Analogie tra il 2008/09 e quest'anno

Tutto sulla Reggina

Moderatori: Bud, NinoMed, Lixia, Lilleuro, Mave, ManAGeR78

Rispondi
Avatar utente
SuperCarlo
Forumino Praticante
Forumino Praticante
Messaggi: 283
Iscritto il: 11/05/2011, 18:00
Località: Busto Arsizio

Analogie tra il 2008/09 e quest'anno

Messaggio da SuperCarlo » 27/04/2014, 9:56

A me questa stagione ricorda molto da vicino quella del 2008/09, vale a dire quella della retrocessione dalla serie A alla serie B.
Ecco...sia nell'ultimo anno di partecipazione alla serie A, sia quest'anno ho visto una voglia matta, praticamente volontaria di retrocedere.
Prima di parlare di queste 2 stagioni, faccio un passo indietro e guardo alle annate subito precedentia queste, cioè 2007/08 e 2012/13
2007/08: una Reggina in condizioni di classifica molto difficili arriva a gennaio e vengono presi Cirillo (difensore di grande esperienza), Brienza (che ci trascinò alla salvezza), Costa (giovane di belle speranze in prestito dal Bologna) e Makinwa (che poi deluse, ma in linea teorica era un bell'acquisto)
2012/13: siamo sempre in condizioni precarie, arriva il mese di gennaio e acquistiamo Colucci (deluse, ma il pensiero era che, nonostante l'età, fosse un lusso per la B), Di Michele (in qualche partita fu quasi dannoso, ma alla fine i goal più importanti li fece lui), Antonazzo (esperienza notevole in B) e Gerardi (non un acquisto di spicco, ma è stato spesso l'uomo della provvidenza).
Passiamo al 2008/09: siamo in condizioni disperate, urgono rinforzi in ogni settore del campo...l'unico acquisto è il ceco Krajcik (che si rivelò una pippa, come se non bastasse). Ecco...secondo me, non si fece esattamente di tutto per conservare la categoria (eufemismo)
Guardiamo quest'anno: la salvezza sembra essere un'utopia, quindi sarebbe giusto pensare a dei drastici miglioramenti in entrata. Barillà a parte (ritorno degno di nota), gli altri arrivi sono Pigliacelli (che poi non è per niente male), Frascatore (praticamente mai visto), Dumitru (giovane attaccante mai esploso) e la coppia di allenatori Gagliardi-Zanin (esperienza pari a zero o quasi). Anche qui, l'impressione è che si potesse fare un qualcosina in più (altro eufemismo).
Certo...dopo le vittorie di Bari e quella casalinga contro il Lanciano mi ero illuso anch'io e sognavo di andare ad espugnare Novara alla 5° di ritorno, per uscire anche dalla zona play-out. Però, razionalmente, questa classifica rispecchia esattamente il valore della squadra e, se proprio devo dirla tutta, non sò come fà la Juve Stabia a starci sotto.
CAMPAGNOLO, LANZARO, LUCARELLI, ARONICA, MESTO, AMERINI, TEDESCO, MODESTO, FOGGIA, AMORUSO, BIANCHI. ALL. WALTER MAZZARRI

FOTI NON è IL MIO PRESIDENTE
Rispondi