NUOVO DEFERIMENTO E NUOVE PENALIZZAZIONI

Tutto sulla Reggina

Moderatori: Bud, NinoMed, Lixia, Lilleuro, Mave, ManAGeR78

Avatar utente
Rokko
Forumino Malato
Forumino Malato
Messaggi: 945
Iscritto il: 30/12/2011, 23:53

Re: NUOVO DEFERIMENTO E NUOVE PENALIZZAZIONI

Messaggio da Rokko » 27/03/2015, 22:25

quel che è peggio è che già si sa che avremo punti di penalizzazione anche nel prossimo campionato (mancati pagamenti da gennaio in poi) qualunque sia la categoria in cui militeremo... malanova a iddu e a cui nci voliva fari na statua perchè ci ha portati in serie A!!!
Rispondete o no?
Reggiomania
Forumino Praticante
Forumino Praticante
Messaggi: 298
Iscritto il: 15/03/2015, 12:41

Re: NUOVO DEFERIMENTO E NUOVE PENALIZZAZIONI

Messaggio da Reggiomania » 27/03/2015, 22:41

Se falliamo l'attuale presidenza non ha piu' nessun diritto sul Sant'Agata ?
"dallo scarsometro,risultiamo scarsi"
ethan
Forumino Malatissimo
Forumino Malatissimo
Messaggi: 1604
Iscritto il: 11/05/2011, 13:44

Re: NUOVO DEFERIMENTO E NUOVE PENALIZZAZIONI

Messaggio da ethan » 27/03/2015, 23:00

Reggiomania ha scritto:Se falliamo l'attuale presidenza non ha piu' nessun diritto sul Sant'Agata ?
E secondo te perché il bandito si sta inventando l'impossibile per non dichiarare fallimento?
Avatar utente
REGGIOVUNQUE
Ehi cosa bella!
Ehi cosa bella!
Messaggi: 11265
Iscritto il: 13/05/2011, 0:55

Re: NUOVO DEFERIMENTO E NUOVE PENALIZZAZIONI

Messaggio da REGGIOVUNQUE » 27/03/2015, 23:08

ethan ha scritto:
Reggiomania ha scritto:Se falliamo l'attuale presidenza non ha piu' nessun diritto sul Sant'Agata ?
E secondo te perché il bandito si sta inventando l'impossibile per non dichiarare fallimento?

ma scusate i torni non contano........( :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen: )

se voi mi avete spiegato che il Sant Agata non è SUO,e non ho motivo di dubitare,che motivo ha di rimanere solo x questa creatura NON SUA???????



e la domanda mi nasce spontanea(considerando quello che fino a pochi giorni fa non sapevo).....IDDU U SAPI CHI NON è SUO IL SANT AGATA :scratch :scratch :scratch :scratch :scratch :scratch
Avatar utente
cozzina1
Non c'è nenti!
Non c'è nenti!
Messaggi: 4430
Iscritto il: 11/05/2011, 14:08
Località: santropè

Re: NUOVO DEFERIMENTO E NUOVE PENALIZZAZIONI

Messaggio da cozzina1 » 28/03/2015, 0:00

L'INTERVISTA FATTA ALL'AVVOCATO PANUCCIO A Strill.it

QUESTIONE INCENTIVO ALL´ESODO – “La Reggina si é vista togliere 4 punti in classifica (per alcuni pagamenti ad ex tesserati non effettuati, riferiti alla stagione 2013/2014 ndr), poi successivamente restitutiti dalla Corte Federale D’Appello a Sezioni Unite. E´bene chiarirlo, quei punti sono intoccabili e non potranno essere nuovamente tolti. Noi abbiamo dimostrato che l´incentivo all´esodo non puó essere un emolumento, la nostra tesi é stata accolta. La Procura Federale, nonostante questo, é andata avanti chiedendo alla Corte Federale penalizzazioni per altri incentivi all´esodo non pagati, riferiti a mesi successivi rispetto ricorso che ci ha visto vincitori. Rischio nuove penalizzazioni? Non abbiamo motivo di pensare che vengano prese decisioni diverse rispetto al passato, la Corte Federale dovrebbe ribaltare il giudizio rispetto a quanto giá espresso. A rigor di logica, penso si possano escludere penalizzazioni legate all´incentivo all´esodo.

QUESTIONE ISCRIZIONE AL CAMPIONATO – Sui media si fa erroneamente riferimento alla fiejussione, invece é piú corretto parlare di iscrizione al campionato 2014/2015. Per iscriversi a tale campionato, ogni societá, quindi anche la Reggina, deve presentare entro il 25 giugno una documentazione composta dai pagamenti riferiti alla stagione precedente, Irpef, Inps e fidejussione. La Reggina non é riuscita a iscriversi entro il primo termine, ma entro quello successivo del 15 luglio. Questo ha fatto scattare una sanzione disciplinare dalla Procura Federale con richiesta di penalizzazione di 4 punti. Il Tribunale Federale ha riconosciuto 1 punto di penalizzazione, riferito alla fidejussione, mentre ha respinto gli altri 3 punti (riferiti a Inps e Irpef ) perché legati alla ristrutturazione del debito. Oggi invece la Corte Federale D’Appello a Sezioni Unite ha ribaltato la sentenza, comminando ulteriori due punti alla Reggina perché ha slegato il discorso relativo a Irpef e Inps rispetto alla ristrutturazione del debito. Anche in questo caso, a livello federale i punti non ci potranno essere restituiti. Stiamo valutando peró l´ipotesi di un ricorso al Coni, ma non so se i tempi ce lo permetteranno.

