In morte di Stefano Cucchi

Notizie dal mondo e dalla città: curiosità, fatti, cronaca...

Moderatori: Bud, NinoMed, Lixia, Lilleuro, Mave, ManAGeR78

Rispondi
UnVeroTifoso
Forumino Malatissimo
Forumino Malatissimo
Messaggi: 1761
Iscritto il: 11/05/2011, 13:54

In morte di Stefano Cucchi

Messaggio da UnVeroTifoso » 06/06/2013, 10:39

«Stefano Cucchi era in carcere perché era uno spacciatore abituale. Poveretto, è morto, e la verità verrà fuori, soprattutto perchè pesava 42 chili. La droga ha devastato la sua vita, era anoressico, tossicodipendente… E poi il fatto che in cinque giorni sia peggiorato… Certo, bisogna vedere come i medici l’hanno curato. Ma sono migliaia le persone che si riducono in situazioni drammatiche per la droga, diventano larve, diventano zombie: è la droga che li riduce così»

Carlo Giovanardi, Sottosegretario con delega per la lotta alla droga, “co-ideatore” della legge Fini-Giovanardi.


Erri de Luca, su Liberazione, risponde alla sua insopportabile dichiarazione con queste righe. Magistrali, come sempre:

Il potere dichiara che il giovane arrestato di nome Gesù figlio di Giuseppe è morto perché aveva le mani bucate e i piedi pure, considerato che faceva il falegname e maneggiando chiodi si procurava spesso degli incidenti sul lavoro. Perché parlava in pubblico e per vizio si dissetava con l´aceto, perché perdeva al gioco e i suoi vestiti finivano divisi tra i vincenti a fine di partita. I colpi riportati sopra il corpo non dipendono da flagellazioni, ma da caduta riportata mentre saliva il monte Golgota appesantito da attrezzatura non idonea e la ferita al petto non proviene da lancia in dotazione alla gendarmeria, ma da tentativo di suicidio, che infine il detenuto è deceduto perché ostinatamente aveva smesso di respirare malgrado l’ambiente ben ventilato. Più morte naturale di così toccherà solo a tal Stefano Cucchi quasi coetaneo del su menzionato.

http://baruda.net/2009/11/10/erri-de-lu ... iovanardi/" onclick="window.open(this.href);return false;
"Nani su iddi e vvonnu a tutti nani;
Nci vannu terra terra, peri e mmani;
E pa malignità brutta e superba,
Ccà non crisci chi erba, erba, erba"
(Nicola Giunta)
Avatar utente
goldenboy
Forumino Malatissimo
Forumino Malatissimo
Messaggi: 2792
Iscritto il: 11/05/2011, 12:43
Località: na vota 'nto bizzolu

Re: In morte di Stefano Cucchi

Messaggio da goldenboy » 06/06/2013, 11:50

Non si può entrare in carcere da vivi(anche se tossicodipendenti...) e uscirne morti come per Stefano... :salut :salut :salut
reggino
Non c'è nenti!
Non c'è nenti!
Messaggi: 4513
Iscritto il: 12/05/2011, 19:30
Località: l'isola che non c'è

Re: In morte di Stefano Cucchi

Messaggio da reggino » 06/06/2013, 17:52

la cosa schifosa è vedere come i finti garantisti(a dimostrazione di come non sanno cosa sia il garantismo,lo confondono in malafede con l'impunità)del mondo politico e giornalistico,che alle prima condanna per il potente di turno si stracciano le vesti,e urlano alla giustizia ad orologeria,o peggio ancora ci fanno i pistolotti sull'art 27 della nostra costituzione,tacciano o peggio ancora se ne escono con uscite infelici,per usare un eufemismo,vedi formigoni e giovanardi(i garantisti nostrani),dinnanzi alle vere vittime della giustizia,come stefano.
Ma del resto da un paese malato come il nostro,con delle istituzioni marce,non posso che aspettarmi certe reazioni.
https://www.youtube.com/watch?v=-JQINuybHL4" onclick="window.open(this.href);return false;
Paolo_Padano
Forumino Malatissimo
Forumino Malatissimo
Messaggi: 1986
Iscritto il: 11/05/2011, 13:02

