Presente e futuro della nazionale italiana

Tutto quello che riguarda le altre squadre di calcio e gli altri sport.

Moderatori: Bud, NinoMed, Lixia, Lilleuro, Mave, ManAGeR78

Avatar utente
Lilleuro
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 9196
Iscritto il: 11/05/2011, 14:32
Località: Roma

Presente e futuro della nazionale italiana

Messaggio da Lilleuro » 04/07/2016, 17:49

OUT: Marchetti, Barzagli, De Rossi, Thiago Motta, Pellè, Zaza.
Barzagli ai mondiali avrebbe 37 anni, troppi anche per un campione come lui. De Rossi non è così vecchio, ma i tanti problemi fisici mi fanno propendere per l'addio. Thiago Motta spero sparisca per sempre. Pellè è un giocatore troppo limitato, l'unico su cui ho qualche dubbio è Zaza.

PORTIERI
Confermato: Buffon
De verificare: Sirigu
Nuovi: Perin, Sportiello, Donnarumma, Gollini

DIFENSORI
Confermati: Bonucci, Chiellini
Da verificare: Ogbonna, De Sciglio, Darmian
Nuovi: Rugani, Romagnoli, Tonelli, Zappacosta, Masina, Santon, Izzo

CENTROCAMPISTI
Confermati: Verratti, Marchisio, Candreva
Da verificare: Parolo, Sturaro, Giaccherini, Florenzi, Bernardeschi
Nuovi: Soriano, Baselli, Benassi, Jorginho, Saponara, Diawara, Bonaventura, Gomez

ATTACCANTI
Confermati: El Shaarawy, Insigne
Da verificare: Eder, Immobile
Nuovi: Belotti, Pavoletti, Gabbiadini, Berardi, Vasquez, Lapadula


Mi aspetto un atteggiamento più aperto verso i giovani di parte di Ventura, soprattutto verso quei giocatori che ha già allenato...l'inserimento di dei nuovi deve essere graduale, ma senza avere troppi timori. In fondo peggiorare il livello di questa nazionale è molto, molto difficile, per cui bisogna provarci. Peraltro non c'è molto tempo da perdere, dopo l'amichevole di settembre con la Francia partono le qualificazioni per i mondiali, con la trasferta in Israele che precede il match con la Spagna ad ottobre...partite subito fondamentali insomma.
Come si dorme non è importante, come si è svegli è importante

Cit. Vadinho
Avatar utente
Mave
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 8418
Iscritto il: 11/05/2011, 15:28

Re: Presente e futuro della nazionale italiana

Messaggio da Mave » 04/07/2016, 18:42

Tridente Insigne-Belotti-Berardi e mi riterrò già soddisfatto
reggino
Non c'è nenti!
Non c'è nenti!
Messaggi: 4513
Iscritto il: 12/05/2011, 19:30
Località: l'isola che non c'è

Re: Presente e futuro della nazionale italiana

Messaggio da reggino » 04/07/2016, 19:40

Io confermerei il blocco di Conte, con qualche piccolo accorgimento.
Farei giocare titolare Marchisio al posto di Giaccherini e Verratti al posto di Parolo.
Pellè, rigore a parte, è stato importantissimo ed utile a questa Nazionale, vorrei che si ripartisse ancora da lui.
Non lasciamoci influenzare dal rigore sbagliato, anche C. Ronaldo e Messi, in queste settimane hanno fallito dal dischetto.
https://www.youtube.com/watch?v=-JQINuybHL4" onclick="window.open(this.href);return false;
Avatar utente
Mave
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 8418
Iscritto il: 11/05/2011, 15:28