QUESTIONE PENALIZZAZIONI – Stamattina è arrivato il punto di penalizzazione per il mancato pagamento di Irpef e Inps dei tesserati, riferito a settembre e ottobre 2014. Per questo punto di penalizzazione, faremo ricorso. Se ci saranno nuovi deferimenti e richieste di penalizzazioni per i mesi di novembre e dicembre ? Il rischio é concreto, si tratterebbe degli ultimi possibili. Per i mesi da gennaio in poi, eventuali deferimenti o penalizzazioni sarebbero da scontare nel prossimo campionato.

COSA SUCCEDERA´IN FUTURO ? Probabile che si decida di ricorrere al Coni per la questione legata all´iscrizione al campionato e i seguenti 3 punti di penalizzazione, dobbiamo capire se la risposta arriverebbe in tempi brevi, entro il termine del campionato. Faremo certamente ricorso per il punto di penalizzazione arrivato oggi, riferito a Irpef e Inps di settembre e ottobre. Attendiamo decisioni riguardanti i mesi successivi, ammettendo che purtroppo le difficoltá esistono”.
L'ignoranza è meno dannosa del confuso sapere.
Cesare Beccaria
un giorno senza un sorriso è un giorno perso(C.Chaplin)
Avatar utente
Sciabolata_morbida
Forumino Malato
Forumino Malato
Messaggi: 928
Iscritto il: 17/06/2011, 11:10

Re: NUOVO DEFERIMENTO E NUOVE PENALIZZAZIONI

Messaggio da Sciabolata_morbida » 28/03/2015, 1:27

Ritirare la squadra dal campionato sarebbe molto più dignitoso. Ma parliamo di Foti, e quindi è come parlare di verginità ad una prostituta.
Stiamo qui a parlare di penalizzazioni da 9 anni. Di calcio ormai si parla solo in quel dopo gara x mezz'ora, i chiddu che fici a papera, che ndi mangiamu i gol e che cacchirunu sbagghiau a diagonale.. Io mi sono stancato, voi no? Ma soprattutto LUI, mi riesce difficile che ancora si senta nelle condizioni di collezionare malevirute continue col mondo calcistico prim'ancora che con la gente che ha a cuore questi colori.
Basta, impacchetta tutto, sigilla il Sant'Agata e vattene a casa.
E voi, irriducibili da stadio, fatevi avanti e intentategli causa per truffa nel momento in cui vi ha venduto abbonamenti a un prodotto tarocco peggio del Made in China.
Art. 1
La Reggina è un' Azienda, fondata sull' arricchimento del suo Presidente.
La sovranità appartiene al Presidente, che la esercita nelle forme e nei limiti delle Difficoltà Oggettive.
Avatar utente
_naka
Ehi cosa bella!
Ehi cosa bella!
Messaggi: 5084
Iscritto il: 11/05/2011, 15:01

Re: NUOVO DEFERIMENTO E NUOVE PENALIZZAZIONI

Messaggio da _naka » 28/03/2015, 2:00

Se ho capito bene si rischia solo 1 altro punto di penalizzazione per gli stipendi novembre dicembre... sarebbe cmq bello provare a salvarsi lo stesso calcisticamente, ma siamo cmq finiti come società
PIU' VIVO PIU' TI AMO ! Tu sempre tu ,canterò sempre di più !! Ho visto la reggina mi sono innamorato e non la lascerò mai più !
Avatar utente
4everAmaranto
Forumino Scelto
Forumino Scelto
Messaggi: 744
Iscritto il: 11/05/2011, 21:08

Re: NUOVO DEFERIMENTO

Messaggio da 4everAmaranto » 28/03/2015, 9:10

trentaprile ha scritto:
ethan ha scritto:
4everAmaranto ha scritto: La Figc ti da la dicitura ufficiale poi bisogna approfondire di cosa si tratta effettivamente..e anche se sono tessarati gli esodati abbiamo vinto il ricorso precedente..
Di cosa si tratta effettivamente c'è scritto chiaro nel deferimento, ma figghioli leggete o trollate? TESSERATI, SETTEMBRE E OTTOBRE 2014. Gli esodati non sono TESSERATI

eh ma l'indiscrezione di reggionelpallone... :lol: :lol: :lol: :lol:
Stamattina mi piace ricordare questi interventi per dimostrare che (quantomeno IO) non trollo, l'italiano lo capisco per fortuna (IO)e che leggo siti affidabili e non quelli che fanno solo titoloni per attirare o per cercare di fare lo scoop. Buona giornata.

Il legale amaranto chiarisce i motivi dei deferimenti arrivati ieri: come riportato ieri da RNP, tutto ruota sugli incentivi all'esodo
Arriva la conferma dell’indiscrezione riportata da ReggioNelPallone.it nella serata di ieri in merito ai deferimenti addebitati alla Reggina dalla procura federale ed arriva dal soggetto che, più di tutti, conosce la materia: il legale della Reggina Calcio, l’avvocato Panuccio.