Re: In morte di Stefano Cucchi

Messaggio da Paolo_Padano » 08/06/2013, 21:31

vergogna italiana :na:
Lillu Fotti: "aundi ioca Spread cu cattu si mu rununu a paremetru zeru"
Lillu Foti: "non bogghiu 'nchinari poi mi rinnu chi vonnnu a squatra mi 'ndi sarbamu"
Avatar utente
tifoperlapropatria
Apprendista Forumino
Apprendista Forumino
Messaggi: 94
Iscritto il: 17/05/2011, 22:22

Re: In morte di Stefano Cucchi

Messaggio da tifoperlapropatria » 08/06/2013, 21:58

Vergogna Nazionale come e più del caso del povero Aldro.


:na:
"lasciale almeno i ricordi, le loro mani nel chiedere, amore nel dare"
Avatar utente
Lixia
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 1734
Iscritto il: 11/05/2011, 13:25
Località: Boh!!! Attualmente zingarìo in Trentino!!!

Re: In morte di Stefano Cucchi

Messaggio da Lixia » 10/06/2013, 20:22

la giustizia..... maru a cu ncappa!

questa non è giustizia !
"Gli amici miei, ed in cui posso fidare, non vivon qui: si trovan lontano, al mio paese, come ogni altra cosa, signori, che mi può recar conforto".

Putrusinu ogni mineshra!

Immagine
suonatore Jones

Re: In morte di Stefano Cucchi

Messaggio da suonatore Jones » 31/10/2014, 20:23

tutti assolti.

mah.

le parole di tonelli, SAP.

Gianni Tonelli, segretario generale del sindacato di polizia Sap, esprime “piena soddisfazione” per la decisione della corte. Non solo. Perché in una nota scrive: “In questo Paese bisogna finirla di scaricare sui servitori dello Stato le responsabilità dei singoli, di chi abusa di alcol e droghe, di chi vive al limite della legalità. Se uno ha disprezzo per la propria condizione di salute, se uno conduce una vita dissoluta, ne paga le conseguenze. Senza che siano altri, medici, infermieri o poliziotti in questo caso, ad essere puniti per colpe non proprie”.

di seguitol'articolo integrale.

La sentenza è il “fallimento della giustizia italiana”. Ma anche “una vergogna senza precedenti” che consente allo Stato di autoassolversi e fa morire Stefano Cucchi “un’altra volta”. La decisione della Corte d’Appello di Roma, che ha assolto tutti gli imputati del processo, ha profondamente scosso la famiglia della vittima. Ma ha anche suscitato aspre reazioni nel mondo politico. Al contrario, Gianni Tonelli, segretario generale del sindacato di polizia Sap, esprime “piena soddisfazione” per la decisione della corte. Non solo. Perché in una nota scrive: “In questo Paese bisogna finirla di scaricare sui servitori dello Stato le responsabilità dei singoli, di chi abusa di alcol e droghe, di chi vive al limite della legalità. Se uno ha disprezzo per la propria condizione di salute, se uno conduce una vita dissoluta, ne paga le conseguenze. Senza che siano altri, medici, infermieri o poliziotti in questo caso, ad essere puniti per colpe non proprie”.

Il sindacalista rimarca inoltre “il nostro impegno e il nostro sforzo” per introdurre “in maniera sistematica e organica le videocamere e le garanzie funzionali, così da poter tutelare maggiormente i poliziotti, ma anche i cittadini, in tutte le situazioni”. E si augura “un immediato dietrofront del consiglio comunale di Roma che, su proposta di Sel, aveva addirittura approvato l’intitolazione di una piazza per Cucchi. Visto che il Campidoglio aveva negato la possibilità di una via per la Fallaci, ci auguriamo adesso una valutazione positiva per eroi veri, come Raciti. Attendiamo la risposta del sindaco Marino“.
Il sindacato di polizia: “Aspettiamo dietrofront di Marino sull’intitolazione di una piazza a Cucchi”

