crisi di governo

Notizie dal mondo e dalla città: curiosità, fatti, cronaca...

Moderatori: Bud, NinoMed, Lixia, Lilleuro, Mave, ManAGeR78

DNAamaranto
Forumino Malatissimo
Forumino Malatissimo
Messaggi: 2222
Iscritto il: 13/12/2011, 10:18

Re: crisi di governo

Messaggio da DNAamaranto » 28/09/2013, 21:58

è la dignità chi l'averrebbe? quelli che votano la sinistra italiana ?

un partito che si comporta come una "prostituta",che si vende a chiunque per intavolare un mezzo governo ? :D

addio i preconcetti ,addio gli insulti ..ora la missione resta quella di leccare quante più poltrone possibili per sperare in un governo stabile. tanti auguri.

ma se nemmeno l'operaio, il povero vota piu' una coalizione nata per i loro diritti , che ormai da precedenza solo ad accordi sindacali,diritti di immigrati, ed inconcludenza politica.
Tra il 1996 e il 2001 ha battuto ogni record: 4 governi inconcludenti e caduti con il primo governo ad essere sfiduciato al senato creando di fatto la prima crisi di governo italiana. è ancora qui si parla del cavaliere



VADE RETRO.
Avatar utente
NinoMed
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 5435
Iscritto il: 03/05/2011, 0:34

Re: crisi di governo

Messaggio da NinoMed » 28/09/2013, 22:01

DNAamaranto ha scritto:è la dignità chi l'averrebbe? quelli che votano la sinistra italiana ?

un partito che si comporta come una "prostituta",che si vende a chiunque per intavolare un mezzo governo ? :D

addio i preconcetti ,addio gli insulti ..ora la missione resta quella di leccare quante più poltrone possibili per sperare in un governo stabile. tanti auguri.

ma se nemmeno l'operaio, il povero vota piu' una coalizione nata per i loro diritti , che ormai da precedenza solo ad accordi sindacali,diritti di immigrati, ed inconcludenza politica.
Tra il 1996 e il 2001 ha battuto ogni record: 4 governi inconcludenti e caduti con il primo governo ad essere sfiduciato al senato creando di fatto la prima crisi di governo italiana. è ancora qui si parla del cavaliere



VADE RETRO.
l'aumento dell'IVA è imposto da Tremonti nel 2011 lo vuoi capire tu e Berlusconi?

è inutile fare appelli, vedrai che troveranno il modo per fare un'altra maggioranza senza il Pdl :P
Have a Nice Day
DNAamaranto
Forumino Malatissimo
Forumino Malatissimo
Messaggi: 2222
Iscritto il: 13/12/2011, 10:18

Re: crisi di governo

Messaggio da DNAamaranto » 28/09/2013, 22:05

l 'aumento dell'iva , è stato progettato e reso possibile dal governo B... vero , ma non è stato imposto , anzi è stato specificato in legge da quello di monti...
che però l'ha successivamente revocato, la prossima mossa spetta a letta e saccomanni.
Avatar utente
NinoMed
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 5435
Iscritto il: 03/05/2011, 0:34

Re: crisi di governo

Messaggio da NinoMed » 28/09/2013, 22:11

DNAamaranto ha scritto:l 'aumento dell'iva , è stato progettato e reso possibile dal governo B... vero , ma non è stato imposto , anzi è stato specificato in legge da quello di monti...
che però l'ha successivamente revocato, la prossima mossa spetta a letta e saccomanni.

Tremonti impone per Legge di stabilità che se non si trovano le coperture entro il 2014 si aumenta l'IVA, come fatto già da Berlusconi nel 2011 o vogliamo dimenticarlo? o anche li c'era la sinistra socialista e antiliberale a governare?
Have a Nice Day
DNAamaranto
Forumino Malatissimo
Forumino Malatissimo
Messaggi: 2222
Iscritto il: 13/12/2011, 10:18

Re: crisi di governo

Messaggio da DNAamaranto » 28/09/2013, 22:24

NinoMed ha scritto:
DNAamaranto ha scritto:l 'aumento dell'iva , è stato progettato e reso possibile dal governo B... vero , ma non è stato imposto , anzi è stato specificato in legge da quello di monti...
che però l'ha successivamente revocato, la prossima mossa spetta a letta e saccomanni.