Re: Presente e futuro della nazionale italiana

Messaggio da Mave » 04/07/2016, 20:10

reggino ha scritto:Io confermerei il blocco di Conte, con qualche piccolo accorgimento.
Farei giocare titolare Marchisio al posto di Giaccherini e Verratti al posto di Parolo.
Pellè, rigore a parte, è stato importantissimo ed utile a questa Nazionale, vorrei che si ripartisse ancora da lui.
Non lasciamoci influenzare dal rigore sbagliato, anche C. Ronaldo e Messi, in queste settimane hanno fallito dal dischetto.
Reggino eravamo la nazionale più anziana, qui se non si inseriscono i giovani ora quando li mettiamo? Al diavolo pellè, un 30 enne che non ha mai fatto niente
Ventura dovrà avere il coraggio di impostare un progetto tutto suo, certo non può stravolgere tutto e subito ma se c'è una zona del campo dove si può cambiare è sicuramente l'attacco
Avatar utente
Lilleuro
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 9196
Iscritto il: 11/05/2011, 14:32
Località: Roma

Re: Presente e futuro della nazionale italiana

Messaggio da Lilleuro » 05/07/2016, 10:23

Sono d'accordo, bisogna rinnovare la squadra e bisogna farlo adesso. Marchetti, Barzagli, De Rossi, Giaccherini, Parolo, Motta, Eder, Pellè...sono tutti giocatori sacrificabili, un pò perchè ormai vecchi, un pò perchè con Ventura non renderebbero mai come con Conte. Pellè avrà fatto anche un buon europeo, ma ha ormai 31 anni e non può rappresentare il futuro della nazionale italiana.

E' una squadra che va svecchiata e certamente non possiamo aspettare di arrivare a ridosso dei mondiali per farlo. Bisogna inserire gradualmente gente nuova e dargli il tempo di integrarsi. Dei giocatori sulla trentina dobbiamo tenere solo quelli veramente insostituibili...Buffon, Bonucci, Chiellini, Marchisio, Candreva. A questi aggiungerei Verratti, che completerebbe lo zoccolo duro della prossima nazionale.

Ci sono alcuni elementi che potrebbero essere già pronti, penso a Rugani, Romagnoli, Zappacosta, Benassi, Baselli, Berardi, Belotti, lo stesso Pavoletti...a questi si aggiungono giocatori che sono già stati presi in considerazione, da Soriano a Bonaventura, a Gabbiadini, tutta gente che garantirebbe già un pò di qualità in più. Credo punteremo anche su qualche naturalizzato, possibilmente all'altezza stavolta. Masina è un terzino molto promettente e soprattutto mancino, inutile dire quanto ne avremmo bisogno. Diawara è giovanissimo e ha un potenziale notevole, nel nostro centrocampo potrebbe trovare facilmente spazio. Jorginho l'abbiamo detto, sarebbe stato utile già per questo europeo. Papu Gomez è un giocatore già esperto e credo sia un candidato molto forte per il ruolo di esterno alto.

Insomma io credo che le possibilità per migliorare la nostra situazione ci sono e non sono neanche poche...vanno solo sfruttate a dovere.
Come si dorme non è importante, come si è svegli è importante

Cit. Vadinho
reggino
Non c'è nenti!
Non c'è nenti!
Messaggi: 4513
Iscritto il: 12/05/2011, 19:30
Località: l'isola che non c'è

Re: Presente e futuro della nazionale italiana

Messaggio da reggino » 05/07/2016, 12:55

Lilleuro ha scritto:Sono d'accordo, bisogna rinnovare la squadra e bisogna farlo adesso. Marchetti, Barzagli, De Rossi, Giaccherini, Parolo, Motta, Eder, Pellè...sono tutti giocatori sacrificabili, un pò perchè ormai vecchi, un pò perchè con Ventura non renderebbero mai come con Conte. Pellè avrà fatto anche un buon europeo, ma ha ormai 31 anni e non può rappresentare il futuro della nazionale italiana.

E' una squadra che va svecchiata e certamente non possiamo aspettare di arrivare a ridosso dei mondiali per farlo. Bisogna inserire gradualmente gente nuova e dargli il tempo di integrarsi. Dei giocatori sulla trentina dobbiamo tenere solo quelli veramente insostituibili...Buffon, Bonucci, Chiellini, Marchisio, Candreva. A questi aggiungerei Verratti, che completerebbe lo zoccolo duro della prossima nazionale.

