dovrebbe interessare a nessuno...pertanto io credo sia giusto prendersela con lui...fa solo polemiche e niente fatti!!!

Tu starai seguendo il dibattito di questi giorni(credo o forse anche questo è ininfluente).Si parla di pensioni,mi sbaglio?A me personalmente interessa sapere che la moglie di Bossi sia pensionata baby,invece non mi interessava sapere della casa di Montecarlo.Che le scuole private siano state finanziate da questo governo non era una novità,scuole che vengono frequentate da questi personaggi(Bossi Trota sicuramente le conoscerà molto bene).
"Preferisco che ci si abbracci quando si fa gol, evitando certe cose."
Avatar utente
tifoperlapropatria
Apprendista Forumino
Apprendista Forumino
Messaggi: 94
Iscritto il: 17/05/2011, 22:22

Re: La moglie dell' Umberto

Messaggio da tifoperlapropatria » 26/10/2011, 20:11

Fini è patetico.

Ha fatto un'uscita del tutto scriteriata, utilizzando le stesse identiche armi utilizzate contro di lui nei mesi scorsi.

Gianfranco non è di certo migliore degli altri.
"lasciale almeno i ricordi, le loro mani nel chiedere, amore nel dare"
lisa
Apprendista Forumino
Apprendista Forumino
Messaggi: 35
Iscritto il: 11/05/2011, 12:46

Re: La moglie dell' Umberto

Messaggio da lisa » 26/10/2011, 20:23

CALABRESE ha scritto:[
Tu starai seguendo il dibattito di questi giorni(credo o forse anche questo è ininfluente).Si parla di pensioni,mi sbaglio?A me personalmente interessa sapere che la moglie di Bossi sia pensionata baby,invece non mi interessava sapere della casa di Montecarlo.Che le scuole private siano state finanziate da questo governo non era una novità,scuole che vengono frequentate da questi personaggi(Bossi Trota sicuramente le conoscerà molto bene).
ma scusa...non conosci nessun altro pensionato-baby? L'Italia è piena di pensionati-baby, andati in pensione in "tenera età" perchè la legge del tempo lo consentiva...vuoi prendertela con berlusconi perchè quando lui era in fasce qualcuno ha fatto una simile scriteriata legge sulle pensioni?
800.000 euro (diconsi ottocentomila) ad una sola scuola privata, invece, mi sembrano qualcosa di inconcepibile e, probabilmente, poco hanno di lecito.
Ridi, e il mondo riderà con te; piangi, e piangerai da solo: poiché questo triste vecchio mondo deve prendere a prestito l'allegria, ché di guai ne ha abbastanza di propri. (Ella Wheeler Wilcox)
Avatar utente
pab397
Forumino Malato
Forumino Malato
Messaggi: 1153
Iscritto il: 26/05/2011, 22:06