Tremonti impone per Legge di stabilità che se non si trovano le coperture entro il 2014 si aumenta l'IVA, come fatto già da Berlusconi nel 2011 o vogliamo dimenticarlo? o anche li c'era la sinistra socialista e antiliberale a governare?
il provvedimento di tremonti prevedeva , l'innalzamento dell'iva per le aliquote piu' alte il 10 e 20 % ,e il - 20 30 40 % delle tre aliquote irpef.
ed era prevista anche l'abolizione dell'irap ,è la riduzione irap da 5 a 3 non era cosa da poco.
l'iva la alzò monti di un punto , però si compiaceva di avere contenuto l’aumento programmato in precedenza, che era di 2 punti e che i media attribuivano a una vecchia legge del Governo B.. non cerchiamo sempre un capo espiatorio per coprire, con la foglia di fico, le reali responsabilità
Avatar utente
NinoMed
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 5435
Iscritto il: 03/05/2011, 0:34

Re: crisi di governo

Messaggio da NinoMed » 28/09/2013, 23:17

DNAamaranto ha scritto:
NinoMed ha scritto:
DNAamaranto ha scritto:l 'aumento dell'iva , è stato progettato e reso possibile dal governo B... vero , ma non è stato imposto , anzi è stato specificato in legge da quello di monti...
che però l'ha successivamente revocato, la prossima mossa spetta a letta e saccomanni.

Tremonti impone per Legge di stabilità che se non si trovano le coperture entro il 2014 si aumenta l'IVA, come fatto già da Berlusconi nel 2011 o vogliamo dimenticarlo? o anche li c'era la sinistra socialista e antiliberale a governare?
il provvedimento di tremonti prevedeva , l'innalzamento dell'iva per le aliquote piu' alte il 10 e 20 % ,e il - 20 30 40 % delle tre aliquote irpef.
ed era prevista anche l'abolizione dell'irap ,è la riduzione irap da 5 a 3 non era cosa da poco.
l'iva la alzò monti di un punto , però si compiaceva di avere contenuto l’aumento programmato in precedenza, che era di 2 punti e che i media attribuivano a una vecchia legge del Governo B.. non cerchiamo sempre un capo espiatorio per coprire, con la foglia di fico, le reali responsabilità
Il governo Berlusconi ha approvato e attuato il precedente aumento dell'aliquota ordinaria dell'imposta, passata dal 20 al 21 per cento il 17 settembre 2011. In quell'occasione, il presidente del Consiglio ricordò che il ritocco «non colpisce i beni di prima necessità».

nel luglio di quel caldissimo 2011, l'esecutivo aveva dovuto mettere in piedi una manovra che garantisse il pareggio di bilancio nel 2014, come da impegni con l'Unione europea. Ipotizzati tutti gli interventi sul lato della spesa e su quello delle entrate, mancavano ancora un bel po' di miliardi. Il ministero dell'Economia decise allora che quella somma sarebbe stata trovata riducendo del 5 per cento nel 2013 e del 20 nel 2014 una serie di regimi di esenzione e agevolazione fiscale, oppure in alternativa riordinando - quindi riducendo - la spesa sociale: in ogni caso l'operazione doveva fruttare 4 miliardi nel 2013 e 20 nel 2014 (legge 111/2011, articolo 40, commi 1 ter e 1 quater).

Passato nemmeno un mese, il governo si trovò di nuovo a dover intervenire, sotto la pressione dei mercati finanziari e della Bce che reclamava vincoli più stringenti in cambio del proprio impegno ad acquistare titoli di Stato italiani. Il pareggio di bilancio fu anticipato di un anno, e con esso anche gli obiettivi finanziari della revisione delle agevolazioni. Al testo della precedente leggge fu fatta però un'aggiunta: si stabiliva che in alternativa alla revisione «può essere disposta la rimodulazione delle aliquote delle imposte indirette, inclusa l'accisa» (legge 148/2011, articolo 1, comma 6). Ecco dunque che l'idea di un intervento sull'Iva, la principale tra le imposte indirette, entra nell'agenda del governo, come confermato qualche giorno dopo dallo stesso Berlusconi: «C'è una clausola di salvaguardia sulla quale siamo tutti d'accordo – spiegò il premier - qualora fosse necessario potremmo aumentare l'Iva di 1-2 punti percentuali, come extrema ratio».