La famiglia: “Meritiamo giustizia” – Sconvolta dalla sentenza, invece, è la famiglia della vittima che assicura: “Andremo avanti”. In lacrime in aula la sorella di Stefano Cucchi, Ilaria. “Nella sentenza di primo grado non si è detto che Stefano non è stato piccchiato, ma che la giustizia non era in grado di dire chi fosse stato tra gli agenti e i carabinieri – ha detto -. Ora, in appello, mi aspettavo un passo in avanti che non c’è stato. Da semplice cittadina mi chiedo cosa mi devo aspettare dalla giustizia“. Poi aggiunge: “Mio fratello è morto anche per colpa dei magistrati che non lo hanno guardato in faccia. Mio fratello – ha sottolineato – era un ragazzo come gli altri che ha commesso un errore e che, per questo, non doveva pagare con la vita. Io, mio fratello, la mia famiglia meritiamo giustizia”. Sbalordita anche la madre di Cucchi che parla di “sentenza assurda” e dice: “Mio figlio è morto ancora una volta”. Inoltre, per l’avvocato della famiglia, Fabio Anselmo, si tratta “il fallimento della giustizia italiana”. Ma dopo la lettura del dispositivo, dai banchi degli imputati in aula, si sono levate mani che mostravano il dito medio, rivolto a chi stava assistendo all’udienza. Un gesto documentato da una sequenza fotografica sul sito di Repubblica.it.

Ferrero: “Lo Stato si autoassolve” – Per Carlo Giovanardi, senatore Ncd che in passato è spesso intervenuto sula vicenda, “per quanto riguarda gli agenti di custodia non poteva che esserci che l’assoluzione, non essendoci stato il pestaggio. Per quanto riguarda i medici ribadisco quello che ho detto fin dall’inizio della vicenda: Stefano Cucchi doveva essere curato e alimentato anche coattivamente, in quanto non in grado di gestirsi a causa delle patologie derivanti dal suo complesso rapporto con il mondo della droga. Se la Corte d’Assise ha escluso responsabilità penali rimangono però le responsabilità morali rispetto ad una persona che è stata lasciata morire di fame e di sete”.
Giovanardi: “Agenti assolti perché non c’è stato pestaggio. Ma rimangono responsabilità morali: Cucchi morto di fame e di sete”

Parla invece di “vergogna senza precedenti” e sentenza di “autoassoluzione dello Stato” il leader del Prc, Paolo Ferrero. “Nel corso del procedimento, infatti, si è dimostrata in modo evidente l’esistenza di un sistema violento nei confronti dei detenuti e di un sistema sanitario quanto meno superficiale. E’ surreale che tutti sappiano cos’è successo a Stefano Cucchi, tutti sanno che è stato pestato a sangue e che non gli sono state somministrate le cure adeguate, ma nessuno paga. L’assoluzione di queste persone è autoassoluzione di uno Stato sempre più autoritario. E’ straziante, l’hanno ucciso per la terza volta. Siamo vicini a Ilaria e a tutta la famiglia Cucchi”. “Ingiustizia è fatta” anche per la presidente di Fratelli d’Italia-Alleanza Nazionale, Giorgia Meloni, che su Twitter scrive: “Caso Cucchi: 5 anni passati e 0 responsabili. Ingiustizia è fatta”.

Sul fronte Pd, Walter Verini, capogruppo dem in commissione Giustizia – pur precisando che “le sentenze vanno rispettate” – sottolinea che la pronuncia della Corte d’Appello “lascia l’amaro in bocca. In questo momento siamo vicini ai familiari e a tutti coloro che si sono sempre battuti per la verità e la giustizia sulla morte di Stefano. In questo caso i pesantissimi interrogativi sulla morte di Stefano rimangono tutti interi. Le risposte dovranno arrivare. È lo Stato che le deve esigere”.
L’infermiere imputato: “Felice anche per i medici del Pertini”