Riepiloghiamo i fatti. E’ stato reso noto il deferimento della procura generale, indirizzato alla Reggina, rea a suo modo di vedere di non aver documentato i pagamenti delle ritenute INPS e IRPEF ed anche degli emolumenti ai propri tesserati in tre distinti bimestri: luglio-agosto, settembre-ottobre, novembre-dicembre.

Già ieri, ReggioNelPallone.it aveva riportato l’indiscrezione secondo la quale alla voce “emolumenti” la procura non stesse contestando il pagamento degli stipendi ai tesserati della Reggina (obbligo al quale il club ha ottemperato nei tempi previsti) ma a coloro i quali avevano, invece, sottoscritto un accordo per l’incentivo all’esodo (LEGGI QUI). La conferma, appunto, arriva quest’oggi dalle parole dell’Avvocato Panuccio che intervistato dai colleghi di Strill.it conferma ufficialmente quanto anticipato dal nostro giornale già ieri. “Noi abbiamo dimostrato che l’incentivo all’esodo non puó essere un emolumento – le parole dell’avvocato – la nostra tesi é stata accolta (Panuccio si riferisce alla sentenza con la quale la Reggina si era, appunto, vista restituire i 4 punti precedentemente sottratti con la penalizzazione, ndr). La Procura Federale, nonostante questo, é andata avanti chiedendo alla Corte Federale penalizzazioni per altri incentivi all´esodo non pagati, riferiti a mesi successivi rispetto al ricorso che ci ha visto vincitori. Rischio nuove penalizzazioni? Non abbiamo motivo di pensare che vengano prese decisioni diverse rispetto al passato, la Corte Federale dovrebbe ribaltare il giudizio rispetto a quanto giá espresso. A rigor di logica – conclude Panuccio – penso si possano escludere penalizzazioni legate all´incentivo all´esodo“.

Chiarito questo aspetto anche con le parole di uno dei protagonisti della vicenda, è bene specificare ai nostri lettori che se per la questione emolumenti (e quindi incentivi all’esodo) la Reggina ha legittimamente fiducia per il dibattito che avrà luogo nelle prossime settimane, non altrettanto si può dire per l’altra “metà” del deferimento che prende in esame le ritenute INPS e IRPEF. Lì, anche alla luce della sentenza di questa mattina che ha già punito la Reggina con 1 punto di penalizzazione, il rischio di un ulteriore deficit è concreto.


Fonte: REGGIONELPALLONE.IT
ah, Parisi nonno? Studia amico/a mia, parisi ancora ha 31 anni! non 37 rischio pensione! (anno 2015) Cit. Un buddace
supergreg
Forumino Malato
Forumino Malato
Messaggi: 823
Iscritto il: 11/05/2011, 18:22

Re: NUOVO DEFERIMENTO E NUOVE PENALIZZAZIONI

Messaggio da supergreg » 28/03/2015, 10:37

Da quello che riesco a capire al savoia dovrebbero togliere 3 punti stipendi(novembre-dicembre) 1 punto, contributi non versati (settembre-ottobre/novembre-dicembre) 2 punti totale 3 punti.
Era il 18 dicembre e Maglione con la sua conferenza stampa fiume aveva chiuso la sua avventura al Savoia. A due mesi e mezzo da quel giorno l’ex amministratore unico dei bianchi ha deciso di rompere il silenzio e chiarire alcuni avvenimenti, rispondendo anche alle accuse relative al periodo in cui è stato lui alla guida della società.

“Ho deciso di parlare ora perché non volevo turbare il clima di serenità che sembrava si fosse generato attorno alla proprietà e per non disturbare la squadra in piena lotta per la salvezza. Un entusiasmo di cui non ho mai potuto godere durante la mia permanenza a Torre Annunziata. Le contestazioni verso la mia persona hanno fortemente inciso sui risultati in campo visto che sono iniziate dalla sfida di coppa Italia col Barletta. Adesso comunque penso sia arrivato il momento di dire la verità”.

Avvocato si sente responsabile della drammatica situazione relativa agli stipendi dei giocatori?

“Faccio i complimenti a loro per la splendida gara contro la Salernitana. Detto ciò, voglio sottolineare che non li ho mai né delusi né traditi per due motivi. Il primo è che hanno sempre saputo che io operavo per conto del Consorzio Stabile Segesta e non ero il proprietario del Savoia. Il mio mandato era finalizzato a trovare acquirenti che potessero subentrare e non l’ho mai tenuto nascosto. Inoltre ho stipulato con loro dei contratti nei quali sono riportate le cifre per intero senza alchimie (extra, rimborsi, spese indennità). Il che significa che se il futuro del Savoia dovesse essere nero, i loro emolumenti saranno ampiamente coperti dalla fidejussione di 600mila euro. Il budget del campionato non supera un milione di euro, vorrei proprio capire da dove esce fuori questo buco di due milioni”.