Re: La moglie dell' Umberto

Messaggio da pab397 » 26/10/2011, 20:44

lisa ha scritto:
pab397 ha scritto:Sto sentendo proprio ora alcuni dettagli su questa vicenda.
La moglie di Bossi, come fa notare lisa, per maturare 19 anni di servizio e andare in pensione a 39 anni, deve aver iniziato ad insegnare a 20 anni, perciò non da laureata. Sicuramente insegnava alle elementari dunque. E' andata in pensione nel '92 a 766 euro. 766 euro nel '92 non erano neanche una cifra da sottovalutare.Come si è affannata a precisare la deficiente della gelmini ieri, la moglie di Bossi ha continuato a lavorare dopo essere andata in pensione.
Sapete dove? In una scuola privata del varesotto dove si insegna il dialetto. Questa scuola aveva un debito di 400000 euro ed ha ricevuto sostegno dai finanziamenti stanziati dal ministero della pubblica istruzione per le scuole private di circa 800000 euro. Tutto questo mentre tagliano i fondi alla ricerca, mentre le scuole serie, con insegnanti seri, che non hanno il privilegio di essere coniugati con un ministro, non hanno soldi neanche per la carta igienica.
Ma noi ce la prendiamo con Fini che non doveva parlare della moglie di Bossi, invece di meditare su chi sta al governo grazie a chi considera tutti i meridionali dei parassiti.
Viva la gelmini, viva l'ignoranza, viva l'imbecillità.
La pensione della moglie di Bossi non l'ha stabilita Bossi, e neanche l'attuale governo...
che la Gelmini abbia precisato che la moglie di Bossi continua a lavorare, mi sembra una notizia assolutamente ininfluente...tantissimi pensionati baby lavorano...secondo voi a 39 anni si è vecchi per lavorare, solo perchè si è pensionati?
Fini non ha parlato dei finanziamenti (illeciti?...chissà....certamente esosi e inopportuni) alla scuola privata nella quale insegna la bossi...ha solo messo al corrente gli italiani di una vicenda lecita, insignificante e che non dovrebbe interessare a nessuno...pertanto io credo sia giusto prendersela con lui...fa solo polemiche e niente fatti!!!
Non ho capito. qui si deve parlare solo di ciò che ha detto Fini? Notizie e fonti diverse non possono essere prese in considerazione? :scratch
Ciò che ho scritto io l'ho sentito in radio, una radio privata a diffusione nazionale.
A 39 anni non si è vecchi per lavorare, ma poterlo fare godendo già di una pensione è un privilegio che pochi possono permettersi, soprattutto di questi tempi.
Non c'è niente di illecito, ma che sia insignificante è un tuo parere.
Per me significa molto che chi ha fatto la sua fortuna politica insultando meridionali e impiegati pubblici accusandoli di parassitismo gode di privilegi che altri non possono permettersi.
A te sta bene? A me e soprattutto a chi cerca lavoro e fa fatica a trovarlo sicuramente no.
Immagine

sono talmente comunista che da bambino mi mangiavo da solo
number one
Forumino Praticante
Forumino Praticante
Messaggi: 178
Iscritto il: 12/05/2011, 14:25

Re: La moglie dell' Umberto

Messaggio da number one » 26/10/2011, 21:50

CALABRESE ha scritto:Sparare a zero?ma stiamo scherzando?Parliamo di un soggetto che pontifica su tutto e tutti,che si traveste da Giovanna D'Arco,lui ed il suo popolo.Fossi io al governo,dal mese prossimo tutti i pensionati baby vedrebbero lo stipendio dimezzato del 50% e niente tredicesima fino alla morte,perchè mia cara c'è gente che anche per colpa di queste persone non vedrà 1 euro di pensione.
guarda che la legge sulle baby pensioni non 'ha fatta Bossi, non è che chi ne ha usufruito è un criminale, forse bisogna criminalizzare il governo che l'ha fatta
number one
Forumino Praticante
Forumino Praticante
Messaggi: 178
Iscritto il: 12/05/2011, 14:25