Gli imputati e il sindacato di polizia – Commenta la decisione dei giudici anche l’avvocato Gaetano Scalise, che nel processo ha assistito il primario del Sandro Pertini, Aldo Fierro. “Siamo molto soddisfatti del risultato ottenuto – ha detto -. Era quello che aspettavamo come risultato minimo. La Corte ha fatto un buon governo degli insegnamenti della Corte di Cassazione in tema di responsabilità professionale dei medici. Il punto nodale era che esistono dubbi sulla causa di morte di Cucchi e questo esclude la responsabilità dei medici”. “Decisione assolutamente equilibrata” per gli avvocati Costantino Marini e Fabrizia Morandi, che hanno assistito il medico Luigi Preite de Marchis, mentre si dice “felice” uno degli imputati, l’infermiere Giuseppe Flauto, già assolto in primo grado. “Sono veramente felice di questa sentenza, non solo per me, perché non avevo dubbi sulla mia innocenza, ma sono felice anche per i medici del Pertini che più volte durante il processo di primo grado si erano sentiti dire che non erano degni di vestire il camice”.

Oltre al Sap, interviene anche il Sappe, sindacato autonomo polizia penitenziaria. La sentenza, dichiara il segretario generale Donato Capece, “ci dà ragione quando, in assoluta solitudine, sostenemmo che non si dovevano trarre affrettate conclusioni prima dei doverosi accertamenti giudiziari. Abbiamo avuto ragione nel confidare nella magistratura, perché la polizia penitenziaria non aveva e non ha nulla da nascondere – sottolinea Capece – Già nel dicembre 2009, la rigorosa inchiesta amministrativa disposta dall’allora capo del Dap Franco Ionta, sul decesso di Stefano Cucchi, escluse responsabilità da parte del personale di polizia penitenziaria, in particolare di quello che opera nelle celle detentive del palazzo di Giustizia a Roma“.

La mamma di Aldrovandi: “Sentenza incredibile” - “Allibita” anche Patrizia Moretti, mamma di Federico Aldrovandi, ucciso a Ferrara a settembre 2005. Un caso per il quale quattro poliziotti sono stati condannati in via definitiva per omicidio colposo. “E’ difficile trovare qualcosa da dire. Rimango allibita – prosegue -, è incredibile questa sentenza, è come se Stefano fosse morto senza che ci sia nessuna responsabilità”. Del resto, aggiunge Moretti “abbiamo visto tutti le foto, è chiaro che è morto per una causa”. “Sicuramente – conclude la madre di Aldrovandi – la famiglia richiederà degli approfondimenti”. Si dice invece “amareggiato e deluso” Giorgio Sandri, il papà di Gabriele, tifoso della Lazio ucciso da un agente della Polstrada l’11 novembre 2007 sull’A1 nei pressi di Arezzo. “Ci si sente abbandonati. Ci si porta dietro un lutto che non passerà mai. Viviamo in un Paese in cui basta chiedere scusa e si continua ad andare avanti, senza che nessuno paghi. Poi – aggiunge – penso al corpo piagato di Stefano: certi segni così evidenti non se li è fatti da solo. Eppure la giustizia non l’ha pensata così. Bisogna sempre sperare, ma come non sentirsi abbandonati”.
Patrizia Moretti: “Sono allibita. Come se per la sua morte nessuno fosse responsabile”

Amnesty Italia: “Decesso che tutto appare meno che accidentale o auto-procurato” – “Aspettiamo di sapere perché la Corte abbia deciso di mandare tutti assolti. Quel che è certo è che, a cinque anni di distanza dalla morte di Stefano Cucchi, la verità processuale non sembra dirci nulla di quel che è accaduto davvero”. E’ il commento, divulgato in una nota, del presidente di Amnesty International Italia, Antonio Marchesi, sulla sentenza che vede assolti medici e agenti coinvolti nella vicenda della morte di Stefano Cucchi. Il procedimento, conclude Marchesi “non accerta alcuna responsabilità per un decesso che tutto appare meno che accidentale o auto-procurato”.

http://www.ilfattoquotidiano.it/2014/10 ... e/1183405/" onclick="window.open(this.href);return false;
RAMBO
Forumino Scelto
Forumino Scelto
Messaggi: 585
Iscritto il: 27/10/2014, 8:43

Re: In morte di Stefano Cucchi

Messaggio da RAMBO » 31/10/2014, 21:01

Di che prove avevano bisogno, se tutto il corpo era pieno di lividi ematomi e la colonna vertebrale spezzata.Spero che vadano fino in fondo alla vicenda e che non sia finita qua, tra poco si deve avere piu' paura di avere a che fare con lo stato, che con un delinquente qualsiasi.
InGinocchioSi
Forumino Scelto
Forumino Scelto
Messaggi: 760
Iscritto il: 12/05/2011, 13:14