Ritorniamo per un momento alla gestione ordinaria, dopo affrontiamo la vicenda dei due milioni di euro. Come è riuscito a coprire le spese della prima parte di campionato?

“Come dissi nella famosa conferenza di dicembre, non ho mai ricevuto un solo euro dal Consorzio Stabile Segesta. Ho pagato gli stipendi da luglio ad ottobre con 250mila euro di contributi della Lega per gli under e la Legge Melandri e 11 mila euro di sponsor. A tal proposito vorrei ringraziare il Pastificio Setaro e i fratelli Schettino di Pompei. Con i 261mila che mi sono ritrovato a gestire ho fatto fronte alle spese e ai costi della squadra fino ad ottobre. Non solo: in occasione del ritiro punitivo prima della sfida contro il Cosenza ho pagato con la mia carta di credito personale sia l’albergo che il noleggio del furgone. Inoltre, voglio ricordare che proprio quando io ero amministratore è avvenuto il bonifico per la famiglia del piccolo Armandino De Sio”.

La settimana scorsa è arrivato un deferimento per la mancata documentazione dei contributi. Si sente responsabile di tale episodio?

“Assolutamente sì. Essendo l’amministratore unico in quel periodo mi assumo la colpa dell’errore commesso dal commercialista della società (Gianni De Vita, ndr) che non ha inviato in Lega la comunicazione entro il termine previsto del 16 dicembre. Per questa sanzione si rischia una forte multa o un punto di penalità, oltre ad una breve squalifica per la mia persona”.

E’ di sua competenza anche il mancato pagamento degli stipendi di novembre e dicembre?

“Le mie responsabilità finiscono con i pagamenti degli stipendi di ottobre. Non mi si può accollare, e procederò a querele in tal caso, nessun’altra responsabilità che riguardi la gestione, come affermano alcuni siti web, dei pagamenti relativi a novembre e dicembre. I pagamenti degli ultimi due mesi del 2014 andavano fatti entro lo scorso 16 febbraio, ed è ovvio quindi che la responsabilità di ciò ricade sul nuovo amministratore unico (il commercialista Alfonso Piantoni, ndr) che mi ha sostituito, avendo io lasciato l’incarico il 18 dicembre. La conferma sarà il deferimento che arriverà in futuro”.

Veniamo ora alle parole di Carruezzo che, in una recente conferenza stampa, ha parlato di un buco di oltre due milioni di euro: come se lo spiega?

“Non comprendo come si possa parlare di un debito di tale dimensioni se io ho ereditato un debito iva di 150mila euro e per il quale abbiamo ottenuto la rateizzazione. Col mio grido d’allarme di dicembre speravo che la proprietà intervenisse per immettere nella società quella liquidità di cui si aveva necessità, cioè una cifra tra i 400 e i 600mila euro. A malincuore vedo che purtroppo la situazione è peggiorata. Sull’aspetto economico c’è una cosa che voglio dire: durante la mia gestione mi sono ritrovato a non poter disporre di 80 mila euro, utilizzati dalla proprietà per saldare alcune pendenze relative alla passata gestione. Gran parte di questa cifra derivava dagli introiti di abbonamenti e incassi delle partite del campionato contro Barletta, Benevento e Lecce quindi relativi a questa stagione e che andavano utilizzati per questo campionato, non di certo per pagare debiti del campionato di serie D. Ciò è avvenuto perché i soldi sono stati depositati sul conto corrente Credem, dove operava anche Quirico Manca in qualità di precedente amministratore, e non su quello del Credito Salernitano, conto acceso per il campionato di Lega Pro e dove dovevano transitare i soldi di questa stagione sportiva”.

Infine cosa si sente di dire ai giocatori?

“Comprendo la loro amarezza e delusione rappresentata ieri da Scarpa, al quale mi lega un profondo rapporto di stima e affetto, ma nei loro confronti non essendo io il proprietario della società non mi sento di alcunché colpevole e responsabile. Penso di averli già garantiti e tutelati con i contratti federali comprensivi per intero delle somme pattuite e spettanti per l’intera gestione sportiva”.
http://www.lostrillone.tv/index.php?pag=leggi&id=1568" onclick="window.open(this.href);return false;
Reggiomania
Forumino Praticante
Forumino Praticante
Messaggi: 298
Iscritto il: 15/03/2015, 12:41

Re: NUOVO DEFERIMENTO E NUOVE PENALIZZAZIONI

Messaggio da Reggiomania » 28/03/2015, 10:44

REGGIOVUNQUE ha scritto:che motivo ha di rimanere solo x questa creatura NON SUA???????
Se ne sentono e dicono di tutti i colori,c'è chi dice che il Sant'Agata sorge su un terreno demaniale,chi dice che vanno contate anche le migliorie che la società ha apportato in questi anni,non si capisce.