Re: La moglie dell' Umberto

Messaggio da number one » 26/10/2011, 21:54

lisa ha scritto:
pab397 ha scritto:Sto sentendo proprio ora alcuni dettagli su questa vicenda.
La moglie di Bossi, come fa notare lisa, per maturare 19 anni di servizio e andare in pensione a 39 anni, deve aver iniziato ad insegnare a 20 anni, perciò non da laureata. Sicuramente insegnava alle elementari dunque. E' andata in pensione nel '92 a 766 euro. 766 euro nel '92 non erano neanche una cifra da sottovalutare.Come si è affannata a precisare la deficiente della gelmini ieri, la moglie di Bossi ha continuato a lavorare dopo essere andata in pensione.
Sapete dove? In una scuola privata del varesotto dove si insegna il dialetto. Questa scuola aveva un debito di 400000 euro ed ha ricevuto sostegno dai finanziamenti stanziati dal ministero della pubblica istruzione per le scuole private di circa 800000 euro. Tutto questo mentre tagliano i fondi alla ricerca, mentre le scuole serie, con insegnanti seri, che non hanno il privilegio di essere coniugati con un ministro, non hanno soldi neanche per la carta igienica.
Ma noi ce la prendiamo con Fini che non doveva parlare della moglie di Bossi, invece di meditare su chi sta al governo grazie a chi considera tutti i meridionali dei parassiti.
Viva la gelmini, viva l'ignoranza, viva l'imbecillità.
La pensione della moglie di Bossi non l'ha stabilita Bossi, e neanche l'attuale governo...
che la Gelmini abbia precisato che la moglie di Bossi continua a lavorare, mi sembra una notizia assolutamente ininfluente...tantissimi pensionati baby lavorano...secondo voi a 39 anni si è vecchi per lavorare, solo perchè si è pensionati?
Fini non ha parlato dei finanziamenti (illeciti?...chissà....certamente esosi e inopportuni) alla scuola privata nella quale insegna la bossi...ha solo messo al corrente gli italiani di una vicenda lecita, insignificante e che non dovrebbe interessare a nessuno...pertanto io credo sia giusto prendersela con lui...fa solo polemiche e niente fatti!!!
brava Lisa ! è esattamente come dici tu :wink
Avatar utente
Ninco Nanco
Forumino Praticante
Forumino Praticante
Messaggi: 260
Iscritto il: 11/05/2011, 13:52

Re: La moglie dell' Umberto

Messaggio da Ninco Nanco » 26/10/2011, 22:02

lisa ha scritto:
CALABRESE ha scritto:[
Tu starai seguendo il dibattito di questi giorni(credo o forse anche questo è ininfluente).Si parla di pensioni,mi sbaglio?A me personalmente interessa sapere che la moglie di Bossi sia pensionata baby,invece non mi interessava sapere della casa di Montecarlo.Che le scuole private siano state finanziate da questo governo non era una novità,scuole che vengono frequentate da questi personaggi(Bossi Trota sicuramente le conoscerà molto bene).
ma scusa...non conosci nessun altro pensionato-baby? L'Italia è piena di pensionati-baby, andati in pensione in "tenera età" perchè la legge del tempo lo consentiva...vuoi prendertela con berlusconi perchè quando lui era in fasce qualcuno ha fatto una simile scriteriata legge sulle pensioni?
800.000 euro (diconsi ottocentomila) ad una sola scuola privata, invece, mi sembrano qualcosa di inconcepibile e, probabilmente, poco hanno di lecito.
scippati dai fondi fas destinati alle regioni meridionali...questo il buon gianfry non l'ha rammentato :bash:
"I mafiosi non avrebbero cittadinanza in Italia se non ci fosse il potere politico e finanziario che gli permette di esistere."
Giuseppe Fava, ucciso il 5 gennaio 1984.
http://www.regno.fm" onclick="window.open(this.href);return false;
Avatar utente
CALABRESE
Forumino Malato
Forumino Malato
Messaggi: 1144
Iscritto il: 13/05/2011, 14:12

Re: La moglie dell' Umberto

Messaggio da CALABRESE » 26/10/2011, 22:21

In questo topic escono fuori tanti leghisti,è un piacere vederli scrivere.Inviterei coloro che sostengono che non è colpa di Bossi,della moglie o di chiunque sia pensionato baby,a leggere,ad informarsi sui dati reali di coloro che pagano contributi e delle proiezioni future di avere una pensione per i loro figli.Mio padre(che non è un pensionato baby),avrebbe avuto decisamente difficoltà ad andare in pensione a 39 anni sapendo che suo figlio non avrebbe avuto un giorno la pensione.Di sicuro ciò non accadrà al Trota,qualche giornata nella puzzolente Roma(per loro logicamente)e la pensione sale nella pianura padana senza problemi.Ma questo per chi è leghista è normalità.Abbandono il topic,dopo aver capito che è come parlare con un muro(non con tutti logicamente). :salut
"Preferisco che ci si abbracci quando si fa gol, evitando certe cose."
doddi
Non c'è nenti!
Non c'è nenti!
Messaggi: 4823
Iscritto il: 11/05/2011, 12:55
Località: 38°6′41″N 15°39′43″E