Proprio a quell'extrema ratio fece ricorso a dicembre Mario Monti, nel frattempo insediatosi al posto del Cavaliere. Nel decreto salva-Italia però l'operazione sull'Iva fu esplicitata come fonte di copertura, al posto del riassetto delle agevolazioni, e dettagliata: aumento di due punti delle aliquote del 10 e del 21 per cento, dal primo ottobre 2012, e di altro mezzo punto dal 2014. Importo totale: 16,4 miliardi a regime dal 2014. Finora nessuno di quegli aumenti è scattato: tra la primavera e l'autunno dello scorso anno, quando era ancora in carica il governo Monti, grazie a tagli di spesa e ad altri risparmi i due punti sono stati ridotti a uno, poi è stata esclusa da ritocchi l'aliquota del 10 per cento (che comprende alcuni beni di prima necessità) ed è stato cancellato anche l'ulteriore incremento di mezzo punto. Resta quel passaggio dal 21 al 22 che vale 4,2 miliardi l'anno, circa un quarto dell'importo originario.

Ricapitolando: l'aumento dell'Iva è stato prospettato e reso possibile dal governo Berlusconi e poi specificato in legge da quello di Monti.


fonte il Messaggero.it

buona lettura :read: se ti capita fallo leggere anche a Berlusconi.
Have a Nice Day
goodfellow

Re: crisi di governo

Messaggio da goodfellow » 29/09/2013, 1:28

Neppure la cartolina vi spedisco!
DNAamaranto
Forumino Malatissimo
Forumino Malatissimo
Messaggi: 2222
Iscritto il: 13/12/2011, 10:18

Re: crisi di governo

Messaggio da DNAamaranto » 29/09/2013, 7:28

Ma andiamo con ordine. La legge cui Monti fa riferimento, quella che prescrive un aumento dell’Iva di 2 punti dal 1 ottobre 2012, è effettivamente un decreto legge di Berlusconi: il Decreto-Legge 6 luglio 2011, n.98. Tuttavia nell’articolo incriminato, che è il numero 40, non si fa accenno alcuno all’aumento dell’Iva. Tutto quello che si dice è contenuti nei commi 1-ter (dove si tagliano i regimi di esenzione, esclusione e favore fiscale) e 1-quater, dove si dice testualmente:
1-quater. La disposizione di cui al comma 1-ter non si applica qualora entro il 30 settembre 2013 siano adottati provvedimenti legislativi in materia fiscale ed assistenziale aventi ad oggetto il riordino della spesa in materia sociale, nonche’ la eliminazione o riduzione dei regimi di esenzione, esclusione e favore fiscale che si sovrappongono alle prestazioni assistenziali, tali da determinare effetti positivi, ai fini dell’indebitamento netto, non inferiori a 4.000 milioni di euro per l’anno 2013 ed a 20.000 milioni di euro annui a decorrere dall’anno 2014)).


In sostanza, il Decreto Legge di Berlusconi si limita a dire che bisogna fare una decurtazione delle esenzioni, delle esclusioni e del favore fiscale (come da allegato), ma che se al 30 settembre 2013 si saranno fatte riforme adeguate, capaci di far risparmiare 4 miliardi nel 2013 e 20 miliardi l’anno dal 2014 in poi, non ce ne sarà bisogno. Tutto qui. Di Iva non c’è traccia.