Comunque suo o non suo,il Sant'Agata ormai è il cuore della società,da li passano ogni anno quei pochi introiti rimasti,io prego i santi in paradiso di farci fallire prima,anzi la settimana prossima,NON DEVE VENDERE NE SALANDRIA NE MAIMONE E NESSUN'ALTRO,avi a perdiri tutti cosi.
"dallo scarsometro,risultiamo scarsi"
ethan
Forumino Malatissimo
Forumino Malatissimo
Messaggi: 1604
Iscritto il: 11/05/2011, 13:44

Re: NUOVO DEFERIMENTO

Messaggio da ethan » 28/03/2015, 12:18

4everAmaranto ha scritto:
Il legale amaranto chiarisce i motivi dei deferimenti arrivati ieri: come riportato ieri da RNP, tutto ruota sugli incentivi all'esodo
Arriva la conferma dell’indiscrezione riportata da ReggioNelPallone.it nella serata di ieri in merito ai deferimenti addebitati alla Reggina dalla procura federale ed arriva dal soggetto che, più di tutti, conosce la materia: il legale della Reggina Calcio, l’avvocato Panuccio.

Riepiloghiamo i fatti. E’ stato reso noto il deferimento della procura generale, indirizzato alla Reggina, rea a suo modo di vedere di non aver documentato i pagamenti delle ritenute INPS e IRPEF ed anche degli emolumenti ai propri tesserati in tre distinti bimestri: luglio-agosto, settembre-ottobre, novembre-dicembre.

Già ieri, ReggioNelPallone.it aveva riportato l’indiscrezione secondo la quale alla voce “emolumenti” la procura non stesse contestando il pagamento degli stipendi ai tesserati della Reggina (obbligo al quale il club ha ottemperato nei tempi previsti) ma a coloro i quali avevano, invece, sottoscritto un accordo per l’incentivo all’esodo (LEGGI QUI). La conferma, appunto, arriva quest’oggi dalle parole dell’Avvocato Panuccio che intervistato dai colleghi di Strill.it conferma ufficialmente quanto anticipato dal nostro giornale già ieri. “Noi abbiamo dimostrato che l’incentivo all’esodo non puó essere un emolumento – le parole dell’avvocato – la nostra tesi é stata accolta (Panuccio si riferisce alla sentenza con la quale la Reggina si era, appunto, vista restituire i 4 punti precedentemente sottratti con la penalizzazione, ndr). La Procura Federale, nonostante questo, é andata avanti chiedendo alla Corte Federale penalizzazioni per altri incentivi all´esodo non pagati, riferiti a mesi successivi rispetto al ricorso che ci ha visto vincitori. Rischio nuove penalizzazioni? Non abbiamo motivo di pensare che vengano prese decisioni diverse rispetto al passato, la Corte Federale dovrebbe ribaltare il giudizio rispetto a quanto giá espresso. A rigor di logica – conclude Panuccio – penso si possano escludere penalizzazioni legate all´incentivo all´esodo“.

Chiarito questo aspetto anche con le parole di uno dei protagonisti della vicenda, è bene specificare ai nostri lettori che se per la questione emolumenti (e quindi incentivi all’esodo) la Reggina ha legittimamente fiducia per il dibattito che avrà luogo nelle prossime settimane, non altrettanto si può dire per l’altra “metà” del deferimento che prende in esame le ritenute INPS e IRPEF. Lì, anche alla luce della sentenza di questa mattina che ha già punito la Reggina con 1 punto di penalizzazione, il rischio di un ulteriore deficit è concreto.[/size][/b]

Fonte: REGGIONELPALLONE.IT
Favole basate sul nulla, tanto ci sono migliaia di mbuccalapuni
Avatar utente
4everAmaranto
Forumino Scelto
Forumino Scelto
Messaggi: 744
Iscritto il: 11/05/2011, 21:08

Re: NUOVO DEFERIMENTO

Messaggio da 4everAmaranto » 28/03/2015, 12:20

ethan ha scritto:
4everAmaranto ha scritto:
Il legale amaranto chiarisce i motivi dei deferimenti arrivati ieri: come riportato ieri da RNP, tutto ruota sugli incentivi all'esodo
Arriva la conferma dell’indiscrezione riportata da ReggioNelPallone.it nella serata di ieri in merito ai deferimenti addebitati alla Reggina dalla procura federale ed arriva dal soggetto che, più di tutti, conosce la materia: il legale della Reggina Calcio, l’avvocato Panuccio.

Riepiloghiamo i fatti. E’ stato reso noto il deferimento della procura generale, indirizzato alla Reggina, rea a suo modo di vedere di non aver documentato i pagamenti delle ritenute INPS e IRPEF ed anche degli emolumenti ai propri tesserati in tre distinti bimestri: luglio-agosto, settembre-ottobre, novembre-dicembre.

Già ieri, ReggioNelPallone.it aveva riportato l’indiscrezione secondo la quale alla voce “emolumenti” la procura non stesse contestando il pagamento degli stipendi ai tesserati della Reggina (obbligo al quale il club ha ottemperato nei tempi previsti) ma a coloro i quali avevano, invece, sottoscritto un accordo per l’incentivo all’esodo (LEGGI QUI). La conferma, appunto, arriva quest’oggi dalle parole dell’Avvocato Panuccio che intervistato dai colleghi di Strill.it conferma ufficialmente quanto anticipato dal nostro giornale già ieri. “Noi abbiamo dimostrato che l’incentivo all’esodo non puó essere un emolumento – le parole dell’avvocato – la nostra tesi é stata accolta (Panuccio si riferisce alla sentenza con la quale la Reggina si era, appunto, vista restituire i 4 punti precedentemente sottratti con la penalizzazione, ndr). La Procura Federale, nonostante questo, é andata avanti chiedendo alla Corte Federale penalizzazioni per altri incentivi all´esodo non pagati, riferiti a mesi successivi rispetto al ricorso che ci ha visto vincitori. Rischio nuove penalizzazioni? Non abbiamo motivo di pensare che vengano prese decisioni diverse rispetto al passato, la Corte Federale dovrebbe ribaltare il giudizio rispetto a quanto giá espresso. A rigor di logica – conclude Panuccio – penso si possano escludere penalizzazioni legate all´incentivo all´esodo“.