Ci sono alcuni elementi che potrebbero essere già pronti, penso a Rugani, Romagnoli, Zappacosta, Benassi, Baselli, Berardi, Belotti, lo stesso Pavoletti...a questi si aggiungono giocatori che sono già stati presi in considerazione, da Soriano a Bonaventura, a Gabbiadini, tutta gente che garantirebbe già un pò di qualità in più. Credo punteremo anche su qualche naturalizzato, possibilmente all'altezza stavolta. Masina è un terzino molto promettente e soprattutto mancino, inutile dire quanto ne avremmo bisogno. Diawara è giovanissimo e ha un potenziale notevole, nel nostro centrocampo potrebbe trovare facilmente spazio. Jorginho l'abbiamo detto, sarebbe stato utile già per questo europeo. Papu Gomez è un giocatore già esperto e credo sia un candidato molto forte per il ruolo di esterno alto.

Insomma io credo che le possibilità per migliorare la nostra situazione ci sono e non sono neanche poche...vanno solo sfruttate a dovere.
Aggiungerei anche Florenzi e De Sciglio e perchè no? pure De Rossi.
https://www.youtube.com/watch?v=-JQINuybHL4" onclick="window.open(this.href);return false;
Avatar utente
Lilleuro
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 9196
Iscritto il: 11/05/2011, 14:32
Località: Roma

Re: Presente e futuro della nazionale italiana

Messaggio da Lilleuro » 05/07/2016, 13:30

reggino ha scritto: Aggiungerei anche Florenzi e De Sciglio e perchè no? pure De Rossi.
L'ho già spiegato, ci sono punti fermi e ci sono giocatori da valutare. Florenzi deve trovare la giusta collocazione in campo, ma in generale non lo considero un punto fermo come Bonucci, per dire. Gli manca qualcosa a livello difensivo (vedi partita con la Germania) per diventare un grande terzino, ma al tempo stesso non ha la qualità di Candreva in fase offensiva...un jolly in buona sostanza, quindi non uno insostituibile. De Sciglio un mese fa era a rischio convocazione e per mezza Italia non era assolutamente cosa...adesso non può essere diventato una certezza, deve trovare la continuità di prestazione. Sono entrambi da valutare insomma.

De Rossi è un discorso a parte, come qualità sarebbe certamente uno da convocare, ma questo mese fa 33 anni e ai mondiali ne avrà 35...dal punto di vista fisico è un disastro, continui acciacchi o infortuni più o meno gravi, di fatto anche a questi europei l'abbiamo perso proprio quando ne avevamo più bisogno. Non è un giocatore su cui possiamo fare affidamento per il futuro, a mio parere.
Come si dorme non è importante, come si è svegli è importante

Cit. Vadinho
Avatar utente
Mave
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 8418
Iscritto il: 11/05/2011, 15:28

Re: Presente e futuro della nazionale italiana

Messaggio da Mave » 05/07/2016, 13:48

Reggino stai parlando con gobbolazieuro, quelli della Roma non se li fila :mrgreen:
Avatar utente
Lilleuro
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 9196
Iscritto il: 11/05/2011, 14:32
Località: Roma

Re: Presente e futuro della nazionale italiana

Messaggio da Lilleuro » 05/07/2016, 14:02

Mave ha scritto:Reggino stai parlando con gobbolazieuro, quelli della Roma non se li fila :mrgreen:
Giusta osservazione, me l'ero quasi scordato
Come si dorme non è importante, come si è svegli è importante

Cit. Vadinho
Avatar utente
Mave
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 8418
Iscritto il: 11/05/2011, 15:28

Re: Presente e futuro della nazionale italiana

Messaggio da Mave » 05/07/2016, 14:06

Lilleuro ha scritto:
Mave ha scritto:Reggino stai parlando con gobbolazieuro, quelli della Roma non se li fila :mrgreen:
Giusta osservazione, me l'ero quasi scordato
Eddai...florè c'ha 24 anni e migliora di stagione in stagione e non ne vuoi fare un punto fermo della nazionale? Uno che all'occorrenza puoi zziccare ovunque...su de rossi ti concedo i dubbi sul fisico ed è da vedere come ha intenzione di giocare Ventura, ma se gli servirà uno davanti la difesa abbiamo visto che Daniele in nazionale offre sempre ottime prestazioni, se sta bene va convocato senza dubbi e non accantonato
Avatar utente
Lilleuro
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 9196
Iscritto il: 11/05/2011, 14:32
Località: Roma