Re: La moglie dell' Umberto

Messaggio da doddi » 26/10/2011, 23:15

CALABRESE ha scritto:In questo topic escono fuori tanti leghisti,è un piacere vederli scrivere.Inviterei coloro che sostengono che non è colpa di Bossi,della moglie o di chiunque sia pensionato baby,a leggere,ad informarsi sui dati reali di coloro che pagano contributi e delle proiezioni future di avere una pensione per i loro figli.Mio padre(che non è un pensionato baby),avrebbe avuto decisamente difficoltà ad andare in pensione a 39 anni sapendo che suo figlio non avrebbe avuto un giorno la pensione.Di sicuro ciò non accadrà al Trota,qualche giornata nella puzzolente Roma(per loro logicamente)e la pensione sale nella pianura padana senza problemi.Ma questo per chi è leghista è normalità.Abbandono il topic,dopo aver capito che è come parlare con un muro(non con tutti logicamente). :salut
Ma che leghisti e leghisti :lol: :lol: :lol: . Quel pupazzo che s'è bevuto il cervello appresso alla donnina di due generazioni di Gaucci ha cercato di far passare una cosa normale che riguarda più di oltre mezzo milioni di italiani, grazie ad un decreto del governo Rumor, fatto ad inizio anni 70, come un qualcosa di illegale sperando di far bella figura in questo clima di giacobinismo.
Non diciamo eresie plis ...

Riguardo i Signori che continuano con gli appellativi di ignoranti ed imbecilli avrebbero bisogno per lo meno di una bella cadda di "precetti educativi" al fine di impare modi ed usi garbati e civili. Gentaglia che crede di indossare l'abito buono.
Se coloro che vincono le gare hanno certificati antimafia ma sono in strette relazioni con altre imprese sottoposte all'attenzione della mafia,tutte munite di certificazioni delle prefetture,allora è un problema diverso che non compete a me valutare. I.F.
Lucianeddux
Forumino Praticante
Forumino Praticante
Messaggi: 174
Iscritto il: 11/06/2011, 18:19

Re: La moglie dell' Umberto

Messaggio da Lucianeddux » 27/10/2011, 2:36

fini avrebbe fatto meglio a puntare il dito sui privilegi della casta(ma già tempo fà sta cosa gli faceva venire il mal di pancia) ..sulle 500mila auto blu(record mondiale)..e sui i maxi stipendi dei top manager pubblici ..lo sapete che Attilio Befera lo strozzino a capo di agenzia entrate-equitalia si fotte 49 mila euro al mese , e che Antonio Mastropasqua oltre ad essere presidente inps ..vice presidente di equitalia ... è nel consiglio di amministrazione di circa 15 società statali o para-statali ..tra cui ferrovie dello stato ecc... della cifra del suo faraonico stipendio non se ne sa niente ... ma di certo potrebbe sfamare un paese.....tutto questo a fini gli sembra normale ? Lungi da me l'idea di difendere la moglie di quell'inetto di bossi .. (mamma del trota ..il che è tutto dire) , ma se a fini alle soglie dell'andropausa gli è venuta voglia di fare il paladino del popolo...che inizi a dire (e sopratutto fare) cose più serie !
rca
Forumino Malatissimo
Forumino Malatissimo
Messaggi: 1951
Iscritto il: 03/05/2011, 10:12
Località: You can checkout any time you like, But you can never leave!