Chiarito questo aspetto anche con le parole di uno dei protagonisti della vicenda, è bene specificare ai nostri lettori che se per la questione emolumenti (e quindi incentivi all’esodo) la Reggina ha legittimamente fiducia per il dibattito che avrà luogo nelle prossime settimane, non altrettanto si può dire per l’altra “metà” del deferimento che prende in esame le ritenute INPS e IRPEF. Lì, anche alla luce della sentenza di questa mattina che ha già punito la Reggina con 1 punto di penalizzazione, il rischio di un ulteriore deficit è concreto.[/size][/b]

Fonte: REGGIONELPALLONE.IT
Favole basate sul nulla, tanto ci sono migliaia di mbuccalapuni
IO mi baso su fonti DIRETTE E CERTE tu sulle tue favole o quelle dei tuoi amici...hai detto bene ndavi migliaia mbuccalapuni a riggiu!
ah, Parisi nonno? Studia amico/a mia, parisi ancora ha 31 anni! non 37 rischio pensione! (anno 2015) Cit. Un buddace
Avatar utente
chicugino
Non c'è nenti!
Non c'è nenti!
Messaggi: 4610
Iscritto il: 13/10/2012, 18:23

Re: NUOVO DEFERIMENTO E NUOVE PENALIZZAZIONI

Messaggio da chicugino » 28/03/2015, 12:23

non se ne può più, francamente neanche leggo la notizia nè mi preoccupo più di tanto.
Pensiamo solo al campo, il fatto di avere una dirigenza ridicola lo sappiamo da anni
19 FEBBRAIO 2012 - 23 NOVEMBRE 2014
Carnovali-Paesano-Fallucca-Fall-Alessandri-Vitale-Nobile-Grgurovic-Agbogan-X Coach: M. Mecacci

"QUI NON SI MUORE MAI" (A. Santoro)
10 EMANUEL GINOBILI 27/09/1998 - 27/08/2018
"let'swinthisfuckin'game" (F. Frates)
2019 - LA VIOLA VIVE
ethan
Forumino Malatissimo
Forumino Malatissimo
Messaggi: 1604
Iscritto il: 11/05/2011, 13:44

Re: NUOVO DEFERIMENTO E NUOVE PENALIZZAZIONI

Messaggio da ethan » 28/03/2015, 12:24

No io mi baso sui documenti scritti e pubblicati da fonti ufficiali, tu sulle parole della Fotina Calcio e la stampa di regime. Curioso che in questa "intervista" non venga chiesto nulla sugli altri punti arrivati ieri
Avatar utente
Bud
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 2483
Iscritto il: 02/05/2011, 17:23

Re: NUOVO DEFERIMENTO E NUOVE PENALIZZAZIONI

Messaggio da Bud » 28/03/2015, 12:27

cozzina1 ha scritto:L'INTERVISTA FATTA ALL'AVVOCATO PANUCCIO A Strill.it

QUESTIONE PENALIZZAZIONI – Stamattina è arrivato il punto di penalizzazione per il mancato pagamento di Irpef e Inps dei tesserati, riferito a settembre e ottobre 2014. Per questo punto di penalizzazione, faremo ricorso. Se ci saranno nuovi deferimenti e richieste di penalizzazioni per i mesi di novembre e dicembre ? Il rischio é concreto, si tratterebbe degli ultimi possibili. Per i mesi da gennaio in poi, eventuali deferimenti o penalizzazioni sarebbero da scontare nel prossimo campionato.


COSA SUCCEDERA´IN FUTURO ? Probabile che si decida di ricorrere al Coni per la questione legata all´iscrizione al campionato e i seguenti 3 punti di penalizzazione, dobbiamo capire se la risposta arriverebbe in tempi brevi, entro il termine del campionato. Faremo certamente ricorso per il punto di penalizzazione arrivato oggi, riferito a Irpef e Inps di settembre e ottobre. Attendiamo decisioni riguardanti i mesi successivi, ammettendo che purtroppo le difficoltá esistono”.
Praticamente ci sta dicendo che diventa anche inutile scendere in campo a meno che non diventiamo improvvisamente la squadra più forte del campionato e le vinciamo tutte, inoltre qualora dovessimo iscriverci al prossimo CND anche lì partiremmo con punti di penalizzazione.