Re: Presente e futuro della nazionale italiana

Messaggio da Lilleuro » 05/07/2016, 14:29

Mave ha scritto: Eddai...florè c'ha 24 anni e migliora di stagione in stagione e non ne vuoi fare un punto fermo della nazionale? Uno che all'occorrenza puoi zziccare ovunque...su de rossi ti concedo i dubbi sul fisico ed è da vedere come ha intenzione di giocare Ventura, ma se gli servirà uno davanti la difesa abbiamo visto che Daniele in nazionale offre sempre ottime prestazioni, se sta bene va convocato senza dubbi e non accantonato
Un jolly è un giocatore che sa fare un pò tutto bene ma niente benissimo...questa è la rovina di Florenzi e fino a quando non sarà chiara questa cosa, tu potrai anche dare la colpa a presunte juventinità o lazialità, ma lui non sarà mai un vero punto fermo. Perchè preferire un tuttofare a un giocatore che da il massimo in quel determinato ruolo? Il tuttofare lo tengo per le emergenze, ma in campo ci mando il giocatore giusto. Florenzi sarà un giocatore utile alla nazionale, ma fino a quando non troverà una giusta e stabile collocazione in campo, non potrà mai esprimersi ai massimi livelli e quindi non potrà mai essere un giocatore insostituibile.

Su De Rossi penso di aver già chiarito, potrei dire la stessa cosa di Barzagli, che è più vecchio ma che quest'anno ha avuto certamente meno problemi fisici e rimane forse il centrale più forte d'Europa...se dobbiamo pensare al futuro, non possiamo affidarci a questo tipo di giocatori. Se De Rossi sta male lo convochi, poi magari si fa male e in campo ci va Sturaro. Un affarone.
Come si dorme non è importante, come si è svegli è importante

Cit. Vadinho
Avatar utente
Mave
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 8418
Iscritto il: 11/05/2011, 15:28

Re: Presente e futuro della nazionale italiana

Messaggio da Mave » 05/07/2016, 14:37

Lilleuro ha scritto:
Mave ha scritto: Eddai...florè c'ha 24 anni e migliora di stagione in stagione e non ne vuoi fare un punto fermo della nazionale? Uno che all'occorrenza puoi zziccare ovunque...su de rossi ti concedo i dubbi sul fisico ed è da vedere come ha intenzione di giocare Ventura, ma se gli servirà uno davanti la difesa abbiamo visto che Daniele in nazionale offre sempre ottime prestazioni, se sta bene va convocato senza dubbi e non accantonato
Un jolly è un giocatore che sa fare un pò tutto bene ma niente benissimo...questa è la rovina di Florenzi e fino a quando non sarà chiara questa cosa, tu potrai anche dare la colpa a presunte juventinità o lazialità, ma lui non sarà mai un vero punto fermo. Perchè preferire un tuttofare a un giocatore che da il massimo in quel determinato ruolo? Il tuttofare lo tengo per le emergenze, ma in campo ci mando il giocatore giusto. Florenzi sarà un giocatore utile alla nazionale, ma fino a quando non troverà una giusta e stabile collocazione in campo, non potrà mai esprimersi ai massimi livelli e quindi non potrà mai essere un giocatore insostituibile.