Re: In morte di Stefano Cucchi

Messaggio da InGinocchioSi » 02/11/2014, 11:30

Provo vergogna ed allostesso tempo rabbia per i componenti delle fdo, dei secondini, dei medici e degli infermieri che hanno concorso con le loro condotte attive e/o omissive a questo indegno misfatto di stato.
Quanto alla magistratura, stendiamo un velo pietoso: per la serie turiamoci il naso e guardiamo altrove, con la speranza che un giorno a pagare questo assurdo prezzo non sia un ns parente.
Davvero in italia non c'è più niente che non sia marcio...ma proprio NULLA !
reggina D-I
Forumino Malatissimo
Forumino Malatissimo
Messaggi: 1566
Iscritto il: 11/05/2011, 14:58

Re: In morte di Stefano Cucchi

Messaggio da reggina D-I » 02/11/2014, 13:25

La cosa mi mi meraviglia è che il caso Cucchi crei ...meraviglia. E' un normalissimo fatto quasi di routine in questo Stato...

o magari c'era qualcuno che si aspettava qualcosa di diverso???
Uno solo ho visto in vita mia che MAI, non quasi mai ma proprio MAI, capisce ciò che legge! Il vero guaio per lui, spettacolo per gli altri, è che poi scrive e a tutti si mostra nella tragica evidenza!!! :PPP
Avatar utente
spiny79
Forumino Malato
Forumino Malato
Messaggi: 906
Iscritto il: 11/05/2011, 13:56

Re: In morte di Stefano Cucchi

Messaggio da spiny79 » 06/11/2014, 18:18

a me sembra che si stia facendo una inutile caccia alle streghe...

33 medici legali e specialisti hanno certificato e testimoniato in aula di tribunale che le ecchimosi erano post-mortem (chiunque ha purtroppo visto un cadavere poche ore dopo la morte sa che è così) e le lesioni vertebrali erano pregresse, ma nessuno tiene conto di questo tranne il giudice, forse perchè cercare sempre il torbido ed il complotto fa più audience e fa vendere più copie...

sento gente assolutamente ignorante in materia parlare di medicina forense come se parlassero della ricetta dei bucatini all'amatriciana, e ne parlano in tv o sui giornali influenzando l'opinione pubblica che, siamo onesti, si piega come canne al vento...

si vuol far credere che cucchi (pace all'anima sua) fosse in salute e addirittura andasse in palestra il giorno prima del suo arresto, quando dalle tristi foto dell'autopsia è evidente che pesasse si e no 40 chili e tutt'altro che in buona salute (non ci si riduce in quello stato in soli 4 giorni di detenzione)...

una sentenza di appello dopo innumerevoli perizie ha accertato che non ci furono violenze, perchè gettare sempre fango su tutto e tutti senza sapere neanche di cosa si sta parlando?

poi ognuno è libero di vedere complotti sempre e ovunque, ma secondo me non ha senso, bisognerebbe riflettere e valutare tutto senza lasciarsi trasportare dall'onda di turno...
suonatore Jones

Re: In morte di Stefano Cucchi

Messaggio da suonatore Jones » 06/11/2014, 18:48

spiny79 ha scritto:a me sembra che si stia facendo una inutile caccia alle streghe...

33 medici legali e specialisti hanno certificato e testimoniato in aula di tribunale che le ecchimosi erano post-mortem (chiunque ha purtroppo visto un cadavere poche ore dopo la morte sa che è così) e le lesioni vertebrali erano pregresse, ma nessuno tiene conto di questo tranne il giudice, forse perchè cercare sempre il torbido ed il complotto fa più audience e fa vendere più copie...

sento gente assolutamente ignorante in materia parlare di medicina forense come se parlassero della ricetta dei bucatini all'amatriciana, e ne parlano in tv o sui giornali influenzando l'opinione pubblica che, siamo onesti, si piega come canne al vento...