Ma allora, da dove arriva la storia dell’obbligo dell’aumento di 2 punti di Iva dal 1 ottobre 2012? Dal Decreto-Legge 6 dicembre 2011 , n.201 recante “Disposizioni urgenti per la crescita, l’equita’ e il consolidamento dei conti pubblici”. Uno dei primi Decreti Salva-Tutto di Monti, insomma, che all’Articolo 18 recita così:

Art. 18Clausola di salvaguardia

1. All’articolo 40 del decreto-legge 6 luglio 2011, n. 98, convertito con modificazioni dalla legge 15 luglio 2011, n. 111, sono apportate le seguenti modificazioni:a) il comma 1-ter e’ sostituito dal seguente: “1-ter. A decorrere dal 1° ottobre 2012 fino al 31 dicembre 2012 le aliquote Iva del 10 e del 21 per cento sono incrementate di 2 punti percentuali. A decorrere dal 1° gennaio 2013 continua ad applicarsi il predetto aumento. A decorrere dal 1° gennaio 2014 le predette aliquote sono ulteriormente incrementate di 0,5 punti percentuali.”.


Tutto chiaro? Monti prende la legge di Berlusconi, stralcia il comma 1-ter (quello che deliberava il taglio di esenzioni, agevolazioni fiscali e così via, ma solo in maniera condizionata al non raggiungimento degli obiettivi di bilancio da attuarsi con riforme di varia natura) e lo sostituisce ex-novo con un comma 1-ter che togli ogni “se” e ogni “ma”, stabilmente di forza che dall’1 ottobre 2012 ci sarà un aumento di Iva di 2 punti percentuali, e che addirittura dal 2014 tale aumento arriverà a 2,5 punti percentuali, portando l’imposta sul valore aggiunto stabilmente al 23,5%. Ne dà notizia, il sito del Governo, così: “L’aumento dell’IVA è deliberato in 2 punti percentuali a decorrere dal primo settembre 2012, a copertura della clausola di salvaguardia e da attuare solo nel caso in cui sia necessario“. In realtà sbagliano clamorosamente anche la data di entrata in vigore del provvedimento, ma sfido chiunque, in quei giorni di frenetico “Fate Presto”, a badare alla redazione dei testi.
Perché, allora, i media attribuiscono la responsabilità di questa tagliola al Governo di Silvio Berlusconi? Perché Monti inserisce la norma come modificazione del Decreto Legge di Berlusconi, che dunque nominalmente ne porta le generalità. Poteva fare diversamente? Forse avrebbe potuto semplicemente stralciare l’Articolo 40 della legge di Berlusconi e attribuirsi la paternità diretta (senza equivoci mediatici) dell’aumento di Iva. Sta di fatto che è dal Consiglio dei Ministri n.5 del 4/12/2011 che sulla testa degli italiani pende la spada di Damocle dell’aumento dell’Iva di 2 punti. Non da prima.

NINO , continuiamo con il messaggero ? :read: altri giornali di sinistra c'è ne sono ?


comunque se vuoi il link te lo posso mandare in pvt.
tito
Forumino Praticante
Forumino Praticante
Messaggi: 242
Iscritto il: 15/05/2011, 22:51
Località: Casteddu

Re: crisi di governo

Messaggio da tito » 29/09/2013, 10:19

il messaggero di sinistra??? Caltagirone Casini sono di sinistra????

UAAHHAHAHAHAHHA!!!!!
Avatar utente
aquamoon
Forumino Malatissimo
Forumino Malatissimo
Messaggi: 2320
Iscritto il: 11/05/2011, 13:59