Re: La moglie dell' Umberto

Messaggio da rca » 27/10/2011, 9:19

Prescindendo da imbecillità ed ignoranze varie, delle quali credo se ne stia facendo abuso -opinione mia naturalmente liberi di non pensarla così- vorrei aggiungere una domanda che forse è la radiografia del problema babypensionati:
possibile mai che se uno va -lecitamente- in pensione a 39 anni sia libero di andare a lavorare in un altro posto continuando a percepire la pensione? Non si poteva "congelare" la pensione e poi erogarla insieme a quella eventualmente maturata dell' altro lavoro?
E quindi? Ma poi, fondamentalmente...tu, chi cazzo sei? (cit.)
Avatar utente
goldenboy
Forumino Malatissimo
Forumino Malatissimo
Messaggi: 2792
Iscritto il: 11/05/2011, 12:43
Località: na vota 'nto bizzolu

Re: La moglie dell' Umberto

Messaggio da goldenboy » 27/10/2011, 9:36

rca ha scritto:Prescindendo da imbecillità ed ignoranze varie, delle quali credo se ne stia facendo abuso -opinione mia naturalmente liberi di non pensarla così- vorrei aggiungere una domanda che forse è la radiografia del problema babypensionati:
possibile mai che se uno va -lecitamente- in pensione a 39 anni sia libero di andare a lavorare in un altro posto continuando a percepire la pensione? Non si poteva "congelare" la pensione e poi erogarla insieme a quella eventualmente maturata dell' altro lavoro?
é stato fatto pure un decreto che permetto il cumulo tra pensioni di anzianità e vecchiaia e prestazioni lavorative che non siano derivazione o continuazione del precedente rapporto a partire dal 01/01/2009 :salut
rca
Forumino Malatissimo
Forumino Malatissimo
Messaggi: 1951
Iscritto il: 03/05/2011, 10:12
Località: You can checkout any time you like, But you can never leave!

Re: La moglie dell' Umberto

Messaggio da rca » 27/10/2011, 9:40

goldenboy ha scritto:
rca ha scritto:Prescindendo da imbecillità ed ignoranze varie, delle quali credo se ne stia facendo abuso -opinione mia naturalmente liberi di non pensarla così- vorrei aggiungere una domanda che forse è la radiografia del problema babypensionati:
possibile mai che se uno va -lecitamente- in pensione a 39 anni sia libero di andare a lavorare in un altro posto continuando a percepire la pensione? Non si poteva "congelare" la pensione e poi erogarla insieme a quella eventualmente maturata dell' altro lavoro?
é stato fatto pure un decreto che permetto il cumulo tra pensioni di anzianità e vecchiaia e prestazioni lavorative che non siano derivazione o continuazione del precedente rapporto a partire dal 01/01/2009 :salut
ecco, appunto...
E quindi? Ma poi, fondamentalmente...tu, chi cazzo sei? (cit.)
doddi
Non c'è nenti!
Non c'è nenti!
Messaggi: 4823
Iscritto il: 11/05/2011, 12:55
Località: 38°6′41″N 15°39′43″E

Re: La moglie dell' Umberto

Messaggio da doddi » 27/10/2011, 9:42

rca ha scritto:Prescindendo da imbecillità ed ignoranze varie, delle quali credo se ne stia facendo abuso -opinione mia naturalmente liberi di non pensarla così- vorrei aggiungere una domanda che forse è la radiografia del problema babypensionati:
possibile mai che se uno va -lecitamente- in pensione a 39 anni sia libero di andare a lavorare in un altro posto continuando a percepire la pensione? Non si poteva "congelare" la pensione e poi erogarla insieme a quella eventualmente maturata dell' altro lavoro?

I due redditi, pensione e lavoro dipendente o autonomo sono cumulabili, ne conosco alcuni, ex- ferrovieri, bancari, dipendenti pubblici, insegnati, baby pensionati come mammatrota.

Ho trovato alcuni link.
http://www.inps.it/portale/default.aspx ... =4755&p1=2" onclick="window.open(this.href);return false;

http://www.intrage.it/rubriche/previden ... ndex.shtml" onclick="window.open(this.href);return false;
Se coloro che vincono le gare hanno certificati antimafia ma sono in strette relazioni con altre imprese sottoposte all'attenzione della mafia,tutte munite di certificazioni delle prefetture,allora è un problema diverso che non compete a me valutare. I.F.
Avatar utente
goldenboy
Forumino Malatissimo
Forumino Malatissimo
Messaggi: 2792
Iscritto il: 11/05/2011, 12:43
Località: na vota 'nto bizzolu