Su De Rossi penso di aver già chiarito, potrei dire la stessa cosa di Barzagli, che è più vecchio ma che quest'anno ha avuto certamente meno problemi fisici e rimane forse il centrale più forte d'Europa...se dobbiamo pensare al futuro, non possiamo affidarci a questo tipo di giocatori. Se De Rossi sta male lo convochi, poi magari si fa male e in campo ci va Sturaro. Un affarone.
In un 3-4-3 come esterno di centrocampo non credo sia secondo a nessuno, in un 4-3-3 come fa il terzino alla Roma e lo farà per altri 2 anni fino al mondiale lo può fare in nazionale partendo alla pari con darmian...con i ragazzi che abbiamo a disposizione in avanti pensare di fare ancora il 3-5-2 penso sia sbagliato anche perché Barzagli si ritira e non basta il solo Rugani, ma anche lì come rimpiazzo a destra non penso che Florenzi faccia schifo visto che ha la doppia fase cosa che manca agli esterni d'attacco e in parte a Darmian...non è che si deve ripartire solo dai titolarissimi, punti fermi ne puoi avere anche nei vari de sciglio, darmian e florenzi
Avatar utente
Lilleuro
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 9196
Iscritto il: 11/05/2011, 14:32
Località: Roma

Re: Presente e futuro della nazionale italiana

Messaggio da Lilleuro » 05/07/2016, 16:55

Mave ha scritto: In un 3-4-3 come esterno di centrocampo non credo sia secondo a nessuno, in un 4-3-3 come fa il terzino alla Roma e lo farà per altri 2 anni fino al mondiale lo può fare in nazionale partendo alla pari con darmian...con i ragazzi che abbiamo a disposizione in avanti pensare di fare ancora il 3-5-2 penso sia sbagliato anche perché Barzagli si ritira e non basta il solo Rugani, ma anche lì come rimpiazzo a destra non penso che Florenzi faccia schifo visto che ha la doppia fase cosa che manca agli esterni d'attacco e in parte a Darmian...non è che si deve ripartire solo dai titolarissimi, punti fermi ne puoi avere anche nei vari de sciglio, darmian e florenzi
Il 3-5-2 è il modulo di Ventura, per cui in partenza credo proprio che quello sarà. Florenzi terzino alla roma per altri 2 anni, ne sei sicuro? Se la Roma cerca un terzino come Zabaleta, vuol dire che tutta questa sicurezza su Florenzi non ce l'hanno, anzi. Per me ha ancora delle lacune evidenti, in fase difensiva deve migliorare. Darmian non è meglio, non l'ho mai detto, ma questo non cambia di una virgola il discorso.

I punti fermi per me sono i giocatori insostituibili, gli altri possono anche diventarlo ma allo stato attuale non lo sono, Florenzi compreso. Altrimenti qua finisce che con tutti sti punti fermi la nazionale per i prossimi mondiali è già fatta...e poi tra un paio d'anni ci facciamo due risate.
Come si dorme non è importante, come si è svegli è importante

Cit. Vadinho
Avatar utente
Mave
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 8418
Iscritto il: 11/05/2011, 15:28

Re: Presente e futuro della nazionale italiana

Messaggio da Mave » 05/07/2016, 17:26

Lilleuro ha scritto:
I punti fermi per me sono i giocatori insostituibili, gli altri possono anche diventarlo ma allo stato attuale non lo sono, Florenzi compreso. Altrimenti qua finisce che con tutti sti punti fermi la nazionale per i prossimi mondiali è già fatta...e poi tra un paio d'anni ci facciamo due risate.
Che sei drastico, ti ho detto 3 giocatori che sono dell'89', del 91' e del 92' mica dei vecchi fracidi
Comunque ultimamente concordavamo troppo spesso quindi finalmente abbiamo di che discutere :mrgreen:
Avatar utente
Lilleuro
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 9196
Iscritto il: 11/05/2011, 14:32
Località: Roma

Re: Presente e futuro della nazionale italiana

Messaggio da Lilleuro » 05/07/2016, 18:21

Mave ha scritto:
Che sei drastico, ti ho detto 3 giocatori che sono dell'89', del 91' e del 92' mica dei vecchi fracidi
Comunque ultimamente concordavamo troppo spesso quindi finalmente abbiamo di che discutere :mrgreen:
Il problema è cercare dei miglioramenti...tra quelli che ho citato io e quelli che hai citato tu, siamo a una decina di giocatori. Reggino voleva metterci pure Pellè, Sturaro, così facciamo presto a fare una squadra. Se io parlo di zoccolo duro, mi riferisco a quei giocatori che già oggi possiamo considerare dei probabili titolari per i prossimi mondiali, titolari per una nazionale più forte di quella attuale. Io scommetto che, salvo infortuni, quei 6 giocatori che ho nominato saranno presenti tra due anni, perchè oggi sono su un livello superiore rispetto a tutti gli altri.