Re: crisi di governo

Messaggio da aquamoon » 29/09/2013, 12:15

DNAamaranto ha scritto:
... Perché, allora, i media attribuiscono la responsabilità di questa tagliola al Governo di Silvio Berlusconi? Perché Monti inserisce la norma come modificazione del Decreto Legge di Berlusconi, che dunque nominalmente ne porta le generalità. Poteva fare diversamente? Forse avrebbe potuto semplicemente stralciare l’Articolo 40 della legge di Berlusconi e attribuirsi la paternità diretta (senza equivoci mediatici) dell’aumento di Iva. Sta di fatto che è dal Consiglio dei Ministri n.5 del 4/12/2011 che sulla testa degli italiani pende la spada di Damocle dell’aumento dell’Iva di 2 punti. Non da prima.
So di svelarti un segreto e, attento come sono sempre stato nei confronti delle minoranze, al solo fine di evitarti un coccolone,
ti invito a metterti comodo e a slacciare, se ce l'hai, il cravattone d'ordinanza:
il sig. berlusconi è al governo dal 2008... ininterrottamente.
Prima lo era da solo, poi, battuto dall'Europa, dai Mercati e dalla tristezza della sua vita privata, si è associato al Governo Monti e,
incurante del fatto che alle ultime elezioni è risultato essere il terzo partito d'Italia, complice un Napolitano innamorato e irretito dalle sue stesse idee, è entrato nel Governo Letta cui ha strappato lo spostamento dell'IMU che lui stesso aveva introdotto.
Sperando tu non sia cascato per terra, te ne svelo un'altra:
se gli obbiettivi di crescita immaginati da quel cialtrone di Tremonti non sono stati raggiunti, la colpa di chi è?
Dell'Europa?
Dei Mercati?
Dell'elettorato?
La colpa non è evidentemente loro ed infatti hanno bocciato lo sceneggiatore.
L'hanno bocciato, la Lega non la Procura, nel 1994, e lui se n'è fregato.
L'hanno bocciato nel 1996, sempre la Lega, e lui se n'è fregato.
L'hanno bocciato nel 2006, stavolta l'elettorato da solo, e lui se n'è fregato.
L'hanno bocciato nel 2013, facendolo arrivare terzo e assegnandogli così la medaglia di bronzo, tale e quale la sua faccia.. e lui se n'è fregato.
L'hanno bocciato tre distinti tribunali e l'hanno mandato in galera, ponendo così fine alla sua carriera politica.
E lui se n'è fregato.
...
Si da il caso che in Italia ci siano circa 64 milioni di persone.
Vogliamo occuparci ancora delle di lui disavventure o vogliamo riprenderci le nostre vite?
:salut
Sventurata la terra che ha bisogno di eroi
DNAamaranto
Forumino Malatissimo
Forumino Malatissimo
Messaggi: 2222
Iscritto il: 13/12/2011, 10:18

Re: crisi di governo

Messaggio da DNAamaranto » 29/09/2013, 13:17

... sarebbe piu' sensato mettersi comodo per ascoltare una fiaba dei grimm, invece di leggere i tuoi interventi che spesso mettono a dura prova le capacità intellettive di qualsiasi individuo.

comunque, di quali minoranze parliamo ? a me sinceramente risulta che i governo di destra e di sinistra dal 92 ad oggi si siano equivalsi , per un totale di 3085 giorni di governo di sinistra , contro i 3292 di destra.

92-94 amato-ciampi , 94-95 cavaliere , 96 dini (tecnico), dal 96 al 2001 PENSA UN PO' , prodi -d'alema -amato. dal 2001 -2006 cavaliere. dal 2006 -2008 prodi. 2008-2011 cavaliere. poi i tecnici di monti per arrivare ai giorni nostri. caro aquamoon si evidenzia soltanto un alternanza distribuita tra destra e sinistra , con 207 giorni di scarto della destra , per un totale di 6377 giorni .

Si da il caso che in Italia ci siano circa 64 milioni di persone.



Vogliamo occuparci ancora delle di lui disavventure o vogliamo riprenderci le nostre vite?
:salut


ci sono 64 milioni di persone , è tra tutti i 64 milioni di persone presenti nella nazione , una delle pensioni ( se non in assoluto) piu' cospicua . è di un socialista "AMATO" CHE BRUTTA LA PAROLA AMATO VERO ? :D

31.000 euro al mese di pensione , piu' lo stipendio di docente universitario..è chissà quante altre diavolerie ancora . chi si dovrebbe occupare delle nostre vite? i socialisti ? :muro:
Avatar utente
NinoMed
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 5435
Iscritto il: 03/05/2011, 0:34

Re: crisi di governo

Messaggio da NinoMed » 29/09/2013, 13:30

DNAamaranto ha scritto: NINO , continuiamo con il messaggero ? :read: altri giornali di sinistra c'è ne sono ?


comunque se vuoi il link te lo posso mandare in pvt.