si vuol far credere che cucchi (pace all'anima sua) fosse in salute e addirittura andasse in palestra il giorno prima del suo arresto, quando dalle tristi foto dell'autopsia è evidente che pesasse si e no 40 chili e tutt'altro che in buona salute (non ci si riduce in quello stato in soli 4 giorni di detenzione)...

una sentenza di appello dopo innumerevoli perizie ha accertato che non ci furono violenze, perchè gettare sempre fango su tutto e tutti senza sapere neanche di cosa si sta parlando?

poi ognuno è libero di vedere complotti sempre e ovunque, ma secondo me non ha senso, bisognerebbe riflettere e valutare tutto senza lasciarsi trasportare dall'onda di turno...

cucchi era vivo prima dell'arresto. è uscito morto. Siccome sembra che tra carcere e ospedale sia morto di fame o sete, qualcuno ha colpa.
Se tu non vuoi magnare, ti addormentano e ti mettono flebo. Mica è possibile che mentre sei controllato 24/7 dallo stato qualcuno possa dire "ma sticazzi se non magna". Evidentemente, percosse o meno, esiste un colpevole.
Altrimenti, sarebbero assolti tutti per quelle formule tipo "il fatto non sussiste". Invece sono assolti per "insufficienza di prove". Significa "l'assassino è tra di loro, ma non sappiamo chi sia, quindi stica".

Questa è l'idea che mi sono fatto io, almeno.

Non entro nel merito delle percosse, del peso, delle ecchimosi. Ma pare abbia perso 20 kg in 7 giorni (non 4) e sia stato arrestato per un vizio di forma durante la burocrazia. Anche qui, dovrebbe venire fuori qualcuno che abbia sbagliato, no? e pagare qualcosa, che dici?

E non parlo dell'eventuale pestaggio, visto che i lividi non contano e i danni a colonna vertebrale e organi interni nemmeno (pare).
Poi la polizia è sempre stata disponibilissima a collaborare, senza mai nascondersi dietro un dito, senza mai parlare per voce di giovanardi che diceva cazzate, terrei a sottolinearlo.

Io mi fido delle fdo, in linea di massima, ma quando succedono queste cose mi cadono le braccia.
Avatar utente
spiny79
Forumino Malato
Forumino Malato
Messaggi: 906
Iscritto il: 11/05/2011, 13:56

Re: In morte di Stefano Cucchi

Messaggio da spiny79 » 06/11/2014, 20:59

l'arresto con detenzione in carcere l'ha disposto la magistratura (secondo me, date le precarie condizioni fisiche del ragazzo ed il reato di lieve entità, i domiciliari sarebbero stati più equi, ma sicuramente il codice di procedura penale è stato rispettato visto che l'arresto è stato convalidato e mai contestato)...

sull'alimentazione forzata, che io sappia, non è possibile farla se non con l'autorizzazione della magistratura, che era stata messa a conoscenza del fatto che il ragazzo rifiutava di mangiare e bere...

è troppo facile e troppo comodo sparare nel mucchio dei poveracci (l'agente o l'infermiere di turno che ha la sfortuna di essere lì a rappresentare da solo uno Stato e reggerne il peso sulle sue spalle e prendere decisioni più grandi di lui e che non gli competono) e creare sospetti e complotti, ma in aula si va con le prove certe, non con i forse o mi pare...

ci sono state responsabilità per questa morte? bisogna riaprire le indagini? forse sì, ma gli indagati sono da individuare "un pò più in alto", in chi mantiene questo sistema-giustizia mostruosamente burocratico e poi se ne esce con frasi a effetto tipo: "chi sa parli".

ma che è un film o è la vita reale?
suonatore Jones

Re: In morte di Stefano Cucchi

Messaggio da suonatore Jones » 06/11/2014, 22:05

spiny79 ha scritto:l'arresto con detenzione in carcere l'ha disposto la magistratura (secondo me, date le precarie condizioni fisiche del ragazzo ed il reato di lieve entità, i domiciliari sarebbero stati più equi, ma sicuramente il codice di procedura penale è stato rispettato visto che l'arresto è stato convalidato e mai contestato)...

sull'alimentazione forzata, che io sappia, non è possibile farla se non con l'autorizzazione della magistratura, che era stata messa a conoscenza del fatto che il ragazzo rifiutava di mangiare e bere...