Tu scommetteresti su Darmian? E se Zappacosta nei prossimi due anni si dimostrasse un terzino migliore? E se Santon tornasse a giocare su buoni livelli, rimettendosi in gioco? Boh, io oggi non punterei su Darmian ai mondiali. Stessa cosa De Sciglio, se il giocatore visto all'europeo fosse solo un fuoco di paglia? In fondo parliamo di 3 partite giocate bene, dopo un'altra stagione deludente al Milan.

Aspettiamo, vediamo come evolve la situazione...se migliorano loro bene, se troviamo qualcuno più forte meglio. :wink
Come si dorme non è importante, come si è svegli è importante

Cit. Vadinho
reggino
Non c'è nenti!
Non c'è nenti!
Messaggi: 4513
Iscritto il: 12/05/2011, 19:30
Località: l'isola che non c'è

Re: Presente e futuro della nazionale italiana

Messaggio da reggino » 05/07/2016, 19:37

Torno a ripetere: io di Sturaro ho detto che ha fatto una buona gara Sabato, non che sia un giocatore da cui ripartire, anche perché fuori ce ne stanno di più forti, che per un motivo od un altro, non sono stati convocati.
Però i Florenzi, i De Sciglio, i De Rossi, i Giaccherini, per me sono giocatori che alle qualificazioni dei Mondiali, devono essere messi al centro del nostro progetto.
Voglio dire: avessimo vinto, saremmo stati cosi duri nei giudizi?
Poi è chiaro, è capace che Florenzi non confermi certi standard, mentre un Santon diventa il nuovo Roberto Carlos e allora saltano le gerarchie, ma lo stesso discorso vale per gli altri, se un Donnarumma dimostra di essere più affidabile di un Buffon o un Romagnoli, più di Bonucci, anche li si faranno altre scelte.
Ma in un futuro prossimo, il blocco che confermerei è più elevato di 5-6 giocatori.
https://www.youtube.com/watch?v=-JQINuybHL4" onclick="window.open(this.href);return false;
Avatar utente
Lilleuro
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 9196
Iscritto il: 11/05/2011, 14:32
Località: Roma

Re: Presente e futuro della nazionale italiana

Messaggio da Lilleuro » 05/07/2016, 20:13

Che ti devo dire, io non la vedo così, almeno in buona parte...De Rossi, Giaccherini, Parolo, Pellè, Eder, tutta gente oltre la trentina che non può rappresentare la base per la nazionale del futuro. E il mio giudizio non sarebbe certamente cambiato se avessimo vinto ai rigori con la Germania, figuriamoci.

Dovremmo decidere una volta per tutte, perchè prima diciamo che siamo la nazionale più scarsa della storia e che siamo arrivati in fondo solo grazie a Conte...verrebbe naturale pensare di fare piazza pulita, ma poi si scopre che possiamo ripartire da questa base.

E nun pò esse.
Come si dorme non è importante, come si è svegli è importante

Cit. Vadinho
reggino
Non c'è nenti!
Non c'è nenti!
Messaggi: 4513
Iscritto il: 12/05/2011, 19:30
Località: l'isola che non c'è

Re: Presente e futuro della nazionale italiana

Messaggio da reggino » 06/07/2016, 0:02

Lilleuro ha scritto:Che ti devo dire, io non la vedo così, almeno in buona parte...De Rossi, Giaccherini, Parolo, Pellè, Eder, tutta gente oltre la trentina che non può rappresentare la base per la nazionale del futuro. E il mio giudizio non sarebbe certamente cambiato se avessimo vinto ai rigori con la Germania, figuriamoci.