non mi serve leggerò tutto con calma dopo, ma ora mi dovrai rispondere e dovresti darti una rispsota da solo.

dopo Berlusconi ha governato Monti, il PDL se non sbaglio era maggioranza di quel governo

dopo monti ha governato Letta, e se non sbaglio anche in questo caso il PDL è partito di maggioranza del governo...

ti sei dato la risposta che cercavi?
Have a Nice Day
DNAamaranto
Forumino Malatissimo
Forumino Malatissimo
Messaggi: 2222
Iscritto il: 13/12/2011, 10:18

Re: crisi di governo

Messaggio da DNAamaranto » 29/09/2013, 13:52

NinoMed ha scritto:
DNAamaranto ha scritto: NINO , continuiamo con il messaggero ? :read: altri giornali di sinistra c'è ne sono ?


comunque se vuoi il link te lo posso mandare in pvt.

non mi serve leggerò tutto con calma dopo, ma ora mi dovrai rispondere e dovresti darti una rispsota da solo.

dopo Berlusconi ha governato Monti, il PDL se non sbaglio era maggioranza di quel governo

dopo monti ha governato Letta, e se non sbaglio anche in questo caso il PDL è partito di maggioranza del governo...

ti sei dato la risposta che cercavi?

l'italia ormai è un paese senza maggioranza e senza certezza politica ( probabilmente non solo da ora ), anzi ad oggi è impensabile capire quali coalizioni potrebbero davvero fare una maggioranza in un governo.in caso di nuove elezioni , tutt'ora non ci sarebbe una vittoria chiara di qualche schieramento.

la risposta potrebbe essere , che da anni l'italia è governata da tecnici o da maggioranze divise ,in cui si uniscono partiti costretti a stare inisieme per emergenza ,ma non per volontà ... questa politica ormai rappresenta il peggio di questo paese , un paese indeciso su tutto.
Avatar utente
NinoMed
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 5435
Iscritto il: 03/05/2011, 0:34

Re: crisi di governo

Messaggio da NinoMed » 29/09/2013, 14:15

DNAamaranto ha scritto:
NinoMed ha scritto:
DNAamaranto ha scritto: NINO , continuiamo con il messaggero ? :read: altri giornali di sinistra c'è ne sono ?


comunque se vuoi il link te lo posso mandare in pvt.

non mi serve leggerò tutto con calma dopo, ma ora mi dovrai rispondere e dovresti darti una rispsota da solo.

dopo Berlusconi ha governato Monti, il PDL se non sbaglio era maggioranza di quel governo

dopo monti ha governato Letta, e se non sbaglio anche in questo caso il PDL è partito di maggioranza del governo...

ti sei dato la risposta che cercavi?

l'italia ormai è un paese senza maggioranza e senza certezza politica ( probabilmente non solo da ora ), anzi ad oggi è impensabile capire quali coalizioni potrebbero davvero fare una maggioranza in un governo.in caso di nuove elezioni , tutt'ora non ci sarebbe una vittoria chiara di qualche schieramento.

la risposta potrebbe essere , che da anni l'italia è governata da tecnici o da maggioranze divise ,in cui si uniscono partiti costretti a stare inisieme per emergenza ,ma non per volontà ... questa politica ormai rappresenta il peggio di questo paese , un paese indeciso su tutto.

parli di elezioni imminenti, se tutto va bene si potrà e dovrà votare non prima di febbraio secondo me. e nel frattempo?

questa mossa sarà il suicidio di Berlusconi

Già tre ministri dissentono di questa decisione di ESTREMA DESTRA RADICALE, pensa i commenti quali sono dentro il PdL, Lupi, QUagliarello e Lorenzin non sono convinti a dim,ettersi

poi tra l'altro neanche Brunetta o Cicchitto
Have a Nice Day
Avatar utente
aquamoon
Forumino Malatissimo
Forumino Malatissimo
Messaggi: 2320
Iscritto il: 11/05/2011, 13:59

Re: crisi di governo

Messaggio da aquamoon » 29/09/2013, 14:53

NinoMed ha scritto: non mi serve leggerò tutto con calma dopo, ma ora mi dovrai rispondere e dovresti darti una rispsota da solo.