Grazie Presidente :thumright
Avatar utente
4everAmaranto
Forumino Scelto
Forumino Scelto
Messaggi: 744
Iscritto il: 11/05/2011, 21:08

Re: NUOVO DEFERIMENTO E NUOVE PENALIZZAZIONI

Messaggio da 4everAmaranto » 28/03/2015, 12:28

ethan ha scritto:No io mi baso sui documenti scritti e pubblicati da fonti ufficiali, tu sulle parole della Fotina Calcio e la stampa di regime. Curioso che in questa "intervista" non venga chiesto nulla sugli altri punti arrivati ieri
SE sai leggere c'è scritto alla fine dell'articolo....ripeto IO mi baso su informazioni dirette e non mi invento teorie e pensieri miei senza confrontare la realtà come fanno altri.
ah, Parisi nonno? Studia amico/a mia, parisi ancora ha 31 anni! non 37 rischio pensione! (anno 2015) Cit. Un buddace
ethan
Forumino Malatissimo
Forumino Malatissimo
Messaggi: 1604
Iscritto il: 11/05/2011, 13:44

Re: NUOVO DEFERIMENTO E NUOVE PENALIZZAZIONI

Messaggio da ethan » 28/03/2015, 12:34

Dove ci sarebbe scritto? La fine dell'articolo che posti dice:

"Chiarito questo aspetto anche con le parole di uno dei protagonisti della vicenda, è bene specificare ai nostri lettori che se per la questione emolumenti (e quindi incentivi all’esodo) la Reggina ha legittimamente fiducia per il dibattito che avrà luogo nelle prossime settimane, non altrettanto si può dire per l’altra “metà” del deferimento che prende in esame le ritenute INPS e IRPEF. Lì, anche alla luce della sentenza di questa mattina che ha già punito la Reggina con 1 punto di penalizzazione, il rischio di un ulteriore deficit è concreto."

Dove sarebbero le dichiarazioni dell'avvocato?
Avatar utente
Mave
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 8418
Iscritto il: 11/05/2011, 15:28

Re: NUOVO DEFERIMENTO E NUOVE PENALIZZAZIONI

Messaggio da Mave » 28/03/2015, 12:37

ethan non è questione di 'mbuccalapuni...c'è già un precedente che ci ha visti penalizzati per poi essere ritirata la penalizzazione, quindi perchè non credere all'avvocato quando dice che anche stavolta riguarda gli esodati?
discorso diverso sull'altra parte...lì c'è poco da sperare e altri 2 punti si possono mettere in conto :muro:
supergreg
Forumino Malato
Forumino Malato
Messaggi: 823
Iscritto il: 11/05/2011, 18:22

Re: NUOVO DEFERIMENTO E NUOVE PENALIZZAZIONI

Messaggio da supergreg » 28/03/2015, 12:37

Qui c'è un'intervista più completa


di Pasquale Romano – Caos totale. Nel giorno che vede la Reggina privata dei tre punti ottenuti in campo contro il Melfi, é obbligatorio cercare chiarezza. Sia per capire cosa é successo, sia per intuire cosa potrá accadere nelle prossime settimane. L´avvocato Giuseppe Panuccio, legale degli amaranto, é quindi l´interlocutore ideale per provare a schiarire la triste nebbia che avvolge la Reggina.

QUESTIONE INCENTIVO ALL´ESODO – “La Reggina si é vista togliere 4 punti in classifica (per alcuni pagamenti ad ex tesserati non effettuati, riferiti alla stagione 2013/2014 ndr), poi successivamente restitutiti dalla Corte Federale D’Appello a Sezioni Unite. E´bene chiarirlo, quei punti sono intoccabili e non potranno essere nuovamente tolti. Noi abbiamo dimostrato che l´incentivo all´esodo non puó essere un emolumento, la nostra tesi é stata accolta. La Procura Federale, nonostante questo, é andata avanti chiedendo alla Corte Federale penalizzazioni per altri incentivi all´esodo non pagati, riferiti a mesi successivi rispetto al ricorso che ci ha visto vincitori. Rischio nuove penalizzazioni? Non abbiamo motivo di pensare che vengano prese decisioni diverse rispetto al passato, la Corte Federale dovrebbe ribaltare il giudizio rispetto a quanto giá espresso. A rigor di logica, penso si possano escludere penalizzazioni legate all´incentivo all´esodo “.

QUESTIONE ISCRIZIONE AL CAMPIONATO – “Sui media si fa erroneamente riferimento alla fiejussione, invece é piú corretto parlare di iscrizione al campionato 2014/2015. Per iscriversi a tale campionato, ogni societá, quindi anche la Reggina, doveva presentare entro il 25 giugno una documentazione composta dai pagamenti riferiti alla stagione precedente, Irpef, Inps e fidejussione. La Reggina non é riuscita a iscriversi entro il primo termine, ma entro quello successivo del 15 luglio. Questo ha fatto scattare una sanzione disciplinare dalla Procura Federale e successivamente una richiesta di penalizzazione di 4 punti. Il Tribunale Federale ha riconosciuto 1 punto di penalizzazione, riferito alla fidejussione, mentre ha respinto gli altri 3 punti (riferiti a Inps e Irpef ) perché legati alla ristrutturazione del debito. Oggi invece la Corte Federale D’Appello a Sezioni Unite ha ribaltato la sentenza, comminando ulteriori due punti alla Reggina perché ha slegato il discorso relativo a Irpef e Inps rispetto alla ristrutturazione del debito. Anche in questo caso, a livello federale i punti non ci potranno essere restituiti. Stiamo valutando peró l´ipotesi di un ricorso al Coni, ma non so se i tempi ce lo permetteranno”.