Dovremmo decidere una volta per tutte, perchè prima diciamo che siamo la nazionale più scarsa della storia e che siamo arrivati in fondo solo grazie a Conte...verrebbe naturale pensare di fare piazza pulita, ma poi si scopre che possiamo ripartire da questa base.


E nun pò esse.
Siamo la squadra più scarsa della Storia e qualitativamente una delle più scarse di questo torneo, ma è altresì vero che migliori giocatori di questi in giro non ne vedo.
Non vedo uno più forte di Florenzi, uno più forte di Candreva, uno più forte di De Rossi, uno più forte di Pellè, in quei specifici ruoli.
Senza contare, che oramai questo è un gruppo già collaudato e coeso.
E con le giuste motivazione e con una buona guida, può sopperire alle enorme carenze tecniche con la grinta e l'entusiasmo, come fatto in questi Europei.
https://www.youtube.com/watch?v=-JQINuybHL4" onclick="window.open(this.href);return false;
Avatar utente
spiny79
Forumino Malato
Forumino Malato
Messaggi: 906
Iscritto il: 11/05/2011, 13:56

Re: Presente e futuro della nazionale italiana

Messaggio da spiny79 » 06/07/2016, 15:07

il coraggio di puntare sui giovani di talento deve partire dai club di appartenenza, che li devono fare giocare e fare esperienza in campionato e per chi ha la possibilità anche nelle coppe europee...
non è possibile che una nazionale come quella italiana faccia fatica a trovare 23-25 giocatori per disputare un europeo o un mondiale...
altre nazionali anche con campionati meno importanti del nostro hanno in rosa giocatori giovani ma già titolari in club importanti, anche all'estero...
in italia spesso i talenti vengono "coccolati" ma poi alla fine aspettano anni per avere un'occasione e finiscono per giocare nel chievo o nell'atalanta, con tutto il rispetto per queste squadre...
se un giovane di talento non si misura con i più forti resterà una promessa ma non migliorerà mai...
spero cambi la mentalità, non credo che i giovani calciatori italiani abbiano qualcosa in meno dei loro parietà stranieri, anzi...
Avatar utente
Lilleuro
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 9196
Iscritto il: 11/05/2011, 14:32
Località: Roma

Re: Presente e futuro della nazionale italiana

Messaggio da Lilleuro » 06/07/2016, 18:54

reggino ha scritto: Siamo la squadra più scarsa della Storia e qualitativamente una delle più scarse di questo torneo, ma è altresì vero che migliori giocatori di questi in giro non ne vedo.
Non vedo uno più forte di Florenzi, uno più forte di Candreva, uno più forte di De Rossi, uno più forte di Pellè, in quei specifici ruoli.
Ma non li vedi perchè non ci sono o perchè non hai visto? E' questo il punto...ci sono giocatori che in questa stagione hanno segnato come o anche più di Pellè (Belotti, Pavoletti), perchè non potrebbero essere più forti? Belotti ha 22 anni, con l'under ha una media gol di tutto rispetto, non potrebbe ripetersi anche in nazionale maggiore?

Il concetto fondamentale è che bisogna avere il coraggio di cambiare...se oggi Belotti e Pellè si equivalgono e tu preferisci mettere in campo Pellè, tra due anni giochi sempre con questo Pellè, perchè il giocatore a 31 anni è questo ormai. Se invece oggi mandi in campo Belotti, magari tra due anni ti ritrovi un centravanti più forte e già pronto su cui puntare...perchè lui a 22 anni i margini di miglioramento li ha.

"Oggi i migliori sono questi, quindi metto questi", con questo metodo ci siamo ritrovati a convocare gente come Thiago Motta per gli europei, nel momento in cui abbiamo realizzato che i migliori centrocampisti erano out e non c'era più il tempo per testare a dovere altri giocatori...spero che Ventura abbia una visione più ampia e non commetta lo stesso errore.
Come si dorme non è importante, come si è svegli è importante

Cit. Vadinho
Rispondi