Re: La moglie dell' Umberto

Messaggio da goldenboy » 27/10/2011, 9:46

rca ha scritto:
goldenboy ha scritto:
rca ha scritto:Prescindendo da imbecillità ed ignoranze varie, delle quali credo se ne stia facendo abuso -opinione mia naturalmente liberi di non pensarla così- vorrei aggiungere una domanda che forse è la radiografia del problema babypensionati:
possibile mai che se uno va -lecitamente- in pensione a 39 anni sia libero di andare a lavorare in un altro posto continuando a percepire la pensione? Non si poteva "congelare" la pensione e poi erogarla insieme a quella eventualmente maturata dell' altro lavoro?
é stato fatto pure un decreto che permetto il cumulo tra pensioni di anzianità e vecchiaia e prestazioni lavorative che non siano derivazione o continuazione del precedente rapporto a partire dal 01/01/2009 :salut
ecco, appunto...

ho citato una legge che permette il cumulo,parlando quindi di situazioni regolari....senza parlare delle situazioni in nero :salut
doddi
Non c'è nenti!
Non c'è nenti!
Messaggi: 4823
Iscritto il: 11/05/2011, 12:55
Località: 38°6′41″N 15°39′43″E

Re: La moglie dell' Umberto

Messaggio da doddi » 27/10/2011, 9:47

http://www.corriere.it/economia/11_agos ... e751.shtml" onclick="window.open(this.href);return false;

APPROFONDIMENTI - PREVIDENZA SOCIALE
Quei 500 mila baby pensionati
Via dal lavoro prima dei 50 anni. Costano 9 miliardi e mezzo l'anno
APPROFONDIMENTI - PREVIDENZA SOCIALE

Quei 500 mila baby pensionati

Via dal lavoro prima dei 50 anni. Costano 9 miliardi e mezzo l'anno

ROMA - In Italia ci fu un tempo, nemmeno tanto lontano, in cui si regalavano le pensioni. Era prima della grande crisi petrolifera. Erano gli anni del centrosinistra, quando ancora ci si cullava nell'illusione di una crescita senza fine e una classe politica miope arrivò al punto, nel 1973 (governo Rumor, con Dc, Psi, Psdi e Pri), di concedere alle impiegate pubbliche con figli di andare in pensione dopo 14 anni, sei mesi e un giorno, mentre era già possibile per gli statali lasciare il servizio dopo 19 anni e mezzo e per i lavoratori degli enti locali dopo 25 anni.

Come definire la pensione ai trentenni, se non un regalo? E se vi pare impossibile, basta riprendere gli articoli di Elisabetta Rosaspina e Gian Antonio Stella che sul Corriere della Sera , nel 1994 e nel 1997, raccontarono i casi delle signore Ermanna Cossio e Francesca Zarcone, che erano riuscite ad andare in pensione, rispettivamente, a 29 e a 32 anni, dopo aver lavorato come bidelle, con assegni quasi pari alla retribuzione. Insomma, mentre oggi non sono pochi quelli che a 30-35 anni non hanno ancora trovato un lavoro, fino al 1992 (riforma Amato), c'erano giovani che a questa stessa età andavano in pensione!
Se poi vogliamo avere un'idea della disastrosa eredità che quelle leggi ci hanno lasciato, basta elaborare i dati del Casellario centrale dei pensionati, aggiornati al primo gennaio 2001. Si scopre che ci trasciniamo ancora più di mezzo milione di pensioni baby, liquidate a lavoratori con meno di 50 anni d'età: 535.752 per la precisione, che costano allo Stato circa 9,5 miliardi di euro l'anno. Ancora oggi l'Inpdap, l'ente di previdenza del pubblico impiego, paga 428.802 pensioni concesse sotto i 50 anni: di queste più di 239 mila vanno a donne e quasi 185 mila a uomini, per una spesa nel 2010 di 7,4 miliardi. A queste pensioni si sommano 106.905 pensioni liquidate a persone con meno di 50 anni nel sistema Inps (regimi speciali e prepensionamenti) per un costo di altri 2 miliardi.