è troppo facile e troppo comodo sparare nel mucchio dei poveracci (l'agente o l'infermiere di turno che ha la sfortuna di essere lì a rappresentare da solo uno Stato e reggerne il peso sulle sue spalle e prendere decisioni più grandi di lui e che non gli competono) e creare sospetti e complotti, ma in aula si va con le prove certe, non con i forse o mi pare...

ci sono state responsabilità per questa morte? bisogna riaprire le indagini? forse sì, ma gli indagati sono da individuare "un pò più in alto", in chi mantiene questo sistema-giustizia mostruosamente burocratico e poi se ne esce con frasi a effetto tipo: "chi sa parli".

ma che è un film o è la vita reale?
sull'arresto c'è l'ombra (mai contestata dalla polizia) del vizio di forma del mandato di cucchi, che non è stato possibile mandare ai domiciliari perché risultava essere un albanese senza fissa dimora, ad esempio.
Non so se sia vero, ma non mi sembra che nessuno abbia contestato questa cosa.

Sull'alimentazione forzata, non dico che debbano essere i medici a doverci andare di mezzo, ma ho scritto che qualcuno ha colpa. Tu dici la magistratura, va bene. Permettimi di dubitare del fatto che un uomo possa decidere di morire di fame.

Poi ci sarebbero da spiegare le versioni di giovanardi, sempre diverse.
Avatar utente
spiny79
Forumino Malato
Forumino Malato
Messaggi: 906
Iscritto il: 11/05/2011, 13:56

Re: In morte di Stefano Cucchi

Messaggio da spiny79 » 07/11/2014, 11:16

suonatore Jones ha scritto:sull'arresto c'è l'ombra (mai contestata dalla polizia) del vizio di forma del mandato di cucchi, che non è stato possibile mandare ai domiciliari perché risultava essere un albanese senza fissa dimora, ad esempio.
Non so se sia vero, ma non mi sembra che nessuno abbia contestato questa cosa.

Sull'alimentazione forzata, non dico che debbano essere i medici a doverci andare di mezzo, ma ho scritto che qualcuno ha colpa. Tu dici la magistratura, va bene. Permettimi di dubitare del fatto che un uomo possa decidere di morire di fame.

Poi ci sarebbero da spiegare le versioni di giovanardi, sempre diverse.
quando si arresta una persona, tra l'altro con già precedenti penali e di polizia (quindi già identificata in passato), lo si sottopone ad "identificazione certa" tramite rilievi fotodattiloscopici, quindi quella dell'albanese senza fissa dimora è una caxxata madornale, non so in quale novella 2000 l'hai letta, tanto per rimanere sempre nel campo delle prove certe dei "mi sembra, mi pare, ho sentito dire"...

secondo me la magistratura non è responsabile, è una tua deduzione...

secondo me, ripeto, bisogna guardare un pò più in alto, ma capisco che politicamente non conviene...

comunque rispetto le tue opinioni ed i tuoi dubbi che per certe parti di questa storia sono anche i miei...
suonatore Jones

Re: In morte di Stefano Cucchi

Messaggio da suonatore Jones » 07/11/2014, 13:50

spiny79 ha scritto: quando si arresta una persona, tra l'altro con già precedenti penali e di polizia (quindi già identificata in passato), lo si sottopone ad "identificazione certa" tramite rilievi fotodattiloscopici, quindi quella dell'albanese senza fissa dimora è una caxxata madornale, non so in quale novella 2000 l'hai letta, tanto per rimanere sempre nel campo delle prove certe dei "mi sembra, mi pare, ho sentito dire"...
novella della sera, ma anche la novubblica, sky novella 24, dichiarazioni su tg novelLa7 di Ilaria "novella" Cucchi e anche su novuffington post, il novellaggero, la stampella2000. Insomma, è da subito che si parla di questa cosa, e la polizia non ha mai smentito la versione. Aveva altro da fare? qui ti riporto soltanto un articolo di questi giorni del corriere e uno di qualche anno fa dell'huffington post, ma se cerchi la trovi dappertutto i riferimenti a questa mancanza. Se io fossi la polizia, avrei querelato da anni. Eppure, i sindacati hanno querelato la famiglia cucchi subito dopo la sentenza (per altri motivi).