dopo Berlusconi ha governato Monti, il PDL se non sbaglio era maggioranza di quel governo

dopo monti ha governato Letta, e se non sbaglio anche in questo caso il PDL è partito di maggioranza del governo...

ti sei dato la risposta che cercavi?
Per darsi le risposte è necessario farsi prime le domande.
Nello spot di una nota banca olandese (http://canzonimusichepubblicita.blogspo ... 13-le.html" onclick="window.open(this.href);return false;) una ragazza, con aria perplessa, rimugina sui misteri della creazione per interrogarsi su una questione minimale.
Basterebbe imitarla per infine farsi una semplice domanda:
ma io, la mia vita, i miei affetti cos'hanno a che fare con quella di berlusconi?
:salut
Sventurata la terra che ha bisogno di eroi
rorschach
Forumino Scelto
Forumino Scelto
Messaggi: 494
Iscritto il: 22/06/2011, 23:54

Re: crisi di governo

Messaggio da rorschach » 29/09/2013, 21:31

Basta tirare avanti un paio di settimane con qualche mandato esplorativo, poi ci saranno i domiciliari e la galera. Che strillasse di elezioni quanto vuole :salut
Avatar utente
NinoMed
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 5435
Iscritto il: 03/05/2011, 0:34

Re: crisi di governo

Messaggio da NinoMed » 29/09/2013, 22:46

la Nuova FI perde i pezzi, ci sono alcun iche abbandonano la nave per non affondare con il capitano....

anche lo scudiero fedele dice Alfano: "Io leale, ma serve nuova FI. Pronto ad essere diversamente berlusconiano". :scrolleye:
Have a Nice Day
DNAamaranto
Forumino Malatissimo
Forumino Malatissimo
Messaggi: 2222
Iscritto il: 13/12/2011, 10:18

Re: crisi di governo

Messaggio da DNAamaranto » 30/09/2013, 8:55

NinoMed ha scritto:la Nuova FI perde i pezzi, ci sono alcun iche abbandonano la nave per non affondare con il capitano....

anche lo scudiero fedele dice Alfano: "Io leale, ma serve nuova FI. Pronto ad essere diversamente berlusconiano". :scrolleye:

:scratch quali sarebbero i pezzi ? a , l'illuso del sen.quagliarello , ma uno come lui che pensa di cucire le distanze abissali tra destra e sinistra l'unica cosa che puo' fare è andaresene. così come il ridicolo di cicchitto

comunque sinceramente non capisco quando Alfano parla di estremisti , che significa?

essere contro una politica fatta solo di tasse? volere l'italia per gli italiani ( e non a favore della kyenge ) ? avere un italia con le famiglie normali ? difendere la libertà di opinione , è non essere a favore di leggi che che istituiscono i reati di opinione ? se parlava di questo , allora personalmente ben vengano gli estremisti.

comunque l'intervista di Alfano è leggermente diversa da come sopra è riportata , ci sarebbero altri punti da rivedere.
Avatar utente
OronzoPugliese
Collaboratore
Collaboratore
Messaggi: 2432
Iscritto il: 11/05/2011, 12:57

Re: crisi di governo

Messaggio da OronzoPugliese » 30/09/2013, 9:58

DNAamaranto ha scritto:avere un italia con le famiglie normali ?

In effetti un ottuagenario, con sulle spalle due divorzi ed una condanna in primo grado per prostituzione minorile, che sta con una 27enne non può che essere il prototipo della famiglia normale italiana
Immagine
"Mister te sarà ti, muso de mona. Mi son el signor Nereo Rocco"
suonatore Jones

Re: crisi di governo

Messaggio da suonatore Jones » 30/09/2013, 10:11

OronzoPugliese ha scritto:
DNAamaranto ha scritto:avere un italia con le famiglie normali ?

In effetti un ottuagenario, con sulle spalle due divorzi ed una condanna in primo grado per prostituzione minorile, che sta con una 27enne non può che essere il prototipo della famiglia normale italiana
aggiungerei che la 27enne ha l'età della figlia. tutto normale.
Rispondi