QUESTIONE PENALIZZAZIONI – “Stamattina é arrivato il punto di penalizzazione per il mancato pagamento di Irpef e Inps dei tesserati, riferito a settembre e ottobre 2014. Per questo punto di penalizzazione, faremo ricorso. Se ci saranno nuovi deferimenti e richieste di penalizzazioni per i mesi di novembre e dicembre ? Il rischio é concreto, si tratterebbe degli ultimi possibili. Per i mesi da gennaio in poi, eventuali deferimenti o penalizzazioni sarebbero da scontare nel prossimo campionato”.

COSA SUCCEDERA´IN FUTURO ? “Probabile che si decida di ricorrere al Coni per la questione legata all´iscrizione al campionato e i seguenti 3 punti di penalizzazione, dobbiamo capire se la risposta arriverebbe in tempi brevi, entro il termine del campionato. Faremo certamente ricorso per il punto di penalizzazione arrivato oggi, riferito a Irpef e Inps di settembre e ottobre. Attendiamo decisioni riguardanti i mesi successivi, ammettendo che purtroppo le difficoltá esistono”.
http://sport.strill.it/citta/pianeta-am ... a-accadra/" onclick="window.open(this.href);return false;
Avatar utente
4everAmaranto
Forumino Scelto
Forumino Scelto
Messaggi: 744
Iscritto il: 11/05/2011, 21:08

Re: NUOVO DEFERIMENTO

Messaggio da 4everAmaranto » 28/03/2015, 12:40

ethan ha scritto:
4everAmaranto ha scritto:
Il legale amaranto chiarisce i motivi dei deferimenti arrivati ieri: come riportato ieri da RNP, tutto ruota sugli incentivi all'esodo
Arriva la conferma dell’indiscrezione riportata da ReggioNelPallone.it nella serata di ieri in merito ai deferimenti addebitati alla Reggina dalla procura federale ed arriva dal soggetto che, più di tutti, conosce la materia: il legale della Reggina Calcio, l’avvocato Panuccio.

Riepiloghiamo i fatti. E’ stato reso noto il deferimento della procura generale, indirizzato alla Reggina, rea a suo modo di vedere di non aver documentato i pagamenti delle ritenute INPS e IRPEF ed anche degli emolumenti ai propri tesserati in tre distinti bimestri: luglio-agosto, settembre-ottobre, novembre-dicembre.

Già ieri, ReggioNelPallone.it aveva riportato l’indiscrezione secondo la quale alla voce “emolumenti” la procura non stesse contestando il pagamento degli stipendi ai tesserati della Reggina (obbligo al quale il club ha ottemperato nei tempi previsti) ma a coloro i quali avevano, invece, sottoscritto un accordo per l’incentivo all’esodo (LEGGI QUI). La conferma, appunto, arriva quest’oggi dalle parole dell’Avvocato Panuccio che intervistato dai colleghi di Strill.it conferma ufficialmente quanto anticipato dal nostro giornale già ieri. “Noi abbiamo dimostrato che l’incentivo all’esodo non puó essere un emolumento – le parole dell’avvocato – la nostra tesi é stata accolta (Panuccio si riferisce alla sentenza con la quale la Reggina si era, appunto, vista restituire i 4 punti precedentemente sottratti con la penalizzazione, ndr). La Procura Federale, nonostante questo, é andata avanti chiedendo alla Corte Federale penalizzazioni per altri incentivi all´esodo non pagati, riferiti a mesi successivi rispetto al ricorso che ci ha visto vincitori. Rischio nuove penalizzazioni? Non abbiamo motivo di pensare che vengano prese decisioni diverse rispetto al passato, la Corte Federale dovrebbe ribaltare il giudizio rispetto a quanto giá espresso. A rigor di logica – conclude Panuccio – penso si possano escludere penalizzazioni legate all´incentivo all´esodo“.

Chiarito questo aspetto anche con le parole di uno dei protagonisti della vicenda, è bene specificare ai nostri lettori che se per la questione emolumenti (e quindi incentivi all’esodo) la Reggina ha legittimamente fiducia per il dibattito che avrà luogo nelle prossime settimane, non altrettanto si può dire per l’altra “metà” del deferimento che prende in esame le ritenute INPS e IRPEF. Lì, anche alla luce della sentenza di questa mattina che ha già punito la Reggina con 1 punto di penalizzazione, il rischio di un ulteriore deficit è concreto.[/size][/b]

Fonte: REGGIONELPALLONE.IT
Basta leggere. Mave che mi dicano mbuccalapuni, che leggo stampa di regime, che leggo favole ecc figurati non mi passa manco per l'anticamera ci rido su :lol: :lol: :lol:
ah, Parisi nonno? Studia amico/a mia, parisi ancora ha 31 anni! non 37 rischio pensione! (anno 2015) Cit. Un buddace
Rispondi