http://roma.corriere.it/notizie/cronaca ... 3651.shtml" onclick="window.open(this.href);return false;

http://www.huffingtonpost.it/ilaria-cuc ... 21402.html" onclick="window.open(this.href);return false;

sui colpevoli: i poliziotti non sono stati, i medici nemmeno. Bisogna andare più in alto. I magistrati non sono stati. Hai qualche idea? Berlusconi? Renzi? Monti? Letta? Il papa?
Avatar utente
Regmi
Non c'è nenti!
Non c'è nenti!
Messaggi: 4236
Iscritto il: 11/05/2011, 16:55

Re: In morte di Stefano Cucchi

Messaggio da Regmi » 07/11/2014, 14:32

suonatore Jones ha scritto:
spiny79 ha scritto: quando si arresta una persona, tra l'altro con già precedenti penali e di polizia (quindi già identificata in passato), lo si sottopone ad "identificazione certa" tramite rilievi fotodattiloscopici, quindi quella dell'albanese senza fissa dimora è una caxxata madornale, non so in quale novella 2000 l'hai letta, tanto per rimanere sempre nel campo delle prove certe dei "mi sembra, mi pare, ho sentito dire"...
novella della sera, ma anche la novubblica, sky novella 24, dichiarazioni su tg novelLa7 di Ilaria "novella" Cucchi e anche su novuffington post, il novellaggero, la stampella2000. Insomma, è da subito che si parla di questa cosa, e la polizia non ha mai smentito la versione. Aveva altro da fare? qui ti riporto soltanto un articolo di questi giorni del corriere e uno di qualche anno fa dell'huffington post, ma se cerchi la trovi dappertutto i riferimenti a questa mancanza. Se io fossi la polizia, avrei querelato da anni. Eppure, i sindacati hanno querelato la famiglia cucchi subito dopo la sentenza (per altri motivi).

http://roma.corriere.it/notizie/cronaca ... 3651.shtml" onclick="window.open(this.href);return false;

http://www.huffingtonpost.it/ilaria-cuc ... 21402.html" onclick="window.open(this.href);return false;

sui colpevoli: i poliziotti non sono stati, i medici nemmeno. Bisogna andare più in alto. I magistrati non sono stati. Hai qualche idea? Berlusconi? Renzi? Monti? Letta? Il papa?

Guardare, e non andare, era il termine usato. :wink
Personalmente, dopo quell' invito lo sto facendo ma... ahimè, non vedo nulla.
Ho pure, assumendo una posizione genuflessa e con le mani conserte, riprovato e... ancora nulla.
Ora, poichè il dubbio che possa dipendere da uno dei miei tanti deficit mi ha assalito, provaci tu e vediamo che succede.
La speranza appartiene ai figli.
Noi adulti abbiamo già sperato e quasi sempre perso.
suonatore Jones

Re: In morte di Stefano Cucchi

Messaggio da suonatore Jones » 07/11/2014, 14:44

Regmi ha scritto: Guardare, e non andare, era il termine usato. :wink
Personalmente, dopo quell' invito lo sto facendo ma... ahimè, non vedo nulla.
Ho pure, assumendo una posizione genuflessa e con le mani conserte, riprovato e... ancora nulla.
Ora, poichè il dubbio che possa dipendere da uno dei miei tanti deficit mi ha assalito, provaci tu e vediamo che succede.
io non guardo. Adocchio e mi avvicino a controllare.
Avatar utente
kurohata
Forumino Malato
Forumino Malato
Messaggi: 1465
Iscritto il: 11/05/2011, 21:04
Contatta:

Re: In morte di Stefano Cucchi

Messaggio da kurohata » 09/11/2014, 15:36

"non mi uccise la morte ma due guardie bigotte, mi cercarono l'anima a forza di botte"
guarda un filo d'erba al vento e sentiti come lui. Ti passerà anche la rabbia
http://matteovalenti.weebly.com/meshare" onclick="window.open(this.href);return false;
Rispondi