Proprio un baby pensionato, Franco Tomassini, ha fatto tornare d'attualità il tema scrivendo al Corriere una lettera pubblicata mercoledì, nella quale l'ex «dirigente di una grande azienda Iri», dopo aver raccontato di aver lasciato il lavoro a 50 anni, conclude: «Sento un po' di rimorso per aver contribuito a defraudare le generazioni seguenti. Per questo, non avrei alcuna difficoltà a versare il 10% dei miei duemila euro mensili a un Fondo Giovani. La mia vita non cambierebbe, e mi sentirei più vicino alle nuove generazioni». Venerdì, nella pagina dei commenti, il Corriere ha rilanciato l'idea di Tomassini, chiedendosi se non sia il caso di studiare un contributo, qui davvero di solidarietà, per chi è andato in pensione con meno di 20 o 25 anni di contributi e prima dei 50 anni e che abbia un reddito familiare superiore a 25 mila euro, magari modulandolo per fasce di reddito (5% tra 25 e 50 mila euro, 10% sopra). La proposta ha ricevuto il sostegno di moltissimi lettori che hanno chiesto di tornare sull'argomento.


Sempre secondo i dati del Casellario centrale, l'età media di questo mezzo milione di pensionati baby sta tra 63,2 anni (per chi ha lasciato il lavoro nella fascia d'età 35-39 anni) e 67 (per chi ha lasciato a 45-49 anni). Questo significa che stanno prendendo l'assegno come minimo da 18-24 anni e che, considerando la speranza di vita, continueranno a prenderlo per un'altra quindicina d'anni. I baby pensionati ricevono in media una pensione lorda di circa 1.500 euro al mese. Importi generosi considerando che mediamente vengono pagati per più di 30 anni e che hanno alle spalle pochi contributi. Tanto che di solito un pensionato baby incassa minimo tre volte quanto ha versato. Se anche si volesse limitare il contributo a coloro che sono andati in pensione prima dei 45 anni, la platea sarebbe ampia: 240.063 assegni per un costo di 3,8 miliardi l'anno. Le pensioni concesse sotto i 50 anni sono concentrate al Nord (il 65% circa). Al primo posto c'è la Lombardia con 110.497 baby pensioni e una spesa di 1,7 miliardi. Seguono: Veneto, Emilia Romagna e Piemonte.


Qualche lettore ha osservato che prima di tutto bisognerebbe colpire i parlamentari che, come ha documentato ieri Maria Antonietta Calabrò sul Corriere , prendono una buonuscita anche dopo solo 5 anni: 47 mila euro che diventano 140 mila dopo tre legislature. Privilegi assurdi. Ma forse non tutti sanno che per alcuni parlamentari questi si sommeranno a quelli già goduti da baby pensionati. Prendiamo per esempio il leader dell'Idv, Antonio Di Pietro, che, come scrive Mario Giordano nel libro Sanguisughe , è andato in pensione da magistrato a 44 anni (oggi ne ha 60) e incassa 2.644 euro lordi al mese. Difficile aspettarsi che possa farsi promotore di un contributo sulle baby pensioni. Così come è difficile che possa farlo Umberto Bossi, visto che la moglie Manuela Marrone, è andata in pensione a 39 anni dopo aver fatto l'insegnante e prende 766 euro al mese.



Enrico Marro
emarro@rcs.it
21 agosto 2011 11:01
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Se coloro che vincono le gare hanno certificati antimafia ma sono in strette relazioni con altre imprese sottoposte all'attenzione della mafia,tutte munite di certificazioni delle prefetture,allora è un problema diverso che non compete a me valutare. I.F.
rca
Forumino Malatissimo
Forumino Malatissimo
Messaggi: 1951
Iscritto il: 03/05/2011, 10:12
Località: You can checkout any time you like, But you can never leave!

Re: La moglie dell' Umberto

Messaggio da rca » 27/10/2011, 9:48

Forse non mi sono spiegato bene: era necessario renderli cumulabili, e quindi permettere ai babies di prendere tfr e pensione del primo lavoro più il reddito del lavoro successivo? Cioè, non appare da subito un pò un controsenso?
E quindi? Ma poi, fondamentalmente...tu, chi cazzo sei? (cit.)
doddi
Non c'è nenti!
Non c'è nenti!
Messaggi: 4823
Iscritto il: 11/05/2011, 12:55
Località: 38°6′41″N 15°39′43″E

Re: La moglie dell' Umberto

Messaggio da doddi » 27/10/2011, 10:03

rca ha scritto:Forse non mi sono spiegato bene: era necessario renderli cumulabili, e quindi permettere ai babies di prendere tfr e pensione del primo lavoro più il reddito del lavoro successivo? Cioè, non appare da subito un pò un controsenso?
Per i baby non c'è il cumulo, che io sappia; ho trovato questo:

http://www.ilsole24ore.com/art/SoleOnLi ... iew=Libero" onclick="window.open(this.href);return false;

Quali sono le regole attuali che consentono ai pensionati di ottenere la totale cumulabilità della pensione con i redditi da lavoro autonomo o dipendente?
Ecco i requisiti richiesti:

a)la pensione è liquidata sulla base di un'anzianità contributiva di almeno 40 anni;

b)maturazione di almeno 58 anni di età e 37 anni di contribuzione;

c)aver compiuto l'età richiesta per il pensionamento di vecchiaia (60 anni per le donne, 65 per gli uomini).

Per le pensioni di anzianità liquidate senza i suddetti requisiti si prevede la trattenuta totale – se l'attività è quella da dipendente – oppure una riduzione del 30% per la quota eccedente il minimo se l'attività è da lavoro autonomo. La riduzione, tuttavia, non può in ogni caso superare il valore pari al 30% del reddito da lavoro autonomo svolto.
Se coloro che vincono le gare hanno certificati antimafia ma sono in strette relazioni con altre imprese sottoposte all'attenzione della mafia,tutte munite di certificazioni delle prefetture,allora è un problema diverso che non compete a me valutare. I.F.
Avatar utente
goldenboy
Forumino Malatissimo
Forumino Malatissimo
Messaggi: 2792
Iscritto il: 11/05/2011, 12:43
Località: na vota 'nto bizzolu

Re: La moglie dell' Umberto

Messaggio da goldenboy » 27/10/2011, 10:16

doddi ha scritto:
rca ha scritto:Forse non mi sono spiegato bene: era necessario renderli cumulabili, e quindi permettere ai babies di prendere tfr e pensione del primo lavoro più il reddito del lavoro successivo? Cioè, non appare da subito un pò un controsenso?
Per i baby non c'è il cumulo, che io sappia; ho trovato questo:

http://www.ilsole24ore.com/art/SoleOnLi ... iew=Libero" onclick="window.open(this.href);return false;

Quali sono le regole attuali che consentono ai pensionati di ottenere la totale cumulabilità della pensione con i redditi da lavoro autonomo o dipendente?
Ecco i requisiti richiesti:

a)la pensione è liquidata sulla base di un'anzianità contributiva di almeno 40 anni;

b)maturazione di almeno 58 anni di età e 37 anni di contribuzione;

c)aver compiuto l'età richiesta per il pensionamento di vecchiaia (60 anni per le donne, 65 per gli uomini).

Per le pensioni di anzianità liquidate senza i suddetti requisiti si prevede la trattenuta totale – se l'attività è quella da dipendente – oppure una riduzione del 30% per la quota eccedente il minimo se l'attività è da lavoro autonomo. La riduzione, tuttavia, non può in ogni caso superare il valore pari al 30% del reddito da lavoro autonomo svolto.
Io parlavo di cumulo tra pensioni di anzianità e vecchiaia e redditi da lavoro....visto che di baby pensionati esistono solo quelli prodotti dalle leggi precedenti,i quali se svolgono un'attività lavorativa lo faranno in nero
Rispondi